Jump to content
Sign in to follow this  
Lefa

Debriefing ~ Mission: Radar Rush

Recommended Posts

Partita molto interessante, peccato per il crash!

Cosa ho fatto: nato col mio compagno Sergio nel side blu, vengo posizionato dalla mappa nella zona sud ovest in un fondale di circa 80m, nessuno strato.

Dopo la puntata di rito a QP, comincio un avvicinamento verso l’obiettivo a 15 nodi prendendola molto larga verso est per cercare di prendere alle spalle un eventuale avversario che avrebbe dovuto avvicinare, nel mio immaginario, da sud est.

Marco un po’ di contatti e dopo un’oretta scarsa comincio a sentire i ping delle boe dell’eli, pericolosamente vicini! Inizio a manovrare di conseguenza cercando di allontanarmi quando intercetto la tanto temuta quanto attesa frequenza del VDS dell’elicottero; dato che sentivo delle navi nelle vicinanze del bersaglio decido di non lanciare in quota e di salire a QP per una più precisa discriminazione visiva.

Comincio a seguire l’elicottero a vista che è decisamente sulle mie tracce, si sposta, ascolta e si sposta nuovamente, appena cala il VDS imposto i gradi e lancio un IDAS, ch abbatte Fusto, ufficialmente la prima agoniata vittima dell’arma in partita! :dribble:

Soddisfatto per la riuscita, dato che sul periscopio avevo anche il secondo eli, rimango in caccia a QP per un poco di tempo aspettando che anche il secondo bersaglio cali il suo VDS, dopo un po’ di attesa nelle prime decine di metri della colonna d’acqua mi riporto a QP, seguo l’eli che mi punta deciso per fermarsi proprio davanti a me.. se fossi andato in vela con una fionda con tutta probabilità l’avrei preso comunque!

Abbattuto il secondo eli scendo e una volta in quota sento un paio di contatti sospetti, un master sull’Akula di Miqui che aveva cominciato ad andare a tutta gallara e un singolo sulla Perry di Alex che a sua volta aveva fatto qualche accelerata; della Perry si occuperà Sergio mentre io lancio in tutta fretta un BS su Miqui che nel frattempo mi risulta danneggiato da qualcun altro.

Su Miqui ho fatto un piccolo pasticcio, il rilevamento era corretto, ma quando è stato danneggiato il gioco mi ha riportato come gradi una posizione nettamente diversa rispetto a quella del mio master; scelgo di girare il siluro verso il contatto corrispondente al messaggio del gioco, ma non sono per nulla sicuro dato che a me risulta essere un peschereccio (com’era), quindi dopo un po’ lo rigiro sulla posizione di Miqui per poi spegnerlo una volta che l’Akula è stato affondato non so da chi.

Da lì a poco il gioco cade, un vero peccato, comunque Marco sul Lada era il più vicino alla linea delle 2.5nm, non so se dalla sua posizione avrebbe potuto scorgere il radar o se avrebbe dovuto scendere ulteriormente, ma probabilmente sarebbe arrivato per primo..

Sono felice per il primo risultato degli IDAS, dopo tanti lanci abbattere ben due velivoli con due missili da soddisfazione! Grazie a tutti! :smiley19:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche per me la partita è stata interessante e vivace. :smiley19:

Nato all'estremo ovest del teatro di gioco, mi ritrovo tra due isolette che ben potrebbero nascondere il mio avvicinamento al bersaglio; salgo quindi a quota periscopio per ricevere il link di Matteo e di qualche installazione SAM di terra sull'ESM, oltre che a due pescherecci, per poi scendere a circa 100 piedi iniziando un avvicinamento a limite della velocità di cavitazione.

Purtroppo non mi accorgo che la profondità tra le due isole sale fino a 43 piedi, una quota insufficiente anche per una navigazione in superficie, e urto il fondo: per fortuna la velocità contenuta limita i danni, pregiudicando radar, ESM e i tubi lancio, che recupererò solo dopo quasi un'ora di partita, ma sono quindi costretto al periplo dell'isola inferiore, con un enorme spreco di tempo.

Dopo quasi un'ora di gioco raggiungo le 10 miglia dal bersaglio: vado a quota periscopio e individuo un elicottero, per il quale tento di concertare la posizione con l'aiuto di Lefa... ma non faccio in tempo a raccapezzarmi che il buon Matteo lo abbatte con un lancio di IDAS.

Inquadriamo quindi l'elicottero rimanente sotto il controllo di Alex24 sulla fregata e, per evitare sorprese e tenerlo sotto controllo, decido un avvicinamento a quota periscopio e massima velocità di non rottura dei masts.

Intanto rilevo sugli schermi acustici un Akula di fronte a me, contatto confermato anche da Matteo: improvvisamente la situazione si fa caotica, chiaro indice di una caccia in corso da parte dell'elicottero su un contatto sommerso, con pingate continue di sonoboe attive, lanci di contromisure, siluri in acqua, cavitazioni multiple e poco dopo l'akula di miqui cade infatti vittima della caccia.

Sfrutto la cecità degli schermi acustici provocata dall'esplosione dell'akula per un leg a velocità sostenuta per poi tornare a quota periscopio di fronte all'indicazione di Lefa sulla presenza della fregata di fronte a me: in visione normale non scorgo nulla ma passando sull'infrarosso riesco a discriminare la posizione della nave di Alex24, mentre Matteo riesce ad abbattere anche il secondo elicottero con un secondo lancio di IDAS.

Tranquillo per l'eliminazione della minaccia aerea, eseguo qualche rilievo visivo, riesco a marcare l'O.H.Perry sul trainato e, in attesa della soluzione finale, lancio un MK48 in sua direzione impostandolo per soli bersagli ASUW: probabilmente la fregata rileva il TIW e scatta in una fuga veloce che, in assenza di un continuo contatto visivo, avrebbe mandato a vuoto il mio siluro.

Invece seguo le sue manovre, dirigendo il siluro sicuro sulla sua rotta e a circa 2 miglia dalla nave lo attivo, riscontrando l'immediato aggancio del bersaglio che viene colpito e affondato.

Non resta a questo punto che lanciarsi alla massima velocità verso il radar, già indentificato visivamente, per concludere la missione con pieno successo, ma nell'abbassare le antenne e il periscopio il gioco va in crash ed, essendo l'host, provoco il termine anticipato della partita.

Peccato, la serata era stata veramente piena di azione e il termine inatteso dell'azione è stato proprio deludente.

Nel debriefing del dopo partita abbiamo visto che Drakken era molto più vicino all'obiettivo di quanto lo potessimo essere noi, grazie ad un posizionamento iniziale lontano da qualsiasi minaccia e quindi ad un avvicinamento assolutamente indisturbato: è quindi probabile che avrebbe conseguito l'obiettivo primario prima di noi per il successo della squadra rossa.

Bella partita comunque, bravi tutti nel suo svolgimento, anche se Lefa è riuscito finalmente a coronare il suo sogno nell'abbatere tutte le minacce aeree con l'utilizzo degli IDAS, che ricordo lui stesso aveva proposto per l'implementazione nella MOD Betasom e che Drakken ha portato a termine con pieno successo!

Grazie a tutti per la compagnia e alla prossima! :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qua.

 

Riporto brevemente il report sulla mia partita. Purtroppo non sono riuscito ad entrare in partita come avrei voluto.

Nasco a nord ovest del target ma subito mi trovo "perso" e senza una visione d'insieme. Il fondo è poco e non posso scendere sotto i 150m ( una miseria). Decido di correte un poco e fermarmi ripetutamente per ascoltare. Il problema principale è che poi decido di fare lo sprinter.... decisamente una pessima idea. Mi devo aver sentito fino a Venezia.

Inseguito da un elicottero che, non so se per scelta o fortuna, ha deciso di non avvicinarsi troppo a me che ero pronto con un razzo sulla spalla.

Iniziano i lanci di siluri e, nonostante stia correndo con un disperato uno mi centra! A questo punto fermo tutto per fare il punto della situazione. Ho il 50% di danni e tutti gli strumenti e tubi sono fuori uso. Nel frattempo riparto verso l'obbiettivo ma sento arrivare un secondo siluro, eseguo una virata stretta che pero mi porta a perdere quota, cosa che, vista la prossimità con il fondo, mi fa incastonare su uno scoglio.... game over!!

 

Partita divertente che non ho saputo bene interpretare.

 

grazie a tutti per la serata

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

Bella partita :happy: .. Dopo molto tempo vedo che in RA sono state implementate molte opzioni di cui fino a ieri sera quando me le hanno spiegate Sergio e Marco non ne conoscevo l'esistenza,devo anche riguardare le modalità per programmare l'eli perché in alcuni casi non lanciava sui waypoint che avevo programmato (una volta su miqui ed una su Lefa).

 

Iniziamo la partita con Fausto a Est ed io a Ovest della stazione radar, con Fausto decidiamo di piazzare un campo di sonoboe Dicass Deep sulle zone meno profonde in modo da non dover utilizzare le Vlad e cosi non perdiamo la possibilità di utilizzare il sonar attivo.

Infatti il campo di sonoboe risulta efficace, perché successivamente riesco ad avere la posizione di tutti i contatti, a parte Marco perchè fuori portata. Dopo aver trovato Lefa, Fausto è stato abbattuto nel momento in cui stava per iniziare l'attacco.

Mi ritrovo con soltanto il mio Mh60, che a nord scova l'akula di Miqui ordino l'attacco ma l'eli non attacca e fa una sorta di touch and go.. andandosene poi per i fatti suoi.. Sposto la prua della nave in modo da attaccare con i siluri, il lancio va a buon fine con l'affondamento dell'akula, nel frattempo sento una marea di TIW e decido di spostarmi verso la costa con il nixie attivo in modo far impattare il siluro con la costa. Nel frattempo con le boe a Sud traccio la posizione di Lefa e mando l'elicottero ad attaccarlo il quale compie la stessa manovra di prima e viene abbattuto, con le altre boe avevo tracciato anche il 688 ma non mi trovavo nelle condizioni giuste per attaccare perché nel mezzo di una manovra evasiva.

 

Alla prossima :smile:

Edited by AleX24

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella partita per quel poco che e (non riesco ad usare gli accenti ;-) durata. Lo scenario l ho trovato molto bello. Poco da aggiungere rispetto a quanto detto dagli altri. Dopo aver individuato in passivo Lefa e triangolato la sua posizione decido di attaccare.nel mentre provo con delle pingate delle boe e.....il vuoto. Perplesso rimango troppo fermo a poca distanza dal 212 e questo e stato il mio errore.non ho seguito la mia regola che nel d ubbio alzare i tacchi.

Bella partita comunque, grazie a tutti per la bella serata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poco da aggiungere, come detto dagli alri comandanti, la mia missione si è svolta in piena solitudine.

 

Prima del crash, ero arrivato a circa 3 miglia dal Radar... già lo avevo individuato con il Peri, da lì a poco più di 10 minuti avrei concluso la missione.

 

:wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,288
    • Total Posts
      510,000
×