Jump to content
Sign in to follow this  
andreavcc

U-boot Vii D

Recommended Posts

salve gente :s01:

sto costruendo un tipo VII RC posamine utilizzando il kit 1/72 revell + set di conversione "special navy" ma mi occorrerebbero foto o info varie su questo tipo di battelli. Come si sà, solo sei battelli di questo tipo vennero costruiti, quindi nei libri (o almeno quelli in mio possesso...) se si trova una foto brutta e fatta male è grasso che cola...

qualcuno ha foto o può linkarmi a qualche sito interessante?

sono perplesso circa il corrimano fissato sui lati alla base della torre, in special modo sul tratto che và dallo scalino alla rastrematura di poppa e su quello montato sopra il vano delle mine (le istruzioni del set di modifica riporta un cavo che corre attraverso degli occhielli).

grazie a tutti per l'aiuto :s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se pazienti un poco, posso scannerizzare il foglio delle istruzioni del VII D in 1/144 con le colorazioni di tutti i battelli della classe.

Per i corrimano, quelli del kit sarebbero da sostituire senza pietà con altri rifatti in più sottile filo di rame.

 

Bella scelta, comunque: il VII con la sezione aggiuntiva guadagna un bel pò in eleganza :s01:

 

Edit: ecco qua

 

dscf3461hy2.jpg

 

dscf3460xz4.jpg

 

dscf3459eg7.jpg

 

Dunque: i tipo VII D andavano dall'U 213 all'U 218

U 213: colorazione standard, opera morta grigio medio, opera viva e controcarene in grigio scuro (questo è valido per tutti i battelli); sul frontale della vela aveva il disegnino del toro scalciante in bianco

U 214: come sopra ma metà anteriore della vela a partire dall'altezza della camicia del periscopio aggiuntivo pitturata in grigio scuro; pesce sega blu sui lati della vela ed emblema personale (orso berlinese in ferro di cavallo con sotto un nastro con una scritta) sul frontale

U 215: opera morta in grigio chiaro, vela in grigio medio; emblema ( una faina, o un ratto, non si capisce, in contorno nero) sul frontale della vela

U 216: inverso del precedente, opera morta in grigio medio, vela in grigio chiaro. Emblema sul frontale: uno scudo (grigio) scontornato in rosso con l'Inghilterra in verde con un pugnale piantatoci dentro in verticale :s03:

U 217: grigio chiaro con bande oblique in grigio scuro. Emblema: i due pesci sega blu sui lati, tre cerchi neri a fondo bianco intrecciati a formare un triangolo con dentro un cuore rosso che contiene un pallino giallo sul frontale (?!? :s68: )

U 218: centro dello scafo in grigio chiaro, estremità in grigio medio; emblema: il solo solito pesce sega blu sul frontale.

 

Spiegazione di questo casotto: il mio scanner è funzionante, ma non il pc che gli sta attaccato; impossibile scannerizzare, ma conto farlo lo stesso se sarà necessario perché descrivere i simboli è impossibile :s03: Per pubblicare gli schemi li ho "stesi" sul tavolo e fotografati :s68: spero si capisca comunque abbastanza

Edited by Secondo Marchetti

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie per per le info, ovviamente tutto fà brodo... ma come spesso accade, più materiale vedo e più aumenta il mal di testa.... sul foglio datomi con il kit l'U-217 (che ho scelto come modello) riporta un pesce sega bianco solo a tribordo della vela e presenta 21 bande mimetiche sottili, sulle istruzioni di secondo i pesci sega sono due di colore blu con 6 bande mimetiche sullo scafo :s68:

nessuno ha documentazione dell'epoca? temo che dovrò scegliere quello più simpatico, mettere un paraocchi ed andare avanti con i lavori :s06:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altro materiale dal Conway sui tipo VII

 

viidnc9.jpg

 

Edit: tolto il materiale criminogeno :s03: :s03: :s03:

 

In effetti cominciavo ad avere dei dubbi sull'attendibilità del titolo quando leggevo la blasfemìa che l'8.8 degli U Boote era una versione navalizzata del Flak :s68:

D'altronde sospettavo la Revell di aver usato la vela del VII C per pigrizia quando avrebbe potuto davvero avere quella a due piazzole.

Edited by Secondo Marchetti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve comandanti! bella domanda questa....effettivamente non esistono foto del periodo tardo dei battelli VIID, anche perchè in realtà dei 6 costruiti solo 2 (U 217-218) erano ancora a galla nel 1943.....allora io direi di partire da alcune consiederazioni:

- il Convay è un bel libro ma ci ho trovato degli errori macroscopici, non lo userei per nulla come una fonte seria sulla quale basarsi, se avessi fatto il mio Viic/41 sulla base dei disegni che ci sono dentro chissà cosa avrei fatto di attinente alla realtà e cosa no......sono quasi degli schemi più che dei disegni tecnici.

comunque, come indica Secondo Marchetti la piattaforma larga superiore è già ti tipo allargato con le doppie armi contraeree, è un errore, ho una foto dell'U 218 su Uboot Im Focus n.2, retro copertina, che mostra appunto il battello il 25 agosto 1942 in partenza da Brest.

la torretta è di tipo normale, e a quella data solo 2 battelli oltre al 218 erano ancora in servizio (U 216 e U 217). tutti gli altri quindi non possono avere avuto la conversione della torretta perchè erano affondati prima.

 

mi sembra molto strano quanto riportato dal Conway, ma è possibile che effettivamente i tre battelli restanti abbiano ricevuto una modifica alla sola parte superiore della torretta, che guardando il disegno portato da Secondo marchetti mi sembra una normale piattaforma superiore presa dalla configurazione Turm IV dei battelli tardi. Vi sono infatti i contenitori delle munizioni stagni nella stessa disposizione dei VIIC/41 per intenderci.

MA trovo un errore assurdo nel fatto ch riportino la 37 Flak come aggiunta posteriore; cosa assolutamente impensabile, dove la mettevano? appena sotto la piattaforma (eventualmente) allargata c'era il rialzo portamine, non era presente il wintergarten sul quale fissare la contraerea. Pensare a un posizionamento anteriore alla vela è follia, solo alcuni rarissimi battelli la portarono in forma sperimentale (U 673 mi sembra)...quindi escluderei a priori l'adozione del 37 mm sui battelli VIID, i tre che ne rimanevano all'agosto 1942.

Queste sono le date degli affondamenti dei 6 battelli, da Uboat.net:

U 213 Sunk 31 July, 1942

U214 Sunk 31 July, 1942

U 215 Sunk 3 July, 1942

U 216 Sunk 20 Oct, 1942

U 217 Sunk 5 June, 1943

U 218 Operazione Deadlight fine guerra

 

Potete vedere anche dal periodo che i primi 4 battelli sono affondati nel 1942, un pò di tempo prima che venisse adottato l'incremento delle armi contraeree negli Uboot (sul libro di Stern ---non ricordo a che pagina---- viene riportata la data a partire dalla quale nessun battello era autorizzato ad andare in missione senza una configurazione Turm IV, cioè il classico Flakvierling quadrinato nel wintergarten - poi sostituito dal 37 Flak -poi sostituito su alcuni battelli dal 37 binato, più le due binate C 38 sulla piattaforma allargata superiore).

Ricapitolando, per me nessun VIID ebbe mai il flak 37, perchè non so dove avrebbero potuto metterlo

forse l'U 217-218 ebbero la piattaforma allargata superiormente (più probabile il 218 che arrivò alla fine della guerra, sul 217 teoricamente potrebbero avere fatto in tempo a modificarla visto che affondò nel giugno 43, ma non ci metterei la mano sul fuoco).

So che esistono foto dell'U 218 visitato dai subacquei nei nostri gionri, secondo me si riusce senza troppi problemi a madare una mail a chi l'ha visitato e vedere cosa risponde, se proprio amate la ricerca storica.

 

Modellisticamente quindi io andrei magari sul sicuro, farei uno dei primi 3 battelli (U 213-214-215) che essendo affondati nel 1942 non avevano nessuna modifica alla torretta (quella proposta da Revell in 1/144 e l'equivalente in 1/72 sono quindi assolutamente corrette - mi rifaccio alla stessa foto dell'Uboot Im focus n2 di cui sopra.....si vede chiaramente che la vela è quella di un normale VIIC, e NON quella diciamo primo periodo proposta nel disegno dal Conway, con paraspruzzi superiore che muore a metà vela, caratteristico delle prime versioni, per intenderci U 47 e simili).

tra parentesi vi faccio notare che sempre nel disegno postato da Secondo Marchetti ci sono vari errori, ovvero una fila di fori di allagamento nel fianco della coda appena sopra il tubo lanciasiluri di poppa, cosa mai vista sui VIIC,stessi fori di allagamento nella parte dove sono fissati i timoni di profondità di poppa, vicino alle eliche (i fori finivano ben più indietro), scarico sott'acqua dei diesel di forma sbagliata, torretta con le magagne che ho detto,angolo di chiusura dello scafo resistente a prua dove sparisce in qualllo nautico di forma errata (è quasi un semicerchio nella realtà), mancano i tre fori di allagamento nella parte posteriore dei cassoni esterni......devo continuare?

 

PS: secondo me si sono semplicemente sbagliati con il Tipo VIIF, che aveva invece subito la modifica turm IV, si trovano in giro infatti foto dell' U 1060 con torretta ingradita, identica a quella dei VIIC/41, che mostra appunto sia le due binate sopra che il 37.....ma quì parliamo di battelli da rifornimento con normale torre Turm IV, naturale modifica delle torrette semplici che c'erano prima.

Buon modellismo a tutti!

Davide U 324

 

PS2: una foto della torre oggi dell'U218

http://www.uboat.net/gallery/index.html?ga...vingE&img=5

Edited by Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Andrea,

 

Ho una foto del U 218 e un profilo , un disegno della sezione centrale dei VII D.

 

Il profilo : questo porta come dice Davide " l'U 217-218 ebbero la piattaforma allargata superiormente (più probabile il 218 che arrivò alla fine della guerra, sul 217 teoricamente potrebbero avere fatto in tempo a modificarla visto che affondò nel giugno 43, ma non ci metterei la mano sul fuoco).

 

Disegni e foto sono del volume 11 AJ Press U-Bootwaffe 1939 -1945

 

Nel pomeriggio al massimo domani posto la foto e i disegni.

 

Ciao

Giampiero

Edited by giampyg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Giampiero! ottimo! non avendo nessuna informazione certa nemmeno io ci terrei a vedere se lo modificarono realmente, sarebbe la prima foto di un VIID tardo che vedo anche! buon modellismo! Davide U324

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lunedì posso scannerizzare la pagina che il classico Groener ("Die deutschen Kriegsschiffe 1815-1945", vol. 3, Bernard & Graefe Verlag, ultima ediz. 1985) dedica ai battelli tipo VII D. Basta che sappiate leggere il tedesco, altrimenti posso aiutare io ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie a tutti :s01: , vi pregherei di postare quanto più materiale possibile dell'epoca.... male che và se ne discute e incrementiamo il sapere collettivo.

davide, ho dato un'occhiata al link modellversium.de ed ho notato lo snorkel :s07: .... non è una stranezza???

de domenico, io col tedesco ci faccio poco, una mano non guasterebbe :s02:

 

di nuovo grazie :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Andrea! beh non che non è strano, praticamente tutti i battelli da fine 44 inizio 45 lo avevano, l'U 218 essendo arrivato alla fine lo montava certamente, il 217 di sicuro no, perchè non era anacora stato introdotto, ma il fine-classe per me assolutamente sì, dobbiamo guardare su U-boot.net e vedere quando fu installato.....

ecco quà:

This boat was fitted with a Schnorchel underwater-breathing apparatus in May 1944.

Bene, direi che almeno questo è un dubbio risolto.

PS: ho appena controllato, fu l'unico VIID a imbarcarlo.

Davide U 324

 

PS: bisognerebbe capire se era uno snorkel normale o quello di fine guerra con il corpo cilindrico superiore.....ma io quà non ci arrivo, a meno che non becchiamo un paio di foto dei due Comandanti che ci mostrino chiaramente l'asta e soprattutto il corpo superiore dello Snorkel, il secondo tipo fu installato infatti su pochi esemplari....non mi ricordo più come si chiama!

Edited by Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

già.... svelato il dubbio sullo snorkel :s01:

dopo lunghe ricerche ecco un paio di foto interessanti sul tipo VIID, la seconda in particolare (U213) mostra abbastanza bene la parte superiore del vano delle mine con portello posteriore, ed il corrimano che da questo và alla torretta (un'altro dubbio in meno :s02: )

mastromaestro; si possono notare anche i frames lungo la fessura sopra i serbatoi a sella :s01:

 

46836371.th.jpg

69182169.th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Andrea ,

 

Inizio a postare per primo da Anatomy of ship Uboat type VII

 

 

Un preambolo

1-18.jpg

 

Caratteristiche tecniche:

 

VIIDdatitecnici.jpg

 

VIID-1.jpg

 

VIIDFOTO-1.jpg

 

Disegni :

 

VIIDdisegnoa.jpg

 

VIIDdisegnob.jpg

 

VIIDdisegnoc.jpg

 

VIIDdisegnod.jpg

 

VIIDdisegnoe.jpg

 

VIIDdisegnof.jpg

 

segue........

Edited by giampyg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dal volume 11 AJ Press U-Bootwaffe 1939 -1945

 

per la traduzione Bussolino ti puo'aiutare :s01:

 

info-1.jpg

 

info1-1.jpg

 

info2-1.jpg

 

info3-1.jpg

 

info4-1.jpg

 

info5-1.jpg

 

foto1-1.jpg

 

foto-2.jpg

 

Disegno2-1.jpg

 

Disegno1-1.jpg

 

Disegno-1.jpg

 

Ciao Giampiero

 

Ps. se ti serve qualche scansione + grande te la mando via email con il link da scaricare

Edited by giampyg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Andrea! beh non che non è strano, praticamente tutti i battelli da fine 44 inizio 45 lo avevano, l'U 218 essendo arrivato alla fine lo montava certamente, il 217 di sicuro no, perchè non era anacora stato introdotto, ma il fine-classe per me assolutamente sì, dobbiamo guardare su U-boot.net e vedere quando fu installato.....

ecco quà:

This boat was fitted with a Schnorchel underwater-breathing apparatus in May 1944.

Bene, direi che almeno questo è un dubbio risolto.

PS: ho appena controllato, fu l'unico VIID a imbarcarlo.

Davide U 324

 

PS: bisognerebbe capire se era uno snorkel normale o quello di fine guerra con il corpo cilindrico superiore.....ma io quà non ci arrivo, a meno che non becchiamo un paio di foto dei due Comandanti che ci mostrino chiaramente l'asta e soprattutto il corpo superiore dello Snorkel, il secondo tipo fu installato infatti su pochi esemplari....non mi ricordo più come si chiama!

Il Groener riporta: "Installazione di un albero di schnorchel ribaltabile sullo spigolo anteriore sinistro della torretta ecc. su U 214 e U 218".

"Schnorchel con coperchio sull'angolo anteriore sinistro della torretta per U 217".

Edited by de domenico

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve comandanti!

molto interessanti i profili dell'U 218, al contrario di come credevo hanno davvero messo il 37 flak......nella zona che avevo escluso a priori, cioè sopra il vano portamine! :s20: :s20: :s20:

beh, questo per dire che non sempre le supposizioni sono giuste!

Molto particolare e molto originale anche come variante, non ne ero proprio a conoscenza! Davide U 324

 

PS: lo snorkel è del primo tipo, Davide U 324

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come promesso ecco la pagina del Groener. Sono a disposizione per spiegare abbreviazioni e parole tedesche.

Fonte:

"Die deutschen Kriegsschiffe 1815-1945", vol.3, Erich Groener, Bernard & Graefe Verlag, 1985

 

scansione0023.jpg

scansione0024.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie a tutti comandanti :s01:

finalmente ne sappiamo "qualcosina" in più su quest'elegante tipo di battello

:s28: grazie di nuovo :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzi need help!

mi attacco a questa discussione perchè non è giusto aprirne una nuova...

il soggetto è il VII D.

 

gli accessii o meglio i portelli del lancio mine... com'erano fatti?

qualcuno ha delle foto? qualcuno ha delle foto di com'era il meccanismo di apertura o una vaga idea?

ho fatto uno stampo nuovo da quello CMK ...questa volta con gli alloggiamenti aperti e ricavato con tantissima pazienza

i portelloni...ma...non so ancora cosa ci fosse sotto il portellone

 

ne so poco e nulla quindi sfrutto batasom come intel

un saluto se volete posto quello che ho fatto fino ad ora...non molto...

-assemblamento parte nuova cmk

-realizzazione nuovo stampo degli alloggi sopracoperta delle mine

-mine

 

saluti :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites
già.... svelato il dubbio sullo snorkel :s01:

dopo lunghe ricerche ecco un paio di foto interessanti sul tipo VIID, la seconda in particolare (U213) mostra abbastanza bene la parte superiore del vano delle mine con portello posteriore, ed il corrimano che da questo và alla torretta (un'altro dubbio in meno :s02: )

mastromaestro; si possono notare anche i frames lungo la fessura sopra i serbatoi a sella :s01:

 

46836371.th.jpg

69182169.th.jpg

qui si vede come erano disposti i portelli ...ma nn ci capisco piu un h! a quanto pare il portello non faceva leva sui due perni come una classica anta... idee a riguardo? domani se mi riesce posto 2 foto dello stato lavori

Share this post


Link to post
Share on other sites

A rigor di logica, i portelli superiori non dovevano avere alcun meccanismo di apertura, ma solo le cerniere. Infatti andavano aperti solo per caricare i pozzi, erano quelli inferiori, se c'erano, ad aver bisogno di un meccanismo per aprirli dall'interno del battello. Dentro i pozzi di visibile c'erano solo le guide per le mine, i loro fermi erano poco visibili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

finalmente un feedback...

ne so pochissimo quindi rimango a voi per quanto riguarda un tipoD...

mi dici che il portello sulla coperta serviva solo per caricare le mine e che quello nella chiglia serviva per rilasciare la mina.

 

mi parli di guide ne sai qualcosa? hai un qualche foto per aiutarmi....

in questi gironi sono interdetto tra finire il gato o buttarmi anima e core sul tipo D.

 

per ora un grazie a tutti voi di betasom! :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premetto che tutto quel che so sui battelli posamine è limitato a quelli della Grande Guerra, ma la tecnologia in questo campo, tralasciando le mine adatte ai tls, era abbastanza primitiva e c'è motivo di credere che i pozzi di questi battelli siano rimasti invariati...

Le mine imbarcabili dai sommergibili avevano quattro aste che partivano dal blocco d'ancoraggio e, ripiegate verso l'alto, proteggevano l'intero corpo della mina e servivano altresì da guide per l'inserimento nei pozzi. Quando la mina era rilasciata le aste si aprivano e contribuivano alla tenuta dell'ancora. Similmente nel pozzo c'erano quattro binari ad U che tenevano le guide delle mine in posizione. Dentro i binari c'erano i denti d'arresto retraibili che fermavano le mine e ne sostenevano il peso, e venivano aperti per caricarle, chiusi in sequenza per rilasciarle. E' possibile che i binari fossero anche muniti di treni di rulli per facilitare lo scorrimento delle mine.

I pozzi non erano stagni, e senza un disegno a provarlo dubito persino che ci fosse un portello inferiore, che sarebbe stato una complicazione notevole dato che doveva essere aperto dall'interno e che comunque le mine erano assicurate dai denti d'arresto.

Purtroppo però non ho foto, né idee di dove trovarne :s06:

Share this post


Link to post
Share on other sites

guarda mi stai dando una grossa mano!

il kit della special navy per la conversione da TYPE VIIC a TYPE VIID:

-due parti in resina : la parte visibile che va sul ponte e la parte sotto che HA DEI PORTELLI A QUANTO SI VEDE...

-due gusci che compongono lo scavo allungato + due pezzi che sostituiscono la parte laterale eliminata degli ombtrinali o come si chiamano.

-una parte del ponte

-fotoincisioni

 

PER LA PRECISIONE ECCO LE FOTO:

 

vista laterale vedi i due pezzi in resina e la parte di scafo allungato

img0022sjx.jpg

vista della coperta con la modifica per far vedere le mine

img0023r.jpg

la vela modificate con il pezzo della warhammer

img0024diq.jpg

la parte sotto con i possibili portelli per il lancio???

img0026nwn.jpg

 

ti riesce di farmi uno schizzo veloce? giusto per farmi capire ed evitare che io vada a fare un qualche casino?

 

grazie ancora

 

alessio

Edited by Ottobrino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,io avevo letto da qualche parte che i pozzetti delle mine non avevano nessun portello nella parte inferiore...mi sembra un po' strano,verificherò.

Volevo anche chiedervi se qualcuno ha mai visto un disegno decente del VIID:il Conway è sballato,d'accordo,e sul Rossler

non c'è un profilo che chiarisca come erano disposti gli ombrinali o fori d'allagamento.

A me sembra che Revell con il suo modello 1/144 abbia pasticciato un po';la doppia fila di ombrinali posti fra i serbatoi a sella e la prua era stata ridotta sul VIID.

Non si capisce nemmeno se quella fila di fori sotto il cannone ci fosse o meno.

Anche nella zona poppa ho delle perplessità.

Penso che i numerosi fori di allagamento sotto la chiglia,a prua,siano in parte mal disposti:dai disegni che ho visto,

molte file di questi sono parallele alla linea della chiglia,cioè inclinate rispetto all'asse orizzontale,mentre alcune dovrebbero essere parallele alla linea della coperta,cioè orizzontali.

Sul modello mancano anche alcuni sfiati della principale cassa d'immersione.

Il cannone in coperta:quando lo hanno rimosso?

Il dritto di prua Atlantico voluto da Kieserwalter era presente su questi battelli?

Penso che rispetto al precedente modello Revell in scala 1/125 di strada ne è stata fatta molta,ma se uno non si accontenta di fare il modello come da scatola e cioè con delle semplificazioni discutibili,c'è da lavoricchiare.

Ah,mi sono accorto ora che state parlando dell'1/72,ma tanto il modello 1/144 è molto simile.

Edited by Francesco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve comandanti!

Una piccola domanda , ma di quanto in termine di centimetri viene allungato il modello? rendendolo RC ci sarebbe spazzio

a volonta x alloggiare gli accessori RC con comodo, grazi e alla prossima.

:s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La sezione era lunga 9,80 metri, il che dà 13 cm in 1/72; resta però da vedere se il pezzo in resina aggiuntivo sia cavo all'interno, perché ho il sospetto che sia un monoblocco ed allora sarebbe come fare il traforo del Monte Bianco :s03: :s68:

Quanto alle altre domande, a questo punto bisognerebbe vedere delle foto che ancora non abbiamo trovato (io ho già raschiato il fondo dell'archivio). Tutte le fonti dicono che il VII D era solo un VII C allungato ma la cosa mi pare eccessivamente semplicistica :s45:

Share this post


Link to post
Share on other sites

era in effetti un classe VII C allungato con la sezione aggiuntiva. bisognerebbe appurare il numero di ombrinali sul falso scafo. io lo stò facendo rc ed è stato un bel lavoro.... di taglia e cuci. se poi non stai attento c'è il rischio di avere i due semiscafi uno lievemente più corto dell'altro con conseguenti problemucci all'assemblaggio delle sezioni del ponte. se lo devi fare statico vai pure ma rc viene uno scafo un poco delicatuccio per aprirlo e richiuderlo a volontà. i pezzi in resina sono pieni il chè va bene con la parte inferiore, ma la parte superiore deve essere leggera.... lavorando di dremel l'ho alleggerita di un bel pò, poi devi pensare però come evitare l'intrappolamento di bolle d'aria al suo interno...

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea, per le parti in resina, se hai problemi, fatti uno stampo dei pezzi in resina, poi li rifai in fibra di carbonio (o vetro...) e potrai averli cavi e leggeri.

 

grazie littorio, ormai i pezzi son saldamente montati sul battello e con un pò di pazienza ho provveduto ad alleggerire la parte superiore... e poi non ho nè attrezzatura ne pratica nel modellare il vetro o il carbonio :s06:

grazie comunque :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

:s01: ti prendo in parola per la prossima volta :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carissimo che tipo di wtc userai x renderlo RC, ci potresti illuminare in merito, hai già qualche foto in merito, oppure qualche cosai di montato , mi raccomando tienici info. :s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites

AI COMANDANTI:)

 

in previsione di un possibile 2nd viiD ho fatto gli stampi sia delle mine cmk che delle aprti in resina del kit cmk per la conversione... le mine necessitano di un duro lavoro quando faccio la colata ma direi che non è male il risultato...

 

io non riuscirò mai a fare un u-boot rc.... primo perchè colerebbe a picco per le innumerevoli falle ....secondo perche il motore non partirebbe nemmeno accendendo ceri....

dovrei ritornare in italia il 10 e poter mettere mano al gato presto :) yeah!

 

un saluto a tutte le befane!

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

le mine hanno dei spuntoni che spesso in colata ti fregano .... quindi si deve manovrare un attimo per poter far andare via le bolle da certi punti.... ma direi che ne avevo gia prodotte una decina :) di cui le ultime erano identiche :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carissimo che tipo di wtc userai x renderlo RC, ci potresti illuminare in merito, hai già qualche foto in merito, oppure qualche cosai di montato , mi raccomando tienici info. :s10:

 

:s01: chiedo scusa per la tardiva risposta ma son appena rientrato dalle ferie, il wtc è un wtc standard (lo puoi vedere qui e sul sito mio e del mastromaestro ) allungato per ospitare una sacca aggiuntiva in una sezione del wtc a libera circolazione d'acqua. a differenza dei wtc che propongo ho montato una pompa da 3 volt che ho estirpato da uno sfigmomanometro da polso. ora sono in attesa di un paio di servi, e dopo aver verniciato il modello seguiranno delle foto del modello e del wtc :s02:

stay tuned :s01:

Edited by andreavcc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma cosa vuol dire che propongo ? io e il mastromaestro ? a differenzadei wtc che proponi?

non hai un video del sub in azione , se ne hai già provati?

scusa delle troppe domande, ma mi hai incuriosoto molto. :s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites

corazzata littorio sono a sydney torno lunedì ...a memoria ti posso solo dire che è una resina bicomponente presa in fiera...

non applico il vuoto perch non ho idea di come funziona... procedo per colata e durante la colata con un bastoncino procedo a smuovere la gomma siliconica procurando il distacco delle microbolle dai punti piu' difficili...

Share this post


Link to post
Share on other sites

a sidney??

bellissima sidney, ho gli zii li..ok apparte questa mia parentesi decisamente off-topic, quando torni ti, o se volete vi, spiego come poter evitare un po di bolle nelle stampate, è un sistema decisamente empirico...ma a volte (scherzo..) funziona.

 

ciao luca

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comandanti, secondo voi l'U 218 nel 1945 aveva ancora il ponte del primo periodo, o quello fatto con tavole di legno rettilinee come nei normali VIIC/41??? non riesco a trovare nessuna informazione al riguardo...Davide U 324

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao a tutti

Dopo aver letto e riletto il post

Non riesco proprio a visualizzare le foto dell’U-218 postate da Giampyg

Tratte se ho capito bene dal volume 11 AJ PRESS

Ho cercato di procurarmi il volume ma non sono riuscito a trovarlo ..

In rete ho reperito solo questa immagine ..

15k5kz.gif

Qualche anima pia non avrebbe voglia / tempo di recuperare le foto del 218 con la torre estesa e il 37mm .. :blush:


O nel caso intendessi usare la conversione Super Navy (questa già in saccoccia..^^)

Per fare un VIIF dove diavolo trovo le foto del ponte superiore?

Userei solo la sezione per allungare lo scafo, le fiancate e potrei appunto

Ricostruire in plasticard il ponte

Ma pare che il VIIF sia veramente un battello misterioso

Su internet si trova …niente ..

Io ho solo una foto su uno squadron signal dove si riporta come U-1060 se non sbaglio

Una foto della torre fatta dall’alto dove si nota una flakvierling a 4 canne e due singole da 20mm

Con caricatore cilindrico … :blink:


Grazie!!


Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Member Statistics

    • Total Members
      11,868
    • Most Online
      625

    Newest Member
    Morosini
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      43,584
    • Total Posts
      500,767
  • Today's Birthdays

    1. ecgmary
      ecgmary
      (38 years old)
    2. kommando88
      kommando88
      (60 years old)
    3. pandur
      pandur
      (32 years old)
×