Jump to content
Sign in to follow this  
sertore

Debriefing ~ Mission Five

Recommended Posts

NB: mi sono accorto solo adesso di essere rimasto indietro di un mese nel titolo del thread... scusate, ovviamente intendevo il 10 novembre 2009!

 

Come d'accordo con i partecipanti alla missione apro questo thread anche se i debriefing saranno essenziali per non influenzare troppo la partita con Mille-sabords del prossimo giovedì e rivelare qualche informazione utile anche agli avversari! :s41:

 

Per quanto riguarda l'avvio della missione, mi devo scusare con tutti per il mio ritardo stellare dovuto al malfunzionamento della chiavetta 3 proprio nel momento della connessione: ho dovuto mettere in piedi una connessione di emergenza che mi ha fatto perdere più di 20 minuti, lasciando nell'attesa tutti gli altri giocatori!

 

Poi abbiamo tribulato un po' con l'hosting della partita, che sembrava non voler proprio funzionare sui PC dei presenti, ma alla fine il prode Von Faust ha risolto il problema riuscendo ad 'uppare' la missione con successo. :s20:

 

La missione che abbiamo utilizzato è stata quella proposta sin dall'inizio da MS-Nemo, opportunamente adeguata al numero di giocatori e con le seguenti squadre:

 

FLEET1 (parte oceanica)

Stefano74 - 688i

Gladiatore - Seawolf

Sertore - Akula

 

FLEET2 (parte chiusa dalle isole)

Drakken - Akula

Von Faust - 688i

Kalinin - Akula

 

Dopo il rituale scambio delle posizioni a quota periscopio abbiamo elaborato la nostra tattica, lanciando il Seawolf ed il 688i a ridosso delle isole nella zona nord alla ricerca dei nemici e lasciando il mio Akula a copertura del lato sud.

 

Purtroppo ci siamo accorti dell'eccessiva vastità dello scenario quando, dopo quasi un'ora di navigazione smodata, ci siamo trovati ancora nella posizione di non riuscire a tracciare qualsiasi cosa a causa del perdurare della presenza delle isole tra noi ed i nostri avversari: solo Stefano74, caratterizzato da una posizione iniziale sfavorevole e non coperta (era l'ultimo sottomarino a sud dello scenario di MS-Nemo), poteva tentare una prima ricerca, con il rischio però di essere contro rilevato dal nemico.

 

Il Seawolf di Gladiatore era in posizione centrale, pronto a venire in aiuto sia del mio Akula sia del 688i di Stefano74, ed è stato il primo a raggiungere una posizione di ascolto coperta e conveniente.

 

Abbiamo tracciato tutto il tracciabile, passandoci i links via filo o via radio, ma di contatti avversi nessun segno.

 

Improvvisamente abbiamo letto la disconnessione del Drakken, buttato fuori dal gioco da uno dei soliti CTD senza motivo, visto che non aveva fatto nulla di particolare e nel momento del crash non stava toccando il PC: la sua squadra si è trovata così menomata ed ha dovuto cambiare le tattiche per adeguarsi alla nuova situazione.

 

Abbiamo tutti continuato nella nostra opera di ricerca quando sul NB mi sono comparse di colpo 3 frequenze di un Akula: rapido tracciamento su 2 sensori e nel giro di qualche minuto mi sono trovato un sottomarino nemico a meno di 8nm he mi stava puntando a 25knots da sud, la zona di mia competenza a copertura della mia squadra.

 

Lancio l'allarme, e subito Gladiatore si mette in rotta per venirmi in soccorso...

 

Il tempo di preparare le armi per un lancio in snapshot che già il nemico era a 6nm: accidenti, ma cosa sta succedendo... mai vista una tattica così aggressiva. :s07:

 

Vista l'incertezza della TMA, che era in linea con il mio sottomarino e relativa ad un contatto in pointing loss in rapidissimo avvicinamento, ho optato per un lancio di 3 Stallion nella classica configurazione a gabbia, seguito da 2 53 nella normale configurazione di attacco ed una UUV per avere la possibilità di evadere senza perdere il contatto con il nemico.

 

Mi sono poi posizionato sul bearing di evasione corretto ed ho attaccato: fuori gli Stallion, i 53 ed infine la UUV, poi contromisure ed evasione rapida, visto che il contatto nemico risultava ormai a meno di 4nm.

 

Purtroppo uno degli Stallion non ha funzionato correttamente, per cui mi sono ritrovato menomato proprio del siluro che avrebbe chiuso subito lo scontro, visto che gli altri due, pur lanciati in modo sufficientemente preciso, non hanno agganciato il bersaglio.

 

Inizio quindi l'inseguimento con i 53, mentre il nemico inizia un contrattacco sul bearing dei miei TIW e lancia addirittura uno Stallion, rivelando la sua scarsa velocità e dandomi modo di ridurre l'area di possibile fuga e ricerca: per fortuna la mia precoce evasione manda completamente fuori bersaglio il contrattacco nemico, lasciandomi in posizione di netta superiorità tattica.

 

Lasciando uno dei due 53 in attivo per dare fastidio e mettere sotto pressione in nemico, lo cerco in passivo con il secondo, ed in qualche minuto lo aggancio e lo affondo: era Kalinin, con il quale mi complimento in quanto, già danneggiato da una manovra maldestra in fase di avvicinamento, è riuscito ad evadere sia gli Stallion che, in prima battuta, uno dei 53 in modo stupefacente! :s20:

 

Nel replay sembra infatti che uno dei miei 53 lo abbia letteralmente attraversato senza colpirlo, merito probabilmente di un repentino cambio di posizione rispetto al layer, che ha ingannato il mio siluro: bravo Marco, peccato che nelle sue condizioni già menomate l'inseguimento dei due 53, guidati con l'ausilio della UUV, sia stato impossibile da evadere.

 

Ci ritroviamo così 3 contro 1, con il povero Von Faust che assume il ruolo di cacciato: la partita continua fino allo sfinimento di Stefano74, che nel tentativo di affondare il sottomarino di Drakken quasi si colpisce con i suoi stessi siluri, per poi concordare tutti per il fine partita all'una di notte, scoprendo che eravamo talmente lontani che saremmo andati avanti a cercare Fausto per tutta la notte senza trovarlo!

 

Comunque serata interessante, utile per affinare la missione di giovedì, che ha mostrato il grado di tensione e la necessità di pazientare per riuscire a portare efficacemente a termine la propria missione: è molto probabile che lo scontro con i francesi si trasformi in un testa a testa casuale fra i giocatori, e la fortuna gioca un ruolo importante ai fini dell'esito finale della partita.

 

Grazie a tutti per la gradevole ed interminabile serata... lasciando da parte la sfortunaccia nera di Drakken, ognuno ha giocato bene, a parte una mancanza momentanea di Stefano74 nel momento in cui si è trovato a dover affondare il sottomarino rimasto senza guida di Drakken a meno di qualche miglio: probabilmente troppo facile per il suo calibro! :s68:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites
.....

è molto probabile che lo scontro con i francesi si trasformi in un testa a testa casuale fra i giocatori, e la fortuna gioca un ruolo importante ai fini dell'esito finale della partita.

....

 

Verissimo, per quanto si cerchi di immaginare quale possa essere il comportamento avversario ti ritrovi sempre nella condizione non prevista, vedi ieri, inizialmente sono rimasto completamente solo a sud, poi quando il Drakken è crashato ho puntato velocemente a nord per coprire la zona (quando vi ho detto "cambio tattica,me la rischio") e rischiare da fare un pò da "cavia" ma eravamo distantissimi, anche la UUV è servita a poco.

Ho sì sentito il sub di Drakken ma non Stefano74.

 

Alla fine penso che l'unica speranza sia quella di colpire per primi ed andare in superiorità numerica, anche solo di un'unità in modo che almeno 2 di noi riescano a lavorare in coppia alla ricerca di un unico obiettivo, uno può anche venir preso di mira ma se c'è un compagno a far da supporto può immediatamente contrattaccare. Se miracolo vuole che a quel punto si riesce ad ottenere un vantaggio di due unità non si deve perdere se ci si lavora bene.

 

Però si sa, i casi sono mille e mille, tutto può accadre.

 

...

fino allo sfinimento di Stefano74, che nel tentativo di affondare il sottomarino di Drakken

...

 

Io ero convinto fosse stato il sottomarino di Drakken rimasto in AI a lanciare, errore.

Edited by Von Faust

Share this post


Link to post
Share on other sites
Abbiamo tutti continuato nella nostra opera di ricerca quando sul NB mi sono comparse di colpo 3 frequenze di un Akula: rapido tracciamento su 2 sensori e nel giro di qualche minuto mi sono trovato un sottomarino nemico a meno di 8nm he mi stava puntando a 25knots da sud, la zona di mia competenza a copertura della mia squadra.

 

Lancio l'allarme, e subito Gladiatore si mette in rotta per venirmi in soccorso...

 

Il tempo di preparare le armi per un lancio in snapshot che già il nemico era a 6nm: accidenti, ma cosa sta succedendo... mai vista una tattica così aggressiva. :s07:

 

Vista l'incertezza della TMA, che era in linea con il mio sottomarino e relativa ad un contatto in pointing loss in rapidissimo avvicinamento, ho optato per un lancio di 3 Stallion nella classica configurazione a gabbia, seguito da 2 53 nella normale configurazione di attacco ed una UUV per avere la possibilità di evadere senza perdere il contatto con il nemico.

 

Mi sono poi posizionato sul bearing di evasione corretto ed ho attaccato: fuori gli Stallion, i 53 ed infine la UUV, poi contromisure ed evasione rapida, visto che il contatto nemico risultava ormai a meno di 4nm.

 

Purtroppo uno degli Stallion non ha funzionato correttamente, per cui mi sono ritrovato menomato proprio del siluro che avrebbe chiuso subito lo scontro, visto che gli altri due, pur lanciati in modo sufficientemente preciso, non hanno agganciato il bersaglio.

 

Inizio quindi l'inseguimento con i 53, mentre il nemico inizia un contrattacco sul bearing dei miei TIW e lancia addirittura uno Stallion, rivelando la sua scarsa velocità e dandomi modo di ridurre l'area di possibile fuga e ricerca: per fortuna la mia precoce evasione manda completamente fuori bersaglio il contrattacco nemico, lasciandomi in posizione di netta superiorità tattica.

 

Lasciando uno dei due 53 in attivo per dare fastidio e mettere sotto pressione in nemico, lo cerco in passivo con il secondo, ed in qualche minuto lo aggancio e lo affondo: era Kalinin, con il quale mi complimento in quanto, già danneggiato da una manovra maldestra in fase di avvicinamento, è riuscito ad evadere sia gli Stallion che, in prima battuta, uno dei 53 in modo stupefacente! :s20:

 

Nel replay sembra infatti che uno dei miei 53 lo abbia letteralmente attraversato senza colpirlo, merito probabilmente di un repentino cambio di posizione rispetto al layer, che ha ingannato il mio siluro: bravo Marco, peccato che nelle sue condizioni già menomate l'inseguimento dei due 53, guidati con l'ausilio della UUV, sia stato impossibile da evadere.

 

Ti ringrazzio per i complimenti, ma ieri ho commesso troppi errori. :s68: :s68: :s68:

Iniziamo.

Primo errore è stata la tattica iniziale, infatti nel tentativo di immedesimarmi in voi, visto che non conoscevo assolutamente la mappa, avevo provato ad aggirarvi poiche pensavo che avreste tentato di sfondare il centro.

Secondo errore è stato la mostruosa velocità con cui ti stavo venendo addosso, ma comunque non mi sarei mai aspettato che li ci fosse qualcuno.

Terzo il lancio della mia UUV forse mi avrebbe permesso di fare un controattaco più preciso, ma visto l'ho lanciata quando andavo troppo veloce, allora ho deciso di spostarmi rapidamente

Quarto errore è stata la rottura della radio, dell radar, del periscopio e del sonar rimorchiato ( anche se quest'ultimo è stato una vittima delle manovre di evasione ) e poi quando sono salito in vela, era impossibile guardare fuori, perchè ti trovi dentro il sottomarino, tantè che quando sono stato affondato pensavo che mi avessi colpito un ASM.

 

Conclusioni

I miei errori hanno condizionato in parte la mia prova, ma c'è da dire che la mappa è troppo grande. Se dovessi riassumere brevemente la mia partita sarebbe cosi : Ho corso per un'ora e mezza, solo per essere affondato dall'altra parte dell'isola.

Unica nota positiva essere stato in garado di evadre un siluro da 648 yard(Inizio evasione) a un minimo di 45 yard (quando mi ha perso).

 

N.B Non so perchè il mio replay fà i capricci, infatti non riesco a caprire come sono stato affondato, il che mi lascia alquanto perplesso visto che nè anche con i sensori di bordo sono riuscito a sentirlo, mentre diversamente riuscivo a sentire l'UUV :s12:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho visto il Replay,ma non riesco a capire xchè non sono riuscito ad affondare il sub del Fu Drakken,i siluri mi aggangiavano il bersaglio ma poi non lo colpivano...........bohhhhh

 

Caro Sergio uno del mio calibro e una pippa galattica,non pensare....

Grazie a tutti x la bella serata

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non ho visto il Replay,ma non riesco a capire xchè non sono riuscito ad affondare il sub del Fu Drakken,i siluri mi aggangiavano il bersaglio ma poi non lo colpivano...........bohhhhh

 

Caro Sergio uno del mio calibro e una pippa galattica,non pensare....

Grazie a tutti x la bella serata

 

 

Semplice, ancke il sub del FU Drakken è IMMORTALE !!! :s68:

 

:s03: :s03: :s03:

 

P.S.: Un crash strano, non ho avuto nessun messaggio d'errore da parte di windows... solo ora ripensandoci, avevo lanciato la mia UUV e stavo "giocando" con i settaggi particolare (enable - prenaable) per vedere

di modificare la velocità e profondità... non vorrei... :s07:

Share this post


Link to post
Share on other sites
....

P.S.: Un crash strano, non ho avuto nessun messaggio d'errore da parte di windows... solo ora ripensandoci, avevo lanciato la mia UUV e stavo "giocando" con i settaggi particolare (enable - prenaable) per vedere di modificare la velocità e profondità... non vorrei... :s07:

 

Anch'io ho "giocato" un pò con gli enable e prenable ma non ho avuto problemi, stranezze di DW. Non vorrei facesse lo stesso scherzo di quando si marca con l'HF.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah, se fosse così i francesi dovrebbero essersene accorti... :s68:

 

stasera installo la mod e vedo di fare due prove, poi vi so dire :s02:

 

EDITO:

 

ho fatto qualche prova con le nuove UUV

 

Nessun problema di crash (incrociamo le dita...). Confermo le sensazioni che avevo avuto leggendo le loro modalità di utilizzo. Ne hanno fatto un qualcosa di estremamente potente e versatile. Molto facile e intuitivo il controllo di velocità e direzione (ma vi rendete conto che si può incrociare un rilevamento usando una sola UUV? :s07: ), un po' meno quello della profondità: mancando il dato riportato, bisogna sempre ricordarsi a che punto si è della sequenza di battitura dei tasti, e magari aiutarsi col 3D per vedere se la UUV sale o scende. Comunque di fatto le UUV sono diventate dei veri e propri "sensori a distanza", posizionabili e filoguidabili....da tenerne conto!!!!!! :s02:

Edited by R.Hunter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,691
    • Total Posts
      518,803
×