Vai al contenuto
BUFFOLUTO

Il Recupero Della Corazzata Da Vinci

Messaggi raccomandati

Alcuni mesi fa sono venuto in possesso di una documentazione di rilevanza storica eccezionale,

in quanto costituisce una rassegna fotografica del recupero della corazzata Leonardo da Vinci,

realizzata nel 2009 in occasione del 120° Anniversario dell’Arsenale di Taranto.

 

 

Considerando l’importanza storica dell’avvenimento e dell’interesse che suscita in molti di noi,

ho deciso di dedicare una discussione sull’argomento con la presentazione di 19 immagini commentate.

 

 

Tutte le foto sono tratte da:

 

La corazzata capovolta “Il recupero della Leonardo da Vinci” racconto fotografico

 

Arsenale Militare Marittimo Taranto

 

Stampato nel mese di settembre 2009 presso gli Stabilimenti della Stampasud SpA – Mottola (TA)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mkgd51.jpg

pag019_2

10 ottobre 1917. Il pontone G.A. 111, adibito al posizionamento dei cavi elettrici sotto mare e al trasporto del personale.

(Sullo sfondo a sinistra, la Nave Reale Trinacria).

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2yzcyty.jpg

pag023_2

24 novembre 1917. Ormeggiato presso il relitto della nave, il pontone G.A.4

venne adibito ad alloggio del personale dell’Arsenale destinato al recupero.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

t9i0y1.jpg

pag029_1

23 gennaio 1918. Il pontone G.A. 102 (sulla destra), che venne utilizzato come cucina

galleggiante per il personale destinato al recupero.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2zobseb.jpg

pag036_2

14 luglio 1918. Fase del recupero del munizionamento dislocato a poppa, con l’ausilio del pontone G.A. 314.

A fine impresa si recuperarono complessivamente, tra i vari depositi, circa 700 t. di munizioni intatte.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

23hx2f9.jpg

pag041_2

Luglio 1918. Alcuni pontoni utilizzati per il recupero della nave: G.A. 113, G.A. 112 e G.A. 36.

(Sullo sfondo a destra la Regia Nave Vittorio Emanuele).

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

30hwy7d.jpg

pag046_1

Marzo 1919. I cilindri stabilizzatori avevano: un diametro di 5 m., lunghezza rispettivamente di 20 m.

il tipo San Giorgio e di 22 m. gli altri ed una spinta netta, quando sommersi, di 330 e 360 t. ciascuno.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1zvaf89.jpg

pag047_2

4 giugno 1919. L’aggiogamento dei cilindri consisteva nell’adoperare, sui due lati dello scafo,

lunghi penzoli passanti sotto la nave e collegati tra loro in prossimità della chiglia.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

21d1p48.jpg

pag071_2

17 settembre 1919. Il “Convoglio” verrà rimorchiato per circa 2,5 chilometri

sino all’imbocco del nuovo bacino dell’Arsenale.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vzzsc4.jpg

pag073_2

17 settembre 1919. L’arrivo della nave davanti al bacino, in ora tarda,

fece rimandare l’immissione al giorno successivo.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2myvkly.jpg

pag088_1

22 gennaio 1921. La nave, con goniometro sul timone, finalmente è in uscita dal bacino.

Il raddrizzamento della nave, previsto per il 22 gennaio, verrà spostato al 24.

La nave sarà rimorchiata in un determinato punto del Mar Piccolo, predisposto per l’operazione di raddrizzamento.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

256y80j.jpg

pag089_1

24 gennaio 1921. Dalla notte del 23, elettropompe azionate dall’energia fornita dai sottomarini

N.1 e N. 5 (quest’ultimo appena varato dai cantieri Tosi di Taranto), introdussero 2.900 t. di acqua

nei doppi e tripli fondi simmetrici della nave, per innalzarne il centro di gravità.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aoqlvl.jpg

pag089_2

24 gennaio 1921. Il raddrizzamento procedette pompando a distanza,

ulteriore acqua negli ultimi compartimenti.

Imbarcate 850 t. di acqua, la nave raggiunse un’inclinazione trasversale di 45°,

accentuando lo sbandamento e il successivo raddrizzamento.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

359fuid.jpg

pag092_2

24 gennaio 1921. Il raddrizzamento avvenne a circa 1300 m. dal bacino, in un luogo

appositivamente dragato, realizzando una conca di 200x50 metri sul fondo, a quota -20 m.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

npgkdu.jpg

pag093_1

Gennaio 1921. Tavola illustrata, esplicativa delle esecuzioni dei lavori relativi al recupero

delle torri da 305 mm. della Regia Nave. Fu ideato un galleggiante anulare (19 m.

di diametro esterno, 9 m. interno e 5 m. di altezza), capace di tenere inseriti,

nella cavità, gli impianti rispettivamente di 670 e 500 t. di peso.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

263k1z5.jpg

pag096_2

Gennaio 1921. Si avvia l’operazione di recupero delle torri trinate, posizionate sul fondo del Mar Piccolo,

con l’ausilio della nave di salvataggio Anteo.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e6aqkw.jpg

pag097_2

Febbraio 1921. Operai nel bacino dell’Arsenale presso una torre trinata

da 305 mm. della Leonardo da Vinci.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

35aov8x.jpg

Pag100_1

10 febbraio 1921. La Leonardo da Vinci a secco in bacino.

Posizionata nella maniera corretta e sprovvista delle sovrastrutture.

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quello che manca al sito di Betasom, destinato essenzialmente alla discussione, è una vetrina dove mettere in mostra belle fotografie di qualità.

 

Mi sono messo in testa un chiodo fisso se non di risolvere il problema, almeno quello di trovare un valido compromesso e sono arrivato alla conclusione che forse è possibile ottenerlo.

 

Ho realizzato questa discussione proprio allo scopo di provare se la soluzione adottata possa rispondere ai requisiti di qualità dell’immagine e velocità di presentazione delle foto;

 

sta a voi ora fare gli opportuni riscontri perché vorrei adottare, con gli opportuni miglioramenti che potreste proporre, la discussione riguardante la MMI del periodo 1961-1970, che ho recentemente iniziato ma ho per questi motivi interrotto.

 

Se l’esperimento di questa discussione risulterà valido mi sarà di aiuto per affrontare quelle prossime.

 

Poiché il test prevede che la discussione sia contenuta in una sola pagina pregherei Marco di spostare i post: 2 (Totiano), 3 (Corto Maltese) e 18 (Anteo) dalla pagina 1 alla pagina 2, in maniera di riservare quest’ultima per i commenti.

 

Sono d’accordo con Marco che questa discussione sia inserita nella biblioteca del Quadrato; in questo caso credo che sia opportuno realizzarla nella sua completezza e lo potrò fare solo a conclusione delle discussioni che ho in programma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
hai perfettamente ragione...

andiamo con ordine:

1. le foto mi si aprono alla stessa velocità delle altre discussioni, ma ho un pc e una connessione abbastanza veloci, non faccio testo.

2. purtroppo non posso spostare i post nella maniera che indichi, perchè sono vicolati all'orario di inserimento. posso cancellarli o metterli in altra discussione. per quanto mi riguarda i miei li ho gia cancellati

3. possiamo anche fare la semplice recensione in biblioteca, seguendo il format previsto, e poi linkarla a questa discussione: come preferisci!

 

Cancellami gli altri due post così tutta la discussione si sposta sulla prima pagina con tutto il carico delle immagini;

per ora lasciamo la discussione in questa sezione perché vorrei prendere agevolmente visione dei commenti;

in seguito la possiamo spostare nella biblioteca del Quadrato, ma come ho già detto la devo completare e le immagini le devo

inserire tutte in ordine cronologico, in maniera che leggendo le didascalie si possono percorrere tutte le fasi del recupero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Marcello, a me pare che ora il download sia molto veloce, molto meglio della prima pagina di "Navi Italiane 1951-1960".

 

 

Francesco in effetti è anche quello che ho constatato anch'io; però prendendo come riferimento solo la pagina 1

nelle "Navi Italiane 1951-1960" ho postato 175 foto con un carico totale di circa 44 MB; in questa prima pagina

ho postato solo 19 foto, certamente di migliore qualità, ma con un carico totale nettamente inferiore pari a 13,5 MB;

da questo iniziale esame dei risultati appare chiaro che distribuire la discussione su più pagine è una soluzione migliore;

aspettiamo comunque il parere di altri utenti, anche quelli che adottano collegamenti meno veloci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da "DOMENICA del CORRIERE" n° 40 - Ottobre 1919

 

domenicacorriere40ott19.jpg

 

"IL RECUPERO della CORAZZATA LEONARDO DA VINCI"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Splendida serie di immagini una bella e dettagliata sintesi del recupero di questa unità é contenuta nel volume "Elementi di Arte Navale" del Baistrocchi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:smiley19::smiley19::smiley19: Cose incredibili che emergono dalle profondità del forum. Impossibile da realizzarsi, ma meriterebbe un indice analitico !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:smiley19::smiley19::smiley19: Cose incredibili che emergono dalle profondità del forum. Impossibile da realizzarsi, ma meriterebbe un indice analitico !

Approvo in pieno!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come evidenziato qualche tempo fa in annuncio e newsletter stiamo tentando di organizzare il sito di Betasom, proprio per salvare queste chicche. Chiunque voglia dare una mano è più che benvenuto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×