Jump to content
Sign in to follow this  
Alagi

Le Grandi Battaglie Del Risorgimento

Recommended Posts

Titolo: LE GRANDI BATTAGLIE DEL RISORGIMENTO

Autore: M. Scardigli

Editore: Rizzoli-BUR, Milano

Anno:2010

Pagine: 460

Dimensioni: cm 15 x 20 - 26 cartine in b/n, brossura

Prezzo: Euro 12,50

reperibilità: facilissima

 

battaglie.jpg

 

Tra le numerose opere date alle stampe in occasione del 150° anniversario dell'Unità nazionale, questo bel volume di Marco Scardigli è espressamente dedicato alle vicende militari del Risorgimento, un aspetto spesso - se non sottovalutato - per lo meno fatto passare in secondo piano dall'analisi e dalla descrizione di elementi di volta in volta politici, ideologici, economici quando non meramente collegabili ad una semplice e volenterosa (ma giocoforza superficiale) agiografia "di maniera".

Mancava quindi un vero e proprio "companion" che - esulando da esami estremamente approfonditi, ma proprio per questo di difficile digeribilità - conducesse i lettori attraverso i campi di battaglia di tutta la penisola, in una disamina al tempo stesso completa, concisa, brillante nell'esposizione e mai banale nei giudizi e nelle conclusioni.

La struttura del volume consente quindi di suddividere in nove specifici momenti l'evoluzione bellica del Risorgimento italiano: dalla campagna di Murat del 1815 (nel corso della quale, per la prima volta, le vicende militari ebbero embrionali dignità e valenza "nazionali"), sino al settembre 1870 quando - con la fine del potere temporale papale - il processo di unificazione poté dirsi completato a livello ideologico e culturale, demandando agli esiti del primo conflitto mondiale l'acquisizione di definitive contiguità e unità geografiche e territoriali.

Ognuna delle nove parti de Le grandi battaglie del Risorgimento è - a sua volta - suddivisa in brevi capitoli (più di cinquanta in totale), ognuno dei quali approfondisce nel dettaglio specifici fatti, battaglie e particolari di significativa rilevanza o interesse. Risulta inoltre molto indovinata, per ciascuno dei numerosi scontri delle tre guerre d'indipendenza, dei fatti rivoluzionari del 1848 e della spedizione dei "Mille", la scelta di inserire una serie di note di chiusura sul tema "il campo di battaglia oggi", con precisi riferimenti e commenti su quanto è ancora possibile rintracciare delle testimonianze "fisiche" di quegli eventi ormai lontani nel tempo, o su come l'incuria e la perdita di memoria storica abbiano portato ad una totale alienazione dell' "identità" risorgimentale di luoghi spesso noti e generalmente conosciuti.

Una particolare notazione va riservata alle ventisei cartine che accompagnano il testo: chiare e precise, consentono di visualizzare la posizione e i movimenti delle forze contrapposte e - molto opportunamente - sono inserite in corrispondenza del testo cui sono riferite. Il loro pregio principale risiede nella semplicità e nell'immediatezza: a differenza di cartine ben più complesse (ma per questo spesso incomprensibili) che corredano un gran numero di volumi storico-militari, non contengono dettagli e informazioni troppo dettagliate, consentendo una rapida visione "a volo d'uccello" del terreno di un particolare scontro e battaglia e demandando uno studio cartografico più approfondito a specifiche opere, peraltro indicate nella bibliografia.

Ed è proprio la bibliografia a costituire un ulteriore elemento di validità de Le grandi battaglie del Risorgimento: in dodici pagine sono elencate numerosissime opere a stampa che, dalla seconda metà dell'Ottocento ai giorni nostri, costituiscono un valido compendio della migliore pubblicistica italiana sull'argomento: probabilmente, peraltro, sarebbe risultata di interesse anche qualche indicazione bibliografica su eventuali testi esteri riferiti anch'essi alle vicende risorgimentali italiane.

Le note, opportunamente raccolte a fine testo, contengono importanti riferimenti bibliografici ed archivistici che stanno a testimoniare l'accurato lavoro di ricerca svolto dall'autore su fonti originali e di prima mano, nel cui ambito - a fianco di rapporti e relazioni ufficiali dell'epoca - spiccano anche numerosi memoriali, lettere e relazioni di personaggi poco conosciuti o semplicemente "minori", il cui apporto si rivela però di notevole importanza per la costruzione dell'intero impianto documentale del volume. Ben realizzato e sicuramente utile, infine, il completo indice dei nomi e dei luoghi che chiude il libro.

Le grandi battaglie del Risorgimento, anche in ragione dell'ottimo rapporto qualità/prezzo, è un'opera altamente raccomandabile che risulterà di sicuro interesse per tutti gli appassionati e i cultori degli aspetti militari della storia unitaria italiana e, in particolare, di uno dei suoi momenti di maggiore "ispirazione" e significato.

Edited by Alagi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un buon libro, che ho finito di leggere un paio di mesi fà.

 

Il punto di vista dell'autore è onesto ed equilibrato su diversi episodi alquanto controversi e dibattuti negli ultimi anni, ad esempio quello dello sgretolamento dell'esercito borbonico.

 

L'autore, per sua scelta, non affronta il brigantaggio. Argomento che richiederebbe probabilmente, a mio avviso, un volume a parte.

 

L'opera comunque non insidia (e non credo che l'autore aspirasse a ciò) il primato in materia di storia militare del risorgimento, detenuto dall'opera di Piero Pieri scritta negli anni Sessanta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,338
    • Total Posts
      511,017
×