Jump to content
Sign in to follow this  
Drakken

*** Siria Crisis ***

Recommended Posts

*********************** START ENCRIPTION MESSAGE *************************

 

*********************** TITLE MISSION: SIRIA CRISIS ***************************

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

FROM ----> HQ BETASOM MASTER EDITOR

TO ----> DW BETASOM XI FLEET STRATEGIC GRID MEDC

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

RES: HIGH / MOD: RA - DWX 1.35 + BETAMOD 3.1 / REQ.MIN: BASE BETASOM VIRTUAL NAVY ACADEMY (for betasom players)

RATIO DIF: HIGH **** /TMA: AUTO - OPTIONAL MANUAL / LIMIT TIME: +2,30 HR from zulu

CONTACT: MSN / TIME: 21.00 CET / DAY: 7 Febbraio

 

 

01 FEBBRAIO 2013

 

SITUAZIONE : (Dal SOLE 24 ORE)

 

 

Siria, Damasco accusa Israele: “Bombe su un nostro sito militare” Il regime siriano sostiene che il raid aereo israeliano di stamane ha avuto come obiettivo un centro di ricerche militari e non solo un convoglio di armi al confine con il Libano.

 

L’attacco - se confermato -, il primo delle forze armate israeliane in Siria dall’inizio della rivolta ormai 22 mesi fa, ha colpito stamane all’alba un centro di ricerche militare localizzato a Jamraya, vicino a Damasco.

 

«I jet israeliani hanno violato il nostro spazio aereo all’alba di oggi e hanno effettuato un attacco diretto contro un centro di ricerche scientifiche per testare il nostro livello di difesa e resistenza», ha dichiarato in un comunicato il comandante dell’esercito siriano secondo l’agenzia Sana.

 

Se confermata l’azione segnerebbe il coinvolgimento diretto di Israele nella crisi siriana. Da Tel Aviv non giunge ancora alcun commento, ma in queste ore in Israele è massima allerta. La notizia di un attacco dei caccia ebraici è rimbalzata subito come “breaking news” su tutte le tv del Paese, che hanno interrotto i programmi per aggiornare gli israeliani.

 

Con l’acuirsi delle tensioni nella regione, il Paese è in fibrillazione per il timore che, con il vistoso sgretolamento del regime di Bashar Assad, gli Hezbollah libanesi giungano a beneficiare di una messe di armi da superpotenza che altererebbero gli equilibri regionali e rappresenterebbero una minaccia diretta per lo Stato ebraico.

 

Non è un caso che Radio Gerusalemme abbia riferito che in alcune zone di Israele si sia registrato proprio oggi un netto aumento delle persone che hanno ritirato maschere antigas dalle apposite postazioni del comando delle retrovie: erano state allestite da mesi, ma finora erano state spesso ignorate.

 

La paura più grande, ovviamente, è per i vasti arsenali di armi chimiche. Israele - come altri Paesi della regione - teme che dalla Siria finiscano nelle mani di gruppi legati ad al-Qaeda, o anche agli Hezbollah. Ma ci sono anche armamenti super-moderni, consegnati ancora di recente da una spericolata Russia al suo alleato Assad, che annaspa. Ci sono missili Scud D (gittata fino a 750 chilometri) che possono montare testate chimiche; ci sono i missili da crociera terra-mare Yakhont, che colpiscono a velocità supersonica fino a 300 chilometri; e ci sono le batterie di anti-aerea SA-17, micidiali fino a 50 chilometri di distanza e da una quota minima di 25 metri fino ad una massima di 25 mila. Se doveva essere una “ciambella di salvataggio” per il presidente siriano, non è servita. Adesso che il suo esercito si sgretola, Assad - a quanto pare - desidera almeno che quegli armamenti passino in «buone mani»: ossia agli Hezbollah, che peraltro combattono al suo fianco contro le forze ribelli.

 

Per Israele si tratta di una “roulette russa”. L’ingresso in Libano di quegli armamenti e la loro acquisizione da parte di una organizzazione non statale e votata alla distruzione dello Stato ebraico è una «linea rossa», invalicabile.

 

La sfida, a volte, viene esposta in vetrina. È fatta di dichiarazioni insistenti, moniti, messaggi diplomatici instillati ad arte nei mass media, affinché giungano con la nitidezza desiderata dall’altra parte. Si viene così a sapere che il capo dell’intelligence di Israele è a Washington, che il consigliere per la sicurezza nazionale di Israele è partito per Mosca, che a ridosso del confine con il Libano sono state dislocate due batterie di anti-aerea “Iron Dome”, Cupola di ferro.

 

Ma la sfida comporta in prevalenza una quantità di attività sommerse, certamente di intelligence e forse anche di sabotaggio. Secondo alcuni mezzi di stampa ancora la settimana scorsa un deposito di armi degli Hezbollah è saltato in aria, nella valle della Beqaa, in circostanze rimaste avvolte da mistero. Ieri il capo dell’Aviazione militare, generale Amir Eshel, ha confermato che Israele conduce una serie di attività mirate, sul filo del rasoio: tali da contribuire con efficienza alla lotta contro il transito di armamenti sofisticati agli Hezbollah, ma non talmente drastiche dall’innescare un conflitto.

 

Poche ore dopo, secondo fonti estere, gli aerei da combattimento israeliani hanno colpito al confine fra Siria e Libano una batteria di missili SA-17 destinata agli Hezbollah. In Israele non c’è conferma ufficiale. Damasco sostiene invece che l’attacco ha avuto come obiettivo un centro di ricerche militari e non solo un convoglio di armi. Intanto c’è la consapevolezza che anche la sorte degli arsenali chimici potrebbe costringere molto presto non solo Israele ma anche altri Paesi a decidere, in poche drammatiche ore, se intervenire in territorio siriano, oppure accettare che essi cadano nelle mani di combattenti islamici: sunniti filo al-Qaeda o sciiti Hezbollah.

 

STRATEGIC GRID:

 

 

nuovaimmaginetz.png

 

ENVIRONMENTAL CONDITIONS:

 

Sea State: 4 - Bottom type: ROCK - Weather: Rain - SSP Type: Surface Duct

 

 

TACTICAL UPDATE:

 

07 Febbraio 2013

 

La decisione ormai è presa, la NATO da il via all'operazione DEFENDER SHIELD , con la quale durante la notte fra giovedì e venerdì, lanciare un attacco missilistico, alle basi SAM Siriane e ai principali network militari, distruggendo in un rapido colpo tutte le postazioni di attacco siriane.

Le postazioni da eliminare sono #3 SAM SA-17 , #3 SSM Yakhont , #4 SCUD -D.

Ad effettuare l'attacco sono stati dislocati in zona due SSN d'attacco dotati di missili TLAM e un SSK di supporto. Per identificare le posizioni delle postazioni siriani verrà fatto decollare un P3C-Orion, dalla base NATO di Incirlick in Turchia, con il compito di verificare, coordinare l'attacco e offire supporto ASW.

 

Però la Siria non vuole arrendersi, e grazie al supporto russo, vuole opporre una forte resistenza... durante la notte due SSN d'attacco e un SSK si posizioneranno nei pressi della costa siriana. Insieme si ritroveranno con altre due FFG siriane per tentare di attaccare la forza NATO. Inoltre dalla Naval Base di Latakia, sono pronti a decollare #4 KA27-Helix.

 

 

*************************************************************

HQ NATO BLUE FORCE :

*************************************************************

OBJECTIVE:

 

PRIMARIO: Eliminare tutte le postazioni militari siriane

SECONDARIO : Affondare i sub russi in zona

 

ROE: Siete autorizzati ad attaccare ogni unità siriane / russe in zona. Evitare il coinvolgimento di unità neutrali/civili in zona.

 

ORDER OF BATTLE:

 

SSN 775 "TEXAS"

SSN 773 "CHEYENNE"

SSK 526 "TODARO"

MP P3C-ORION

 

 

*************************************************************

HQ SIRIAN REDS FORCE:

*************************************************************

OBJECTIVE:

 

PRIMARIO: Almeno il 50% delle postazioni SAM/SSM/SCUD deve rimanere operativa

SECONDARIO : Eliminare le unità NATO in zona.

 

ROE: Siete autorizzati ad attaccare ogni unità NATO in zona. Evitare il coinvolgimento di unità neutrali/civili in zona.

 

ORDER OF BATTLE:

 

SSN K157 "VEPR"

SSN K154 "TIGR"

SSK B559 "SEVASTOPOL"

ELI KA-27 HELIX

 

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> END MESSAGE

Share this post


Link to post
Share on other sites

Serservel IN

 

Preferenza per il Todaro, ma disponibile a cambi in base alle esigenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono costretto a passare devo tenere la bimba sveglia fino a ½notte e DW non è l'ideale...

Edited by Iscandar

Share this post


Link to post
Share on other sites

miqui IN

preferenze elicottero che cosi ottengo il mio nastrino :-)

 

Io al 95% ci dovrei essere, scusate ma il lavoro in questo periodo mi sta uccidendo. A riguardo sono rimato un poso indietro con aggiornamenti vari ed assortiti. Qualcuno gentilmente mi riassume, rispetto alla partita di due settimane fa che cosa è cambiato nella versione del gioco che useremo? grazie mille

Share this post


Link to post
Share on other sites

Classe Shipwreck :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

... A beneficio di tutti ...

 

@ DRAKKEN ... che classe sono le due FFG Siriane ???

 

 

...magari che siano più RUSSE che Siriane :biggrin: ...da fonti "Wikipedia" sembra che la Siria abbia solo che 2 Petya II , che tra l'altro sono delle corvette , poi ha delle lanciamissili classe OSA I e II..

 

..a questo proposito , qualcuno conosce un sito dove posso trovare gli elenchi ben aggiornati delle navi delle varie flotte ???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,288
    • Total Posts
      510,052
×