Jump to content
Sign in to follow this  
DVostrikov

Debriefing ~ The Immortals

Recommended Posts

Approfitto dei 5 minuti iniziali in ufficio per scrivere il debriefing prima d'immergermi nel lavoro (i miei colleghi son andati a sciare quindi non oso immaginare a che ora uscirò oggi), ma veniamo ai fatti...

 

Ci ritroviamo con gli altri C.ti presso la taverna del guercio presso il molo intorno alle 20.50, approfittando del fumo e dell'alcool che ottenebrava le loro percezioni, tiro fuori la strategia che porterà alla nostra dipartita... :s68:

Normalmente se si è in 4 ci si divide in due coppie da due (come avete fatto anche voi), la mia idea era di dividerci in due gruppetti, da 3 (elio, drakken e sertore) e da 1 (Danijl) in modo da spiazzarvi con le ricerche, trovato il mio sub avreste perso tempo cercando quello di sertore, trovando le due fregate non vi sareste aspettati un sub che viaggiava sotto di loro...

Purtroppo la nostra strategia ha fatto acqua per l'irruenza con cui abbiamo affrontato la missione, noi puntavamo alla vostra base, voi invece puntavate a farci fuori...

 

Punto a nord dell'isolona viaggiando a 35nm, arrivo, fermo le macchine ed inizio a dare un'occhiata in giro e trovo l'immancabile balena che mi saluta con il suo aggraziato canto, poi piano piano mi avvio in direzione isola, contanto sugli elicotteri delle fregate in quanto la distanza da affrontare è proibitiva a quella velocità; purtroppo dall'altro gruppetto le due fregate mi informano di essere state entrambe affondate e così svaniscono le mie certezze di aver un appoggio dall'alto.

 

Ho la certezza che i subs di Djmitri e Los Angeles si trovano all'imbocco del canale visto che han fatto fuori le due fregate con i missili, mancano all'appello gli altri due ma in quel frangente ho sperato che fossero o anche loro nel canale o nel passaggio a sud dell'isola cosi decido di puntare verso la base cercando di fare punti.

Se avessi proceduto in maniera silenziosa e non ci fosse stato nessun sub davanti avrei fatto un giretto per 2 ore e mezza senza portar punti (e già eravamo sotto) cosi ho provato ad andare a meta centrando la base, una tattica un pò suicida ma al momento non mi è venuto niente in mente di meglio... sorry :s06:

 

Il resto e storia, vengo individuato, e centrato da Truffa con un perfetto lancio da bocciofilo (missile, siluro che cade dall'alto... KABOOM).

Se avessi proseguito sarei finito in bocca a quelli lanciati da Hunter quindi la mia fine sarebbe stata quasi certa.

 

Un plauso a sertore che si dimostra sempre più affidabile, partita dopo partita :s20:

Un grazie ai due editor che avran passato parecchie ore per strutturare una missione (e le altre) cosi avvincente :s20:

I miei complimenti alla squadra avversaria, onore ai vincitori :s20:

 

Mi restan solo due dubbi:

1. se avessimo adottato la vostra stessa tattica saremmo stati tutti e 8 fermi fino alle 00.00 parlando in TS ("Ma dove sono gli altri?")

2. se fossi passato a sud magari sarei arrivato alla base... :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Volendo essere pragmatici devo dire che ieri sera gli istruttori si sono comportati bene, ma in tutta sincerità dico che ci hanno dato una lezione memorabile: bravi nell'interpretare la missione ci hanno decimato dopo quasi un'ora di gioco, alla prima occasione di scontro, e noi cadetti nulla abbiamo potuto fare per arginare un attacco devastante che ha portato la base degli ormai non più IMMORTALS ad essere quasi distrutta. :s06:

 

Bilancio finale: 3 delle 4 unità IMMORTALS distrutte e base gravemente danneggiata, contro l'affondamento di un solo sommergibile dei PUNISHERS, la cui base è rimasta intonsa e completamente operativa.

 

Dopo le solite magagne per la partenza, alle quali ho attivamente contribuito con una connessione con pings scandalosi, siamo finalmente riusciti a partire all'alba delle 22:00 passate: per me l'inizio della missione è stato il 'battesimo del porto', con la prima uscita dalle banchine che non ha mancato di emozionarmi...

 

E' stato proprio bello vedere le unità partire all'unisono ed affrontare il mare tutte insieme: sembravano proprio in formazione come nello screenshot che avevo postato nel thread 'The Immortals'!

 

Subito dopo la partenza il comandante Drakken concorda le tattiche con il resto del gruppo: il mio sommergibile deve affrontare un leg alla massima velocità per raggiungere il prima possibile il promontorio a sud dell'isola di Sao Jorge, analogamente per quello di Danijl ma diretto a sud, mentre le unità di superficie seguiranno il primo Akula con l'intenzione di avere la base nemica a poche decine di miglia una volta traguardato il promontorio e riuscire ad avere una soluzione di tiro con i TLAM mediante l'utilizzo degli elicotteri.

 

Inizio perciò a settare i waypoints tentando di ottimizzare la rotta in relazione alle profondità e mi lancio nella corsa tra le isole di Faial e Pico, per poi imboccare il canale tra Pico e Sao Jorge.

 

Durante la navigazione predispongo le armi, controllo la strumentazione, controllo la profondità del layer ed inizio a fare qualche calcolo... e qui mi accorgo che la distanza della base dei PUNISHERS è decisamente inferiore a quella della nostra rispetto mio punto di arrivo, ed inizio a pensare a cosa avrei fatto io al posto dei nemici.

 

Rimugino sulle distanze e sulle tattiche, e mi accorgo che potremmo finire tra le braccia dei sommergibili nemici se avessero adottato la nostra stessa tattica: chiamo il Drakken e faccio presente le mie perplessità e condividendo i miei ragionamenti, proponendo di arrestare la mia corsa a 10nm dal punto di arrivo iniziale.

 

Mentre la FFG e l'UDALOY fanno decollare gli elicotteri e si preparano per lo scontro, arrivo al punto di inizia ricerca, rallento da 35 a 5knts e mi metto in ascolto: mh... mi sembra di sentire subito qualcosa all'imbocco del canale, e per non correre rischi inizio subito a fare 'Ivan il matto'.

 

La tattica difensiva mi mette al riparo da attacchi immediati e precisi, ma pregiudica anche la mia TMA... e poi i possibili target compaiono e scompaiono come l'intermittenza delle luci dell'albero di Natale: troppe fosse sul fondale, mi sa che i banditi stanno facendo lo yo-yo per nascondersi!

 

Allora decido di lanciare una UUV con il massimo del circospetto e subito dopo 2 bersagli si accendono sul NAV: traccio, indago, uno dei due è troppo lontano o fiacco, l'altro... 688i, confermato!

 

Allarme generale, avviso i miei compagni, tiro su gli scudi e corro ad impostare subito un paio di Stallion sulla prima soluzione di tiro, un po' approssimata, ma almeno è qualcosa... mi rendo conto che avevo ragione quando pensavo alla tattica avversaria: sono stati più scaltri di noi e chissà a quale velocità hanno guadagnato l'imbocco del canale molto prima di noi ed ora sono in agguato.

 

Intanto gli elicotteri delle unità di superficie amiche arrivano ed iniziano a sganciare sonoboe lungo l'ingresso del canale: quelle in prossimità dei miei rilievi diventano subito calde.

 

Guido la UUV venso i contatti per tentare di raffinarli, cerco disperatamente qualche frequenza sul NB, visto che il BB è assolutamente pulito, e continuo a scandagliare sia sotto che sopra il layer, ma mentre sto eseguendo le manovre lo schermo del NAV si accende con una miriade di contatti: accidenti, cosa succede?

 

Sono lanci? Così tanti? Saranno 10-15 transitori di lancio? Possibile che stiano già attaccando la nostra base? :s12:

 

Comunque non ho TIW per cui o sono Stallion o sono missili... nascondo la testa nel collo e rimango in attesa dei TIW... sono messo anche male con la prua verso Sao Jorge e poco fondale, se mi cascano sulla testa dei siluri sono finito... imposto una rotta di fuga verso il centro del canale verso una fossa di più di 1000m ed aspetto rimanendo a 4knts.

 

I minuti passano, non accade nulla: non erano Stallion... improvvisamente sento Eliosurf dire: sono fuori!

 

Nooo... erano missili antinave... pochi istanti ed anche Drakken è affondato: noi sommergiibili siamo rimasti soli dopo solo 1 ora di gioco!

 

A posteriori c'è da dire che l'attacco dei PUNISHERS è stato letale e tempestivo, ma anche avere l'FFG e l'UDALOY una di fianco all'altra è stato un errore madornale: con un lancio entrambe le navi sono state attaccate, e con il radar spento non hanno neanche avuto modo di reagire... che mazzata! :s14:

 

Mentre rialzo la testa dal collo mi rendo conto di essere in una posizione decisamente scomoda: solo, in mezzo al canale con spazio di manovra limitato e con 2 sommergibili, corrispondenti ai punti dei transitori di lancio rilevati, a meno di 10nm... mi dico che l'unico modo di uscirne con onore è di tenere sotto pressione i nemici.

 

Controllo il BB, sempre desolatamente pulito, ed il NB, dove non ho mai perso il 688i... ma l'Akula dovè?

 

Mah... iniziamo con il 688i: imposto e lancio 2 Stallion su di una soluzione di tiro ottenuta dal mix dei rilievi dell'UUV e del sonar, ricaricando il più velocemente possibile.

 

In quel momento anche Danijl viene attaccato, è messo male anche lui... combatte, controlancia, resiste, evade più siluri, ma ad un certo punto esclama: mi hanno preso! Sono fuori anch'io!

 

Che disfatta! :s68:

 

Non nascondo che, tra il divertimento e la tensione del gioco, sono stato colto anche da un sentimento di ansia che per un attimo mi ha fatto pensare: 'Lancio tutto quello che ho contro qualsiasi cosa compaia sul sonar e poi mi lancio a 35knts verso la base nemica per tentare di distruggerla!'

 

Ma poi mi sono tornate alla mente le parole del buon Truffa: 'Wewe.. non si può mica lanciare senza sapere cosa c'è dall'altra parte!'.... sarebbe un suicido!

 

Intanto i miei primi 2 Stallion girano a vuoto, ma la soluzione sul 688i è migliorata: imposto manualmente in snapshot altri 2 Stallion, visto che il lancio automatico devia sistematicamente dal punto dove voglio che gli Stallion cadano, e sparo ancora.

 

Sono purtroppo costretto ad utilizzare solo Stallion per evitare di dare un bearing sicuro ai nemici che all'interno del canale sarebbe come dipingermi un bersaglio rosso sullo scafo ed emergere!

 

Ricarico veloce, e lancio 1 altro Stallion contro uno strano contatto a meno di 3nm dalla mia posizione, non si sa mai... sono però costretto ad allontanarmi a causa del mio stesso lancio e a nascondermi per un po' sotto il layer.

 

Qualche minuto e sento l'esplosione dei miei Stallion: Los Angeles compare sul NAV... dal replay si è visto che il mio lancio è stato micidiale, ed i siluri gli sono caduti uno davanti ed uno dietro, impossibile sfuggire!

 

Ad un certo punto sento dei TIW multipli, ed al culmine della tensione, controlancio sul contatto che avevo a 3nm un 53, sgancio un'attiva ed una passiva shallow e mi butto in una fossa a 550m a 35knts...

 

Dopo qualche minuto non sento nulla, il TIW sembra non essere stato rivolto a me, ma anche il mio 53 si è attivato inutilmente: rallento a 5knts, risalgo a 80m e ricomincio la ricerca con l'UUV ed il sonar.

 

Ho una traccia a 86 ed il suo specchiato a 146, o viceversa... mah, il filtro mi da un mondo di possibili target, se cambio rotta per identificare lo specchiato sono sicuro di perderli entrambi... allora guido sia l'UUV che il siluro sulla traccia a 86, li attivo, ma non cambia nulla: allora quella ad 86 è lo specchiato ed il bandito è a 146... ricambio rotta sia all'UUV sia al siluro, ma senza risultato.

 

Dal replay ho capito che il contatto giusto era quello ad 86, Djmitri, ma era in agguato ad una velocità talmente bassa ed era così silenzioso da non poter essere rilevato meglio: 'Visto!' ho pensato, 'se lanciavo e facevo rotta verso la base nemica gli sarei andato in bocca!'.

 

La situazione non è cambiata fino al termine del gioco, prima del quale pensando che i PUNISHERS fossero arrivati a ridosso della nostra base per lanciare sicuri, ho scaricato gli ultimi 3 Stallion in un cerchio di 10nm intorno allo specchio di mare antistante la nostra base, nella speranza che il lancio alla cieca potesse dare qualche risultato.

 

Niente di più sbagliato: in quel momento, erano le 12:25 CET, R.Hunter ho attivato lo show truth ed ho visto che i miei lanci erano stati fatti contro il nulla!

 

I nemici non si erano mai avvicinati alla nostra isola, ma avevano lanciato dai margini dell'isola di Sao Jorge.

 

Che dire: previsioni sbagliate, qualche incertezza, ed un pizzico di ingenuità ci hanno fatto capire quanto siano importanti sia le capacità dei singoli ma soprattutto le tattiche ed il gioco di squadra.

 

Questa volta gli istruttori sono stati proprio bravi e non posso che inchinarmi alla dimostrazione di acume tattico e alla capacità di combattimento che hanno dimostrato, dandoci una bella lezione che sicuramente ci servirà per i prossimi incontri. :s02:

 

Infine un grazie a Drakken ed Eliosurf per la missione, un testa a testa veramente avvincente dal risultato incerto, se non fosse stato per le scelte poco argute di uno dei gruppi.

 

Adesso aspetto il solito pagellone, attendendo le bocciature dei cadetti... i cui voti dovranno però fare media con i quelli delle scorse missioni! :s03:

 

PS: scusate se mi sono dilungato in un debriefing che sembra un poema... volevo contribuire per dare a stefano74 un bel racconto del nostro incontro!

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto ringrazio tutti per la puntualità nel ritrovo :s20: :s20:

Purtroppo però DW ha i soliti problemi e riusciamo a partire solo dopo 45 minuti di tentativi ( :s05: ).

La missione, come immaginavo dal briefing, è molto complessa e soprattutto lunga, comunque si parte, anche se immagino di non poter arrivare alla fine.

Bellissima la partenza dei 4 sub dal porto, veramente emozionante.

Decidiamo di dividerci in due, io e Djmitri a sud mentre Hunter e Truffa a Nord-Ovest; la logica è quella di avere forze uguali su entrambi i lati e, nel caso tutto lo schieramento nemico si fosse diretto in una direzione il gruppo ''disoccupato'' avrebbe puntato direttamente la base nemica.

Appena lasciati i moli diamo ''Macchine avanti emergenza'' e ci dirigiamo a sud alla massima velocità consentita. Djmitri fa rotta verso il promontorio est dell'isola Sao Jorge, mentre io mantengo una rotta più meridionale con lo scopo di tendere un orecchio anche alla parte meridionale dell'isola di Pico.

 

Dopo quasi 40 minuti di corse pazze, rallentiamo e ci mettiamo in ascolto, io in profondità, mentre Djmitri tiene d'occhio la superficie. Dopo qualche minuto ci rendiamo conto che c'è qualcosa nel canale tra l'isola di Sao Jorge e Pico. Si tratta di due tracce sovrapposte, ma fanno rumore e riusciamo a distinguere le frequenze delle due fregate. Inizio la risalita mentre preparo i missili per l'attacco. Il mio compagno di viaggio intanto è già a quota periscopio e mi comunica che ha contatto visivo con le navi, nonostante la distanza, il buio e la pioggia insistente. Appena arrivo a quota di lancio, e subito dopo aver fatto una virata leggera per escludere eventuali falsi contatti, iniziamo il nostro attacco. Lanciamo nel complesso 9 missili che schizzano fuori dall'acqua e si stabilizzano per rotta 280 (l'unica incognita è che una nave faccia da scudo all'altra attirandosi tutti i colpi, ma per questo motivo ritardo di qualche secondo il lancio e mi tengo altri 2 missili pronti). L'attesa è breve... la batteria di missili di Djmitri colpisce in pieno lo scafo del Maestrale, seguita da altri due miei TASM, non oso immaginare come possa essere ridotta dopo essere stata colpita da 7 missili. Gli ultimi due missili della prima batteria, invece, agganciano l'Udaloy del Drakken e anche per quest'ultimo c'è poco da fare.

 

A nord intanto stanno rilevando qualcosa, probabilmente un Akula. La domanda che ci affligge è scontata: saranno andati a nord entrambi i sub? oppure abbiamo ancora compagnia qui nel canale?

Purtroppo il tempo stringe e non c'è spazio per ragionamenti o ricerche approfondite. La base per ora non è in pericolo (a nord i nostri compagni affondano l'Akula rilevato in precedenza) e decido di dirigermi a sud per avere sia protezione dall'isola sia una visuale della base. A 30 nodi però sono un bersaglio facile e appena sento ''Torpedo in the water'' rallento per verificare se sono il bersaglio dei siluri. Al sonar però no sento nè i motori nè i ping di ricerca. Continuo per la mia strada, ma quando mancano 15 minuti alla mia ora X non ho altra scelta che tentare un lancio a ventaglio dei 7 missili pronti nei tubi verticali. Rallento e risalgo a quota di lancio.

Alle ore 23.50 i TLAM sono già per strada...

Passa solo un minuto e altri due (o più) siluri vengono rilevati nelle mie vicinanze, al sonar non sento nulla, solo i ping, che sembrano lontani... sembrano appunto... Alle 23.52 un siluro mi aggangia da est, è vicinissimo... i ping quasi continui.... non posso fare nulla e vengo affondato...

Resto collegato solo per vedere i miei missili colpire una spiaggia vuota :s05: e alle 00.00 chiudo la connessione.

 

Ora sono curioso di sapere com'è finita...

 

Complimenti per la progettazione della missione, molto bella e ben elaborata. Peccato per il poco tempo (forse servivano 3 ore per questa) che mi ha costretto ad osare quando invece dovevamo cercare l'ultimo Akula.

Scusate, ma per caso avete usato qualche nuovo sistema di propulsione alla ''Ottobre Rosso'' per i siluri? Né io né Djmitri siamo riusciti a sentirli eh... ma nemmeno uno... solo il ''TIW'' e i ping...

Edited by Los Angeles

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io ho avuto moltissima difficoltà a sentire sia i siluri sia i contatti nemici: ritengo che il fondo estremamente frastagliato, il layer a 127m e la presenza di fosse abbia alterato molto la trasmissione delle onde sonore al punto di confonderle completamente. :s12:

 

Di fatto l'unica arma di rilevamento veramente efficace è stata la UUV in modalità attiva, della quale comunque non sono anch'io mai riuscito a sentire un singolo ping! :s07:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Della serie: ogni promessa è debito….

 

ecco a voi...

 

 

IL PAGELLONE!!!!

 

Djmitri: Ha una voglia matta di rifarsi dalla volta precedente e si vede subito. Detta strategie, individua per primo la task force nemica che ha intrapreso la direzione sud, coordina l’attacco missilistico sulle unità navali e fa fuori la FFG O.H.Perry di Eliosurf. Poi parcheggia il sub, corre fino alla cima dell’isola di Sao Jorge e urla : Adrianaaaaaaaaaaa Rocky Balboa : Voto: 9

 

Los Angeles: Va a sud in task force con Djmitri, e ha il merito, nel perfetto attacco coordinato contro la flotta ribelle, di centrare e mandare ai pesci il buon Drakken e il suo bell’Udaloy. Che quanto a soddisfazione non è poco. Poi però non può nulla contro i siluri lanciati dall’Akula di Sertore, e, distratto dall’urlo di Djmitri in cima al montagna, deve capitolare. Diciamo che, dopo essere stato in porto un bel po’, il bagnetto di bentornato ci voleva!!! L’Antimito : Voto: 6.5

 

Truffa: La sua missione ricorda molto una gara di biathlon: prima corre come un matto verso il varco a nord con R.Hunter, senza sapere all’inizio che si troveranno in due contro il solo akula di Dvostrikov. Prende posizione e, quando il buon Daniel arriva, incrocia i dati col compagno di squadra e fa centro con i suoi micidiali Stallion. Poi si rimette a correre e prova a risalire in fretta l’isola di Sao Jorge ma in poco tempo proprio non ce la si fa Olimpionico : Voto: 8.5

 

R.Hunter: Missione gemella di quella di Truffa fino alla sosta a nord di Sao Jorge. Poi si ferma in ascolto, sente un TIW e fatalità è a quota periscopio, dà un’occhiata e trova un elicottero. Il tiro alle anatre stavolta non riesce, perché l’anatra se ne sta alla larga, ma dopo 2 minuti che il siluro non si vede capisce che l’eli non c’entra niente, fa mezzo sorrisetto e sgamma Daniel e la sua UUV. Prova anche a lanciare due siluretti, ma gli stallion di Umberto ovviamente fanno prima. Poi vedendo che non sarebbe mai riuscito a doppiare il promontorio a nord sceglie di effettuare un lancio di TLAM sulla presunta posizione della base nemica. Qualcosa prende (risulteranno lievemente danneggiati Command center e Naval base) e quindi prova a coordinare l’attacco missilistico dei compagni di squadra, con indicazioni precise tipo: Fantozzi, metti il dito qui! Ragionier Filini Voto: 7.5

 

Dvostrikov: Lasciato solo dai compagni adotta una tattica ineccepibile, e si fa trovare al momento giusto al posto giusto…per essere cecchinato da Truffa. Scherzi a parte, il suo errore è lanciare la UUV, che fa capire ai due punishers che lui ancora non aveva avvertito la loro presenza, e contemporaneamente svela la sua. Non si capisce se pecca di ingenuità o se piuttosto vuole distrarre il più possibile i suoi avversari dalla zona a sud. Siamo clementi e propendiamo per la seconda… Specchietto per le allodole Voto: 5.5

 

Sertore : Se i ribelli fossero tutti come lui!!!! Il ragazzo ha fatto carriera, è passato da promettente cadetto a conferma a vero e proprio incubo in pochissimo tempo. Per nulla scoraggiato dalla disfatta delle due unità di superficie, ingaggia e fa secco Los Angeles...e scusate se è poco. Poi tiene la posizione e fa pari e patta con Djmitri, ma cosa vogliamo di più da lui? Un lucano! voto: 8.5

 

Eliosurf e Drakken : Voto di coppia stavolta per i nostri editor. Fanno tutto in due, la missione, le modifiche…viene il sospetto che in questa settimana abbiano anche vissuto assieme! Quindi era ovvio che decidessero di farsi una bella navigata di coppia, in una luccicante formazione navale, anche se questo significava letteralmente farsi del male da soli….e ce li vogliamo ricordare così, ritti e impavidi sul ponte di comando, mentre con i binocoli osservano il compagno e pensano..

Drakken: Ah vard come l’è bel Elio…BUM!

Eliosurf: Ah vard come l’è bel Drakken...BUM!

 

Masochisti (ma in coppia!) voto: 4

 

-----------------------------------------------------------------

 

Briefing serio:

 

Bella missione, concordo sul fatto che meritasse un tempo lungo, anche 3 ore...si può pensare di rifarla, e lo scenario è sufficientemente vasto per consentire anche espansioni con più mezzi.

 

Detto questo, sono partito dal porto in direzione 280 velocità 33 nm per i primi 40 minuti, l'idea era di avvicinarsi con Umberto il più possibile all'estremità nord dell'isola di Sao Jorge, e lì attendere eventuali forze nemiche. Arrivato in posizione un po' prima dell'akula, rallento e vado a quota periscopio per vedere se qualche nave ha già doppiato il promotorio. Ma di navi neanche l'ombra. In quel momento sento un TIW in direzione del promontorio e ammetto che il mio primo pensiero è stato:...ma come hanno fatto a beccarci già? abbiamo rallentato troppo tardi!. Poi proprio in quel momento (ero al periscopio), vedo la sagoma di un elicottero che costeggia l'isola. Penso che possa essere stato lui a sganciare, ma totalmente fuori misura perchè è lontano. Preoccupato da quella presenza, vado in vela e provo a beccarlo coi SAM, ma resta sempre un tantino fuori portata così torno sotto. Però è strano, quell'elicottero si comportava come se non ci fossi...come poteva aver lanciato siluri un minuto prima! E' in quel momento che mi sono illuminato: ma sì ho pensato, quello non era un siluro, era una UUV lanciata da un sub che aveva appena doppiato il promontorio! Furrrrrbo lui! Scendo a 500 ft, guardo al sonar per 275 e...toh guarda un po', un akula!

Nel frattempo Umberto ha anche lui trovato il sub, ce lo dividiamo, io lo traccio quando sta sopra il layer e Umberto quando sta sotto, così non ci scappa. La distanza stimata è circa 10 nm. Poi...l'akula spara!!! E' ancora lontano, quindi con calma imposto 2 siluri e faccio fuoco, quindi faccio una blanda manovra evasiva verso sud perchè non ho mai avuto la sensazione che i siluri mi venissero addosso. Quasi contemporaneamente anche Umberto fa partire i suoi stallion e Daniel non ha scampo, al che disattivo i miei siluri e inizio a caricare TLAM anche sui tubi orizzontali. Nel frattempo a sud è scoppiato il finimondo, le due navi sono state disintegrate da quei killer dei nostri compagni ma purtroppo anche Dani viene beccato dall'ottimo Sertore. Però questo ci fa capire ch edavanti a noi c'è strada sgombra. A quel punto prendiamo una decisione: Umberto proverà a sprintare per doppiare Sao Jorge mentre io tenterò un attacco missilistico a tappeto sul presunto luogo della base nemica sfruttando il numero e la potenza dei TLAM posizionati nei tubi verticali. Poi, se avrò successo, gli Akula di Umberto e Fede portanno fare dei lanci più...chirurgici. Giunti sul bersaglio, i miei missili qualcosa prendono...Command Center e Naval Base danneggiati! C'è tempo per sparare un'ultima salva di TLAM da tutti e tre i sub, ma non riusciamo a distruggere la Base nemica.

 

Missione sicuramente molto, ma molto tattica...va reso grande onore a Djmitri e Los Angeles di aver ribaltato a nostro favore una situazione potenzialmente sfavorevole, con una tattica estremamente aggressiva che avevamo studiato a tavolino :s20: :s20: :s20: Certe che quelle due fregate così vicine hanno rappresentato un errore tattico notevole, anche se l'idea di sfondare a sud in superiorità numerica era ottima! :s02:

 

Grazie a tutti per la bellissima serata, alla prossima! :s20:

Edited by R.Hunter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo i soliti traumi iniziali riusciamo miracolosamente tutti ad entrare in gioco (e nessuno crasherà :s29: )

 

Decidiamo un po' su che tattica fare:

"chi passa dallo stretto arriva prima ed ha più probabilità di localizzare la base nemica"

"loro c'è l'hanno più corta passando per lo stretto ed in più hanno gli elicotteri, così la identificano prima"

"però potrebbero venire anche da nord-ovest"

"mah, andiamo 2 per parte..."

 

 

Salpati dal porto io e Hunter prendiamo la strada più lunga verso nord-ovest, Los Angeles e Djmitri passeranno attraverso lo stretto a sud-ovest, tutti alla massima velocità.

Calcoliamo che alla massima velocità, eventuali minacce arriveranno sulla punta nord dell isola in circa 40 minuti, dopo di che se noi terremo ancora questa andatura verremo sentiti, e viceversa.

Cerchiamo di dividerci un po' in modo da non essere troppo vicini e decidiamo di guadagnare, alla scadenza dei 40 minuti prefissati, una posizione ottimale per restare all'ascolto, se nessuna minaccia sarà presente avremo via libera per circumnavigare Sao Jorge e sperare di identificare la base nemica.

La missione dei nostri soci a sud sarà più o meno la stessa ma la probabilità che loro incontrino nemici è certa.

 

Arrivano i 40 minuti, Hunter dice che manca poco per essere in una zona favorevole all'ascolto, io ci sono quasi così sono il primo a virare e a stendere il rimorchiato, sono sotto lo strato termico ed avviso che non c'è niente così lui decide di salire a quota periscopio per controllare anche eventuali minacce aeree.

 

Intanto a sud sembra che ci siano entrambe le navi da guerra nemiche, e stanno coordinando un lancio simultaneo.

Il lancio di missili ha successo ed entrambe le navi vanno a fondo, conquistiamo così un vantaggio tattico non indifferente.

Poco dopo sembra che qualcuno dalle loro parti abbia contrattaccato, iniziamo a pensare che dalla nostra parte non ci sia nessuno ed io ne approfitto per sprintare di qualche altro miglio, finchè non vengo avvisato dai miei compagni di siluro in acqua davanti a noi, lo hanno sentito addirittura Fede e Dani, ma io no...

Decido comunque di rallentare e virare nuovamente per mettere il rimorchiato in ascolto, sotto lo strato ancora nulla, apparte un paio di falsi allarmi che fanno saltare Hunter dalla sua postazione che si riveleranno immediatamente il mio falso segnale mentre sto virando :s68: :s03:

 

Alla terza volta che mi auto rilevo e sussulto iniziano a mandarmi a quel paese, ma sento subito qualcos'altro, faccio appena in tempo a marcarlo che sparisce, comunico la scoperta e seguo il probabile nemico sopra il layer, appena lo oltrepasso arriva anche a me il TIW, per 266, il mio rilevamento era per 262, è un sub nemico!

Anche Hunter, salito sopra il layer lo individua e prendiamo una rotta per triangolarlo, capiamo che il lancio era un UUV e rallento di brutto dai 7 ai 3 nodi, dopo varie TMA sballate abbiamo una soluzione concordante, Hunter lancia ed immediatamente il nemico contrattacca, io preparo in fretta 2 SSN-27-ASW e li mando in zona, poco dopo sentiamo un'esplosione e Daniel va a fondo.

 

Guardiamo il tempo rimasto e capiamo che non raggiungeremo mai la base nemica in tempo, io accelero comunque e iniziao a caricare i LAM, tanto qua non c'è più nessuno e l'Akula nemico di Sergio sta infastidendo l'altro gruppo, ci riesce bene anche dato che colpisce Dani.

 

A questo punto attendiamo tutti di avere i tubi carichi di missili e lanciamo sulla presunta posizione della base nemica, purtroppo solo Hunter ci va vicino e la danneggia in modo irrilevante...

 

 

Bellissima missione, magari un po' grande per le 2h di gioco, (che sarebbero state 2,5h ma non è tutta colpa nostra ci vuole un'ora per partire)

 

 

Mi restan solo due dubbi:

1. se avessimo adottato la vostra stessa tattica saremmo stati tutti e 8 fermi fino alle 00.00 parlando in TS ("Ma dove sono gli altri?")

2. se fossi passato a sud magari sarei arrivato alla base... :s68:

 

1. No noi eravamo in vantaggio tattico a nord, essendo in 2, la nostra tattica sarebbe stata: uno corre e l'altro ascolta e copre le spalle, la cosa che ti ha tradito è stato il lancio dell'UUV, ci ha messo in allerta e abbiamo rallentato, anche se ti abbiamo rilevato, la tua identificazione non era precisa, potevi tranquillamente essere scambiato per un peschereccio ma dato il TIW proprio nella stessa direzione e dopo averti beccato sotto lo strato eravamo sicuri, non aveva senso correre e dovevamo beccarti per non rischiare di venire affondati, idem per la coppia Fede/Dani a sud, con dei siluri in acqua non è logico correre in direzione dei lanci, in breve eravamo inchiodati dalla situazione.

 

2. Noi a nord avremo potuto scegliere di continuare, (almeno uno dei 2) per quella strada ed individuare la base, poi i TLAM hanno una buona gittata ed avremo potuto lanciare tutti, mentre uno avrebbe potuto ripiegare in difesa coperto dall'isola Sao Jorge, comunque sotto avevate pur sempre ancora 2 sub contro e non è detto che ce l'avreste fatta.

Diverso sarebbe stato se si fosse passati da sotto Pico, magari era una tattica indivinata, però abbiamo scartato l'opzione causa strada troppo lunga.

 

Una missione di queste proprozione si potrebbe tarnquillamente giocare anche con 6 mezzi per parte e secondo me verrebbe bene :s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccoci qua, dopo un'altra bella serata, anche se DW ogni volta ci mette del suo... :s68:

 

Come è già stato detto, ci dividiamo 2 a nord e 2 a sud. Io faccio parte del duo a sud, in coppia con Dani, mentre a N Umberto e Francesco.

Dopo lo sprint iniziale, decelleriamo e ci mettiamo in ascolto, nel frattempo io faccio la staffetta tra i 100 mt e QP, per controllare che non ci sia nessuno sopra le nostre teste...

Dopo un po sento 2 lievissimi contatti in direzione dello stretto addirittura sul conforme... :s07: Le 2 frequenze però non sono di un unico contatto, perchè contrallando velocemente sui profili del sonar, non c'è nessun contatto con quelle frequenze...Quindi controlliamo e ricontrolliamo e riusciamo a dedurre che si tratta dell'Udaloy e del Perry, che procedono in fila indiana...

Questa volta non abbiamo nessuna intenzione di farci affondare come polli ed insieme a Dani coordiniamo un attacco missilistico dove non lasciamo scampo alle 2 fregate. :s20:

Urla di gioia a bordo dei sub, che sembra di essere al Mercato!!! Poi vabbè la corsa in cima alla montagna x gridar "Adrianaaaaaa" è storia! :s03:

 

Intanto a nord, ci sono scambi di barzellette fra i nostri 2 colleghi e il rivale degli immortali...Si sentono addirittura i ping e i TIW dei siluri dalle loro parti... :s14:

Poco dopo Daniel verrà affondato dai subrock di Umberto. Che in questa missione, si è autolocalizzato più volte mentre virava, credendo di aver sentito l'Akula nemico! :s03: Una volta mi ero quasi fregato anchio... :s41:

E invece noi sentiamo i TIW di quelli lanciati da Sergio ( madò ma quanti ne hai lanciati? ) ma poi sul sonar non c'è niente... :s14:

Boh...Sarà sicuramente il tipo di fondale, con delle montagne e delle fosse, che disturbano sicuramente l'acustica.

 

Nel frattempo, controllo sempre a QP, eventuali minacce aeree, ma niente da fare...Meglio per noi.

 

Comunico a Dani, che quasi sicuramente l'Akula di Sergio si trova nello stretto, pronto a silurarci appena accelleriamo. Però siamo messi male, lui è la in ascolto, sicuramente a bassa velocità, dopo che i 2 Fregatisti gli hanno comunicato che li abbiamo fatti fuori, quindi sa delle nostra presenza. Quindi siamo alquanto spacciati.

Il tempo stringe ed anche effettuando una manovra diversiva passando a O dell'isola di Pico, non ce l'avremmo mai fatta ad arrivare entro il tempo limite. Quindi decidiamo di lanciare dalla nostra posizione, impostando i vari waypoint, in modo da non colpire monti o colline...

 

Nel frattempo Sergio, ci lancia di tutto: pentole, coperchi, cessi, bidet, piatti doccia, e chi più ne ha più ne metta. I suoi lanci sono molto imprecisi, dovuti probabilmente a soluzioni di tiro errate, quindi ogni tanto si sente qualche ping, ma niente di preoccupante...Per ora.

 

Dopo un po Dani mi comunica di essere stato agganciato da un siluro e poco dopo viene colpito e cola a picco...

 

Sono rimasto solo con il buon sergio. Cerco di capire dove potrebbe essere, ma sul sonar, trovandomi in una delle famose fosse marine di cui sopra, non sento niente.

Lancio anche una UUV ma con scarsi risultati, riesco a tracciare la sua UUV, ma niente Akula di Sergio. Lancio anchio i miei LAM, ma con scarsi risultati: 2 missili vengono abbattuti dalla postazione SAM e il terzo colpisce un ombrellone sulla spiaggia...Insomma un disastro.

Rimango li in ascolto, ma è ormai scattata le mezzanotte (ora del gioco) e decidiamo di conlcudere qui la serata.

 

Missione molto bella e ben bilanciata, questa volta non ho niente da dire a livello di critica! Solo i complimenti ai due editor, che sembrano un po Gianni e Pinotto... :s03:

Come è già stato detto, sarebbero servite almeno 2.5/3 h per completare la missione senza dover correre come pazzi.

Ottima la nostra tattica di squadra, abbiamo giocato bene e a parte i lanci alla disperata, non abbiamo sbagliato niente. :s20:

Volevo solo dare un consiglio a Sergio: se hai 2 contatti, uno reale e il suo specchiato, appunto il falso bersaglio del rimorchiato, effettua una virata di 30° e individua qual'è il vero dal falso e droppalo. Se sul rimorchiato hai un contatto, solo in BS (con appunto le 2 "possibilità), questo è l'unico modo per capire. Sennò i tuoi lanci saranno quasi sempre imprecisi e praticamente sprechi tempo e armi.

Ora grazie al fondale frastagliato, non siamo mai riusciti a localizzarti, ma te pensa a tutte le volte che hai lanciato i subrock, il casino di quando apri i portelli e lanci...A cose normali è un po come dire...Sono qua!!!! Poi dopo un po di tentativ, sei riuscito con un tiro magistrale a colpire Dani.

Ecco questo tanto per farti capire...Poi per il resto hai giocato un'ottima partita, bravo davvero...I miei complimenti.

 

Complimenti e grazie a tutti per la bella serata! Finalmente credo sia una delle poche volte dove non ci sono stati crash...Che sia l'opzione del multistation che fa crashare?

Alla prox, che spero di essere operativo. In settimana prox, se tt va bene, dovrei prendere il pc nuovo.

 

PS.

Il pagellone, bellissimo come sempre!!! Sono venuto quasi appositamente a casa x leggerlo...

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qua!!

 

Sull' esito della missione non dico nulla perchè ne avete parlato abbondantemente e dettagliatamente.

 

Sono daccordissimo che la missione aveva bisogno di un tempo maggiore ( ed il tentativo di avvicinamento delle basi non era comunque sufficente)

 

Grazie per il bel voto del pagellone "4" ma mi sembra un po di manica larga.

 

La tattica delle Surface: Pessima ed insufficente!

 

a) troppo presi nella guida (anche questa volta non vedevo Drakken ed era lui che doveva continuamente aggiornarmi sulla posizione) non abbiamo pensato a fare un calcolo di distanza dalla base Punisher all'imbocco del canale; quindi andavamo tranquillamente a 29 Knts quando il ns. Akula ha lanciato l'allarme.

 

b)pura follia non utilizzare il radar antiaereo per rimanere in Emcon; era probabilmente l'unica possibilità per limitare i danni di un attacco. (il CIWS di prua non serve)

 

c)formazione delle navi troppo stretta e quindi non solo di più facile attacco ma anche problematica se necessaria manovra evasiva.

 

Comunque considerato che O.H.P. e Udaloy sono una recente novità per noi, bisogna insistere per acquisire la necessaria esperienza pratica e tattica.

 

Io continuo ad essere dell'idea che le unità di superfice non possano essere utilizzate pensando come comandante di Sub e quindi Devono necessariamente utilizzare tutti i sensori disponibili e quindi anche i 2 radar di ricerca ed il sonar attivo per ricerca bersaglio; se sotto attacco, sopratutto se in formazione si hanno sufficenti possibilità di difesa ed evasione (CIWS, SM2,CHAFF,NIXIE,VELOCITA')

 

alla prossima

 

elio

 

(ci sto già lavorando)

l'idea è questa (ispirata a Robinson):

unità Sub nuova generazione catturata da forze sconosciute e portata in un porto X.

equipaggio catturato e prigioniero in località attualmente ignota.

Ingresso alla baia del Porto sorvegliato da unità di superfice e sonoboe.

Sub in perlustrazione silenziosa.

 

Forza di liberazione ed attacco:

unità sub d'attacco ed eventuale unità aerea con lo scopo di:

distruggere il porto e l'unità catturata per evitare che vengano carpiti i segreti costruttivi.

Individuare la prigione e liberare i prigionieri mediante forze speciali rilasciate dai sub.

 

Composizione squadre a piacimento sia per componenti che per unità (multination) con possibilità di proporre anche squadre complete se tutti daccordo.

 

se daccordo io vado avanti. Se l'avete tutti potremo utilizzare la LWami 3.09 che ha sia le nuove basi Sam che il bacino di carenaggio per Sub.

 

tra 2 settimane invece (considerato che drakken potrà di nuovo cooperare alla creazione) si prospetta avventura a 3 squadre tutte rivali

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io continuo ad essere dell'idea che le unità di superfice non possano essere utilizzate pensando come comandante di Sub e quindi Devono necessariamente utilizzare tutti i sensori disponibili e quindi anche i 2 radar di ricerca ed il sonar attivo per ricerca bersaglio; se sotto attacco, sopratutto se in formazione si hanno sufficenti possibilità di difesa ed evasione (CIWS, SM2,CHAFF,NIXIE,VELOCITA')

 

Anche se non comando unità di superficie...straquoto. La volta (recente) che sono stato morsicato a sangue da una nave, è stato grazie al perfetto utilizzo del sonar attivo.... :s05: :s05: :s05:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io continuo ad essere dell'idea che le unità di superfice non possano essere utilizzate pensando come comandante di Sub e quindi Devono necessariamente utilizzare tutti i sensori disponibili e quindi anche i 2 radar di ricerca ed il sonar attivo per ricerca bersaglio; se sotto attacco, sopratutto se in formazione si hanno sufficenti possibilità di difesa ed evasione (CIWS, SM2,CHAFF,NIXIE,VELOCITA')

 

alla prossima

 

elio

 

 

E un punto di vista assai ingenuo seppur corretto da un punto di vista teorico. Il vantaggio indubbio delle fregata e piu' in generale delle unita' di superficie asw e' quella di poter disporre di tutta una serie di sensori a corto e lungo raggio attivi e passivi. L'emcon nella realta' e' giustificato da particolari sutazioni tattiche, ma anche quando viene attuata la fregata non e' mai isolata.

Il problema vero e' che nella realta' nessuna marina rischierebbe un sottomarino nucleare da svariati miliardi di dollari per lanciare un misero attacco missilistico su una fregata dal costo insignificante. Gli attacchi missilistici erano e sono considerati attacchi suicidi a tutti gli effetti ed erano progettati per affondare interi gruppi navali o portaerei nucleari non certo fregate o incrociatori isolati.

Nel gioco, e' stata presa la decisione di consentire l'uso di attacchi missilitici su fregate, questo impone in maniera drastica l'uso del'emcon non ce' altra via per evitare di essere affondati dopo 2 minuti. E anche cosi' un attacco lanciato con 7-8 missili e' garanzia di affondamento della fregata. Quindi la fregata e' sempre perdente in queste situazioni, e non per demerito di chi la usa ma perche' le regole sono state scelte in modo tale da priviligiare i sub (anche andando contro tattiche reali).

Quindi o si inseriscono le fregate all'interno di gruppi navali, per cui un sottomarino ci pensa dieci e poi conta di nuovo fino a cento prima di lanciare un attacco missilistico, oppure si fa come nella realta', gli americani hanno di fatto tolto gli tsam da tutti i 688i, seawolf e virginia perche' hanno riconosciuto che allo stato attuale tali armi sono inutili.

 

Edit : oltre a questo ci sono piccoli "bachi" che rendono l'uso del radar totalmente inutile sulla fregata per le operazioni di asw.

Nella fattispiece il non poter rilevare in nessun modo antenne varie e periscopi dei sottomarini. Tale cosa vale anche per le unita' aeree.

Quindi i sottomarini in DW per tutta una serie di motivi hanno enormi vantaggi tattici su tutte le altre unita' (quando in realta' non dovrebbe essere cosi').

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Gold:

Più che altro la cosa che ha fregato i due della nave, almeno stavolta, è stata la velocità... se anche fossero stati 2 sub, invece che navi, a 30 nodi, gli sarebbero arrivati un paio di subrok invece dei missili antinave ed avrebbero fatto la stessa fine...

 

 

Poi nemmeno io sono capace di usare la fregata ma un'idea mi sarebbe anche passata, se provaste ad usare in autocrew le contromisure quando siete da soli sulla nave? C'è possibilità che vada meglio?

Io chiedo perchè affondare una nave AI con dei missili è molto difficile...

Share this post


Link to post
Share on other sites
@Gold:

Più che altro la cosa che ha fregato i due della nave, almeno stavolta, è stata la velocità... se anche fossero stati 2 sub, invece che navi, a 30 nodi, gli sarebbero arrivati un paio di subrok invece dei missili antinave ed avrebbero fatto la stessa fine...

 

 

Beh se e' il rumore che li ha traditi, non ho niente da ridire.

E stata colpa loro, dovevano procedere a velocita' piu' bassa. Eventualmente bonificando l'aerea davanti alla fregata con gli elicotteri. Ma qui giungiamo ad un altro punto di contensa. In lwami e alfa tau e' possibile usare solo il dipping attivo dell'eli e questo ovviamente consente ai sottomarini nemici in zona di sapere che ci sono unita' aeree e quindi presumibilmente fregate non tanto lontane (anche perche' vige sempre il limite delle 18 nm per il controllo dell'eli).

Con RA invece, si puo' decidere di usare il dipping passivo e quindi questo rende il compito della fregata un tantino piu' semplice in quanto non allerta i sottomarini nemici in zona.

 

Poi nemmeno io sono capace di usare la fregata ma un'idea mi sarebbe anche passata, se provaste ad usare in autocrew le contromisure quando siete da soli sulla nave? C'è possibilità che vada meglio?

Io chiedo perchè affondare una nave AI con dei missili è molto difficile...

 

Non e' questione di usare le contromisure in automatico (e' sempre meglio usarle in manuale).

Il punto e' che considerando la portata degli sm-2 che ricordo non sono a guida autonoma ma dipendono dai due radar di tiro delle fregata, il fatto che si possano avere solo 2 missili in volo contemporaneamente e il tempo che ci vuole per acquisire e sparare un altro missile rende di fatto la fregata completamente vulnerabile ad attacchi missilistici a saturazione, poi non parliamo se i vettori di attacco sono multipli.

Qui non e' in questione la bravura o meno di chi sta alla fregata, ma e' proprio un limiti intrinseco del gioco purtroppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come sempre il debrifing è eccezzionale , x non parlare del pagellone.

Da i vari debrifing che ho letto mi sono fatto un idea,magari sbagliata,ma la squadra dei cadetti aveva un "comandante" uno che prendeva le decisioni.

Sembra una cosa stupida,ma essere coordinati è una cosa fondamentale.

L'unica missione che ho fatto con i miei fidi compagni,Dimitri ci ha coordinato in maniera superlativa,semplificandoci il lavoro.

se la mia analisi è sbagliata vi prego di scusarmi.

Grazie a Sartore x il bellissimo debrifing.

a presto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ed infine la parola al vero eroe .... :s07:

 

si perchè nella vita bisogna scegliere signori:

 

ESSERE o NON ESSERE

OSARE o ASPETTARE

AGIRE o RIFLETTERE

MORIRE DA EROI o MORIRE sotto CORTE MARZIALE...

 

si perchè bisogna leggere fra le righe prima di dare dei giudizi... la storia insegna...

 

condivido il giudizio di ELIO, la ns tattica è stata perdente e si è visto dal risultato, con tutti i problemi sopracitati dal mio

compagno... lui non mi vedeva, Nè io dal posto di manovra con l'UDALOY ....era la medesima cosa, ...

ma non voglio tirare fuori delle scuse... abbiamo perso perchè molto probabillmente non abbiamo sfruttato tutto il potenziale delle due

unità di superficie, questo è indubbio, ma ed è questo il punto abbiamo tentato di raggiungere i ns obiettivi della partita, cosa

che la squadra avversaria ha totalmente tralasciato. Se fosse stata una partita in modalità SSO noi di sicuro non avremmo guadagnato punti,

ma altrettanto anche i ns avversari... difatti non si sono preoccupati di andare verso la base nemica, ma ci hanno aspettato e qui espongo i fatti:

 

TAVOLA I ORE 21.40 zulu

 

senzatitolo3oa7.jpg

 

Qui la squadra dei punisher in pratica si è fermata... certo la posizione vs è favorevole, ma va a scapito del raggiungimento dei vs obiettivi primari,

 

stando fermi 20 minuti cioè al momento dell'attacco

 

TAVOLA II ore 22.00 zulu

 

senzatitolo4to6.jpg

 

 

sia la squadra vs a Nord sia quella a Sud siete rimasti fermi ad aspettare.... ben venti minuti... altro che tattica vado avanti io e tu rimani ad aspettare...

questa tattica era rivolta solo ad uno scopo, quello di attaccare le ns unità... che attenzione... condivido in pieno, ma se avessimo fatto anche noi in questo modo ???? Come già detto da DVostrikov ????

E' in più avete poi lanciato a caso i vs TLAM verso la presunta posizione della ns base.... cosa che penso non si debba mai fare.... :s05:

potevamo fare benissimo anche noi così (troppo facile)....

 

...ma come detto all'inizio nella vita bisogna scegliere..... :s07:

 

A parte questa mia pura analisi della partita, mi son comunque divertito.... portare la DDG Udaloy mi affascina sempre di più, e con ELIO stiamo tentando

di aprire nuove strade nella modalità di utilizzo in "formazione" delle FFG e DDG, ci serve ancora tempo per affinare e studiare tattiche vincenti .....

di sicuro in modalità single i problemi di crash si riducono.... a proposito questo lo chiedo a chi ha hostato la partita.... ma i link erano attivati ?

Perchè dalla posizione del mio ELI, in teoria doveva "vedere" i missili in avvicinamento e quantomeno avvertici, cosa che non è successo, .... noi eravamo addirittura fermi... che controllavamo le sonoboe quando ci son arrivati i missili !!!!!.... difatti con i link disabilitati l'ELI è a mezzo servizio...

 

Alla prossima !!!! BANZAIIIIII

Share this post


Link to post
Share on other sites

Djmitri ha ragione... ho lanciato di tutto con una tattica normalmente suicida, ma come ho scritto nel mio debriefing l'unica speranza che avevo di uscire dalla brutta situazione in cui mi trovavo era quella di tenervi sotto pressione, sia psicologica che reale. :s30:

 

Il fatto di lanciare sulle soluzioni di tiro anche se non raffinate era parte di questa tattica: finchè sapevate che ero li a lanciare contro qualsiasi cosa si muovesse eravate in stallo al mio pari... per non parlare del fatto che a forza di lanciare alla fine una buona soluzione è arrivata! :s51:

 

Ho comunque evitato di lanciare siluri per non darvi un TIW ad un bearing preciso, utilizzando solo gli Stallion il cui transitorio di lancio è sicuramente rumoroso, ma mai tanto preciso quanto l'informazione di un TIW! :s01:

 

Per quanto riguarda la soluzione dello specchiato so che la procedura standard è quella che hai descritto... ci mancherebbe, ho fatto il corso base e l'avanzato con il DRAKKEN, vuoi che non me l'abbia spiegato? :s33:

 

Ma hai sperimentato anche tu in quale cavolo di scenario ci siamo trovati, ed ero quasi sicuro che se avessi droppato i contatti oppure deviato la rotta molto probabilmente non sarei più stato in grado di riagganciarli: ho preferito perciò mantenere i contatti affidandomi all'UUV, anche se con i risultati che abbiamo visto. :s12:

 

Comunque faccio tesoro dei tuoi consigli nella speranza di riuscire a comportarmi meglio nel corso dei nostri prossimi incontri. :s20:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites
ESSERE o NON ESSERE

OSARE o ASPETTARE

AGIRE o RIFLETTERE

MORIRE DA EROI o MORIRE sotto CORTE MARZIALE...

 

LA SETTA DEGLI IMMORTALS

La leggenda continua

Share this post


Link to post
Share on other sites
E' in più avete poi lanciato a caso i vs TLAM verso la presunta posizione della ns base.... cosa che penso non si debba mai fare....

 

Mah non è detto...io non confonderei i missili con i siluri. Nel caso di ieri sera è stato sì un lancio condotto non su bersagli predefiniti, ma l'area era stata delimitata parecchio ragionandoci un po' su...e infatti molti missili sono andati persi perchè

1) la naval base era sulla sponda sud anzichè su quella est

2) il command center era arretrato rispetto alla costa

 

Avendo concentrato il lancio di TLAm sulla costa est dell'ansa, e avendo danneggiato entrambi (ma non potevo sapere se tanto o poco) ho diretto lì anche i successivi lanci.

Comunque concordo sul fatto che sarebbe stato meglio marcare i bersagli a terra, ma le distanze erano troppo elevate rispetto al tempo di missione per poter avvicinarsi al punto da avere un contatto visivo di notte...noi avremmo dovuto percorrere circa 50 nm, e voi altrettanto. In due ore si poteva fare se si faceva una gara di corsa ma dovendo prima affrontarci a vicenda...era normale fermarsi per eliminare la minaccia di Daniel (tra l'altro ci ha attaccati lui...)diciamo che i lanci finali sono stati l'ultima spiaggia, approssimativa anche se comunque calcolata :s02: ma è infatti per questo che sono d'accordo quando si dice che sarebbe stata perfetta giocata sulle tre ore! :s20: :s20:

Edited by R.Hunter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hunter hai ragione, e tutto sommato la posizione del CC era anche favorevole!

 

il command center aveva infatti 6 DL e quindi poteva essere ovunque nell'isola! in questo caso era ottimale per voi; purtroppo non era favorevalo la DL del SAM site.

 

A parte ciò nella missione c'era un errore macroscopico nei tempi.

 

Concordo più nelle 3 ore che nelle 2,5 considerando lo scontro tra sub.

 

A parte ciò era abbastanza divertente.

 

Chiudo l'intervento ed invito tutti ad esprimere un'opinione, un'idea, un consiglio o un' adesione alla missione in fase di allestimento e di cui ho parlato sopra.

 

elio

 

PS: naturalmente ci si aspetta che chi dà l'adesione poi rispetti l'impegno!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma ed è questo il punto abbiamo tentato di raggiungere i ns obiettivi della partita, cosa

che la squadra avversaria ha totalmente tralasciato. Se fosse stata una partita in modalità SSO noi di sicuro non avremmo guadagnato punti,

ma altrettanto anche i ns avversari... difatti non si sono preoccupati di andare verso la base nemica, ma ci hanno aspettato e qui espongo i fatti:

 

TAVOLA I ORE 21.40 zulu

 

senzatitolo3oa7.jpg

 

Qui la squadra dei punisher in pratica si è fermata... certo la posizione vs è favorevole, ma va a scapito del raggiungimento dei vs obiettivi primari,

 

stando fermi 20 minuti cioè al momento dell'attacco

 

Ma scusa Marco, se sono stati fatti dei calcoli su possibili zone di incontro e/o vostra rotta io trovo normale che uno si fermi per ascoltare, magari da una nave puoi usare boe, eli, etc e tenere una velocità alta, ma ti ricordo che un sub non può superare i 12 nodi per sperare di sentire ancora qualcosa e solo con il rimorchiato...

E personalmente non mi lancerei mai in una corsa folle frontale contro 2 navi, dato che siete stati individuati...

che comunque nella tavola sopra si può ben vedere come la coppia a sud si sia fermata e voi siate già a portata si sonar... avere una soluzione e lanciare in 20 minuti mi sembra un ottimo tempo... altrochè, chiaro che ci siano degli obiettivi da rispettare ma se poi lo stretto è pieno di siluri e c'è un sub nemico, trovo difficile prendere la decisione di navigarci dentro.

 

Al contrario si può ben vedere sopra, che io e Hunter siamo ancora belli a manetta ed anche Daniel ma a nostra differenza lui è coperto dall'isola noi no, quindi mi sento di prenderci il merito della scelta tempistica giusta ed aver rallentato proprio mentre il sub nemico scollinava, e non a velocità folle ma in ascolto pure lui, fortuna (o bravura?) nostra che abbiamo rallentato nel momento giusto, se non avesse lanciato l'UUV non saremmo rimasti fermi a lungo ed avremmo proseguito a staffetta, ma dato che sapevamo che c'era un sub nemico prima si affonda e poi si prosegue, non ci si naviga contro a 35nodi :s17:

 

TAVOLA II ore 22.00 zulu

 

senzatitolo4to6.jpg

 

 

sia la squadra vs a Nord sia quella a Sud siete rimasti fermi ad aspettare.... ben venti minuti... altro che tattica vado avanti io e tu rimani ad aspettare...

questa tattica era rivolta solo ad uno scopo, quello di attaccare le ns unità... che attenzione... condivido in pieno, ma se avessimo fatto anche noi in questo modo ???? Come già detto da DVostrikov ????

E' in più avete poi lanciato a caso i vs TLAM verso la presunta posizione della ns base.... cosa che penso non si debba mai fare.... :s05:

potevamo fare benissimo anche noi così (troppo facile)....

 

...ma come detto all'inizio nella vita bisogna scegliere..... :s07:

 

 

Secondo me potevate cercare di fare meno casino e farvi 4 calcoli pure voi, a nord si sentono TIW, a sud 2 navi, ovvio che si rallenta e si spara... e si cerca di farsi individuare il meno possibile...

Se non vi avessimo individuati avremmo fatto moolto più rumore, proseguendo la corsa, ed avreste avuto la possibilità di attaccare per primi voi magari...

Share this post


Link to post
Share on other sites

questo potrebbe essere il nuovo scenario.

 

nessuna anticipazione oltre a ciò che è stato detto in precedenza.

 

PREGO CONFERMARE POSSIBILITA' DI UTILIZZARE LWAMI 3.09 ENTRO 2 GIORNI IN CASO CONTRARIO VADO CON AT3.

 

Questa volta scenario con nomi geografici di fantasia.

 

vedi scenario

Edited by eliosurf

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ Truffa... :s36: :s04: :s03:

 

Umberto, come già detto ti do ragione per una tattica che avesse lo scopo principale di affondare i sub nemici...

ma noi siamo andati avanti velocemente (lo puoi vedere mettendo a confronto le due mappe) perchè l'obiettivo principale era attaccare entro

due ore gli obiettivi principali... correndo il richio di essere rilevati (come è successo) o permettere a qualche tuo compagno di arrivarci.

Poi è come dici tu questione di bravura e anche di fortuna fermarsi nel momento giusto per ascoltare... ma 5 o 10 minuti...

ci potevamo fermare anche noi... e andare a 5 nodi, dalle 21.40 in poi.... con il risultato sicuro di non essere rilevati ma altresì di non raggiungere

al 1000% la base nemica.

In pratica la stessa situazione della vs partita precedente... è vero potevate andare molto lenti ma con la certezza di non completare gli obiettivi della missione.

 

Comunque se fossi stato con un sub avrei fatto esattamente come voi.... :s03: :s03: :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ Drakken

 

Ho rifatto i conti...per arrivare ad avere un contatto visivo con la vostra base (10 nm dalla costa) avremmo dovuto (passando a nord di Sao Jorge), fare circa 60-63 nm. Un 688i fa al massimo 33 nodi, il che significa in 2 h 66 nm. Non rimaneva il tempo nemmeno per impostare i TLAM e fare il lancio...figurarsi se si trovava resistenza! Tant'è vero che nel briefing prima della missione avevo scritto che per noi, senza un ricognitore aereo, la missione sarebbe stata impossibile...mentre per voi l'unica speranza (eliminto il p3c) era affidarsi al rilevamento degli elicotteri, ma questo significava comunque esporre a grossi rischi le unità navali, com'è successo. Lo spostamento delle basi ha sicuramento aiutato ma non ha risolto il problema.

Alla fine il lancio dei TLAM così com'è stato effettuato credo fosse davvero l'unico modo per riuscire a vincerla...se alla fine avessimo avuto anche il secondo 688i forse ce la facevamo in pieno... :s02:

 

@ Eliosurf

 

Bello lo scenario! Per curiosità dove si trova? Io dovei esserci, ma non ho ancora scaricato la 3.09, vedo se riesco a farlo nel week-end!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il briefing diceva:

 

l'obiettivo è distruggere la base navale, il command center e le unità nemiche.

 

Ovviamente sarebbe stata una pazzia se saremmo andati a 35 nodi verso la base, senza ascoltare minimanete...l'unica speranza era fare in questo modo: eliminare tutti le unità nemiche e poi diregersi verso la vostra base e radere tutto al suolo.

 

Non vedo altre possibili tattiche.

 

 

@ Elio: il libro scommetto che è Seawolf? :s10: :s20:

 

Lo sto leggendo pure io e ti dirò di più, volevo farci una missioncina...Ma mi hai preceduto :s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ Elio... spero di finire di assemblare il PC per tempo.... mi deve arrivare il case ASUS... ho tutto e mi manca quello... porca miseria...

il mio l'ho venduto e lo devo consegnare domenica... perciò per un pò sarò off-line... la partita è per giovedi ????

 

comunque il nuovo PC .... :s10:

 

CASE ASUS

MB ASUS chipset AMD700

CPU AMD PHENOM X3 Black Edition

4 GB DDR2 Corsair XMS 800mhz dualchannel

HD Seagate Barracuda 500GB Sata II 32mb cache

DVDRW Asus Sata DL LS

SK VIDEO ATI-Sapphire HD3870 512MB DVI Ultimate

Monitor LCD 22 wide ASUS Full HD DVI -HDMI

 

ovviamente tutto overclockato al massimo.... se in questi giorni sentite una scossa di terremoto da Piacenza...

be sarà la prima accensione del mostro.... :s07: :s03: :s68:

 

 

EDIT: Ho scaricato la Lwani 3.09... perciò per me va bene... però visto che non c'è l'Udaloy pilotabile, mi prenoto per il mio KABAN... :s15:

(tremate gente... :s07: THE MITO RETURNS) :s07:

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites

OK per LWAMI 3.09. :s51:

 

Come avevo preannunciato,

al prossimo giro io e DVostrikov ci prenderemmo il P3-Orion... sono sicuro che Danijl sarà d'accordo! :s02:

 

PS: al primo incontro si festeggia sia il nuovo PC del MITO sia il mio passaggio a Comune di 1a classe... pulizia della tolda addio: adesso questo marinaio è passato a pelar patate in cucina, ma ora almeno è al coperto! Oste, da bere per tutti... e via con i festeggiamenti ed il balletto delle brasiliane: pè pè perepè pè, pè pè perepè pè... :s53:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

LWAMI 3.09 is running normally! :s02:

 

Beh insomma quasi normally...se sullo jsmge attivo LWAMI 3.09 non si attiva un bel niente (versione base), mentre se attivo la LWAMI_Mod ecco la 3.09 :s68: !!!

A parte questo all OK! :s20: :s20: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

e' uno scherzo che ha fatto pure a me, dev'essere perchè sovrascrive i file... Infatti ho tolto tutto, rimesso il lwami 3.08 la cui cartella ho rinominato come "lwami_mod_308" e reinstallato il 3.09: l'installer del 3.09 mi ha infatti creato una cartella chiamata "lwami_mod"!! dico io.. ma se tu mi fai un mod nuovo.. perchè mi usi una cartella chiamata come il mod vecchio??? comunque adesso avendoli rinominati, ho sia il 3.08 che il 3.09

Share this post


Link to post
Share on other sites
@ Eliosurf

 

Bello lo scenario! Per curiosità dove si trova? Io dovei esserci, ma non ho ancora scaricato la 3.09, vedo se riesco a farlo nel week-end!

 

Dove si trova non ha importanza questa volta perchè i nomi delle isole saranno di fantasia come pure l'avventura.

 

(giusto per curiosità dico che lo scenario è stato estratto dalle filippine anche se nella missione la location è di pura fantasia)

 

A proposito della LWAMI 3.09, io l'ho installata senza il minimo problema.

 

a proposito della missione:

 

per la side Defender si consigliano unità di superfice o unità diesel/elettriche

 

per la side Attack si consigliano unità sub d'attacco e unità aeree.

 

a presto

 

elio

Share this post


Link to post
Share on other sites
A proposito della LWAMI 3.09, io l'ho installata senza il minimo problema.

 

 

Elio, il problema che alcuni hanno avuto è perchè molti di noi avevano la vecchia versione del LWAMI, la 3.08 appunto, dove il nome della cartella del mod, ha lo stesso nome della 3.08 (LWAMI Mod).

 

Francesco ti consigli di cancellare le cartelle del lwami e rimettere il nuovo, per evitare casini... :s14:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,288
    • Total Posts
      510,036
×