Jump to content
Sign in to follow this  
Urso de Segestro

Presentazione

Recommended Posts

Sono Urso de Segestro nuovo iscritto da pochi giorni, ex lavoratore cantierista e figlio di un fuochista "A" classe 1917 della Regia. Saluti a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ben arrivato a bordo!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ben venuto Urso!!! Quando c'è un nuovo arrivo qui a Betasom si usa brindare con lo Spalletti (vino storico dei sommergibilisti italiani durante la seconda guerra mondiale), perciò in alto i calici!!!!! :smiley19::smiley27::smiley28::beer:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ben arrivato! :smiley19:

Racconta, racconta, qualcosa dell'esperienza di tuo padre, ma non solo, anche della tua esperienza in cantiere navale. Come vedrai sono molto curiosa di conoscere sempre di più il fantastico mondo navale!

 

Roberta

Share this post


Link to post
Share on other sites

benapprodato alla Base Atlantica!

offrire un brindisi virtuale (a base di Spalletti) per il buon imbarco potrebbe essere un buon viatico per la base, tienilo a mente.

 

per il resto, come altri hanno gia evidenziato, siamo affamati di racconti e storie, non solo di tuo padre.. in quale cantere lavoravi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

:smiley25::smiley27::smiley28: WWWELLCOME ABOARD!!! :smiley25::smiley27::smiley28:

--------------------------------------------------------------------------------------------

..... e Vivaldi dal '39 al '41

--------------------------------------------------------------------------------------------

Tuo Padre ha forse conosciuto il grande C.te Giovanni GALATI?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benvenuto a bordo!

 

@Alfabravo, sul CV Galati mi hai rubato la domanda :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ringrazio sentitamente per il caldo benvenuto e contraccambio il brindisi con i componenti della base, Ho lavorato nei CNR poi Finc. di Riva T. Si, mio padre ha servito sotto il C.te Galati e già nel '40 godeva fama di uno che non si faceva pregare nel mandarle a dire e di essere di quelli "armiamoci e partiamo" e non "partite" Nella notte sul 1/8/40 subito dopo lo speronamento e aff. del smg. Oswald ordinò l'immediato recupero dei marinai inglesi sembra dicendo che un uomo in mare non è più un nemico ma un naufrago. Piccolo ricordo di mio padre:"In quell'occasione ci rimisi una coperta, data a un naufrago e non più tornata" I naufraghi furono portati a Taranto abbastanza contenti di essersela cavata ( i dispersi credo fossero 2o3)Sembra che il C.te inglese affermasse:"La guerra forse la vincerete ma vi daremo molto filo da torcere".Ho alcune foto dei "perfidi figli di Albione prigionieri a bordo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,301
    • Total Posts
      510,381
×