Jump to content
Sign in to follow this  
de domenico

Il Quinto Libro Di Mark Goldberg

Recommended Posts

Titolo: American Merchant Marine History Series, volume V. The "Stately President" Liners. American Passenger Liners of the Interwar Years, Part I - The "502"s.

Autore: Mark H. Goldberg

Editore: American Merchant Marine Museum

Anno: 1996

Pagine: 676

Prezzo: sul mercato dell’usato

 

dic0011.jpg

 

Avevo promesso questa recensione a Valeria, ma poi sono stato distratto da altri interessi: le chiedo scusa se non ho fatto in tempo prima del suo nuovo viaggio africano.

 

Si tratta del quinto e purtroppo ultimo volume della serie di Mark Goldberg, su cui come si ricorderà ho speso tutti i superlativi di cui ero capace. L'autore ne aveva in preparazione almeno altri tre, sulle navi da passeggeri del tipo “535”, sulle navi tedesche sequestrate dagli Stati Uniti nell’aprile 1917 e sulle navi da carico dette HARRIMANS: ma questi tre ulteriori volumi non hanno visto la luce, a quanto ne so. Non sono in catalogo da nessuna parte.

 

Questo quinto volume, 670 pagine dedicate solo a sette navi, credo rappresenti un apice difficilmente raggiungibile per qualunque altro autore del ramo. Queste navi così dette della classe “502” (riferimento alla lunghezza in piedi) dello USSB (US Shipping Board), erano originariamente 13, Emergency Fleet Corporation design number 1095, poi ridotte a 7 con la fine della Prima Guerra Mondiale. Il loro progetto è figlio di molti padri, uno dei quali piuttosto noto: William F. Gibbs (qualcuno si ricorderà di Gibbs & Cox).

 

Furono un notevole successo commerciale nell’utilizzo che ne fece negli anni ’20 e ’30 la Dollar Steamship Line, e in qualche modo sono il contrassegno di un’epoca, il cui sapore rimane nei numerosi documenti, tariffe, menù, smoking rooms, sport sul ponte, rappresentate nelle immagini del libro.

 

Il bello di questo autore, come credo di aver già detto, è che non accetta approssimativismi né scorciatoie: la ricostruzione di una storia di una nave o è completa o non è. Ma non voglio ricominciare con i superlativi.

 

Una di queste navi, la PRESIDENT HARRISON, è entrata nella storia perché venne catturata dai giapponesi. Il 7 dicembre 1941 si trovava al largo di Shanghai diretta da Manila a Tsingtao, nella Cina settentrionale, da dove si dovevano evacuare i presidi dei consolati americani di Pechino e di Tientsin. Senza scorta e disarmata, la nave venne intercettata da aerei e navi giapponesi e portata ad incagliarsi su una delle numerose isolette vicino all’estuario del Fiume Azzurro (Yang Tse-Kiang), con 155 membri dell’equipaggio a bordo.

 

I giapponesi la recuperarono e la misero in servizio come trasporto truppe: naturalmente fu affondata da un sommergibile americano, PAMPANITO, nel settembre 1944 nel Mar Cinese Meridionale sotto il nome KACHIDOKI MARU, con a bordo 900 prigionieri di guerra britannici provenienti dalla Birmania, dove avevano costruito la ferrovia illustrata nel famoso film “Il ponte sul fiume Kwai”. Quattro sommergibili americani riuscirono, in uno sforzo concertato, a recuperare 159 superstiti, altri 520 vennero salvati dalle navi giapponesi.

 

Altre navi della serie “502” servirono come navi ospedale e come navi trasporto sia per l’Esercito che per la Marina degli Stati Uniti, prestando numerosi servizi per tutto l’arco della guerra. Una tra loro, la PRESIDENT TAYLOR, sotto contratto per l’U.S. Army, finì ignominiosamente incagliata nel febbraio 1942 sull’isola di Canton, un atollo nell’Arcipelago delle Phoenix (Fenice), durante una missione di trasporto truppe verso le Filippine.

 

Navi non particolarmente belle, come un po’ tutte le costruzioni navali americane della Prima Guerra Mondiale, ma estremamente confortevoli e abbastanza efficienti.

 

scansione0013b.jpg

scansione0014.jpg

scansione0015.jpg

scansione0016rb.jpg

scansione0017g.jpg

scansione0018x.jpg

scansione0021o.jpg

scansione00021b.jpg

scansione0100.jpg

scansione0098.jpg

Edited by de domenico

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,531
    • Total Posts
      516,325
×