Jump to content
Sign in to follow this  
serservel

Debriefing ~ Gold Cargo

Recommended Posts

Ciao a tutti,

ecco il mio rapporto di fine missione, purtroppo interrotta a metà da un CTD.

 

Con il mio SSK Ghost parto a SUD dell'isola Santar, diretto verso lo stretto con l'isola più piccola a ovest. L'obiettivo è attraversarlo da SUD a NORD per trovare il cargo disperso. I miei compagni, Iscandar e Miqui sui loro SSK classe Harushio, faranno lo stesso da NORD.

 

I fondali sono bassi, dalla mia posizione ho circa 24-25 metri, comunque sufficienti a raggiungere la buona velocità di 12kn (il Ghost arriva a 22kn) seppur cavitando. A quella velocità non rischio né la cortina trainata ne la radio filata, quindi le tengo estese per poter fare fugaci pause d'ascolto e ricezione link.

 

A mezz'ora dall'inizio della partita ancora non rilevo nulla, a parte una balena. Nel frattempo i miei compagni proseguono il loro avvicinamento indisturbati, unico inconveniente l'impatto del sub di Iscandar contro il fondale che ne compromette parzialmente l'operatività.

 

Poco dopo rilevo finalmente i primi contatti: una trawler al centro dell'imboccatura del canale a SUD e un debolissimo contatto sconosciuto in avvicinamento da EST. La sua velocità varia da 3-5kn e sarebbe compatibile con uno degli SSK in forze agli avversari (Lada e Alrosa), ma la sua distanza mi mette di fronte a una scelta: cercare di intercettarlo e sperare di affondarlo, eliminando la possibilità per il nemico di raggiungere l'obiettivo (servono almeno 2 mezzi con special forces per abbordare il cargo), oppure approfittare della mia posizione per cominciare la ricerca del bersaglio. Opto per la seconda e accosto alla trawler per usarla come scudo temporaneo (procede a bassissima velocità).

 

Le notizie che, però, ho dai miei compagni non sono confortanti: i loro avvicinamento deve essere stato rilevato dagli avversari che hanno cominciano a ingaggiarli, seguono manovre di evasione e attacco.

Purtroppo Iscandar è la prima del confronto. Sfortunatamente io sono la seconda vittima: un CTD mi sbatte fuori dalla partita, probabilmente causato dal non aver disattivato l'opzione "3D Sound" di DW (il crash avviene in perfetta corrispondenza con l'esplosione dell'Harushio e, quindi, del suono della stessa).

 

Oltra che per il crash, l'amaro in bocca rimane per quello che ho visto dal replay: il contatto sconosciuto era effettivamente il sub di Drakken e il successivo affondamento anche di Miqui ha permesso agli avversari di completare con sucesso la missione.

 

 

Partita interessante comunque, non sono stato minimamente indisturbato dalla copertura di ghiaccio (anche 30%) e gli iceberg erano pochi e lontani.

 

Il Ghost è un bel mezzo, la sua dotazione di falsi bersagli mobili è interessante ma obbliga a fare una scelta: solo i tubi 5 e 6 possono essere caricare con quelli, le UUV e i TEST-71, mentre i restanti caricano USET-80 (non filoguidati) e missili.

 

Una domanda per Drakken: tu mi avevi rilevato? A parte qualche pausa ero spesso a 12kn in cavitazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io avevo rilevato Sertore solo che prima di decidere l'attacco, mi ero attardato a seguire una mima che avevo lanciato all'imboccatura del canale e sbang, crash, bum, sbeng (ricordo di fumetti in tv), ho assaggiato il fondo del mare, praticamente mi son rimasti solo sonar e timoneria, ho proseguto nell'attesa della riparazione dei tubi superiori (69m) facedno il picchetto, ma ho visto il siluro che mi dava la caccia, la prima volta lo eluso con le esche, ma dopo 5 minuti ribeccato, all'ultimo ho provato a fare una emersione rapida, ma in quel fondale non è che cambia molto. In definitiva avevo rilevato sia Sertore che il target. Andrà meglio la prossima volta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Missione veramente difficile per entrambi i gruppi in competizione, caratterizzata da fondali scarsi e presenza di ghiacci che hanno condizionato molto sia la navigazione che lo scontro.

 

Sono partito posizionato a nord-ovest del canale in cui avrei dovuto ricercare la fregata, a circa 22 nm dal punto di arrivo: sfruttando la parte iniziale della missione mi sono lanciato cavitando senza tregua alcuna alla profondità stellare di 24 m per massimizzare la velocità che il mio Lada poteva esprime, ben 21 knots...

 

Nelle mie intenzioni avrei dovuto traguardare la punta di una banchina di ghiaccio, per poi accedere ad un ampio specchio di acqua libera: purtroppo, nelle varie manovre necessarie a scartare alcuni icebergs sulla mia rotta, mi sono trovato invece sotto la banchina che avrei dovuto sfiorare, iniziando un zig-zag al limite per evitare una selva spuntoni di ghiaccio sfiorando il fondo con non più di un paio di metri di margine.

 

Giunto illeso al limite libero della banchina, dopo circa 40 minuto di gioco, ho rallentato estendendo il trainato e portandomi alla velocità di ricerca ottimale: subito ho individuato un biologico, un trawler e un ice breaker, nulla più.

 

Ho lanciato per sicurezza una UUV, senza rilevare alcuna minaccia, ed eseguito un ulteriore leg ad alta velocità per avvicinarmi ancora un po' all'ingresso del canale che ospitava la nave bersaglio.

 

Ho quindi rallentato dopo il rush di circa 10 minuti e individuato un Haruscio a nord-est dalla mia posizione: senza indugio ho lanciato un UGST e un SUBROC e, mentre il secondo di infrangeva sulla banchina sotto cui transitava il sottomarino nemico, il primo giungeva nella zona del bersaglio iniziando la ricerca attiva.

 

Il lancio delle contromisure da parte del sottomarino ostile mi permetteva di aggiornare la TMA, corregendola e dandomi modo di ridirigere il mio siluro, che agganciava a distruggeva il nemico: purtroppo l'affondamento dell'unità di Iscandar provocava il CTD di Serservel, che ci abbandonava lasciando solo miqui.

 

In accordo con Drakken, visto l'approssimarsi del tempo limite per l'esecuzione della missione, mi lanciavo alla massima velocità verso il canale: dopo quasi un quarto d'ora di navigazione, sempre costellata da repentivi cambiamenti di rotta e velocità per evitare la parte sommersa degli icebergs e l'innalzarsi del fondo, giungevo alla mia destinazione, ma subito venivo fatto bersaglio di numerosi siluri.

 

Appurato il fatto che il sottomarino nemico superstite fosse dal mio lato del canale, procedevo rilasciando molteplici contromisure con lo scopo di confondere l'avversario e i suoi siluri, portandomi a quota periscopio per individuare e fotografare la freighter: una volta completato con successo il task, con la ricezione del messaggio di decollo del nostro elicottero, iniziavo la ricerca dell'Haruscio per individuarlo e distruggerlo prima che attaccassse il nostro elicottero in avvicinamento.

 

Con un paio di legs 'ad hoc' sono riuscito a individuarlo ottenendo un master con il trainato ed il conforme, facendolo segno di un paio di lanci di siluri: purtroppo tra me e il bersaglio c'era una banchina di ghiaccio che non permetteva il transito delle armi, ho optato quindi per un lancio di un paio di SUBROCs, seguiti da un UGST filoguidato su di un path che permettesse di evitare la banchisa polare.

 

Il lancio dei SUBROCs è stato comunque sufficiente in quanto prima dell'arrivo dell'UGST riuscivano ad agganciare il nemico e ad affondarlo con un doppio centro: a questo punto ho spento l'UGST e mi sono goduto l'arrivo del nostro elicottero sulla nave bersaglio, avvenuto in una manciata di minuti e decretando la nostra vittoria.

 

Interessante scenario, fuori dagli schemi, che ha massimizzato l'attenzione nella navigazione e nell'utilizzo dei sensori, che imponevano l'adozione precisa delle condizioni di utilizzo didattiche, pena il loro cattivo o mancato funzionamento.

 

Mi sono divertito molto e l'intensità del gioco non è mai mancata: bravo Drakken per l'editing e bravi anche i nostri avversari, peccato per il CTD di Serservel che ha veramente condizionato l'esito dello scontro.

 

Grazie a tutti per la compagnia e la bella partita: alla prossima! :smiley19:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oh Sergio, a me sembra che l'esito dello scontro sia stato condizionato dal fatto che sei un mostro di bravura! Cavolo, più che il resoconto di una missione sembra di leggere un manuale... complimenti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, avresti dovuto vedere dal replay anche il comportamento degli altri giocatori: mi sembra che tutti abbiano giocato al limite, qualcuno con qualche strisciatina di troppo che ho sperimentato anch'io non più di una settimana fa, e solo il CTD di Serservel ha condizionato l'esito della partita a nostro favore... nel caso in cui non ci fosse stato sono sicuro che saremmo stati qui a raccontare un'altra storia! :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qua con il mio debriefing:

 

intanto volevo anch'io congratularmi con Sertore, veramente una missione svolta da manuale, da solo ha conseguito gli obiettivi della missione e dal suo lato aveva due SSK da fronteggiare. Bravissimo.

 

Da parte mia, purtroppo (nonostante sia stato l'editor della missione) il mio sub è nato in una zona veramente ostica da superare. Senza contare che a metà missione, avevo già le batterie al 30%....

 

Ho dovuto per larghi tratti della missione, andare a tutta velocità sfruttando la caratteristica propulsione Pump-jet dell' Alrosa, che mi permetteva di toccare i 22 knts. Però dall'altra parte per schivare le formazioni

di ghiaccio e i bassi fondali, la mia rotta mi ha portato ad allungare di parecchio l'ingresso al canale.

 

Difatti il SSK GHOST di Serservel, mi ha superato in velocità, ed era arrivato all'ingresso ben prima di me.

Inoltre confermo che non avevo sin al momento del crash di Simone, per nulla rilevato il Ghost.

Comunque visto i sensori dell' Alrosa (alias Kilo base) mi potevi tranquillamente passare ad un miglio di distanza in piena cavitazione e con lo stereo acceso. :laugh::sleep:

 

Peccato, perchè alla fine magari qualche scambio di "confetti" poteva anche accadere fra me e Simone.... :laugh::ohmy:

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stereo acceso e cuoco che l'accompagnava con pentole e tegami! Povero Alrosa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,288
    • Total Posts
      510,000
×