Jump to content
Sign in to follow this  
alessandro tesio

Cantiere Di Costruzione Varo Sommergibile U212 "sciré S 527"

Recommended Posts

Ragazzi eccomi ogni tanto riemergo, purtroppo preso da impegni e rotture di varia natura mi sono immerso per un po di tempo negli abissi nostrani. In associazione mi hanno incastrato con il mio primo mezzo italiano, ma non avendo particolari stimoli e fantasia in proposito, cosa potevo fare se non frugacchiare nei vari siti? Insomma mi sono cacciato in un bel pasticcio eheheeheh! ma niente è impossibile .

 

campagnamare2012-2013003.jpg

 

sciregraveworkinprogress040_zps2ca196ac.

 

sciregraveworkinprogress044_zps05f6794b.

 

sciregraveworkinprogress049_zps9ba91813.

 

sciregraveworkinprogress053_zps2cd87879.

 

sciregraveworkinprogress053_zps2cd87879.

sciregraveworkinprogress058_zps372dbff7.

 

sciregraveworkinprogress039_zpse23cb10a.

 

sciregraveworkinprogress061_zps3c84dce9.

 

sciregraveworkinprogress072_zps9c3d62c0.

 

riunionecasapresidenteeroby009_zps133b03

 

riunionecasapresidenteeroby011_zpsfdfbde

 

riunionecasapresidenteeroby017_zps435684

 

riunionecasapresidenteeroby023_zpsf38fa1

riunionecasapresidenteeroby031_zpsf6f388

Edited by alessandro tesio

Share this post


Link to post
Share on other sites

:smiley19:ottimo soggetto, alessandro tesio! Seguirò gli stati di avanzamento!

 

Già che ci sei, non sottovalutare di fare sul modello almeno una piccola modifica, quella che ti indico nell'immagine sotto.

Avvicinerai con poca fatica il tuo 212 a quanto sia davvero quello italiano.

modplanciacopia.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ehm... una domanda TOTALMENTE IGNORANTE!!!! LO SO!!! Sennò mica la porrei!

Ma come si fa a varare un sottomarino? Voglio dire, qui vedo un mega-articolato che lo trasporta...dopo. cos'è successo? Voglio dire, com'è entrato in acqua? :blush:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Bob carteggerò immediatamente. Malaparte, il Sommergibile viene posizionato sopra una bettolina con casse di zavorra, se avrai notato dalle foto lo Scirè è adagiato sopra una struttura gialla che grazie a dei martinetti di sollevamento permetterà lo sfilamento del supporto rotabile. Una volta imbarcata acqua nelle casse zavorra il sommergibile galleggiando abbandonerà la struttura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei che nessunio mi potesse leggere in questo momento...la struttura dell' articolato si inclina, giusto? :unsure:

ma in tal caso, che strutture sono? Chi le fornisce? Insomma, non è cher dalle mie parti si sappia bene come stanno le cose...

Share this post


Link to post
Share on other sites

No Valeria, non si inclina.

Come diceva Alessandro, il sommergibile poggia su una culla (quella gialla) che a sua volta poggia sul carrello (della Fagioli, leader dei trasporti speciali, hanno portato anche il Toti a Milano per rimanere in tema).

Viene portato un pontone a filo con la banchina e il carrello con sopra il SMG viene fatto salire sul pontone, qui la struttura gialla viene alzata (ripeto ciò che ha scritto Alessandro, non sono pratico della procedura) con dei martinetti per far sfilare il carrello, quindi rimane il SMG poggiato sulla struttura gialla che poggia a sua volta sul pontone; a quel punto il pontone viene allagato e tutto il blocco inizia ad immergersi, quando il SMG galleggia per propria spinta si stacca dalla struttura gialla e viene rimorchiato altrove.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok, grazie , più chiaro, anche se bisognerebbe vedere il tutto.

Già che ci sono, un' altra domanda: Totiano ha sempre detto che le foto delle eliche sono "sensibili" perchè se ne può dedurre molto su potenza, ecc...vedo che qui sono parzialmente coperte, ma al momento dell' entrata in acqua il telone verrà pure tolto...e chiunque dei presenti può vederle e fotografarle, no? Anche se gli invitati a un varo sono selezionati, non è rischioso? :ph34r:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui si vede meglio il sistema:

2004scirvarobis.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Vedi: il carrello è già sul pontone galleggiante, ma la struttura gialla che gli sta sopra e che a sua volta grazie alle selle sagomate porta il smg, è ora stabilmente appoggiata al suolo (leggasi piano orizzontale del pontone) grazie ai suoi "piedini" e alle taccate in legno.

Una volta svincolate le due strutture di quel tanto che basti, il carrello rosso viene sfilato e portato in banchina, mentre il pontone viene rimorchiato altrove (o viceversa a seconda della logisticadi cantiere), in zona lavori un pò meno alla vista dei curiosi, dove infine sarà immerso finchè il smg non risulterà libero in galleggiamento proprio. Ed è solo a quel punto che viene rimossa la copertura dell'elica! :wink:

Ecco nella foto il pontone che lascia la zona della festa...

scirvaro04.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Edited by Bob Napp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto chiaro, grazie. Quindi la cerimonia non è un vero e proprio "varo" nel senso di "messa in acqua" (come immaginiamo noi ignoranti), ma una specie di "prima esposizione al pubblico", un debutto.

La Fagioli è delle mie parti, sapevo che si era occupata del Toti, ma non sapevo di questa sua "specialità".

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' un varo 'carrellato' anzi che un varo 'scivolato', è il modo con cui si fa toccare l'acqua allo scafo che determina il tipo di varo ma.. sempre di varo si tratta.

L'operazione è certamente meno fascinosa rispetto al vedere una carena sinuosa che entra in acqua scivolando di poppa piuttosto che un varo laterale in stile Yankee, con gran panciata e spruzzo..

Anche 'l'impostazione' ha perso il suo fascino, ora coincide quasi sempre con una cerimonia in cui una celebrità pigia un pulsante per attivare la macchina a getto che esegue il primo taglio sulla lamiera dello scafo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ehm... una domanda TOTALMENTE IGNORANTE!!!! LO SO!!! Sennò mica la porrei!

Ma come si fa a varare un sottomarino? Voglio dire, qui vedo un mega-articolato che lo trasporta...dopo. cos'è successo? Voglio dire, com'è entrato in acqua? :blush:

 

I Todaro sono i primi sottomarini italiani varati in maniera moderna: tutti i precedenti venivano varati su uno scivolo che il faceva slittare direttamente in acqua; personalmente trovo che la vecchia cerimonia era molto più bella e poetica. Ho avuto la fortuna di poter assistere a tutti vari dei classe Sauro ed ogni volta che la madrina con l'accetta tagliava il cavo che faceva abbattere la bottiglia sullo scafo facendo iniziare a scendere il sommergibile in acqua, ti posso assicurare che era uno spettacolo unico ed emozionante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok, grazie , più chiaro, anche se bisognerebbe vedere il tutto.

Già che ci sono, un' altra domanda: Totiano ha sempre detto che le foto delle eliche sono "sensibili" perchè se ne può dedurre molto su potenza, ecc...vedo che qui sono parzialmente coperte, ma al momento dell' entrata in acqua il telone verrà pure tolto...e chiunque dei presenti può vederle e fotografarle, no? Anche se gli invitati a un varo sono selezionati, non è rischioso? :ph34r:

Il telone può esser tolto anche in acqua quando l' elica non si vede...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il telone è anche un retaggio del varo tradizionale; per la sua natura, offre un ottima resistenza idrodinamica, riducendo l' abbrivio successivo al varo, che e' sempre un momento critico. Oltre, naturalmente, ad essere ottima collocazione per ornamenti propri della festa del Varo (qui sottoutilizzati; almeno il logo Fincantieri lo si poteva fare bello grosso in quell' occasione)

 

Si potrebbero anche usare eliche di fantasia, ma credo che vedendo foto ufficiali e semiufficiali non censurate, eventuali servizi stranieri capirebbero l' inghippo :biggrin:

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il telone è anche un retaggio del varo tradizionale; per la sua natura, offre un ottima resistenza idrodinamica, riducendo l' abbrivio successivo al varo, che e' sempre un momento critico. Oltre, naturalmente, ad essere ottima collocazione per ornamenti propri della festa del Varo (qui sottoutilizzati; almeno il logo Fincantieri lo si poteva fare bello grosso in quell' occasione)

 

Si potrebbero anche usare eliche di fantasia, ma credo che vedendo foto ufficiali e semiufficiali non censurate, eventuali servizi stranieri capirebbero l' inghippo :biggrin:

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

 

A dire il vero quando i Sauro venivano varati l'elica non era coperta ma era sempre in bella vista; in compenso erano collocati sui fianchi due cassoni che suppongo dovessero servire per limitare il rollìo ed mantenerne la stabilità mentre scivolava in acqua.

 

Sala-E_001.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

:smiley19::smiley19::smiley19::smiley19::smiley19: Bob hai postato una foto strepitosa che mi aiuterà tantissimo. Grazie!un saluto a tutti.

 

Allora ho anche questa che forse può esserti utile, credevo ne fossi già provvisto. Ringraziamo pubblicamente il catro amico Eros (nome di battesimo e nikname betasom).

scirvaro06.jpg

Uploaded with ImageShack.us

 

@Argo75:

numero di costruzione 4257... è proprio IL Sauro! :blush:

Share this post


Link to post
Share on other sites

buonasera a tutti. per quanto riguarda il varo dell U212 è il carrello della fagioli (quello rosso) che dotato di sospensioni idrauliche e pneumatiche si alza e si abbassa sollevando la culla del smg

Share this post


Link to post
Share on other sites

anzi guardando le foto mi sono accorto che i carrelli dellla fagioli sono due

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate, ma forse sono quattro, non riesco a vedere bene le foto. dovrebbero essere due per lato agganciati

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Totiano, ci voleva!

 

@Sottozero:

Certo che si: non mi risulta che le selle gialle abbiano apparati mobili. é il sistema a carrelli (rossi) che ha modo di alzarsi ed abbassarsi per fare in modo di "entrare e sgusciare via" da sotto le selle.

Per quanto riguarda il numero dei componenti i carrelli, non saprei: essi sono composti da una serie di untà a sei coppie di ruote ciascuna, che vengono agganciate l'una all'altra a formare una fila lunga tanto quanto basti. Forse per sapere quanti ne siano stati utilizzati per lo Scirè basta trovare una foto del fianco ove si riescano a contare tutte le ruote ... diviso 6 e si ha la risposta!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul sito della Fagioli c'è un sacco di materiale sui carrelli autopropulsi, foto, brochures e video utili per ricostruire fedelmente il modello; secondo me, se li si contatta, ti dicono anche che modello usano in Fincantieri e magari ti mandano una brochure del prodotto specifico, che sicuramente hanno.

 

 


Certo che si: non mi risulta che le selle gialle abbiano apparati mobili. é il sistema a carrelli (rossi) che ha modo di alzarsi ed abbassarsi per fare in modo di "entrare e sgusciare via" da sotto le selle.

Per quanto riguarda il numero dei componenti i carrelli, non saprei: essi sono composti da una serie di untà a sei coppie di ruote ciascuna, che vengono agganciate l'una all'altra a formare una fila lunga tanto quanto basti. Forse per sapere quanti ne siano stati utilizzati per lo Scirè basta trovare una foto del fianco ove si riescano a contare tutte le ruote ... diviso 6 e si ha la risposta!

 

Le unità componibili dei carrelli dovrebbero avere 24 ruote ciascuna (anche se il modulo mostrato sotto sembra da 8 file anzi che 6), su quattro linee (2 per ogni piede), le unità collegate sembrano 4 o 5 in linea e ci sono due motrici per due carrelli.. quindi dalle 192 alle 240 ruote per quell'operazione.

 

Bignasco-Peccia_trasformatore_OFIMA_100_

Edited by Lefa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi sono veramente contento di tutte le informazioni che stanno scorrendo in questo post, di foto ne ho poche ma quelle che state postando sono di grande aiuto. Totiano nessun OT, va benone tutta la discussione anzi siete tutti più partecipi del sottoscritto , si procede tra un po posto nuove foto. Grazie Eros.

Edited by alessandro tesio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se si tratta dello stesso tipo di carrello, ad ogni modo qui ci sono un po' di foto nelle quali si vedono bene quelli utilizzati dalla Fagioli per trasportare il Toti via terra http://www.google.it/search?safe=off&hl=it&q=enrico+toti+trasporto&bav=on.2,or.r_qf.&bvm=bv.45960087,d.ZWU&biw=1280&bih=638&um=1&ie=UTF-8&tbm=isch&source=og&sa=N&tab=wi&ei=QE2FUbKBIo3X7Aa3roCADQ

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quelli usati per il trasporto del Toti dovrebbero essere differenti (trainati da una motrice con a bordo operatore e senza ruote articolate), i nostri dovrebbero essere SPMT (Self Propelled Modular Transporter): http://www.fagioli.it/Pages/SPMTs.aspx?lang=it-IT

Sul sito ci sono abbastanza immagini sparse per cogliere ogni dettaglio di questi carrelli..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, procedo malgrado certi dettagli siano difficili da realizzare e ad alcuni devo rinunciare ...... insomma mi sono imbarcato in un diorama impegnativo e come al solito me la sono cercata .

wip3031_zps254eec2c.jpg

wipsciregrave4001_zpsff50d4ac.jpg

wipsciregrave4003_zpscba79e37.jpg

wipsciregrave4005_zps2f801af8.jpg

wipsciregrave4012_zps97f8c833.jpg

wipsciregrave4014_zps952c9357.jpg

 

wipsciregrave4024_zpsfd783807.jpg

wipsciregrave4031_zps5eda7640.jpg

Edited by alessandro tesio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti, C.te Alessandro Tesio,..Stupenda realizzazione !!

 

BERILLO :smiley19: :smiley19: :smiley19:

Share this post


Link to post
Share on other sites

IL Tesio.. non è il Tesio.. se non si complica la vita!! :rolleyes:

 

Certosina pazienza... piccoli pezzi... grande diorama e modello!!

 

complimenti Ale....

 

ciaooo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti consiglio di preparare anche la Bottiglietta di un Ottimo Spalletti per il Varo.. :rolleyes::smile:

 

BERILLO :smiley27:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bello! Come hai fatto l'acqua finta?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ulisse..... il piacere della scoperta!!

 

Tesio.... il piacere di seguirti.... :wink:

 

Bella l'idea per l'acqua... adesso te la "rubo" :ph34r::rolleyes:

 

 

ciaooooo

Share this post


Link to post
Share on other sites

ottimo lavoro :smiley19: , come sempre d'altronde...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero bellissimo! :smiley19:

 

Hai intenzione di fare delle decals anche per il marchio "Faglioli" e per il cartello che celebra la centesima costruzione (di sommergibile) del "cantiere"?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un lavoro splendido! Le decals come le hai applicate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima di tutto Grazie a tutti ma passiamo subito a qualche risposta. Lefa come potrai vedere ho riportato il telo con il n° 100 mentre per le decal "Fagioli" ho lasciato perdere viste le dimensioni ridottissime, poi sai com'è de gustibus.Simone le decal le ho applicate lettera per lettera con la solita procedura per poi spruzzarci il trasparente opaco Revell.

Domenica 18 maggio siamo stati invitati per una sagra dal comune di Serri (CA) dove per la prima volta ho esposto lo Scirè. Saluti dalla Sardegna.

Serri180514099_zpsbb451083.jpg

Serri180514102_zpsa7abe0ed.jpg

Serri180514106_zpsd5757c83.jpg

Serri180514118_zps83e50f01.jpg

Serri180514111_zps74643583.jpg

Serri180514101_zps6050ac9c.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

rinnovo i miei complimenti tesio, lavoro degno di nota :smiley19:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Andrea , al contrario del sottoscritto che non è particolarmente presente in questo stupendo forum, con puntualità non manchi di complimenti . Spero di regalare delle belle emozioni a tutti gli appassionati di Betasom, Grazie ancora a tutti e al prossimo diorama.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che spettacolo! Assolutamente meraviglioso!!! :smiley19:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Member Statistics

    • Total Members
      11,835
    • Most Online
      625

    Newest Member
    peppe1948
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      43,503
    • Total Posts
      499,685
  • Today's Birthdays

    1. kartofen
      kartofen
      (56 years old)
    2. ramal82
      ramal82
      (37 years old)
×