Jump to content
Sign in to follow this  
Alagi

Rivista H - Alcune Foto (Quasi Inedite) Del "cavour"

Recommended Posts

Presento alcune foto, non particolarmente note e di pregevole qualità, riferite alla n.b. Cavour scattate il 5 maggio 1938, in occasione della nota "Rivista H" tenuta nel Golfo di Napoli il 5 maggio 1938, in occasione della visita in Italia del cancelliere tedesco Adolf Hitler.

 

2r7pst1.jpg

Il Cavour, seguito dal Cesare, probabilmente al passaggio tra Ischia e Procida, attorno alle 15.30

(Foto Istituto "Luce", Coll. G. Alfano, via G. Parodi)

 

dxzsll.jpg

Un'altra immagine del Cavouri in navigazione nel Golfo di Napoli il 5 maggio 1938.

(Foto Istituto "Luce", Coll. G. Alfano, via G. Parodi)

 

2gwx8js.jpg

Il Cavour con, sullo sfondo, i cacciatorpediniere delle classi "Freccia" e "Folgore".

(Foto Istituto "Luce", Coll. G. Alfano, via G. Parodi)

 

ddoow8.jpg

Una fotografia (probabilmente dovuta ad uno dei fotografi di bordo dell'unità), scattata dal torrione del Cavour, nel cui angolo in basso a sinistra si riconosce il cancelliere tedesco.

(Coll. M. Brescia)

Edited by Alagi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie di aver condiviso queste bellisime foto con tutti noi C.te Alagi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alagi, Grazie per condiviso con noi queste bellissime foto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Resto sempre sorpresa dall'altissima definizione delle foto d'epoca.. Mi è capitato di ingrandire alcune foto del 1928: i particolari erano leggibilissimi, anche se nell' insieme erano minuscoli.

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Resto sempre sorpresa dall'altissima definizione delle foto d'epoca.. Mi è capitato di ingrandire alcune foto del 1928: i particolari erano leggibilissimi, anche se nell' insieme erano minuscoli.

Nel caso di queste immagini, è probabile - per quanto ci si trovi di fronte a negativi "moderni" e non a lastre - siano state utilizzate pellicole e ottiche Hasselblad, con tutte le positive ricadute del caso.

Nel caso di negativi "a lastra", se l'emulsione utilizzata è stata di qualità, il risultato sarà ancora migliore.

Peraltro, va anche detto che se un'immagine è stata rilevata allo scanner secondo determinati canoni (almeno 1500/2000 dpi - modalità "colore" anche per foto in b/n ecc.) e poi trattata come si deve in ambiente Photoshop (almeno la versione CS5 o successive), anche le moderne tecnologie contribuiscono alla migliore "leggibilità" del documento.

Edited by Alagi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peraltro, va anche detto che se un'immagine è stata rilevata allo scanner secondo determinati canoni (almeno 1500/2000 dpi - modalità "colore" anche per foto in b/n ecc.) e poi trattata come si deve in ambiente Photoshop (almeno la versione CS5 o successive), anche le moderne tecnologie contribuiscono alla migliore "leggibilità" del documento.

Due esempi della "potenza" delle più recenti versioni di Photoshop: due immagini dei ct (poi tp) Nievo e Prestinari, "prima e dopo" il trattamento...

 

2r5ex69.jpg

 

1zl6mhh.jpg

Edited by Alagi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi piace molto come hai "corretto" la foto. Non ha perso il fascino della foto d'epoca...

Immagino che la foto scansionata sia enorme se hai impostato per la scansione 1500/2000 dpi..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Resto sempre sorpresa dall'altissima definizione delle foto d'epoca.. Mi è capitato di ingrandire alcune foto del 1928: i particolari erano leggibilissimi, anche se nell' insieme erano minuscoli.

 

Mi scuso per l'OT ma stuzzicato dall'oggetto "definizione" non ho resistito a pubblicarvi per un raffronto questa foto :

la prima pirolancia dei pompieri a Venezia, Bacino di San Marco 1898, scansione da emulsione su lastra.

 

1q1h.jpg

Edited by danilo43

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh, delle foto provenienti da Alagi, le prime 2, specie la prima (forse l' unica che ha contemporeaneamente le 2 Cavour fronte e traverso...), sono da monografia; per motivi noti, avrei preferito tagliare la parte più sinistra (in tutti i sensi) della terza fotografia, anche abbiamo già avuto una polemica sul censurare gli elementi più sgradevoli della rivista H, ma qui si tratta di quello più sgradevole in assoluto, 666 stesso.

 

confermo (anche se credo che F71 potrà confermare meglio, sono anni dall' ultima volta che sono stato a Ischia/Procida..) che la prima foto è scattata nello stretto di Procida (teatro, tralaltro di una spettacolare quanto dimenticata vittoria Napoletana ai danni della RN durante il periodo murattiano...)

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Daniele (non riesco a citarti senza riproporre la foto, boh... :wacko: )

BELLA!!!! :smiley19: E credo che , se uno ci si mettesse, potrebbe individuare come funzionavano i rubinetti della cisterna...

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Daniele (non riesco a citarti senza riproporre la foto, boh... :wacko: )

BELLA!!!! :smiley19: E credo che , se uno ci si mettesse, potrebbe individuare come funzionavano i rubinetti della cisterna...

 

Se mi hai perdonato l'OT sarò magnanimo anch'io: in primis per il " @Daniele" e poi per i rubinetti della "cisterna", che sarebbe la caldaia (verticale) ! :smile:

Anche questa foto è assolutamente inedita; nota che per per inviarla ho ridotto la definizione

Share this post


Link to post
Share on other sites

(...) per motivi noti, avrei preferito tagliare la parte più sinistra (in tutti i sensi) della terza fotografia, anche abbiamo già avuto una polemica sul censurare gli elementi più sgradevoli della rivista H, ma qui si tratta di quello più sgradevole in assoluto, 666 stesso.

Carissimo,

 

Se vogliamo scherzare, non posso che ribadire quanto ti dissi in passato sulle tue proposte di "censurare" dalle fotografie (che sono a tutti gli effetti dei documenti storici) personaggi o elementi sgraditi o esecrabili.

Consentimelo, ma ripeto che è una fesseria con due zeta bella e buona, e mi stupisco che una persona con la tua preparazione possa pensare ad una cosa del genere.

A sostenere certe proposte, a mio avviso, ci si mette sullo stesso piano dei negazionisti, e mi pare che tanto basti.

 

Ciò detto, se invece vogliamo parlare seriamente, ti propongo quattro versioni diverse della foto incriminata, che magari potresti gradire maggiormente.

1) Censura "semplice"

2) Censura "disneyana"

3) Censura "disco music" detta anche "alla John Travolta"

4) Censura "CCCP", la più sobria e avstera di tutte.

2a98d8k.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me piace la 2

Possiamo anche aprire un sondaggio. :biggrin::smiley19:

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me garba STALI

Share this post


Link to post
Share on other sites

a me piace la 1) che è la vera censura fotografica stalinista :biggrin: (che comunque è un concetto che risale al tempo greco-romano, con l' istituito giuridico della Damnatio Memoriae, che per me è una cosa seria; credo che non sarà sfuggito che non scrivo mai il nome dell' individuo in questione.... :ph34r: )

ricordo, anche se non rammento dove, che da qualche parte in rete ci sta una sito esibente fotografie "prima e dopo" documentanti la rimozione dei purgati dalle fotografie nella russia dello stalinismo, in cui i purgati "sparivano"

 

Che nel mio mondo ideale 666 non ha mai messo piede su una Regia Nave, è un dato di fatto, con cui si dovrà convivere, ma gli ideali non inficiano la professionalità e preparazione, se è questo che ti preoccupa; al limite, se ti ritrovi a pubblicare qualcosa di mio, basta un "cerca e sostituisci": sai già cosa inserire (666) :wink: però poi controlla che non sia il riferimento al numero di pagina di un testo alquanto spesso :laugh: anche se, da bravo Ebreo, il diritto di apporre modifiche redazionali nel testo potrebbe essere un opzione di diritti d' autore da pagare a parte... :tongue:

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

altro sondaggio: dalla 2 secondo voi chi sta cazziando Paperino dalla plancia della Cavour ? (per favore, restiamo in Marina e teniamo fuori la politica...) :cool:

 

questo thread promette di essere divertente e rilassante....

 

Saluti, dott. Piergiorgio.

 

EDIT: sostituito "sulla" con "dalla", scusate.

Edited by dott.Piergiorgio

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me (mi) garba dimolto la n. 3. Mi ricorda quando ero jovine :laugh: :laugh: :laugh:

Edited by chimera

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa poi, direi che mette d'accordo tutti (i maschietti, perlomeno):

 

t9b9k4.jpg

 

Scommetto che anche il dott. Piergiorgio la preferirà alla n.1 o alla n. 4.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa poi, direi che mette d'accordo tutti (i maschietti, perlomeno):

 

t9b9k4.jpg

 

Scommetto che anche il dott. Piergiorgio la preferirà alla n.1 o alla n. 4.

Mi associo! Senza riserve!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa poi, direi che mette d'accordo tutti (i maschietti, perlomeno):

 

t9b9k4.jpg

 

Scommetto che anche il dott. Piergiorgio la preferirà alla n.1 o alla n. 4.

:smiley19::smiley19::smiley19: "Yokohama" interessanti... :laugh::laugh::laugh:...anche se forse rinforzati da silicone! :laugh::laugh::laugh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa poi, direi che mette d'accordo tutti (i maschietti, perlomeno):

 

t9b9k4.jpg

 

Scommetto che anche il dott. Piergiorgio la preferirà alla n.1 o alla n. 4.

avrebbe bisogno di un ritocchino, credo che i marinai schierati per il saluto alla voce, avrebbero cambiato fronte autonomamente, per salutarla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

MI permetto intervenire perché non so se il dott. Piergiorgio al post #9 si riferiva a me come "F71"

Per la verità il mio nike è F21.

Comunque nella prima foto si nota il promontorio/isola di Ischia dove sorge il Castello Aragonese (dietro la prua della Cavour) e parte dell'isola di Procida (alla sinistra della Cesare).

Proprio all'inizio del secondo filmato dell'Istituto Luce (relativo a queste manovre navali del 1938) la voce dice che la seconda squadra navale proveniente da Ischia si incrocia con la prima.........

Due considerazioni:

1 - Il filmato è sempre bellissimo e credo che tutti l'abbiano visto (mai più vedremo qualche cosa del genere)

2 - Ma quella delle corazzate non era la prima Squadra?

 

 

 

Salve - Peppe - F21

Edited by F21

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ F21:

Il link che hai postato non funziona... Potresti dare una controllata? grazie! :smile:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate dell'inconveniente. Ho aggiustato il Link che comunque ripeto:

 

 

 

Nel contempo sto rivedendo questo filmato numero 2 (il primo pure lo si trova su youtube) e sempre più resto affascinato dalle evoluzioni di caccia, torpediniere e mas.

A proposito di mas allego la foto degli stessi attraccati al molo San Vincenzo in occasione di questa cerimonia:

 

11qjsy9.jpg

Edited by F21

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo Stefano Turr... originariamente mototorpediniera. poi declassato a MAS, finendo, per essere l' unico MAS con un nome.

 

Durante la Rivista H era usato come "conduttore" per i MAS ?

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La domanda di dott. Piergiorgio mi ha indotto a fare un controllo sui miei dati archiviati. Mi risulta che lo Stefano Tur sia entrato in servizio nel 1939; la rivista di Napoli è del 1938. Dunque la foto che ho postato non può riferirsi a quella data. Nella foto i MAS sono armati con i siluri ben visibili; nel filmato (attorno al quinto minuto) i 24 MAS presenti alla rivista navale sembra che ne siano privi. Forse per motivi di sicurezza? Forse la foto è stata messa in rete con una data sbagliata. Chi mi conforta in tutto questo? Grazie F21

Edited by F21

Share this post


Link to post
Share on other sites

La domanda di dott. Piergiorgio mi ha indotto a fare un controllo sui miei dati archiviati. Mi risulta che lo Stefano Tur sia entrato in servizio nel 1939; la rivista di Napoli è del 1938. Dunque la foto che ho postato non può riferirsi a quella data. Nella foto i MAS sono armati con i siluri ben visibili; nel filmato (attorno al quinto minuto) i 24 MAS presenti alla rivista navale sembra che ne siano privi. Forse per motivi di sicurezza? Forse la foto è stata messa in rete con una data sbagliata. Chi mi conforta in tutto questo? Grazie F21

 

A maggio del 1938 il Turr era ancora in costruzione, essendo entrato in servizio il 9 gennaio 1939 (fonte: F. Bargoni, Tutte le Navi Militari d'Italia 1861-2011, Roma, USMM, 2012).

Evidentemente la data riportata per quella fotografia è sbagliata: in quale sito l'hai trovata?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella foto i MAS sono armati con i siluri ben visibili; nel filmato (attorno al quinto minuto) i 24 MAS presenti alla rivista navale sembra che ne siano privi. Forse per motivi di sicurezza?

 

Probabilmente era per dargli quel paio di nodi in più, comunque, dato che dovevano fare un attacco simulato alle corazzate, e che si sa che al tempo i soldati alle parate in cui era presente il capo del governo ci andavano senza munizioni per il fucile, la tua ragione non la escluderei...

Share this post


Link to post
Share on other sites

La foto è stata da me scaricata da Facebook ed esattamente dal Gruppo Napoli Retrò.

Per me era nuova ed interessante poiché in precedenza non avevo mai visto tanti MAS attraccati a Napoli.

Solo questa sera, dopo il quesito del dott. Piergiorgio circa la funzione del Tur come capoflottiglia, ho avuto l'idea di controllarne la data di messa in servizio; risulta la stessa data fornita da Alagi.

Grazie Peppe F21

Share this post


Link to post
Share on other sites

i motivi di sicurezza, se ci fossero, a Napoli nel giugno 1938, dovrebbero essere di natura climatica, e non credo fosse marziale presentarsi ai tedeschi colle pagliarelle bagnate sulle teste dei siluri (e comunque esistevano le teste da esercizio: onestamente, visto che in molte foto e filmati si vede che Raeder teneva un occhio altamente professionale (credo di aver evidenziato in un precedente dibattito sul tema, la fotografia scattata sulla Cavour in cui i caporali e gerarchi guardavano fuori e Raeder il cronometro...) un lancio non tanto simulato con teste da esercizio (magari aumentando la quantità di fumogeno da segnalazione nella testa da esercizio...) sarebbe stata una signora iniziativa che avrebbe convinto i presenti della potenza della RM (coll' ovvia eccezione di Raeder, a cui non sarebbe sfuggito che i giovini GM e STV dei MAS per forza di cose sapevano ben in anticipo rotta e velocità e si presentavano al lancio colla soluzione di tiro già precalcolata a 8-10 decimali...)

 

tralaltro, nella foto i Marinai sono in uniforme invernale: forse fosse per l' ultima Rivista prebellica, quella per Paolo di Jugoslavia ? (non credo fosse precisamente diplomatica un esibizione di due dozzine di Mas carichi di siluri in "onore" del Reggente d' Ungheria, già ultimo Comandante della Kaiserliche und Koenigliche Marine e soprattutto il vinto di Premuda...)

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La stessa foto era stata pubblicata in Betasom http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=29512&page=2 post 41,

riportando lo stesso errore temporale

 

.... non credo fosse precisamente diplomatica un esibizione di due dozzine di Mas carichi di siluri in "onore" del Reggente d' Ungheria, già ultimo Comandante della Kaiserliche und Koenigliche Marine e soprattutto il vinto di Premuda...

 

Se non altro, a mitigare la scottatura di Premuda, Horty avrebbe avuto soddisfazione nel notare in primo piano l'unità intitolata ad un suo connazionale !

Share this post


Link to post
Share on other sites

i motivi di sicurezza, se ci fossero, a Napoli nel giugno 1938, dovrebbero essere di natura climatica, e non credo fosse marziale presentarsi ai tedeschi colle pagliarelle bagnate sulle teste dei siluri

 

Ma, a dire il vero, non ho mai sentito/letto/visto documenti che confermino che le pagliarelle bagnate andassero usate anche per i moderni siluri imbarcati sui classe '500, che avevano esplosivi stabili e serbatoi robusti. Quella era una precauzione riservata ai ruderi della Grande Guerra ancora in servizio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo Stefano Turr non compare nemmeno nell'elencazione completa delle unità partecipanti alla Rivista "J " (11 maggio 1939)., che ho qui sotto mano.

 

In tema di rivista " H " allego questa straordinaria immagine. Purtroppo la distanza non permette di cogliere particolari.

 

gu78.jpg

La Squadra Sommergibili, costituita da 85 battelli, emerge ad un tempo ed esegue una salva di undici colpi. ( Foto Ist. Luce)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo Stefano Turr non compare nemmeno nell'elencazione completa delle unità partecipanti alla Rivista "J " (11 maggio 1939)., che ho qui sotto mano.

 

In tema di rivista " H " allego questa straordinaria immagine. Purtroppo la distanza non permette di cogliere particolari.

 

gu78.jpg

La Squadra Sommergibili, costituita da 85 battelli, emerge ad un tempo ed esegue una salva di undici colpi. ( Foto Ist. Luce)

Scusa Danilo dove si può prendere visione delle unità partecipanti alla rivista "H" del '38?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Saggio di Tullio Marcon : Riviste navali a Napoli negli anni trenta. USMM B.d.A. giugno 1995.

Domani posto l'elenco delle unità, ma se me ne dai la possibilità ti invio volentieri l'articolo completo. Buona notte.

Share this post


Link to post
Share on other sites


"Rivista H"

......trattavasi di 2 corazzate, 18 incrociatori, 7 esploratori, 18 caccia, 30 torpediniere, 85 sommergibili, 24 M.A.S. ed altre 6 unità per un complesso di ben 190, cosi organizzate:

- Prima Squadra (amm. Riccardj):

5a Div. Corazzate (amm. Riccardi): Conte di Cavour, Giulio Cesare

1a Div. Incrociatori (amm. Iachino): Fiume, Gorizia, Zara, Pola

8a Div. Incrociatori (amm. Maraghini): Luigi di Savoia Duca degli Abruzzi, Giuseppe Garibaldi

7a Sq. Cacciatorpediniere (cap. vasc. Gasparri): Freccia, Dardo, Strale, Saetta

8a Sq. Cacciatorpediniere (cap. freg. Ruta): Lampo, Fulmine, Baleno, Folgore

9a Sq. Cacciatorpediniere (cap. vasc. Elena): Vittorio Alfieri, Vincenzo Gioberti, Alfredo Oriani, Giosuè Carducci

- Seconda Squadra (amm. Pini):

3a Div. Incrociatori (amm. Pini): Trieste, Trento, Bolzano,

7a Div. Incrociatori (amm. Mengotti): Eugenio Di Savoia, Muzio Attendolo, Emanuele Filiberto Duca D'Aosta

2a Div. Incrociatori (amm. Barone): Alberto Di Giussano, Giovanni dalle Bande Nere, Bartolomeo Colleoni

4a Div. Incrociatori (amm. Romagna Manoia): Alberico da Barbiano, Armando Diaz, Luigi Cadorna

1a Sq. Esploratori (cap. vasc. De Bei): Antoniotto Usodimare, Antonio Da Noli, Luca Tarigo, Ugolino Vivaldi

Sez. Esploratori (cap. freg. Melodia): Nicolò Zeno, Giovanni Da Verazzano

10a Sq. Cacciatorpediniere (cap. vasc. Galatà): Maestrale, Grecale, Libeccio, Scirocco

- Flottiglia Torpediniere (Scuola Comando):

Capo flottiglia, EspI. Nicoloso Da Recco (cap. vasc. Fontana)

9a Sq. Tp. (cap. corv. Burgos): Cassiopea, Astore, Spica, Canopo

10a Sq. Tp. (cap. corv. Pellegrini): Vega, Sagittario, Perseo, Sirio

11a Sq. Tp. (cap. corv. Notarbartolo): Cigno, Climene, Castore, Centauro

12a Sq. Tp. (cap. corv. Calosi): Altair, Andromeda, Antares, Aldebaran

- Prima Flottiglia M.A.S.:

Capo Flottiglia MAS 509 (cap. vasc. Parenti)

4a Sq. (ten. vasc. Sironi): .MAS 501,502,503,504

5a Sq. (ten. vasc. Migeca): MAS 505,506, 507, 508

8a Sq. (ten. vasc. Pipitone): MAS 524,510,511,525

9a Sq. (ten. vasc. Pagliero): MAS 512,513,514,515

10a Sq. (ten. Vasc. Uxa): MAS 516, 517, 518, 519

11a Sq. (ten. Vasc. Risso): MAS 520,521,522,523

- Squadra Sommergibili (amm. Legnani):

Pietro Micca, Pietro Calvi, Giuseppe Finzi, Enrico Tazzoli, Balilla, Antonio Sciesa, Domenico Millelire, Enrico Toti, Ettore Fieramosca, Torricelli, Fratelli Bandiera, Luciano Manara, Santorre Santarosa, Ciro Menotti, Squalo, Tricheco, Vettor Pisani, Giovanni Bausan, Des Geneys, Marcantonio Colonna, Ametista, Berillo, Foca, Zoea, Otaria, Glauco, Marcello, Dandolo, Mocenigo, Nani, Ferraris, Galilei, Archimede, Ruggiero Settimo, Luigi Settembrini, Tito Speri, Goffredo Ma meli, Giovanni Da Procida, Pier Capponi, Diaspro, Corallo, Turchese, Medusa, Gondar, Neghelli, Ascianghi, Scirè, Dessiè, Dagabur, Uarsciek, Uebi Scebeli, Serpente, Diamante, Salpa, Smeraldo, Jalea, Zaffiro, Jantina, Macallè, Alagi, Axum, Aradam, Adua, Filippo Corridoni, Marcantonio Bragadino, Argonauta, Fisalia, Onice, Iride, Sirena, Nereide, Ondina, Anfitrite, Naiade, Galatea, Argo, Velella, Ambra, Malachite, Rubino, Topazio, H. 1, H. 8, H. 2, H. 4, H. 6

- Unità a disposizione di Maridipart Napoli:

Sez. Cacciatorpediniere (cap. corv. Tona): Zeffiro, Borea

Sez. Torpediniere (ten. Vasc. Tucci): Curtatone, Castelfidardo

8a Sq. Torpediniere (cap. corv. Corrina): Lupo, Lira, Lince, Libra

Sq. Torpediniere Dipartimenti (ten. vasc. Vannutelli): Nicola Fabrizi, Giuseppe Dezza, Francesco Stacco, Giuseppe La Masa

Sq. Avvisi Scorta (cap. corv. Capone): Procione, Orsa, Pegaso, Orione

- Altre Unità:

Bersaglio radiocomandato San Marco Unità guida, torpediniera Audace Nave reale Savoia

Nave del Capo del Governo Aurora

Navi Scuola Cristoforo Colombo e Amerigo Vespucci


Erano anche mobilitate, per fare atto di presenza, le navi passeggeri Rex, Saturnia, Roma, Esperia ed i piroscafi requisiti per vario uso (trasporto, navi ospedale, incrociatori ausiliari) Città di Catania, Città di Genova, Po, Mohamed-Alì-EI-Kebir, Gradisca, Sardegna, Città di Tripoli, Attilio Deffenu, Capri, Principessa Mafalda.


Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa Danilo

L'ammiraglio Riccardi era sia comandante della 1° Squadra che comandante della 5° Divisione?

Stesso discorso per l'ammiraglio Pini.

 

All'epoca entrambi era Ammiragli di Squadra o Ammiragli di Divisione?

Scusa per la curiosità

Peppe - F21

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peppe, l'elenco che ho riportato è la riproduzione ocr della pagine del saggio citato, relative alla composizione della flotta partecipante alla Rivista H.

Vista l'autorevolezza della fonte, la risposta alla tua prima domanda è " Sì "

 

Da una rapida ricerca sull'excursus della carriera dei due Ammiragli:

Riccardi : Ammiraglio di Divisione (08/09/1932), Ammiraglio di Squadra (27/12/1935), Ammiraglio di Squadra designato d'Armata (11/1939), Ammiraglio d'Armata (28/10/1942).

Pini : Ammiraglio di Squadra (30 gennaio 1936). Ammiraglio d'Armata (28 gennaio 1943)

 

Al maggio 1938 erano entrambi Ammiragli di Squadra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi probabilmente l'ammiraglio Riccardi era il Comandante Superiore in Mare?

Ma poi sia la 5° che la 3° non avevano un loro comandante di Divisione?

Molto spesso quando una unità era sede del comando di squadra la sua gemella era sede del comando di divisione. O mi sbaglio?

Grazie Peppe F21

Share this post


Link to post
Share on other sites

A maggio del 1938 gli amm. Riccardi e Pini, oltre a comandare la I e la II Squadra, comandavano anche la V Divisione n.b. e la III Divisione i.p.

Successivamente i due incarichi vennero sdoppiati, e già prima del 10 giugno 1940 la situazione era la seguente:

 

• I Squadra: CinC amm. Campioni

- V Divisione n.b. (amm. Brivonesi) [con la IX Divisione n.b. - non ancora operativa - al comando dell'amm. Bergamini)

- I Divisione i.p. (amm. Matteucci)

- III Divisione i.p. (amm. Cattaneo)

 

• II Squadra: CinC Amm. Paladini

- Nave ammiraglia: Pola (non inserita in una Divisione)

- II Divisione i.p. (amm. Cattaneo)

 

(Fonte: AA.VV., La Marina italiana il 10 giugno 1940, supplemento al fascicolo di giugno 1980 della "Rivista Marittima")

Edited by Alagi

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

"Rivista H"

......trattavasi di 2 corazzate, 18 incrociatori, 7 esploratori, 18 caccia, 30 torpediniere, 85 sommergibili, 24 M.A.S. ed altre 6 unità per un complesso di ben 190, cosi organizzate:

- Prima Squadra (amm. Riccardj):

5a Div. Corazzate (amm. Riccardi): Conte di Cavour, Giulio Cesare

1a Div. Incrociatori (amm. Iachino): Fiume, Gorizia, Zara, Pola

8a Div. Incrociatori (amm. Maraghini): Luigi di Savoia Duca degli Abruzzi, Giuseppe Garibaldi

7a Sq. Cacciatorpediniere (cap. vasc. Gasparri): Freccia, Dardo, Strale, Saetta

8a Sq. Cacciatorpediniere (cap. freg. Ruta): Lampo, Fulmine, Baleno, Folgore

9a Sq. Cacciatorpediniere (cap. vasc. Elena): Vittorio Alfieri, Vincenzo Gioberti, Alfredo Oriani, Giosuè Carducci

- Seconda Squadra (amm. Pini):

3a Div. Incrociatori (amm. Pini): Trieste, Trento, Bolzano,

7a Div. Incrociatori (amm. Mengotti): Eugenio Di Savoia, Muzio Attendolo, Emanuele Filiberto Duca D'Aosta

2a Div. Incrociatori (amm. Barone): Alberto Di Giussano, Giovanni dalle Bande Nere, Bartolomeo Colleoni

4a Div. Incrociatori (amm. Romagna Manoia): Alberico da Barbiano, Armando Diaz, Luigi Cadorna

1a Sq. Esploratori (cap. vasc. De Bei): Antoniotto Usodimare, Antonio Da Noli, Luca Tarigo, Ugolino Vivaldi

Sez. Esploratori (cap. freg. Melodia): Nicolò Zeno, Giovanni Da Verazzano

10a Sq. Cacciatorpediniere (cap. vasc. Galatà): Maestrale, Grecale, Libeccio, Scirocco

- Flottiglia Torpediniere (Scuola Comando):

Capo flottiglia, EspI. Nicoloso Da Recco (cap. vasc. Fontana)

9a Sq. Tp. (cap. corv. Burgos): Cassiopea, Astore, Spica, Canopo

10a Sq. Tp. (cap. corv. Pellegrini): Vega, Sagittario, Perseo, Sirio

11a Sq. Tp. (cap. corv. Notarbartolo): Cigno, Climene, Castore, Centauro

12a Sq. Tp. (cap. corv. Calosi): Altair, Andromeda, Antares, Aldebaran

- Prima Flottiglia M.A.S.:

Capo Flottiglia MAS 509 (cap. vasc. Parenti)

4a Sq. (ten. vasc. Sironi): .MAS 501,502,503,504

5a Sq. (ten. vasc. Migeca): MAS 505,506, 507, 508

8a Sq. (ten. vasc. Pipitone): MAS 524,510,511,525

9a Sq. (ten. vasc. Pagliero): MAS 512,513,514,515

10a Sq. (ten. Vasc. Uxa): MAS 516, 517, 518, 519

11a Sq. (ten. Vasc. Risso): MAS 520,521,522,523

- Squadra Sommergibili (amm. Legnani):

Pietro Micca, Pietro Calvi, Giuseppe Finzi, Enrico Tazzoli, Balilla, Antonio Sciesa, Domenico Millelire, Enrico Toti, Ettore Fieramosca, Torricelli, Fratelli Bandiera, Luciano Manara, Santorre Santarosa, Ciro Menotti, Squalo, Tricheco, Vettor Pisani, Giovanni Bausan, Des Geneys, Marcantonio Colonna, Ametista, Berillo, Foca, Zoea, Otaria, Glauco, Marcello, Dandolo, Mocenigo, Nani, Ferraris, Galilei, Archimede, Ruggiero Settimo, Luigi Settembrini, Tito Speri, Goffredo Ma meli, Giovanni Da Procida, Pier Capponi, Diaspro, Corallo, Turchese, Medusa, Gondar, Neghelli, Ascianghi, Scirè, Dessiè, Dagabur, Uarsciek, Uebi Scebeli, Serpente, Diamante, Salpa, Smeraldo, Jalea, Zaffiro, Jantina, Macallè, Alagi, Axum, Aradam, Adua, Filippo Corridoni, Marcantonio Bragadino, Argonauta, Fisalia, Onice, Iride, Sirena, Nereide, Ondina, Anfitrite, Naiade, Galatea, Argo, Velella, Ambra, Malachite, Rubino, Topazio, H. 1, H. 8, H. 2, H. 4, H. 6

- Unità a disposizione di Maridipart Napoli:

Sez. Cacciatorpediniere (cap. corv. Tona): Zeffiro, Borea

Sez. Torpediniere (ten. Vasc. Tucci): Curtatone, Castelfidardo

8a Sq. Torpediniere (cap. corv. Corrina): Lupo, Lira, Lince, Libra

Sq. Torpediniere Dipartimenti (ten. vasc. Vannutelli): Nicola Fabrizi, Giuseppe Dezza, Francesco Stacco, Giuseppe La Masa

Sq. Avvisi Scorta (cap. corv. Capone): Procione, Orsa, Pegaso, Orione

- Altre Unità:

Bersaglio radiocomandato San Marco Unità guida, torpediniera Audace Nave reale Savoia

Nave del Capo del Governo Aurora

Navi Scuola Cristoforo Colombo e Amerigo Vespucci

 

Erano anche mobilitate, per fare atto di presenza, le navi passeggeri Rex, Saturnia, Roma, Esperia ed i piroscafi requisiti per vario uso (trasporto, navi ospedale, incrociatori ausiliari) Città di Catania, Città di Genova, Po, Mohamed-Alì-EI-Kebir, Gradisca, Sardegna, Città di Tripoli, Attilio Deffenu, Capri, Principessa Mafalda.

 

 

Ti ringrazio molto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

A integrazione delle notizie si qui riportate, pubblico una scansione del medaglione commemorativo della "Rivista H", coniato in occasione dell'evento:

sn2t54.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

A integrazione delle notizie si qui riportate, pubblico una scansione del medaglione commemorativo della "Rivista H", coniato in occasione dell'evento:

Me ne sono accorto adesso:

a discapito che sia dimostrata l'impossibilità del Turr ad essere presente alla "Rivista H", in quanto non ancora completato, il medaglione ne riporta la presenza:

1htlyb.jpg

Direi che ci potremmo trovare di fronte ad un "Gronchi Rosa" di questo genere di cimeli...

Share this post


Link to post
Share on other sites

cmq, la presenza del fascio separato dallo scudo sabaudo potrebbe collocare al 1938 la creazione del conio... non riesco a leggere del tutto il nome dell' incisore, quindi non potrei fare una ricerca online (offline dubito; non ci sta molto materiale numismatico qua, al massimo un paro di cataloghi degli anni '80-primi '90....)

 

saluti,

dott. Piergiorgio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

... non riesco a leggere del tutto il nome dell' incisore .......

 

saluti,

dott. Piergiorgio.

 

G. ROMAGNOLI

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,150
    • Total Posts
      508,179
×