Jump to content
Sign in to follow this  
Lefa

212

Recommended Posts

Doveroso un update dopo la visita al Muggiano.

Le creature crescono, il VENUTI è quasi completo mentre il ROMEI è più indietro, nelle slides di presentazione che ha proiettato il C.te Galeandro c'erano le date:

 

S528 PIETRO VENUTI

 

impostazione: Agosto 2009

varo contrattuale: Settembre 2014

consegna contrattuale: Novembre 2015

 

S529 ROMEO ROMEI

 

impostazione: Luglio 2010

varo contrattuale: Giugno 2015

consegna contrattuale: Settembre 2016

 

Si ribadivano inoltre le differenze fra la prima e la seconda batch italiana, con (per quanto mi riguarda) qualche novità:

 

Comunicazioni: da UHF SATCOM Link 11 a SHF+UHF STACOM Link 11_16 Sat (JREAP-C) 22

Armamento: da A.184 Mod.3 a NSP

Periscopi: da Sero 14+15 a Sero400 + OMS100

SONAR: da DBQS-40 a CSU 90-138

Sistema comando: da BCWCS MSI-90I a BCWCS MSI-90U Mk2 con cartografia WECDIS integrata

Combustibile: +50%

 

Sull'armamento: recentemente il sommergibile SCIRE' ha effettuato il primo lancio del Nuovo Siluro Pesante con una centrale di guida non integrata, la seconda serie nascerà con l'integrazione.

Sui SONAR: non è solo la linea laterale ad essere sostituita ma tutti i sensori, si segnala un incremento relativamente significativo delle prestazioni.

Combustibile: per aumentare ulteriormente l'autonomia la seconda serie avrà il 50% di combustibile in più, le nuove casse carburante sono state ricavate dagli spazi dedicati alle casse compenso mine.

 

Il TODARO è ai lavori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito di link 22 segnalo che, attualmente, a quanto ne sappia, siamo l'unica marina, oltre alla U.S.N., ad avere questa capacità; per il momento su Cavour, DDG Cl. De La Penne e FREMM, tra breve anche su Cl. Doria e U212 seconda serie.

C.

Edited by chimera

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sento un po' ignorante ma... che sistemi sono i LINK 11, LINK 11_16 e LINK 22?

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito di link 22 segnalo che, attualmente, a quanto ne sappia, siamo l'unica marina, oltre alla U.S.N., ad avere questa capacità; per il momento su Cavour, DDG Cl. De La Penne e FREMM, tra breve anche su Cl. Doria e U212 seconda serie.

C.

 

Nel programma ci sono Italia, Francia, Spagna, Germania, UK, US e Canada, solo noi e gli americani ci siamo attrezzati?

 

Mi sento un po' ignorante ma... che sistemi sono i LINK 11, LINK 11_16 e LINK 22?

 

Hai presente i link di DW, dove diverse piattaforme (mare, terra, aria) creano una rete e condividono le proprie informazioni? Quelli.

Sono sistemi radio digitali di comunicazione e condivisione sicura a lungo raggio, il link 11 dovrebbe essere il vecchio standard mentre il 22 è l’evoluzione, il 16 dovrebbe essere complementare ed orientato alle piattaforme aeree ma lascio la parola a chi ci ha smanettato in quanto non è proprio il mio pezzo, se vuoi approfondire: http://www.link22.org/uploads/7/9/3/2/7932022/ng_278-a007-link_22_guidebook_overview_ed4_2.pdf

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggo, su altro forum, una notizia che mi lascia basito:

 

"Sulle costruzioni più recenti (si parla di FREMM), la consistenza degli equipaggi inferiore rispetto al passato obbliga a delegare diverse manutenzioni ad appositi gruppi di supporto a terra i quali, in caso di missioni fuori area, dovranno essere inviati presso qualche porto in loco; una pratica che, se consente di mantenere un' alta efficienza operativa, vincola però maggiormente le unità alle basi, a meno di disporre di navi logistiche. Quindi, visto anche il rischio di un eccessivo logorio degli uomini in navigazione, mi chiedo quanto sia alla fine realmente utile avere equipaggi ridotti all' osso.

Per ovviare a quest' ultimo problema, gli U 212 italiani, a fronte di 27 uomini imbarcati normalmente e di 34 come capacità massima dei battelli, hanno un organico di 40 persone, più la squadra di terra"

 

I tedeschi navigano con 27 operatori, noi con 40 ? Ma come ci stanno, se la capacità massima è di 34 ??

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi linkeresti in privato la discussione di cui parli? Non mi risulta sia esattamente cosi e, per contro, i tedeschi hanno come noi una squadra a terra. Proprio agli inizi della collaborazione si decise di fare tutto "a fotocopia" uno dell'altro (per quanto possibile), dalla gestione dei pezzi di ricambio alla logistica del personale e delle manutenzioni...

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi linkeresti in privato la discussione di cui parli? Non mi risulta sia esattamente cosi e, per contro, i tedeschi hanno come noi una squadra a terra. Proprio agli inizi della collaborazione si decise di fare tutto "a fotocopia" uno dell'altro (per quanto possibile), dalla gestione dei pezzi di ricambio alla logistica del personale e delle manutenzioni...

Possiamo condividerlo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quelli interessati alla propulsione AIP della classe "Todaro" ecco spiegato il sistema e rifornimento dei gas su un U212A italiano

 

http://www.slideshare.net/WEC_Italia/cf-giovanni-torre-stato-maggiore-marina-militare-reparto-sommergibili-capo-terzo-ufficio

 

slide da salvare... :wink:

 

magico_8°/88

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, davvero ottima! I Sauro ormai cominciano ad accurare l'età, non dimentichiamoci che Pelosi e Primi sono del 1988/90, ovvero la fine dei 30 anni di prevista vita operativa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero una buona notizia !

CONCORDO! Però adesso, sempre in collaborazione coi Tedeschi, cominciamo a guardare oltre: ad un sottomarino lanciamissili da crociera...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le voci di corridoio dicono che esiste già, un prototipo per Israeleallungato di qualche metro a proravia della vela (tipo un Typhoon).

Io, però, avrei un piccolo monito: è ora di pensare alla prossima generazione o rischiamo di rifare la storia Sauro IV serie/S90.

Invece di un 212 migliorato, il cui progetto originale risale agli anni 90, non dimentichiamolo, un nuovo battello che sia più performante e in grado di reggere la tecnologia Russa e Cinese (che a breve sarà la migliore, temo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per israele temo che l'allungato sia la seconda versione dei Dolphin, ovvero i TANIN. Che però hanno l'AIP derivato dai 212, ma sono sottomarini, temo, più grandi ma meno sofisticati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,405
    • Total Posts
      513,096
×