Jump to content
Sign in to follow this  
DVostrikov

Debriefing ~ *** Firefox ***

Recommended Posts

Della serie: stavolta ci hanno suonati. :s68: :s68:

 

Ed ecco a voi...

 

IL PAGELLONE

 

Drakken (Udaloy)

 

Sperimenta per la prima volta la fregata e sembra un marinaio di lungo corso. Naviga naviga e alla fine trova pure il tempo di di freddare la Perry azzoppata per il crash di Eliosurf. Uomo che spara sulla croce rossa Voto: 7

 

Simonov (lada)

 

Attorno a lui il mondo sta cambiando, le flotte si scontrano, i firefox passano, e lui imperturbabile si fa cullare dalle onde.

I servizi segreti sostengono stesse facendo una partita a risiko con l'equipaggio. Purtuttavia porta a casa la missione, chiamala tattica, chiamala come vuoi...alla fine resta a galla Iceberg Voto: 6

 

Dvostrikov (Akula n. 1)

 

Fa una sola cosa durante tutta la missione, lanciando i suoi siluri contro il seawolf, ma è quella determinante perchè manda in palla le manovre evasive degli yankee e dà la possibilità a Truffa di colpire. Ricorda quei goleador che non toccano palla per tutta la partita e alla fine segnano sempre. Totò Schillaci. Voto: 7

 

Truffa/Sertore (Akula n. 2)

 

Quando si dice giocare pesante...il duo sta perdendo l'occasione di raggiungere il seawolf, e invece di affannarsi in improbabili rincorse tira fuori il portafoglio e spande bigliettoni a destra e a manca. Punta forte alla roulette e sbanca, mandando in crisi prima e affondando poi il seawolf e dimostrando che, a volte, se li butti ti tornano indietro con gli interessi. Naomo Voto: 10

 

Maxmin (Ula)

 

Poteva o difendere la Perry, o venire in aiuto del SW...decide di non fare nessuna delle due cose, naviga a 5 nodi e si gode la giornata. Alla fine salva la pellaccia ma contribuisce alla disfatta yankee. Ha l'akula di Truffa a 27 miglia e chiede la sua posizione un'infinità di volte...si spera sempre che arrivi e invece non arriva mai. Godot Voto: 4

 

Goldorak/Eliosurf (Perry)

 

Hanno il compito di pattugliare l'inutile area in cui galleggia :s03: il Lada e in cui si sta avventando il Drakken. Col senno di poi dovevano lasciar stare e venire a nord, ma col senno di poi son bravi tutti. Perchè prima che potessero fare niente, ecco il solito crash che blocca la manovra. Ovviamente nella direzione sbagliata. Poi Drakken affonda Goldorak superstite.

Posseduti dalla rete Voto: 6

 

Hunter/Steeljackal (seawolf)

 

Fanno tutto bene finchè l'attacco russo li mette in difficoltà quando manca tanto così da portare a casa la missione. E lì il buon Hunter ha la geniale idea di mettersi a fare i balletti contro 5 siluri invece di contattare subito 'sto accidenti di firefox e tagliare la corda. Che magari emergendo nel ghiaccio non venivamo neanche agganciati dai siluri. Sono errori che si pagano, e salati! I ballerini di Amici Voto: 4

 

:s03: :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che dire, per cominciare chiedo perdono io per il mio DW che crashando ha costretto tutti ad una ripartenza.

 

Quei ultimi 5 minuti sono stati di fuoco. Riceviamo il messaggio del firefox, ma abbiamo 4 siluri che ci pingano e non capiamo se dobbiamo emergere subito e emettere con il radar o attendere 40 minuti che il firefox sia in zona. Pensare in queste condizioni non è semplice, ho il sonar di intercettazione attiva che è tutto illuminato come un'albero di natale e i siluri stanno dando un concerto di musica dodecafonica e futurista firmata Balla insieme, stento a sentire i miei stessi pensieri.

E poi boom.

 

E dopo il pagellone direi che ci vuole il moviolone e chiediamo anche la moviola in campo (Copyright Biscardi) :s03:

Edited by steeljackal

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me dispiace dirlo ma non posso concedere la vittoria al drakken.

Ce' un diffetto enorme come una casa nella missione, e questa mattina ho voluto testare di nuovo le distanze per averne la conferma.

La fregata come sapete riesce ad avere il controllo remoto dell'elicottero fino a 18-20 nm. L'udaloy 2 (e questo lo potete testare in una missione ad hoc) riesce a controllare il suo elicottero fino a 50 dico 50 nm (e anche oltre). Ha un vantaggio di 30 nm. L'udaloy puo' stare sempre fuori range massimo dai sensori della fregata mentre il suo elicottero invece gli consente di rilevarci in tutta tranquillita'. Ecco perche' dico sempre che bisogna fare attenzione alle portate dei sensori delle varie unita' quando si progetta una missione. In questo caso l'udaloy sarebbe dovuto partire molto piu' vicino alla fregata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

:s14: Effettivamente stavolta non ci ho capito un c...o !

Sia per il fatto che ero proprio in mezzo a una MAREA di piattaforme tra Aerei, navi da pesca (guarda caso il nemico sottomarino + vicino è rimasto sempre dietro a un peschereccio! ), balene ed elicotteri, Sia perchè mi trovavo sotto il ghiaccio e ho ricevuto i links in ritardo...

Il risultato è stato quello di girare come una trottola cercando riferimenti e appigliandomi a indicazioni via radio che alla fine non mi hanno portato a niente :s06: ! Vabbè sarà per la prossima volta :s01: . L'importante è partecipare ... no ?

Edited by maxmin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Partiamo in una imprecisata zona con diversi iceberg in giro, sappiamo di dover tornare a quota comunicazione per ricevere ordini ma per non spaccare antenne importantissime dobbiamo aspettare un po' che si liberi la superfice.

Intanto arriva il mio commento: "siamo in una pozzanghera, occhio a non tirare fuori troppo il rimorchiato che gratta sul fondo" (assillerò per tutto il tempo il buon Sergio manifestando il mio timore e ricordandogli ogni tanto: "guarda che siamo a 14m dal fondo" e lui: "lo so, lo so" :s68: ).

 

Finalmente si riesce a salire ma perdiamo l'occasione di sapere le posizini precise del Akula di Daniel e del Lada, arriva la posizione dell'Udaloy, un paio di elicotteri e qualche mig alleato più vari contatti civili e un sacco di aerei di linea :s03:

Il messaggio radio ci dice che il nostro mig rubato deve rifornirsi tramite un Seawolf, dobbiamo porcedere verso est ed attendere nuove istruzioni più dettagliate fra un ora.

 

Rileviamo anche diversi contatti con frequenza 60Hz, non si riesce a capire bene cosa siano, ma alla fine con l'aiuto di alcuni link scopriamo che sono delle navi civili, resta da identificare un contatto molto più a sud ma decidiamo che se la vedranno quelli della fregata, alla fine scopriremo che era la Perry.

 

Alla fine sembra che non ci sia niente di minaccioso e decidiamo di aumentare un po' la velocità per coprire strada e successivamente di rallentare e risalire a quota comunicazioni e ricevere le indicazioni radio, sembra che il punto presunto sia a nord della nostra posizione, prendiamo allora una rotta per nord/ovest in modo da tenere il rimorchiato in una posizione favorevole all'ascolto.

La manovra è stata indovinata, un debole segnale arriva da bearing 028, il relativo specchiato è per 330 circa, decidiamo di virare dritti verso il contatto alla nostra dritta.

Dopo l'ultimo messaggio radio, che ci esortava a muoverci perchè c'è poco tempo, il nostro timoniere decide che la velocita minima di manovra sono 10nodi :s07: io continuo a ripetere che c'è poco fondale e che c'è il Seawolf che ci può sentire ma non ci sono ragioni :s03:

La volicità così sostenuta ci permette però di risolvere in pochissimo tempo la giusta soluzione, messo il muso per 030 il contatto sparice e siamo sicuri che sia lui, ritorniamo per rotta nord/ovest e ci arriva una soluzione di tiro dalla TMA, sembra dirigersi verso le coordinate comunicateci però è lontano almeno 12Nm.

Comunichiamo la scoperta all'akula di Daniel che conferma di avere un rilevamento in quella posizione.

 

Vedendo che è lontano tentiamo un lancio di stallion, ma come è ovvio che fosse, si schaintano sulla banchisa e non escono nemmeno dall'acqua... Serve una soluzione, è troppo lontano per i siluri...

 

Concordiamo un attacco combinano con Daniel; faremo uno sprint di 10 minuti verso nord per guadagnare almeno un paio di miglia poi spareremo una salva di tre 53Cm, cercheremo di spingere il nemicho nerso nord/ovest in modo da mandarlo in bocca all'altro akula, i tre siluri vengono sparati uno ad est della nostra soluzione, uno dritto sul bersaglio e uno sul presunto punto di atterraggio del mig 31. Se il seawolf scappa a nord ci deve pensare Daniel.

Dopo poco tempo l'americano risponde al fuoco, fortunatamente prima di lanciare avevamo già preso una rotta evasiva e ad una velocità tra i 15 ed i 18 nodi riusciamo a portarci fuori rotta dei siluri nemici...

Ad una simile velocità diventiamo sordi anche noi ed io non posso aiutare Sergio nella filoguida dei siluri che sembrano agganciare qualcosa ma poi perdono il contatto. A questo punto due vengono rimessi sulla propria strada, in contemporanea sentiamo altri 4 lanci a nord, l'altro akula ha lanciato e lo yankee ha riposto anche a lui.

Lo scontro però dura poco, dal sonar di intercettazione attiva sento una marea di ping provenienti dai nostri siluri e già inizio a sorridere, non faccio in tempo a pensare "lo stiamo beccando" che un esplosione da conferma delle mie impressioni.

Urla di gioia e ritorno a casa :s01:

 

--------------------------------

 

 

Missione abbastanza difficile per il seawolf, anche se più potente ha sempre ben due akula contro, come dicevo ieri a fine missione forse serviva una tattica più agressiva e cercare almeno uno degli akula per liberarsi la strada, sfortuna invece nella parte sotto per il crash di Elio che ha compromesso la missione della Perry.

Edited by Truffa

Share this post


Link to post
Share on other sites

In questa missione sono stato imbarcato sull'Akula II "Gepard" in ricerca ed eventuale attacco di un Seawolf: mi sono state assegnate le armi, il periscopio, la navigazione e la vela.

 

La serata non inizia molto bene in quanto perdiamo ancora prima di iniziare Bubbe per problemi al PC e dopo qualche tentativo di connessione anche Stefano, sembra per problemi di linea: partiamo perciò menomati di un heli e con un SSK a governo singolo, oltre che dei nostri due amici. :s68:

 

Con me sull'Akula II c'è stato Truffa, che non ha smentito la sua posizione di Istruttore, ed al sonar ha eseguito un lavoro praticamente perfetto, aiutandomi in qualche circostanza anche a contenere il mio spirito battagliero ed a non lanciare armi contro bersagli non perfettamente identificati... grazie Umberto per la lezione!

 

Iniziamo con il racconto della partita: sin dall'inizio ci rendiamo subito conto che questa volta il Drakken ci ha catapultato in uno scenario inatteso e particolarmente sfidante, con fondo massimo di 70-80feet, quindi senza layer e limitati nella velocità per non cavitare e farci identificare subito.

 

Soliti minuti di setup iniziale: fuori il trainato, predisposizione armi e quota periscopio per lo scambio dei links con i nostri compagni.

 

Truffa inizia a catalogare i contatti con una precisione e velocità sconcertante: nuovo contatto, qualche secondo di analisi, e già sulla NavMap il contatto veniva risolto sia in termini di piattaforma che in termini di side.

 

Qualche contatto sospetto, marcato come possibile nemico, mi induce a proporre un lancio preventivo di Stallion, ma il buon Truffa mi spiega che fino a quando non saremo sicuri della reale natura dei contatti l'attacco non conviene: mi inchino alla maestria dell'istruttore e rimetto in tasca le mie velleità di attacco, anche se il MITO era stato abbastanza chiaro nel consigliarci di attaccare subito in caso di contatti sospetti durante il briefing.

 

Intorno a noi solo biologici o contatti civili, mentre più distanti riceviamo le coordinate dell'FFG del Drakken, impegnato come non mai per gestirsi la fregata tutto da solo per la mancata partecipazione di Stefano.

 

Eseguiamo tutte le manovre standard per tentare di individuare il Seawolf l'annunciato in zona, ma nulla: ci facciamo anche un leg veloce a 12kts verso est nella speranza di incrociare il nemico, poi rallentiamo ma nulla... Truffa riporta molti contatti a 60Hz, ma niente di raffinabile.

 

Giungiamo così all'ora di gioco, quando riceviamo il messaggio radio che ci indica le possibili coordinate di link tra il Seawolf ed il Firefox: confrontiamo la nostra posizione con quella target e scopriamo con orrore che il leg veloce cha avevamo fatto ci ha allontanato al punto che siamo a più di 16nm dal punto indicato.

 

Scopriamo le carte e ci lanciamo alla massima velocità di non cavitazione verso la meta del Seawolf: faccio due calcoli e mi rendo conto che non ce la faremo mai... stiamo perdendo la partita e gioco il tutto per tutto, lanciando l'Akula a 18kts, cavitanto come un tricheco con il singhiozzo e sfiorando il fondo per pochi feet.

 

Mentre Truffa mi ricorda continuamente la vicinanza del fondo ed io lo rassicuro sulla mia attenzione, durante una curvetta parabolica di assestamento della rotta mi lancia un urlo dicendo di aver sentito qualcosa (a 18kts e mentre cavitiamo: e chi è? Silvan? Mandrake?).

 

Frenatone al carbonio, velocità 5kts ed il miracolo: abbiamo una soluzione meravigliosa del Seawolf a N-NE, a circa 15nm... controllo rapidamente la situazione ghiacci e vedo che siamo al limite della banchisa ma ancora scoperti, per cui preparo due Stallion alla velocità della luce e lancio, ma per pochi feet entriamo sotto il ghiaccio ed il lancio fallisce.

 

Tra lo sconforto riportiamo l'Akula a 15nm verso il Seawolf, ormai a meno di 5nm dal suo obiettivo, e facciamo una riunione tattica con Danjel: cosa facciamo?

 

Propongo l'unica soluzione possibile: lanciamo e speriamo in qualche errore del Seawolf, mentre Danjel si predispone per tagliare la fuga al nemico.

 

Detto, fatto: Truffa esegue un'ultimo rilevamento del Seawolf, ed io preparo 3 MK53, uno sul punto di arrivo previsto per il Seawolf a bearing 21, gli altri due a rastrello per incastrarlo in un cono senza possibilità di fuga a bearing 11 e 32... analizzo bene lo scenario ed imposto la profondità dei siluri a 30ft, massima velocità di avvicinamento a 50kts sperando nell'autonomia, ed un ceiling a 2 per beccare il nemico anche se in emersione, ed il solito floor a 250 perchè tanto in questo caso non serve a nulla.

 

Quando siamo a 14nm lancio: mission impossible ci diciamo... con uno come R.Hunter contro sia io che Truffa pensiamo di aver pochissime speranze di successo, ma ci proviamo visto che è la nostra unica chanche.

 

Intanto impostiamo una rotta di evasione verso NO, ma al momento sembra che il nemico non risponda al lancio: qualche minuto e sentiamo il TIW di risposta, giusto per essere accademico lancio una passiva a shallow, ma sia io che Truffa ci sentiamo abbastanza tranquilli sul fatto che il lancio sia stato fatto alla cieca e la nostra evasione sia ormai più che sufficiente.

 

Nel tentativo di confondere il Seawolf a 7nm dal lancio abilito l'attivo dei siluri, tutti e tre, per spegnerlo dopo qualche secondo: il risultato è che vediamo il Seawolf accellerare di brutto, aumentando la nostra risoluzione e permettendomi di eseguire via wire una correzione di rotta per intercettare alla grande il sub nemico.

 

I minuti passano, ed a 12nm dal lancio iniziale, quando stimo che il bersaglio sia a meno di 2nm dai nostri siluri, abilito i siluri: sia io che Truffa ne analizziamo il

comportamento e Truffa esulta quando vediamo che tutti e tre fanno rotta su di un punto solo... io sono un po' meno felice pensando ad una delle moltissime contromisure del Seawolf, ed infatti i siluri si incrociano e passano oltre.

 

A questo punto anche Danjel lancia i suoi siluri verso il Seawolf in fuga e qui secondo me si è decisa la partita: il lancio del secondo Akula rivela infatti la direzione di fuga verso O del Seawolf a causa dell'immediato contrattacco e del relativo TIW (e qui secondo me il Seawolf si è giocato le speranze di sfuggirci), e mi permette di rimodulare la rotta dei miei siluri alle calcagna del Seawolf... passate tutte le contromisure uno dei siluri lo aggancia ed è l'epilogo.

 

Il Seawolf viene colpito 2 volte, il terzo siluro lo spengo per non infierire sul rottame sul fondo, come pure un quarto lanciato anche da noi nel corso dell'attacco del secondo Akula: abbiamo vinto.

 

Usciamo e vengo a sapere dell'affondamento della Perry degli Yankee da parte del MITO, anche se azzoppata dal crash di elio: peccato, poteva essere una vittoria su tutti i fronti invece è una mezza vittoria, ma sono comunque al settimo cielo per aver colpito il Commodoro.

 

Forse una tattica un po' più aggressiva del Seawolf avrebbe potuto liberare la zona dai nostri Akula e permettere di completare la missione degli Yankee con più tranquillità, ma a posteriori siamo tutti bravissimi a giudicare; in fondo il Seawolf aveva contro due Akula II, che proprio ferri da stiro non sono, e forse le forze erano un po' sbilanciate, ma con tutte quelle contromisure poteva confondere anche un indovino!

 

Che dire: mi sono riscattato dall'affondamento della settimana scorsa, che mi aveva lasciato con un senso di colpa per una tattica di fuga un po' troppo avventata senza contrattacco, e mi sono fatto una 'lezione' con Truffa che mi ha insegnato come l'esperienza sia importantissima nelle scelte tattiche.

 

E' stata anche bella la sorpresa di dover duellare in un mare con pochissimo fondo ed il ghiaccio sulla testa, forzati a navigare in un budello: bravo il Drakken a pensarci.

 

Comunque bello, bello, bello! :s20:

 

Mi sono divertito, ed anche gli intermezzi alla "Zelig" nei tempi morti via chat nel gioco sono stati spassosissimi... grazie a tutti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono assolutamente d'accordo col fatto che il SW avrebbe dovuto tenere un comportamento più aggressivo. La nostra missione era contattare il firefox nel punto comunicato e questa doveva essere la priorità. Fino a che non ci hanno sparato addosso potevamo contare sulla nostra silenziosità ed abbianmo fatto bene perchè quando avete sparato eravamo a solo un miglio e mezzo dalla zona X...ancora un paio di minuti e avremmo portato a casa il risultato. Se attaccavamo gli akula ci saremmo scoperti, avremmo dovuto perdere tempo prezioso a proteggerci dai contrattacchi e il rischio di compromettere tutto era enorme. Purtroppo Truffa/Sertore hanno avuto il tempismo di attaccarci all'ultimo momento utile, un po' alla disperata (i 3 siluri lanciati lo dimostrano). E il supporto di Daniel ha definitivamente messo in crisi le nostre manovre evasive. L'errore nostro è stato di voler evadere PRIMA i siluri e POI emergere. Questo ci ha costretti a manovre evasive limitate dal fatto di non poter uscire dalla zona di incontro...e in definitiva si è trattato di una scelta molto presuntuosa, perchè va bene che il SW è forte, ma pensare di evadere gli attacchi di due akula senza poter invertire rotta e andare alla massima velocità si è rivelata un'idea suicida. Avremmo invece dovuto (sempre col senno di poi), appenna sentiti i TIW, emergere, scambiare le coordinate col firefox, e poi fare una bella virata a 180 gradi e via avanti tutta. Il tempo per farlo c'era... :s68: :s68: :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il lancio dei due stalion lo avevamo sentito, però poi non abbiamo sentito i siluri finire in acqua. Potevamo immaginare, vista la copertura di ghiaccio, che fosse un lancio fallito, e quindi attaccare il contatto che però era ancora lontano. Non abbiamo pensato fossero per noi.

Edited by steeljackal

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma no che non ti dispiace dirlo!!! :s03: :s03: :s03: :s03: :s03:

 

 

:s43: , diciamo che la lotta fregata vs udaloy 2 aldila' della bravura dei vari equipaggi e' stata condizionata al 100% dal posizionamento errato delle unita' che non teneva per niente conto del range dei sensori. Era a tutti gli effetti una situazione persa in partenza.

Mi piace il Drakken che dice, vince chi rileva per primo l'unita' nemica :s31: .

Eh certo mio caro Drakken, l'udaloy2 aveva (50nm (controllo remoto dell'eli)+ 10nm (visuale elicottero)) 60 nm di range sensori contro i 30 nm della fregata. Sarebbe stato allucinante che noi vi avessi scoperto prima invece del contrario.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Hunter: Beh il lancio si può definire alla disperata perchè eravamo troppo lontani, ma la soluzione di tiro offertaci dalla TMA automatica questa volta era perfetta, i problemi più grossi erano:

1) l'autonomia limitata dei nostri siluri

2) il tempo che avevate voi a disposizione per evadere era molto, alla vostra massima velocità i nostri 53Cm avevano solo 12nodi di vantaggio

 

Per questo abbiamo pensato di lanciarne almeno tre, di cui uno era diretto proprio verso il vostro luogo di incontro, che alla fine vi ha beccato. L'altro lanciato più a est era per cercare di non farvi fuggire in quella direzione dove non avremo mai più avuto la possibilità di beccarvi.

Diciamo che si cercava di colpirvi, però già riuscire a mettervi in fuga (indipendentemente che vi foste diretti fuori dal vostro obiettivo o verso Daniel) vi avrebbe fatto fallire la missione e per noi poteva anche bastare, fortunatamente ci è andata bene :s10:

E' vero anche che cercare di restare in zona è stato un po' troppo rischioso da parte vostra, soprattutto date le condizioni di navigazione: poco fondale, nessun layer dove nascondersi e ghiaccio sopra che impediva di fare un emersione rapida (anche se con 60-70m di profondità non so a cosa potesse servire)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ed ecco a voi uno stralcio da "Le leggende del Rys".

"...

I nostri si trovarono sotto una dura ed apparentemente infinita lastra di ghiaccio che ne impediva la risalita in superficie per ricevere i messaggi radio, ma prontamente i miei soci mi suggerirono di utilizzare la radio a filo (ecco perchè l'han inserita... eheheh).

Ricevuto il segnale ma ignorando gli altri la mia posizione in quando non era possibile trasmetterla, di comune accordo ci dirigiamo verso EST, gli akula viaggiano quasi parallelamente, a dividerli le immancabili balene tanto care al Drakken.

Il D-Sonarista individua i due biologici e li mappa, poi si mette comodo visto che il D-Manovratore decide su ordine del D-Comandante di accelerare a 13 nodi.

Si viaggia cosi allegramente fino alle 13.00 ora del nuovo messaggio radio, ma il ghiaccio c'impedisce ancora di alzarci e a questo punto l'equipaggio del Rys (dopo una breve riunione tra me e me stesso) decide di tentare la sortita tra i ghiacci.

Piano...

Piano...

Piano...

Evvai siamo fuori dai ghiacci!!! Fuori l'antenna...

Tutto ok...

Poi mentre stiamo decidendo la tattica da usare una volta che abbiamo le coordinate del punto d'incontro, succede qualcosa di misterioso, l'akula a velocità 0 si muove, scende sott'acqua e la radio si spezza... sob sob sob... il D-Marconista c'è rimasto molto male.

Il D-Sonarista individua un contatto oltre le balene, vaglia una marea di possibili contatti e per non sbagliare lo setta come possibile ostile basando tutta la tattica successiva su quell'intuizione.

Ad un certo punto decidiamo di attaccare...

Il Gepard lancia tre siluri per far muovere il Seawolf verso nord in modo da farlo cadere tra le fauci del Rys...

Questo ingegnoso piano ha però una falla enorme nascosta, il comandante del Rys che ignora assolutamente cosa fare...

Gepard... Fuoco... Fuoco... Fuoco...

ping.... piiiiiiiing... pingggggggg... pinggggggggg...

Ok qualcosa si muove il D-Armaiolo arma due 53 e lanca...

Dopo un pò un enorme boato, urla di gioia da parte del Gepard (che così son sicuro di non aver affondato per errore) e i loro siluri vanno a centro uno dopo l'altro...

Nel frattempo, onde evitare ritorsioni in fase di debriefing dai miei soci, disattivo i siluri che ormai vagano senza meta...

 

Una bella partita, ma devo migliorare parecchio, ogni tanto mi perdo.

..."

 

:s33:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carissimo Commodoro,

mi perdoni l'ardire ma mi permetto di insistere sul fatto che un comportamento un po' più aggressivo del Seawolf forse sarebbe stato determinante per la buona riuscita della missione lato Yankee. :s12:

 

Noi rossi sappiamo benissimo che nel momento in cui tracciamo un sub nemico, specialmente un Seawolf, sicuramente siamo stato controtracciati anzi, con molta probabilità, mentre noi siamo ancora in attesa di una TMA sufficiente a lanciare, l'avversario ha già i portelli aperti e può lanciare... perciò, nel momento in cui ci avete rilevato potevate essere sicuri che nel giro di pochi istanti avremmo lanciato ed una veloce un'analisi tattica avrebbe dovuto suggerirvi che mai e poi mai vi avremmo lasciati in pace ad emergere e sollevare il radar per fregarci bellamente il nostro Firexfox, specialmente dopo il lancio fallito degli Stallion.

 

Inoltre, mi sembra che nelle vostre istruzioni principali ad inizio thread ci fosse scritto chiaramente:

 

A ---> SSN 21 "SEA WOLF" :

POSIZIONATEVI A NORD DELLA BASE DI BYLIARSK. LA VS MISSIONE E' QUELLA DI TROVARE UNA PIATTAFORMA BUONA PER L'ATTERRAGGIO

DEL "FIREFOX", DOVETE ANDARE IN SUPERFICIE COSI' DA SEGNALARE IL PUNTO ESATTO AL NS PILOTA.

RIMANETE IN COSTANTE CONTATTO RADIO PER EVENTUALI COMUNICAZIONI CON IL NS PILOTA O LA BASE.

SE IN ZONA AVVERTITE LA PRESENZA DI FORZE NEMICHE NON ESITATE AD ATTACCARE.

 

Il fatto che il nostro lancio fosse stato disperato, non significa che sia stato dissennato: abbiamo adottato, a nostro giudizio, l'unica e la migliore tattica per il momento ed i risultati per fortuna si sono visti; considerando poi l'avversario che avevamo contro abbiamo lanciato il massimo del nostro potenziale (non solo 3 siluri, ma anche 1 quarto poco prima che i primi 3 vi colpissero).

 

Forse un lancio preventivo da parte vostra ci avrebbe distolto il tempo necessario per portare a termine il vostro compito, soprattutto nell'ipotesi di non poter avere una buona soluzione di tiro su di voi a causa della fuga in cui ci saremmo lanciati dopo il lancio dei vostri insidiosissimi ADCAP48.

 

Ma, come abbiamo già scritto numerose volte, a posteriori si è tutti maestri! :s02:

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

gli yankee hanno perso perchè mancavo io :s03: :s03: :s03: scherzi a parte bravi ai vincitori :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il fatto che il nostro lancio fosse stato disperato, non significa che sia stato dissennato: abbiamo adottato, a nostro giudizio, l'unica e la migliore tattica per il momento ed i risultati per fortuna si sono visti; considerando poi l'avversario che avevamo contro abbiamo lanciato il massimo del nostro potenziale (non solo 3 siluri, ma anche 1 quarto poco prima che i primi 3 vi colpissero).

 

Forse mi sono espresso male, non volevo assolutamente dire ch il vostro lancio sia stato dissennato: avete fatto bene a lanciare, e a vete pure lanciato bene, in modo furbo e vincente. Con "disperato" volevo solo riferirmi alla situazione generale...cioè al fatto che eravate alla vostra ultima chance di fermarci, tutto qui. :s02:

 

Sul discorso dell'aggressività continuo a dissentire: vero che le regole di ingaggio non ci vincolavano in alcun modo, però credo che stuzzicare per primi due akula rivelando la nostra posizione ci avrebbe precluso al 100% la possibilità di raggiungere l'obiettivo, mentre così diciamo che avevamo un 50% di probabilità di farcela...io sinceramente credo che, al di là del nostro errore che ti dicevo, siamo stati battuti più che altro dalla vostra bravura. Con vostra intendo sia quella tua e di Umberto a rilevarci e a colpirci, sia in generale la superiorità tattica che ha rivelato tutta la squadra russa in questa occasione.

 

:s20: :s20: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Resta il fatto pero' che la situazione del seawolf era difficile, che attaccassero o meno.

Con due akula in zona, bastava che triangolassero la posizione del seawolf al momento del primo lancio siluri da parte di quest'ultimo. Quindi il fatto che il seawolf se ne sia stato in disparte e' stata una scelta tattica corretta obbligando di fatto i due akula a perdere tempo a rilevarlo e fare una tma su di lui. Di fatto costringendovi ad attaccarlo proprio all'ultimo minuto. :s02:

 

Edit : ed e' vero che il seawolf e' piu' tecnologicamente avanzato del akula, ma la zona in cui operava di fatto rendeva tutto questo vantaggio inutile, mettendolo sullo stesso piano dell'akula. Quindi gia' questa considerazione, rende giustizia alla scelta di Hunter di non darsi alla pazza gioia con uno degli akula senza sapere a priori dove fosse posizionato l'altro akula.

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve:

 

Volevo innanzitutto scusarmi per essere andato via bruscamente ieri sera. Avevo un sonno terribile; ho salutato due volte ma eravate intenti alla partita.

 

Sulla partita poco da dire, è già stata sviscerata a sufficienza e bene da tutti voi. Devo dire che il Pagellone di Francesco mi piace moltissimo! Sintetico e divertente. Mette a fuoco le varie prestazioni in modo ottimale. Senz'altro da rifare.

 

Per quanto mi riguarda il Pagellone fotografa bene la mia prestazione. Ho cercato di calarmi in una situazione di priorità obbiettivi. Dovevo guardare le spalle all' Udaloy consentendogli di arrivare nella zona prevista per ingaggiare il firefox. ero pià avanti di circa 25nm a Nord/Ovest rispetto all'Udaloy ed ero vicino all'area suddetta. Non vi era motivo che andassi a cercarmi rogne; coi sensori del Lada poi...Il mio compito fondamentale era proteggere l'Udaloy da minacce e questo ho fatto. Non so se sia tropo poco; forse, se avessi affondato un sub il giudizio sarebbe diverso ma qui torniamo a discorsi già fatti.Da un punto di vista strettamente operativo ho rispettato gli ordini che avevo. Semmai l'errore che abbiamo commesso (io e Marco) è stato quello di farci trovare in ritardo sull'arrivo in posizione del firefox. quando Marco mi ha comunicato che l'obbiettivo era oltre la portata dei suoi sam, sono emerso per tentare di lanciare i miei ma, se ben ricirdo, il firefox mi è passato 5nm a ovest...

 

Una volta linkatami la posizione della Perry ho manovrato in modo da interpormi tra essa e l'Udaloy preparandomi ad un eventuale attacco anche se la Perry era ancora lontana. poi Drakken ha provveduto.

 

 

Bella serata!

 

Grazie a tutti!

Edited by Simonov

Share this post


Link to post
Share on other sites

io questa volta non ho nulla da dire vista la breve durata della mia partita.

 

L'unica cosa che dico è riferito al "CRASH" di DW che è stato allucinante:

 

Tolgo le mani dal computer, mi verso un bicchiere di vino rosso :s28:

non appena rigiro lo sguardo verso lo schermo il gioco è in Crash! :s68:

 

Incredibile è riuscito a crashare senza che toccassi nulla (è la mia prima esperienza diretta di Crash durante la partita e la cosa mi ha messo l'amarezza in bocca! ho sputato il vino) :s22:

alla prossima

 

elio

 

PS: Comunque il Drakken è riuscito a barare anche sta volta contro la Perry (ma che ti abbiamo fatto?) :s25:

Edited by eliosurf

Share this post


Link to post
Share on other sites

ON **** Funky mode ****

 

Signori comandanti vorrei celebrare con Voi il D-DAY della BASE DW BETASOM, qui si narra del primo scontro fra due unità di superficie pilotate....

 

Signori qui si è fatta la storia,

storia che in futuro verrà narrata, quindi diverrà leggenda,

La leggenda dell' IMMORTALE... IL MITO... L'ultimo dei dragoni di mare .... :s07: DRAKKEN :s07:

 

Per la cronaca DRAKKEN 1 - GOLDORAK 0....

 

Ormai solo pensare al MITO mette ansia, trasmette un senso di paura... l'unica tattica possibilie: SCAPPARE !!!!!!

 

Giovani cadetti, c'è un nuovo punto di riferimento per quanto riguarda la guerra moderna navale di superficie.... lascio a Voi la scelta !!!!!

 

 

*** Funky mode***OFF

 

ON ***serius mode***

 

Analisi tattica:

 

Inizio dichiarando che il c.te Goldorak prima di scrivere i debriefing e mi riferiscono al mio presunto errore grande quanto una casa... si dovrebbe prima ripassare per bene il replay e poi commentare... altrimenti sconfiniamo nella fantascienza...

a me piacciono i fatti, e caro gold tu puoi anche non accettare la sconfitta, ma la mia vittoria è netta e provata... e qui analizzeremo seriamente quello che è

avvenuto senza rifugiarsi "quando si perde" in mille storie prive di fondamento:

 

allora si inizia ed ecco da replay la situazione:

 

TAVOLA 1 -inizio partita- ore 12.00 zulu

 

senzatitolo2pl4.jpg

 

ora vorrei lanciare un sondaggio:

a) ma secondo voi le unità di superficie non sono disposte esattamente a specchio ????

b) inoltre erano attive le dynamic location fra tutti le tre navi facenti parte i due gruppi di est e ovest perciò posizioni a caso nel rispetto però della figura a tre

c) la distanza fra le due fregate e pressapoco 50 miglia, diviso due 25 cioè il range degli eli... parità perfetta, entro il range pilotabile (nessuna scusa)

d) il mio eli era distante da me oltre 10 miglia in quanto doveva essere pilotato da stefano... mentre quello della perry era "ready 5"

 

ma continuiamo pure ...

 

TAVOLA 2 - ore 12.24 zulu (elio in partita)

 

senzatitolo4yq1.jpg

 

l'elicotterro della perry si trova in posizione molto più vicina a me che non il mio... sbaglio Gold ma non avete mai acceso il radar dell'eli ???

io ho trascorso più tempo sulla postazione esm per controllare l'eventuale presenza dell'eli mai rilevata durante tutta la partita... perciò avete sbagliato

tattica se vuoi trovare una unità di superficie devi accendere il radar dell'eli altrimenti vai a cercare al massimo cozze o vongole sul fondo del mare....

io ogni tanto quando mi trovavo sulla banchisa accendevo il radar dell'eli, atrimenti secondo te come facevo a trovarti ????

 

Poi il vs sub di scorta in modo inspiegabile era fuori zona, nonostante avessi dato coordinate precise (alla fregata) circa la posizione da coprire

 

E qui voglio fare una mensione particolare a SIMONOV... che mi ha dato per primo lui il punto presunto di un possibile contatto di superficie, poi

verificata con l'eli e classificata come la Perry, e la costante ns comunicazione e lavoro di squadra scambiandoci continuamente opinioni e possibili tattiche da

seguire (@ commodoro valutazione da alzare a 7 o 8 in quanto era pronto per attaccare la Perry)

 

TAVOLA 3 - ore 12.57 zulu (elio in partita ma per poco)

 

senzatitolo6ny7.jpg

 

in questa situazione poco prima che io rilevassi con l'eli la Perry in modo esatto la situazione addirittura è in netto vantaggio per la Perry ...

due eli e in posizione ravvicinata quanto la mia... io in questo momento avevo perso il controllo del mio eli, difatti può testimoniarlo Simonov che ad una sua

richiesta ho risposto che ormai l'eli andava per la sua strada, ma con una piccola furbizia da evidenziare... l'eli prima del black-out del link l'ho lasciato in modalità RADAR e non SONOBOY così facendo l'AI non va a pingare e ricercare sub all'infinito, ma va in giro a scansionare tutti i contatti di superficie.

Questa è stata la mossa vincente... caro GOLD... (vedi che c'è sempre da imparare.. specialmente dal MITO)

 

TAVOLA 4 - ore 13.08 attacco (elio out)

 

senzatitolo8nu6.jpg

 

Ho impiegato almeno 10 minuti per settare i miei missili SS-N-22 perchè a differenza degli harpoon hanno un angolo di ricerca più piccolo perciò bisogna

guidarli con un attacco preciso al millimetro (ma per il MITO no problem) lancio ed il mio rivale è senza scampo....

oltretutto senza il radar acceso e settando l'attivazione dei miei missili all'ultimo istante, è diffcile difendersi perciò anche con ELIO la differenza sarebbe stata quasi nulla.

 

 

 

QUESTI SONO I FATTI, LE PAROLE CONTANO POCO.

 

P.S.: Gold mi piacerebbe tanto vedere una tua missione .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi dispiace Drakken ma come hai interpretato la ns. partita è quasi totalmente errato.

 

Lascio al mio Comandante la replica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro elio, qui non c'è interpretazione quello è un replay dei fatti....

poi potete inventare tutte le scuse di questo mondo.... i fatti....

 

 

DRAKKEN in

GOLD/ELIO out

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto che l'argomento si sta facendo scottante...chiedo a tutti, ma proprio a tutti, di mantenersi entro i limiti di assoluta correttezza reciproca. Vedere per la prima volta due equipaggi di FFG che si scannano è davvero gustoso e imperdibile :s03: , ma purchè si rimanga nella sana passione per il gioco e nello scherzoso prendersi in giro :s02:

Mi raccomando fatemi andare a cenare tranquillo eh...suvvia.... :s10: :s10: :s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto che ,purtroppo,nn ho partecipato,proporrei una cosa x appianare quasto diverbio,che anche l'equipaggio dell FFG USA posti il suo replay,sperando che qualcuno c'è l'abbia,cosi vediamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho ancora letto tutto il debriefing (tempo meno di 0 :s68: ) ma mi piace molto l'idea delle pagelle dopo una missione... :s03: :s20: :s20: :s20:

 

E' una cosa scherzosa dove però si da una valutazione al c.te/equipaggio ke ha preso parte alla missione e si evidenziano le sue azioni, buone o sbagliate che siano... :s10:

 

:s41:

Share this post


Link to post
Share on other sites
E' una cosa scherzosa dove però si da una valutazione al c.te/equipaggio ke ha preso parte alla missione e si evidenziano le sue azioni, buone o sbagliate che siano... :s10:

 

:s41:

 

E poi secondo me evidenziando i pregi e i difetti che si son visti nella missione, questo non può far altro che aiutare a migliorare :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque era solo un gioco eh, mutuato dal pagellone di Controcampo la domenica sera per farsi quattro risate!!!! :s03: :s03:

 

Lungi da me la pretesa di mettermi a dare seriamente voti!!!! :s68: :s68:

 

Però se vi diverte e se la trovate utile come cosa possiamo mantenerla :s20: :s20: :s20:

Edited by R.Hunter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marco, quando ho fatto il test sulle distanze questa mattina non ho pensato a salvare il replay.

Ad ogni modo non ce' bisogno del mio replay, le immagini che tu hai postato parlano chiaro.

Guarda la distanza che cera tra la fregata e l'udaloy nel momento in cui lanci i missili. Siamo sull'orlo delle 50 miglia.

Ora e questo e' un dato di fatto non soggetto ad interpretazioni, il massimo range che uno puo' controllare l'elicottero delle fregata sono 20 nm.

Se a questo aggiungiamo 10 nm per la visuale direttamente dall'elicottero vedrai che ad ogni istante la fregata puo' vedere al massimo 30 nm piu' in avanti. Oltre non ce' la fa.

L'udaloy dal canto suo puo' controllare il suo di elicottero fino a 50 nm, se aggiungiamo 10 nm per la visuale dell'elicottero questo consenta al udaloy di avere 60 nm di visuale al massimo.

Quindi come vedi dal replay, io ero a 50 nm da te, il mio elicottero se si fosse trovato a 20 nm piu' in avanti rispetto a me, sarebbe comunque stato 20nm distante da te. Tu invece forte di questo vantaggio delle 30 nm (del range massimo) hai potuto rilevarci. Ma qui la bravura non centra.

Centrano i range massimi dei sensori delle fregata americana e dell'udaloy.

La fregata americana se usa l'eli ha un raggio di copertura di 30 nm, l'udaloy ne copre 60 nm. E solo matematica. Tu avevi la certezza di rilevarci molto prima che non rilevassimo te.

 

Fai il test, e rendeti conto che l'udaloy controlla l'elicottero fino ad oltre 50 nm.

La perry invece controlla l'eli fino ad un massimo di 20 nm.

Quindi hai un vantaggio di 30 nm entro il quale tu puoi lanciare un attacco su di noi, e noi non possiamo rilevarti. Cosa che puntualmente e' accaduto nella missione. :s02:

 

Edit : per correggere alcuni dati sbagliati.

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites
Caro elio, qui non c'è interpretazione quello è un replay dei fatti....

poi potete inventare tutte le scuse di questo mondo.... i fatti....

 

 

DRAKKEN in

GOLD/ELIO out

 

 

Mi spiace che tu la prenda cosi' male, ma la matematica non e' un'opinione.

Ti sarai dimenticato di verificare la portata massima dei sensori tutto qui. Non te ne faccio una colpa, visto che neanche io mi ricordavo che il l'udaloy poteva controllare cosi' lontanamente l'elicottero. E la frase che tu mi hai detto ieri sera "chi rileva prima l'altro vince" mi aveva colpito. Proprio perche' l'attacco era stato fatto da una distanza notevole, avendola vista sul replay ieri sera. E ho voluto verificare di persona quale fosse il range massimo del eli dell'udaloy. Ed e' spuntato fuori il fatto che ha un range di 50nm mentre il nostro solo di 20nm. Ecco spiegato perche' noi non potevamo neanche estendendo al massimo la nostra copertura rilevarti. Mentre tu invece potevi rilevare noi. :s01:

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites
Visto che ,purtroppo,nn ho partecipato,proporrei una cosa x appianare quasto diverbio,che anche l'equipaggio dell FFG USA posti il suo replay,sperando che qualcuno c'è l'abbia,cosi vediamo.

 

innanzitutto vorrei chiarire che non è un diverbio per 2 motivi.

 

1) Con Drakken abbiamo sempre avuto idee convergenti ed al limite quelli che possono sembrare diverbi tra di noi sono solo simpatiche punzecchiature e spero che tutti riescano a leggere tra le virgolette. :s10:

 

2) Non si è ancora arrivati a parlare dei particolari ed aprire un contradditorio.

 

A questo punto carico il replay (sino a che sono restato in partita) che deve essere visto senza show truth.

 

replay.dat - 0.73MB

 

elio :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marco se non mi credi, guarda l'ultima immagine che hai postato, ce il tuo elicottero che si trova a 30 nm dall'udaloy ed e' ancora sotto il tuo controllo.

Insomma, io ed elio non siamo cattivi perdenti, ma i dati oggettivi relativi al range massimo dei sensori dicono in modo incontrovertibile che tu ci avresti rilevato molto prima che noi potessimo rilevare te usando l'elicottero. E questo ti ha consentito di lanciare un attacco (con successo al 100%) prima che noi potessimo lontanamente rilevarti. :s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi spiace che tu la prenda cosi' male, ma la matematica non e' un'opinione.

Ti sarai dimenticato di verificare la portata massima dei sensori tutto qui. Non te ne faccio una colpa, visto che neanche io mi ricordavo che il l'udaloy poteva controllare cosi' lontanamente l'elicottero. E la frase che tu mi hai detto ieri sera "chi rileva prima l'altro vince" mi aveva colpito. Proprio perche' l'attacco era stato fatto da una distanza notevole, avendola vista sul replay ieri sera. E ho voluto verificare di persona quale fosse il range massimo del eli dell'udaloy. Ed e' spuntato fuori il fatto che ha un range di 50nm mentre il nostro solo di 20nm. Ecco spiegato perche' noi non potevamo neanche estendendo al massimo la nostra copertura rilevarti. Mentre tu invece potevi rilevare noi. :s01:

 

Caro Gold io non me la sto prendendo così male, (tanto ho vinto io... :s03: ) solo che non mi piacciono le cose dette così per caso... io i sensori (per mia pazzia personale) bene o male li conoscono un pò tutti, range , tipologia, pregi e difetti, tanto che mi ero così appassionato che a suo tempo (quando ero un fanciullo con molto tempo libero) mi son rifatto di sana pianta tutto il database di Fleet Command... coni sensori reali... un lavoro immane.

tornando al ns discorso il punto è:

 

a) se guardi la tavola n° 3 vedi che il tuo eli ed il mio eli sono alla stessa distanza delle rispettive fregate nemiche... io a venti/venticinque miglia HO PERSO IL LINK... come te lo devo scrivere... ma avevo il mio bel RADAR acceso...

 

b) i sensori del seahawk hanno il doppio di portata dell'HELIX... guarda la figura... (RADAR DI SUPERFICIE\AEREO)

senzatitolo2zp4.jpg

 

c) forse non lo sai e questo può essere utile a tutti... se andate nell'editor e cliccate su una unità potete vedere il range di tutti i sensori (cosa che faccio sempre)

 

d) parlando con calma con ELIO forse abbiamo trovato una possibile causa... io avevo costantemente sulla mia destra la banchisa... a pochi metri dal mio scafo,

forse il gioco ha calcolato come possibile schermo al vs radar dell'eli

 

e) lo scenario di guerra navale moderna era reale... due unità a 50 miglia di distanza... ma che vorresti fare uno scontro con i cannoni a vista ????

 

scusa Gold, se insisto, ma dopo che perdo delle ore a editare la partita se c'è un problema accetto di buon grado i consigli, ma se i problemi non esistono... :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora Marco, forse abbiamo effettivamente trovato la causa.

Hai usato il radar per scovarci, l'helix perde il link non a 20nm ma a 28-29nm, contro i 17-20 nm del mh-60r.

Quindi non sono 50 nm, ma questa mattina mentre facevo la prova mi dava 50nm, forse perche' ho usato l'accelerazione a 16x ?

E questo che ha incasinato le distanze ? :boh: . Ora ho provato ad 1x e effettivamente l'helix perde il link sui 28-29 nm.

Beh col radar si spiega, io dopo la caduta di elio ho perso i due radar delle fregata e quello remoto dell'eli quindi in ogni caso non avrei potuto rilevarti. E qualsiasi sottomarino amico era troppo lontano per darmi un link su di te.

La cosa sui range dell'editor la conosco anch'io, ecco perche' mi pareva strano che tu non avessi controllato prima. Infatti tu hai controllato giustamente e sono stato io a sbagliare. Lo riconosco. Ti concedo la vittoria grande condottiero immortale . :s31: Io invece ne esco a pezzi povero me. :s22: Mi ritiro in un bel ospizio :s36: con tante belle infermiere ad accudirmi :s59: :s59: :s59:

Share this post


Link to post
Share on other sites
innanzitutto vorrei chiarire che non è un diverbio per 2 motivi.

 

1) Con Drakken abbiamo sempre avuto idee convergenti ed al limite quelli che possono sembrare diverbi tra di noi sono solo simpatiche punzecchiature e spero che tutti riescano a leggere tra le virgolette. :s10:

 

2) Non si è ancora arrivati a parlare dei particolari ed aprire un contradditorio.

 

hai ragione Elio,mi sono spiegato male,ma volevo solo aiutarvi a risolvere un problema,tutto qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui muovo una piccola critica tattica, soprattutto al Drakken.

 

Ad un certo punto avevamo un numero non precisato di rilevamenti che faticavamo ad identificare, allora presi dallo sconforto siamo saliti a quota comunicazioni sperando che l'udaloy ci aiutasse ad identificare qualcosa... purtroppo il Drakken ha detto che era incasinato da solo sulla nave e che non poteva dare una mano, mi ricordo che avevo inviato alcuni link di qualche peschereccio e nave civile (quando li ricevo io sono sempre contento perchè dopo ho meno da lavorare al sonar per identificare civili) sperando di essere utile, mi ricordo molto bene che avevo linkato anche un certo Unknow S17, che non sapevamo cosa fosse...

 

 

Questa la nostra situazione dopo mezz'ora di gioco (scusate se le immagini non sono proprio sovrapposte ma DW crasha quando passo al desktop durante il replay, cmq si dovrebbe capire)

 

debrieffirefoxww6.jpg

 

Questa quella reale :s68:

 

debrieffirefoxtruthwl6.jpg

 

 

 

Come possiamo vedere avevamo una soluzione di tiro per la fregata dopo 32 minuti di gioco, però non sapevamo che fosse lei, ecco su questi fattori io direi che si deve migliorare a livello lavoro di squadra :s10:

Share this post


Link to post
Share on other sites

eh ehe TRUFFA :s06: , in quel momento io ne sapevo molto meno di te.... :s68: :s03: e avevo due occhi su 10 postazioni diverse... :s12:

se non sbaglio stavo parlando con Simonov, più centrato nella mia zona di perlustrazione...

per la soluzione di tiro, io che fosse la Perry (e non una nave cargo) l'ho scoperto alle 12.55 zulu... 20 minuti dopo, non ti potevo aiutare in nessun modo.

comunque hai ragione per il lavoro di squadra è sempre meglio aiutarsi a vicenda... nei limiti del possibile !!! :s07: :s18:

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,288
    • Total Posts
      510,036
×