Jump to content
Sign in to follow this  
lazer_one

Galleria di dipinti marinari

Recommended Posts

Nel ' 600 erano di moda in Italia i dipinti paesaggistici dei pittori olandesi e fiamminghi, che venivano qui a "imparare l' arte" e spesso si fermavano. Molto famosos all' oca era Pieter Mulier (Harlem 1637- Milano 1701). Si specializzò in un genere di navi nel pieno dei fortunali, tanto che venne chiamato Pietro Tempesta, o Il Cavalier Tempesta. Visse a Roma, Genova (dove venne impriogionato per 16 anni per aver ucciso la moglie), Milano, Venezia, Parma...

Ovviamente on è che dipingesse solo marine, ma era quello il genere per cui si affermò. E' da tenere presente che siamo in pieno barocco, e il sorprendente, lo spettacolare, il grandioso sono il gusto dell' epoca. Per di più, un' epoca che di guerre per mare e per terra, pestilenze, disgrazie ne ha viste in quantità, quindi battaglie, catastrofi, disastri et angosce varie erano insiti nella psicologia collettiva.

Quelli che vi propongo sono oli su tela o su legno, che ho scaricato da Internet (le riproduzioni che ho su carta sono picole o di cattiva qualità), e generalmente non ne conosco nè le misure nè la data (comunque ascrivibile, ovviamente, alla 2a metà del XVII secolo). In genere, non dipingeva su grandi dimensioni, circa 60 x 40 , 80 x 100

 

 

2lktwtz.jpg

 

da http://www.artclon.c...pieter-mulier_/

 

 

2ewjmrk.jpg

 

 

da http://www.arte-line...re_a_Storm.html

 

28p2et.jpg

http://www.settemuse...lier_pieter.htm

da

 

 

oilio su legno

40x 61

 

 

2hmgd2p.jpg

 

 

da http://commons.wikim..._-_WGA16311.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:

Il porto di Bordeaux - 1871

Autore:

Edouard Manet

Formato:

Olio su tela - 66 x 99,5 cm

Collocazione:

Zurigo, collezione E.G Bührle

Fonte immagine:

http://alexdebordeaux.wordpress.com/2012/10/15/gli-specchi-dacqua-di-bordeaux-secondo-edouard-manet/#comment-1113

 

 

edouard_manet_026.jpg?w=600&h=396

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:

After the Sinking of the Laconia /1971

 

Autore:

Graham Coton

Formato:

Gouache su cartone - 70x59 cm

Fonte immagine:

 

http://www.illustrationartgallery.com/acatalog/info_CotonLaconiaLL.html

 

 

 

ncsbq.jpg

 

 

Del disastroso soccorso al Laconia esistono molte fotografie, ma mi pare che questa gouache, che rappresenta l' efferato bomradamento del Liberator che piombò a sospresa ( e direi a tradimento) durante le operazioni di soccorso, pur con aspetti "fumettistici", renda chiaramente l' evento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:

Caracche portoghesi in prossimità di una costa rocciosa - 1540 ca.

Autore:

Ignoto

 

Collocazione:

Londra, National Maritime Museum

Fonte immagine:

ArteDossier novembre 2012

 

Come segnalato in altro post http://www.betasom.i...343#entry417908 si tratta, secondo Riccardo Notarbartolo, del primo "vero" dipinto di marina, cioè non destinato ad essere un ex-voto, una rappresentazione religiosa o didascalica.

L'artista ignoto appartiene al gruppo dell' olandese Joachim Patinir. La visione, ripresa da un punto di vista elevato, presenta alcune caracche in fase di manovra con vento teso e mare formato. Nei pressi, un paio di galere a vela latina.

 

14kgvgh.jpg Ustia, vedo solo ora che la scansione è orrida,.,, cercherò qualcosa di meglio, ma ma non sono certa di trovare...

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:

San Nicola che placa la tempesta (predella del POlittico Quaratesi), 1425

Autore:

Gentile da Fabriano

Collocazione:

Roma, Pinacoteca Vaticana

Fonte immagine: http://www.google.it...:86&tx=79&ty=79

hwlfzl.jpg

 

 

Già qui http://www.betasom.i...66 e qui http://www.betasom.i...66 segnalavo le difficoltà dei pittori a dipingere il mare in tempesta. Ci vollero parecchi secoli prima che la tecnica del chiaroscuro ( e , direi, anche proprio la tecnica della composizione dei colori, per poter creare materialmente coi pigmenti una varietà di sfumature sufficiente) arrivasse a livelli tali da rendere credibile un naufragio.

Guardate per esempio uno dei massimi esponenti del primo Quattrocento, Gentile da Fabriano.

La scena che si vuole rappresentare è evidentemente precedente al compiersi del miracolo, effettuato da un San Nicola che piomba dell' alto a gamba tesa, pardon, a braccio teso, appena in tempo.

Siamo ancora in piena tempesta: le vele gonfie si stanno stracciando, le biscagline si agitano per il vento, alcuni gettano il carico a mare per alleggere la nave, il cielo è cupo... eppure l' orizzonte è lineare, le onde regolari, il mare è bello placido, addirittura così limpido che si vedono pesci e stelle marine!

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:

Ritratto di marinaio ignoto - 1465 ca.

 

Autore:

Antonello da Messina

 

Formato

tavola - 30 x 25 cm

 

Collocazione:

Museo Mandralisca, Cefalù

 

Fonte immagine:

 

http://www.webalice....uomo-cefalu.htm

 

2i0rwow.jpg

 

Lo so , lo so, che si tratti di marinaio è una tradizione, smentita da alcuni critici (veramente da uno solo, a quanto mi risulta , il coraggioso Longhi, al quale poi si sono associati altri “a posteriori”).

 

Però io preferisco pensare che di marinaio si tratti, e non di uno dei soliti “Ritratti di gentiluomo”. Mica per smodato amore per la marina: ma perché preferisco avere qualche indicazione sull’ identità di quelli con cui ho a che fare. E a guardare questo ritratto, è inevitabile un colloquio, o più probabilmente una discussione, nel mio caso. Sguardo e sorriso un po' sfottente lo pretendono.

 

Intanto Antonello era di Messina: quindi il “Ritratto di gentiluomo” non esclude che si tratti di “gentiluomo marinaio”. Poi tutte quelle asole presuppongono altrettanti bottoncini (dorati? Tipo divisa? Lasciateci sognare! :rolleyes: Lo so, lo so…non è epoca…ma lasciateci sognare)…ci sono pure due cordoncini scuri sulla camicia bianca che aumentano l’effetto divisa. Il berretto nero gli taglia la fronte (che sono certa deve essere alta: uno sguardo e due sopracciglia così richiedono una fronte adeguata): chissà se il berretto nero rivelava qualcosa sul suo status. Mi lascia perplessa l’orecchio - restauro?_ ; ma nella realtà si vedono orecchie bizzarre. La linea nuca-collo è decisamente forte. Ma avete notato il dettaglio fotografico della ruga sul collo?

 

Poi ha una barba di uno/due giorni , che non si adatta a un gentiluomo che si vuol fare ritrarre: è uno che alla barba lunghetta e fastidiosa è abituato, come chi appunto a volte non ha tempo, per tempeste o altro, di farsi sempre 'sta maledetta rasatura... Infatti è rilassato. Ma ti guarda in un modo che non ho mai visto (in pittura): non c’è supponenza, ma c’è tutta l’ ironia di chi ha visto molte cose e tra un attimo ti sparerà una battuta che definirà se ti accetta, e quindi sarà il tuo maestro, o ti disprezza, e quindi ti annienta.

E questo, da notarsi ,in una specie di "formato A4", quello di un foglio da stampante o poco più

 

PS.: sto leggendo "Il sorriso dell' ignoto marinaio" di V. Consolo, che in effetti parla del quadro solo indirettamente.

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Com..te Lazer_one per avermi dedicato

questo quadro che trovo molto bello !!! :smile:

Somiglia molto il porto di Messina !

 

Speriamo che qualcuno ne tragga profitto .......! :laugh:

 

RED

Edited by Red

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Com..te Lazer_one per avermi dedicato

questo quadro che trovo molto bello !!! :smile:

Somiglia molto il porto di Messina !

 

Speriamo che qualcuno tre tragga profitto .......! :laugh:

 

RED

è decisamente molto ma moltooooooo somigliante! Sembra che il tempo si sia fermato ... Vediamo chi è attento :laugh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:
Corazzata Classe Littorio
Autore:
ignoto
Formato:
---
Collocazione:
Immagini a corredo dei modelli Trumpeter
Fonte immagine:
---

 

trp5779__11235.1357315666.1280.1280.jpg

 

trp5778__18566.1357315666.1280.1280.jpg

 

trp5777__34791.1357315666.1280.1280.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:

Battaglia tra vascelli

Particolare
Autore:

Rudolf Claudus

Formato:
Olio su tela 491x176
Collocazione:
--------------

Fonte immagine:

P. Bembo: Claudus e la vela

 

claudus1_0004_zps293b2873.jpg

claudus1_0002_zps568fd7a0.jpg

 

Del testo da cui ho tratto (e trarrò) queste ed altre immagini, se ne è parlato qui:

http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=23676

Devo dire, come appunto già accennato, che preferisco questo Claudus, più emotivo che descrittivo, al Claudus "pittore ufficiale di marina", quindi più attento ad essere filologicamente corretto.

Su questo dipinto in particolare, un'annotazione: guardate le misure: è lungo quasi 5 metri!!! Non è un aspetto da poco. Ricordo bene che alcuni decenni fa, quando cominciavo timidamente ad affacciarmi all'ambiente, un ottimo pittore che poi sarebbe diventato mio ottimo amico, mi disse: "Bada che le misure contano, eccome! Riempire bene un 70 x 100 è una cosa, riempire bene un 150 x 280 è decisamente diverso: ci vuole coraggio ad affrontare una tela "

Qui sono circa 8 metri quadri.

Purtroppo, nel libro citato non è indicata la collocazione.

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie dell'indicazione, che è sempre utile dl punto vista bibliografico on-line.

Nel mio caso, segnalavo semplicemente una lacuna nel testo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:

Battaglia navale


Autore:

Rudolf Claudus

Formato:
Olio su tela 75x40
Collocazione:
--------------

Fonte immagine:

P. Bembo: Claudus e la vela

 

 

claudus1_zpseaeee6ac.jpg

 

 

Da un estremo (in misura) all' altro. Prima quasi 10 m2, adesso uno (tagliato in A4, causa scanner )

E poi dite che non aveva guardato Turner...

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:

L'affondamento della Szent Istvan (Santo Stefano)

Autore:

Rudolf Claudus

Formato:

Olio su tela ….....

Collocazione:

Studio ammiraglio Sicurezza, Capo pro tempore USMM (ancora in via Romeo Romei)

Fonte Immagine:

Danilo Pellegrini

uqcb.jpg

Ho ritagliato leggermente la foto per eliminare un fastidioso effetto di parallasse, non avendo effettuato lo scatto da posizione ottimale.

A memoria la larghezza è superiore a m 1,20.

Edited by danilo43

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:

Nave Palinuro

Autore:

GDV

Formato:
Olio su tela 600x500
Collocazione:
Collezione Privata - Trezzano S/N

 

Palinuro.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:

Mary Rose, 2009

Autore:

Geoff Hunt

Formato:
Olio su tela, ---
Collocazione:
Portsmouth, Royal Navy Museum

4kyyqq.jpg

Il dipinto rappresenta la Mary Rose, ammiraglia della flotta di Enrico VIII, costruita nel 1509 e affondata nel 1545.

L'opera è stata commissionata in occasione del cinquecentesimo anniversario della costruzione, per raccogliere fondi in vista della musealizzazione di alcune parti di questa nave, rinvenute tra il 1979 e il 1982.

L'inglese Geoff Hunt è uno dei più celebri autori di dipinti che riguardano le navi a vela. Nella sua carriera ha ottenuto un gran numero di riconoscimenti ed è stato presidente della Royal Society of Marine Artists. Ha lavorato come Art Editor per la prestigiosa rivista Warship e collabora tuttora con la celebre casa editrice Conway; al grande pubblico (anche italiano) è noto soprattutto per aver illustrato le copertine dei romanzi di Patrick O'Brian.

Edited by bezukhov

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:
Willem De Derde, 1857
Autore:
William Clark
Formato:
non noto
nell'originale
Collocazione:
non nota

Fonte immagine:

probabilmente "Europeo"

 

 

Ho trovato in cantina ("ravanando") alcune stampe che evidentemente erano allegate a un qualche settimanale di qualche decennio fa. Dal formato (37x26,50 ; la scansione riduce a un A4, eliminando un altro veliero abbozzato sullo sfondo) posso dedurre fossero probabilmente allegate a L'Europeo, dato che detta rivista entrava regolarmente in casa. Nel risvolto, ci sono alcune informazioni relative all'unità e alla storia marinara dell'epoca. Curioso (non so se veritiero) l'aneddoto su Napoleone e la navigazione a vapore...

 

dederde2_0001_zpsfb3b3f5f.jpg

 

dederde_1jpg_zps166806dc.jpg

 

per completare la frase finale sul Great Eastern: "finì la sua breve vita gloriosa a posare cavi telegrafici transatlantici".

 

EDIT: sulla Great Eastern v. http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=28542

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:
Min, 1856
Autore:
T.G. Dutton
Formato:
non noto
nell'originale
Collocazione:
non nota

Fonte immagine:

probabilmente "Europeo"

 

min_zps393ca280.jpg

 

min2_zps2abee7f0.jpg

 

Stessa provenianze della litografia precedente per questo "Min". Interessante, nella scheda, l'accenno alla storia dei "Clippers del tè"; mi chiedo come si sentiva l'equipaggio del 2° classificato nella gara dala Cina all'Inghilterra, che arrivò, dopo 99 (novantanove) giorni secondo per la differenza di 20 minuti!!! :sad: Mica dopo mezza giornata, ma dopo 99 giorni! E manco il nome del clipper viene ricordato! Ingiustizie del cosiddetto sport...

 

Mi incuriosisce la bandiera a poppa: Union Jack certo non è...

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:
Imbarcadero del traghetto di Staten Island II, 1998
Autore:
Richard Estes
Formato:
52,7x71,1 - olio su tavola

Collocazione:

Malbourough Gallery, New York

Fonte immagine:

catalogo della mostra a Palazzo Magnani, RE, 2007

 

estes1_zps1d10f732.jpg

 

Titolo/Anno:
Navigazione, 1999
Autore:
Richard Estes
Formato:
40,6 x 61 - olio su tavola

Collocazione:

Malbourough Gallery, New York

Fonte immagine:

catalogo della mostra a Palazzo Magnani, RE, 2007

 

estes2_zps96881a2a.jpg

 

Titolo/Anno:
Vinelhaven, Maine, 1997
Autore:
Richard Estes
Formato:
88,9x71,1 - olio su tavola

Collocazione:

Malbourough Gallery, New York

Fonte immagine:

catalogo della mostra a Palazzo Magnani, RE, 2007

 

estes3_zps85416c8f.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

dipinto del pittore di Marina Allan o'Mill, che risiede vicino ad Ancona

 

 

Titolo/Anno:
2011
Autore:
Allan o'Mill
Formato:
non noto
nell'originale
Collocazione:
Nave Duilio

Fonte immagine:

http://www.nuestromar.org/noticias/nueva-obra-de-allan-o%E2%80%99mill-para-la-marina-militare-italiana

 

 

 

261111_CAIO_DUILIO.JPG

Edited by Totiano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con il vostro permesso, mi intrufolo e vi segnalo questi splendidi dipinti di Gianfranco Munerotto...
Fonte: http://www.themaritimegallery.co.uk/gianfranco-munerotto.php

 

AMERIGO VESPUCCI

5-Vespucci2.jpg

 

R.N. PISA

6-Pisa2.jpg

 

MAS

7-MAS2.jpg

 

R.N. TRENTO

8-Trento.2jpg.jpg

 

R.N. ROMA

9-Roma2.jpg

 

SLC 200

10-SLC.2jpg.jpg

 

NAZARIO SAURO

13-Sauro2.jpg

 

ENRICO TOTI

14-Toti-immerso2.jpg

 

Spero di aver fatto cosa gradita!

Edited by R.N. Roma

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:
Nave Amerigo Vespucci, al comando del CV Agostino Straulino, durante la crocera estiva del 1965, incappa in una burrasca tra Oslo e Brest.
Autore:
Alessandro Feruglio
Formato:
20x21

Collocazione:
non noto
Fonte immagine:

facebook

 

12376369_565871450229303_925643898003583

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alessandro Feruglio, milanese, ha appena ricevuto il diploma ufficiale di Pittore di Marina.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alessandro Feruglio, milanese, ha appena ricevuto il diploma ufficiale di Pittore di Marina.

 

Ex ufficiale della MMI: nel 1972/73 fu ufficiale di rotta sul Geniere http://www.barchedepocaeclassiche.it/personaggi/artisti,-pittori,-fotografi/196-sandro-feruglio-ufficiale-artista-e-gentiluomo.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:
Cattura della HMS Kent da parte della francese Confiance
Autore:
Ambroise Garneray (1783-1857)
Formato:
non noto

Collocazione:
Museo di Sain Malo
Fonte immagine:

https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Capture_of_Kent_by_Surcouf-Garneray-img_2779.jpg

 

ddj3hg.jpg

 

La Confiance era nave corsara, al comando di Robert Surcouf, celebre corsaro. Il pittore, Garneray, partecipò allo scontro in quanto membro dell'equipaggio della Confiance.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Titolo/Anno:
Combattimento tra Kearsarge ed Alabama (post 1864)
Autore:
Eduard Manet
Formato:
non noto

Collocazione:
Museum of Art, Filadelfia
Fonte immagine:

Histoire n. 361, Febbraio 2011

 

2rz54q0.jpg

 

Non è molto noto che la guerra di secessione americana venne combattuta...anche in Europa. Per la precisione, il 19 giugno 1864, nella Manica, si ebbe uno scontro tra la corvetta sudista Alabama e la corvetta nordista Kearsarge. L'Alabama, nave corsara dal 1862, dopo avere attaccato vari mercantili in Atlantico, decise di attraccare per riparazioni al porto francese di Cherbourg per riparazioni. Qui venne raggiunta dalla nordista Kearsarge che la inseguiva da anni. Il comandante della Kearsarge bloccò il porto e l'Alabama decise di andare all'attacco, scortata dalla Marine Nationale, che non voleva scontri all'interno del porto.

Il dipinto presenta al centro l'Alabama, colpita, sul punto di affondare. La corvetta nordista è dietro, nascosta dal fdumo. In primo piano a sinistra una scialuppa francese in soccorso.

Allo scontro assistettero molti francesi, ma non Manet.

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho pensato che in mezzo a questa seria discussione su dipinti marinari...ci potesse stare anche questo surreale sommergibile! L'ho trovato su noto social (potete immaginare l'argomento del post) e sul momento avevo pensato fosse un dettaglio di Hyeronimous Bosch . Stavo per andare a cercare il particolare sui miei libri (sono una discreta cultrice di Bosch), ma l'aspetto troppo "normale" dei due "sommergibilisti" mi ha frenato; soprattutto la ragazza, che ricorda la Ragazza con turbante di Vermeer. Da una ricerca sul web risulta essere un dipinto di Ronald Campanoca, un giovane pittore peruviano (che non avevo mai sentito nominare, ma di pittori fiamminghi ne deve sapere parecchio...). 😀😉

bosch.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,616
    • Total Posts
      517,455
×