Jump to content
Sign in to follow this  
sertore

Debriefing ~ Mission Wolfpack

Recommended Posts

Anche ieri sera la tecnologia è stata dalla nostra parte, ormai piegata al servizio dei baldi giocatori di Dangerous Waters, permettendoci di passare una bella serata di gioco. :s20:

 

La partita vedeva i SEEKERS con un Akula II (Von Faust), un 688 (R.Hunter) ed un P3-C (Alex24) contro gli ESCAPERS con un Lada (Sertore/Kalinin) affiancato da 8 postazioni SAM, una SMM ed un Kilo 636 in AI (gli ESCAPERS).

 

La missione consisteva per i SEEKERS nell'identificazione delle 8 navi civili presenti nel teatro di gioco, seguita dalla loro foto, che gli avrebbe permesso di localizzare quella da affondare; in alternativa la distruzione di tutte le postazione missilistiche di terra avrebbe permesso ai SEEKERS di avere l'indicazione di quale fosse la nave da affondare.

 

157j37k.jpg

 

Per quanto riguarda lo svolgimento della missione siamo partiti con mezzora di ritardo a causa della gradita visita di Djmitri, riconosciuto straordinario istruttore, allegro compagno di gioco, amico e sciupafemmine (ma in questo periodo sembra che i ruoli siano invertiti! :s68:), temporaneamente assente dal forum perchè scosso dalle tristi vicende in corso... :s06:

 

Alla partenza il Lada procedeva verso la super tanker a meno di un miglio, attaccandosi alla sua chiglia come una cozza, per rilevare poi il 688 e raffinarne la soluzione al punto di riuscire a lanciare gli SSN15 affondandolo dopo appena 15 minuti di gioco, non prima comunque che avesse distrutto un paio di SAM con il lancio di alcuni TLAM.

 

Dopo una decina di minuti il P3-C di Alex24 passava attraverso le due isole del canale, venendo bersagliato ed abbattuto da più di uno dei SAM rimasti.

 

A questo punto si conveniva la ripartenza della missione, aggiungendo allo scenario delle zone di incertezza intorno ai punti di partenza dei sottomarini, in modo da aumentare la casualità del gioco.

 

Questa volta l'intenzione del Lada era quella di nascondersi sotto la fregata in partenza dalla zona delimitata a sud, ma durante le manovre che l'ottimo Kalinin alla navigazione stava eseguendo, sul sonar a banda stretta del Lada è comparso un puntino, subito marcato, tracciato e perseguito: dopo 6 minuti partiva l'ennesima raffica di SSN15 che rimetteva l'incolpevole R.Hunter sul fondo.

 

A questo punto il Lada si è dato da fare per andare incontro all'Akula II, in protezione della nave target, la 0023 dello scenario, eseguendo un leg favoloso in superficie con i diesel accesi passando tra l'isola più piccola e la costa ad est, con un uomo al radar alla ricerca del P3-C e l'altro in vela pronto a colpirlo con i SAM...

 

Purtroppo la dipartita prematura del 688 ha impedito l'eliminazione dei SAM del gruppo ESCAPERS, lasciando il P3-C in balia dei loro micidiali missili ed impossibilitato ad entrare in zona operazioni: all'ennesimo tentativo di Alex24 di entrare in battaglia un SAM lo ha abbattuto ancora.

 

Rimasti solo l'Akula II ed il Lada, lo scontro di è trasformato in un confronto 1 contro 1: il buon Fausto ha spazzato via il 636 del gruppo ESCAPERS ed ha iniziato la sua opera di rilevamento e identificazione delle navi fino a quando è comparso sugli schermi del Lada e la caccia è iniziata...

 

Abbiamo attaccato con una salva di SSN15, ma il basso fondale ha mandato a vuoto il nostro lancio, e nel momento in cui abbiamo sentito un lancio da parte di Von Faust abbiamo contrattaccato con un USET-80 diretto, un TEST-71 guidato all'inseguimento dell'Akula II in fuga ed una UUV per avere il pieno controllo della situazione.

 

Quando il TEST-71 aveva ormai a meno di 1 nm l'Akula II e stata per essere attivato, Von Faust si è scontrato o con il fondo o con una nave in transito, mettendo fine alla partita: in quel mentre anche la nave target aveva ormai raggiunto la 'safety zone' ad ovest, per cui la vittoria è stata completa.

 

Adesso le considerazioni sull'editing della missione: devo dire che in fase di test la missione sembrava equilibrata... in meno di 20 minuti l'AI spazzava via tutte le postazioni SAM, ed iniziava a perseguire i contatti civili, mentre il P3-C poteva scorazzare felice sulla testa delle navi.

 

Invece, con giocatori umani, la situazione è stata letteralmente stravolta, e con l'affondamento del 688 nelle prime fasi di gioco è diventata insostenibile per il gruppo SEEKERS: per un'altra volta ancora mi sono fatto ingannare dalla presunta potenzialità degli SSN contro gli SSK, rivelatisi invece micidiali ed avversari temibilissimi sulle corta distanza e bassi fondali.

 

Per l'ennesima volta devo fare ammenda e promettere ai miei compagni di gioco che le prossime missioni saranno decisamente più equilibrate: mi dispiace per Alex24, che di volare in pace non riesce proprio. e per Francesco dopo essere stato affondato e dovendo hostare si è dovuto sorbire quasi 2 ore di gioco passivo!

 

Comunque gli ESCAPERS hanno fatto il loro dovere, e sia pur se le condizioni di gioco li hanno terribilmente avvantaggiati, hanno conseguito la vittoria: bravo il cadetto Kalinin, che con la missione si è portato a casa un bel bagaglio di esperienza sulla navigazione e spero anche qualche buon consiglio tattico.

 

Stendo un velo pietoso per il bravo R.Hunter, che più che un avversario ha fatto le veci di un tiro a segno, come Alex24, mentre con Von Faust un po' di confronto c'è stato.

 

Eterno ringraziamento al server TS di Truffa, che anche ieri sera ci ha supportato alla grande facendoci giocare senza problemi: ovviamente, oltre al server TS, non vediamo l'ora di rivedere il nostro insuperabile Comandante all'opera!

 

Ora parto in missione segreta qualche altro giorno, sperando di essere di ritorno per la prossima settimana: grazie a tutti per la compagnia e la serata di divertimento! :s02:

 

PS: rinnovo i sinceri auguri a Francesco per la lieta novella! :s18:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente non ho molto da dire, la missione per il 688i era senza soluzione...entrambe le volte sono partito a 5 nm dal Lada: nemmeno il trainato alla massima estensione riusciva vederlo, mentre il mio sub a 3 nodi :s07: veniva sempre immediatamente udito. Tempo 10-15 minuti dall'inizio, entrambe le volte ho avuto 3 subrock addosso a 500 yds di distanza.... :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La missione di di ieri mi ha fatto capire che per diventare un buon comandante servono molte missioni alle spalle.

Parto subito col rilevare i primi contatti, il trainato è praticamente inutile a causa degli innumerevoli contatti presenti in zona, si lavora con gli altri sensori, periscopio ed ESM.

 

Purtroppo i primi minuti sono fatali ad Hunter ed è subito evidente che la partita si complica non poco, con Alex si prova ad eliminare un pò di postazioni SAM ma di alcune di queste si conosce solo la posizione "a vista" su indicazioni di Alex, solo un lancio va a buon fine.

 

Passano ancora pochi minuti ed i SAM fanno il loro dovere contro il P3 di Alex.

 

A me rimane la speranza che la nave target faccia rotta a Sud dell'isola grande ma così non è (legge di Murphy) infatti il mark su quelle presenti in zona non da i suoi frutti.

Si presenta però l'occasione di fare bottino con un bel 636, manovro per riuscire ad avere una buona soluzione e lancio.....il 636 cola a picco. :s20:

 

A questo punto devo rischiare con un leg tirato nella speranza di raggiungere la nave target a nord dell'isola ma come immaginavo il Lada di Sertore/Kalinin si è portato in zona per scovarmi.....e così succede.

Lanciano una salva di SSN15 e quì il mio primo errore, i "torpedo in the water" su bearing diversi mi dovevano far capire che probabilmente in quella zona non c'era il Lada così faccio subito uno snapshot nel nulla e mi perdo il contatto ad est della mia posizione.

 

La mia fine è vicina me la rischio tutta provando un passaggio avanti tutta sotto una Car Carrier (?) nel tentativo di proteggermi ed usarla da scudo e quì il secondo errore, mi fisso sul sonar ad alta frequenza per un passaggio poco sotto lo scafo della nave ma questo mi inganna e sbatto sul fondo.

 

Note sulla missione : bella come tante altre realizzate dall'ottimo Sertore (grazie ancora) ma da rivedere sicuramente per la posizione del 688 di Hunter che incolpevole non può far altro che contare i minuti alla sua fine. Renderei anche più morbida la posizione di Alex con meno postazioni SAM....ma non troppo perchè il rischio è che con il P3 libero di volare indisturbato sbilancerebbe la partita a favore dei SEEKERS.

 

Grazie ancora a tutti per la bella serata comunque.

Edited by Von Faust

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

Anche per me missione impossibile...8 SAM!!! però ho scoperto una cosa il p3 riesce ad arrivare a 560 NODI di velocità!!!!!! :s13: :s13:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì sì, questa missione la rifacciamo con meno SAM e con la partenza degli SSK di difesa dal centro del canale, magari comandati entrambi da Comandanti piuttosto che lasciarli all'AI, e comunque distanti più di 10nm dagli SSN in attacco. :s51:

 

We Alex, hai visto che i SAM sulla coda mettono i razzi anche sulle ali del P3-C... :s68:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se ho tempo provo a buttarmi sulle pagelle assolutamente scherzose, mi raccomando non offendetevi, lungi da me farlo !!! :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ringrazio tutti per la bella serata e per avermi di nuovo accettato per la missione visto che ancora sono senza abbilitazione.

 

Riguardo alla missione devo dire che è stato un successo quello eseguito da me sotto le direttive di Sergio, anche se rimango un po perplesso. :s12:

 

Prima della partita con Sertore discutiamo della tattica da eseguire e i motivi che l'hanno sapitnto a darmi il controllo anche del periscopio.

 

Cosi iniziamo la partita e primo mio obbiettivo e di andarsi a nascontere sotto il super tanker, manovra mal riuscita visto che non l'avevo mai provato, comunque riesco ad affiancarmi. A questo punto Sertore riesce a tracciare il 688 del COMMODORO e con il lancio di tre SS-N-15 riesce ad affondarlo e 10 minuti più tardi Alex viene abbattuto. Visto l'incredibile tempo in cui 2 membri del gruppo SEEKERS vengono messi fuori gioco decidiamo di riavviare la partita anche con qualche modifica per rendere il tutto un po più casuale.

 

Inizia cosi la seconda partita dove questa volta decidiamo di andare in contro alla fregata, ma appena faccio manovra Sertore riesce di nuovo a tracciare ed affondare Hunter, lasciandomi euforico e perplesso per essere riuscito ad affondare uno dei C.ti più ostici. :s20: :s12: :s12:

Passa in po più di tempo che Alex viene di nuovo abbattuto. :s12:

Pertanto rimane solo Von Faust a cui dare la caccia.

 

Con questo nuovo obbiettivo tentiamo di passare il canle dal bassissimo fondale, dove non mi sentivo proprio a mio agio, quando Sertore mi dice << andiamo più sottocosta >> e io nella mia mente pensavo " e se ci sparano ora come lo dovremmo evitare il siluro", e anche con questa paura, riusciamo ad uscire dal canare e a ritornare in acque più profonde, allora rotta su 255 e avanti a 3 nodi.

 

Il tentativo di tracciare Von Faust risulta essere molto più arduo del previsto e abbiamo solo un ipotetico contatto che si sposta su tutta la mappa. Vengono lanciati tre subrock sul ipotetico contatto che si andranno a schiantare contro il fondale faccio rotta su 180 gradi e viene lanciato un UUV cosi avendo definitivamente il contatto di Fausto vengono lanciati due siluri, intanto la nave target aveva raggiunto la 'safety zone', cosi l'akula nel (presumo) tentativo di evadere si schiantava sul fondale e vittoria completa per il gruppo ESCAPERS. :s20:

 

P.S Peccato per Francesco che non si è potuto godere la partita, ache se penso non rimarra molto addolorato vista la lieta notizia :s20: AUGURI

Share this post


Link to post
Share on other sites

In rigoroso ordine di a-sparizione :s02:

 

R.Hunter : la posizione di partenza penalizza totalmente la missione del povero Hunter, al primo avvio di missione ha giusto il tempo di dire "Ok, possiamo...."......BUUUM......affondato. Al secondo avvio le cose cambiano, tempo di dire "Ok, possiamo dirig...."......BUUM....affondato.

Il mondo purtroppo non saprà mai quali fossero le intenzioni dell'ottimo Hunter.

Flash Voto : N.G.

 

Alex : probabilmente avrebbe potuto cavarsela solo con un volo suborbitale. Harrison Ford all'interno della caverna dell'idolo con una corsa folle attivava i sistemi di difesa di questa passando in un tunnel di frecce e le schivava non si sa come, Alex adotta la stessa tattica a 560 nodi tra le postazioni SAM.....ne esce come uno scolapasta.

Indiana Jones Voto : 5,5

 

Von Faust : mentre a Nord scoppiava l'inferno faceva il suo sporco lavoro in relativa tranquillità, si diverte nel tirare giù un 636 ignaro della sua presenza ma quando il Lada punta il suo arsenale su di lui si fa prendere dal panico, cerca la fuga con uno dei suoi passaggi impossibili sotto una Carrier.....appunto, impossibili. Un bello squarcio sullo scafo lo mette ko.

Telepass Voto : 5,5

 

Sertore/Kalinin : fanno lavorare i sensori del loro Lada come alcuni dei più famosi cani da caccia dei cartoni, non si preoccupano dei volatili fiduciosi nelle capacità di SAM il suo padrone cacciatore, scovano le talpe presenti fiutando attraverso i pori della terra, si concedono anche una mini crociera in superficie canticchiando "O mia cara, o mia cara, o mia cara Clementina".

Braccobaldo Show Voto : 6,5

Share this post


Link to post
Share on other sites

LOL! :s20: :s20: :s20:

 

nizia cosi la seconda partita dove questa volta decidiamo di andare in contro alla fregata, ma appena faccio manovra Sertore riesce di nuovo a tracciare ed affondare Hunter, lasciandomi euforico e perplesso per essere riuscito ad affondare uno dei C.ti più ostici.

Passa in po più di tempo che Alex viene di nuovo abbattuto.

 

Il punto è Marco che questa è proprio la parte difficile per gli editor, cioè creare scenari che abbiano lo stesso grado di giocabilità per tutte le piattaforme in gioco. In questa in particolare non c'era un asquadra favorita sull'altra, bensì due piattaforme "tranquille" (LAda e Akula) e due "impossibili" (688i e P3c)

 

Venendo alla missione in tutta sincerità non vedrei fattibile spostare i kilo ESCAPERS più dentro lo stretto... significherebbe farli partire in condizioni proibitive (fondali a 40 ft).

L'unica cosa che secondo me si potrebbe fare è dotare gli ESCAPERS di Kilo non dotati di subrock. Rimane il vantaggio dell'individuazione immediata del 688i, ma almeno l'attacco col siluro può consentire di attuare qualche manovra evasiva e magari controrilanciare...insomma è un po' più rischioso anche per chi lo fa. Inoltre tutto sommato sarebbe meglio, e più realistico visto il tipo di missione a caratterse squisitamente costiero, sostituire i due SSN con altrettanti SSK, che ne so, Kilo, U212...

Poi si potrebbe intervenire sulle ROE...ad esempio impostarle inizalmente su PEACE e farle scattare a WAR solo ad un determinato avvicinamento delle unità Seekers dalla nave bersaglio o quendo si oltrepassa una prefissata linea

Magari anche allontanare di qualche miglio le unità seekers potrebbe andare bene. Come tempi la missione ha margini di allungamento, e consentirebbe a entrambe le parti di entrare di più "in partita".

Infine per i SAM ne diminuirei il numero (4-5 bastano e avanzano per dare molto fastidio ad un P3c)

 

Purtroppo per quanto uno testi da solo le missioni prima di proporle, la risposta dellAI non è mai come quella delle piattaforme umane...ad esempio Sergio diceva che il 688i in AI accelerava subito di brutto, rendendo impossibile capire se la sua intercettazione era dovuta a questo fatto o se comunque la distanza iniziale era così bassa da renderlo, anche in navigazione silenziosa, un bersaglio facile per il LADA... :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

Bello il pagellone :s03:

 

 

x kalinin non pensare che tutte le partite siano cosi semplici..e che tutti vengano abbattuti in una decina di minuti, è un po il periodo secondo me...ma se vuoi un po di azione la prossima volta mi prenoterò su un akula fammi sapere

 

comunque Grazie Sergio per aver editato una bella missione come sempre :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carissimi, son tornato a far danni! :s68:

 

Innanzi tutto complimenti a Von Faust per il pagellone: se fosse una costante di tutti i nostri debriefing penso li renderemmo imperdibili per tutta la comunità Betasomiana... troppo forte! :s20:

 

E poi... la missione: va beh, come la volta scorsa troppo sbilanciata dal lato degli SKK... sarà perchè su questi sottomarini ho sempre preso delle gran mazzate, ma ogni volta parto dal presupposto di essere preda e non predatore, inserendo troppe difficoltà per gli avversari. :s12:

 

Abbiate pazienza: sto facendo esperienza e fra un po' sarò capace di valutare meglio le prestazioni delle unità sotto il controllo umano piuttosto che dell'AI come riesce a fare solo Master Drakken! :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
E poi... la missione: va beh, come la volta scorsa troppo sbilanciata dal lato degli SKK... sarà perchè su questi sottomarini ho sempre preso delle gran mazzate, ma ogni volta parto dal presupposto di essere preda e non predatore, inserendo troppe difficoltà per gli avversari. :s12:

 

Perchè secondo me a volte si cade nell'equivoco che un SSK deve essere per forza inferiore a un SSN...il che non è vero, dipende dal contesto in cui operano e per il quale sono concepiti. Nella fattispecie le missioni di pattugliamento e attesa nelle acque costiere sono il pane di un Kilo o di un U212, e un grosso SSN come un 688i o un akula incontra non poche difficoltà ad affrontarli. Mi sbaglierò, ma nella reltà Usa o Russia non avrebbero mai spinto dei sub nucleari dentro uno stretto a cercare il contatto ravvicinato con una nave per metterla fuori combattimento, spendo la zona inferstata da SSK ostili...forse la difficoltà nell'editare missioni di questo tipo sta proprio nel fatto che vedono unità (in questo caso gli attaccanti, perchè i kilo erano perfetti) sono decisamente...fuori ruolo.

 

A puro titolo di esempio: stesso scenario, la distanza che qui era iniziale di 5 nm tra 688i e Lada avrebbe potuto essere quella finale di sgancio di una pattuglia di incursori da indirizzare sulla nave, magari di notte. Allora forse un 688i che fosse partito dal largo, e si fosse avvicinato piano piano ad una distanza di rilascio non certo di sicurezza, ma nemmeno suicida, sarebbe stato più realistico :s02:

 

Cambiando argomento, giochiamo giovedì? :s20: :s20: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
.....

Abbiate pazienza: sto facendo esperienza e fra un po' sarò capace di valutare.....

 

Abbiate pazienza ???? :s12: Ma GRAZIE a te di editare le missioni per noi :s20: :s20:

Creare una missione in multy non è per niente facile, per quanto la si possa progettare al meglio, immaginarsi i possibili scenari, testarla in AI etc etc solo giocandoci si riesce a capire come possa girare.

Ci vuole una grandissima pazienza-esperienza affinchè tutto giri alla perfezione.

L'ideale per il futuro è giocarla, commentarla, correggerla e riproporla.

 

E comunque grazie ancora per le belle missioni :s20:

Edited by Von Faust

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzi tutto ringrazio R.Hunter per l'acuta analisi dello scenario e Von Faust per i complimenti! :s10:

 

Poi, per domani... certo che si gioca: purtroppo sono tornato operativo da pochi minuti e per questa sera non riesco a postare la presentazione della missione. :s06:

 

Domani mattina indico la partita e posto la descrizione... non prendete impegni! :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,689
    • Total Posts
      518,745
×