Jump to content
Sign in to follow this  
serservel

Debriefing ~ Forcing Gibraltar

Recommended Posts

Fresco fresco di partita riporto il mio briefing.

 

Io e il mio compagno R.Hunter partiamo dal porto di Gibilterra: gli ordini sono di bloccare la traversata dei russi con ogni mezzo NON letale. Poichè la Russia è un paese alleato, la distruzione delle unità avversarie doveva essere percorsa come ultima risorsa.

 

15 minuti dopo l'uscita dal porto, R.Hunter già sentiva un sommergibile russo in avvicamento a velocità moderata. Per cercare di spaventarlo decideva per il lancio di due Spearfish. Da li a qualche minuto il caos: al momento della loro attivazione veniva fato oggetto di lancio da parte dei sommergibili avversari, in più anche la fregata classe Knox di ronda ( e nostra alleata ) rispondeva al lancio causandogli ingenti danni! I siluri, poi, colpivano prima proprio la Knox e, poi, il VictorIII di Drakken e Regia Marina.

 

Rimaneva quindi Djmitri, a bordo dell'SSBN classe Borey in assetto ultra-silenzioso. Dopo un'ora di ascolto sentiamo l'allerta per il lancio di due siluri: era certamente Djmitri che se la prendeva con la stazione che comandava i tre sensori SOSUS colpevoli di mille nefandezze.

Decidiamo quindi di intercettarlo prendendo per buono quel bearing, io sfruttando anche l'HF nel caso il nostro avversario decidesse di trovare copertura al di sotto di una nave civile in transito. E' proprio con l'HF che riusciamo a individuarlo; questo, insieme a un rilevamento dell'unià di R.Hunter ci permette di avere una soluzione molto precisa sulla quale sparare (ebbene sì, visto com'è andata la missione abbia deciso di mandare le direttive a quel paese).

 

 

Un mio siluro lo danneggia e lui contrattacca, poi R.Hunter lo finisce con un secondo siluro.

 

 

 

Tutto sommato è andata meglio dei miei precedenti tentativi, ma avrei dovuto evitare la rete SOSUS (pensata per evitare che il side RED strisciasse sulla costa per completare la missione) e mettere meno contatti civili. Spero però che abbiate passato una buona serata, per me tutta esperienza per la prossima volta :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia prima missione devo dire è durata moooooltoooooo ......poco.

 

Gli ordini erano di forzare lo stretto di gibilterra e guadagnarne l'uscita in tempi brevi (ASAP).

Decidiamo inizialmente di procedere a velocità bassa per vedere se c'era qualcuno in ascolto, una volta classificati quei pochi contatti di superficie inizialmente rilevati decidiamo di aumentare la velocità a 32 kts e insieme al Borei in rotta parallela alla nostra spingiamo i nostri sub proprio dritti nella rete SOSUS non precedentemente rilevata... :doh::doh::doh::doh::doh:

Il tempo di rallentare e finiamo bersaglio dei primi due siluri spediteci contro dagli yankees, il comandante Drakken riesce con una manovra direi da manuale a far colpire la fregata neutrale sopra di noi con cui si era fatto schermo, purtroppo per noi erano solo i primi due siluri.

Il tempo di riaumentare la velocità e ci arriva un terzo siluro che ci fa andare a scavare il fondo a raccogliere conchiglie....

 

La mappa era decisamente ristretta, con i fondali che cambiavano repentinamente profondità con i sensori piazzati proprio a ridosso dello stretto che limitavano la possibilità di manovrare silenziosamente.

 

Come prima esperienza per me è stata comunque molto positiva e devo dire che il multistation è davvero una ottima esperienza senz'altro da rifare.

Divertimento c'è stato anche il solo scambiare due chiacchere in compagnia oltre che al gioco.

 

Alla prossima!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh , forse una delle missioni da me effettuate nel minor tempo possibile... :wacko::huh:

 

15 minuti e fuori dai giochi.... purtroppo non sapendo precisamente il range minimo per poter passare lo stretto, era diffcile capire se andare forte o meno all'inizio.

Dando per scontato un pò le regole generali delle ns missioni, cioè che ad occhio la prima mezz'ora serve più che altro per avvicinarsi, siamo stati presi un pò di sorpresa.

Giustamente si può editare una missione con soluzioni differenti... cioè tutti molto ravvicinati, ma in questo caso occorre un pò precisarlo.

 

Altra cosa da chiarire, sono sempre le ROE... cioè sapere se il nemico lo puoi attacare o se lui ti può attaccare.

 

Tra le poche cose positive, l'ottimo apporto al sonar del neo comandante operativo REGIA MARINA, sempre puntuale nelle classificazioni dei contatti, :smiley19: che ci ha portato

all'evasione degli Spearfish nemici, peccato che l'ultimo è andato sulle ns contromisure con l'esito di reindirizzarlo su di noi....

 

Comunque Simone, non ti preoccupare, tutta esperienza che ti servirà per le prossime volte... :wink:

editare una missione sembra sempre una cosa banale, ma come hai visto quello che progetti in teoria, poi in pratica può sortire risultati ben differenti. :ohmy::laugh::fish:

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altra cosa da chiarire, sono sempre le ROE... cioè sapere se il nemico lo puoi attacare o se lui ti può attaccare.

 

In realtà su questo ho voluto giocare: il messaggio radio per i RED imponeva di considerare ogni attività di blocco degli avversari come ostile e di reagire di conseguenza; ai BLU veniva ordinato di scoraggiare la traversata dei RED con ogni mezzo non letale per raggiungere il pieno punteggio ma, come ultima misura, di attaccare e affondare. Ho voluto provare una sorta di realismo aggiuntivo, ovvero il non sapere le ROE dell'avversario e avere direttive più o meno restrittive dal comando.

 

 

Riguardo la distanza, avevo calcolato mezz'ora di avvicinamento per tutti ma non immaginavo che R.Hunter vi sentisse così presto. La rete SOSUS dalla nostra parte doveva essere compensata dal fatto che i RED potevano disattivarla distruggendo la postazione che li gestiva, in più un altro messaggio radio avvisava dell'uscita dei BLU dal porto di Gibilterra. Purtroppo non avevo notato che i sensori di sroveglianza trasmettevano i link di tutti e ha rovinato parte della partita.

 

 

Vediamo cosa mi viene in mente per la prossima, chissà che duri per tutti un po' di più :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come dicevo ieri sera, ci può anche stare che una missione non preveda mezz'ora di avvicinamento a 30 nodi, ma allora i Red avrebbero dovuto ricevere già dall'inizio l'informazione della nostra uscita dalla rocca. Questo avrebbe consentito loro di impostare una tattica diversa con un avanzamento molto più lento, e rilevarli sarebbe stato molto difficile.

Altro problema, la reazione sconsiderata della FFG spagnola. Quando ho sparato (2 siluri, non 3: il primo ha affondato la FFG, il secondo il Victor) l'ho fatto volutamente su un bearing diverso da quello del rilevamento sul Victor, per due motivi:

1) per non svelare al Victor la mia posizione, visto che al momento del lancio la sua velocità non gli avrebbe consentito di ricevere il TIW

2) di usare i siluri come "avvertimento" e non come attacco diretto.

 

a dimostrazione di questo, avevo impostato sui due spearfish una velocità di 40 Kts, molto più bassa dei 70 kts a cui possono essere lanciati. Quando i siluri sono arrivati per 275 circa rispetto al victor, li ho girati e attivati. l'intenzione era di far scappare il sub russo, magari disattivandoli prima che colpissero il bersaglio per far capire che non cercavo l'affondamento.

 

Purtroppo la FFG ha reagito attaccandomi. A quel punto, non immaginando che l'attacco proveniva dalla fregata spagnola (considerate che per quel che ne sapevo io era neutrale e non era sotto attcco), ho pensato che il Victor stesse difendendosi con i suoi Subroc. Mi sono sentito pertanto autorizzato a portare a termine l'attacco. Tra l'altro prima di attivarli ho atteso che oltrepassassero la FFG , ma evidentemente il rilevamento che avevo non era corretto al 100%.

 

In altre parole, la FFG ha fatto saltare tutta l'impalcatura delle ROE messa in piedi da Simone.

 

In definitiva penso che con queste due piccole modifiche sarebbe stata tutta un'altra partita. :wink:

 

Grazie per la bella serata! (ad ogni modo avevo promesso le chips.... :biggrin: :biggrin: :biggrin: )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la bella serata! (ad ogni modo avevo promesso le chips.... :biggrin: :biggrin: :biggrin: )

 

E noi c'abbiamo aggiungi i fish e la vodka

 

Peccato che ve la siete bevuta tutta voi, noi solo acqua salata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto Drakken. Alcune info a mio avviso vanno date ad inizio partita (nel briefing, con messaggi radio, ecc ecc) perché altrimenti si rischia che la partita venga male interpretata e di conseguenza andare tt in modo diverso da come si era pensato.

 

Cmq è stata una piacevole serata e non t preoccupare Simo, se non ci si butta mai non si impara niente. Vedrai che la prossima andrà meglio

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,288
    • Total Posts
      509,969
×