Jump to content
Sign in to follow this  
dieblaureiter

La Battaglia Del Golfo Di Leyte

Recommended Posts

leyte.jpg

 

 

Titolo: La battaglia del golfo di Leyte

Autore: Comer Vann Woodward

Casa editrice: Arnoldo Mondadori Editore, Milano

Anno di edizione: 1967

Pagine: 272

Dimensioni: 16,5 X 12,5

Prezzo originario: £ 1.600

Prezzo di vendita: Euro 5

Reperibilità: medio/facile

 

La battaglia del golfo di Leyte fu la più grande battaglia navale della seconda guerra mondiale e la maggiore che sia mai stata combattuta negli oceani. Constò di quattro azioni distinte, ma strettamente collegate, a ciascuna delle quali partecipò un numero di navi almeno pari a quello impegnato in qualsiasi precedente battaglia della guerra nel Pacifico. Le quattro azioni, due delle quali combattute contemporaneamente, ebbero per teatro tre diversi specchi d'acqua, separati uno dall'altro da una distanza massima di 500 miglia. Durarono dall'alba di un giorno al crepuscolo del giorno successivo e per gli americani rappresentarono il contrattacco a un'unica, gigantesca operazione giapponese.

Per il Giappone fu il supremo sforzo navale della guerra.

Le flotte giapponesi agirono secondo un piano strategico ideato a Tokyo due mesi prima dello sbarco americano nelle Filippine, e noto come Piano Sho. Era un disegno audace e complesso, che richiedeva pesanti sacrifici e il ricorso a temerari stratagemmi diversivi. Ad esempio, gli le missioni del Corpo Speciale d'Attacco del Vento Divino ebbero inizio proprio in questa battaglia. Il Piano Sho costituisce probabilmente l'operazione più disperata tentata da una potenza navale durante l'ultima guerra e ci furono momenti, molti in verità, in cui essa parve pericolosamente vicina al successo.

A differenza di quasi tutte le azioni navali del Pacifico che la precedettero, la battaglia del golfo di Leyte non rimase nei limiti di uno scambio di attacchi aerei fra due flotte di portaerei divise da un vasto tratto di mare. Si ebbero anche scontri di questo tipo, ma prevalsero le azioni di superficie e sottomarine che videro impegnati praticamente tutti i tipi di unità da combattimento, dalle motosiluranti alle corazzate, a distanze varianti da alzo zero a quindici miglia, e con armi che andavano dalle mitragliatrici ai grandi cannoni da 455 millimetri, impiegati dai giapponesi per la prima volta in questa battaglia. È lecito affermare che essa portò fino alle estreme conseguenze la tendenza di tutta un'epoca della strategia navale.

Per rendersi conto delle dimensioni della battaglia del golfo di Leyte, è opportuno fare un confronto con le forze impiegate nella battaglia di Midway, forse la più importante della guerra fino a quel momento, la flotta statunitense disponeva di tre portaerei. In quella del golfo di Leyte, gli americani impiegarono trentadue portaerei: otto pesanti, otto leggere e sedici di scorta. Questo non vuol dire che la seconda battaglia fu dieci volte più ampia o importante della prima, ma che l'attività aerea fu, più o meno, in proporzione di dieci a uno. A Midway, va ricordato, non ci fu battaglia di superficie e la flotta americana non comprendeva corazzate. Nelle due flotte che presero parte alla battaglia delle Filippine, gli americani allineavano dodici corazzate contro le nove dei giapponesi.

È vero che la superiorità americana, per quanto riguarda gli apparecchi a bordo delle portaerei, era schiacciante, ma non si può dimenticare che questa battaglia fu combattuta entro il raggio d'azione di quasi cento basi aeree nemiche, e senza un solo aeroporto che le forze armate degli Stati Uniti, esercito o marina, potessero utilizzare efficacemente per un appoggio aereo diretto da terra.

La battaglia del golfo di Leyte fu l'ultima battaglia di superficie e l'ultima importante azione navale della guerra. Per il suo carattere decisivo è più facilmente paragonabile alla battaglia di Tsushima, in cui i giapponesi annientarono la flotta russa, che alla battaglia dello Jutland. Dopo Leyte, il controllo Alleato del Pacifico rimase incontrastato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,590
    • Total Posts
      517,190
×