Jump to content
Sign in to follow this  
Drakken

Debriefing ***paradox***

Recommended Posts

**** COMUNICAZIONI DA COMANDO ****

 

QUI C.TE DRAKKEN, MOSCA MI RICEVETE ????

 

CONFERMO OBIETTIVO FINALE RAGGIUNTO LA NS NAVE HA RAGGIUNTO GLI OBIETTIVI...

 

I NS POVERI AMICI YANKEES HANNO COLPITO QUALCHE PESCHEECCIO IN ZONA....

 

NON CI HANNO RILEVATO.... RITORNIAMO ALLA BASE.

 

PREPARATE I FESTEGGIAMENTI PER TUTTO L'EQUIPAGGIO....

 

:s20: :s20: :s20: :s41: :s20: :s20: :s20:

 

***** CLOSED *****

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusatemi tutti per l'abbandono non previsto... solito down di linea per 15 secondi :s06:

 

Tempo di essere buttato fuori dal gioco, fuori tutti da ts, che quando sono ritornato al desktop funzionava di nuovo :s05: Comincia a diventare seccante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Umberto peccato davvero! :s68: :s68: :s68:

 

Complimenti alla squadra russa, solo una domanda. Perchè ad inizio missione, a fronte di questi ordini:

 

->>>> Al comandante SSN "KABAN" ,

una ns nave classe AGI , si sta avvicinando al limite della zona per intercettare la banda di frequenza del sistema PARADOX, si trova in acque internazionali,

Verificate la presenza di sub ostili, seguite con scrupolo le ROE prima di attaccare qualsiasi unità ostile in zona, la ns nave deve arrivare ad almeno 25 miglia dalla base USA.

 

...il Kaban anzichè venire a cercarci per bloccarci e impedirci di disporre le mine passando per il largo e profondo passaggio a sudovest che aveva giusto di fronte, ha puntato fin dall'inizio dritto verso nord, rimanendo dietro le due isole e lo stretto che sarebbe stato comunque arduo attraversare vista la distanza e visti i bassissimi fondali, scegliendo quindi di NON intercettarci, NON bloccarci nella disposizione del campo minato, di rimanere per tutta la partita fuori dalla reciproca portata dei sensori e di andare invece subito incontro alla sua nave? :s12: :s12: :s12: :s12:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dal pre-briefing di Drakken : "C.te VON FAUST : .....mi hanno altresì riferito che è uno dei pochi comandanti a poter mantenere una distanza costate di 10 metri dal fondo andando ad oltre 30 nodi..... velocità, precisione, e fermezza sono doti che non Le mancano per questo le affido la guida del ns mezzo...."

 

Contenti della scelta ? :s33: :s22:

 

Ieri è stata veramente una cosa strana, rotta 000, viro per 030 ed avvicinarmi alla costa, inserisco dei Navpoint per creare una linea di riferimento da non oltrepassare oltre la quale il fondale risulta troppo basso e........invece di puntare a circa 035 virando leggermente a dritta prova sì ad andare a 035 ma virando a sinistra (praticamente eseguendo un giro su noi stessi) !!!!! Tutto questo è successo quando eravamo già con spazi di manovra stretti e velocità elevata.

Istintivamente nel primo secondo decido di virare tutta a dritta per correggere ma ci sarebbe voluto troppo vista l'inerzia allora assecondo il sub,rallento e viro tutta a sinistra, solo quando siamo al limite del limite porto le macchine indietro tutta per un attimo e poi avanti........ne siamo usciti vivi.

 

Il vero momento di panico è stato questo : avevo già verificato tutto il fondo e vedo che la manovra andrà a buon fine salvo qualche correttivo, voi che "urlavate" in chat "fermaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa !!!! il fondooooooooo !!!! ....", premo T per avvisarvi che ne usciamo bene, mentre scrivo serve an'altra manova ma.........niente !!!! non accorgendomi che c'era la finestra chat aperta non sono riuscito a manovrare subito rischiando veramente grosso :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
...il Kaban anzichè venire a cercarci per bloccarci e impedirci di disporre le mine passando per il largo e profondo passaggio a sudovest che aveva giusto di fronte, ha puntato fin dall'inizio dritto verso nord, rimanendo dietro le due isole e lo stretto che sarebbe stato comunque arduo attraversare vista la distanza e visti i bassissimi fondali, scegliendo quindi di NON intercettarci, NON bloccarci nella disposizione del campo minato, di rimanere per tutta la partita fuori dalla reciproca portata dei sensori e di andare invece subito incontro alla sua nave? :s12: :s12:

 

Sinceramente non volevo infierire sulla Vs prestazione :s07: , ma visto che mi provocate... :s03:

 

i ns ordini erano di dirigersi al più presto presso lo stretto NEMESIS... per verificare che il passaggio della Nave AGI fosse senza problemi....

difatti (anche per chi non ha participato alla partita...) ecco la posizione iniziale...

 

TAVOLA 1

 

xxx.jpg

 

dopo, poco più di un ora di gioco noi eravamo in posizione avanzata nettamente più della VS,

e comunque era per noi impossibile intercettarvi prima del lancio delle vs mine visto che li potevate lanciare da più di 10 miglia di distanza...

SIETE VOI CHE SIETE RIMASTI INDIETRO ...

 

TAVOLA 2

 

nuovaimmagine1.jpg

 

Le tattitche vincenti sono le tattiche migliori...

 

Infine, il vs attacco ad un povero peschereccio,.... :s03: :s03: :s20:

 

nuovaimmagine.jpg

 

 

DOMANDA : Ma da quanto tempo gli davate la caccia a quel povero peschereccio ???? HAHAHAHAHHA :s03: :s68:

 

Io dico che la prossima volta il comando vi assegnerà una barca a remi, presso un laghetto sperduto in Alaska con l'obiettivo di cercare dei GRANCHI !!!!

 

 

********************************************************************************

************************************

 

 

Invece volevo fare i complimenti a tutto l'equipaggio....

 

ad ALEX24 , sicuramente la migliore partita svolta in EXTREME, rapido nell'eseguire i compiti e nel gestire nel caos del dopo crash TS la postazione armi... guidando

i siluri alla ricerca delle mine, senza colpire obiettivi neutrali. BRAVO !!!

 

a TRUFFA , che fino al momento del suo crash, ha sapientemente classificato tutti i contatti, senza andare a caccia di streghe o fantasmi (mentre il suo collega yankees.....)

 

a VON FAUST, da ora in poi ti chiameremo il "GENOVESE VOLANTE"... non ho mai visto far fare un testacoda "controllato" a 360° ad un sub... ci ha fatto prendere un infarto, ma lui è rimasto tranquillo e

ha saputo controllare in acque pericolose il SUB, mi piacciono questi comandanti SPREGIUDICATI MA FREDDI E CALMI

 

a SERTORE, che ha magistralmente seguito con la TMA tutti i contatti, e con il sonar fuori uso, prendendo anche le traccie da una UUV mezza rotta.... che FORZA !!!!

La certezza è che il KABAN ha un equipaggio MITICO,

la domanda che sorge spontanea è ....

 

gli yankees avranno mai un equipaggio paragonabile ?????

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

Marco ha detto tutto mi limito a dire due cosette:

 

durante il lungo viaggio di arrivo allo stretto ho acceso un po di musica infatti non ricordo chi dell'equipaggio ha detto

"eeem..mica è un contatto sonar???" :s03: :s03: :s03:

 

voglio inoltre complimentarmi con tutti: Fausto che mi ha quasi fatto venire un colpo con quelle manovre,sergio per le tma molto precise,umberto che pur essendo stato sfortunato con il crash..si è dimostrato ancora una volta un veterano di dw :s03: e al comandante che ha saputo gestire al meglio l'equipaggio e ha pianifacato bene la tattica :s20: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa Marco ma quello che dici è parecchio grave :s05:

 

Noi non sapevamo i vostri ordini iniziali, ma avevamo bene letto il briefing postato nel forum, che a questo punto era radicalmente diverso.

Nel briefing, che ho riportato nell'altro post, i vostri ordini erano di VERIFICARE LA PRESENZA DI SUB OSTILI. Negli ordini di missione invece questo non c'era e infatti voi non l'avete fatto. Ma la cosa ha condizionato tutta la nostra missione perchè noi davamo per scontato che voi DOVEVATE trovarci (e fermarci). Tutte quelle complicate ROE di ingaggio stavano a testimoniarlo.

Ora non so e non mi interessa cosa sia successo: un'incomprensione, una svista, non so.

 

Quello che mi dispiace è che anzichè sottolineare comunque una condotta di gara impeccabile (peschereccio a parte) degli avversari, perchè questo è stata la nostra missione e qualcunque comandante di buon senso lo deve riconoscere, viste anche queste evidenti incongruenze che possono aver condizionato le rispettive tattiche, si vada per l'ennesima volta sulla provocazione e sullo sfottere.

 

Sono sincero, con tutta l'amicizia del mondo lo dico, ma la cosa non mi piace per niente.

A me non è mai interessato nulla vincere, perdere, solo divertirmi e migliorare.

 

Ma sto davvero perdendo il gusto di tutto questo, e ne sono molto amareggiato.

Stasera uscirà l'SSO...ci ho creduto e ci credo tanto, e ve lo consegno di cuore.

Ma forse io ho bisogno di spegnere i motori per un po'.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi dispiace che la prendi così, ma è tutto scritto nero su bianco....

 

leggi attentamente gli ordini, noi dovevamo avvicinarci allo stretto, e verificare la presenza di sub ostili....

e passare da sud o da nord era una scelta al 50%....

per tutta la partita siamo andati a 30 nodi, alla fine ci siam fermati in prossimità dello stretto per verificare con il sonar HF la presenza di mine e con il sonar passivo una vs possibile traccia....

l'unica ns tattica utile era trovarvi prima che la nave raggiungesse la barriera di mine... mi sembrava così chiaro...

 

tutto qui... che colpa ho io se avete attaccato la powerboat,

che colpa ho io se le mine non so per quale motivo non hanno fatto il loro dovere... fermo restando che siamo poi rimasti senza sonar....

 

Chiedo per favore la conferma di quanto fatto durante la partita a TRUFFA - SERTORE - ALEX24 - VONFAUST

 

Sinceramente soltanto avere il dubbio che io faccia le partite solo per vincerle mi da tanto fastidio... e con ELIOSURF e SERTOREche era con Voi a fine partita ci siam fatti due chiacchere amichevoli ed è finita a ridere, come sempre....

 

Spero che domani la chiariamo di persona, ma sinceramente non mi aspettavo una reazione così. In fin dei conti siamo qui tutti per giocare, si vince o si perde.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carissimi tutti,

il Drakken ed Alex24 sanno che avevo già scritto un debriefing di 2 ore, ma al momento del salvataggio sul forum tutto il lavoro è andato perso.

 

Se avrò tempo lo riscriverò, ma non volevo lasciare vuoto lo spazio dopo l'intervento di Francesco, che mi ha sinceramente e profondamente colpito tarpando qualsiasi altra attività e/o iniziativa in corso.

 

Nastrini, SSO, complimenti... insomma, penso che qualsiasi cosa non valga nulla se confrontata con i sentimenti che ci uniscono e che rendono questo gruppo unico e prezioso, in ognuno dei suoi componenti.

 

Sono convinto che un'incomprensione sui nostri comportamenti sia stata all'origine delle parole di R.Hunter e che la prossima Festa della Marineria sia l'occasione che il destino ha voluto ci fosse per riuscire a ristabilire il clima di serenità e fraternità che ci ha sempre contraddistinto: purtroppo non mi sarà possibile parteciparvi, ma vi prego con tutto il cuore di non perdere quest'occasione unica per chiarire le eventuali questioni che ultimamente possano aver turbato il nostro gruppo.

 

Leggere "Ma forse io ho bisogno di spegnere i motori per un po'." è stato come vedere un pezzo di Betasom spegnersi, ed anche se solo per un momento penso che ognuno di noi si sia sentito perso: conosco Francesco da qualche mese, e più di una volta ho avuto modo di apprezzarne le straordinarie capacità di comprensione, mediazione e profondità di pensiero, e proprio per questo vedere l'amarezza che le sue parole hanno espresso è stato veramente triste e sconcertante.

 

Sono costernato e incredulo, e metto a disposizione tutto me stesso per qualsiasi iniziativa possa portare ad un veloce chiarimento della situazione che ha portato R.Hunter a riprenderci come ha fatto: inutile ribadire che mai e poi mai ognuno di noi ha volontariamente preso in giro l'avversario per puro spirito di provocazione ma che solo una sana competizione ed una solida base di divertimento ha sempre animato le nostre discussioni.

 

Scusatemi l'OT, ma proprio non riuscivo proprio a tenermi dentro tutto questo...

 

PS: penso di poter inoltre dire a Drakken che nessuno ha mai pensato che le sue missioni siano state fatte per poter essere facilmente vinte, e che le parole di Francesco non mi sembra lo abbiano inteso: personalmente posso inoltre testimoniare che mai ho avuto un aiuto da Drakken nello svolgimento di partire da lui editate pur avendolo in squadra ed in linea in tempo reale.

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno a tutti,

 

giovedì dopo la partita, ho ritrovato Drakken e Sertore su TS ed abbiamo scherzato e parlato della partita.

 

Mi stavo piegando in due raccontando tutta la fase di tracciamento dell'akula/fishing boat dal rilievo contatto all'entusiasmo finale (poi svanito) del suo affondamento.

 

La squadra USA ha svolto una missione impeccabile, abbiamo cercato di coniugare la necessità di raggiungere un buon punto di lancio mine all'esigenza di non fare troppo rumore, nonchè scovare l'akula di Drakken; Le mine poi sono state lanciate ed è iniziata la caccia al Drakken di cui "pensavamo" di avere la posizione.

 

Le cose sono poi andate un po diversamente perchè come dice Hunter il Kaban del Drakken non era nella ns. zona operazioni e sono convinto che mai ci sarebbe arrivato perchè i due Team secondo me avevamo ordini che ci portavano in strade diverse.

 

Se ben ricordo noi NON dovevamo attaccare la AGI ma solo minare lo stretto; altresì dovevamo scovare l'akula ma non attaccarlo se non a certe condizioni.

L'akula invece doveva avvicinarsi all'AGI.

 

Detto ciò devo anche aggiungere che può capitare durante l'editor di perdere un po il filo della missione; può capitare che una missione nata con tante belle idee ed entusiasmo non si trasformi poi in quello che avevamo pensato.

 

Pazienza..... non sempre può essere tutto perfetto;

 

La serata è stata comunque piacevole e divertente............

 

Hunter e Drakken datevi un bacino e fate da bravi, la prossima missione sarà ancora più bella......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più del solito ho trovato questa missione interessante, o comunque più interessante di un "search and destroy" (una maniera elegante per non dire sparatutto), e visto che non siamo riusciti a sperimentare le ROE e relativi comportamenti, sicuramente da riprovare per lo meno nelle idee base.

Poi non so cosa non abbia funzionato nella nostra tattica o nella progettazione della missione. Perchè forse noi yankes siamo stati un po timidi nel rimanere ad aspettare a 8 miglia (più o meno, non ricordo) dai due accessi a est e sud, ma da un altro punto di vista non era forse neanche la scelta migliore portarsi sul nostro campo di mine appena piazzato, lasciando così anche scoperto il passaggio a sud. Poi la nave è passata, con un po di sfortuna nostra, incolume tra le mine (in fondo hanno un raggio di influenza, se ricordo bene perchè nell'usni non c'è, di 200 forse 400 yarde), e secondo le ROE non poteva essere attaccata.

In ogni caso, vedi sopra :s20:

 

 

Nell'occasione segnalo un nuovo bug (nuovo almeno per me) di DW che riguarda le mine.

Nel 1° lancio di 4 mine, l'ultima si è mossa per pochi minuti a 1 nodo e poi si è fermata senza per fortuna attivarsi.

Nel 2° lancio di 3 mine, l'ultima si è comportata come sopra.

Infine una delle 5 mine arrivate a destinazione, quella più a nord, non si è attivata.

:s12:

Edited by steeljackal

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

sisi lo ho notato anche io questo bug ma non è solo un bug di at per quanto ne so non funzionano proprio in dw..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non ho partecipato alla missione, tuttavia mi preme esprimere le mie perplessita' su alcuni aspetti tattici.

Ho visto il replay (e ringrazio Sertore :s20: ), lo stretto Nemesis da cui doveva passare la nave e' largo 4 nm e tutta la zona era navigabile per la VISHNAYA. L'alto fondale a nord e sud penalizzava soltanto il passaggio di un sottomarino ma non di una nave. Detto questo, a meno che il comandante americano non sapesse esattamente quale rotta avrebbe preso la VISHNAYA per attraversare Nemesis, doveva in seguito ai suoi ordini minare tutto lo stretto. Ora non so se voi vi ricordate quale e' la portata di una mina, di sicuro non 500 yarde, diciamo intorno ai 200 yarde. Questo significa che per coprire tutto lo stretto erano necessarie al minimo 40 mine per avere un benche' minima chance di poter colpire la nave. Dubito che un 688 si possa portare cosi' tante mine.

Da questo punto di vista la squadra americana gia' partiva con un handicap incolmabile appurato che non potendo interdirre la zona alla VISHNAYA per mancanza sufficiente di mine, non poteva neanche volendo sparare alla nave se quest'ultima avesse superato la barriera.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nell'occasione segnalo un nuovo bug (nuovo almeno per me) di DW che riguarda le mine.

Nel 1° lancio di 4 mine, l'ultima si è mossa per pochi minuti a 1 nodo e poi si è fermata senza per fortuna attivarsi.

Nel 2° lancio di 3 mine, l'ultima si è comportata come sopra.

Infine una delle 5 mine arrivate a destinazione, quella più a nord, non si è attivata.

:s12:

 

 

sisi lo ho notato anche io questo bug ma non è solo un bug di at per quanto ne so non funzionano proprio in dw..

 

Tranquilli, le mine finalmente funzionano perfettamente in RA.

Share this post


Link to post
Share on other sites
durante il lungo viaggio di arrivo allo stretto ho acceso un po di musica infatti non ricordo chi dell'equipaggio ha detto

"eeem..mica è un contatto sonar???" :s03: :s03: :s03:

 

Ero io........mi hai sfondato un timpano :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nastrini, SSO, complimenti... insomma, penso che qualsiasi cosa non valga nulla se confrontata con i sentimenti che ci uniscono e che rendono questo gruppo unico e prezioso, in ognuno dei suoi componenti.

Sono convinto che un'incomprensione sui nostri comportamenti sia stata all'origine delle parole di R.Hunter e che la prossima Festa della Marineria sia l'occasione che il destino ha voluto ci fosse per riuscire a ristabilire il clima di serenità e fraternità che ci ha sempre contraddistinto: purtroppo non mi sarà possibile parteciparvi, ma vi prego con tutto il cuore di non perdere quest'occasione unica per chiarire le eventuali questioni che ultimamente possano aver turbato il nostro gruppo.

Leggere "Ma forse io ho bisogno di spegnere i motori per un po'." è stato come vedere un pezzo di Betasom spegnersi, ed anche se solo per un momento penso che ognuno di noi si sia sentito perso: conosco Francesco da qualche mese, e più di una volta ho avuto modo di apprezzarne le straordinarie capacità di comprensione, mediazione e profondità di pensiero, e proprio per questo vedere l'amarezza che le sue parole hanno espresso è stato veramente triste e sconcertante.

Sono costernato e incredulo, e metto a disposizione tutto me stesso per qualsiasi iniziativa possa portare ad un veloce chiarimento della situazione che ha portato R.Hunter a riprenderci come ha fatto: inutile ribadire che mai e poi mai ognuno di noi ha volontariamente preso in giro l'avversario per puro spirito di provocazione ma che solo una sana competizione ed una solida base di divertimento ha sempre animato le nostre discussioni.

Scusatemi l'OT, ma proprio non riuscivo proprio a tenermi dentro tutto questo...

PS: penso di poter inoltre dire a Drakken che nessuno ha mai pensato che le sue missioni siano state fatte per poter essere facilmente vinte, e che le parole di Francesco non mi sembra lo abbiano inteso: personalmente posso inoltre testimoniare che mai ho avuto un aiuto da Drakken nello svolgimento di partire da lui editate pur avendolo in squadra ed in linea in tempo reale.

 

Quoto tutto

 

La serata è stata comunque piacevole e divertente............

Hunter e Drakken datevi un bacino e fate da bravi, la prossima missione sarà ancora più bella......

 

........ad esclusione del bacino che mi fa un pò schifo :s03:

 

L'idea della misione è molto molto bella (bravo Drakken), evitare il classico identifica e distruggi ma giocarla più come una partita a scacchi con i vari ROE mi piace molto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rieccomi qui con il mio debriefing, nella speranza che questa volta il forum mi accetti il post. :s12:

 

In questa missione Extreme sono addetto alla TMA, con Truffa al sonar, Drakken al comando, Alex24 secondo e alle armi e Von Faust alla manovra.

 

Partiamo alle 5:00, quando ci troviamo a circa 30nm dallo stretto che la nave alleata AGI dovrà attraversare indenne grazie alla nostra copertura.

 

Il comandante ordina l'emersione a quota periscopio, mentre dispone il rilascio del trainato ed una ricerca di eventuali bersagli intorno a noi: Truffa identifica solo un biologico e mi passa i dati per una TMA di allenamento.

 

Intanto, arrivati in superficie, solleviamo le antenne e rileviamo la nostra nave che ci passa i links di un'altro biologico e della base nemica: riceviamo inoltre un messaggio radio che ci informa di scortare l'AGI e rilevare eventuali sommergibili nemici nel rispetto del ROE peace in vigore.

 

Il comandante ordina di ritrarre tutto e portarsi sotto il layer per un leg veloce a 30 knts di avvicinamento allo stretto: ovviamente il sonar viene oscurato, e nei 35 minuti di viaggio mi diverto a raffinare il contatto biologico con i rilevamenti memorizzati... effettuo infatti una correzioncina di 12nm sulla prima soluzione che avevo ipotizzato, su una distanza di circa 15nm (20% di errore... non male con solo 4 rilevamenti ed il bersaglio in pointing los :s14:).

 

Durante il leg veloce l'equipaggio si diletta un po': c'è chi lascia la postazione per qualche minuto (:s10:), chi si dedica alla disco dance (:s03:), chi approfitta della pausa per guardare Aldo, Giovanni e Giacomo alla TV (:s12:) e chi come me litiga con il ruler della TMA che proprio di adattarsi alle linee di rilevamento passate da sonar non ne vuole sapere...

 

Alle 5:52 arriviamo nel punto indicato dal comandante, che ordina di rallentare a 5 knts ed iniziare una ricerca al sonar, incitandoci alla massima concentrazione perchè ormai in piena zona operazioni: Truffa si scatena e per le 5:58 mi riempie di bersagli la navmap, saturandomi la lista dei contatti alla postazione TMA.

 

Inizio il mio lavoro di identificazione di possibili soluzioni mentre il comandante porta il sommergibile a quota periscopio per ricevere i links dei contatti rilevati dall'AGI ed un messaggio radio che ci informa dei viewpoints che la nave utilizzerà per attraversare lo stretto: intanto il MITO si rende conto che la nostra unità è in ritardo per l'appuntamento e decide di passare ad est dell'isola che ci separa dallo stretto piuttosto che a sud, come si era inizialmente paventato.

 

La strategia infatti cambia a causa del nostro ritardo: non abbiamo più tempo di ricercare i nostri nemici per identificarli ed impedirgli di danneggiare la nostra nave, e il comandante decide di portarsi di fronte all'AGI, precedendola e identificando eventuali minacce con l'HF, per poi spazzarle via con i siluri; se poi il nemico si farà vivo vedremo di affrontare anche lui.

 

Facciamo perciò rotta per lo stretto alla massima velocità che ci consenta di evitare il wash-out dei nostri apparati sonar, continuando a classificare contatti e raffinare soluzioni: civili, pescherecci, biologici... ma del 688 nemico neanche l'ombra!

 

Alle 6:50, in un crescendo di tensione, giungiamo nello stretto a poche miglia dalla nostra nave, ed il comandante si porta a quota periscopio attivando tutto l'attivabile: ESM, radar, radio e periscopio.

 

In queste condizioni iniziamo a verificare le posizioni presunte di tutti i bersagli, ed qui ho la bella sorpresa di scoprire come la maggior parte delle soluzioni create siano state azzeccate, ma ancora del nemico o delle eventuali mine contro la nostra nave non c'è traccia.

 

L'IMMORTALE decide di addentrarsi nello stretto, sempre in copertura della nostra AGI, nel tentativo di scovare il 688, ma alle 5:54... "player left", e dopo pochi secondi "Truffa connection lost": nooo, abbiamo perso il nostro compagno, e con lui il sonar.

 

Il tempo di capire dalla chat del gioco che Truffa è stato vittima delle sue solite disconnessioni brevi ma letali che leggo "Eliosurf: Omar lancia"... lancia? Ma non siamo in ROE peace? Io non ho sentito il ping dell'attivo necessario all'indentificazione precedente un eventuale attacco...

 

Pochi secondi e... TIW on bearing 263... TIW on bearing 263: e adesso? Senza sonar cosa facciamo? E' finita... :s06:

 

Ma il comandante Drakken prende saldamente la situazione in mano, e scuotendo tutti dallo sconcerto ordina il contrattacco, lo sgancio delle contromisure e il disimpegno veloce verso nord: l'equipaggio è scosso, reagisce, perde qualche minuto per riorganizzarsi ma alla fine esegue tutto come da ordini, mentre sulla chat si scatena il caos in un rimpallo di colpe per la violazione del ROE.

 

Iniziano poi i minuti in attesa dell'inizio dei ping dei siluri nemici, ma alle 7:07, quasi dieci minuti dopo i primi TIW, si sente un'esplosione: affondato un peschereccio... ma allora i blu si sono sbagliati. :s07:

 

Il comando ordina di rallentare immediatamente e di lanciare una UUV per tentare di avere qualche rilevamento... ore 7:10: TIW on bearing 248!

 

Ci risiamo: nel giro di un minuto lanciamo la UUV... ho dei nuovi contatti!

 

Elaboro alla velocità della luce una possibile soluzione e passo alle armi le distanze e le coordinate per il lancio immediato di 3 stallion... 245/8 - 248/10 - 251/12, il tutto sempre via chat: Alex24 esegue praticamente in tempo reale e siamo quindi liberi di eseguire un opportuno clear datum.

 

Dal replay si vedrà che il lancio degli stallion non è stato coronato dal successo, in primo luogo perchè era completamente fuori bersaglio ed in secondo luogo perchè gli stallion si sono schiantati sul fondo nel momento del loro ingresso in acqua per il basso fondale a disposizione.

 

Visto che la nostra UUV si esaurisce e del nemico non ci sono tracce, il comandante decide per il lancio di altri 2 siluri che, precedendo la nostra AGI, la preservino da eventuali mine: purtroppo uno dei due siluri si perde poco dopo il lancio, ma l'altro fa il suo dovere.

 

Subito dopo il lancio dei siluri sganciamo le contromisure per confondere il nemico e ci spostiamo versonord per evitare eventuali contrattacchi: intanto nella fuga vedo il fondo avvicinarsi paurosamente e spaventato scrivo in chat "il foooonnnddoooo!": Von Faust mi risponde serafico "tutto sotto controllo, l'ho visto" e qualche secondo dopo compare la scritta del comandante "indietro tuttaaaaaaaaaaaaaa".

 

Nel terrore di tutti membri dell'equipaggio la navigazione esegue, trita il trainato ma riusciamo ad evitare la costa non di qualche piede, ma di qualche inch!

 

Riusciamo così a riprendere il mare tra la soddisfazione di tutti e qualche scherzoso accidenti lanciato a Von Faust per l'azzardo e riprendiamo la nostra caccia a mosca cieca: sono le 7:45.

 

Alle 7:46... TIW... TIW, ed alle 7:48... TIW.

 

Rimaniamo fermi in attesa degli eventi ed alle 7:52 compare il messaggio che riporta la ricezione da parte della nostra AGI del segnale PARADOX: vittoria! :s20:

 

Tutti fuori e sotto con il replay... rivediamo tutte le fasi della missione, praticamente le stesse descritte nel debriefing e ci accorgiamo dell'errore dei blu nell'identificare il peschereccio come l'Aluka, il che spiega la convinzione con cui sostenevano di averci rilevato sia con il passivo che con l'attivo, ed anche che la nostra nave è passata sulle mine senza che queste esplodessero, probabilmente a causa del fondale troppo alto.

 

Provo a connettermi al TS di Truffa e trovo il Drakken, con il quale inizio a commentare la partita: ci raggiunge poco dopo Eliosurf e ci facciamo delle grasse risate ripensando agli imprevisti ed agli errori fatti da entrambi gli schieramenti... dopo qualche minuto ci lasciamo, stanchi ma veramente contenti della serata.

 

La missione era sicuramente intrigante, e personalmente l'ho vissuta veramente a fondo dal momento che avendo perso il sonar ero spettatore degli eventi e dei miracoli dei miei compagni nel portare avanti la partita: abbiamo fatto veramente squadra, condividendo le emozioni e gli urli di paura e gioia... via chat! :s68:

 

Peccato che le unità rosse e blu non siano mai state sufficientemente vicine da riuscire a confrontarsi, così come forse l'editor aveva previsto nel creare la missione, ma la presenza di obiettivi indipendenti da questo evento ha reso comunque la partita divertente e interessante.

 

Grazie come sempre al Drakken per l'innovativo editing e a tutti per la compagnia ed il divertimento! :s03:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto per sgombrare il campo da equivoci, il bacino non c'è stato nè ci sarà!!! :s03: :s03: :s03:

 

Scherzi a parte, puntualizzo un paio di cose che ci siamo detti qui con l'aria di mare che ci rischiara il cervello.

 

La prima è che (come ha tra l'altro intuito giustamente Sergio) non ho mai detto nè pensato che Marco si fa le partite per vincerle. Se così fosse lo annego subito e la facciamo finita! :s20:

La mia domanda iniziale nasceva unicamente dal fatto che , per me, il comportamento attuato dall'Akula era incomprensibile alla luce del briefing ma si è rivelato poi assolutamente comprensibile se visto alla luce degli ordini di missione ricevuti. All'inizio, non conoscendo quegli ordini, avevo chiesto spiegazioni.Tutto qui.

 

La seconda è che secondo me entrambe le squadre hanno fatto cose buone e cose meno buone. Noi yankee abbiamo fatto una partita perfetta fino al momento del lancio sul peschereccio. Lì abbiamo sbagliato, pur con qualche scusante, ma fondamentalmente non abbiamo atteso nè un'identificazione certa nè il messaggio previsto. I russi invece hanno sbagliato a decidere da subito di non trovarci e fermarci, permettendoci di stendere il campo minato. Alla fine quindi che la nave venisse colpita o meno era come una roulette russa...è passata a 400 yds da una mina che non si è attivata ed è passata. (E condivido abbastanza quello che dice Ugo...magari non ne servivano 40, ma un 15-20 sì, e se si considera che un 688i ha 4 tubi con un tempo di ricarica di 9 minuti....)

 

Quello che mi ha dato fastidio, sono stati, a fronte di questa prestazione, i toni trionfalistici di tutta la squadra russa. Se si scherza e si gioca, poi si dovrebbe secondo me anche dirlo, altrimenti si perde un po' il senso della realtà delle cose. E visto che oggettivamente da un punto di vista numerico come comandanti USA abbiamo qualche problemino, la mia paura è che poi non si riesca ad impostare un futuro equilibrato tra i due schieramenti...anche ora che partiamo con l'SSO, sarebbe un peccato che già nascesse con l'handicap della mancanza di una squadra, o dello scontento di alcuni comandanti forzatamente schierati con una squadra che non desiderano.

 

Il mio desiderio è quindi, per il futuro, che ci diamo uno stile anche nei commenti pre e post partita. Stima e considerazione degli avversari e fair play devono essere i nostri tratti caratteristici, così come è sempre stato....Poi ci sta tutto, sia la correzione degli errori sia lo scherzo...ma queste due cose non devono per essere mai così preponderanti da oscurare il resto. I nostri debriefing non li leggiamo solo noi, li leggono gli altri utenti di Betasom e anche lettori esterni...che il nostro stile di correttezza e rispetto, anche in questo aspetto, sia dunque nn solo un fatto di sostanza, ma anche di forma, il nostro tratto caratteristico e il nostro biglietto a visita!

 

Quindi tranquillizziamo tutti, i motori li spegnerò a luglio nelle mie tre sacrosante settimane di spiaggia! :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,691
    • Total Posts
      518,803
×