Jump to content
Sign in to follow this  
sertore

Debriefing ~ Mission Death Match

Recommended Posts

Questa volta non ho molto da raccontare sulla mia prestazione di ieri sera: scarsa, poco incisiva e terminata con un indecoroso schianto sul fondale senza alcun apparente motivo, se non l'incapacità di governare correttamente i cambi di fondale, peraltro assolutamente previsti e pensati sotto pieno controllo! :s68:

 

La partenza è stata veramente tribulata: i limiti di DW con un numero di giocatori superiore ai 5/6 sono stati ormai ampliamente dimostrati, e le numerosissime ripartenze dovute ai CTD che hanno colpito a turno alcuni di noi ne sono stati la prova lampante.

 

Mi dispiace moltissimo che alla fine chi ne ha fatto le spese sia stato Umberto, catapultato fuori dal gioco all'ennesima ripartenza.

 

Per conto mio ho giocato male e forse anche peggio: probabilmente sono stato condizionato dal fatto di aver editato la partita e con l'intento di non approfittare più di tanto del fatto di conoscerne obiettivi e posizioni dei giocatori non ho fatto quello che normalmente avrei fatto senza alcuno scrupolo.

 

In particolare ho giocato a nascondino con 2 688i per più di un'ora e mezza, e pur avendo avuto per più di 40 minuti una possibile soluzione, non ho attaccato perchè ho voluto cocciutamente ricercare l'identificazione con almeno 2 sensori (trainato + cilindrico/sferico) per eseguire un lancio definitivo.

 

Ovviamente i miei due avversari non sono stati ad aspettare che questo accadesse, ed abbiamo continuato le nostre schermaglie per tutta la durata del gioco, fino al loro lancio, non so se su di una soluzione precisa o meno: di fatto mi sono esibito in un'evasione magistrale, con tanto di lancio multiplo di contromisure e fuga a pelo del fondo, visto che sia il Drakken che Umberto continuavano a dire - "Se gli MK48 ti agganciano non ti mollano più!"

 

Risultato: schianto a 35knts sul fondo... che vergogna! :s58:

 

Preso dallo sconforto ho spento tutto maledicendo me stesso per la serata penosa e dimenticando di salutare gli avversari, con i quali mi scuso sin d'ora...

 

Gradirei avere anche i vostri giudizi sull'editing della missione: Djmitri ha già detto che lo scenario era troppo vasto e le distanze troppo elevate... sono abbastanza d'accordo, anche se non del tutto convinto.

 

A proposito, che fine ha fatto la partita? :s12:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Patrirò dalla fine, dopo aver visto il replay mi ritengo soddisfatto per la giusta interpretazione della missione.

Mi sono ritrovato a sud di Capesterre, ho individuato la dragamine però senza identificare ancora con precisione se fosse la nostra unità o quella Yankee, il lancio precedente della UUV monitorava possibili sorprese da Ovest (in effetti c'era Alex che arrivava di gran carriera), a sud avevo escluso la presenza nemica.

A Nord Drakken anche se un pò in bagarre era in procinto di localizzare la nostra dragamine e, visto il posizionamento dei nostri avversari, penso che fossimo in posizione di notevole vantaggio prima che uscissimo di comune accordo sfatti dal sonno.

 

Tornando all'inizio e col senno di poi la suddivisione delle zone da controllare è stata ben organizzata, Drakken a Nord di Capesterre, io in direzione sud, Sertore e Kalinin in direzione Capesterre da sud si coprivano a turno le spalle, Truffa purtroppo out e Djmitri a presidiare il golfo di Guadeloupe.

 

Quando Rickè stato affondato dal Drakken e Sertore è andato ko ho modificato la tattica ed ho impostato rotta est verso Capesterre.

 

Complimenti al Mito per l'affondamento di Rick, lancio precisissimo.......io pur essendo più vicino non sono proprio riuscito ad individuarlo :s06: , sono proprio scarso :s06:. Mi capita un pò troppo spesso di non "sentire" unità che gente più distante invece riesce ad individuare, su questo mi ci devo scornare un pò, o sbaglio approccio oppure sono scarpone DNA :s68:

 

Vedendo il replay bella evasione dai siluri di Alex24e bella la sfida con Kalinin.

Molti di noi si sono affidati alle UUV, ho impiegato molto tempo a caricarla nei tubi, avrei dovuto metterne una nei tubi fin dall'inizio.

 

 

Note personali sulla missione : come dice Djmitri è vero che eravamo molto distanti però a me personalmente piacciono molto questo tipo di missioni da preparare con calma dalla "lontana".

La disposizione delle varie unità mi è piaciuta, prima di iniziare ero convinto e temevo che ci saremmo trovati in un fazzoletto, pieni di contatti sovrapposti e con siluri da ogni dove.

Edited by Von Faust

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzitutto grazie a Sergio per aver editato ancora una volta una missione complessa e impegnativa :s20:

 

Purtroppo dopo varie ripartenze mi sono trovato nella posizione più sfortunata, vale a dire oltre 30 nm a est di Capesterre.

Poco distante da me c'è Rick.

Chiaramente decidiamo di dirigere su Capesterre con rotte leggermente divergenti, e la cosa è subito estremamente problematica perchè per arrivare dobbiamo fare un sacco di strada e quindi correre (sinceramente anch'io non ho capito perchè quei due sub partivano così lontani quando tutti gli altri nascevano "sotto costa"). Correre significa essere presi di mira quasi certamente dai subrock russi ma non c'è altro da fare. Anzichè viaggiare entrambi alla cieca a velocità medio-alta, decidiamo di alternerci: uno corre a 33 kts per un po' di miglia e l'altro lo "copre" col sonar, e poi ci si scambia.

Parte Rick (della serie: mandiamo al macello i giovani :s03: :s03: :s03: ) e poco dopo la situazione al sonar si complica. i contatti sospetti sono parecchi. Lui rallenta, ma oramai è troppo tardi: è già stato individuato e poco dopo viene centrato dagli stallion di Drakken (ma va?). Rick la prossima volta mettici ogni tanto qualche cambiamento di rotta... :s02:

 

A quel punto per me la cosa diventa abbastanza insostenibile: se corro, faccio la fine di Rick, se non corro, resto fuori dai giochi. Decido per una via di mezzo, e intanto provo a cercare Drakken. Forse lo stento, ma ci sono pescherecci in zona e non riesco mai ad avere un'identificazione non dico sicura, ma almeno probabile. Cosa che evidentemente lui riesce ad avere di me (o della cruise ship vicina :s11: ) perchè dopo un po' inizio a sentire lanci di siluri che riesco a evadere non senza fatica, ricorrendo anche ad un'emersione rapida in extremis. Insomma, alla fine la pesca del Drakken annovera una mezza tonnellata di gamberi e la cruise ship danneggiata, ma tanto basta per mettermi per un po' fuori dai giochi (devo ricaricare l'aria compressa). Nel frattempo Stefano individua una nave arenata nell'isola di Dominica, che conferma essere russa.

Qui commetto un errore (mea culpa), perchè non avevo capito che ci fossero coppie di navi su ogni isola, pensavo solo su una (quella giusta). Quindi, visto che anche Stefano è fuori combattimento e non può attaccare la Natya (era quella sbagliata, ma và a sapere...) decido che tutto sommato posso starmene distante, armare i TASM e, quando i miei comunicheranno l'avvenuto aggancio dell'Avenger, farla fuori.

 

E invece niente, quando alla fine mettiamo lo show truth, mi rendo conto che le navi "giuste" erano sull'isola di Capesterre, e che Drakken e Von Faust erano piazzatissimi sui rispettivi obiettivi...

 

Comunque non ho ancora visto il replay, rimando a stasera ulteriori analisi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche i giovani yankee dovrebbero essere istruiti su 'Ivan il matto' in condizioni di navigazione sfavorevoli! :s51:

 

PS: vista la dimostrazione delle mie recenti attitudini alla navigazione, non da me ovviamente... :s68:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

Bella missione! molto difficile..

 

dopo innumerevoli crash,gente in loading perenne,autoscontro,miti bloccati..si parte alle 22.30 :s12:

 

stefano ed elio si trovano a nord di guadalupe, frencesco(hunter) e rick sono a più o meno 30 miglia da capesterre invece io e francesco(gladiatore) a ovest di dominica..sergio e kalinin a est di dominica, drakken e fausto pure a 30 miglia da capesterre però più a nord e federico e umberto a ovest di guadalupe

 

immaginehid.jpg

 

con francesco iniziamo ad andare verso nord io per ovest di capesterre e lui ovest di guadalupe..ogni tanto qualche sprint ma più che altro una missione in ascolto..i contatti sono i soliti qualche gamberetto un paio di balene pescherecci e 2 contatti molto strani :s12:

 

dopo un po di tempo riesco a classificare uno dei due..un akula..aspetto 8 minuti per avere una tma più precisa possibile e lancio un po di tempo dopo il mio lancio un esplosione e dalla mappa si vede ch sergio è schiantato sul fondo..come ha detto una svista durante la manovra evasiva..

 

passa un po di tempo e classifico il secondo contatto un altro akula aspetto la tma e gli lancio intanto ho dei siluri che mi pingano e sono molto vicini manovra evasiva riesco a schivarli e mi sto tranquillo a 3 nodi a 1200ft...mentre controllavo la filoguida del siluro mi accorgo che aggancia qualcosa..però subito dopo perde la traccia e inizia di nuovo la ricerca capisco che si è beccato una contro misura faccio girare il siluro a destra per vedere su il sub nemico aveva virato a destra..però niente, allora gli faccio fare un inversione a U verso sinistra che risulta efficace e riesco ad affondare il sub russo.

 

dopo un po si schianta sul fondo anche stefano proprio quando aveva markato un akula(il drakken) e ne esce piuttosto mal concio..quindi colpiti dalla sfortuna crasha anche gladiatore.

 

inizio una corsa a 33 nodi verso capesterre dove stavano andando tutti i russi però vista l'ora decidiamo di chiudere.

 

bella serata grazie a tutti :s20:

Edited by AleX24

Share this post


Link to post
Share on other sites
.....

(o della cruise ship vicina :s11: )

....

 

Mi sembravano un pò troppo "spesse" le linee di quella Cruise Ship :s02: Bravo.

 

....

e che Drakken e Von Faust erano piazzatissimi sui rispettivi obiettivi...

....

 

Ho i LAM che friggono ancora :s03: .

Probabilmente durava ancora poco la partita, tempo che il Drakken marcasse la nostra dragamine avrei avuto la conferma che quella di fronte a me fosse la postazione Yankee, i LAM erano già settati e tubi aperti, i 53 e Stallion pronti per l'arrivo di Alex24, peccato.

Solo Alex24 poteva dare "fastidio", era in direzione della UUV che mi teneva in guardia ma chissà, Alex24 è come il buon vino, migliora di partita in partita.

 

 

....

aspetto la tma e gli lancio intanto ho dei siluri che mi pingano e sono molto vicini manovra evasiva riesco a schivarli e mi sto tranquillo a 3 nodi a 1200ft...mentre controllavo la filoguida del siluro mi accorgo che aggancia qualcosa..però subito dopo perde la traccia e inizia di nuovo la ricerca capisco che si è beccato una contro misura faccio girare il siluro a destra per vedere su il sub nemico aveva virato a destra..però niente, allora gli faccio fare un inversione a U verso sinistra che risulta efficace e riesco ad affondare il sub russo.

....

 

:s20: Secondo me le più belle manovre della partita :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Alex :s02:

 

Come immaginavo la posizione di partenza è impeccabile, Sergio ha giustamente posizionato me e Rick da una parte e Drakken e Von Faust dall'altra a due vertici di un triangolo equilatero di circa 30 nm di lato il cui terzo vertice era l'isola di Capisterrae. L'unico piccolo vantaggio da parte russa era avere tra noi e loro una powerboat che, con bassa frequenza a 50 Hz, può essere confusa con un sub russo ma non con un sub USA...ma insomma non è che si vuole cercare il pelo nell'uovo

 

Su questa premessa, ecco lampante, senza nulla togliere alla bravura di Drakken e Von Faust, il grosso squilibrio insito in AT3 tra le diverse piattaforme.

Entrambe le coppie infatti devono viaggiare ad una velocità media di almeno 15-18 nodi (Marco correggimi se sbaglio) per poter fare ricerche attorno a Capisterrae. Entrambe quindi devono correre un po' e diventare udibili a vicenda.

I russi ci sentono, non so con quanta accuratezza, ma immagino non molta visto che eravamo comunque a 30 nm. Io li sento, anche se il segnale è confuso e non sono distinguibili, a quella distanza, da una fishing boat.

Ed ecco la differenza. I sub USA non possono lanciare per una serie di motivi: intanto il bersaglio non è correttamente identificato, in secondo luogo, 30 nm sono un'enormità per un siluro tradizionale: significano circa 40 minuti di navigazione a 50 nodi, praticamente siamo al limite, se non oltre, della loro stessa autonomia. Inoltre in 40 minuti il bersaglio si va a trovare da tutt'altra parte, rendendo il lancio inutile. Terzo, per mantenere la filoguida si sta senza possibilità di ricaricare per un sacco di tempo. Quarto, il TIW rivelerà la propria posizione in termini di bearing

 

Gli akula invece, una volta stimata una distanza di massima del bersaglio, impostano e lanciano i loro bravi subrock tanto: 1)arrivano velocemente in zona (un minuto?) 2) il lancio è "lancia e dimentica", quindi i tubi interni si possono subito ricaricare 3) Il TIW rivelerà al bersaglio il punto di ingresso in acqua, quindi con un minimo di furbizia non solo non si rivela la propria posizione, ma lo si confonde pure (certo c'è lo storico per il transiente di lancio, ma se le tracce sono sovrapposte, o si correva come in questo caso, anche lo storico non serve a granchè) 4) il lancio è sicuramente molto accurato sul bersaglio, nel senso che questo non ha avuto modo quasi di spostarsi, e se è fatto bene non dà scampo. Se è fatto male, pazienza, si può subito ritentare, approfittando magari delle accelerazioni violente che il disgraziato sub USA dovrà dare per tentare qualche difesa.

 

Ripeto, i comandanti russi sono bravissimi, e darebbero filo da torcere anche senza questo, ma qui siamo di fronte all'ennesima dimostrazione del fatto che le armi in gioco non sono assolutamente pari. Abbiamo stroncato RA per le inesattezze sulle potenzialità dei siluri lanciati da navi e unità aeree (oltre che per i problemi del multistation), ma ad esempio ieri non c'erano nè unità aeree, nè navi, nè multistation, per sarebbe stata perfetta e molto più equilibrata con RA che non con AT3...

 

Pregherei di astenersi da battute e sfottò: almeno io lo vivo come un qualcosa che mi sta lentamente togliendo il gusto di giocare, vi assicuro che non è bello partire ogni volta già sapendo che se porti a casa la pelle hai fatto il miracolo, e sempre e solo per lo stesso motivo contro il quale non puoi fare quasi nulla. :s06: :s06: :s06:

 

So che in Betamod si stanno cercando soluzioni egregie al problema, e ringrazio tantissimo soprattutto Drakken per questo, ma per il presente chiederei a tutti di prenderne finalmente e definitivamente atto, e agli editor di tenerne conto per le prossime missioni, se siete d'accordo....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Iniziamo la partita e mi ritrovo a ridosso di Dominica, cosi vicino che la prima cosa che ho dovuto fare è stato cambiare rotta o altrimenti finivo la partita.

Fatto questo salgo a quota radio per trasmettere la mia posizione e ricevere quella degli altri.

Accanto a me trovo Sertore e decidiamo la tattica per arrivare a Capesterre, dopo aver identificato che la nave difronte a noi è una SANDOWN.

 

Cosi il primo a partire e Sertore, mentre io gli copro le spalle.

Appena rallenta sente subito due 688 a est di Dominica, mentre il Drakken individua e affonda rick.

A questo punto tocca a me fare la traversata per arrivare a capesterre, e con la presenza dei 2 688 non mi sento molto a mio agio, però la fortuna vuole che una fishing boat, la SANDOWN e una balena coprono la mia avanzata, fino a quando non si sente uno schianto nel sonar, si tratta di Sertore che urata il fondo, e da questo punto in poi finisce la mia fortuna.

 

Infatti poco dopo sento un siluro in acqua, lo traccio e la tma mi da una soluzione a nord di Dominica a una velocita di circa 20 nodi, al ché penso che qualcuno lo sta usando per coprirsi l'avanzata e cerco nel sonar a banda stretta se percaso c'è qualche altra frequenza. TROVATA, ma nel frangente della mia ricerca la tma si affina e ora mi dice che il siluro va a 40 nodi e ha gia percorso meta della distanza che c'è tra me e il 688.

Visto il pericolo, decido di rispondere con uno Stallion, e di evadere il siluro, però evitando che il 688 mi possa sentire, il che mi porta a rallentare ,essendo nel cono di acquisizione del siluro, e ad aumentare la profondita sperando in un errore d'impostazione da parte del nemico.

Il mio siluro entra in acqua e aggancia qualcosa, contemporaneamente anche l'Mk48 mi aggancia ma ormai e solo questione di tempo, i ping sono troppo vicini, vedo il mio siluro che viene evaso, ma non ne posso lanciarne un altro, vedo le spie del sonar diventare da arancioni a rosse.

Ma all'improvviso scompaiono.

Lancio un sospiro di sollievo ( inutile :s68: ) al pensiero che è stato settato male, cosi aspetto che si spenga prima di ripartire, ma la fortuna mi ha ormai voltato le spalle, cosi quando vengono filoguidati sulla mia posizione vengo affondato.

 

Faccio i più calorosi complimenti ad Alex che è riusito ad evadere il mio stallion, ed affondarmi e a Sergio per la bella missione, che a mio parere è stata editata magnificamente :s20:.

Unica pecca è stato DW che ha fatto i soliti capricci

Intanto inizio a fare gli scongiuri per la parita contro i francesi

Share this post


Link to post
Share on other sites

COMMODORO, innanzi tutto capisco le perplessità e le ansie chiaramente espresse sull'utilizzo dei SUBROC, anche se mi permetto di segnalare che quanto descritto rappresenta il bicchiere mezzo vuoto, ma c'è anche quello mezzo pieno riguardo la sensibilità dei sensori occidentali, lo storico, la maggiore efficienza degli MK48 e chi più ne ha più ne metta. :s14:

 

Lasciando comunque le considerazioni di carattere tecnico-tattico a chi ne sa più di me, volevo solo segnalare che questo aspetto del gioco (l'utilizzo dei SUBROC intendo) è sempre ben presente nella mente dell'editor di turno, che spesso si sforza proprio nel tentativo di mitigare questo dichiarato svantaggio delle forze occidentali: la presenza di ghiaccio, le missioni su fondali bassi (che tanto angustiano il nostro buon Truffa), la disabilitazione delle armi fino ad un certo punto della missione non sono che l'esempio di meri tentativi di rendere le partire meno angosciose per coloro che non dispongono di questa tipologia di armi, ma ogni tanto una missione in mare aperto ci deve pur essere! :s03:

 

Ieri sera, per esempio, la coppia di sottomarini permetteva ad uno dei due di fare 'la lepre' per raggiungere l'obiettivo e all'altro di rimanere 'di guardia' per proteggerlo, magari in fondali bassi per proteggersi dal lancio dei SUBROC: il fato ha voluto che tu e Rick assumeste proprio le uniche due posizioni non protette, che vi hanno costretto ad una partita in difesa sotto la minaccia continua di un lancio missilistico. :s68:

 

In ogni caso le tue considerazioni sono state importantissime per la valutazione dei futuri scenari, nel quali personalmente tenterò sicuramente di affiancare ai metodi che ormai ben conoscete, anche un leggero vantaggio posizionale in modo da rendere le partite 'più equilibrate', senza comunque ribaltare la situazione svantaggiando in modo plateale la parte sovietica. :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è poco da dire.

 

Inizio 30 nm a est di capesterre, a fianco del buon Hunter. Poichè siamo fuori dai giochi decidiamo di avvicinarci a tutta velocità all'isola: uno corre e uno ascolta. I contatti dei due sub russi li ho avuti anch'io (su uno anche una soluzione, penso molto imprecisa però).

 

Personalmente, a parte qualche maggiore cambio di rotta (la profondità l'ho variata però) non mi viene in mente come io e Hunter potessimo giocar meglio questa partita. Non appena ho sentito il TIW ho cambiato rotta, lanciato contromisure e navigato sopra e sotto lo strato ma davvero il preavviso è troppo breve per sperare di evadere il siluro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
.....

Pregherei di astenersi da battute e sfottò: almeno io lo vivo come un qualcosa che mi sta lentamente togliendo il gusto di giocare, vi assicuro che non è bello partire ogni volta già sapendo che se porti a casa la pelle hai fatto il miracolo, e sempre e solo per lo stesso motivo contro il quale non puoi fare quasi nulla. :s06: :s06: :s06:

 

So che in Betamod si stanno cercando soluzioni egregie al problema, e ringrazio tantissimo soprattutto Drakken per questo, ma per il presente chiederei a tutti di prenderne finalmente e definitivamente atto, e agli editor di tenerne conto per le prossime missioni, se siete d'accordo....

 

Non posso che quotare i vantaggi/svantaggi che hai elencato, sono dati di fatto, tutti corretti. Ieri anche se ci individuavate a 30 nm di distanza con un lancio di siluri avremmo potuto tranquillamente farci una spaghettata, rientrare ed occuparci con molta calma di loro.....non voi con i subrock.

In effetti non mi sono mai messo più di tanto nei panni Yankee (che schifo :s02: :s03:) però in effetti la spada di Damocle dei subrok alla lunga pesa e condiziona.

Per le missioni future sono d'accordissimo sul prendere seriamente in considerazione la richiesta di "inventarci" qualcosa, l'obiettivo finale per tutti è quello di passare 2 ore piacevoli divertendosi e più la partita è equilibrata e più questo avviene. E' bello vincere ma ancor più bello sudarsela tanto :s03:

 

Con Betamod sono convinto che le cose cambieranno e sparo la mia c*****a del Venerdì.

E se implementiamo AT3 in modo che anche gli Yankee fossero dotati di subrock (solo quello) ? Chiedo a Drakken esperto di DB e Sergio mago delle dll.

 

EDIT : ho letto ora anche le valutazioni di Sergio......corrette. Insomma, trovare il giusto equilibrio per i nostri fantasici (grazie sempre per il vostro lavoro) editor è molto difficile.

Edited by Von Faust

Share this post


Link to post
Share on other sites
C'è poco da dire.

 

Inizio 30 nm a est di capesterre, a fianco del buon Hunter. Poichè siamo fuori dai giochi decidiamo di avvicinarci a tutta velocità all'isola: uno corre e uno ascolta. I contatti dei due sub russi li ho avuti anch'io (su uno anche una soluzione, penso molto imprecisa però).

 

Personalmente, a parte qualche maggiore cambio di rotta (la profondità l'ho variata però) non mi viene in mente come io e Hunter potessimo giocar meglio questa partita. Non appena ho sentito il TIW ho cambiato rotta, lanciato contromisure e navigato sopra e sotto lo strato ma davvero il preavviso è troppo breve per sperare di evadere il siluro.

 

Rick, per quanto scontato, l'unica tattica possibile contro unità dotate di SUBROC a media o lunga distanza in mare aperto è allontanarsi dal nemico con leg alternati veloci e lenti (almeno 5knots di differenza), a zig zag (con scarto di bearing di almeno 45°) e jo-jo continuo sopra e sotto il layer fino al definitivo allontanamento dalla distanza di rilevamento dei nemici, oppure aspettare a meno di 3knots che il nemico si avvicini da solo. :s12:

 

Almeno, questa è la teoria... :s68:

 

Con Betamod sono convinto che le cose cambieranno e sparo la mia c*****a del Venerdì.

E se implementiamo AT3 in modo che anche gli Yankee fossero dotati di subrock (solo quello) ? Chiedo a Drakken esperto di DB e Sergio mago delle dll.

 

Temo che in questo modo le nostre partite del giovedì sera si trasformerebbero in un lancio di fuochi artificiali dalla durata minima e con poco divertimento da entrambe le parti: sarei più favorevole alla limitazione dell'utilizzo dei SUBROC, limitandone per esempio la portata, o alla loro eliminazione equilibrando le caratteristiche dei siluri tradizionali russi ed americani.

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo Sergio, condivido in pieno quello che dici...ma purtroppo il famoso bicchiere mezzo pieno in questo modo non entra mai in moto: se mi consentite il paragone pugilistico, è come avere un pugile col pugno devastante ma col braccio corto. Se l'avversario lo tiene lontano e da lì lo colpisce, lo rende inoffensivo.

 

Non vorrei che il mio intervento fosse sembrato anche solo vagamente polemico tanto nei confronti dei comandanti "russi" quanto nei confronti degli editor: non lo era e non voleva esserlo. I primi perchè sono comunque bravissimi e quello che ottengono se lo guadagnano attraverso la conoscenza e l'utilizzo al meglio delle loro piattaforme, i secondi perchè mi rendo conto hanno a che fare con una materia delicata, faticosa e per niente semplice.

 

E, sia chiaro, non chiedo aiuti, agevolazioni o altro...volevo solo stimolare una riflessione su quello che, missione dopo missione, mi appare sempre più come un qualcosa di ineluttabile. Se ci fossero errori sistematici commessi da parte nostra, o misure di sicurezza da prendere e che non vengono prese, sarebbe un discorso. Ma qui parti, e sai che per quanto tu faccia le cose perfette, te la potrai cavare solo se "gli altri" commetteranno qualche errore (cosa che avviene sempre di meno) o se sarai niente meno che superlativo nelle manovre evasive.

 

Ma vorrei anche sentire il parere degli altri comandanti, sia USA che Russi: sono davvero l'unico ad avere, in negativo o in positivo, questa sensazione? :s07: :s07: :s07:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rick, per quanto scontato, l'unica tattica possibile contro unità dotate di SUBROC a media o lunga distanza in mare aperto è allontanarsi dal nemico con leg alternati veloci e lenti (almeno 5knots di differenza), a zig zag (con scarto di bearing di almeno 45°) e jo-jo continuo sopra e sotto il layer fino al definitivo allontanamento dalla distanza di rilevamento dei nemici, oppure aspettare a meno di 3knots che il nemico si avvicini da solo

 

D'accordo e se il som russo si trova tra la mia posizione e l'isola che devo raggiungere?

Share this post


Link to post
Share on other sites
......

Non vorrei che il mio intervento fosse sembrato anche solo vagamente polemico tanto nei confronti dei comandanti "russi" quanto nei confronti degli editor: non lo era e non voleva esserlo.

.....

 

Noooooo, assolutamente :s01:

Penso sia chiaro a tutti che il fine è quello di migliorare sempre e divertirsi di più, tutti. I debriefing sono vitali per capire cosa va "bene" e cosa va "male".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

secondo me si puo lasciare il mondo com'è perchè nella realtà queste armi vengono caricate come ho detto una volta non troverai mica qualcuno che dice << ooooo senti tu sull'akula non lanciare stallion che non vale>> :s03: :s03: però mi trovo daccordo con francesco sul fatto che essere colpito subito dagli stallion senza preavviso non è il massimo della vita...ci vorrebbe per lo meno il tiw anche con i missili come nella lwami

Edited by AleX24

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto meditando sul Pagellone ma è durissima inventarsi qualcosa con così tanti C.ti, non ricordo il replay e quindi non ricordo il comportamento e chi ha crashato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
secondo me si puo lasciare il mondo com'è perchè nella realtà queste armi vengono caricate come ho detto una volta non troverai mica qualcuno che dice > :s03: :s03: però mi trovo daccordo con francesco sul fatto che essere colpito subito dagli stallion senza preavviso non è il massimo della vita...ci vorrebbe per lo meno il tiw anche con i missili come nella lwami

 

infatti a me non piace l'idea di limitarne l'uso, preferirei disporne anch'io...come mi ero illuso potesse succedere usando RA

 

Ad ogni modo, ragionando in termini di realismo, fintantoche la flotta russa era in grado di armarsi con questi giocattoli, anche gli USA ne disponevano (vedi Programma SeaLance). Poi quando i russi non hanno avuto più nemmeno il carbone per far andare avanti i loro sottomarini, gli americani hanno tagliato dalla flotta sottomarina le armi subroc. Tanto sono coperti dalla flotta.... Ma in definitiva la possibilità di un uso massiccio di missili ASW "submarine to submarine" da parte russa senza che ciò fosse altrettanto possibile da parte USA non c'è mai stata...e che mica son fessi gli americani! :s03:

Edited by R.Hunter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti.

 

Ecco il debriefing della mia prima missione ufficiale in solo.

Dopo i vari restart dovuti al drammatico netcode di DW (e in uno di questi restart ho anche speronato un 688...) inizio di fianco ad Alex.

Memori del problema della rotta, essendo io verso ovest rispetto a lui e leggermente arretrato, decido che avere solo 400 piedi di acqua sotto di me sia alquanto claustrofobico; apro subito a sinistra per 270 e faccio distanza anche perché entrambi temiamo un lancio di subroc che in questa situazione sarebbe drammatico. Faccio la prima tratta sino al capo dell'isola a 1400 piedi per 18 nodi e risalgo per l'identificazione di una eventuale tenda con dragamine annesso ma non c'è nulla. Nel frattempo, presumendo che i due Ivan partiti dall'altra parte dell'isola siano anche loro in prossimità del capo, ne parlo con Alex e rallentiamo. Poco dopo arriva l'annuncio dell'individuazione dell'Akula per circa 070, cosa che rilevo anche io molto debole ma di fatto, a prescindere che non avevo ancora dei rilevamenti l'altro 688 era sulla mia linea di tiro quindi decido che Alex avrebbe fatto da ammortizzatore laterale e così ritorno in profondità lungo il canyon che portava a nord-nordest verso l'altra isola di Guadaluope.

Mantengo una velocità moderata, alternando cambi di rotta e di profondità, perché temevo di trovarmi di fronte uno o due Akula in arrivo dall’isola di Guadaloupe con rotta sud.

Assisto ai vari lanci di Alex (che è stato un magnifico gregario di formazione), ho anche sentito i vari siluri in arrivo (avevo il ricevitore passivo al limite del giallo per cui se qualcuno condividesse il replay e mi spiegasse come si utilizza ne sarei grato per rivedere esattamente le cose), seguo le varie vicissitudini degli altri mentre, di concerto con Hunter, Alex etc, vado a cercare l’Avenger per chiudere il discorso..

Intanto sono ormai a portata ottica della costa sud dell’isola a nord ed intravedo qualcosa quando il gioco crasha clamorosamente verso la una-una e venti se non ricordo male.

Chiaramente mi sono girate le palle come due turbine fino a mezzogiorno circa..(potete immaginare in cantiere gli altri che non capivano il motivo dell’incazzatura…per cui mi sono sfogato su di loro).

 

Considerazioni: gran bella mappa, grande, di ampio respiro ed adatta alle classi dei sottomarini in gioco; davvero interessante perché ha richiesto organizzazione, tattica e concerto tra tutti permettendo quindi l’uso corretto di un SSN come i 688 o gli Akula.

Peccato che siamo partiti in ritardo per i vari motivi che tutti conosciamo e che siccome siamo in settimana sia stato un po’ un casino per me…io ho accusato l’ora tarda…non so voi, Federico a parte.

Trovo molto estremamente gratificante giocare con obiettivi così complessi e realistici che fare il DM da bimbominkia.

 

Facendo invece seguito a quanto detto da Hunter in merito al bilanciamento delle unità in gioco concordo con lui.

Ho poca esperienza di gioco online qui a DW ma gioco ai simulatori di sub sin dai tempi di Red Storm Rising su Commodore 64 provandoli praticamente tutti e sinceramente non mi sono mai trovato di fronte ad uno sbilanciamento simile.

Il Towed Array fa davvero pena qui lo schermo è sempre sporco del rumore di fondo anche andando piano, la presunta superiorità dei sensori occidentali è stata massacrata tant’è che mi sono ritrovato più volte ad usare il sonar di prua come sensore più chiaro.

Vero i Mk 48 non perdonano, lo storico aiuta moltissimo anche se, di contro, i sub russi hanno la visione contemporanea dei 3 sensori di bordo… etc etc ma diamine questo non è sufficiente, almeno per come io ho sempre visto negli anni il rapporto qualità/efficienza delle unità in gioco dei due schieramenti.

Ad esempio, il fatto di sentire i transienti a distanze enormi comunque toglie molto del presunto vantaggio della silenziosità USA rispetto ai sub russi.

Voglio dire, facciamo l’ipotesi che, individuato un sub russo, questo non mi abbia sentito ma siccome appena lanciato, anche a grandi distanze, lui riceve l’avviso e mi contro-lancia sul rilevamento quasi immediatamente poiché ha il dato di dove arrivano i siluri…e magari non li sente neppure subito.

Ma il Seawolf non dovrebbe infatti avere i tubi più larghi che eliminano questo problema?

Poi la gestione del siluro è veramente limitata, su Red Storm Rising potevi usare il siluro come un sonar remoto nel senso che nella consolle di guida ti diceva chiaramente se il siluro era in modalità di ricerca, di homing o jammed (ovviamente non a filo spezzato).

Non solo potevo far viaggiare il siluro sopra o sotto lo strato, farglielo cambiare a tua discrezione, accelerare o rallentare.

Era classico il lancio sotto lo strato, la fase di crociera a bassa velocità e poi si faceva uscire il siluro in attivo da una direzione differente da quella di lancio…qui questo sostanzialmente non è possibile.

 

Spero davvero che si possano sistemare queste cose anche tenendo conto di quanto detto da Hunter sul programma Sealance etc etc.

Se da un lato è stimolante usare un 688 con queste premesse dall’altro è frustante perché si sa che è davvero difficile.

 

Comunque grazie 1000 per la divertente serata in compagnia.

Edited by Gladiatore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Be,che dire,bella missione,complimeti all'editor.

Non sto a dilungarmi sulla mia missione,che si è conclusa con uno schianto sul fondale,Sergio non 6 l'unico,sono cose cha capitano.

Personalmente non avevo capito la missione,mea culpa che non lo letta,ma vorrei ampliare la tesi di Francesco,sia ben chiaro che non c'è nessuna nota polemica nei confronti dei C.ti Russi,solo una riflessione.

Giustamente,Francesco fa notare lo squilibrio a livello di armi,i Subroc,se usati bene sono micidiali,come il Drakken a fatto vedere benissimo ieri sera, ma x me la cosa,diciamo + ingiusta e questa:

Se noi(USA) sentiamo un possibile contatto con 50 Hz ci sono una miriadi di possibili bersagli,mentre i nostri amici russi con i 60 Hz di un sub o nave USA hanno meno varianti,forse io la farò troppo facile,non c'è dubbio,ma x me è questo il vero squilibrio.

Non me ne volete,quando ho deciso di prendere il 688 come piattaforma base sapevo a cosa andavo incontro,il mio è un semplice sfogo ,buttato lì x animare la discussione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cari comandanti mi sa che presto verrò estromesso per manifesta superiorità ???? :s68: :s03:

 

La partita mi è piaciuta molto, e trovo impeccabile il lavoro di editing da parte di Sertore.

 

Poi passando all'analisi "seria" della partita mi rivolgo a tutti ma specialmente ai comandanti USA

Domandona: ma avete visto per caso il REPLAY ???

 

Sinceramente non ho tempo e voglia di postare i vari screenshot della partita, ma qui dobbiamo mettere chiarezza:

 

Allora siam partiti tutti equidistanti. Io e Faust decidiamo di puntare sull'isola centrale (no ricordo il nome :s68: )

 

Bene, io incomincio a tirare con frequenti cambi di velocità e di rotta repentini, in uno di questi Stop individuo il SUB di RICK.

 

FERMI TUTTI.

 

Domandona: come faccio ad individuare per primo un sub yankee che di base è meno rumoroso del mio (andate a vedere i valori del DB riguardanti il TRUSTH e

il PS L) e fare una TMA precisa al millimetro perchè SOLO in questo modo si può lanciare uno STALLION e colpirlo a circa 15 miglia di distanza ????

Per contro come mai i SUB yankee che hanno sensori migliori dei miei e sono meno rumorosi non riescono ad individuarmi per primo ????

Ed inoltre i problemi di copertura di navi civili li avevo pure io...

 

Ai posteri l'ardua sentenza.

 

Il problema sta a monte non a valle... puoi avere tutti gli STALLION di questo mondo ma se non fai una TMA al millimetro spari a vuoto... visto anche il ridotto range dei siluri ed il cono di acquisizione ridicolo.

 

Volete un suggerimento: avete l'opportunità di sentirci prima di noi sul sonar, approfittatene e lanciate anche solo sul bearing, vi assicuro che con un siluro alle costole non si ha il tempo d fare TMA al millimetro per lanciare degli STALLION.

 

Sinceramente se riguardate il replay intorno a me non avevo contatti che mi potevano coprire più di tanto, tranne una Fishing ma fuori dalla mia linea.

Se non avessi avuto gli STALLION avrei sparato anche prima perchè per i filo guidati basta il bearing... poi mentre il siluro va verso l'obiettivo affini la TMA e lo guidi verso il bersaglio.

 

Poi per quanto riguarda lo scontro fra me e HUNTER , caro COMMODORO, sei stato tu tutta la partita sotto una nave CRUISE SHIP, e io ti ho lanciato dei "normalissimi" 53 filoguidati.

Non vedo tutto questo scandaloso uso di STALLION. (guardare il replay PLEASE)

Il problema e che non mi avete mai tracciato, e senza aver idea di dove si trova il tuo bersaglio di sicuro i SUBROC non servono a nulla in quanto non hanno la "lanternina" magica.

 

In fin dei conti comunque lo scontro tra SUB è finito a favore degli USA in quanto il prode ALEX24 (non a caso un mio EX padawan :s02: ) ha adottato la tattica migliore riuscendo a BECCARE un AKULA e difatti costrigendo

SERTORE a schiantarsi nel fondo.

 

Come ha fatto ALEX con un 688 a beccare due AKULA ???? MISTERO.

 

Dire che tutta la tattica e la partita (e tutte le altre già fatte con i medesimi riscontri) si sia giocata solo grazie all'utilizzo dei SUBROC , penso che sia una esagerazione.

 

Io sono per la simulazione al 100%, le unità in gioco hanno caratteristiche differenti, bisogna saperle sfruttare al massimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uffa Marco ma possibile che tu prenda sempre tutto come una questione personale? L'ho detto e lo ripeto, nessuno mette in dubbio che tu sia il migliore giocatore di DW del pianeta, qui stavo usando il caso dello scontro tra te e Rick come un esempio di un fatto che continua a ripetersi anche con protagonisti differenti.

 

E ho anche detto che non si discute la vostra perizia nel lanciare Stallion o simili. Lo so che non è semplice e che ci vuole bravura. Sto semplicemente evidenziando un problema che è insito nelle dinamiche di DW, e che a quanto pare finora riconoscono tutti (tranne te).

 

Senti, fa' così: rileggiti tutti i resoconti delle missioni dell'ultimo anno, fa' un po' di statistiche, e ti renderai conto che in quello che dico c'è un fondo di verità. Oppure, se preferisci, facciamo un paio di queste missioni già provate a parti invertite. Ti ricordo che alla prima (e unica) missione fatta con RA ti sei beccato una considerevole percentuale di danni dai primi subrock che il sottoscritto lanciava nella sua vita: o quella sera eri ubriaco, o io sono l'Harry Potter di DW, o semplicemente i subrock sono un'arma che fa la differenza e averceli è meglio che non averceli: quale preferisci?

 

Nello specifico della missione, non è mia abitudine sparare preventivamente sulla prima frequenza sospetta che vedo. Mentre da quello che ho capito dalle parole di Fausto su di me avevate solo un qualche sospetto, e infatti nonostante tutto non mi avete preso, andando a beccare invece i gamberi e cruise ship (che tra parentesi era distante almeno un paio di miglia...2.6 per la precisione) E anche in questo caso regola vuole che se c'è il rischio di prendere un'unità civile bisogna stare attenti...o sbaglio? Comunque se volete la prossima volta faccio come consigliato dal MITO, sparo preventivamente appeno vedo qualcosa muoversi, magari quando tengo il SW, poi nessuno si lamenti se vi trovate 30 MK 48 in acqua a far casino

 

Comunque la mia non voleva essere una guerra di testosterone a chi è il più bravo. Lo riconosciamo una volta per tutte: SIETE PIU' BRAVI VOI. Bene. Adesso vediamo come risolvere 'sta cosa?

 

 

 

ps: Stefano in teoria il problema dei contatti simili esiste, ma in pratica in nostri editor sono sempre attenti a equilibrare i contatti neutrali per non avvantaggiare nessuno: anche nell'esempio di ieri sera c'era una fishing boat da una parte e una cruise ship dall'altra... :s02:

Edited by R.Hunter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh eh eh, ma dai :s01: COMMODORO :s01: , non te la prendere, io stavo solo chiarendo il mio punto di vista... :s02:

il MOD RA ha il problema (riconosciuto ormai universalmente da tutti, compresi i MODDER) che i siluri entrano in acqua in passivo, perciò non riuscendo quasi mai a beccare niente.

Solo con la fortuna si prende qualcosa... SERGIO me ne ha tirato addosso NOVE di cui solo uno ha fatto centro... (e vorrei precisare non ho subito danni dai tuoi lanci in quanto indirizzati verso SERTORE....LOL :s10: :s03: )

con gli altri abbiamo fatto la partita successiva in acqua ho contato 8 SILEX, 3 siluti dallì'ELI di TRUFFA, 4 da RICH, altri 3 lanciati dalla nave tutti contro il sub di FAUSTO che era un KILO, cioè 18 siluri che giravano a vuoto... e voi questo lo chiamate realismo ??? Mi sembrava un ARCADE a chi lancia di più becca qualcosa.

 

Qui non si tratta di più bravo o meno bravo, dipende dalle circostanze. L'ultima volta non mi hai mandato tu a fondo ed eri su un SEAWOLF ? Hai fatto le scelte giuste, e hai vinto. Ma questo non vuol dire che "solo" grazie ad essere

su un SEAWOLF (che indubbiamente è molto superiore a qualsiasi altro sub) ti ha permesso di vincere.

 

Io le statistiche le ho viste, ad esempio l'ultima partita avevo lanciato contro ELIO ma non l'ho colpito, mica è matematico lanciare STALLION e fare centro. Le statistiche si fanno con i dati completi. Cioè quanti lanci vs quanti obiettvi effettivamente colpiti.

Da questo punto di vista allora dovremmo rendere "uguali" i siluri normali, l'MK-48 è nettamente superiore ai 53... portata, velocità, sensori di acquisizione.

 

Ieri sera su ben SEI AKULA, solo io ho potuto lanciare gli STALLION con successo, questo non dovuto solo alla bravura, ma perchè mi trovavo nelle condizioni migliori e ho sfruttato al massimo le capacità del mio SUB.

Avessi "tirato" a 30 nodi senza rallentare ogni 5 minuti, o un attimo prima o dopo, e magari non avrei capito che quel contatto era sicuramente RICK.

E' questo il concetto.

Poi possiamo prendere delle scelte arbitrarie (vietare l'uso degli stallion, non sparare missili antinave alle fregate, non usare i SEAWOLF, rendere tutti i sub uguali) però così corriamo il rischio di appiattire la simulazione.

Tanto vale che tutti ci prendiamo la stessa piattaforma.

Magari un KILO CINESE... :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nello specifico della missione, non è mia abitudine sparare preventivamente sulla prima frequenza sospetta che vedo. Mentre da quello che ho capito dalle parole di Fausto su di me avevate solo un qualche sospetto, e infatti nonostante tutto non mi avete preso, andando a beccare invece i gamberi e cruise ship (che tra parentesi era distante almeno un paio di miglia...2.6 per la precisione) E anche in questo caso regola vuole che se c'è il rischio di prendere un'unità civile bisogna stare attenti...o sbaglio? Comunque se volete la prossima volta faccio come consigliato dal MITO, sparo preventivamente appeno vedo qualcosa muoversi, magari quando tengo il SW, poi nessuno si lamenti se vi trovate 30 MK 48 in acqua a far casino

 

ps: Stefano in teoria il problema dei contatti simili esiste, ma in pratica in nostri editor sono sempre attenti a equilibrare i contatti neutrali per non avvantaggiare nessuno: anche nell'esempio di ieri sera c'era una fishing boat da una parte e una cruise ship dall'altra... :s02:

 

Non per polemica, ma per precisare... riguardati il replay, io ho lanciato dopo che hai lanciato la tua UUV, che mi ha confermato che eri in linea e comunque molto vicino alla CRUISE SHIP, avevo già il tuo bearing, ma visto che eri sotto la CRUISE SHIP non avevo la tua posizione precisa per il lancio degli STALLION... ergo non li ho lanciati e ho preferito lanciare i 53 filoguidati, questo per evitare la CRUISE SHIP. (non lancio mai a caso e contro bersagli civili)

Difatti dopo ti sei messo in posizione tale che i miei siluri sono andati contro la cruise ship ma erano verso di te fin dall'inizio.

Difatti alla fine ti ho anche amichevolmente dato la tua posizione tramite la chat di DW... :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
......

con gli altri abbiamo fatto la partita successiva in acqua ho contato 8 SILEX, 3 siluti dallì'ELI di TRUFFA, 4 da RICH, altri 3 lanciati dalla nave tutti contro il sub di FAUSTO che era un KILO, cioè 18 siluri che giravano a vuoto... e voi questo lo chiamate realismo ???

....

 

No, io lo chiamo incubo ah ah ah !!!!!! :s03: :s14: :s03:

E chi se li scorda quei momenti !!! E poi chi ve l'ha detto che era un problema di RA ? Ero io che usavo la FORZA :s57: :s31:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alcune brevi brevi considerazioni con scopo costruttivo e non di flame, avendo letto anche i report altrui.

 

Quando Alex ha affondato Kalinin io ho visto dal replay che lui gli ha risposto con uno stallion il cui siluro gli è caduto in acqua proprio davanti al 688 eppure - per quel che mi ricordo - Alex non ha mai alzato la velocità come ha fatto Rich invece.

Mi domando se sia stata solo fortuna oppure se Kalinin aveva già un contatto. Leggendo il post di Kalinin mi è venuto da ridere a leggere che Sertore ci aveva già individuato perché 1) c’era di mezzo l’isola 2) perché dopo i primi minuti sono stato ben attento a non aumentare la velocità senza mai eccedere gli 8 nodi.

Non solo, quando Drakken (ma usavi un Akula I o superiore?) ha affondato Rich con lo Stallion piazzato al millimetro al termine di una tratta in velocità, mi domando, perché il 688 che prima andava piano (Hunter) coprendo Rich non individuato Drakken che effettuava manovre in velocità? Eppure Hunter sa fare il suo mestiere…

 

E’ evidente che i sensori americani, in particolare il towed array è stato nerfato e non di poco in questo mod: del resto basta aprire DW sul pc fisso e sul portatile, il primo con AT3, il secondo no, per vedere la netta differenza della qualità di lettura del sensore in questione. Se ne evince chiaramente che i sensori dei sub russi in AT3 sono decisamente efficienti, fin troppo in base alla mia esperienza e cultura in materia.

La combinazione di questi vari fattori penalizza oggettivamente la componente subacquea americana, tutto qui.

Non è così difficile da ammettere ed è per questo che, a quanto ho capito, c’è la necessità di migliorare il mod. che usiamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
...

Leggendo il post di Kalinin mi è venuto da ridere a leggere che Sertore ci aveva già individuato perché 1) c’era di mezzo l’isola 2) perché dopo i primi minuti sono stato ben attento a non aumentare la velocità senza mai eccedere gli 8 nodi.

...

 

Ridi... ridi... Gladiatore: è bello pensare che questa è la considerazione che hai dei rapporti dei tuoi avversari! :s58:

 

Pensa, a leggere le tue "brevi brevi considerazioni con scopo costruttivo e non di flame" vien da ridere anche a me! :s03:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quando Alex ha affondato Kalinin io ho visto dal replay che lui gli ha risposto con uno stallion il cui siluro gli è caduto in acqua proprio davanti al 688 eppure - per quel che mi ricordo - Alex non ha mai alzato la velocità come ha fatto Rich invece.

Mi domando se sia stata solo fortuna oppure se Kalinin aveva già un contatto. Leggendo il post di Kalinin mi è venuto da ridere a leggere che Sertore ci aveva già individuato perché 1) c’era di mezzo l’isola 2) perché dopo i primi minuti sono stato ben attento a non aumentare la velocità senza mai eccedere gli 8 nodi.

 

Caro Gladiatore, grazie per per aver affermato che il mio post era un po esilarante, il che equivale come un complimento. :s04:

Innanzi tutto Sergio vi aveva individuato, infatti ( ne sono testimoni anche gli altri C.ti ) ho subito un rimprovero perchè chiedevo maggiori informazioni su quei contatti.

In secondo luogo la mia non è stata fortuna, perchè quando lanci un siluro vieni avvertito con un TIW che ti indica il bearing e poi avevo il contatto con il sonar a banda stretta, oltre che appena sentito il TIW ho tracciato il siluro cosi avevo il punto di partenza di esso,ma senza il TIW non mi sarei mai azzardato a lanciare visto che non avevo ancora il Master ma solo una traccia.

 

Mi hai fatto ricordare anche un'altra cosa, ma su questo non ne sono certo, prima che Sergio venisse affondato abbiamo ricevuto un TIW io su bearing 062 e lui su 061, ho triangolato graficamente la posizione e il punto d'incotro coincideva nella zona dove è stato affondato Rick il che mi ha fatto pensare che li ci fosse un'altro 688 e ho avvertito Drakke (anche se penso che avesse gia rilevato il 688 di Hunter), a questo punto scatta una domanda rivolta hai più esperti.

Se riesco a tringolare la posizione solo con i TIW ma senza avere nessun contatto sul sonar, posso aprire il fuoco?

 

Dopo questa piccola parentesi rispondo alle contestazione di Hunter, dicendo che preso ormai atto di tutti questi problemi e avendo lui assolutamente ragione che esisto piccoli difetti che affligono AT3 e che come Gladiatore a ben evidenziato che i sonar americani soffrono di troppo rumore di fondo, se per le prossime partite dobiamo usare ancora AT3 oppure conviene cambiare mod?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto per dare un parametro di riscontro: non ho mai avuto su nessuno dei due akula più di due bande di frequenza nemmeno quando correvano come dannati a 15 nm da me. Quindi, mai uno straccio di identificazione. E, ripeto, a me hanno insegnato che finchè non sono in ddi stabilire se un contatto è una fishing boat piuttosto che un akulaII, i siluri stanno nei tubi. Supponevo che almeno un akula fosse lì, ma c'erano in un ristretto raggio di bearing anche uno yatch (che avevo identificato) e un peschereccio.

Vabbè comunque non era questo il punto, e nemmeno volevo insinuare chissà quale superiorità dei mezzi russi rispetto a quelli USA: solo evidenziare l'oggettivo vantaggio tattico che dispone in un grande numero di scenari chi ha la possibilità di usare armi tipo Subroc da chi non ce l'ha. E insomma se così non fosse non le avrebbero inventate, vi pare?

 

Comunque non me la sono presa, solo non volevo che la questione scivolasse sui soliti discorsi "è colpa tua, è colpa mia", non era mia intenzione almeno porla su questo piano. D'altra parte un po' mi addolora questa reazione: per quale motivo solleverei una questione del genere? Se lo faccio, è solo perchè ho riscontrato - o mi sembra, in buona fede, di aver riscontrato - degli elementi di oggettività sul tema. Magari un minimo di credito (della serie: oddìo, se dice una cosa simile, magari una qualche ragione ce l'ha...) potreste anche darmelo no? Ma le risposte che leggo sono come se volessi acquisire slealmente un vantaggio che non riesco ad avere sul campo: Marco pensi veramente che potrei farlo? Mi credi davvero capace di una cosa simile? :s06: :s06: :s06:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho sentito Gladiatore via MSN e ci siamo chiariti: non so se si è spiegato male lui o ero un po' prevenuto io, ma le sue considerazioni erano rivolte a se stesso, nel senso che il riso è stato generato dal fatto che pensasse di non essere mai stato rilevato mentre invece lo è stato realmente per quasi tutto il corso della partita, o quanto meno fino a quando non mi sono schiantato sul fondo! :s51:

 

Va beh... incidente chiuso: bacino sulla guancia e pace fatta! :s54:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites
bacino sulla guancia ...

 

:s35:

 

Bleah! :s03: :s03: :s03:

 

a questo punto scatta una domanda rivolta hai più esperti.

Se riesco a tringolare la posizione solo con i TIW ma senza avere nessun contatto sul sonar, posso aprire il fuoco?

 

Secondo me se le distanze risultano idonee certo che sì (dopo che hai accertato che non è stato uno dei tuoi a sparare :s11: :s03: )

Edited by R.Hunter

Share this post


Link to post
Share on other sites
....

Se riesco a tringolare la posizione solo con i TIW ma senza avere nessun contatto sul sonar, posso aprire il fuoco?

....

 

Direi proprio di sì, non è uno sparare a caso sperando di beccare qualcuno, anche se secondo me lo fai avendo una stima molto approssimata di dove possa essere l'unità avversaria.

Il dubbio è......è un avversario ? I TIW provengono dalla stessa unità ? E se (molto probabile) l'unità che emette il TIW si muove sufficientemente veloce ? Una triangolazione abbastanza precisa la puoi avere solo con un bersaglio immobile o molto lento etc etc

Edited by Von Faust

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alcune brevi brevi considerazioni con scopo costruttivo e non di flame, avendo letto anche i report altrui.

 

Quando Alex ha affondato Kalinin io ho visto dal replay che lui gli ha risposto con uno stallion il cui siluro gli è caduto in acqua proprio davanti al 688 eppure - per quel che mi ricordo - Alex non ha mai alzato la velocità come ha fatto Rich invece.

Mi domando se sia stata solo fortuna oppure se Kalinin aveva già un contatto. Leggendo il post di Kalinin mi è venuto da ridere a leggere che Sertore ci aveva già individuato perché 1) c’era di mezzo l’isola 2) perché dopo i primi minuti sono stato ben attento a non aumentare la velocità senza mai eccedere gli 8 nodi.

Non solo, quando Drakken (ma usavi un Akula I o superiore?) ha affondato Rich con lo Stallion piazzato al millimetro al termine di una tratta in velocità, mi domando, perché il 688 che prima andava piano (Hunter) coprendo Rich non individuato Drakken che effettuava manovre in velocità? Eppure Hunter sa fare il suo mestiere…

 

E’ evidente che i sensori americani, in particolare il towed array è stato nerfato e non di poco in questo mod: del resto basta aprire DW sul pc fisso e sul portatile, il primo con AT3, il secondo no, per vedere la netta differenza della qualità di lettura del sensore in questione. Se ne evince chiaramente che i sensori dei sub russi in AT3 sono decisamente efficienti, fin troppo in base alla mia esperienza e cultura in materia.

La combinazione di questi vari fattori penalizza oggettivamente la componente subacquea americana, tutto qui.

Non è così difficile da ammettere ed è per questo che, a quanto ho capito, c’è la necessità di migliorare il mod. che usiamo.

 

 

Prima di scrivere cose inesatte, guarda per favore il database la sezione dei sensori... :s07: :s68:

 

AT3 si basa su LWAMI per tutti i sensori, fin dalla prima partita (mia all'interno diBETASOM) abbiamo sempre giocato con ambedue le MOD.

Gli Stallion ci son sempre stati, i sensori son sempre uguali, magari le tattiche col tempo si possono migliorare.

 

Per il resto c'è MASTERCARD :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

E se designassimo una missione simile a questa (death match, solo sub e magari sotto il ghiaccio) e giocassimo con RA?

 

Se qualcuno vuol fare un tentativo io ci sono ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

io RA la lascerei sinceramente da parte :s03:

Edited by AleX24

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'editing delle missioni è nelle mani dei francesi.... dobbiamo fidarci!

 

Per la MOD non c'è scelta: bisogna usare la loro per le note incompatibilità che rendono problematico l'utilizzo delle MOD normalmente disponibili sulla versione francese del gioco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,288
    • Total Posts
      510,036
×