Jump to content
Sign in to follow this  
dieblaureiter

Marinai Del Sud Di Raimondo Luraghi

Recommended Posts

marinaidelsud.jpg

Titolo: Marinai del sud storia della marina confederata nella guerra civile americana 1861-1865

Autore: Raimondo Luraghi

Casa editrice: Rizzoli

Anno di edizione: 1993

Pagine: 682

Dimensioni(cm): 15 X 22

Prezzo originale: Lire 60.000

Prezzo di mercato: trovata su E-Bay copia in vendita al prezzo finale di 20 Euro, di non frequente disponibilità, acquistato ad una esposizione di militaria per 25 Euro.

 

Indice

Prefazione pag.9

Ringraziamento pag. 11

I . Nascita di una marina pag.13

II. I mezzi finanziari, il personale e l'organizzazione pag. 41

III . Il problema della costruzione e dell'armamento di navi da guerra nel vecchio sud pag. 69

IV. La rivoluzione tecnologica e la prima fase della strategia navale confederata pag. 113

V . L'internazionalizzazione del conflitto e l'inizio della guerra al traffico sui mari lontani pag. 139

VI. La guerra delle corazzate: prima fase pag. 173

VII. Verso l’ora zero pag. 213

VIII. La battaglia (I) pag. 249

IX. La battaglia (II) pag. 285

X. La seconda fase della strategia navale confederata pag. 325

XI. La nuova strategia delle corazzate: primo periodo pag. 353

XII. Il culmine della guerra al traffico sui mari lontani pag. 383

XIII. Lo scatenamento della guerra subacquea pag. 409

XIV. I sommergibili e i battelli d’assalto pag. 437

XV. La nuova strategia delle corazzate: secondo periodo pag. 463

XVI. Il fallimento del blocco – L’apogeo della strategia navale confederata e la battaglia di Plymouth pag. 495

XVII. I “commandos” della marina confederata pag.521

XVIII. La crisi pag. 547

EPILOGO La bandiera sventola ancora pag. 579

Qualche riflessione finale pag. 592

APPENDICE Dopo il conflitto pag. 603

 

In sovraccoperta: La battaglia di Hampton Roads, litografia di J.O. Davidson.

 

 

Dopo la sua Storia della guerra civile americana, considerata negli stessi Stati Uniti il miglior testo in un volume mai scritto su tale argomento, Raimondo Luraghi propone all'attenzione dei lettori un'opera che rivela e analizza nei minimi dettagli un aspetto finora quasi del tutto ignorato — ma che sarebbe stato denso di conseguenze future — del conflitto civile che tra il 1861 e il 1865 oppose nell'America settentrionale «sudisti» e «nordisti», cioè gli Stati confederati alle forze dell'Unione: la guerra sul mare.

È la storia di un epico sforzo sostenuto da un paese eminentemente agricolo, il Sud, per allestire una marina moderna, ben armata ed efficiente, capace di affrontare una forza nemica che poteva invece contare su un gran numero di fabbriche di prim'ordine. Se, da un lato, questa rievocazione di Luraghi è l'epopea di uno sforzo industriale che poteva apparire niente di più che una generosa, sfrontata e romantica scommessa, dall'altra può essere letta come un'appassionante avventura (destinata però a mutare per sempre la guerra navale) che non può mancare di avvincere il lettore.

Il duello tra la Virginia e la Monitor nelle acque di Hampton Roads di fronte a Norfolk (il primo scontro tra corazzate della storia), l'invenzione dei sommergibili e le loro operazioni ispirate a un disperato sprezzo del pericolo, le mine subacquee, i battelli d'assalto, le operazioni dei commandos, la guerra da corsa su tutti i mari del mondo: ecco soltanto alcuni degli episodi e fatti raccontati in questo libro, vero monumento al coraggio di un pugno di uomini che non esitarono a mettere in gioco la propria vita per difendere la Confederazione sulla quale sventolava la bandiera rossa con la croce di sant'Andrea blu dalle tredici stelle. Una guerra che dalle acque del continente americano ci porta a quelle di Cherbourg, in Francia, dove nel 1864 — quasi in una naumachia organizzata per divertire curiosi e spettatori — la nave da corsa Alabama, che aveva riportato più di sessanta successi, venne affondata dall'incrociatore unionista Kearsarge, che aveva rafforzato il proprio scafo con le catene delle ancore drappeggiate sui fianchi; o in quelle di Liverpool, dove il 6 novembre 1865 - quattro mesi dopo la resa di Appomatox — i marinai dall'uniforme grigia dello Shenandoah consegnarono la loro nave agli inglesi al termine di una cerimonia impeccabile.

Una grande rievocazione scritta in uno stile piacevolissimo (sebbene sia fondata su solidissime basi scientifiche: le note critiche sono oltre 2200); un testo che diventerà un punto di riferimento obbligato della storiografia militare; il ritratto di un mondo — la Confederazione americana degli Stati del Sud — che, pur sconfitto, impartì a tutti, nemici compresi, una lezione di coraggio e di cavalleria.

 

Raimondo Luraghi, combattente della Seconda guerra mondiale e della Guerra di Liberazione, è attualmente Professore Emerito di Storia americana nell'Università di Genova ove è anche Coordinatore del Dottorato di ricerca in Storia delle Americhe. È rappresentante dell'Italia nella Commission Internationale d'Histoire Militaire Comparée, Presidente Onorario della Società Italiana di Storia Militare, Socio Onorario (e socio fondatore) della Società Italiana di Studi Canadesi, socio dell'Associazione Italiana di Studi Nordamericani, dell'U.S. Naval Institute, dell'American Society for Military History e della National Geographic Society. E stato «Visiting Professor» presso numerose Università americane e canadesi. Ha fatto parte dello Harvard International Seminar, diretto allora da Henry Kissinger. È autore di numerose opere tra cui: Storia della guerra civile americana, edita da Rizzoli e considerata oggi in Italia e all'estero l'opera classica sull'argomento; The Rise and Fall of the Plantation South, Gli Stati Uniti. È il curatore della prima edizione nazionale critica delle Opere di Raimondo Montecuccoli edite dall'Ufficio Storico dello Stato Maggiore Esercito nonché, in collaborazione con il Maggiore Huang Jialin dell'Esercito Cinese, della prima traduzione italiana diretta dell'Arte della Guerra di Sun Zi.

 

:s32:

Edited by dieblaureiter

Share this post


Link to post
Share on other sites

in assoluto un testo di riferimento e uno dei miei libri preferiti.. bellissima ricostruzione della storia della Marina confederata, con ampia disamina sugli incrociatori corsari e sul sommergibile.. Luraghi è un autore rigoroso ed evocativo e lo stile è molto scorrevole. imperdibile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,590
    • Total Posts
      517,190
×