Jump to content
Sign in to follow this  
Von Faust

Debriefing *** Ace Of Ices ***

Recommended Posts

Partita molto molto molto impegnativa dal Bear.

Inizialmente il mio compito era quello di fornire supporto a BigPiui impegnato contro l'U212 di R.Hunter.

Trovo un varco nel quale piazzare una serie di 4/5 sonoboe, con alcune di queste dopo poso tempo identifico l'U212 ma l'ottimo BigPiui lo ha già ingaggiato, quando arrivo quasi sulla verticale di R.Hunter il suo siluro ha già portato a termine il suo compito.

Inizia quindi un'avvincente ricerca dei sub avversari, ogni varco è buono per piazzare una sonoboa.

Mi metto alla caccia di Fonta e non appena si trova in un buon varco tra i ghiacci effettuo l'attacco, questo va a buon fine ma gli provoca solo numerosi danni.

La mia missione continua in una caccia infinita del Suffren di Sertore il quale svicola continuamente tra i ghiacci, provo a piazzare dove possibile siluri in modalità circle ma questi non lo agganciano, forse solo delle contromisure.

Sul finale identifico bene anche il Seawolf di non ricordo chi (chiedo venia), si avvicina ad un canale nel ghiaccio, piazzo un altro siluro, gli è vicinissimo ma non so perchè non lo aggancia :s06:

 

Bella partita, complimenti all'editor e grazie a tutti per la bella serata.

 

Più tardi il videodebriefing

Edited by Von Faust

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo il mio commento non può essere positivo.

Senza nulla togliere alla bravura di BigPiui, penso che la mia serata sia stata condizionata da due pesanti fattori:

 

1) il mio errore nel pensare che la velocità della special forces era di 10 kts, senza tener conto che in RA è raddoppiata. purtroppo ho anche chiesto conferma ai miei compagni e tutti ricordavano 10.

 

2) Senza fargliene una colpa, penso che Marco abbia un po' sbagliato la valutazione delle distanze, anche se avessi ricordato l'esatta velocità delle special forces.

 

Ecco infatti la situazione. Sono partito alle ore 12:00 a 22 nm dalla costa, e il mio obiettivo era far sì che le SF arrivassero entro le 13:40 a 1 nm da un centro di broadcasting sulla costa dell'isola a nord. Questo obiettivo veniva comunicato per radio, quindi i primi 10 minuti sono andati via per salire, estendere la floating wire, ascoltare, decidere la strategia con i compagni, riavvolgere l'antenna e tornare sotto. Rimaneva quindi un'ora per portare le SF ad una distanza, secondo il mio errore di valutazione iniziale, di 5 nm dall'obiettivo (6 dalla costa) in modo che potessero percorrere in mezz'ora le restanti 5 nm. questo però significava percorrere 17 nm in un'ora, tenendo quindi una velocità media di 17 kts, ben oltre la soglia di cavitazione dell'U212 che, al massimo della profondità, risultava essere di circa 14 kts. Questo senza contare le inevitabili soste a cui sarei stato costretto dalla presenza di forze ostili (come la nave russa che ben presto ha iniziato a pingare) per cui ho dovuto spingere al massimo 19-20 kts l'U212.

Sicuramente questa velocità esagerata era dovuta al mio errore di valutazione, depuriamo pertanto l'analisi da questo errore e riportiamola a come sarebbe dovuto andare.

Raddoppiando la velocità delle SF, in un'ora avrei dovuto portarle a 10 nm dall'obiettivo (11 dalla costa) e rilasciarle. Questo significava percorrere 22-11= 11 nm in un'ora, dovendo poi tener conto del tempo che avrei perso per contrastare la fregata russa, per marcare l'obiettivo e per rilasciare le SF (operazione per cui serve qualche minuto).

Diciamo che non potevo comunque scendere sotto i 12-13 kts.

 

Bene, con tutto questo, avevo davanti a circa 10- 15 nm un Alrosa IMMOBILE dall'inizio della partita. Non ha nemmeno dovuto percorrere 500 yds per prendere posizione. Per non parlare del fatto che sopra di me c'era un Tu- Bear che sganciava sonoboe a manetta. Certo, mi si potrà dire che potevo rilasciare prima le SF. Potevo fare 2 nm e lasciarle andare. Però dovevo prima inquadrare l'obiettivo, e come facevo se ero troppo lontano per avere visual contacts e se l'Orion pure ci doveva mettere un sacco di tempo per arriavare in mio aiuto?

 

Se qualcuno sa dirmi cosa avrei dovuto fare, vi prego, fatelo, perchè io di serate come ieri sera non vorrei più ripeterne, pittosto mi guardo un film (di sottomarini, ovvio :s03: )

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se qualcuno sa dirmi cosa avrei dovuto fare, vi prego, fatelo, perchè io di serate come ieri sera non vorrei più ripeterne, pittosto mi guardo un film (di sottomarini, ovvio :s03: )

 

Studiare meglio l'elica della tua unità! :s11:

 

Dettagli in PM... :s42:

Share this post


Link to post
Share on other sites

... mi sono sempre divertito a guidare sui passi di montagna in quelle notti di inverno in cui nevica di brutto.... tutto in controstrezo!! ECCO, ieri ho applicato la stessa cosa con un sub, ma non uno qualsiasi ma un SSBN!!! sotto il racconto!!

 

Partiamo e mi porto subito a 60 metri ed 2kn con filare fuori. Ricevo il messaggio con indicazione della rotta da seguire e di possibili SSN nemici in avvicinamento a circa 40nm. Mi dirigo ad W a 29, percorse 15nm (rivelatesi dopo troppo poche) ricevo un altro messaggio che mi indicava la posizione di lancio..

Ecco che da ora incastro una serie di piccoli errori che mi hanno quasi fatto mancare la finestra di lancio limite.

 

PRIMO: nel ricere il messaggio relativo alla zona di lancio ho problemi con la filare che mi fanno perdere più di 10 minuti

 

SECONDO: nel decidere di passare a sud dello spazio libero da ghiacci eseguo una virata manuale che mi porta, dopo solo pochi secondi, a perdere completamente il controllo del sottomarino sia in relazione alla rotta che alla quota (ero in caduta libera)!! dopo ben 5 minuti ne riprendo il controllo e proseguo sulla rotta!

 

Questi due problemucci mi hanno fatto perdere un sacco di tempo e ci accorgiamo che l'unico modo per arrivare in tempo è quello di rischiare il tutto per tutto e correre alla massima velocità. Questo, però, presto si rivela non sufficiente.... se dovessi seguire la normale procedura di enersione sotto i ghiacci non ce la farei mai!! Ecco allora la decisione... RISCHIAMO!

 

Arrivo entro il limite della zona di lancio a 29kn e 200m di profondità, mi muovo verso quota 30m a 29kn! Raggiunta la quota ordinata metto macchine indietro tutta e contestualmente estendo la filare che praticamente subto riceve il messaggio. Nel frattempo, grazie alle macchine indietro tutta, raggiungo velocità 0kn e do ordine di emersione.... Inizio a settare i missili ed allago i silo! A 5 minuti dallo scadere sono a 22 metri, molto vicino al ghiaccio, decido di dare l'ordine di emersione rapita, TUTTO OK!! siamo fuori ... LANCIO; LANCIO;LANCIO; LANCIO i primi 4 lanciati.... che fortuna!!

 

Ecco come fare un freno a mano con un SSBN!!

 

 

Complimenti all'editor è stata una bella partita, ben pensata e reallizzata, divertente e dalla trama molto intrigante!! OTTIMA!

 

------ringrazio tutti per la partita molto divertente-----

 

:s20: :s20: :s20: :s20: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Studiare meglio l'elica della tua unità! :s11:

 

Dettagli in PM... :s42:

 

Ti ringrazio Matteo, ottima indicazione, ma come ti ho spiegato avrebbe risolto solo in parte il problema.

Certamente per Bigpiui sentirmi stato un po' più difficile, questo sì, ma non credo che avrei avuto maggiori chances per questo, visto e considerato il contesto generale! :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ti ringrazio Matteo, ottima indicazione, ma come ti ho spiegato avrebbe risolto solo in parte il problema.

Certamente per Bigpiui sentirmi stato un po' più difficile, questo sì, ma non credo che avrei avuto maggiori chances per questo, visto e considerato il contesto generale! :s68:

 

 

bhe io sono arrivato in zona di lancio quasi alla fine della partita... non sono in grado di dare consigli xche non conosco bene i tuoi ordini... il bersaglio delle SF era molto lontano? se no, io magari avrei percorso parte della strada in modo più cauto... devo anche dire che questa mia cautela ci ha quasi fatto perdere la partita... Sinceramente non so quale fosse la strategia migliore...

 

Cmq bravo Bigpiui!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella partita, giocare sotto i ghiacci è sempre molto entusiasmante... :s41:

 

Tralasciando la parte di Hunter, che ha già spiegato, passiamo alla nostra. Partiamo a Nord rispetto ad Hunter, rispettivamente Fonta con il Seawolf, Sertore con il Suffren ed io a bordo del Trenchant.

Decidiamo che Sertore andrà a velocità sostenuta verso i contatti mentre io e Fonta rimarremo in ascolto nelle retrovie, per coprire ed allertare il suffren di eventuali lanci verso di noi. Io decido per una rotta 90/100° per cercare di far lavorare a dovere il rimorchiato.

Scambiamo l'Ice Braker per il Borey del buon Miqui :s68: :s68: :s68: , quindi Sertore e Fonta si dirigono verso la sua posizione (le prime 2-3 frequenze sono le stesse) e perdiamo quasi 1h per tracciarlo e seguirlo quando invece non era lì.

Io rimango a pattugliare ed ascoltare la zona ad Est, e dopo un po sento una debolissima traccia, che poi scopro venire dritto verso di me (scoprirò in seguito essere l'Akula II Imp del Drakken) e subito dopo qualche lancio di siluri in direzione di Sertore. Avendoo 1 traccia "russa" e il successivo lancio di siluri ostili (UGST), faccio 2+2 e non aspetto un attimo: lancio 2 bei Spearfish in snapshot con attivazione a 20 000 yards in direzione del lancio (santo WAA Range subito :s10: ): e qui la cosa strana. Il primo siluro va dritto verso il presunto bersaglio e fin qui tutto ok, l'altro se ne va per fatti suoi senza poterlo filoguidare. Le ho provate tutte, enable, pre-enable e shutdown, ma non c'è versi il siluro non risponde. Per non perdere tempo inutilmente, decido di chiudere il portello tagliando così la filoguida e almeno non tengo occupato/inutilizzato un tubo, che nel frattempo ricarico. Il siluro va dritto verso il buon Drakken, ma ad un certo punto, sparisce il siluro... :s07:

Non so se ha impattato in un iceberg sommerso o se è finita la filoguida (mi sembra alquanto strano,dato che andava a 55 nodi e gli spearfish a quella velocità hanno una discreta portata...) fatto sta che poco prima di attivarsi ed impattare è sparito dai miei schermi. Vabbè mistero.

Manovro per poter ascoltare meglio in quella zona, e dopo un po sento un traccia nequivocabile: è il Borey! Quindi stiamo realmente dando la caccia ad un ICE BREAKER??? :s68:

Lo marko con più sensori (rimorchiato e sferico) e aspetto una soluzione di tiro accurata per un lancio preciso, avevo anche il WAA RANGE (28 kyards) del lancio della CM (io non avrei mai lanciato CM se non necessario, è molto rischioso dato che doveva essere una missione "stealth" e si sentono molto bene e se non ci si allontana dal luogo di sgancio, possono fare da esca per un possibile lancio cosa che stavo per effettuare) però volevo essere certo che fosse stato lui a lanciarle e non qualcun'altro.

Siluri pronti a lancio, manca solo la distanza e li sparo fuoria 70 nodi in direzione del Borey, ma la soluzione tarda ad arrivare (avevo appena effettuato una virata per far lavorare bene il rimorchiato) e nel frattempo sento il lancio dei missili da parte del SSBN, dopo 20 secondi mi appare la soluzione di tiro, ma è ormai troppo tardi (ed anche sballata di qualche yards) ma avendo la distanza approssimativa delle decoy avrei attivato un po prima. Lancio disperatamente 2 siluri, ma è veramente troppo tardi: i missili del Borey impattano l'obiettivo distruggendolo e quindi i REDS completano l'obiettivo primario.

2 minuti in più e non so eri qui a raccontarlo... :s11:

 

Complimenti ai vincitori per l'ottima interpretazione della missione e se non ci fosse stata la svista dell'Ice Braker forse sarebbe andata in modo diverso. Ma con i se e con i ma, al solito si va davvero poco lontano.

Dal mio punto di vista, dovevo puntare forse un poco più verso E/N-E in questo modo mi sarei avvicinato un po di più alla zona dalla quale avrebbe poi lanciato il Borey, ma averlo saputo prima....

Mi dispiace per Hunter, ho sempre saputo che le SF viaggiavano a 10 nodi, non sapevo che in RA le avevano portate a 20 kts...Mea Culpa... :s06:

 

Complimenti e grazie a tutti, anche al Drakken per l'ottima partita, sicuramente da rifare una simile e sotto i ghiacci, che da sempre quel senso di pericolo imminente e allo stesso tempo di copertura dei ghiacci, per chi dall'alto vuol farci la festa (vero Fausto? :-D ). Magari la prossima volta, un po più di acqua tra me e il fondale non mi dispiacerebbe, 200 ft per un bestione del genere non sono troppi...Ma vabbè, è bello pure così... :s20:

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una cosa molto importante, il ghiaccio anche questa volta si è rilevato un fattore che rende le cose molto divertenti.... ci sarà ghiaccio nella campagna?

 

:s02: :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dipende molto dalla location che decideremo di fare....E sinceramente non so...Dovremmo trovare una zona mista tra i ghiacci e non, cosa non molto facile da trovare...

Anche perchè fare missioni tutte tra i ghiacci, dopo un po magari può risultare noioso... :s14: Anche per la limitazione nell'utilizzo di mezzi volatili e navali... :s68:

 

Vediamo un attimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qua per il debriefing: devo dire che il premio di "ACE of ICES" , il ns comandante MIQUI se lo ha proprio meritato. :s20: :s20: :s20:

 

E' arrivato in zona lancio, e in meno di dieci minuti è riuscito a rallentare, emergere , prendere il messaggio e lanciare i missili :s20: Bello ed emozionate ... :s03:

 

Per quanto riguarda la mia missione, mi son posizionato a "guardia" del SSBN , ed insieme ai miei compagni di ventura "BIGPIU" , "ESSE" e "Von Faust " abbiamo raggiunto l'obiettivo della missione.

 

Ho lanciato contro la posizione presunta di SERTORE, grazie ai contatti forniti dal ns TU-Bear, ma era troppo distante e comunque aveva fatto marcia indietro, perciò il ns obiettivo di copertura era raggiunto.

 

Molto più preoccupante invece è stato l'ottimo Djmitri, che si è avvicinato, silenziosamente, e per poco non mi beccava in pieno... non so chi devo ringraziare (forse un mega Iceberg) ma sinceramente del siluro Spearfish

non ne avevo proprio notizie... forse perchè era proprio dritto di prua, ed in quei momenti ero focalizzato più nella ricerca con il trainato per rilevare eventuali minacce.

 

Per quanto riguarda la situazione descritta da R.HUNTER, purtroppo nella mia testa la missione doveva svolgersi in un altro modo... cioè avvicinarsi a non più di 15 nodi (a venti nodi qualsiasi SSK in RA è rumoroso quasi come un ALFA)

e lanciare le SF da lunga distanza, una volta eliminata la Fregata, magari grazie all'ausilio del P3 (che nel frattempo doveva individuare anche la base nemica).

Ho inserito di fronte un SS KILO ALROSA, perchè palesamente di molto inferiore rispetto ad un A212 (no Trainato - siluri molto scadenti), perciò non l'ho penalizzato ulteriormente mettendo anche una certa distanza da coprire.

 

Rivedendo l'editing, ho inserito una random box un pò troppo "larga" con un ampiezza di 4 miglia... fatalità (sfiga) proprio è nato il sub nel punto più lontano ... da quella distanza la missione del ns commodoro sicuramente era ardua.

Ma per chi edita il problema è sempre lo stesso... il calcolo dei tempi... dal punto di vista del SSBN la missione è stata calibrata perfetta... difatti MIQUI è arrivato per un pelo all'appuntamento... per l'SSK purtroppo no... esperienza per la prossima volta. :s02:

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finalmente riesco a scrivervi anche io...

 

 

Complimenti, bella partita a parte il fatto che una volta affondato Hunter non avevo più niente da fare... comunque

 

Appena iniziato la partita tiro fuori l'antenna filare e ricevo gli ordini: Difendere il centro trasmissioni e subito rilevo la FFG.

 

Sul sonar rilevo la FFG, un Ice Breaker, un biologico e l'U212A (solo sul conforme) allora decido di avvicinarmi un pò a zig zag per vedere se riesco ad avere un rilevamento preciso, ci ho messo un bel pò a rilevarlo anche sul cilindrico, spesso la traccia "spariva", comunque una volta rilevato ho atteso di avere una buona soluzione di tiro, anche se sinceramente dai rilievi risultava che il su viaggiava a 23nodi e mi sono detto "chi viaggia a quella velocità sotto i ghiacci.... sarà un errore della TMA" ed invece Hunter viaggiava veramente a quella velocità!!!

Imposto due USET-80 in SNAPSHOT sul bearing dell U212A aumentando il più possibile la distanza di attivazione, il secondo siluro deve aver centrato qualche iceberg perchè l'ho perso a metà corsa...mentre il primo è andato a segno.

 

Da qui in poi non ho potuto più essere d'aiuto ai mie compagni, per poterli raggiungere avrei dovuto viaggiare a velocità smodata oppure avere il motore ad onde moventi della yamato e fare un balzo iperspaziale....neanche con gli starfish sarei arrivato in zona operazioni....

 

...peccato che in superficie ci sia solo il lanciarazzi, una MOD con la canna da pesca potrebbe essere utile in questi casi.

 

 

Grazie a tutti e alla prossima....

 

P.S.: Sertore quando proviamo la mia????

Share this post


Link to post
Share on other sites
......che da sempre quel senso di pericolo imminente e allo stesso tempo di copertura dei ghiacci, per chi dall'alto vuol farci la festa (vero Fausto? :-D ).

 

Assolutissimamente no, mi piaceva solo ascoltare il suono delle vostre eliche :s02:

 

...

Magari la prossima volta, un po più di acqua tra me e il fondale non mi dispiacerebbe, 200 ft per un bestione del genere non sono troppi...Ma vabbè, è bello pure così... :s20:

 

E quì mi fai venire in mente che se si riuscisse a capire come "funzionano" i file dei terreni e dare una limata ai fondali avremmo tante di quelle aree di gioco in più dalle quali tirare fuori missioni stupende

 

Dipende molto dalla location che decideremo di fare....E sinceramente non so...Dovremmo trovare una zona mista tra i ghiacci e non, cosa non molto facile da trovare...

Anche perchè fare missioni tutte tra i ghiacci, dopo un po magari può risultare noioso... :s14: Anche per la limitazione nell'utilizzo di mezzi volatili e navali... :s68:

...

 

Per le navi sì, io sinceramente ieri mi sono divertito un sacco......se le aree ricoperte da ghiacci non sono troppo estese.

Sono limitazioni soprattutto per la fase di attacco ma in quella di ricerca è molto affascinante

 

.....

Ma per chi edita il problema è sempre lo stesso... il calcolo dei tempi...

 

Eh sì, magari la si crea convinti che il comportamento dei giocatori sia di un tipo e poi fanno tutto l'opposto, pensi che partano sparpagliati e vanno tutti nella stessa direzione ed a quel punto pensi "Azz, questa non me l'aspettavo..:" :s03: :s02:

Edited by Von Faust

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'unico commento che mi viene da fare è che sono un pirla :s05: ....... ho dato la caccia ad un icebreacker per 1h e mezza per poi farmi beccare in una pozzanghera :s05: ...... partita totalmente da dimenticare......

Edited by fonta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riesco solo ora ad avere qualche minuto per riportare anch'io il riassunto della mia partita: non appena avviata la missione, trovandomi tra i miei due compagni, mi lancio alla massima velocità verso il punto di contatto previsto con l'SSBN nemico e dopo una mezz'oretta arrivo a destinazione.

 

Inizio subito la ricerca con il trainato, rilevo e risolvo il Borey, ma lo perdo... lo riaggancio, posizione motlo simile alla precedente, ma stranamentre il filtro del sonar mi risolve una serie di SSBN tra i quali non compare il Borey: mah, sarà qualche stranezza di DW concludo, e riprendo la caccia sul contatto ripreso, passandolo anche ai miei compagni.

 

fonta mi conferma il rilevamento, mentre Djmitri rimane indietro in copertura a causa della distanza che lo separava dal contatto ostile.

 

La partita è continuata in quato modo per circa 2 ore, con continui lanci contro il nemico e relativi ritorni in snapshot, fino a quando sia Stefano74 dall'alto del P-3 sia Djmitri ci informano che il nostro bersaglio era un Ice Breaker, non il Borey.

 

Come ha anticipato fonta, a questo punto sentirsi un pirla è stata la sensazione migliore che mi ha colto, il resto è meglio lasciarlo perdere: anch'io dovrei tornare a fare un po' di esercizio con il sonar... :s68:

 

Per il resto bella serata, come sempre, e fantastica compagnia: alla prossima! :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Partita piacevole, a livello personale praticamente ho fatto da spettatore :D siamo partiti in formazione io ero all'estremo nord di essa, gli ingaggi e le rilevazioni sono state fatte tutte a sud. Ho lavorato praticamente al 99% di Sonar markando la rompighiacci. Nelle ultime fasi ho virato vero sud intercettando un Seawolf che, secondo le mie rilevazioni, cavalcava il layer, quindi dovevo salire e scendere per aggiornare il TMA in maniera decente. Dà lì ho sparato 3 siluri ma la distanza del rilevamento era errata e si sono spenti alcune miglia prima. Riguardando il replay, lo stesso mi ha confermato che praticamente sono rimasto fuori dalla zona d'ingaggio per tutto il tempo :D

 

Almeno ho avuto modo di prendere mano con il RA ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,652
    • Total Posts
      518,022
×