Vai al contenuto
gichiano

Navi In Dettaglio.

Messaggi raccomandati

Fotografie che per me sono un regalo.

Il San Giorgio ha segnato il mio destino con le navi. Il molo era quello di levante del porto di Catania, il San Giorgio aveva un'altra veste, io avevo meno di dieci anni, ero con mio padre e da quel giorno non ne sono più guarito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Visitatore Salgàri

Bellissime foto,

spero che tu possa mettere quelle dell'Indomito che mi ricordano tempi bellissimi ormai andati.

Nicolò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belle ed emozionanti foto che ci fanno ripercorre a ritroso un periodo speciale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

da base artica, marco.

se................continuate cosi e io pianto la germania e torno in italia!! :s03:

saluti marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Inizio col San Giorgio ripreso da me in varie occasioni nel porto di Cagliari nella sua ultima configurazione come nave scuola.

Foto del 20-21 gennaio 1979

v643.jpg

:s20:

Foto come queste (tutte) sono quelle che fanno la felicità di un disegnatore di profili come il sottoscritto, nitide e in cui si notano perfettamente i dettagli.

 

Su questa foto mi ha attirato un particolare di cui non conosco la funzione e quindi richiedo la vostra saggezza, alla sinistra del lanciasiluri trinato, proprio attaccato alla sovrastruttura ci sono 3 tubi, che sono? :s12:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Su questa foto mi ha attirato un particolare di cui non conosco la funzione e quindi richiedo la vostra saggezza, alla sinistra del lanciasiluri trinato, proprio attaccato alla sovrastruttura ci sono 3 tubi, che sono? :s12:

Dovrebbero essere i contenitori per i siluri di riserva: la misura, difatti, è la stessa dei tubi dell'impianto lanciasiluri. La gruetta di forma triangolare incernierata sulla paratia serviva per la movimentazione dei siluri stessi.

Modificato da Alagi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora l'impressione che ho avuto era giusta ma non avevo osato pronunciarmi visto che mi sembra strano tenere così aperto ai pericoli tali gingilli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora posso inserire 2 immagini, primi anni 60, scattate dal Centauro mentre si avvicina al San Giorgio per il passaggio di posta

 

 

centauro2t.jpg

 

 

seggioviacentaurosangio.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho confrontato Wikipedia con i Capitani Romani di E. Andò e ho trovato diverse inesattezze che ho corretto in modo formale e sostanziale, se vuoi posto questo testo rivisto. Sono daccordo sulla definizione di caccia conduttori e sull'eliminare questi post di dialogo.

 

correggi tranquilamente sul post iniziale. ho gua cancellato quanto non inerente a meno del tuo ultimo post

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Visitatore seicolpi

Alcune foto del San Giorgio le potete trovare direttamente quì. Provengono tutte dal mio archivio personale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie seicolpi, le tue foto dono importanti per chiunque voglia ben conoscere questa unità.

Uno degli scopi dell'apertura di questa discussione è appunto quello di raccogliere i contributi di che dispone di materiale su questi caccia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"San Giorgio" e "San Marco" in un primo momento furono classificati cacciatorpediniere conduttori; bisogna tenere presente che furono costruiti come incrociatori leggeri e sebbene dopo la trasformazione del dopoguerra furono dotati di un buon armamento antisom erano particolarmente adatti alla difesa aerea in quanto imbarcavano una poderosa componente artiglieristica composta da tre torri binate da 127/38 mm e 20 mitragliere da 40/56 mm; sul tripode poppiero era stato installato un radar per la ricerca aerea di diverso tipo per le due unità.

 

Se non sbaglio il "San Marco", in seguito al disarmo del "Duca degli Abruzzi" ed in attesa dell'entrata in servizio del "Garibaldi", aveva funzioni di nave ammiraglia della Squadra Navale.

 

Propongo una serie di foto non molto belle, ma interessanti tratte dalla serie “Orizzonte Mare”

 

0000001r.jpg

 

0000002e.jpg

 

0000003r.jpg

 

0000004sob.jpg

 

0000005e.jpg

 

 

Nel settembre del 1966 le due unità si trovavano a Taranto ed ho avuto l’opportunità di fotografarle

 

0000006j.jpg

 

0000007t.jpg

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi permetto di aggiungere a questo bellissimo post, che spero prosegua ancora per accogliere quante più informazioni ed immagini possibili, alcune foto di un modello del San Giorgio, realizzato dal Signor Meschini Leonardo dell'Associazione Modellisti Chiaravallesi, presentato ai recenti Campionati Italiani classe C della Navimodel svoltisi a Chiaravalle, dove ha ottenuto il rango oro, con relativa qualifica ai mondiali del 2010 a Lipsia.

Il modello è in scala 1/100, interamente autocostruito.

 

m004e.jpg

 

m0042t.jpg

 

Bartom

Modificato da bartom

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un'altro contributo alla storia di questi 2 caccia:

 

iniziamo con queste "placchette"

distintivosangiorgio.jpg

 

proseguiamo con i distintivi

distintivosangiorgio1.jpg

 

e le medaglie

medaliesangiorgio1.jpg

 

ed infine una chicca tutta particolare (me se le altre non lo fossero....): la medaglia commemorativa della crociera in sudamerica!

cocierasgiorgioh.jpg

dal catalogo Johnson

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belle immagini veramente.

Purtroppo non ho immagini "mie" da postare (non avevo l'età), ma conto di rifarmi appena comincerai a postare navi un po' più giovani.

Ciao.

 

Odisseo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo scusa se mi intrometto, ma attualmente la San Giorgio e la San Marco

non sono unità anfibie su cui sono imbarcati i ragazzi del Battaglione San Marco

di stazza a Brindisi?

Un salutone da Paco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì certo, ma negli anni Sessanta gli stessi nomi furono assegnati ai due caccia di cui stiamo parlando e, prima ancora, a due incrociatori.

Modificato da gichiano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo scusa se mi intrometto, superfluo ogni apprezzamento,

mi risulta che attualmente la San Giorgio e la San Marco, unità

anfibie, su cui sono imbarcati i ragazzi del Battaglione San Marco di Brindisi,

sono la nuova versione di vecchie unità aventi lo stesso nome gitareci

dalla marina americana. Che ne dite?

Un salutone da Paco.

 

 

Scusate il doppione del messaggio.

Modificato da PACO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Due precisazioni:

 

Il San Marco al largo di Norfolk il 7 giugno 1957. Le foto sono di Hanny & Leo Van Ginderen, la prima, e di Lea & Leo Van Ginderen la seconda.

Le foto sono state commecializzate da Leo Van Ginderen e dalla moglie negli anni Settanta/Ottanta, ma sono state scattate da fotografi dello studio "Atlantic Fleet Sales" di Norfolk ( http://www.atlanticfleetsales.com/ ). D'altro canto, Van Ginderen è un mio coetaneo (classe 1959) o - al limite - è nato al massimo qualche anno prima... è difficile che nel 1957 già svolazzasse armato di macchina fotografica sulle acque di Hampton Roads... :s02:

Tra l'altro, a seguito di controversie legali sulla proprietà e l'autore di molte foto vendute con la dicitura "Photo by L. Van Ginderen" ma in effetti scattate da altri, ora L.V.G. appone sul retro, più correttamente, la dicitura "From the L. Van Ginderen collection".

 

Chiedo scusa se mi intrometto, superfluo ogni apprezzamento,

mi risulta che attualmente la San Giorgio e la San Marco, unità

anfibie, su cui sono imbarcati i ragazzi del Battaglione San Marco di Brindisi,

sono la nuova versione di vecchie unità aventi lo stesso nome girateci

dalla marina americana. Che ne dite?

No, penso tu ti riferisca al Grado e al Caorle, due LST (navi sbarco per carri armati, ex De Soto County, LST-1171 e York County, LST-1175), cedute alla M.M. nel 1982 e radiate nel 1988-89). Tuttavia, Grado e Corle erano completamente diverse dalle attuali San Giorgio e San Marco (nonchè dalla terza unità della classe, il San Gusto, leggermente diversa), costruite in Italia per sostituire Grado e Caorle.

 

immagine2a.png

Caorle, 1980, Brindisi - Foto A. Scrimali, coll. M. Brescia

 

immagine3a.png

San Marco, 2007, Trieste - Foto A. Petrina, coll. M. Brescia

Modificato da Alagi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Due precisazioni:

 

 

 

immagine2a.png

Grado, 1980, Brindisi - Foto A. Scrimali, coll. M. Brescia

 

Scusa Alagi, ma mi sembra che la sigla ottica L9891 corrisponda al Caorle, o sbaglio?

 

Bartom

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Scusa Alagi, ma mi sembra che la sigla ottica L9891 corrisponda al Caorle, o sbaglio?

Bartom

Grazie per la correzione! Ho provveduto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi permetto di ripostare questa bella fotografia, completa di didascalia, perché mi rievoca

un episodio spiacevole del mio primo impatto con la fotografia di carattere navale;

era il 28 ottobre 1964 , all’età di quindici anni e armato di un’ AGFA instamatic,

molto economica, mi recai al ponte girevole per partecipare alla cerimonia dell’arrivo

del nuovo cacciatorpediniere lanciamissili “Intrepido”; mi appostai all’imboccatura del canale

di fronte al castello; pur essendo la fine di ottobre la giornata era molto bella e soleggiata

e naturalmente a causa del controluce e forse anche per colpa del fotografo che mi ha

sviluppato il rullino, la sequenza delle immagini venne molto sovraesposta .

L’ immagine di Gighiano non fa parte di quelle pubblicate sul Notiziario della Marina

per celebrare l’avvenimento, pur essendo chiaro che è stata effettuata dal castello,

con il sole alle spalle, probabilmente da un fotografo navale.

 

 

 

 

v675e.jpg

 

Posto un’ altra foto della stessa cerimonia in cui si vede che “Sentinella” e “MC 491”,

precedentemente affiancate all’ “Intrepido” evoluiscono per mettersi in coda alla formazione

 

intrepido28ott19640001.jpg

 

 

Buffoluto

Modificato da BUFFOLUTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per arricchire il topic su SAN GIORGIO e SAN MARCO, invio una bella serie di foto dell'escorteur d'escadre CHATEAURENAULT (ex ATTILIO REGOLO) e qualcuna anche del GUICHEN (ex SCIPIONE AFRICANO) in servizio con la Marina francese. Sono tratte da un bel saggio di Jean Moulin sulla rivista "Marines & Forces Navales" di Agosto/Settembre 2008.

La mia impressione è che esteticamente la soluzione adottata dai francesi nell'ammodernare le due navi non avesse molto da invidiare a quella delle due navi italiane.

 

giugno1s.th.jpg

 

giugno2.th.jpg

giugno3.th.jpg

giugno4.th.jpg

giugno5.th.jpg

giugno6.th.jpg

giugno7.th.jpg

giugno8.th.jpg

giugno9.th.jpg

 

giugno10.th.jpg

giugno11.th.jpg

giugno12.th.jpg

giugno13.th.jpg

giugno14.th.jpg

giugno15.th.jpg

giugno16.th.jpg

giugno17.th.jpg

giugno18.th.jpg

Modificato da de domenico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In casa di mio padre, da tanti anni, c'è questo cimelio del S Giorgio (che è stato appeso come un crest) e che a mio padre è stato dato come il tappo di un cannone (non so se si chiama così e mi sa che mi toccherà offrire da bere al quadrato).

 

 

 

sangiorgio.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×