Jump to content
Sign in to follow this  
malaspina

Foto Di Navi In Disarmo

Recommended Posts

Comandanti,

voglio inaugurare questa serie per me molto affascinante.

La foto che posto è stata estratta da una diapositiva: purtroppo il risultato non è eccezionale con parziale sfocatura dell'immagine.

Rimane lo stesso il fascino che emanano queste unità oramai dismesse, violate nella loro intimità prima di essere "affettate".

 

Qui ritratto lo scafo violato del povero Quarto, nave non certo ben riuscita, ma non per questo meno amata dai suoi equipaggi.

La foto risale alla fine degli anni '80 nell'arsenale di La Spezia ai limiti del compensorio militare verso Cadimare.

 

quartoxn4.jpg[/url

(Foto: Moreno Ceppatelli)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contribuisco anch'io:

Nave Cavezzale in disarmo alla Spezia, nell'estate del 2004.

immagine2ft1.png

(Foto M. Brescia)

Edited by Alagi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Salgàri

SS Lane Victory,varato nel 1945 a Los Angeles,fotografato a Los Angeles il 5 Gennaio 2008.

oggi nave museo.

 

sslanevictoryzn4.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le foto del Quarto sono impressionanti.

 

Contribuisco anch'io:

Nave Cavezzale in disarmo alla Spezia, nell'estate del 2004.

immagine2ft1.png

(Foto M. Brescia)

 

Il Cavezzale è ancora in attesa di demolizione o è già stata demolito?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Continuo con altri scatti di questa serie:

 

dsc0113xn5.jpg

(Foto: Moreno Ceppatelli)

Gli scafi dell'ex incrociatore Duilio e una fregata classe Bergamini, in disarmo a Spezia il 19 marzo 1994. Quest'ultima unità utilizzata per verifica danni all'esplosione limitrofa di munizionamento. Infatti come si può notare lo scafo è leggermente danneggiato.

 

duilioya8.jpg

(Foto: Moreno Ceppatelli)

Altra immagine dell'ex Duilio nel 1997 sempre a La Spezia. Dietro di lui è visibile il rifornitore di squadra Vesuvio affiancato al molo della Varicella.

 

saurosp210707yf4.jpg

(Foto: Moreno Ceppatelli)

L'ex Sauro ormeggiato alla banchina sommergibili della caserma Scirè a Spezia nel 2008.

 

moc1024tq8.jpg

(Foto: Moreno Ceppatelli)

L'ultima Moto Officina Costiera che era rimasta nella MM, la MOC 1204, da poco disarmata nel novembre 2008 ormeggiata alla "Baia di Assab" nell'arsenale spezzino dove ha trascorso immobile una ventina d'anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cavezzale[/i] è ancora in attesa di demolizione o è già stata demolito?

 

Il buon Pietro Cavezzale se non erro è dal 2000 che è stato "affettato" in un cantiere della Turchia.

In rete mi ricordo di aver visto una foto sua e dell'ex Mirto, in triste pellegrinaggio verso il cantiere di demolizione, ma purtroppo non sono riuscito a rintracciarla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il buon Pietro Cavezzale se non erro è dal 2000 che è stato "affettato" in un cantiere della Turchia.

In rete mi ricordo di aver visto una foto sua e dell'ex Mirto, in triste pellegrinaggio verso il cantiere di demolizione, ma purtroppo non sono riuscito a rintracciarla.

 

Grazie Moreno.

 

Forse ne avevamo parlato un avolta anche qui. O magari si trattava di una fregata? :s14:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che l' "affettamento" del Cavezzale sia successivo al 2004, dato che la foto che ho postato risale al giugno di quell'anno... :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Garibaldi in una foto di Guido Alfano, mi pare sel 1978.

v175avr3.png

 

L'Orne a Tolone nel 1966 in una foto di Giorgio Ghiglione.

v176aef6.png

 

La Loch Scavaig a Genova da Giorgio Ghiglione nel 1959. Sembrerebbe una fregata francese.

v177aze9.png

Se Malaspina è daccordo continuerei anche con le unità straniere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che tristezza vedere il Sauro in quelle condizioni....ma la foto l'hai scattata durante la francigia ligure?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il buon Pietro Cavezzale se non erro è dal 2000 che è stato "affettato" in un cantiere della Turchia.

In rete mi ricordo di aver visto una foto sua e dell'ex Mirto, in triste pellegrinaggio verso il cantiere di demolizione, ma purtroppo non sono riuscito a rintracciarla.

 

:s55: Buonasera a Tutti!

 

Fui io a postare quella foto del CAVEZZALE e del MIRTO avviati alla demolizione (aprile 08?). Inoltre la fregata affiancata al DUILIO è il MARGOTTINI usato per dei tests balistici. Ricordo di aver visto altre foto della nave dopo tali "maltrattamenti", e Ti posso dire che i danni sul lato dritto eran molto più gravi ed evidenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se Malaspina è daccordo continuerei anche con le unità straniere.

 

 

Ai voglia di metter navi straniere. Non so voi, ma a me affascinano più le navi in disarmo che operative.

Alcuni mi definiscono "necrofilo navale"!

 

Che tristezza vedere il Sauro in quelle condizioni....ma la foto l'hai scattata durante la francigia ligure?

 

 

No, successivamente dalla famosa curva per Riomaggiore da dove si vede tutto l'arsenale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
:s55:

 

Ricordo di aver visto altre foto della nave dopo tali "maltrattamenti", e Ti posso dire che i danni sul lato dritto eran molto più gravi ed evidenti.

 

Ho altre foto del Margottini, ma purtroppo tutte del lato sinistro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Effettivamente questo topic è molto interessante concordo con C.te Malaspina, penso che ogniuno di noi si sia chiesto che fine abbia fatto il naviglio in disarmo, se è stato demolito o se è stato ahime ..... usato come bersaglio, quindi spero che questa discussione sia implimentata il più possibile. Grazie a tutti voi per il materiale postato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancora qualche unità in disarmo:

 

dscf7919gf2.jpg

w602.png

(Foto: Moreno Ceppatelli)

La ex fregates anti-sous marine de la Marine Nationale Duguay Trouin, nel Penfeld a Brest nell'agosto 2006, ai lavori per essere preparato a "lame-brize". Attualmente svogle questo ruolo di fronte all'Ecole Navale di Brest.

 

dsc0054ag8.jpg

w800.png

(Foto: Moreno Ceppatelli)

Lo scafo probabilmente un ex dragamine, abbandonato in un angolo dell'arsenale di Tolone,

Agosto 2008.

 

barcaostrichesg5.jpg

(Foto: Moreno Ceppatelli)

Camaret sur Mer, Bretagna, agosto 2008.

Da quelle parti ho notato che usa abbandonare semi affondate le vecchie imbarcazioni usate per la pesca delle ostriche fino a che non sono disfatte. Vi garantisco che sono di un fascino unico.

 

sp27dic06fi0.jpg

(Foto: Moreno Ceppatelli)

L'ex Alpino nell'arsenale di La Spezia nel 2006.

Share this post


Link to post
Share on other sites
La Loch Scavaig a Genova da Giorgio Ghiglione nel 1959. Sembrerebbe una fregata francese.

v177aze9.png

 

Se non fosse per la sigla ottica, anch'io l'avevo presa per francese. Intorno agli anni cinquanta questa marina, ha avuto un ristretto numero di unità con la sigla ottica F 6.. .

Si tratta invece della ex fregata inglese classe Loch, precisamente la Loch Ruthven demolita nel 1963.

Share this post


Link to post
Share on other sites

01vesuvio15set7701ub3.jpg

02vesuvio15set7702so7.jpg

03vesuvio01xs1.jpg

il "Vesuvio" ormeggiato sotto il ponte di Punta Penna a Taranto; mi mancano le date di disarmo e radiazione

 

04rizzo22ott84b14607uu0.jpg

05rizzo22ott84b14608zb4.jpg

06rizzo22ott84b14614ne5.jpg

lo scafo del "Rizzo" viene rimorchiato in bacino probabilmente per un ispezione alla carena prima di essere traferito al

cantiere di demolizione radiazione: 30 settembre 1982 mi manca la data del disarmo

 

07bafile1969do8.jpg

il "Bafile" radiazione: 31 maggio 1988 mi manca la data del disarmo

 

08impavido26ott94d22016od3.jpg

09impavido26ott94d22017zd6.jpg

l' "Impavido" ormeggiato sotto il ponte di Punta Penna in attesa di essere trasferito al cantiere di demolizione

disarmo: 4 luglio 1992 radiazione: 31 agosto 1994 oppure 14 novembre 1994

 

10storione1956007copyre8.jpg

 

gradirei avere informazioni riguardo data di disarmo e radiazione ti tutte le unità di questa classe

grazie BUFFOLUTO

Edited by BUFFOLUTO

Share this post


Link to post
Share on other sites

Orpo che tristezza però... Non tanto per le navi "vecchie" (Duilio, Garibaldi; era impensabile che continuassero a sopravvivere al passare del tempo), quanto per quelle "nuove" tipo Sauro & Co... Sempre meno navi :s06: :s06:

E pensare che ci furono anni di opulenza ( senza per forza andare a scavare negli anni '30) in cui erano in linea ben 4 incrociatori tra Doria, Duilio, Garibaldi e Vittorio Veneto; anni che non torneranno mai più...

 

Incrociatore_Giuseppe_Garibaldi_tra_gli_incrociatori_Andrea_Doria_e_Caio_Duilio.jpg

 

Vittorio_Veneto_C550.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'altra immagine del Margottini alla Spezia, datata 11.3.1995 (a fianco l'ex Vischio). All'epoca l'unità era utilizzata come bersaglio: si notino i quadrati bianchi e neri sulla fiancata.

immagine1dd0.png

(Foto M. Brescia)

 

Da qualche parte ho una foto a colori della nave (donatami dal padre di un amico che all'epoca lavorava al SACLANTCEN della Spezia) durante le prove con esplosivi, missili e siluri vari. Devo solo recuperarla: essendo di grandi dimensioni, sta in un raccoglitore nel box insieme ad altre immagini dalle dimensioni analoghe...

Edited by Alagi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto molto belle anche se mettono un po' di tristezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Da qualche parte ho una foto a colori della nave (donatami dal padre di un amico che all'epoca lavorava al SACLANTCEN della Spezia) durante le prove con esplosivi, missili e siluri vari. Devo solo recuperarla: essendo di grandi dimensioni, sta in un raccoglitore nel box insieme ad altre immagini dalle dimensioni analoghe...

:s02: Come questa ?

 

11keafo.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
:s02: Come questa ?

 

11keafo.jpg

 

...quindi presumo che il Margottini sia stata l'ennesima vittima delle prove armamenti, presumo sia in fondo al mare.

Comunque anche se è una frase oramai sfruttata.....fà tristezza vedere le condizioni di queste navi che ricordo al massimo splendore, in visita ad Ancona o quando ero a Taranto in MM.

Share this post


Link to post
Share on other sites
:s02: Come questa ?

 

11keafo.jpg

 

SI!!! :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites
:s02: Come questa ?

 

11keafo.jpg

 

 

SPETTACOLO!

Bella quest'immagine, è tua o ti sei dimenticato di inserire i crediti della foto?

Hai notizie se la nave è affondata in seguito a quell'esplosione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
...quindi presumo che il Margottini sia stata l'ennesima vittima delle prove armamenti, presumo sia in fondo al mare.

Comunque anche se è una frase oramai sfruttata.....fà tristezza vedere le condizioni di queste navi che ricordo al massimo splendore, in visita ad Ancona o quando ero a Taranto in MM.

 

Sì, hai perfettamente ragione: fa tristezza vedere queste navi in così critiche condizioni, quan do invece le ricordi in piena attività brulicanti di marinai.

Però devo confessarti che preferisco vedere così la fine di una nave da guerra, che tristemente profanata dalla fiamma ossidrica di un anonimo cantiere di demolizione.

Secondo me è più onorevole come fine per un unità da guerra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
11keafo.jpg

 

Ricordo di aver fotografato il MARGOTTINI il 19/3/1999: era a Marinarsen SP in quella zona più vicino a Cadimare insieme ad altre navi radiate. Questo mi fa pensare che la nave non sia affondata dall' esplosione di cui sopra. Inoltre i danni visibili nella foto del post n°6 di MALASPINA credo che sian stati arrecati nella medesima occasione. Insomma non credo che questa esplosione abbia portato all' affondamento della nave. A tal proposito sarebbe interessante sapere se la portelleria stagna del MARGOTTINI fosse chiusa per un maggior realismo della prova.

 

Anni fa sulla R.M. apparve una foto della Nave App. Inc. APE colpita da un missile nella zona immediatamente a proravia della plancia. Quella sì che era una foto impressionante: il missile aveva causato un enorme squarcio nell' opera morta dentro il quale era "precipitato" tutto il blocco plancia. Non ho altre notizie, ma a mio parere quella volta l' APE è finito in fondo al mare. P.S. Tempo fa il Frà ALAGI mi aveva promesso di postare una foto... :s43: :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ricordo di aver fotografato il MARGOTTINI il 19/3/1999: era a Marinarsen SP in quella zona più vicino a Cadimare insieme ad altre navi radiate. Questo mi fa pensare che la nave non sia affondata dall' esplosione di cui sopra. Inoltre i danni visibili nella foto del post n°6 di MALASPINA credo che sian stati arrecati nella medesima occasione. Insomma non credo che questa esplosione abbia portato all' affondamento della nave. A tal proposito sarebbe interessante sapere se la portelleria stagna del MARGOTTINI fosse chiusa per un maggior realismo della prova.

 

Anni fa sulla R.M. apparve una foto della Nave App. Inc. APE colpita da un missile nella zona immediatamente a proravia della plancia. Quella sì che era una foto impressionante: il missile aveva causato un enorme squarcio nell' opera morta dentro il quale era "precipitato" tutto il blocco plancia. Non ho altre notizie, ma a mio parere quella volta l' APE è finito in fondo al mare. P.S. Tempo fa il Frà ALAGI mi aveva promesso di postare una foto... :s43: :s01:

 

 

E' vero, riguardando la mia foto del Margottini affiancato al Duilio, si vede perfettamente tutta la sovrastruttura del blocco plancia collassato su se stesso. Evidente conseguenza di quel colpo ricevuto a bordo.

Lo scafo invece pare in ottime condizioni di galleggiabilità, quindi almeno per ora si esclude che la nave sia colata a picco.

 

Sarebbe interessante sapere il tipo di munizionamente con cui è stata colpita. Escludo materiale missilistico, in quanto i danni causati da questo tipo d'arma, come accennato sopra da Alfabravo59, sono molto più devastanti, se non letali su di uno scafo di quelle dimensioni.

 

Lo volete sapere una pazzia: se fosse stato possibile avrei voluto essere a bordo nel momento dell'impatto, possibilmente in un locale ad estrema prora/poppa per sentire l'effetto che fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

spero di non ricordare male, ma fu impiegato un missile teseo per quel test.

test che non era finalizzato a testare le capacita della testa in guerra ma altre apparecchiature del missile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
spero di non ricordare male, ma fu impiegato un missile teseo per quel test.

test che non era finalizzato a testare le capacita della testa in guerra ma altre apparecchiature del missile.

 

 

Scusa ma dalle foto di altre navi colpite da missili simili, mi sembrava che avessero lasciato un segno più tangibile. (scafi spezzati in due)

Probabile che l'ordigno sia stato indirizzato in alto della sovrastruttura e quindi parte della potenza distruttiva si è sfogata dove non c'era scafo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Evidentemente se il test era indirizzato a provare le apparecchiature di volo del missile e simli potrebbe essere plausibile il voler provare a colpire un punto più difficile dello scafo... quindi si spiegherebbe il perchè del colpire le strutture... comunque la mia ignoranza è tale che potrei aver detto una fesseria sentendomi intelligente

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scusa ma dalle foto di altre navi colpite da missili simili, mi sembrava che avessero lasciato un segno più tangibile. (scafi spezzati in due)

Probabile che l'ordigno sia stato indirizzato in alto della sovrastruttura e quindi parte della potenza distruttiva si è sfogata dove non c'era scafo.

 

 

Evidentemente se il test era indirizzato a provare le apparecchiature di volo del missile e simli potrebbe essere plausibile il voler provare a colpire un punto più difficile dello scafo... quindi si spiegherebbe il perchè del colpire le strutture... comunque la mia ignoranza è tale che potrei aver detto una fesseria sentendomi intelligente

 

Non mi intendo di missilistica e poi penso che certe cose siano riservate, ma a mio parere il sistema di guida di un missile A/N indirizza l'arma più verso un punto in mezzo al mare che ad una specifica parte di esso. Il fatto che un missile A/N colpisca sempre o quasi nella zona delle sovrastrutture (plancia, tralicci, fumaioli ecc) è perchè questa presenta una maggior superficie radar riflettente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

confesso di non essere molto confidente con i missili. però un missile non credo arrivi a spezzare in due una nave come invece puo fare un siluro. il test della foto, pero, che mi sembra ricordare fosse indirizzato a testare dei sistemi di guida o cose simili, non doveva verificare la capacita distruttiva del missile. per questo ritengo che la carica esplosiva non ci fosse o fosse minima e i danni siano frutto del semplice impatto e dell'incendio del carburante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
confesso di non essere molto confidente con i missili. però un missile non credo arrivi a spezzare in due una nave come invece puo fare un siluro. il test della foto, pero, che mi sembra ricordare fosse indirizzato a testare dei sistemi di guida o cose simili, non doveva verificare la capacita distruttiva del missile. per questo ritengo che la carica esplosiva non ci fosse o fosse minima e i danni siano frutto del semplice impatto e dell'incendio del carburante.

 

Quoto la tua opinione sul siluro Dir., però, tempo fà, vidi una sequenza di foto di una nave bersaglio francese colpita da un exocet mm40, a dir poco impressionante! la testa del missile aveva sfondato sopra la linea di galleggiamento era penetrata poi è esplosa, è vero la nave non si è spezzata in due ma è andata a picco in pochi minuti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

31 OTTOBRE 2008

ULTIMO AMMAINA BANDIERA DI NAVE "BASENTO" E DELLA "M.O.C. 1201"

disarmo0001copykb5.jpg

moc12011945003x310865cowq5.jpg

LA M.O.C. 1201 VA IN DISARMO DOPO 63 ANNI DI SERVIZIO

Edited by BUFFOLUTO

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su RID è apparsa la notizia che "una cisterna per acqua in disarmo dall'ottobre scorso" verrà ceduta all'Ecuador. Qualcuno potrebbe confermare se si tratta della MOC 1201?

Edited by brin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente no. la moc è una motofficina costiera.

Se si parla di cisterne per acqua, probabilmente si riferisono alla classe Bradano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sicuramente no. la moc è una motofficina costiera.

Se si parla di cisterne per acqua, probabilmente si riferisono alla classe Bradano.

 

Infatti ho sbagliato a scrivere... :s03: :s68: :s68: :s68:

 

Mi riferivo alla Basento non alla MOC. E pare sia proprio la Basento, dato che si parla di unità portacqua disarmata il 31 ottobre...credo sia proprio lei...

 

19. Il Ministero della difesa e' autorizzato a cedere, a titolo gratuito, alle Forze armate dell'Ecuador il galleggiante ex unita' navale ausiliaria portaacqua in disarmo dal 31 ottobre 2008.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Infatti ho sbagliato a scrivere... :s03: :s68: :s68: :s68:

 

Mi riferivo alla Basento non alla MOC. E pare sia proprio la Basento, dato che si parla di unità portacqua disarmata il 31 ottobre...credo sia proprio lei...

 

 

 

Probabile che sia il Basento...ma se è sempre funzionale per una marina estera, a noi non avrebbe fatto ancora comodo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Probabile che sia il Basento...ma se è sempre funzionale per una marina estera, a noi non avrebbe fatto ancora comodo?

 

Giusta considerazione, specie in questi tempi di "vacche magrissime"!

 

Mi sa tanto che la M.M. abbia "abdicato" al proprio compito di rinfornimento idrico delle isole in favore dei privati. Mi risulta, infatti, che la ns Marina non abbia più navi porta acqua di medie dimensioni.

Edited by Alfabravo 59

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi sa tanto che la M.M. abbia "abdicato" al proprio compito di rinfornimento idrico delle isole in favore dei privati.

 

Il rifornimento idrico delle isole minori è uno dsei compiti storici affidati alla Marina sin dal 1860, però penso che nel quadro odierno sia uno dei servizi che, al pari della gestione dei fari e segnalamenti, potrebbero essere benissimo passati ad altra Agenzia, Guardia Costiera o Protezione Civile che sia, oppure alle stesse regioni che usufruiscono dell'attività di queste navi.

 

Probabile che sia il Basento...ma se è sempre funzionale per una marina estera, a noi non avrebbe fatto ancora comodo?

 

Da notare che gran parte delle cisterne disarmate in questi ultimi anni sono andate a Marine estere, come Piave e Simeto cedute se non erro a Tunisia ed Algeria.

 

Giusta considerazione, specie in questi tempi di "vacche magrissime"!

 

Mi risulta, infatti, che la ns Marina non abbia più navi porta acqua di medie dimensioni.

 

Al momento dovrebbero rimanere in servizio unicamente Ticino e Tirso, oltre alla Bormida.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ticino[/i] e Tirso, oltre alla Bormida
Edited by Alfabravo 59

Share this post


Link to post
Share on other sites

ATTENZIONE! ANNULLO mio post n° 44. (ho fatto un pò di casino!) Volevo dire che le porta acqua citate da BRIN nel Suo post n° 43 sono così piccole che possono espletare compiti poco più che portuali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ATTENZIONE! ANNULLO mio post n° 44. (ho fatto un pò di casino!) Volevo dire che le porta acqua citate da BRIN nel Suo post n° 43 sono così piccole che possono espletare compiti poco più che portuali.

 

Anche Ticino e Tirso? Sono unità da quasi 2000 tonnellate. La Bormida è da 700. L'unica cisterna veramente grande era la Piave, oltre 5 mila tonnellate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

:s55:

Anche Ticino e Tirso? Sono unità da quasi 2000 tonnellate. La Bormida è da 700. L'unica cisterna veramente grande era la Piave, oltre 5 mila tonnellate.

 

:s55: Buonasera a Tutti!

Sì, brin, hai ragione: le prime due son più grandi e comunque il loro numero è insufficiente per il rifornimento idrico delle ns Isole.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le isole sono ormai tutte asservite da un dissalatore e manetnere le navi per un servizio di stand by mi sembra davvero eccessivo, specie in questi tempi di vacce magre....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Le isole sono ormai tutte asservite da un dissalatore e manetnere le navi per un servizio di stand by mi sembra davvero eccessivo, specie in questi tempi di vacce magre....

 

Giusto. In ogni caso per me resta un compito da affidare più allla Guardia Costiera che alla Marina, e una delle classiche voci "improprie" che pesano sul bilancio della Difesa...

Edited by brin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,451
    • Total Posts
      513,872
×