Jump to content
Sign in to follow this  
malaparte

Giro Del Mondo Del Buon Negriero

Recommended Posts

Francesco CARLETTI

GIRO DEL MONDO DEL BUON NEGRIERO (1594-1606)

Bompiani

1941

21x12 cm.

Reperibilità: su mercato antiquario

tra i 16 e i 30 € circa.

 

negriero.jpg

 

 

Assolutamente delizioso, per gli amanti del genere “viaggi per mare”

In realtà, il titolo tra l’accattivante e il truculento è dovuto a una “bieca” :s02: motivazione editoriale, come onestamente spiega Emilio Radius nella prefazione: “[…]quella grave parola del titolo, Ragionamenti, buona, ottima e di giusto peso, non è però tale da procurare oggi a Carletti i molti lettori che merita; per cui ci siamo presi la responsabilità di mutare il vecchio e vero titolo […]

Il titolo in effetti sarebbe un ponderoso “Ragionamenti di Francesco Carletti, Fiorentino, sopra le cose vedute ne' suoi viaggi sì dell'Indie Occidentali e Orientali come d'altri paesi”. Si tratta di una serie di conversazioni (forse) o comunque di lettere o scritti che Carletti diresse a Ferdinando de’ Medici.

Ne esiste anche un’edizione più recente ( con titolo originale), a cura di Adele Dei, Mursia, 1987, € 10

carletti.jpg

 

Niente paura. Era solo una specifica bibliografica, andiamo al sodo.

Il soggetto in questione era un mercante fiorentino che tra la fine del Cinquecento e gli inizi del Seicento ( cominciando a diciotto anni) ha seguito via mare questo po’ po’ di itinerario: Siviglia- Canarie – Capo Verde – Antille – Cartagena –( passaggio via mulo attraverso lo stretto “che divide il mare del Nord dal mare del Zur detto anche Pacifico”) Perù – Filippine - Giappone – Cina – Malacca – Goa – Maldive - Nuova Zelanda (dove viene attaccato da pirati zelandesi “con le sciarrette e pavesate distese”e, dopo una lunga battaglia marittima, privato di tutto) – Lisbona.

 

Era un mercante, e per di più fiorentino: quindi acuto spirito d’osservazione e lingua agile e comprensibile anche adesso .

Faceva anche il negriero, vero: gli schiavi erano merci come tante, fra quelle da lui trattate, e anzi proprio l' indifferenza, oggi sconvolgente, con cui ne parla e ne scrive- come fossero capre- ha interesse storico. D’altra parte, si vanta anche di essere riuscito a ingannare fisco e dogana della Corona di Spagna, e si premura di spiegare al suo sire come si può fare ….

Ama divertirsi, curiosare, stupire l’ascoltatore. Gli piace anche mangiare : elenca una serie di ricette dei vari paesi in cui si trova , ed è curiosissimo sulle donne locali!

Riferisce al suo sire sui pesci, sulle correnti, sulle miglia percorribili, sulle imbarcazioni locali (somme cinesi, lantee a Canton, funeè giapponesi..), ; affronta un “tuffone” (tifone).

In fondo, con spirito pratico, aggiunge un “Indice delle cose notabili” che anticipa di gran lunga le attuali abitudini editoriali. Qualche esempio:

NAVIGAZIONE: da Panama al Perù differente da tutte le altre, 37; di tutta la terra attorno in quanto si faccia, 114; nel mare tra le isole Filippine e il Giappone si fa senza astrolabio e senza carte da navigare, 106….

 

Dalla scheda di Mario Alicata per il “Dizionario Bompiani delle opere e dei personaggi”,1983:

“…il Carletti è riuscito così a ricostruire un quadro affascinante e sorprendente d’un particolare momento della storia mondiale: quello degli anni delle grandi espansioni coloniali, condotte senza scrupolo dalle diverse potenze europee, con il grande duello fra gli ispano-portoghesi e gli olandesi, e le prime avvisaglie degli inglesi e dei francesi…”

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,562
    • Total Posts
      516,762
×