Jump to content
Sign in to follow this  
sonar

Classe Bajamonti (1941) (ex Jugoslavi Classe Smeli 1927)

Recommended Posts

Sommergibili classe " Bajamonti " (ex juogoslavi classe "Smeli")

 

1941ClasseBajamontiIsommergibilidellaIIGM-EBagnasco-19731024.jpg

da "I sommergibili della Seconda Guerra Mondiale" di E. Bagnasco - Albertelli - 1973

 

Catteristiche generali della classe " Bajamonti " (ex juogoslavi classe "Smeli"):

 

Tipo: Sommergibile di piccola crociera

 

Dislocamento:

- in superficie: 665,00 t

- in immersione: 822,00 t

Dimesioni:

- Lunghezza: 66,50 m

- Larghezza: 5,40 m

- Immersione: 9,90 m

Apparato motore superficie: 2 motori Diesel MAN, 2 eliche

- Potenza: 1.480 cv

- Velocita max. in superficie: 14,5 nodi

- Autonomia in superficie: 2.100 miglia a 14,5 nodi - 5.000 miglia a 9,0 nodi

Apparato motore immersione: 2 motori elettrici di propulsione CGE

- Potenza: 1.100 cv

- Velocita max: 9,2 nodi

- Autonomia in immersione: 12 miglia a 9,0 nodi - 120 miglia a 3 nodi

Armamento:

- 4 tls AV da 550 mm, 4 siluri da 533 mm

- 2 tls AD da 550 mm, 4 siluri da 533 mm

- 1 cannone da 100/35 mm

- 2 mitragliatrici 13.2 singole

Equipaggio: 4 ufficiali, 39 tra sottufficiali e marinai

Profondità di collaudo: 80 m

 

 

Unità della classe " Bajamonti " (ex juogoslavi classe "Smeli"):

 

Regio sommergibile Antonio BAJAMONTI (ex jugoslavo Smeli poi N 2)

Cantiere: Atéliers et Chantiers de la Loire - Nantes, Francia

Impostazione: 1927, Varo: 01.12.1928, Consegna: 02.12.1928, Incorporato nella Regia Marina: 25.04.1941, Affondato: 9 settembre 1943, Radiazione: 1947

 

Regio sommergibile Francesco RISMONDO (ex jugoslavo Osvetnik poi N 1)

Cantiere: Atéliers et Chantiers de la Loire - Nantes, Francia

Impostazione: 1927, Varo: 14.01.1929, Consegna: 14.02.1929, Incorporato nella Regia Marina: 25.04.1941, Affondato: 18 settembre 1943, Radiazione: 1947

 

Generalità di classe

Le due unità di questa classe furono ordinate nel 1926 dalla Jugoslavia a cantieri francesi; la progettazione fu opera del Simonot che riprese, in parte, le caratteristiche della classe "Naiade" già costruita per la Marina Francese dagli Atéliers et Chantiers de la Loire.

Il maggior dislocamento di queste unità rispetto ai "Naiade" permise la istallazione di motori più potenti, una maggiore autonomia sia in superficie che in immersione ed una migliore distribuzione delle apparecchiature interne.

II 25 aprile 1941 i due sommergibili, i cui nomi jugoslavi erano Smeli (Ardimentoso) e Osvetnik (Vendicatore), furono catturati dalla Marina Italiana nel porto di Cattaro in conseguenza dell'occupazione della Jugoslavia da parte delle Potenze dell'Asse. Dopo la cattura, le due unitià furono inviate a Pola per essere sottoposte a controlli e lavori: in tale occasione la torretta fu modificata ed alcune apparecchiature vennero sostituite con altre più moderne di produzione nazionale.

In servizio questi battelli fornirono ottime prestazioni pur non essendo stati immessi nel gruppo dei sommergibili operanti a causa della limitata profondità di collaudo dello scafo. Molto stabili in quota, veramente rapidi nel prenda re l'immersione (35 secondi) se si considera l'epoca della costruzione, erano dotati di motori robusti e di sicuro funzionamento.

 

Attività di classe

Dopo i lavori effettuati i due sommergibili furono posti alle dipendenze della Scuola Sommergibili di Pola e nel luglio 1941 iniziarono la loro attività di addestramento che durò fino alla fine dell'anno. All'inizio del 1942 furono inviati a La Spezia ed impiegati principalmente per addestramento delle unità cacciasommergibili della locale Scuola Antisom.

Le due unità effettuarono anche qualche breve missione di guerra nell'Alto Tirreno con compito esplorativo e di agguato ravvicinato senza peraltro partecipare ad azioni belliche di alcun genere.

I due battelli furono impiegati per la esecuzione di importanti esperimenti radio con antenna periscopica (sistemata al posto di uno dei tre periscopi di cui le unità erano fornite) e per lanci sperimentali con speciali apparecchiature di nuova ideazione.

 

Immagini dei batteli Jugoslavi negli anni trenta:

SmgSMELIeOSVETNIKsugliscaliSommergibiliitaliani-1963800.jpg

da "I sommergibili italiani" di Paolo M. Pollina - USMM - 1963, per g.c. Sergio Mariotti

 

SmgOSVETNIKvarointernet800-1.jpg

Notare che la data del varo in questa cartolina per il sommergibile Osvetnik è del 14 febbraio 1929 mentre su "Sommergibili italiani" di A. Turrini e O.O. Miozzi - USMM - 1999 viene riportata come data del varo 14.01.1929 e consegna 14.02.1929

 

SmgOSVETNIKvaroSommergibiliitaliani-1963800.jpg

da "I sommergibili italiani" di Paolo M. Pollina - USMM - 1963, per g.c. Sergio Mariotti

 

SmgHRABRINEBOJSAOSTVENIKSMELIAppoggiointernet800.jpg

 

SmgHRABRINEBOJSAOSTVENIKSMELIinternet800.jpg

 

Hvar-4podmornice-facta-nautica800.jpg

 

SmgHRABRINEBOJSAOSTVENIKSMELI1internet800.jpg

 

Immagini dei battelli Jugoslavi dopo la cattura da parte della Regia Marina

 

Contributo fotografico del C.te Marco U-78 Scire

ex_OSTVENIK__ex_SMELI__ex_HRABRI_MarcoU-78Scire2.jpg

 

ex_OSTVENIK__ex_SMELI__ex_HRABRI_MarcoU-78Scire.jpg

 

 

Contributo fotografico del C.te ALAGI (coll. Fraccaroli)

ex_HRABRI_ex_OSTVENIK__ex_SMELI__ALAGI.jpg

Cattaro aprile 1941, da destra N 3 (ex jugoslavo Hrabri), Antonio Bajamonti (ex jugoslavo Smeli), Francesco Rismondo (ex jugoslavo Ostvenik)

ex_SMELI__ALAGI.jpg

Cattaro aprile 1941, da sinistra N 3 (ex jugoslavo Hrabri), Antonio Bajamonti (ex jugoslavo Smeli), Francesco Rismondo (ex jugoslavo Ostvenik)

 

 

vdg5cp.jpg

 

2qupwmu.jpg

Edited by magico_8°/88

Share this post


Link to post
Share on other sites

distintivo2a.png

 

Regio sommergibile Antonio BAJAMONTI (ex jugoslavo Smeli poi N 2)

 

 

Cantiere: Atéliers et Chantiers de la Loire - Nantes, Francia

Impostazione: 1927

Varo: 1 dicembre 1928

Consegnato : 2 dicembre 1928

Incorporato nella Regia Marina: 25 aprile 1941

Affondato: 9 settembre 1943

Radiazione: 1947

 

 

Attività operativa

L'8 marzo 1942 l'unità, in cooperazione col sommergibile H 6, partecipò ad un'azione esplorativa offensiva nel Golfo di Genova, in previsione di una uscita della "Forza H" da Gibilterra; rientrò alla Spezia senza aver avvistato navi avversarie.

Dall'8 al 10 novembre, in occasione dell'inizio dell'Operazione "Torch", fu dislocato nel Mar Ligure allo scopo di intercettare eventuali forze nemiche provenienti da ponente: il 14 dello stesso mese fu inviata in agguato difensivo davanti al porto di Ajaccio, in previsione di colpi di mano britannici diretti sui porti francesi della Corsica. Anche in queste missioni non si registrarono avvenimenti di rilievo.

All'atto dell'armistizio, l'unità si trovava immobilizzata nell'Arsenale della Spezia, per lavori; fu autoaffondata in porto dell'equipaggio.

Recuperata nel 1947, fu in seguito demolita.

L'attività in guerra di questo battello è stata di 5 missioni di agguato offensivo e 5 di trasferimento. Dal 1° luglio 1941 al febbraio 1942 effettuò, per conto di Maricosom Pola, 25 uscite addestrative. Complessivamente percorse 4357 miglia.

 

2d7c2nd.jpg

Edited by magico_8°/88

Share this post


Link to post
Share on other sites

distintivo2a.png

 

Regio sommergibile Francesco RISMONDI (ex jugoslavo Osvetnik poi N 1)

 

 

Cantiere: Atéliers et Chantiers de la Loire - Nantes, Francia

Impostazione: 1927

Varo: 14 febbraio 1929

Consegnato : 14 febbraio 1929

Incorporato nella Regia Marina: 25 aprile 1941

Affondato: 18 settembre 1943

Radiazione: 1947

 

Attività operativa

Dislocato alla Spezia per attività addestrativa, al comando del capitano di corvetta Aldo De Paulis Fedele partecipò, dal 28 febbraio al 3 marzo, ad una missione di sbarramento nel Golfo di Genova in previsione di una uscita della "Forza H" da Gibilterra. Rientrò alla base senza incontrare un naviglio avversario. La missione fu ripetuta il 22 aprile, nell'agosto del 1942 e nel giugno 1943.

Inviato nel settembre 1943 ad operare a protezione del porto di Bonifacio (Corsica), il 10 settembre avrebbe dovuto rientrare alla Spezia, ma, intervenuto l'armistizio, la partenza venne impedita dai Tedeschi, che lo catturarono il giorno 14, con azione di sorpresa.

Da questi fu poi affondato il 18 settembre a Cala Catena, presso Bonifacio, in 12 metri d'acqua.

 

j5uhyh.jpg

Questa foto NON ritrae il sommergibile Rismondo ma quasi sicuramente il sommergible Hrabri durante una navigazione poco prima la cattura da parte della R.M.

 

258b18y.jpg

Immagine del sommergibile Rismondo alla fine del 1941 dopo i lavori di trasformazione e ammodernamento.

 

SgmRISMONDOOniceFiume1942Sommergibiliinguerra-1994800.jpg

Il sommergibile Rismondo a sinistra e l'Onice a destra a Fiume il 16 ottobre 1942

Edited by magico_8°/88

Share this post


Link to post
Share on other sites
Le due foto non mi sembrano affatto compatibili; escludendo, a causa del

disegno della prora, che la seconda foto possa riferirsi ad un sommergibile

di costruzione italiana; è possibile che il Rismondi sia stato sottoposto ad

una così radicale trasformazione?

 

Quello della prima foto non é sicuramente il Rismondo. Dovrebbe essere il Hrabri, per via della prora e dei due pezzi di artiglieria.

La seconda foto la conosco anch'io come attribuita al Rismondo. Tornerebbe la prua. Per il resto, essendo stato il battello sottoposto a lavori e non conoscendo quali, non ho un'opinione precisa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quello della prima foto non é sicuramente il Rismondo. Dovrebbe essere il Hrabri, per via della prora e dei due pezzi di artiglieria.

 

Concordo anch'io per un probabile Hrabri nella prima foto...ma l'immagine ritrae il battello pre "cattura" o forse è una foto di una prova del battello prima dell'accettazione nella R.M.???

 

magico_8°/88

Edited by magico_8°/88

Share this post


Link to post
Share on other sites
l'immagine ritrae il battello pre "cattura" o forse è una foto di una prova del battello prima dell'accettazione nella R.M.???

 

Poco cambierebbe, visto che il battello non venne incorporato e che deve ragionevolmente presumersi che non subì alcuna modifica. A naso, mi pare una vecchia fotografia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Poco cambierebbe, visto che il battello non venne incorporato e che deve ragionevolmente presumersi che non subì alcuna modifica. A naso, mi pare una vecchia fotografia.

 

Potrebbe esser HRABRI oppure il gemello NEBOJSA (quello che riuscì a rifugiarsi ad Alessandria con due delle otto motosiluranti della marina jugoslava e qualche idrovolante): tutti e due costruiti sul modello dei battelli inglesi classe L della 1a g.m.

 

Tuttavia c'è qualcosa che non torna: i battelli classe L avevano entrambi i pezzi montati in torretta, e non su piattaforme a prua e a poppa della torretta.

Edited by de domenico

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tuttavia c'è qualcosa che non torna: i battelli classe L avevano entrambi i pezzi montati in torretta, e non su piattaforme a prua e a poppa della torretta.

 

Il Hrabri (non ricordo immagini del Nebojsa) aveva i pezzi esattamente nella posizione che si nota nell'immagine, e ne é prova la seconda fotografia postata dal buon Fabrizio, in cui all'estrema sinistra si vede abbastanza bene la sistemazione del pezzo di prora e la relativa protezione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il Hrabri (non ricordo immagini del Nebojsa) aveva i pezzi esattamente nella posizione che si nota nell'immagine, e ne é prova la seconda fotografia postata dal buon Fabrizio, in cui all'estrema sinistra si vede abbastanza bene la sistemazione del pezzo di prora e la relativa protezione.

 

Cittadino, dia un'occhiata al post #16002 del quizz navi militari, che il buon Lefa dichiara (secondo me a ragione) essere HRABRI. Forse ha subìto dei lavori e cambiato aspetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo che negli anni '30 Nebojsa e Hrabri subirono un ammodernamento che comportò anche l'abbassamento delle artiglierie (La Marina Iugoslava in "Esilio" 1941-45, Rivista Militare 130 Luglio 2004).....il problema e' anche la mimetizzazione, forse sono un po daltonico, ma forse nelle foto di Totiano dove sono ripresi tutti e 3 i battelli catturati dali italiani a Cattaro, l'Hrabri, l'ultimo a destra nella prima foto e quello in secondo piano nelle altre sembra avere una mimetizzazione che sembra leggera ma che rispecchia proprio quella del nostro sommergibile "fantasma", quindi forse e' una foto dell'ex Hrabri o nell'unica missione di guerra dal 9 all'11 aprile '41 o sotto bandiera italiana, magari in navigazione verso il cantiere di demolizione. Nella foto in oggetto la mimetizzazione sembra avere piu contrasto che nelle foto piu' famose dei 3 battelli insieme, pero' forse o era una pitturazione a basso contrasto oppure le condizioni di luce erano molto diverse.

 

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia perplessità è indirizzata principalmente alla fotografia, che mostra il Rismondo armato con i due cannoni; sembrerebbe un'immagine prebellica, ma perché allora lo scafo è mimetizzato e soprattutto quando è stato sottoposto a lavori di modifica così radicali?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noo, quello non e' il Rismondo, la didascalia e' sbagliata, quello e' il Hrabri, poi N 3 (mi sembra perche sottomano non ho altri libri) che non e' entrato in servizio nella Regia Marina perche' e' stato demolito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cittadino, dia un'occhiata al post #16002 del quizz navi militari, che il buon Lefa dichiara (secondo me a ragione) essere HRABRI. Forse ha subìto dei lavori e cambiato aspetto.

Signore, il post da lei citato é inalienabilmente occupato dal buon Alfa, e nelle acque circostanti non v'é traccia del passaggio di Lefa.

Le sarei grato di nuove coordinate: le individuazioni di navi nostrane (anche se nostrane per modo di dire) continuano a intrigarmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Signore, il post da lei citato é inalienabilmente occupato dal buon Alfa, e nelle acque circostanti non v'é traccia del passaggio di Lefa.

Le sarei grato di nuove coordinate: le individuazioni di navi nostrane (anche se nostrane per modo di dire) continuano a intrigarmi.

 

Ora è il post #16037 di pag. 802 (con il cambio di layout qualcosa è variato, evidentemente). Tra l'altro, una bella foto del consueto golfo di Cattaro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si tratta di uno dei tanti bis del Quiz, l'Hrabri era già stato postato dal buon Red a pagina 680 msg #13590 e colpito da Alfabravo al msg. #13599

 

magico_8°/88

 

ps Ripeto una considerazione di qualche tempo fa...il quizz è saturo e senza "controllo" e negli anni le unità vengono riproposte senza che nessuno se ne possa accorgere...non sarebbe ora che di mettere in ordine il MEGAQUIZZ :s10:

Edited by magico_8°/88

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si tratta di uno dei tanti bis del Quiz, l'Hrabri era già stato postato dal buon Red a pagina 680 msg #13590 e colpito da Alfabravo al msg. #13599

 

magico_8°/88

 

ps Ripeto una considerazione di qualche tempo fa...il quizz è saturo e senza "controllo" e negli anni le unità vengono riproposte senza che nessuno se ne possa accorgere...non sarebbe ora che di mettere in ordine il MEGAQUIZZ :s10:

 

Magico, io sottoscrivo la "teoria del caos"... dove sta scritto che una nave non possa esser riproposta, magari da una diversa angolazione o anche solo in parte? Il quiz è il mainstream (o uno dei mainstream) della Base ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le fotografie postate da Red e da Lefa riproducono il Hrabri prima dell'abbassamento delle artiglierie in coperta, quelle di Magico dopo i lavori.

La dimostrazione sta nel libro forografico di Bagnasco e Rastelli sui nostri sommergibili in guerra (mi scuso, ma le scannerizzazioni per la mia attuale organizzazione sono impossibili).

C'é una immagine dei tre battelli catturati in cui le sistemazioni del Hrabri sono assolutamente chiare, sicché l'attribuzione di Magico può darsi per certa.

Identica cosa per il Rismondo: vengono descritti i lavori compiuti dopo la cattura e l'armamento antiaereo, e corrispondono in pieno con la fotografia. Nella sezione dei profili, inoltre, quello del Rismondo dopo i lavori corrisponde esattamente alla immagine di Magico, e non é assimilabile a quella di nessun altro battello italiano.

 

 

Sulla incontrollabilità del quiz, e sull'allarme di Magico, concordo: é vero. Ci siamo arresi dopo un anno circa: l'elenco delle unità cominciava ad assomigliare all'elenco telefonico di Los Angeles, e ci é sembrato evidente che non avesse senso tenerlo. C'erano tali e tante tipologie, che l'elenco o lo facevi ragionato, o analitico, o per argomenti, oppure diventava una cassetto pieno di stracci alla rinfusa.

Meglio il mainstream.

Edited by marat

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho completato la scheda dei sommergibili classe " Bajamonti " con l'inserimento di fotografie dei battelli Jugoslavi sia precedenti che successivi alla cattura con la regia marina.

 

Spero che il materiale postato, sia di vostro gradimento, e serva a confermare con certezza che l'immagine postata con il nome di Rismondo sia invece il sommergibile Hrabri

 

Una precisazione a favore di BUFFOLUTO, l'immagine inserita nel post a mio nome era stata precedentemente aggiunta da Marcello, e lo stesso aveva posto l'interrogativo sulle differenze tra le due foto.

 

magico_8°/88

 

 

ps Se tutti siete d'accordo vorrei spostare i messaggi successivi alle schede dei battelli nella sezione storia per rendere più conforme il post alle linee guide della sezione.

Edited by magico_8°/88

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,187
    • Total Posts
      508,803
×