Jump to content
Sign in to follow this  
Totiano

Noi Della Ciurma

Recommended Posts

Titolo: NOI DELLA CIURMA

Autore: Pietro Caporilli

Casa editrice: Mondadori

Anno di edizione: 1942

Pagine: 268

Dimensioni: 13x19,5

prezzo: ???

prezzo di mercato:30 euro

reperibilità: difficile

 

noidellaciurma.jpg

 

Sinossi: un libro letteralmente diviso in due parti dove l'autore narra, rispettivamente, delle sue avventure di Legiornario Fiumano e delle storie raccolte come corrispondente di guerra 20 anni dopo. Nelal prima parte parla in prima persona di quanto, in servizio quale marinaio fuochista nella R.Marina, raggiunge rocambolescamente Fiume e D'Annunzio vivendone in parte gli eeventi e subendono le conseguenze con la prigionia al primo rientro in Patria.

La seconda parte raccglie invece i sunti di diverse storie di guerra raccolte da corrispondente tra cui: due uscite in Mare del PierCapponi al Comando di Romei, i treni armati, il sequestro di un carico presunto contrabbando di armi, l'affondamento di un somemrgibili da parte della torpediniera schiaffino, il "furto" di cavi telegrafici subacquei da parte della nave posacavi Giasone, un'uscita con i dragamine nel qual spiega anche (molto bene) il funzionamente delle mine, una messa a bordo di un sommergibile e la strana storia dei "fulmini subacquei".

 

Commenti: scritto in piena guerra non puo che essere infarcito di retorica fascista in ogni atto, dal piu umile al piu fulgido. La prima parte, quella dedicata a Fiume, è raccontata come un romanzo, con avventure rocambolesche che sanno davvero di altri tempi, come il raggiungere la città dalmata sul tetto di un treno. Una volta espunti alcuni eccessi è però un bel resoconto del periodo di Fiume e dell'animo che regava nel'Italia di allora.

Nellaseconda parte entra un personaggio nuovo, forse perche narra più spesso per sentito dire colelgandolo alle esperienze che riesce a farsi nelle navigazioni concesse. Ne soo esempio le uscite in mare col Pier Capponi di Romei, dove in effettii non accade nulla ma riesce a descrivere l'ambiete di bordo che vede in quel momento e lo colega molto bene ai racconti di Romei e del suo 2° Stea sulle avventure vissute.

 

Se la prosa del ventennio non infastidisce è davvero un bel libro, molto scorrevole e a tratti decisamente avvincente, con alcune foto inedite piuttosto interessanti

 

NOTA: il libro appartiene alla "donazione Andrea di Salvo" per Betasom a cui, a breve, daremo ampio spazio per rendere onore a questo atto del primo Comandante della nostra Base Atlantica

Share this post


Link to post
Share on other sites

certo che si!

è un episodio in cui l'A vuole dare enfasi alla figura del comandante dove qualsiasi cosa egli dica assume il valore di signidficato assluto e biblico. nella fattispecie sono in navigazione con un posamine ed avvertono delle esplsozioni, il comandante sa di essere in un campo minato e probabilmente altri stanno effettuando qualche operazione di sminamento. ma il comandante afferma che "siete un equipaggio di montanari, questi sono fulmini subacquei" e passa la palla all'allibito 2° dicendogli che, visto che è anche ingegnere, potra spiegare i dettagli all'equipaggio. poco dopo avvertono le catene delle mine strisciare sullo scafo e il comandante aumenta la dose " ve l'ho detto che siete un equipaggio di montanari, non avete rizzato bene le draglie della radio". il Caporilli non specifica se l'equipaggio ha bevuto l'innocente bugia, però se "l''ha detto il comandante" non puo che essere pura verità...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,655
    • Total Posts
      518,066
×