Jump to content
Sign in to follow this  
Djmitri

Debriefing Polar Rescue

Recommended Posts

Missione di recupero tra i ghiacci: nel corso di un esercitazione il Vanguard ha un'avaria e rimane intrappolato tra i ghiacci del circolo Polare Antartico. Il nostro obiettivo è recuperare i superstiti prima dell'arrivo dei Russi, anche loro in zona.

 

A bordo del mio Trenchant, dopo aver preso le coordinate del punto di dove si trova il battello, decido di immergermi fino a 1700 ft di profondità ad una velocità di 24 kts.

La navigazione procede tranquilla, ogni tanto rallento per ascoltare intorno a me, ma sento solo balene. Decido quindi di procedere. Obiettivo: arrivare entro le 5 nm dal sottomarino nel minor tempo possibile in modo tale da permettere all'equipaggio di abbandonarlo e poterli poi recuperare a bordo dei nostri sottomarini.

Una volta arrivato a 5 nm, rallento e fermo il sub: non sappiamo se avvicinarci o prima eliminare Elicotteri e Fregata Russa. Decidiamo di entrare, quindi motori avanti 1/3 e procedo a 5 kts verso la posizione. Sono però molto in profondità, circa 1000 ft sotto il layer, devo risalire per ricevere il nuovo messaggio radio da parte del Vanguard.

E qui penso che mi sono giocato la partita: ogni tanto sentivo qualche sonoboa pingare, ma non gli davo molta importanza. Una volta risalito sopra il layer sono diventati sempre più frequenti, fino a quando ho sentito un bel siluro in acqua, molto vicino a me, sicuramente a 1 dei 2 Ka-27 che giravano sopra la mia testa.

Il lancio è molto preciso e infatti mi colpisce sulla fiancata di sinistra, ho danni abbastanza seri (propulsore, timoni, sonar cilindrico, contromisure, tubi lanciasiluri, ecc ecc) e danni allo scafo pari al 78%.

Decido di provare ad andare in profondità sotto il layer, per vedere di portare almeno la chiglia a casa: il sub non manovra, perdo velocità. Puntualmente sento un altro siluro in acqua, non posso far niente ne CM ne manovre evasive, aspetto pazientemente l'arrivo del siluro, che infatti mi colpisce e mi manda sul fondo.

 

Complimenti a Sertore per l'affondamento da manuale! :s20: :s20: :s20:

Sono contento che il corso sugli Elicotteri ha portato i suoi frutti. :s41:

 

Per quanto mi riguarda (ma sentiremo anche la versione di Sertore) mi sono autofregato quando sono risalito sopra il layer, ma non credo c'erano altre soluzioni, in quanto dovevo risalire per prendere il messaggio radio e poi recuperare i canottini di salvataggio.

Forse con la mia squadra, ed io in primis, abbiamo sbagliato ad entrare subito entro le 5 nm dal sub: dovevamo prima provare ad eliminare gli eli ed eventualmente la fregata e poi entrare e recuperarli, ma al solito nessuno è indovino... :s03:

E poi che dovevo fare? ero a 85 yard dalle 5 nm della Vanguard, immobile a 0 nodi... :s46:

 

Bella partita, come al solito... :s20: :s20: :s20:

 

Grazie a tutti e all'editor per la bella partita.

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bhè che dire, forse il mio problema è che sono stato molto cauto e prevedevo tragitti meno a velocità da Formula 1, sta di fatto che da sommergibile di punta per assistere Serservel mi son trovato indietro e per un pelo non abbiamo raggiunto l'obiettivo.

Ho fatto parecchia strada prima di riuscire a sentire qualcosa, e dovevo lavorare solo di banda larga, sulla stretta non sentivo praticamente nulla se non le Icebreaker e balene! Ho pure fatto qualche danno perdendo il rimorchiato e danneggiando l'antenna radio principale :s68:

 

Grazie al supporto degli elicotteri ho potuto individuare un sub, Hunter a cui ho lanciato 3 siluri ad ampia ricerca e l'avrei agganciato se non avessi disattivato e reimpostato di 90° la direzione del siluro all'ultimo perchè non sentivo più nulla :s68:

 

Sono stato agganciato da 2 siluri evitati portandomi sotto la ice breaker, rilasciando 2 CM e accelerando lontano: fregati entrambi! :s41:

 

Purtroppo non ho potuto sfruttare i link e le comunicazioni perchè ho preferito rimanere sotto il layer e risalire a cavallo dello stesso solo per esaminare la situazione.

 

Avrei potuto fare di più? A livello di copertura sicuramente, stando avanti alla nostra nave, ma a livello individuale il sonar stretto non ne voleva sapere di segnarmi sub o altro anche sopra il layer. :s68:

Edited by EssE999

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi accodo al debriefing.

 

Il mio VictorIII viene generato a sinistra della nostra DDG, l'altro Victor (quello di EssE999) è a dritta della nave. In nostro schieramento, che da nord procede verso sud, è composto da EssE999, Drakken e il sottoscritto. Sertore pattuglia dall'alto dei cieli :s01:

 

Drakken guadagna la massima velocità che ritiene consigliabile per avvicinarsi al Vanguard, noi sub ci apprestiamo a stargli il più avanti possibile in copertura, cosa non facile se si considera il tempo impiegato a recuperare il messaggio radio delle istruzioni e le soste d'ascolto necessarie dopo ogni tot di minuti di corsa. Qui un mio errore: per volontà di tenere sempre filata la cortina trainata non sono andato olter i 26 nodi, quindi guadagnavo poca distanza dalla DDG da coprire. La nota positiva era che la mia posizione iniziale mi vedeva a una distanza laterale adeguata.

 

Vengono marcati tutti i contatti civili e biologici presenti, in modo da scartarli in persenza di rilevamenti sospetti. Da sud-est comincio a sentire un contatto sicuramente artificiale non classificabile (più tardi scoprirà tratatrsi di Alex). E' dunque ancora lontano e sicuramente subaque visto che, dall'alto sui ghiacci, Sertore non scorge altre navi in quella direzione.

 

Avverto i compagni che sto investigando. Nel frattempo EssE999 era già alle prese con un altro sub nemico ma la distanza mi costringe a non prestarci molta attenzione.

 

Il mio bersaglio si fa vicino e a 7 miglia lo classifico come un inglese. La soluzione si fa precisa e mentre Sertore cerca di non schiantarsi sul ponte di volo di Drakken :s02: :s03: annuncio il tiro di due siluri: un TEST-71 sopra il layer e un USET80 sotto. La caccia ha inizio e sebbene distanza e i rumori di siluri mi coprano spesso quello del contatto nemico riesco a mantenere una buona soluzione di tiro. Da qui fino alla fine della partita sarà un continuo lancio di siluri control Alex (bentornato!) che cerca di controlanciare. Mi salva il fatto che il siluro rimane sopra il layer.

Anche Sertore si unisce alla caccia triangolando la sua posizione e rendendo più precisa la mia caccia. Alex si difende cambiando spesso direzione e prendendo le distanze. Ogni volta che un mio siluro si disattiva o la TMA di aggiorna valuto il lancio di altri pesci.

 

Nel frattempo Drakken viene affondato e un miglio dal Vanguard, impedendo il raggiungimento dell'obiettivo principale RED. Per contro riusciamo a recuperare tutti i canotti.

 

 

Gran bella partita, mi è piaciuta questa sfida sotto i ghiacci :s51:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qui.

 

Partito con il mio Trafalgar in posizione speculare rispetto a quella di Djmitri, mi sono attardato un po' di più in partenza e ho cercato poi di mantenere un'andatura più regolare, attorno ai 12 kts, per poter usufruire costantemente del rimorchiato. Questo, unito al fatto di navigare costantemente sotto il layer, mi ha consentito di avvicinarmi alla zona di ricerca in sicurezza, ma con un 5-6 nm di ritardo rispetto al mio compagno. Nell'ultimo tratto ho iniziato a vedere un debolissimo segnale con due bande di frequenza che periodicamente scendeva sotto il layer, nella direzione in cui all'inizio avevo riscontrato esserci un ice breaker. Classifico il sub come un Victor III (era l'akula, vabbè). Nel frattempo Djmitri, ormai a ridosso della zona di ricerca, dopo averci consultati in proposito entra e fa attivare i canotti. Purtroppo viene quasi subito fatto bersaglio dall'ottimo Sertore che con il suo Helix lo centra due volte affondandolo. A quel punto decido di rompere gli indugi, lancio sul contatto del sub russo per 000 circa e mi dirigo dentro l'area di ricerca. Purtroppo il mio avversario è molto bravo a farsi scudo con l'Ice breaker ingannando i miei siluri, il primo dei quali colpisce la nave danneggiandola. A quel punto anche il secondo entra in run per colpirla e sono costretto ad uno shutdown dell'ultimo istante! L'Akula quindi resta ben vivo e mi prende di mira, ma i suoi lanci sono direzionati abbastanza indietro rispetto all amia posizione e non mi infastidiscono più di tanto. Effettuo ad ogni buon conto un po' di manovre evasive che mi fanno perdere tempo, perchè devo dirigermi sempre più sotto i ghiacci e quindi senza poter recuperare i canotti. Nel frattempo a nord est si scatena il putiferio. Alex è sotto attacco, ma senza perdere la calma riesce comunuqe ad individuare l'udaloy di Drakken, fin lì "monitorato" da Fonta, e ad accorgersi che il nostro ex immortale :s03: ha rotto anch'esso gli indugi e sta navigando a tutta velocità verso il vanguard percorrendo un canale libero tra i ghiacci. Qui o la va o la spacca. Gli Harpoon contro L'Udaloy sono meno che moscerini, e poi perderei troppo tempo a ricaricarli. Il problema dei siluri è che devono andare a pelo d'acqua e con tutti questi iceberg rischiano di collidere prima di arrivare a bersaglio. Di contro, sono nella posizione perfetta per lanciare di prua alla nave russa, e posso contare sulla spettaolare velocità degli spearfish.

Setto dunque cinque siluri e lancio sull'Udaloy, filoguidandoli in modo che tre lo intercettino di lato e due gli taglino la strada di prua. Come previsto, due siluri su 5 impattano sui ghiacci, ma i restanti 3 fanno il loro dovere e affondano l'Udaloy ad appena un miglio dal suo obiettivo! Lode agli spearfish e ai loro 70 kts, perchè molto probabilmente i MK48 non sarebbero arrivati in tempo!

Obiettivo primario raggiunto (il secondario lo prenderanno i russi), baci e abbracci e nel post partita con lo ST attivato provo addirittura il brivido di un'emersione di emergenza sotto la banchisa, 98% di danni e due UGST che mi girano intorno con la bava alla bocca senza più trovarmi. :s20: :s03: :s03:

 

Grazie a tutti, specialmente all'editor, per la bellissima serata!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con il mio debriefing, confermo un pò le sensazioni di tutti... la missione è stata entusiasmante fino all'ultimo. :s20:

 

Son partita da parecchio lontano (35-40 miglia) dal punto di arrivo, perciò la missione imponeva un andatura di circa 18 nodi di velocità media.

 

All'inizio ci siam coordinati bene, sia con Sertore con l'HELIX, che con i ns sub (EssE999/Akula I) e (Serservel/VictorIII). Anche per loro, l'andatura doveva essere

impostata abbastanza sull'alta velocità.

 

Tutto bene fino alla fine della partita, dove però son rimasto troppo scoperto e isolato. Purtroppo Sertore aveva terminato i suoli siluri, e il tentativo di appontaggio, causa forse la mia alta velocità, non ha avuto successo.

 

Sia Esse che Serservel sono rimasti un pò indietro, causa ingaggio con i sub della NATO. Ed io non ho avuto altra scelta che fare l'ultimo tratto andando a 30 nodi e tentando di arrivare al SSBN Vanguard.

 

Peccato che l'ottimo lancio di R.Hunter mi abbia stoppato a poco meno di un miglio dall'obiettivo finale.

 

Comunque molto bello ed emozionante (anche se molto impegnativo, visto che seguivo anche il mio Heli in AI più tutte le stazioni della DDG) navigare in mezzo ai canali fra la calotta di ghiaccio ed i vari ICEBERG.

Per poco in diverse occasioni ho rischiato di far la fine del TITANIC... :s68: :s07:

 

Grazie per la serata e complimenti a tutti... bella missione :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate il ritardo ma il maledetto dannato periodo di lavoro matto e disperatissimo non sembra passare mai! :s68:

 

Rispetto alla partita di ieri... bellissima: il lavoro di editing questa volta mi sembra sia stato indovinato, coinvolgente e apprezzato da tutti, bravissimo Drakken!

 

Per quanto riguarda la partita i rossi sono stati veramente uniti, coordinati e mai squadra come ieri sera: interazioni efficaci e veloci, azioni di supporto e copertura e grante situation awareness, proprio bravi! :s20:

 

I blu hanno raggiunto il loro obiettivo, forse un po' in affanno, ma hanno portato a casa la partita, quindi bravi anche loro! :s20:

 

 

Ed io? Bravissimo anch'io, ma merito di maestro Djmitri che con il suo corso mi ha insegnato quello che ieri sera ho messo in pratica al meglio ahimè, sulla sua unità!

 

Peccato solo per il mancato appontaggio dell'Udaloy, impedito da un Ka-27 veramente incontrollabile in quanto la sua velocità cambiava in modo casuale e assolutamente incontrollato, forse a causa del vento molto forte e dell'elevata andatura del'unità navale.

 

Comunque grande divertimento, proprio quello che giustifica sette giorni di attesa per ritrovarci per la nostra partita settimanale: grazie a tutti per la sempre presiosa compagnia e per le poche ore di svago che riusciamo a concerci insieme!

 

PS: bentornato Alex: bella prestazione dopo mesi di inattività!

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

partita veramente bella! mi mancava un po' DW :s01:

 

comunque visto che avete descritto tutto in modo veramente dettagliato non posso fare altro che uppare il Replay

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,652
    • Total Posts
      518,028
×