Jump to content
Sign in to follow this  
sertore

Debriefing ~ Run To Strike

Recommended Posts

Ieri sera la presenza di ben 12 giocatori ha messo a dura prova il nostro Dangerous Waters, che non ha purtroppo mancato di mietere le sue vittime: l'ultima sono stato io, che nel pieno dell'entusiasmo e dell'azione ho visto addirittura il PC spegnersi per chissà quale tremendo bug del gioco, penando per qualche minuto nel tentativo di far ripartire Windows in modo corretto! :s14:

 

Mi sono accontentato perciò di vivere la missione navigando tra le varie stanze di TS per sentire come andavano le cose, assistendo ai vari scontri ed al successo finale di due squadre su tre: l'ultima avrebbe raggiunto anche lei gli obiettivi previsti se l'ora tarda non avesse costretto il suo ultimo rappresentante ad andare a letto... :s07:

 

Bravissimi tutti, sia coloro che sono stati ahimè affondati, ma che fino a quel momento avevano ben interpretato la missione, che i vincitori finali, che in quanto tali non possono che aver giocato al meglio: bellissimo il lancio del Drakken che ha colpito dal nulla gli incolpevoli e sfortunati Djmitri e Palmuzz, stellare il lancio multiplo del COMMODORO che ha fatto un filotto memorabile! :s68:

 

Lascio comunque spazio a coloro che sono riusciti a giocare la missione dal vivo: non mi sono divertito come avrei voluto, ma la serata non è stata poi così malvagia... :s02:

 

Grazie a tutti per l'ospitalità virtuale sulle proprie unità e per la compagnia! :s03:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Serata da dimenticare causa il mio DW andato in tilt totale (ho poi notato che probabilmente nelle varie uscite è rimasto un processo di DW attivo, ne avevo quindi 2 aperti).

Stavo sorseggiando tranquillamente la mia Vodka in camera manova quando quasi tutto si è bloccato, riuscivo a controllare poco e niente, non ho potuto far altro che assistere in diretta al mio Akula dopo qualche minuto senza controllo incastrava come una salsiccia in un hot-dog tra il basso fondale ed il ghiaccio.

Dopo vari Alt-TAB ho ripreso parzialmente il controllo ma ormai i danni erano enormi, nonostrante tutto sono riuscito ad uscire dalla situazione, pian piano ho ripreso a manovare, "vedere" e "sentire", velocità max 12 nodi :s06: ma ormai era tardi per rientrare in partita, peccato.

 

Complimenti a Sergio che è riuscito a completare la missione senza il supporto mio e di Alex e complimenti al COMMODORO.

Edited by Von Faust

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccoci qui a scrivere senza aver distrutto alcun Akula nella serata, starò perdendo il mio tocco. :s45:

Ma veniamo ai fatti...

Partiamo dal porto, io messo correttamente con il muso verso il mare, Drakken, Elio e Gold invece son rivolti verso il porto, passo io, passi tu e assistiamo anche questa volta all'ingorgo della domenica mattina dei villeggianti che da Roma vanno verso Ostia.

Poi R.Hunter decide di toccare il pulsante magico e il suo DW si resetta, tutti fuori e tutti dentro again...

Riproviamo ad uscire dal porto e questa volta và effettivamente meglio, dimezziamo i tempi, stiamo andando quando la fregata del nostro team entra in un gorgo spazio-temporale e puffete, elio fuori...

Tutti fuori tutti dentro... again and again...

Ripartiamo e questa volta in 4 minuti il mio akula è fuori dal porto, in immersione che viaggia in direzione del punto X, sembrava il gran premio di formula 1, da segnalare anche la retromarcia del Drakken ed il freno a mano compiuto dalla fregata.

Vista la lontananza del punto X e visto che basta che un elemento del team giunga in zona, dopo un rapido consulto mi offro volontario per fare la pazza corsa visto che tra i quattro son quello che ai sonar ci sà far di meno...

 

Il resto è una lunga corsa a 35 nodi verso il punto X, mi diranno poi per radio che nel replay ho sfiorato un paio di collisioni ma per questa volta il mio sub è rimasto integro, arrivato in zona operazioni, dopo vari tentativi mi accosto alla palafitta posta in mezzo al mare e arriva il messaggio che tra 15 minuti un aereo volerà sopra di noi, ma è quasi l'una di notte, la sveglia suona alle sei...

 

Soddisfatto del viaggetto...

 

p.s.

La prossima settimana, se tutto va bene, navigherò dal camper...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Azz che partenza tragica! :s68: non me lo ricordavo così difficile.. :s03:

 

Dopo 2 anni di pausa la difficoltà si è fatta sentire, infatti pur avendo fatto un ripassino prima della missione, non mi ricordavo quasi più nulla :s68: Fatto sta che comunque anche lo scenario era difficile per un novello, oltretutto ci sono state certe situazioni che hanno un po' svantaggiato la squadra foxtrot... Appena usciti dal porto dopo mezz'ora di gioco è crashato sertore, ed il suo Akula è schizzato a 35 nodi.. Purtroppo nessuno di noi due (Djmitri e R Hunter) sapeva bene dov'era e cosa stava facendo, quindi per quasi tutta la partita vi è stato il problema di sapere se i contatti Akula fossero nostri o ostili.. :s68: Anche i mezzi "mescolati" sicuramente non ha aiutato, non sapendo quindi se concentrarsi solo su contatti USA o Russi :s01:

 

Per quanto riguarda la partita in sè, niente da dire... Ci siamo fermati ad ascoltare appena dopo l'isolotto... Forse per problemi di comunicazione (tra me, djmitri e r hunter) ciò ha portato via più tempo del previsto, e alla fine ci siamo visti sopra i due siluri lanciati da Drakken... :s01:

Edited by Palmuzz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancora un plauso al nostro Sergio per la missione proposta, a mio avviso ben fatta ed equilibrata...forse appunto il miscuglio di piattaforme appartenenti a diverse nazioni può aver creato qualche confusione, ma di questo se ne è già parlato nel briefing.

Non mi soffermo sui vari tentativi di partenza, se non per dire: DW BARACCA!!! Alla fine chi ne è andato di mezzo è stato proprio Sergio, è la cosa mi è davvero dispiaciuta...

 

Per quanto riguarda la mia missione...beh, non starò qui ad avanzare pretese di miti o immortalità, o metà oscure e fantomatici Sith...cose da telefilm queste :s03: , noi yankee siamo gente seria :s03: !!!! effettivamente la mia è stata una prestazione da incorniciare, impreziosita da quel doppio lancio che ha spazzato via due terzi della squadra del Drakken (Drakken incluso che, guarda caso, è affondato, ma sicuramente da domani inizierà una nuova immortalità! :s20: :s03: :s03: ), e conclusa con approccio alla piattaforma e lancio da tre punti sui due obiettivi terrestri, con pure la ciliegina di un MH-60r abbattuto. Ma per noi yankee questa è la normalità delle cose, e informo che rientrato alla Base il vostro Commodoro si è presentato al suo superiore, è scattato sull'attenti e ha detto, testuali parole: missione compiuta Signore!. Poi si è scolato mezza bottiglia di whisky del Kentucky e se ne è andato a dormire.

 

Comunque un plauso grande va fatto anche a Umberto, anche lui a segno sugli obiettivi per la squadra Echo, e a Daniel, che ha raggiunto la sua piattaforma e ha lasciato per motivi di orario...ma l'impresa è stata comunque da incorniciare!

 

ps: giusto per precisare, la Perry l'avevo nel sonar da un bel po', con l'akula invece la faccenda era più dura, non ero sicuro che fosse veramente lì...poi il transiente del lancio su Djmitri/Palmuzz ha fugato ogni dubbio!!! :s02: la mia fortuna è stata che, senza pensare al fatto che i miei siluri dovevano passare sotto un primo tratto di ghiaccio, ho impostato a 10 ft la profondità dei due destinati alla Perry...mi sono accorto dell'errore quando ormai era tardi, e per fortuna non hanno incontrato nessun ostacolo! :s10:

 

Grazie a tutti per la bella serata! :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

La missione di ieri è stata abbastanza limitata per la fregata perchè c'è stato il problema di bloccarsi tra i ghiacci :s68: quindi essendo fermo non potevo fare altro che usare gli elicotteri con il primo avevo beccato hunter ma quando stavo per lanciargli si è andato a schiantare con la piattaforma mentre il secondo è stato colpito da Hunter :s03: se ci fossi stato io su quell'eli non sarei stato cosi clemente :s03: :s03: appena mi è arrivato il messaggio che gli aerei di ricognizione nemici erano partiti ho subito pensato a farli fuori però peccato che erano di poco fuori portata per i miei missili...comunque volevo fare i miei complimenti al commodoro per la prestazione di ieri..mi sa che il mare ti sta facendo bene :s03: :s03:

Edited by AleX24

Share this post


Link to post
Share on other sites

La fregata e' stata letteralmente fregata dalla bravura di Hunter. Ma procediamo con ordine.

Dopo svariate ripartite la nostra fregata si incammina a velocita' massima verso un punto in mezzo alla mappa, dove avremmo spento i motori e ci saremmo messi in ascolto nonche' far partire gli elicotteri per le operazioni di ASW. La prima parte della partita procede senza intoppi, Eliosurf riesce a trovare un passaggio tra la banchisa e dopo circa 1 ora di navigazione arriviamo sulla posizione. Tiriamo fuori il TA e ce' talmente tanto ma tanto casino che e' impossibile poter classificare qualcosa. Contatti che si sovrappongono, rendono l'operazione di decifrazione ardua se non impossibile. Le due volte che ho assegnato un tracker a qualche contatto sospetto mi sono visto recapitare il bug classico secondo il quale il TA genera un buon centinaio di contatti e li appioppa tutti sulla navmap. Gia' al casino precedente si e' aggiunto questo disastro. Consequenza il TA va inutilizzato. Mentre faccio partire l'elicottero, l'altro era ancora in standby, Eliosurf riprende la rotta verso la base a nord, senonche' a questo punto ci siamo trovati bloccati nella banchisa. Come direte voi ? Eh eh perche' la mappa indica una cosa, e la realta' ne indica un altra. Fatto sta che ci ritroviamo bloccati ed invece di fare marcia indietro dico a Elio di spegnere i motori. Il mio elicottero nel frattempo ha enormi difficolta' per via della banchisa, e non potendo usare il mad (come mi manca RA in queste occasioni :s10: ) sono costretto al uso esclusivo del dipping sonar.

Hunter sul seawolf e' bravissimo a fare l'avvicinamento totalmente sotto il giaccio, di fatto rendendo l'uso del dipping inutile.

Senza piu' TA, con motori spenti e l'elicottero che gira senza beccare alcun contatto, non e' sorprendente che da li a poco Hunter ci faccia regalo di 2 mark 48.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Commento dell'editor: dai vostri debriefing mi rendo conto che forse nella missione di ieri, e forse anche nelle precedenti, ho un po' esagerato con l'inserimento di unità AI non ostili, biologici e civili. :s14:

 

Il risultato è stato che la maggior parte di voi, a parte qualche eccezione dotata di FORZA di livello superiore (:s10:) o talmente tanta voglia di whisky del Kentucky da sentire anche attraverso i ghiacci (:s03:), è stata condizionata e nell'impossibilità di lavorare con i vari tipi di sonar per la troppa confusione presente nel teatro di battaglia. :s12:

 

Porto a casa l'esperienza e ne faccio tesoro per il futuro: ovviamente altri eventuali accidenti e/o osservazioni su cosa si sarebbe potuto migliorare o evitare nello scenario saranno gradite! :s02:

 

Mi sembra manchi ancora il debriefing di Djmitri, che da buon Master Editor sono sicuro non mancherà di farmi notare qualcos'altro fuori posto... :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chissa come mai ma nelle missioni del buon Sergio mi ritrovo sempre senza acqua sotto al sub e a cavitare come una bestia per buona parte del tragitto :s07:

 

Ad ogni modo cerco di riassumere un po' lo svolgimento della missione.

 

In ordine da destra partiamo io in retro, Von Faust dritto e Alex in retro pure lui con la fregata, già al terzo riavvio avevamo perfezionato le manovre in modo da non disturbarci a vicenda :s68:

 

Velocità massima, fregandocene di cavitare, fino all'arrivo alla banchisa li ho deciso di rallentare un pochino (prima a 15 nodi poi di nuovo a 25 :s12: ) causa 7 metri di acqua sotto e vela che pela la banchisa, ho dovuto compiere anche qualche virata veloce per evitare diversi spuntoni di iceberg, tutto sommato ho manovrato bene e mi sono divertito un mondo :s01:

 

Sbucato dalla copertura offertami dall'isola ho valutato un po' la situazione fondale ed ho optato per fare il giro un po' più largo e godere di miglior spazio di manovra, dati i quasi 100m di fondale, piuttosto che continuare in linea retta verso il nostro punto di randevouz.

Intanto i miei compagni di squadra accusano diversi problemi:

Alex, dopo aver tentato di passare in una zona teoricamente libera dal ghiaccio, si ritrova arenato e Fausto è vittima di un ammutinamento a bordo, probabilmente la ciurma si sarà rifiutata di navigare a razzo in uno mare profondo appena 30/35 metri con tanto di tetto :s68:

 

Finalmente arrivato in una posizione che mi è sembrata decente decido di rallentare e rilasciare il rimorchiato, rilevo subito uno strano sub a est della mia posizione, si rivelerà un Han cinese a 2000m da me, fortunatamente non aveva cattive intenzioni altrimenti sarei già stato a fondo.

Becco anche diversi biologici, un peschereccio :s12: e uno yacht :s50:

Continuando a chiedermi cosa ci faccia uno yacht fra i ghiacci propendo per fare un ulteriore sprint verso la mia destinazione, cercando di non cavitare la velocità massima raggiungibile sono 19 nodi a 80m di profondità :s06:

 

Siluri in acqua!! Rallento ma non rielvo niente, dopo un po' sembra che un sub sia colpito, saranno Djmitri e Palmuzz centrati da uno stallion del Drakken.

 

Approfittando del momento di bassa velocità riesco ad avere pure una soluzione di tiro su un Seawolf.

Dato che secondo la mappa e nemmeno per l'HF c'è ghiaccio sopra di me, decido di andare a quota perscopio per sperare di vedere la piattaforma di destinazione... purtroppo ne uscirò con periscopio e visione verticale dell'HF distrutti, sono costretto a rinunciare pure all'idea di spedire uno stallion sul Seawolf, dato che mi sembrava in una zona fuori dai ghiacci... riprendo la marcia verso la nostra piattaforma, cerco di non cavitare ma ad un certo punto il fondale sale e sono costretto a rallentare ancora così mi spazientisco e mi fiondo a 35 nodi... tanto, cavita a 20 o cavita a 30...

 

Altri siluri in acqua stavolta ho il dubbio che siano per me, provengono dalla posizione dove prima avevo rilevato il Seawolf, mi avrà sentito fare casino...

rallento e li rilevo pure sul sonar cerco di tracciarli e mi esce una soluzione di tiro, tento di coordinarmi con Alex in modo che possa mandare il suo elicottero ma durante tutto questo si sentono ben 2 esplosioni, la fregata di Gold/Elio e il sub del Drakken vengono colpiti.

 

Poco dopo sento altri 2 lanci e sono convinto che questi siano davvero per me, preparo anch'io 2 siluri, contrattacco e mi lancio alla disperata verso la piattaforma... il fondale sale pericolosamente, corro seriamente il rischio di non passare...

nel frattempo Alex individua il Seawolf con il suo elicottero, seguo le sue indicazioni e filoguido i miei siluri, per fortuna non c'erano sono iceberg per strada alrimenti sarebbero stati miei.. alla fine una balena farà da scudo e si prenderà un siluro mentre l'altro si disperderà.... io magicamente passo a pelo tra ghiaccio e fondale, a 18 nodi ordino l'emersione e vedo, a meno di 1000 metri, la nostra piattaforma.

 

Mi porto in posizione per inviare il segale e il nostro aereo decolla, intanto, dando un occhiatina con il binocolo scorgo pure l'Akula di Daniel a nord, mi giro e vedo pure il Seawolf di Hunter a sud-ovest.

Tento di lanciare un siluro, in emersione, verso Daniel, ma i 4 metri d'acqua sotto di me creano dei problemini... Intanto Alex cerca di sparare di tutto missili su Daniel, su Hunter, elicotteri sul pozzo di petrolio :s03: :s68:

 

A fatica mi porto fuori dalla pozzanghera e riesc oa reimmergermi, 3 nodi a quota comunicazioni, arrivate le coordinate del nostro aereo spia ho preparato 6 lanci, 3 per bersaglio e dopo un po' di attesa, missione compiuta.

 

Purtroppo i nostri avversari sono stati più veloci, ma come dicevo a Sergio alla fine, è stata davvero dura arrivare li in fretta, meglio partire in condizioni difficili ed arrivare acque buone alla fine, quando c'è la gente che spara, piuttosto del contrario come è successo a noi...

Ulteriore soddisfazione per avercela fatta, sono comunque stato fortunato che le altre 2 squadre se la siano presa tra di loro lasciando in pace me, che già dovevo litigare con il fondale

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tiriamo fuori il TA e ce' talmente tanto ma tanto casino che e' impossibile poter classificare qualcosa. Contatti che si sovrappongono, rendono l'operazione di decifrazione ardua se non impossibile. Le due volte che ho assegnato un tracker a qualche contatto sospetto mi sono visto recapitare il bug classico secondo il quale il TA genera un buon centinaio di contatti e li appioppa tutti sulla navmap. Gia' al casino precedente si e' aggiunto questo disastro.

 

Allora non ero l'unico! :s03: Mettendoci poi il fatto che era 2 anni che non giocavo.. Bene ora per fortuna la sconfitta pesa un po' di meno :P

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chissa come mai ma nelle missioni del buon Sergio mi ritrovo sempre senza acqua sotto al sub e a cavitare come una bestia per buona parte del tragitto :s07:

 

Sìsì Umberto, hai ragione: nel continuo riposizionamento delle piattaforme nel tentativo di bilanciare la missione non mi sono accorto di aver messo la vostra praticamente a secco... scusami, più che io è il destino maledetto che dirotta tutti i miei errori di editing verso di te! :s68:

 

La prossima volta avrò un occhio di riguardo: minimo fondale sotto la chiglia... 3000m! :s03:

 

Comunque sei stato proprio bravo a cavartela anche nella brutta situazione in cui ti sei trovato... :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qua, come sempre IMMORTALE !!! :s68:

 

Inizio subito con i complimenti a Sergio, per l'editing... a me le partite piacciono così... difficili. :s02:

Poi una mensione special al ns COMMODORO, finalmente è riuscito a beccarmi, dopo tanti SILEX e STALLION sulla testa, mi stava entrando in crisi di identità !!! :s03: :s03: :s02:

 

A parte gli scherzi, bella partita... e ora passiamo all'analisi strategica/tattica:

 

Iniziamo, al solito con un pò di ritardo, e finalmente riusciamo ad uscire dal porto... mentre gli equipaggi del Team GAMMA si scambiano reciproci gesti affettuosi (colpi di mitra, lanci di sam, cose così...)

decidiamo che Dvostrikov sarà la lepre, mentre la fregata ed io andremo a caccia...

 

Dopo un bel pò di strada a 35 nodi, mi fermo per mettermi in ascolto... passono 10 minuti ma niente di interessante, mi rimetto in viaggio a circa 8/10 nodi facendo delle rapide virate per far lavorare al

meglio il trainato. Dopo un pò ho diversi contatti interessanti, in pratica sento l'Akula di Sertore, e un probabile Seawolf. Ma di quest'ultimo perdo subito le tracce, in quanto in quella zona il sonar era

veramente saturo di segnali. Poi fra le miriadi di tracce, vedo una debole traccia, la segno e comincio a tracciare quello che poi sarà identificato come un AKULA.

Mi dirigo verso una zona sgombra da ghiacci, e vedendo che la traccia nemica è anche essa in zona libera, mi preparo un lancio di STALLION.... veramente è stato un tiro perfetto... un minuto dopo l'akula è colpito.

 

Cerco di concentrarmi per capire dove si trova il SEAWOLF, ma sul mio sonar prevale la traccia dell'AKULA di Sertore che mi supera ad oltre 35nodi, lo lascio andare in quanto Sergio ormai era fuori partita.

 

Dopo un pò sento dei lanci da bearing 83, esattamente quattro lanci, il che mi insospettisce... strano... quattro lanci ??? In quel momento non sapevo la posizione della ns fregata, decido di tentare di tracciare i

siluri per capire la rotta... capisco che sono dei MK48, ma sfortunatamente riesco a segnare sul sonar solo la traccia di due ed esattamente quelli che si dirigono a sud/ovest verso la fregata... perciò

decido di starmene tranquillo... di fatti non tento nessuna manovra evasiva... purtroppo , l'ultimo dei quattro MK48 all'improvviso cambia rotta, dirigendo verso di me...

ormai era troppo tardi per qualsiasi fuga... colpito.

 

Dal replay comunque, confermo quanto detto da Hunter, i siluri non erano diretti precisamente verso di me, purtroppo un errore mio di valutazione, e un pò di sfortuna mi hanno messo fuori gioco. Ma non voglio togliere

comunque nulla al ns Commodoro :s20: , che si è posizionato bene per il lancio ed ha settato beme i lancio dei quattro siluri.

 

Noi , russi, signori dei SITH, al contrario degli YANKEES , accettiamo le sconfitte senza troppe "lamentele"... :s02: :s03: :s41:

 

 

Preparatevi, signori comandanti... finora abbiamo scherzato... settimana prossima faremo una MISSIONE prologo della SSO... una prova generale.

 

Giovedì prossimo NATO vs RUSSIA.... :s07:

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qua, a postare il mio debriefing, un po in ritardo come sempre...Ma dall'ufficio non posso vedere il forum :s68:

 

Tralasciando le varie ripartenze, sulle quali è già stato steso un velo pietoso... :s05: Veniamo alla partita.

 

 

Sono a bordo del Akula insieme a Palmuzz, rientrato in mare dopo una lunga licenza. Vengo incaricato di "guidare" le operazioni della squadra Foxtrot. Usciamo senza problemi dal porto (le prime 2 partenze son state davvero perfette, l'ultima c'è stato qualche problemino, ma niente di grave... :s03: ).

Decidiamo di comune accordo di mandare Hunter in esplorazione, dato che è il sub più veloce e noi dietro a coprire le spalle. Sergio poco dopo ci abbandona. Rimaniamo io e Hunter, con il sub di Sergio che se ne va a tutto gas come un pazzo scatenato.

Questa partita è stata un po una lezione-ripasso per il buon Palmuzz. Effettivamente è più arrugginito di quanto sembrava ed ha avuto non pochi problemi nell'identificazione dei contatti (miglioreremo sicuramente con l'accademia :s10: ). Bisogna dire anche che effettivamente c'erano molti contatti in acqua e non era per niente facile capirci qualcosa, nemmeno per i c.ti di lungo corso...

Cmq la nostra partita è durata poco, giusto il tempo di metterci in ascolto dopo la lunga sgaloppata e cercar di riuscire a capir qualcosa che arriva il lancio perfetto del Drakken, che ci manda sul fondo. Ottimo lancio niente da dire.

 

La nostra partita finisce qua.

 

Che dire, sicuramente una bella missione, mi sono divertito ad uscire dal porto, che come ben sappiamo tutti, la navigazione sotto i ghiacci da sempre quel che di paura: "ci passo o non ci passo?". Peccato per la fine un po anticipata, ma succede anche questo.

Faccio anchio i complimenti a Sergio, per l'ottima missione creata, unico appunto (per quel poco che ho visto io) c'erano effettivamente un po troppi contatti in acqua, il che rendeva il tutto abbastanza complesso. Per il resto mi sembra che le distanze fossero giuste la missione ben equilibrata, nonostante ci fossero molti sub in acqua. Ottimo anche l'idea delle squadre multiple e "multietniche".

 

Alla prossima... :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites
al replay comunque, confermo quanto detto da Hunter, i siluri non erano diretti precisamente verso di me, purtroppo un errore mio di valutazione, e un pò di sfortuna mi hanno messo fuori gioco. Ma non voglio togliere comunque nulla al ns Commodoro , che si è posizionato bene per il lancio ed ha settato beme i lancio dei quattro siluri.

 

No no non mi sono spiegato, quando dicevo di non essere sicuro della posizione del tuo akula, mi riferivo a ben prima del lancio...poi quando hai sparato su Djmitri, con lo storico sono risalito al tuo bearing esatto, e dopo qualche minuto un incrocio tra il segnale di rimorchiato e sferico (con TMA manuale :s10: ) e la conferma avuta dal RapLoc mi hanno dato la tua posizione e distanza esatta. Poi effettivamente eri vicino alla Perry, quindi sembra che i 4 siluri facciano il primo tratto tutti assieme, ma le impostazioni erano ben diverse...per dirti, i due sulla perry viaggiavano a 10 ft di profondità (ripeto: fortuna che siano arrivati!) , mentre i due contro di te erano tranquilli a 150 ft... :s02:

Quello che non mi aspettavo era che foste ancora lontani dall'avere una buona soluzione di tiro su di me...è vero che avevo giocato a farmi coprire un po' dal sub di Sergio, e che stavo apposta sotto il ghiaccio per evitare sorpresine dall'alto, ma andavo pur sempre a 15 nodi a 300 ft di profondità...infatti mi aspettavo siluri su di me da un momento all'altro, e ho fatto una corsa contro il tempo (forse anche troppo, a leggere i vari debriefing) per sparare per primo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi son scordato di farlo....grazie ancora al nostro editor per il lavoro svolto.

 

Cari Comandanti ci risentiremo tra 10 giorni, me ne vado un pò in ferie a godermi il dolce far nulla.

 

Un salutone a tutti !!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fausto, innanzi tutto goditi le vacanze e metti da parte per 10 giorni AC3D, i Sith, gli yankee e tutto quanto orbita intorno agli impegni quotidiani: riposati e rigenerati, che quando torni c'è da sudare! :s03:

 

Complimenti a Sergio che è riuscito a completare la missione senza il supporto mio e di Alex e complimenti al COMMODORO.

E poi, in pieno lapsus Freudiano, mi avevi già ringraziato, inconsapevolmente, ma lo avevi fatto: mi avevi infatti scambiato per Umberto nel tuo primo post! :s68:

 

Comunque prego, i ringraziamenti sono sempre graditi e rappresentano uno sprone per fare sempre meglio! :s20:

 

Ancora buone vacanze! :s02:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,691
    • Total Posts
      518,804
×