Jump to content
Sign in to follow this  
EnrFe

Buongiorno A Tutti I Navigatori - Una Domanda Banale

Recommended Posts

Salve a tutti,

 

io non sono un navigatore nei fatti, ovvero mai stato in marina, ma soltanto un appassionato che da quando aveva 10 anni (lontano 1973) ha seguito con passione l'evolversi della tecnologia militare, soprattutto quella navale, leggendo a più non posso dove si trovava la leggere :-)

 

Recentemente, quando ho avuto tempo, ho anche partecipato al forum shipbucket.com disegnando l'Etna e qualche altra nave della marina...prima che arrivasse mia figlia, ovviamente! Ora l'ammiraglio è lei e mi comanda a bacchetta!

 

Volevo innanzitutto complimentarmi con quanti hanno scritto i post sull'evoluzione della MMI dal dopoguerra ad oggi..un lavoro straordinario e ammirevole...da pubblicare, secondo me!

 

Poi volevo farvi una domanda davvero banale, per la quale mi rinchiuderete in cambusa a pelar patate a vita, già lo so:

 

...rivedendo le unità della MMI degli anni '60, mi ha colpito la presenza, al livello della plancia, di più ordini di finestrature...sfalsate e arretrate le une dalle altre..cito ad esempio i caccia classe Impavido o le fregate classe Bergamini o Alpino...

 

Mi potreste illuminare sulla disposizione delle diverse "plance" e il motivo di tale scelta architettonica, apparentemente non sposata da unità contemporanee di altre marine nè dalla MMI sulle successive sue unità?

 

Grazie mille e buona giornata!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benvenuto C.te EnrFE. A me personalmente la tua domanda non sembra affatto banale. Me la sono posta anche io. L'unica nave di tale "tipologia" su cui sono stato un po' di anni fa fu l'Airone, corvetta della classe Albatros. Sull'Airone c'era la timoneria sotto e la plancia sopra. La cosa strana era che i due locali, sfalsati tra loro sia longitudinalmente che in altezza, erano comunicanti.

Pertanto il timoniere vedeva solo le gambe di chi stava in plancia e dalla plancia dovevano abbassarsi per vedere il solo busto del timoniere.

Nessuno mi ha mai saputo spiegare il razionale delle cosa.

Doria e Duilio invece (ma non sono sicuro) avevano due plance distinte. Una "nave" ed una per il comando complesso imbarcato (COMDINAV UNO e COMDINAV DUE).

Sicuramente l'espertissimo di plancia Navy60 saprà darti migliori e più precisi ragguagli.

Ciao,

C.

Edited by chimera

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sono stato imbarcato sul Margottini (classe Brgamini); ho fatto un Temporaneo imbarco sull'Alpino e espletato dei servizi di guardia sull'Impavido.

Confermo la tua visione delle cose Chimera (cioè, chi vedeva cosa). Bisogna comunque dire che la timoneria comprendeva anche il tavolo di rotta e i telegrafi di macchina (non sono sicuro di questa sistemazione per quanto riguarda l'Impavido). La spiegazione di questa "sistemazione", tecnicamente non la conosco... però se devo dare un contributo di pensiero in base all'esperienza... mi viene sicuramente da dire che i motivi sono due, ovvero: il primo è sicuramente dovuto all'ingombro del lanciabas che nella timoneria limitava in parte la visuale; il secondo potrebbe essere perchè in questo modo la Plancia era libera (e molto più "discreta" per non dire riservata) da tutto quel personale che poteva essere di intralcio durante le manovre (brogliaccisti nocchieri telegrafisti ecc.). Se riesco a reperirla posto una foto scattata sul Margottini nell'estate del 1979 con un giovanissimo Navy seduto sulla sedia del Comandante iun Plancia Comando ovviamente.

 

Trovata!!

 

vincenzosunavemargottin.jpg

 

Uploaded with ImageShack.us

Edited by Navy60

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ben ritrovato, Enrico!

Sei arruolato di fatto nel team grafico...

Suggerirei di partire subito con un brindisi di buon imbarco!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ben ritrovato, Enrico!

Sei arruolato di fatto nel team grafico...

Suggerirei di partire subito con un brindisi di buon imbarco!

 

Grazie a tutti per il caloroso benvenuto! :laugh:

 

E grazie molte per i chiarimenti...che mi sembra logica ma certo mi rimane il dubbio del perchè le altre marine su unità similari non hanno adottato apparentemente la stessa soluzione...forse la MMI scontava una certa "arretratezza" nella concezione nel governo e comando della nave? Forse le altre marine hanno da subito puntato su soluzioni più "moderne" che sono state confermate dalle attuali architetture navali? Ho forse si volevano sperimentare soluzioni alternative nel periodo degli innumerevoli "prototipi italiani"? Sperimentazioni che alla luce delle unità seguenti non si sono forse rilevate completamente riuscite...boh!

 

Per quanto riguarda il settore grafico, approfitto della citazione del sig. Lazer_one per segnalare ai potenziali "disegnatori" che per completare la ricca raccolta dei disegni del mitico sig, Enrr (ora penso rapito dal lavoro...) e degli altri, mancherebbero all'appello navi importanti come le fregate classe Centauro e le varie motosiluranti degli anni '50-'60, senza contare, per i "never build" il famoso incrociatore tuttoponte Trieste...ed infine mettere nei colori nazionali i vari caccia e sommergibili ex-USA del dopoguerra :wink:

 

Buona giornat a tutti! :happy:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda il settore grafico, approfitto della citazione del sig. Lazer_one per segnalare ai potenziali "disegnatori" che per completare la ricca raccolta dei disegni del mitico sig, Enrr (ora penso rapito dal lavoro...) e degli altri, mancherebbero all'appello navi importanti come le fregate classe Centauro e le varie motosiluranti degli anni '50-'60, senza contare, per i "never build" il famoso incrociatore tuttoponte Trieste...ed infine mettere nei colori nazionali i vari caccia e sommergibili ex-USA del dopoguerra :wink:

Buona giornat a tutti! :happy:

 

aggiungo i battelli pre anni Cinquanta...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti per il caloroso benvenuto! :laugh:

 

E grazie molte per i chiarimenti...che mi sembra logica ma certo mi rimane il dubbio del perchè le altre marine su unità similari non hanno adottato apparentemente la stessa soluzione...forse la MMI scontava una certa "arretratezza" nella concezione nel governo e comando della nave? Forse le altre marine hanno da subito puntato su soluzioni più "moderne" che sono state confermate dalle attuali architetture navali? Ho forse si volevano sperimentare soluzioni alternative nel periodo degli innumerevoli "prototipi italiani"? Sperimentazioni che alla luce delle unità seguenti non si sono forse rilevate completamente riuscite...boh!

 

Buona giornat a tutti! :happy:

Credo sia doveroso aggiungere che: la soluzione della Plancia/Timoneria tipo Alpino, offre un ingombro maggiore (della sovrastruttura)... solo con le ultime classi di Unità stiamo prendendo in seria considerazione la steltizzazione delle Unità a fronte delle ultime tipologie di radar ad alta risoluzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

:smiley25::smiley27::smiley28: WWWELLCOME ABOARD!!! :smiley25::smiley27::smiley28:

Benvenuto C.te EnrFE. A me personalmente la tua domanda non sembra affatto banale. Me la sono posta anche io. L'unica nave di tale "tipologia" su cui sono stato un po' di anni fa fu l'Airone, corvetta della classe Albatros. Sull'Airone c'era la timoneria sotto e la plancia sopra. La cosa strana era che i due locali, sfalsati tra loro sia longitudinalmente che in altezza, erano comunicanti.

Pertanto il timoniere vedeva solo le gambe di chi stava in plancia e dalla plancia dovevano abbassarsi per vedere il solo busto del timoniere.

Nessuno mi ha mai saputo spiegare il razionale delle cosa.

Doria e Duilio invece (ma non sono sicuro) avevano due plance distinte.

Questa discussione sulla "doppia plancia" dovrebbe essere trasferita in "Tecnica"

Confermo che i vecchi DORIA e DUILIO avevan le plance distinte, ma ovviamente comunicanti: quella superiore per il Comando Complesso e quella inferiore destinato al Comando della Nave.

 

Nella nostra MARINA questa sistemazione fu introdotta nell'immediato dopoguerra in occasione dei lavori di ammodernamento dei ct. cl. "Soldati" rimastici. Era d'ispirazione anglosassone e fu introdotta per far spazio alla C.O.C: vera e propria novità per la ns MARINA. (Vedi E.BAGNASCO - "CACCIATORPEDINIERI CLASSE SOLDATI" - Parti 2° e 3° - pag. 122 e 125)

Edited by Alfabravo 59

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benvenuto a bordo!

Cavoli questa storia di ponti mi ha suscitato una certa curiosità... Spero che in questi giorni riusciremo a svelare questo interessantissimo mistero :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella nostra MARINA questa sistemazione fu introdotta nell'immediato dopoguerra in occasione dei lavori di ammodernamento dei ct. cl. "Soldati" rimastici. Era d'ispirazione anglosassone e fu introdotta per far spazio alla C.O.C: vera e propria novità per la ns MARINA.

Giustissima osservazione Antonio! :smiley19:

A questo punto si apre un altro oscuro capitolo della storia dell'architettura delle nostre unità navali: perché per quarant'anni lo C.O.C. le abbiamo collocate subito a poppavia della plancia?

Sembra banale come domanda ma ha delle implicazioni importanti. Un colpo in plancia potrebbe mandare in crisi anche la C.O.C. e viceversa.

Non a caso sulle nuove costruzioni sono collocate su ponti diversi (allineandoci alle altre marine).

Io una mia teoria ce l'ho. La discussione é comunque aperta.....

Ciao,

C.

Edited by chimera

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questo punto si apre un altro oscuro capitolo della storia dell'architettura delle nostre unità navali: perché per quarant'anni lo C.O.C. le abbiamo collocate subito a poppavia della plancia?

La discussione é comunque aperta.....

Discussione aperta e figuriamoci se non ne approfitto! :laugh:

Innanzi tutto ho una domanda: solo noi avevamo la C.O.C. nell'immediata poppavia della plancia oppure anche altre Marine?

 

Perchè proprio lì con il rischio di crisi di comando in caso di colpo a bordo? Da profano, mancante di esperienza pratica, posso ipotizzare per rendere più rapidi gli ordini dalla C.O.C. alla plancia ove si trovano gli organi di governo dell'unità.

Oggi, invece, con i moderni sistemi di comunicazione interna alla nave, la C.O.C. può esser collocata in zona più protetta.

Questo è il mio pensiero. Attendo gli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzi tutto ho una domanda: solo noi avevamo la C.O.C. nell'immediata poppavia della plancia oppure anche altre Marine?

:doh: Mi vien in mente che almeno anche nella U.S. NAVY le navi avevan la C.O.C. dietro alla plancia: l' ho visto in occasione della visita che feci al ct-museo Greco VELOS, un ex cl. "Fletcher".

Però, quando alle corv, cl Gabbiano fu ricostruita la plancia, la C.O.C. venne sistemata al di SOTTO della medesima per motivi di spazio.

Infine un mio parere estetico. La ricostruzione delle plance sui nostri ct. cl. "Soldati" ne diminuì la bellezza, mentre i medesimi lavori eseguiti sui "Gabbiano" l'aumentarono rispetto all'originale.

Edited by Alfabravo 59

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,301
    • Total Posts
      510,376
×