Jump to content
Sign in to follow this  
Sag75

Diario Di Bordo C.te Hans (sag75) Rommelberg

Recommended Posts

Aspettavo con impazienza il report di un'altra tua missione, complimenti!

Edited by -alpha class-

Share this post


Link to post
Share on other sites

1 Ottobre 1943,

 

Ore 17.20 Salpiamo da Bergen, e come da ordini ricevuti procediamo alla volta della griglia AK46. Appena mollati gli ormeggi e usciti dal bunker, il nostro radarista rileva dei segnali radar. Non ci diamo importanza, sono sicuramente i radar delle nostre navi. All'imboccatura del porto le vedette avvistano aerei nemici in formazione... ALARM!!!! Il fondale è troppo basso per una rapida... dobbiamo armare le contraeree..!! Sentiamo le sirene provenire dalla terraferma, piovono bombe ovunque! e vediamo i traccianti delle nostre artiglierie..

 

 

sh3img7720092142490.png

 

 

Una bomba cade vicino al nostro battello, veniamo storditi dall'esplosione, ma per fortuna nessun ferito e nessun danno a bordo! L'attacco termina, nessun danno al battello, ma nel porto ci sono delle navi incendiate.... Proseguiamo con la missione.

 

 

13 Ottobre,

 

griglia AK51,

 

ore 8.12 Affondato mercantile grande isolato.

 

ore 9.05 veniamo informati di un grosso convoglio in arrivo, vicinissimo alla nostra posizione. Decidiamo per l'attacco anche se il mare non è dei migliori. Il convolgio si muove verso Est, velocità 8 nodi.

 

Poco prima di mezzogiorno riusciamo ad entrare dentro il convoglio, riuscendo ad intrufolarci senza farci sentire dalle scorte. Le navi procedono sorprendentemente veloci, almeno 8-10 nodi! Avvistiamo anche una portaerei tra la foschia, e contiamo almeno 6-7 cacciatorpediniere a guardia del convoglio... la fuga sarà difficile..

 

sh3img1072009215739717.png

 

In realtà è stato difficile anche colpire una nave! Troppo veloci, e il mare troppo mosso per trovare la giusta distanza allo stadimetro.. Facciamo dei tentativi, e colpiamo un mercantile grande. Avvistiamo la portaerei che si avvicina ma ci sfila via.. troppo lontana.... e i caccia ci stanno già puntando! Ci immergiamo a 220 e riusciamo ad evadere, non senza qualche scossone per le bombe di profondità! Pare non abbiano usato gli Hedgehoc questa volta..

 

 

15 Ottobre,

 

Ci troviamo in AK01, stiamo intercettando un altro convoglio sperando di essere più fortunati. Questa volta il mare è più calmo, vento sui 7m/s e le navi procedono a 7 nodi. Riusciamo ad affondare 2 petroliere e 1 mercantile grande!

 

sh3img10720092324954.png

 

 

Al periscopio avvistiamo i cacciatorpediniere in avvicinamento... si infilano nelle righe del convoglio e iniziano a tracciarci con i sonar. Sentiamo il loro ping, è debole.. fanno fatica a trovarci! Lanciamo i falsi bersagli e sprofondiamo negli abissi scomparendo...

 

 

20 Ottobre.

 

Raggiungiamo AK51 e iniziamo la pattuglia. Nel mentre, veniamo avvisati di ben tre task force nel raggio di 300km. Sono gli ormai famosi Hunter Killer Groups.. di sicuro non andremo ad intercettarli! Terminata la pattuglia, e avendo quasi finito i siluri, decidiamo di rientrare a Bergen con un buon bottino!

 

 

 

27 Ottobre

 

Luce rossa a bordo, è sera fuori ed è burrasca. Il battello naviga verso Bergen, scosso dal mare in tempesta mentre all'interno l'umidità, mista a salsedine e carburante, sgocciola dai tubi e dalle ruote delle valvole. Il marconista ha intercettato una comunicazione radio molto disturbata, probabilmente di un sommergibile, ed è riuscito a trovare la posizione approssimata del contatto. Sveglia il comandante.

 

sh3img107200923222774.png

 

Il sommergibile si troverebbe ad appena una decina di chilometri da loro. Il comandante decide allora di intercettare il battello e traccia col navigatore una nuova rotta per avvicinarsi e appurare di che nazionalità sia.

 

Passano un paio d'ore. Nella camera di manovra navigatore e comandante stanno discutendo su una nuova rotta più accurata da seguire, sulla base di brevi immersioni d'ascolto agli idrofoni. Quando le vedette in torretta avvistano una nave in avvicinamento tra la nebbia e la pioggia della notte. Si vedono appena gli spruzzi della sua prua, mentre sale e scende tra le onde ingrossate dal vento. Il comandante sale rapidamente le scalette rese scivolose dall'acqua di mare che continua a cadere dal boccaporto aperto, il tempo è ancora pessimo e tutti gli uomini del sommergibile sono sballottati qua e là da ore dai colpi delle onde. Fuori, una pioggia battente limita moltissimo la visibilità e nel fragore del mare in tempesta l'ufficiale di vedetta grida al comandante la posizione della nave, indicandola col braccio teso -"nave in vista, laggiù, 340 gradi.." "E' il sommergibile!" Uno sguardo al binocolo conferma, "è dei nostri! Segnalatore in plancia!" Tra il fischio del vento e le sferzate di schiuma i due sommergibili comunicano rapidamente con lampi di segnali morse, prima che si allontanino tra loro irrimediabilmente per scomparire poi di nuovo nella nebbia fitta.. "si dirigono a Sud-Ovest, c'è un convoglio segnalato da quelle parti... che abbiano buona fortuna!".

 

sh3img1072009234029926.jpg

 

 

 

2 Novembre.

 

Raggiungiamo Bergen,

 

risultati pattugliamento:

Navi affondate: 5

Aerei abbattuti: 0

Tonnellaggio: 52318 tons

 

Al rientro ricevo l'attesa documentazione su un nuovo modello di battello: il VIIC/41! Sarà il nostro prossimo U-boot, così saremo più al sicuro dalle cariche di profondità..

Edited by Sag75

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottima missione, in questi periodi è davvero un'impresa portare a casa più di 20000 tonnellate (almeno per una mezza calzetta come me :s19: )!

Poi ho un piccolo consiglio per te (se non è adatto criticalo pure): se aspetti fino a Gennaio del '44, sarà disponibile il VIIC/42, a mio giudizio molto migliore del VIIC/41.

Io sto proprio aspettando di racimolare gli ultimi 200 punti per prenderlo.

Edited by -alpha class-

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao, grazie, potresti dirmi le differenze tra i due ?

 

la prima volta infatti tenni il VIIB fino alla fine e saltai il VIIc/41 a piè pari per andare sul /42 appena uscito. Mi ricordo che poteva scendere molto giù, percò anche il /41 va a 260 senza problemi (l'ho provato ieri in missione singola)

 

In effetti se il /42 è meglio potrei anche aspettare.. In realtà decisi di iniziare a Bergen per beccarmi il XXI.. ma con appena i 5000 punti che ho adesso, mi sa che non ci arrivo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non sbaglio (ma non sono affatto sicuro di non dire fesserie) il VIIC/42 ha la quota di collaudo a 250m, quindi dovrebbe scendere molto più giù!

In ogni caso speriamo che qualcuno più esperto faccia maggiore chiarezza.

Edit: Non può essere 250, visto che l'XXI ce l'ha a 200...

P.S. Ma c'è veramente qualcuno che è riuscito a prendersi l'XXI ad un livello di realismo accettabile e senza manipolare il file dove sono specifati i punti fama per tutti i sub ed i componenti?? A mè sembra impossibile...

Edited by -alpha class-

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao, ho dato un occhio al VIIC/42 in missione singola, inizia ad implodere a 263 metri, come il /41. Però ha due siluri in più. Temo che SH3 tratti il 41 e 42 allo stesso modo dal punto di vista delle prestazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peccato, mi sono appena preso il VIIC/42 nella mia campagna...

Almeno spero di riuscire a non farmi sentire dai DD adesso; prima, col VIIC, a 230m mi sentivano perfettamente, sganciavano le bombe, io le evitavo, e tornavano a scovarmi coll'Asdic appena dopo, senza neanche 10 secondi di ricerca...

P.S. Comunque, per il VIIC a mè dà la quota massima a 150m (e lui scende fino dopo i 240), e per il VIIC/42 a 250m (ed a quanto pare questa quota invece è esatta). Strano no?

Edited by -alpha class-

Share this post


Link to post
Share on other sites

******inizio marconigramma******

 

5 Dicembre, 1943

 

 

Comunicato del BdU

 

 

A tutti i Comandanti del Nord Atlantico,

 

L'U-441 salpato da Bergen l'11 novembre,

 

ha comunicato intercettazione convoglio in AL34 in data 29 novembre,

 

dopo tale data non sono più pervenuti messaggi radio da U-441,

 

ipotizzato affondamento o impossibilità trasmissione causa danni a strumentazione radio,

 

 

BdU

 

 

******fine marconigramma******

Share this post


Link to post
Share on other sites

per la missione della task force complimenti bravo

ma per il messaggio peccato

Edited by francy25

Share this post


Link to post
Share on other sites

****

 

Da U-34

 

a U-108, U-196

 

 

Avvistato U-boot molto danneggiato in rientro,

 

fiordo di Bergen,

 

probabile U-441

 

 

U-34

 

 

****

Share this post


Link to post
Share on other sites

Speriamo che l'U-441 riesca a rientrare...

forza comandante tieni duro fino alla fine !!!! :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

11 Novembre, 1943.

 

 

Salpiamo: la destinazione è ancora AK46. Abbiamo deciso di aspettare a sostituire l'U-boot. Sul suggerimento del C.te Klose, attendiamo l'arrivo del VIIC/42 a gennaio!

 

 

12 Novembre,

Fino al 28 Novembre la navigazione procederà tranquilla..

 

 

29 Novembre,

 

Ci viene segnalato un convoglio in AL34, procede verso Ovest Sud Ovest, velocità 7 nodi. Dopo un confronto con gli altri ufficiali, decidiamo di attaccarlo. L'attacco sarà notturno e il mare sarà agitato ma non troppo (vento 7m/s).. condizioni propizie!

 

Dopo le 21. La notte è calata e il convoglio ci sta già passando sopra.... Durante l'avvicinamento le condizioni meteo sono peggiorate, il vento è a 15m/s! Saliamo silenziosamente a quota periscopio e inquadriamo il primo bersaglio, un mercantile Empire:

 

colpito!

sh3img15720092382611.png

 

Le scorte ci hanno già sentito, veramente già da prima.. ma ancora non hanno capito la nostra posizione! Dando un'occhiata attorno al periscopio, le scorgo abbastanza distanti... abbiamo tempo per pensarci dopo!

 

 

Ecco una classe Cyclops!

colpita e affondata..

sh3img1572009232753129.png

 

Affondiamo anche una petroliera moderna che non ci viene accreditata! :s05:

 

 

Nel frattempo la caccia si è fatta insistente.. Sentiamo ping provenire da ogni parte! Ci sono caccia ovunque, forse 6 o 7, 10.. Ho dovuto lanciare diversi falsi bersagli per fermare le corse dei cacciatorpediniere...

 

sh3img157200923279487.png

 

Quindi decidiamo che ormai è meglio scappare e scendiamo in profondità..

 

 

Siamo a 220 metri, andatura silenziosa, siamo fermi. I ping spariscono, si fermano! Forse lassù ci hanno perso. Passano i secondi, ...minuti.. tutto calmo! Troppo....

 

E improvvisamente veniamo scossi da esplosioni!!

 

sh3img157200923514660.png

 

Torretta seriamente danneggiata, periscopi e radio distrutti, idrofoni e sonar anche! Perdiamo carburante, batterie in avaria!! non possiamo quasi più muoverci e imbarchiamo pericolosamente acqua!!

 

iniziamo a scendere...

 

230... 245.. la squadra riparazioni è all'opera per fronteggiare gli allagamenti! 247 metri..

 

ARIA ALLE CASSE!!!!

 

250! (a 255 implodiamo!)

 

251!

 

...252!

sh3img1572009235318626.png

 

è la fine..

 

253 metri..

 

le lamiere scricchiolano............

 

..252!! risaliamo!!

 

251... 250......

 

Intanto hanno lanciato altre bombe, e veniamo scossi da altre esplosioni: piani di prua danneggiati!! nessun allagamento questa volta. Continiamo a salire...

 

I ping sono assordanti!

 

E va bene....... Se dobbiamo morire, facciamolo combattendo!!! qui a bordo abbiamo due siluri acustici... visto che siamo in risalita a 6 nodi (le batterie sono state riparate)..... TENTIAMO UNA SORTITA!!! :s30:

 

Arriviamo a 19 metri, 7 nodi. I caccia ci pingano in modo continuo, tanto che non riusciamo più a distinguere i singoli ping!!

Apriamo i portelli e lanciamo i tubi 4 e 5. Siluri acustici in acqua e immersione rapida, scendiamo a 220 ancora una volta!

 

ping..ping...ping..

 

passano molte decine di secondi, e quando abbiamo perso la speranza avvertiamo un'esplosione!! e dopo una 30ina di secondi un'altra!!! Due DD sono fuori combattimento!!! :s34:

 

Ci stabilizziamo a 200m. Silenzio. Velocità 1 nodo, 50rpm. Sopra di noi altrettanto silenzio.... irreale!

 

Sentiamo solo qualche ping ma palesemente troppo lontano perchè abbiano avuto un eco di ritorno. Infatti smettono.. forse si sono fermati sopra di noi! Lo fanno quei maledetti.. aspettono in silenzio il più piccolo rumore da parte tua per riprendere la caccia...

 

Da predatore a preda!! una preda ferita.. e cieca a 200 metri più sotto.

 

il tempo passa..... Passano le ore. Sono andati via! o meglio, abbiamo navigato a 2 nodi e siamo riusciti ad allontanarci dall'accerchiamento! Finalmente riemergiamo e facciamo la lista dei danni. Aria compressa sotto 25%. Carburante ne abbiamo ancora la metà..è sufficiente. Così danneggiati, senza periscopi, e idrofoni, non possiamo fare altro che rientrare alla base. Sarà pericoloso rientrare in queste condizioni.. non abbiamo più il rilevatore radar!! Prendiamo una rotta molto a nord per evitare le isole inglesi.

 

 

1 Dicembre.

 

Le vedette avvistano un aereo in avvicinamento! lunga distanza! ...immersione rapida!

 

scampata..

 

 

3 dicembre.

 

Siamo sopra le isole Shetland. Ce la stiamo per fare!!

 

La visibilità è buona.. la vista è il nostro unico sensore adesso! Ma improvvisamente la vedetta avvista una nave distante! 350°.. al binocolo sembra un peschereccio, c'è foschia, non si vede bene... il traliccio è però alto... troppo alto! E ha una bandiera issata alla crocietta.. è un cacciatorpediniere inglese!!

 

no.. non è finita...

sh3img167200901627818.png

 

...ancora una volta.. immersione.

 

No! non possiamo venire affondati ora! Speriamo solo che ci passi sopra ad alta velocità e non ci senta. Invece sentiamo le bombe in acqua! Veniamo raggiunti mllimetricamente..... Danni ai locali di prua, piani di immersione danneggiati! Imbarchiamo ancora acqua ma riusciamo a riparare i danni. Inizia un duello in verticale, "è difficile capire quando fermarsi in una gara di resistenza!" Ma abbiamo la meglio, riuscendo ad evadere il caccia!!

 

Per fortuna nostra era singolo.. Alla partenza siamo stati avvisati della presenza di diverse task force in quel tratto di mare.. Riprendiamo la rotta per la nostra base.

 

 

5 Dicembre.

 

Attracchiamo, finalmente, al porto di Bergen!

 

Risultati pattugliamento.

Equipaggio perso: 0

Navi affondate: 4

Tonnellaggio: 19939 tons

 

 

D'ora in poi non più convogli..... ormai sono imprendibili!!

Edited by Sag75

Share this post


Link to post
Share on other sites

Accidenti, emozionante! Hai avuto fortuna a svuotare in tempo le casse, 2 secondi dopo e forse a quest'ora saresti sul fondo! E cè da dire che arrivare a 253 metri con un VIIC danneggiato senza collassare è davvero un evento fortutito! Io ormai non riesco mai a scampare da un DD, nemmeno se sono a 255 metri con i motori a 50 giri...devo sempre tentare una sortita; perciò mi tengo sempre alla larga dai convogli, e campo di caccia e mercantili isolati!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, sono stato molto fortunato!

 

Lo devo ancora verificare.... ma ho l'impressione che se la discesa è mooooolto lenta, si può andare qualche metro più sotto..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vivissimi complimenti!

 

Peccato non si possano organizzare o prender parte ai wolfpack... in quel caso han ben da correre i caccia da un sommergibile all'altro mentre spuntano i compagni e affondano i mercantili in file per 6 col resto di due... o forse con GWX3 e SHCommander si può???

Share this post


Link to post
Share on other sites

no, purtroppo no. E' una limitazione di SH3 che ci dobbiamo tenere. L'unica cosa che puoi fare è inviare un messaggio radio della posizione del contatto nella speranza che ti arrivi la Lufthwaffe (ma devi essere in vista di almeno tre navi ed essere a meno di 800-900km dalla base aerea più vicina). Ci sono U-boot che girano con delle rotte predefinite (come quello che ho incontrato), che se per caso incrociano navi nemiche ci sparano contro col cannone di coperta (di siluri non se ne parla). Ma non possono essere indirizzati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti per averla scampata! La Freddezza è fondamentale in quei frangenti, basta una mossa falsa e si finisce sul fondo! Purtroppo il cerchio comincia a stringersi sul serio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

25 Dicembre 1943

 

 

L'equipaggio ha appena finito di festeggiare il Natale che già deve imbarcarsi. Destinazione, AN76. La maggior parte di questa griglia è sul suolo inglese, resta solo una piccola porzione su cui si affacciano i porti di Lowestaft e Harwich. Poco più in basso, il porto di Southend.

 

Non capisco perchè ci mandano da quelle parti.... il fondale è bassissimo ed è pieno di mine!

 

Alle 22.10 molliamo gli ormeggi.

 

 

 

26 Dicembre.

 

AN29. La vedetta avvista un sommergibile! Ci avviciniamo....

 

 

sh3img2972009194743919.png

 

 

...non è dei nostri! è inglese! Classe S..

 

sh3img297200920135811.png

 

 

Inizia uno scontro a colpi di cannone, non riescono a manovrare bene per mettersi in posizione favorevole e procedono a zig zag cercando di colpirci con la mitragliatrice. Veniamo raggiunti da qualche proiettile, ma non abbiamo nessun danno. Da parte nostra, continuiamo a bersagliarli con l'artiglieria...... quando la vedetta avvista aerei in avvicinamento! sono arrivati i ..loro! Immersione rapida! Arrivano nei pressi delle bombe ma non siamo colpiti. Dopo un'oretta veniamo avvertiti dell'affondamento dell'unità.

 

 

28 Dicembre,

 

Procediamo per AN76, ci arriviamo da Ovest. A poche decine di chilometri dalla costa ci immergiamo.. sperando di non sederci proprio su una mina immersa!

 

All'idrofono passano parecchi DD in perlustrazione, ma con un fondale così basso e le armi che ora hanno a disposizione è meglio tenersi alla larga... Si avvicina anche un convoglio grande.... ma per le stesse ragioni, non lo attacchiamo! Disdetta.. cerchiamo un mercantile isolato! Nessuno.

 

 

2 Gennaio,

 

Procediamo verso AN44, sotto Scapa Flow, lì dovrebbe esserci un bel traffico di mercantili singoli.

 

Il tempo purtroppo peggiora, abbiamo pioggia e nebbia per giorni! Alla fine abbiamo un contatto.. un mercantile in avvicinamento.. Riusciamo ad intercettarlo: ma appare improvvisamente dalla nebbia e non abbiamo visibilmente il tempo per settare i parametri per il lancio. Per cui tentiamo un lancio diritto, essendo quasi ortogonali alla nave. La colpiamo due volte a prua, e un siluro sotto il ponte comando. Affonda.

 

sh3img2972009214217486.png

 

 

10 Gennaio,

 

Il tempo è decisamente ancora mal messo e non vuole migliorare. Piove, e la visibilità è scarsa. Decidiamo di rientrare a Bergen da lì a poco se le condizioni non miglioreranno nel frattempo.

 

 

 

16 Gennaio 1944,

 

Rientriamo a Bergen, sconfortati.... una missione pessima!! :s05:

 

Risultati pattugliamento

Navi affondate: 2

Aerei abbattuti: 0

Tonnellaggio: 8852 t.

 

 

Novità: è disponibile il VIIC/42.. sarà il nostro prossimo battello.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A BDU

 

RAPSIT 1821 08 MAR 1944

 

U392 POS BF43

CARB 60% SILURI RIMASTI 1

MERCANTILI AFF 9 TOT 67960 T

 

RIENTRIAMO A BERGEN ATTRAVERSO LA MANICA

NAVIGHEREMO A QUOTA SNORKEL VICINO COSTA FRANCESE

 

 

Rommelberg U-392

Share this post


Link to post
Share on other sites

nooo l'ho fatto all'andata.... lo posso fare anche al ritorno!

 

basta navigare vicinissimi alle coste francesi, seguendo tutta la costa continentale, da Brest fino all'altezza di Amsterdam. Sono passato a 5-10km da tutti i nostri porti.. in caso di pericolo mi sarei rifugiato là!

 

stando a quota snorkel i DD vengono rilevati a distanza di sicurezza. Al primo in arrivo, abbasso snorkel, ferma tutto, e silenzio a bordo fin tanto che non scompare dall'idrofono. Comunque il loro tragitto di pattuglia non arriva così vicino alla costa e neanche i campi minati di Dover.

Edited by Sag75

Share this post


Link to post
Share on other sites

1230 15GEN1944 A U392

 

ORDINI U392 PATTUGLIARE BF42 PER 24H SALPARE GIORNO 21FEB1944 ORE 0400 PREVISTE

 

BDU

 

--

 

1450 20FEB1944 A BDU

 

U392 ALLESTITO E PRONTO A SALPARE PER DATA E ORA PREVISTA

 

Rommelberg

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

21 Febbraio,

 

Ore 4.24, lasciamo il porto di Bergen col nuovo VIIC/42. Appena fuori dal fiordo proviamo lo snorkel del battello, l'equipaggio esegue la procedura da manuale e tutto funziona alla perfezione.

 

Visto che la griglia di perlustrazione si trova sotto l'Irlanda e gli ultimi resoconti dell'Intelligence riportano la disposizione di campi minati a nord dell'Inghilterra, decidiamo di passare per la Manica.. Optiamo per una rotta che segua punto per punto la costa continentale, passando vicinissimi ai porti di Caleis e successivi:

 

sh3img307200922432221.png

 

 

Poco dopo Brest, a quota snorkel, veniamo scossi da delle bombe in acqua: al periscopio non abbiamo dubbi, ci hanno localizzato dall'alto!

 

sh3img582009204611286.png

 

...scendiamo subito di quota, all'idrofono nessuna nave in arrivo..

 

 

29 Febbraio,

 

BF17 all'idrofono inseguiamo un contatto, che poi si rivelerà composto da due navi inglesi: una Granville e una passeggieri.... le prime due vittime del VIIC/42!

 

Il giorno dopo abbiamo la fortuna di incrociare altre due navi, questa volta una Liberty e una petroliera media..

 

sh3img18200921405705.png

 

..la stessa sera, in BF39, affondiamo una nave passeggieri isolata!

 

 

1 Marzo, BF42: completiamo gli ordini di pattugliare la zona..

 

3 Marzo, un DD passa a distanza media da noi. Fermi e silenzio a bordo.. non ci hanno sentito e proseguono per la loro strada.

 

6 Marzo,

 

siamo tornati in BF17, poco dopo mezzogiorno intercettiamo un mercantile grande.. navigare sempre immersi ci porta alla caccia grossa!

 

sh3img58200921849763.png

 

 

 

Alle ore 18 veniamo avvisati di un altro mercantile in arrivo ... velocità alta...

 

WOW! una petroliera grande, probabilmente..

 

..invece no... che nave è??

sh3img582009211444592.png

 

un bel colpo di fortuna..! una Ceramic da 14000t !!

..devi essere mia....

 

Una prima stima ci dà 6 nodi.. noo troppo lenta! il fumo del fumaiolo è quasi orizzontale, sarà almeno 15-18 nodi!

 

sh3img582009212217996.png

 

..infatti viaggia a 16 nodi... lanciamo due siluri, solo uno la colpisce ad estrema poppa.. ottimo! gli avremo danneggiato le eliche e timoni!

 

Ci accorgiamo, stupiti, che la nave non è affatto armata! Allora emergiamo e la finiamo a colpi di cannone:

 

sh3img582009212716140.png

 

sh3img582009212946229.png

 

 

7 Marzo,

 

BF41, affondiamo altri due mercantili isolati! Una Victory e un mercantile grande:

 

sh3img58200922732353.png

 

 

Avendo solo un siluro di poppa, decidiamo che possiamo rientrare soddisfatti!

 

11 Marzo

 

Rientriamo a Bergen, eseguendo la rotta a ritroso passando ancora per Dover.. ops Caleis!

 

Risultati pattugliamento:

Equipaggio perso: 0

Navi affondate: 9

Aerei abbattuti: 0

Tonnellagio: 67960 tons

 

 

Promozioni e medaglie per tutti!!! :s29: :s53: :s29: :s28:

 

 

(e con questa.. ci vediamo a settembre!)

Edited by Sag75

Share this post


Link to post
Share on other sites

eheh ho evitato accuratamente tutti i convogli, e di DD transitanti scoperti agli idrofoni ne ho avuti molti..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mamma mia che rabbia che mi fate venire :s05: :s05:

 

O forse è solo invidia?? :s14: :s12:

 

comunque complimenti.. anche perchè il canale della Manica per me è "ostico"

 

ciao

marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

..Cari Comandanti.. rieccomi qui a scrivere il diario! ..sta volta mi mandano molto distante!

 

 

****

U-392, 3a/11a Flottiglia

 

Ordini di missione: pattugliare la griglia DG21

 

 

 

31 Marzo 1944,

 

ore 23 salpiamo da Bergen e veniamo subito attaccati da un raid aereo! Ma siamo ben armati di mitragliere binate e quadrinate (che vorrei provare su un mercantile..)

 

sh3img392009185716465.png

 

....piovono bombe... ma non veniamo presi!

 

 

3 Aprile,

 

Alle ore 4.01 riceviamo un messaggio dal BdU che ci informa di una task force salpata dal Scapa e che navigherebbe presumibilmente verso la Norvegia! Noi siamo un po' fuori rotta... la modifichiamo e ci avviciniamo di nuovo alla Norvegia, passando qualche giorno a quota snorkel.. ma non rileviamo nessun contatto. Riprendiamo la rotta.

 

 

16 Aprile,

 

siamo in BE48, procediamo a quota snorkel quando il sonarista ci avverte di eliche in avvicinamento.. E' un mercantile, riusciamo ad avvicinarci, il meteo è ottimo per ottenere una soluzione di tiro perfetta..

 

sh3img492009214856315.png

 

 

Improvisamente veniamo scossi!! danni a poppa!! che succede?? non c'è nessun DD.. sarà stato un aereo che avrà visto il periscopio e lo snorkel..? Scendo a 25 metri, avanti massima, e poi risalgo molti metri più in là. Faccio una scansione col periscopio d'osservazione ma non c'è nulla... a parte il mercantile in agonia! Abbiamo un'elica e un timone danneggiati ma per fortuna riparabili.. a momenti, chiunque fosse stato, ci bloccava in mare!!

 

 

20 Aprile,

 

siamo a destinazione. Nessun contatto col nemico.

 

 

23 Aprile,

decidiamo di dare un'occhiata al porto di Ponta Delgada, Azzorre.

 

 

24 Aprile,

 

E' notte, siamo davanti al porto: avvistiamo una nave trasporto truppe. Nessuno ci ha visto, possiamo ancora ripensarci.. ma ci sono solo due trawler armati a difesa del porto! Dovrebbe essere facile scappare via.. La nave è ormeggiata, optiamo per un lancio distante da 3000-4000m, così da avere almeno tempo per scappare via scendendo di quota (il fondale è molto alto).

 

sh3img492009221315995.png

 

Lanciamo due siluri e scendiamo a 160 metri.. Durante la discesa veniamo avvisati dello scoppio dei due siluri!!

 

..i due trawler iniziano la caccia e ci localizzano subito! Maledizione... scendono le bombe, veniamo scossi e tra un tiro e l'altro veniamo colpiti a prua e imbarchiamo acqua!! Due tubi di lancio sono danneggiati!

 

Iniziamo a scendere drammaticamente di prua.. ma dando aria alle casse e riparando in fretta riusciamo a stabilizzarci e risalire..

 

Ora inizia la battaglia! Ci ritroviamo a quota periscopio e lanciamo il siluro acustico di poppa che colpisce uno dei due trawler...... L'altro trawler.... è.. sparito?? ma in compenso (!) abbiamo un DD! Lo depistiamo con i falsi bersagli, e si ferma.. e allora con la famosa mossa "del lupo che si gira per morderti di brutto".. compio una virata a 180° e lancio il siluro numero uno: colpito e affondato!

 

sh3img4920092363623.png

 

..sgominati i nemici.. rientriamo a casa!

 

 

13 Maggio,

 

 

Siamo a Bergen, con meno del 10% di carburante!

 

Tonnellaggio: appena 12465.. il trasporto truppe forse non è affondato! :s06:

Edited by Sag75

Share this post


Link to post
Share on other sites

1 GIUGNO 1944

 

 

A TUTT I COMANDANTI.

 

IL C.TE HANS ROMMELBERG E' STATO ASSEGNATO ALLA SCUOLA PER UFFICIALI SOMMERGIBILISTI A WILHEMSHAVEN.

 

 

BDU

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,578
    • Total Posts
      517,066
×