Vai al contenuto
Varo5

M/n Victoria

Messaggi raccomandati

victoriacopertina.jpg

 

 

Titolo: VICTORIA - Un capolavoro di Trieste

Autore: VALENTI Paolo. Email: info@vecchiatrieste.it

Casa editrice: edizioni Luglio - Trieste

Anno di edizione: 2009

Pagine: 150; 300 tra foto e disegni

Copertina: flessibile lucida

Pagine in carta patinata per foto

Dimensioni: 29 x 20

prezzo di copertina: euro 23

Reperibilità nomale a Trieste con sconto 15 %

 

Il volume dedicato alla celeberrima "Victoria", la motonave più veloce che sia stata costruita, 23 nodi, occupa solo una parte del volume da pagina 71 a pagina 138. Il resto narra la storia del Lloyd triestino e le linee da questo trafficate, dalla fine della prima guerra mondiale fino alla scomparsa delle navi passeggeri.

Il volume passa in rivista tutte le navi passeggeri che si sono alternate nei viaggi mediterranei e per l'India. Le navi del Lloyd Austriaco che diventando triestino portò all'Italia la sua numerosa flotta commerciale.

 

Si inizia dal "Pilsna" e "Cracovia" che mantennero nomi e rotte che avevano prima della prima guerra mondiale con le sostituzioni generazionali il "Helouan" e "Wien" diventato Vienna e il "Helouan" rimasto tale perché ricordava una località egiziana. Poi la storia delle navi che seguirono fino alla "Victoria". Fatto del tutto sconosciuto che a Pola con la "Viribus Unitis", Paolucci e Rossetti affondarono anche il "Wien", gemello del Helouan. In seguito recuperato e rimesso a nuovo.

Il volume ricorda gli impegni bellici di queste navi con i relativi affondamenti ed altre in funzione di navi ospedale.

Dopo la fine del conflitto, il traffico marittimo è attuato da altre navi sopravvissute alle operazioni militari ed hanno attuato il traffico post bellico fino all'esaurimento dovuto alle linee aeree.

Moltissime foto che illustrano queste navi che popolavano le linee minori tra le quali la "Victoria" seconda, periodo che io ho lavorato, prima di passare alle navi militari ed ai sottomarini.

 

Tante foto di tutte le navi che hanno popolato un periodo di 60 anni prima di scomparire, ma degno di tanta gloria storica.

Il grande pregio di questo volume dedicato alla prima "Victoria", ampiamente illustrata e fotografata,vengono esaminate una per una tutte le navi passeggeri di questa fiorente epoca, con un curriculum dall'impostazione fino al loro inevitabile destino presso i cantieri di demolizione.

 

Vi posto alcune il cui nome è ancora molto conosciuto, almeno dalle persone anziane.

 

 

Il "Helouan"

 

helouan.png

 

 

L' "Ausonia" che finì in fiamme ad Alessandria d'Egitto.

 

ausonia.png

 

 

Il tragico "Conte Rosso" che affondando per siluramento portò con se oltre mille duecento vittime.

 

conterosso.png

 

 

La regina di tutte le motonavi: La "Victoria" costruita a Trieste assieme al "Conte di Savoia"

 

victoria2a.jpg

 

 

La seconda "Victoria" con la gemella "Asia" dovevano essere le eredi sulle rotte per l'India.

 

victoriaseconda001.png

 

 

Il sogno durò poco per la concorrenza aerea che eliminò le linee passeggeri. Le due navi furono vendute per un impiego diverso.

La seconda "Victoria" è diventata "Anastasis" nave ospedale per il terzo mondo ed ebbe una vita lunghissima. L'"Asia" invece finì presto incendiata.

 

anastasis.png

 

Termino questa recensione con un disegno che illustra una parte del locale motori.

Gli amatori troveranno in questo volume molti altri disegni per capire come era fatta la prima "Victoria".

 

sezionivic.png

 

 

Varo5

Modificato da Varo5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

NON SPAVENTATEVI!!!! Sto per mandare una foto della M/N Victoria che non vorrei vi turbasse!!!!

 

1zr27ep.jpg

 

Devo dire che avevo accarezzato l' idea di usare questa foto per il quiz sui luoghi... :rolleyes: .ma sarebbe stato bieco, blasfemo e traditore.... :biggrin:

Ma quant' erano bbbbbeeelllee ' ste navi ,.....una volta.... :blush:

Vabbuo'. Le foto le ho prese dalla Storia d' Italia , Annali, L' immagine fotografica, Einaudi.

 

 

j5ceu9.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

da base artica, marco

 

tempi passati.

 

quando le navi avevano la grazia e la forma cui l occhio aveva

sempre da compiacersi e il viaggiare per taluni era segno di stile.

 

bel libro bisogna che lo abbia pure io.

saluti marco

Modificato da bussolino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gran bel libro,ben fatto e piacevole tanto che ho deciso di affiancarli gli altri libri di quella collana ovvero:"I Quattro Conti" e "Il Conte di Savoia" ed è attualmente in arrivo,nella mia libreria,quello che tratta delle Mn Saturnia,Vulcania,Neptunia e Oceania

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×