Jump to content
Sign in to follow this  
lazer_one

Profili Di Sommergibili Italiani

Recommended Posts

Inizio una discussione analoga a quella sui profili attualmente attiva nella sezione Navi.

 

Con l'impegno di disegnarli tutti ecco i pochissimi pronti - lascio ad Enrr l'inserimento dei suoi.

 

I_SSK_Scire_1941.png

 

I_SSK_Alagi_1938.png

 

I_SSK_Argonauta_1932.png

 

I_SSK_DaVinci_1943.png

 

I_SSK_Flutto_1942.gif

 

I_SSK_Gronco_TritoneClass.png

 

I_SSK_Perla_1936.png

 

I_SSK_Scir_1940.png

 

I_SSK_Sirena_1933.png

 

Ovviamente le critiche sono gradite ed utili :s02:

 

Lazer_ :s02: ne

 

PS per i moderatori: lascio a voi la scelta circa l'evidenziazione in bacheca di questa discussione - grazie

Edited by Totiano

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sono dei gioiellini come al solito. Grazie Lazer, ci hai abituati troppo bene. Disegnerai anche i battelli del dopoguerra?

 

Enrr li dovrebbe aver già fatti tutti salvo, forse, quelli dell'immediatissimo dopoguerra, ovvero Vortice, Giada e Calvi (II°) che però saranno quasi immediatamente disponibili.

 

Lazer_ :s02: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono felice di vedere che sono già mimetizzati :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lazzerone,

 

ottimo lavoro come al solito, solo un'idea, perchè per la stessa classe non realizzi dei disegni con le modifica succedutesi nel tempo?

 

magico_8°/88

Edited by magico_8°/88

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lazzerone,

 

ottimo lavoro come al solito, solo un'idea, perchè per la stessa classe non realizzi dei disegni con le modifica succedutesi nel tempo?

 

magico_8°/88

 

Dammi i dati e tutto si può fare...

 

Un fringuello mi ha fatto vedere un bellissimo file excel con tutti i nostri battelli...si dovrebbe collegare a ciascuna riga un profilo :s10:

 

Ovviamente è una sfida per tutti quelli che se la sentono di raccoglierla!

 

Lazer_ :s03: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dammi i dati e tutto si può fare...

 

Un fringuello mi ha fatto vedere un bellissimo file excel con tutti i nostri battelli...si dovrebbe collegare a ciascuna riga un profilo :s10:

 

Ovviamente è una sfida per tutti quelli che se la sentono di raccoglierla!

 

Lazer_ :s03: ne

 

Mi stai sfidando :s03:

 

Io ci sto...tanto il file di excell c'è l'ho per tutti i battelli, tu i profili da alllegarci??? :s42:

 

Si può fare, ci aggiorniamo domani

 

magico_8°/88

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un fringuello mi ha fatto vedere un bellissimo file excel con tutti i nostri battelli...si dovrebbe collegare a ciascuna riga un profilo :s10:

 

 

Io ci sto...tanto il file di excell c'è l'ho per tutti i battelli, tu i profili da alllegarci??? :s42:

 

Ovviamente sono in alto mare ma confiderei sull'aiuto di quanti si sentono motivati (sfidati) a realizzare una specie di catalogo elettronico dei nostri battelli.

Ci saranno 30-40 classi/serie da disegnare, con le varie varianti e/o mimetizzazioni: ad esempio il Vortice post-ww2 sembrerebbe abbastanza pronto ma occorre cambiare la vela e, mi sembra, allungare lo scafo.

La ricerca sulle unità inizio '900 è abbastanza intrigante e non dovrebbe essere impossibile con le risorse dei C.ti di Betasom.

Insomma più dettagli ci sono e più ricco potrebbe essere il catalogo.

 

Lazer_ :s02: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto ancora cercando di organizzarmi e l'introduzione dell'indice dei sottomarini aggiunge solo stimoli a proseguire.

Ho inserito quest'immagine sotto CB ma probabilmente è utile tenere attiva anche questa discussione per avere le vostre critiche e suggerimenti sui prossimi battelli che metterò man mano in cantiere.

 

MidgetCaproniB.png

 

Lazer_ :s02: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites

visto che questi disegni sono finalizzati alla sezione "sommergibili d'Italia", proporrei di spostare la questo post, in modo da verlo immediatamente pronto per prelevare i disegni e inserirli all'interno dei post dedicati alle rispettive unità e nel database complessivo

Share this post


Link to post
Share on other sites
visto che questi disegni sono finalizzati alla sezione "sommergibili d'Italia", proporrei di spostare la questo post, in modo da verlo immediatamente pronto per prelevare i disegni e inserirli all'interno dei post dedicati alle rispettive unità e nel database complessivo

 

Sono completamente d'accordo. Riesci a cambiare il titolo in qualcosa tipo "Profili di Sommegibili Italiani - Topic operativo" (oppure apriamo una nuova discussione e accodi questa alla nuova)

 

Lazer_ :s02: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sono completamente d'accordo. Riesci a cambiare il titolo in qualcosa tipo "Profili di Sommegibili Italiani - Topic operativo" (oppure apriamo una nuova discussione e accodi questa alla nuova)

 

Lazer_ :s02: ne

 

 

certo, provvedo a cambiare posizione e titolo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrr li dovrebbe aver già fatti tutti salvo, forse, quelli dell'immediatissimo dopoguerra, ovvero Vortice, Giada e Calvi (II°) che però saranno quasi immediatamente disponibili.

 

Lazer_ :s02: ne

Beh, rimediamo subito, per la precisione ho fatto tutti i nuovi di costruzione locale più i Tang.

 

SSK-515-LivioPiomarta.png

 

SSK-506%20Toti.png

 

SSK-518%20Sauro.png

 

SSK-522%20SauroIII%20Pelosi.png

 

SSK-524%20SauroIV%20Longobardo.png

 

SSK-526%20U212A%20Todaro.png

 

e pure un sogno

 

ISSN-Marconi1.gif

 

ed infine un paio di progetti mai costruiti, specie per l'export

 

ISSK-S90.gif

 

ISSK-S1600.gif

 

ISSK-S1000.gif

 

Se interessano posso postare anche alcuni midget di fabbricazione italiana di Cosmos e Fincantieri/Maritalia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Azzzzzz!L'abbiamo fatta grossa! La bandiera è sbagliata su tutti i sommergibili!

 

Ma non se ne mai accorto nessuno ?!?

 

Se sei d'accordo le correggo tutte e li metto in un template più piccolo (da 640 pixel) in modo che non venga ridotta l'immagine.

 

 

Lazer_ :s67: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Partendo dalla bandiera sono passato ai colori ed sto cercando di impostare delle tavolozze.

Per quelli moderni direi che il colore più adatto sarebbe un grigio scuro con riflessi bluastri (iron gray) ma di che colore erano i sommergibili ww2.

In particolare quelli da lunga crociera.

 

Attendo lumi dagli esperti della base...

 

Ecco il Leonardo da Vinci in due versioni e tavolozze base.

 

testcolore.png

 

Lazer_ :s02: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Antonio, ma non leggi i libri che acquisti? :s03:

 

Compito a casa per lunedì: leggere da pag. 157 a pag. 166 del libro "La mimetizzazione delle navi italiane 1940-1945" :s02:

Edited by edozio

Share this post


Link to post
Share on other sites

oggi pomeriggio andavo a memoria... e non mi ingannavo sul fatto che il colore del Leonardo fosse discutibile!

 

pag. 157 - "...grigio scuro fino ad arrivare a quasi nero..." il grigio scuro è il grigio ferro mentre il quasi nero sarebbe da fare!

... prove varie in mediterraneo mentre a Betasom mantengono l'abito scuro

pag. 161 - al termine di vari test i colori mediterranei diventano "grigio-azzurro, tinta neutra (marrone) per le macchie e cenerino chiaro per i "nasoni" che io interpreterei con cinerino scuro, tinta neutra, cinerino chiaro

 

Alagi, aiutoooooooooo!!!!!!!!!!!

 

Lazer_ :s67: ne

 

intanto rielaboro un grigio ferro quasi nero :s45:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alagi, aiutoooooooooo!!!!!!!!!!!

Lazer_ :s67: ne

 

2czbuwm.jpg

non siamo insensibili al grido di dolore che da tante parti d'Italia si leva verso di noi!

(Vittorio Emanuele II - 10 gennaio 1859)

 

Va premesso che come tutte le colorazioni navali, quelle dei sommergibili in particolare risentono dell'esasperazione di situazioni (lungo contatto con l'acqua salata, invecchiamento delle vernici, toni schiariti dall'alternarsi degli agenti atmosferici, colpi di mare su tutta l'opera morte durante la navigazione in emersione ecc.) che, solo in misura minore, affliggono il deterioramento delle pitturazioni delle unità di superficie.

Ne deriva che cercare "per forza" un colore "esatto" è quindi - a mio avviso - abbastanza inutile dato che, già poche settimane dopo l'applicazione ad un battello di una data colorazione, questa tendeva ad apparire slavata e sicuramente con tonalità diverse da quelle originali.

Inoltre, va aggiunto che la documentazione fotografica sui sommergibili italiani non è sempre qualitativamente e quantitativamente paragonabile a quella delle unità di superficie, quindi è spesso difficile risalire alle esatte tonalità applicate ad un battello.

 

Per il "grigio scuro", il "grigio ferro" e il "quasi nero" consiglierei quindi:

1) di esaminare - ove presente - quanta più documentazione fotografica possibile;

2) di applicare - soprattutto - parecchio "buon senso" basandosi sulla percezione visiva dell'immagine abbinata al risultato grafico. In assenza - poi - di qualsiasi documentazione, meglio lasciare bianco il profilo astenendosi da fantasiose interpretazioni o - peggio - invenzioni.

 

E' diverso, invece, il discorso per le colorazioni "a macchie" applicate ai nostri battelli, in base alle disposizioni emanate da Maricost a gennaio del 1941, riportate da Franco Bargoni in La mimetizzazione dei sommergibili e delle unità costiere, in "Bollettino d'Archivio dell'USMM" (sett. 1994) e in parte commentate e visualizzate nel volume sulle mimetiche mio e del com.te Bagnasco.

Sulla scorta di queste disposizioni - dopo tutta una serie di prove - i sommergibili vennero pitturati con un grigio chiaro di fondo su cui erano applicate macchie marrone-verdastre di forme diversificate.

E' importante ribadire che LA FORMA E LE DIMENSIONI DELLE MACCHIE VARIAVANO DA BATTELLO A BATTELLO, e solo l'osservazione e l'interpretazione delle fotografie potrà portare ad una corretta riproduzione dello schema e della colorazione, dato che questi erano applicati dal personale degli arsenali o dall'equipaggio stesso interpretando - spesso - piuttosto liberamente la normativa.

 

In ogni caso, per i due colori le componenti CMYK sono queste:

grigio chiaro di fondo: 10 - 0 - 0 - 17

macchie: 30 - 25 - 35 - 30

Di seguito, un paio di esempi di mia realizzazione:

 

fkmomu.png

Caracciolo - estate 1941 (è stato realizzato il solo lato sinistro, in mancanza di documentazione di quello dritto)

 

2iup00l.png

Asteria - 1942

 

2wnxv9u.jpg

Non sono rimasto insensibile al grido di dolore!

(Maurizio Brescia - 22 gennaio 2010)

Edited by Alagi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Alagi del soccoso!

Sicuramente ci sarà un lungo lavoro di verifica sulle immagini ma occorre partire con il piede giusto (ora come ora ci sarebbero già più di una dozzina di disegni da rivedere!)

 

Per i battelli mediterranei le disposizioni di Maricost oltre che chiare sono decisamente sensate pensando che il principale pericolo fosse la ricognizione aerea.

Per i battelli atlantici adotterei a seconda dei casi il grigio scuro oppure una tonalità "quasi-nera" in funzione delle foto.

di seguito la tabella colore elaborata tenendo anche conto della leggibilità finale del disegno evitando che diventi l'ombra del battello.

 

templatesottomariniBS.png

 

peraltro la tonalità ferrosa mi sembrerebbe adatta anche alle unità postbelliche (salvo approfondimenti su foto a colori questa volta :s01: )

 

ecco il Livio Piomarta di Enrr "riverniciato".

 

SSKPiomarta.png

 

Lazer_ :s02: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites

chiarimenti sulle alcuni dettagli delle varie serie del Sauro.

 

Sauro I° e II° colorazione grigio scuro - numero si/no? Se si fino a quando?

Sauro III° e IV° - varo con colorazione verde e poi grigio - da quando a quando circa? numero solo sul verde?

 

Si puo escludere la colorazione verde per i Sauro I° e II°?

 

Grazie 1000!

 

Lazer_ :s02: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites

I battelli classe Sauro sono blu/nero mimetico (si chiama cosi quella specie di verde) fin dalla nascita. I numeri erano presenti sulle vele dei battelli fino al 1992. prima pero hanno subito alcune modificazioni passando da una dimensione di circa 1mt di altezza a circa 50 cm e spostandosi dalal parte alta della vela a quella centrale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora sarebbe così

 

SSKNazarioSauro.png

 

mentre il Todaro e lo Scirè non hanno numero!

 

Lazer_ :s02: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites

il mio schermo fa colori strani, ma potrebbe essere. la linea di galleggaimento, però, è molto piu alta e di nero opaco (diciamo da metà del TLS superiore per prora fino a circa meta strada tra gli MPD e l'inizio della passerlla a poppa. a proposito, gli MPD scompariranno da tutti i battelli a partire dai primi anni 90 rimanendo esclusivamente sul Sauro.

 

vedo se ti trovo qualche foto di numeri sulla vela per le diverse posizioni/dimensioni

 

prini03.jpg

varo522186.jpg

03dicossato1980007.jpg

posizione prima di metà anni 80

 

sauro.jpg

posizione dopo metà ani 80

Share this post


Link to post
Share on other sites

OK per i numeri: ci vorrebbbero quindi tre varianti.

Il cambio di colore sullo scafo non è la linea di galleggiamento ma piuttosto va (andrebbe) messa in relazione alla curvatura dello scafo e alle sue parti in ombra.

 

Lazer_ :s02: ne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente belli i tuoi disegni Lazer...

Volevo chiederti una cosa... e perchè no "alzare" il livello di difficoltà.

Non potresti per ogni classe inserire anche uno spaccato... :wink::doh::whistle:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,533
    • Total Posts
      516,333
×