Jump to content
Sign in to follow this  
Red

70 Anni Fa:il "rainbow" Affondato Dal "toti"

Recommended Posts

13-10-2010-

 

Giorno 15 ottobre di quest'anno ricorre il 70° anniversario

dell'affondamento del sommergibile inglese "Rainbow " da parte del

nostro "Toti".

Riportando quest'articolo tratto da "LE VIE DEL MARE " del luglio 1957-n°7,

intendo rievocare quell'episodio, onorando così i Marinai italiani

ed inglesi che si batterono con coraggio.

Onoriamoli tutti,sia quelli che sopravvissero sia quelli che caddero nell'adempimeto

del proprio dovere;amici e nemici !!!

 

RED

 

IL SOMMERGIBILE "RAINBOW" AFFONDATO DAL " TOTI "

 

Nella notte fra il 14 ed il 15 ottobre 1940 il sommergibile Toti,al comando del capitano di corvetta Bandino Bandini,

rientrava alla sua base i Brindisi dopo aver effettuato una missione di guerra,quando avvistò un'ombra,quasi nero

sul nero,al suo traverso a sinistra.

A circa mille metri di distanza;alle ore 1,10 del 15 ottobre;nel centro del Mar Jonio,50 miglia a sud di Capo Colonne.

Il Toti era uno dei primi sommergibili italiani di tipo oceanico,costruiti fra le due guerre,e nel 1940 non era più nel

pieno della sua efficienza bellica (i 4 battelli di quel tipo-Balilla-Millelire-Sciesa-Toti-effettuarono solo pochissimi mis-

sioni di guerra,poi alcuni vennero trasferiti alla scuola sommergibili e successivamente trasformati in bettoline nafta)

però,nel momento in cui avvistò l'ombra sospetta nella notte sul 15 ottobre,seppe dimostrare che l'efficienza d'una

unità da guerra non risiede unicamente nella potenza delle sue armi o,nel caso di un sommergibile,nella rapidità con cui prende l'immersione,ma è rappresentata in gran parte dalla statura morale degli uomini che l'unità da guerra

equipaggiano e comandano.

Il Toti avvistò, dunque,un'ombra sospetta mentre di notte navigava a galla e quasi subito realizzò trattarsi di un sommergibile avversario che doveva aver visto l'italiano già da qualche istante poichè si presentava con la prora

puntata contro il fianco del Toti,come di chi si prepari a speronare o,probabilmente,a lanciar siluri dai tubi di prora.

Il battello inglese ere il Rainbow e sarebbe bastato nel Toti un attimo d'indecisione o di perplessità per essere colpito

e colato a picco irrimediabilmente,ma Bandini intuì,più che non vedesse,con chi aveva a che fare e contromanovrò

fulmineamente.Accostò sul'avversario col proposito di mettere prora contro prora per offrire al nemici il minor ber-

saglio possibile e mettere contemporaneamente in campo tutte le armi di cui disponeva: accostò e,durante l'acco-

stata,vide un siluro passargli qualche metro di poppa,schivato per miracolo.

Mancato il bersaglio coi siluri,il Raimbow apre il fuoco col cannone e colpisce il battello italiano una due volte,in maniera non letale però;il Toti risponde sul momento con le mitragliere da 13,2 prontamente armate,e con i fucili

mitragliatori.Nella sua contromanovra Bandini è passato di prora al Rainbow;ora è quest'ultimo che defila sotto la

poppa del Toti assumendo rotta parallela all'italiano a distanza tanto serrata che le due unità sembra vogliano abbordarsi.Il combattimento è fatto di colpi di cannone,di raffiche di mitragliera,di lanci di siluri,ma è fatto soprattutto

di manovre sottili come un ricamo : i due sommergibili s'avvolgono l'un l'altro,agili come fioretti sulla pedana d'una sala di scherma.

Il Toti è peraltro ancora in condizioni d'inferiorità giacchè non è ancora riuscito ad armare il suo cannone,un grosso cannone da 120 postato a proravia della torretta.L'armamento era tutto all'interno del battello, pronto alla rapida immersione,ed è occorso qualche secondo,la frazione di un minuto,prima che i cannonieri ed i serventi raggiunges-

sero il proprio posto.Quando poi finalmente il cannone è armato,caricato,puntato,il colpo non parte.

L'elettricista Nicola Stagi,di Bari,uno dei serventi del pezzo,ripete allora il gesto del bersagliere Enrico Toti:si toglie

d'impeto una scarpa e la scaraventa sul sommergibile avversario che,nella notte,sembra forse anche più vicino di

quanto realmente non sia.Nel gesto dello Stagi c'è rabbia,c'è ira contro il nemico,c'è la disperazione di chi ha fra le

mani un'arma possente e,in un momento critico,non riesce a farla funzionare.

Continua intanto il fuoco serrato delle mitraglie italiane che battono la torretta ed il cannone dell'avversario e certo

falcidiano gli inglesi perchè dal Toti si percepiscono urla clamorose di dolore.Il Rainbow accelera l'andatura,sopravanza la nostra unità,sgombra il ponte di coperta,inizia la rapida immersione.Non ha avuto la prontezza di speronare quando forse avrebbe potuto,non ha impiegato le mitragliatrici,non ha saputo colpire col siluro,

non ha causato danni essenziali col cannone:ora non gli resta che tentare di sottrarsi al combattimento con la rapida

immersione.Ma ormai è troppo tardi.Mentre è ancora in affioramento,ed è forse un cento metri più avanti dell'italiano,

il cannone del Toti si decide a far partire il suo primo colpo.Un colpo ben assestato centra l'avversario in pieno nello

scafo resistente,ma non lo ferma.Bandini allora gli lancia contro un siluro di prora e gli spara addosso un secondo colpo

da 120.E' quanto basta.Il Rainbow esce fuori d'acqua quasi verticalmente,poi sprofonda di colpo mentre la superficie del mare gorgoglia,si gonfia d'aria,avvampa di sinistri bagliori rossastri.Il Toti spara un terzo colpo di cannone e lancia

un'altro siluro regolato a nove metri di profondità nella zona in cui l'avversario è scomparso,quindi si trattiene lì ancora qualche tempo pronto a raccogliere i naufraghi.

L'affondamento del Rainbow è stato ufficialmente ammesso dall'Ammiragliato britannico che ha dato perduto il sommergibile in lat.38°37 N.;long.17°37 E.

 

Alc.

 

toti.jpg

 

Uploaded with ImageShack.us

Edited by Red

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Gianni.

credo occorra una precisazione, pero. in tempi recenti è stato possibile chiarire che non era il HMS Rainbow il battello affondato dal Toti, ma il HMS Triad.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Totiano per questa precisazione !!!

Infatti il "Rainbow " sembra che fu affondato per speronamento

da parte del piroscafo Antonietta Costa il giorno 4 ottobre dello stesso

anno !

Allora si credeva affondato dal Toti ed il titolo dell'articolo fu quello !

 

Un saluto

 

RED

 

P.S.: Grazie...........

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora l'Antonietta Costa pensò bene di farmi un regalino di compleanno con qualche "annetto" di anticipo

chiaramente si scherza a bordo di tutti i battelli ci sono esseri umani ed è sempre una cosa orrenda finire in fondo al mare con poche speranze di uscirne vivi

in tanti non sono tornati tante giovani vite sono state stroncate sempre

Onore ai Caduti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,426
    • Total Posts
      513,487
×