Jump to content
Sign in to follow this  
sertore

Debriefing ~ Hunt For Blue November

Recommended Posts

Missione gradevole, con uno svolgimento diverso da quello che mi ero immaginato, ma carino: mi dispiace solo che Drakken e Gladiatore abbiano avuto poco da fare a causa della mostruosa efficienza del sottoscrtitto in coppia con Lefa, rivelatosi uno stratega ed un sonarista straordinario.

 

La missione si è svolta con R.Hunter al comando di un Trenchant, in squadra con fonta sul Los Angeles FLTIII, con Lefa in multistation con me sul 212A e con Drakken sull'Akula II, in squadra con Gladiatore sul Victor III.

 

Iniziamo la missione partendo dal porto di poppa e dopo esserci allontanati dal molo con relativa calma, riceviamo un messaggio radio che ci invita a dirigersi a sud per incontrare le unità del gruppo red.

 

Matteo, al quale avevo lasciato piena libertà di azione, decide in una tattica attendista, sfilando a 7 knots verso sud e rilevando tutto il rilevabile con una precisione sconcertante: improvvisamente rileva il Trenchant e nel giro di qualche minuto mi restituisce una soluzione validissima.

 

Per me è uno scherzo predisporre 2 blackshark, uno sopra e l'altro sotto il layer, settandoli uno in attivo ed uno in passivo: attendo l'ordine di lancio che arriva velocissimo per il repentino avvicinamento del nemico.

 

Lanciamo e attendiamo la risposta in snapshot... che non arriva! :s12:

 

La soluzione è a meno di 4 nm: attivo i siluri a 3 nm e in pochi secondi quello sotto il layer in attivo aggancia e distrugge il Trenchant.

 

Disattivo il passivo che lascio continuare per la sua strada mentre Matteo mi conferma, dopo il temporaneo oscuramento dei sensori, che nessun obiettivo civile sembra essere sulla corsa del nostro siluro.

 

Passano pochi muniti che Lefa aggancia anche il Los Angeles: la traccia è debolissima, ma il bearing è sufficiente per orientare il nostro siluro in corsa.

 

Matteo valuta che il target sia sotto il layer: cambiamo quindi la posizione del nostro siluro e lo attiviamo... ancora pochi istanti e anche il Los Angeles viene agganciato e distrutto dal blackshark,permettendoci di conseguire l'obiettivo secondario.

 

Ci avviamo quindi verso le unità del gruppo red, in un concerto di pingate attive che ci aiutano nell'avvicinamento: una volta giunti a 2 nm si passa all'HF, e Lefa porta il nostro sottomarino all'incontro con quello di Drakken, concludendo la missione con il raggiungimento dell'obiettivo primario.

 

La missione è stata per me e il mio compagno veramente al cardiopalma, con azioni continue al limite, grazie anche all'errata interpretazione della storyboard da parte di R.Hunter e fonta che, pensandoci ben più lontani, si sono gettati nelle nostre fauci in una tattica suicida: forse non sono stato chiarissimo nel briefing, e mi scuso con i membri della squadra blue se così fosse, promettendo più trasparenza per le prossime missioni.

 

Drakken e Gladiatore non hanno potuto che godersi la battaglia da lontano, assistendo increduli all'affondamento del COMMODORO dopo solo mezzora di partita (RECORD! :s68:).

 

Mi sono divertito molto, godendo dell'esperienza di Lefa sul 212A, che non ha lasciato alcuno spazio all'errore concludendo con due rilevamenti e attacchi micidiali contro il nemico, senza contare l'avvicinamento a vista all'Akula.

 

Grazie a tutti per la bella serata e alla prossima! :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella partita, mi spiace che i nostri compagni e i nostri avversari non si siano divertiti molto.

Cosa abbiamo fatto: nati (io e Sergio) in porto, manovriamo per puntare verso sud, nella direzione dei nostri alleati.

Subito sentiamo un paio di biologici e un mercantile, decidiamo di muovere verso il mercantile per coprire il mio avvicinamento lento, alternando con fasi di ascolto a quota profonda.

Dopo pochissimo (al secondo ascolto) sentiamo una debole traccia di un sottomarino inglese per circa 60°, una sorpresa dato che, essendomi dimenticato la mappa del briefing, mi aspettavo una disposizione a triangolo in cui il 212 era l’apice, coi nemici che salivano da sud a fianco della squadra rossa.

Il contatto è chiaro e viene marcato con più sensori, ci mettiamo in agguato e dopo un poco di traccia decidiamo di attaccare visto che nel mentre si faceva piuttosto sotto, per altro dopo la manovra la TMA aveva scartato un po’ la posizione mostrando il bersaglio ancora più vicino: lanciamo due siluri, sentiamo l’evasione che purtroppo per il nostro Francesco, disturbato da una serie di sfortunati eventi, non sortisce l’effetto desiderato.

Rimane un siluro passivo in acqua che viene lasciato pendolare per spazzolare la zona di mare dalla quale arrivava Hunter, che però sembra agganciare e non agganciare nulla, una situazione ambigua.

Dopo un poco di tempo, sentiamo qualche debole frequenza di un LA, purtroppo l’unico sensore che ci permette di marcare è il trainato e quindi non abbiamo soluzione master, però abbiamo un’ottima indicazione per filo guidare l’arma già in acqua, che puntualmente affonda anche Fonta.

Affrontati gli avversari non rimane che presentarsi al meeting con la squadra russa che saliva da sud, rintracciata a colpi di sonar attivo sulla lunga distanza e approcciati con l’HF sulla breve.

22.40 partita finita.

 

Credo che il divertimento questa volta sia stato un po’ squilibrato, Marco e Francesco si sono fatti una piccola crociera.. :s11:

 

Grazie al mio ottimo compagno e a tutti voi per la solita serata piacevole. :s20: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto di cappello alla bravura di Sertore e Lefa. noi abbiamo sbagliato tutto, ma proprio tutto...io personalmennte non ho capito la missione, ho dedotto cose che non erano per niente scontate e me ne scuso con tutti, in primis con il mio compagno Fonta.

 

poi vabbè, sul siluro che stavo evadendo mi è andato in pappa l'audio (mouse rotto, ad ogni click disattivava cuffie e microfono), questo ha fatto sì che nel momento topico di una manovra evasiva non sentissi più il siluro e lo considerassi evaso, modificando rotta e rallenando. dopo un po' ho capito che l'audio era andato, ho abbassato DW per vedere cos'era successo, l'ho riattivato e in quel momento ho sentito l'esplosione del mio sub. Però non credo che questo abbia cambiato tanto le cose, se non era quel siluro era quello dopo, la verità è ci siamo presentati in mutande davanti all'U212 e lì abbiamo perso di brutto

 

Alla prossima!

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites

commento solo che sono un pollo a non aver pensato che il siluro che avevo sentito sfilare dopo l'affondamento di Hunter potessere essere diretto contro di me.

 

me ne scuso con tutti, in primis con il mio compagno Fonta.

 

:s03: :s01: nessun problema

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scrivo solo ora perchè ero via nel weekend, cmq missione bella da ripetere secondo me.

 

Non ho sentito nessuno, anche coordinadomi con Marco, solo ad un certo punto, dopo l'affondamento di Hunter, ho detto in ts: sento il Los Angeles...e Marco: si in effetti stà affondando...LOL

 

Alla prossima.

 

 

ps. al di la di questa missione penso che il Victor 3 sia un pò "sottopotenziato" almeno per quello che ho inteso leggendo articoli sul tema, sopratutto nel ruolo antisom che dovrebbe essere invece la sua forza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,288
    • Total Posts
      510,000
×