Jump to content
Sign in to follow this  
sertore

Debriefing ~ Mission Intruders

Recommended Posts

Finalmente una partita in cui sono riuscito a divertirmi e sia Dangerous Waters sia la linea hanno tenuto per tutta la durata del gioco: dopo qualche settimana di passione quella di ieri sera è stata proprio una serata liberatoria! :s20:

 

Alla fine dell'altalena di partecipazioni e defezioni mi sono ritrovato sul P-3 con Subbuster_ITA, in una multistation da ricordi passati a cui non ero proprio più abituato e con la quale ho ritrovato gli antichi sapori del debuttante allo sbaraglio: dopo mesi di immersione mi ero scordato tantissimi dettagli del volo, figuratevi che nei primi minuti, ad ogni marcatura con l'ESM, mi aspettavo il raffinamento del contatto a seguito della TMA... che sul P-3 non esiste! :s68:

 

Per fortuna la presenza di Vito, veterano dei cieli al di sopra di ogni sospetto che mi ha condotto per mano dal primo all'ultimo minuto della missione, ha mitigato lo shock, trasformato la serata da incubo di ricordi mancati a festa del volo combinato.

 

Siamo partiti a qualche centinaio di miglia dal porto amico e dalla posizione dei nostri compagni, ed abbiamo iniziato un avvicinamento che è durato più di mezzora, alternando la ricerca radar a quella ESM, allarmati dal briefing della missione che annunciava la presenza di postazioni AAW multiple.

 

A circa 50nm dall'isola di destinazione, nel corso di una spazzata radar, Subbuster_ITA ha rilevato uno strano contatto ad una posizione a ovest della terraferma, in mezzo al mare: il bersaglio, supposto inizialmente un civile in navigazione solitaria, si è poi confermato essere un Oil-Rig armato a seguito della ricezione delle sue emissioni ESM.

 

Abbiamo quindi corretto la nostra rotta per identificare visivamente il contatto, richiedendo l'intervento del Los Angeles di R.Hunter per un attacco con i TLAM: dopo pochi minuti abbiamo avuto il contatto visivo, abbiamo confermato la posizione e passato le coordinate a Francesco per l'attacco.

 

Purtroppo tutti i missili lanciati sono stati abbattuti, per cui abbiamo consigliato il lancio verso le postazioni SAM di terra nel raggio di azione del sottomarino per bonificare la zona dalla copertura AAW nemica: putroppo anche il lancio di numerosi TLAM verso un solo bersaglio di terra è stato sorprendentemente annichilito dalla difesa antiaerea (si scoprirà in seguito la presenza di alcune navi civili armate con SAM che avevano contribuito all'interdizione dell'attività missilistica STRIKE delle nostre unità in zona).

 

A questo punto ci siamo convinti nell'attaccare direttamente la Oil-Rig, iniziando con gli AGM per conservare gli SLAM: il primo attack run è andato a buon fine solo per uno dei due missili che avevamo previsto di lanciare, ma stranamente il colpo è sembrato andare a vuoto.

 

Intensificando l'osservazione Vito si è accorto che la Oil-Rig non era sola, ma c'erano due Oil-Rig, molto vicine, ed il primo AGM vi era finito in mezzo!

 

Intanto perdevamo prima il Kilo di Kalinin per un CTD e poi Alex24 per l'impossibilità di pilotare il suo Los Angeles, che non rispondeva più ai comandi sembrando impazzito.

 

Sul P-3, con il tempo che ci sfuggiva, ci siamo decisi a mettere in campo gli SLAM: il primo lancio di 2 missili ha distrutto una delle due Oil-Rig e quindi, sulla scia dell'entusiasmo per il successo, ne abbiamo lanciati altri 2 verso la piattaforma superstite, che si è improvvisamente svegliata abbattendoli entrambi.

 

Altro lancio di 2 SLAM, difesa della Oil-Rig: uno abbattuto, l'altro a bersaglio, ma la piattaforma è risultata solo parzialmente danneggiata e noi avevamo finito i nostri missili... ci rimaneva solo un AGM.

 

Ci allineiamo, inquadriamo il bersaglio e missile fuori... passano i secondi, con il pericolo di essere fatti segno di SAM... piattaforma colpita e distrutta: finalmente l'area di mare dove R.Hunter era rimasto a fronteggiare l'Akula II ed il Lada rispettivamente di Drakken e Truffa era libera e potevamo intervenire.

 

Accensione del MAD, picchiata a quota di ricerca e, coordinandoci con Francesco, abbiamo iniziato la nostra opera: dopo il lancio di alcune DICASS sul bearing segnalatoci da R.Hunter sotto attacco, rileviamo sia l'Akula II che i suoi siluri in corsa verso il nostro compagno.

 

Predisponiamo le nostre armi ed iniziamo ad incrociare i rilevamenti, alla ricerca di un contatto MAD per un lancio: ma proprio nel momento in cui ci sembrava di aver trovato il nemico ci troviamo abbattuti, senza un minimo di segnale di missile lock o suono di avvertimento... perplessi ci interroghiamo su cosa sia successo. :s12:

 

Che sia stato Drakken? O Truffa? Ma senza missile lock è difficile... un civile armato? Ma no, quelli non sparano se non attaccati? Ma cosa è successo? :s14:

 

Dal replay ci accorgiamo di essere stati presi di mira da una postazione SAM sull'isola, che ci ha sparato da 15nm, colpendoci quando eravamo a 13nm: stellare! Mai visto una postazione antiaerea così efficiente! E sì che eravamo a 300feet sulla superficie alla minima velocità: ma come ha fatto ad inquadrarci?

 

Mistero! :s07:

 

Ci spostiamo su TS a fare compagnia al nostro compagno R.Hunter, rimasto solo contro due mastini come Drakken e Truffa, che lo stanno bersagliando con una moltitudine di siluri, sia tradizionali sia SUBROCs: lui si difende, evade, ricerca, rileva, traccia, contrattacca... una macchina da guerra perfetta!

 

Sapete come è finita? R.Hunter - Drakken/Truffa: 2 - 0... MITICO! :s20:

 

Il Commodoro è riuscito ad evadere tutto e, con una paziente opera di ricerca e guida dei suoi MK48 (micidiali!) ha inseguito e distrutto prima Marco e poi Umberto, presi a bersagliare le unità di alto tonnellaggio, e che forse hanno sottovalutato un po' il nemico, forti della loro superiorità numerica.

 

Bello, bello, bello! E grandissimi tutti, anche se uno solo alla fine ha portato a casa una serata trionfale: R.Hunter.

 

Ringrazio tutti per la serata veramente riuscita, in particolare Vito per la pazienza con cui mi ha affiancato e guidato, ripromettendomi di ripetere sicuramente l'esperienza: alla prossima! :s02:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Proviamo a fare il debriefing di soli 48 minuti di partita.

 

Alla partenza decidiamo di andare a quota radio a scambiarci i link, il Sam che ho vicino mi fa vedere anche tutto quello che naviga in superficie pertanto mi trovo gia a sapere cosa mi trovo intorno e cosa mi aspetterà più avanti.

 

Decido di fare una rotta sottocosta ad una velocita di approssimativa di 9 nodi per una ventina di minuti e poi avvicinarmi silenziosamente.

 

Preso possesso della sala sonar inizio a marcare i 3 contatti che mi ritrovo, uno si scoprira essere una oil ring, un'altra sara una car carrier, ed il trezo contatto rimarrà solo un sospetto perche me lo ritrovo solo sul narrorband ed avendo una sola linea di frequenza non so di cosa si potesse trattare.

 

Intanto difronte a me sento una moltitudinne di missili partire, cosi prese tutte le cautele decidiamo io e Truffa di attaccare lanciando sul baering sengalato.

 

Mi avvicino ancora un pò, vado a quota radio per riceve i nuovi link da parte del Sam, che ora mi da anche un aereo che gira ancora intorno alle oil ring, controllo con l'HF e mi trovo la car carrier difronte a me che opportunamente controllo anche con periscopio ed infine vado a marcare tutti i contatti con l'ESM, neanche il tempo di poter rimarcare l'iowa che mi arriva la segnalazione del crash.

 

Ringrazio tutti per la compagnia visto che mi hanno dovuto sopportare per un po in ts. :s20:

Unica cosa strana è che Alex e Hunter sono stati segnalati della mia disconnessione solo dopo 10 minuti dal mio crash, che qualcuno abbia preso il mio posto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero una bella serata, e non solo perchè ho tirato fuori una performance di quelle da incorniciare, ma soprattutto perchè ho iniziato a prendere un po' di confidenza con questa nuova RA. Ma andiamo con ordine.

 

Dopo un rapido confronto con Alex24, a bordo del Greeneville, ci dirigiamo lui verso la sezione nord del porto e io verso quella sud, con l'idea di uscire quache miglio al largo e poi metterci in ascolto.

Non passa molto tempo che entrambi rileviamo un jilo a nord in posizione sottocosta. Siccome io nel frattempo ricevo una richiesta di aiuto dal P3c per abbattere una oil rig, lascio il Kilo ad Alex. Purtroppo appena lui inizia l'attacco, il Greeneville va in pallone: tutti i sistemi sono fuori uso!!! Nel frattempo Kalinin crasha, ma non sappiamo dove si trovi . Non è che a m le cose vadano tanto meglio: 12 TLAM lanciati contro la oil rig e una postazione SAM sono stati distrutti uno ad uno a poche miglia dal punto di lancio, il sonar è una totale confusione di contatti, l'aria compressa è al 50 % e devo approfittare del momento di relativa calma per ricaricare, per non trovarmi poi ad averne bisogno. Mentre sono lì a ricaricare, decido comunque di supportare Alex e sparo un MK48 contro il kilo a nord, facendo attenzione a non beccare il mio compagno. Il kilo viene colpito e affondato, ma scopriamo essere quello di Kalinin! Vabbè... Dopo poco per Alex la situazione di ingovernabilità del mezzo si fa così pesante da costringerlo all'abbandono. Nel frattempo inizia la sagra dei TIW. Ne sento di tutti i tipi, missili, siluri...di tutto. Per fortuna arriva anche il TIW "buono", ovvero in direzione di un probabile akula che avevo tracciato in direzione ovest. Segnalo il contatto a Sertore e Subbuster che però poco dopo vengono centrati da un missile intercontinentale lanciato da un SAM :s07: :s07:

Lancio prima una UUV e poi due siluri sul rilevamento e infine evado deciso verso sud, andando sotto il layer per far perdere le mie tracce. Dopo un po' mi fermo e torno su ad ascoltare. I miei siluri sono andati a farfalle, ma l'Akula è ancora lì e anche la UUV l'ha rilevato. Stavolta però è molto più vicino! Lancio altri due siluri e il Drakken va a fare il MITO in fondo al mare :s03:

A quel punto c'è solo Truffa in giro ma, udite udite, il sonar mi dà subito un contatto del Lada a 4 bande con identificazione certa. Peccato che sia già sotto costa alle mie spalle, in procinto di fare strage delle navi suoi bersagli. Senza perdere tempo lancio due siluri sul Lada, e passo in manuale con la TMA. Il Lada inizia una folle corsa per mettersi al riparo dentro il porto al di là del promontorio, ma in realtà sono ben posizionato e riesco a seguirlo coi siluri fino a colpirlo.

 

TRIPLETA!!! :s20: :s03: :s03:

 

Che dire: spettacolare il comportamento dei MK48, ancora più micidiali di prima. Inoltre con la vecchia versione (e anche con AT3 mi pare) la ricerca attiva dei siluri andava in crisi quando gli stessi puntavano un bersaglio sotto costa, mentre mi sembra che ora non ci sia più questo problema. Se mai il problema è che i TLAM sono meno efficaci di un sasso lanciato da una fionda... Spettacolare anche il comportamento del 688i ultima versione, con la massima velocità di ascolto portata da 8 a 14 kts!

Inoltre la rumorosità degli SSK sopra i 5 kts è impressionante. Probabilmente è anche realistico così, però pilotarli è diventato davvero rischioso!

 

Grazie a tutti per la bellissima serata! :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qua... bastonato come l'Italia ai mondiali... :s03:

Complimenti per la missione a SERTORE, semplice ma interessante.

E un applauso al ns Commodoro per l'ottima perfomance da "MITO"... :s03: ogni tanto, ci vuole... :s02:

 

Veniamo alla missione, parto al centro dello schieramento, con a lato il LADA di Truffa e nelle vicinanze del porto in KILO di Kalinin.

 

Quest'ultimo sarà per noi l'avanscoperta... difatti dopo poche decine di minuti, ci gira i vari contatti delle navi da colpire... facciamo rapitamente due calcoli, a TRUFFA il compito di portarsi nelle vicinanze,

io nel frattempo essendo in mezzo alla mappa, con il pericolo del P3, mi porto a media velocità ad una distanza di circa ventimiglia dalle navi, cioè a circa 1ora e 15minuti ETA.

 

Bene iniziano i warning dei missili in volo (TLAM USA), sia TRUFFA che KALININ lanciano verso i MIW... intanto io proseguo l'avvicinamento, notando però con clamore che sotto il LAYER riesco a beccare tranquillamente il LADA

di Truffa che va a 4 nodi.

 

(Faccio una breve parentesi... questo per me è un grosso limite della MOD RA, ho visto sul DB che il problema è nel TRUST di tutte le unità dieselelttriche... per fare un esempio il TRUST del LOS ANGELES è pari a +16 quello

di un LADA che è uno dei più silenziosi +26 questo valore poi va moltiplicato per la velocità... a questo punto si vede che anche ad andature basse (3-4) nodi il LADA (e qualsiasi altro SSK) già fa molto rumore.

Giocare con un SSK diventa per me impossibile, l'unica possibilità è di trovarsi già in posizione e si va a 1 nodo.)

 

Visto il notevole rumore, TRUFFA decide di andare a velocità elevata... tanto cambia poco, rispetto ad andare a 4 nodi... oltretutto anche lui era distante dal porto.

 

Nel frattempo, sul più bello KALININ ci lascia... a questo punto non possiamo fare più tanta tattica, bisogna andare sotto ed attaccare ASAP... mi avvicino al mio punto di lancio... setto 4 65-76 wakehoming e li lancio a bassa velocità

(30 nodi) per permettere di coprire le oltre ventimiglia dal bersaglio.

Purtroppo i miei lanci come ovvio, vengono notati, e sento dei TIW a NE dalla mia posizione... imposto due UGST verso i TIW del contrattacco e manovro per lasciare la zona. Purtroppo dal replay vedo che gli attacchi da parte mia e di TRUFFA con

due UGST purtroppo hanno lo stesso scandaloso risultato, i siluri passano accanto al sub di HUNTER senza agganciare niente... e senza contromisure in giro.... e qui apro un' altra parentesi...

 

purtroppo sto notando che i siluri UGST russi (i migliori ) hanno un cono di acquisizione ridicolo cioè pari a 20° contro i 40° dei MK48... sono stati livellati al basso, in quanto anche i SET-65 e i TEST-71 hanno lo stesso angolo di acquisizione, e anche il range di acquisizione è notevolmente ridotto.... risultato per beccare un sub, i siluri RUSSI ci devono sbattere contro... finora non ho visto un colpo vincente da parte di un siluro russo.... solo gli MK-48 risultano essere

operativi... purtroppo è un grosso handicap, senza contare che ormai il lancio di SUBROC è un utopia... è più facile fare un terno al lotto. A nche in questo per me la MOD RA ha sbilanciato troppo le cose... i SUB USA sono troppo distanti rispetto alla controparte RUSSA... senza scomodare mostri sacri come il "VIRGINIA" o il "SEAWOLF". Comunque dobbiamo prendere le opportune misure... vedremo in futuro...

 

Tornando alla partita, nonostante i ns attacchi Hunter fila liscio verso sud, io intanto vado verso il porto, visto che avevo evitato i primi due MK-48... TRUFFA tenta sempre l'attacco, ma purtroppo non abbiamo la posizione precisa del 688...

personalmente non ho mai rilevato la sua traccia sul sonar... :s07: ... difatti rimango sorpreso quando sento un attacco da SE... stavolta i ping arrivano molto presto... faccio una manovra disperata e riesco ad evitare con l'emersione di emergenza anche il terzo siluro... poi succede una cosa strana... cioè il siluro dopo un pò torna sui suoi passi e mi becca... mah :s68: :s12: ... spero solo che l'abbia guidato Hunter...

 

Intanto i miei siluri 65-76 dopo circa 40 minuti di lenta corsa giungono al porto... purtroppo anche qui, le cose non vanno bene.... passano ad un "metro" dalla BB IOWA, senza attivarsi o esplodere, per andare incontro ad una barca a vela

.... ma che caz***ta... dico io la barca avela è senza motore ne elica... come ha fatto a far deviare i miei 65-76 rispetto ad una corrazzata a 4 eliche ???? MISTERI di RA !!!!

 

Comunque nel complesso bella partita, ed onore al ns COMMODORO... che penso stia accendendo un lumino alla DEA "RA" :s03: :s03: :s68: :s02:

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites
.. poi succede una cosa strana... cioè il siluro dopo un pò torna sui suoi passi e mi becca... mah :s68: :s12: ... spero solo che l'abbia guidato Hunter...

 

Yes Sir, of course :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella partita e grande divertimento, Compagno d'ala motivatissimo, Commodoro implacabile e MITO in fondo al mare !!! Ci sono cose che non hanno prezzo ... per tutto il resto c'è BETASOM !!! :s51:

Edited by Subbuster_ITA

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,689
    • Total Posts
      518,788
×