Jump to content
Sign in to follow this  
sertore

Debriefing ~ Guinea's Crisis

Recommended Posts

Questa volta, in assenza di Daniel, inizio io debriefing, così poi tutti gli altri partecipanti potranno postare i loro.

 

Appuntamento alle 21: tutti presenti tranne Alex24 che aveva preannunciato mezzora di ritardo... si chiacchera, ci si scambiano i soliti 'complimenti', le minacce di 'affondamento rapido' e poi si tenta di coordinare la partecipazione al prossimo raduno di fine gennaio.

 

Dopo un quarto d'ora compare anche Alex24, in anticipo rispetto al ritardo previsto, e ci si sposta tutti sul TS2 di Djmitri per dividersi tra le varie squadre e tentare di partire: oggi hosta R.Hunter... bene, rapido briefing, si entra nelle stanze di competenza e via, si parte.

 

O meglio, inizia il solito balletto nel tentativo di tirare su la missione... dopo qualche tentativo si cambia host, si passa su quello di Goldorak, e finalmente all'alba delle 22:30 si riesce a partire, non senza aver perso Simonov che tra i problemi con TS2 e quelli con DW proprio non ingrana: ci lascia tra lo sconforto di tutti, obbligando il Drakken a lasciarmi il Kaban tutto per me ( :s44: ) spostandosi sul Del'Fin e portando il confronto tra il lato oscuro (io ed il Drakken) e quello chiaro (R.Hunter, Djmitri, Goldorak, Eliosurf, Steeljackal ed Alex24) a 2 contro 6.

 

La missione parte e mi ritrovo solo soletto a SE del porto: predispongo subito tutto il potenziale bellico del mitico Kaban, rilascio il trainato e mi porto a quota peri per lo scambio delle coordinate di partenza con il MITO, alzando l'antenna radio, ESM e periscopio.

 

Intorno a me il nulla, mentre il Drakken mi passa le coordinate della Perry a poche miglia dalla sua posizione, segnalando una serie di esplosioni di cui però non si conosce ne la posizione ne la natura.

 

Rimango in ascolto per qualche minuto, provando qualche cambio di rotta per eliminare tutti i coni d'ombra, ma niente... decido perciò di farmi un leg a 15 nodi per avvicinarmi di più alla zona operazioni, con la speranza di non essere rilevato; finito il trasferimento ritorno in ascolto spremendo dal sonar del Kaban l'impossibile, ma l'unica cosa che sono riuscito a pescare è stata un'oiler o una cargo ship a 5 miglia dalla mia posizione.

 

Nel frattempo riceviamo il messaggio della disconnessione di Alex24... abbiamo perso il 688, mentre il Drakken mi segnala di avere la Perry ad un miglio: tentiamo di coordinare un attacco, lui di siluri ed io di riserva con i missili ASM, ma non c'è niente da fare, l'occasione è troppo ghiotta ed il Drakken inizia a silurare la Perry prima che io sia pronto ad aiutarlo.

 

'Torpedo in the water, bearing 353 - 'Torpedo in the water, bearing 353 '... dopo un primo momento di sconcerto, ho la conferma che il Drakken è partito all'attacco: accidenti, arrivo finalmente a quota peri, fuori la radio, scambio le coordinate della Perry in fuga, e ritorno a profondità shallow per il lancio dei missili ASM, mentre il MITO mi avvisa di aver fatto 'cilecca' con la prima salva e... 'Torpedo in the water, bearing 353 - 'Torpedo in the water, bearing 353 ', alè, un'altra salva!

 

Ma Goldorak ed Eliosurf sono velocissimi e riescono ad evitare tutto quello che gli sta arrivando addosso... è arrivato il mio momento: 'aiutiamo l'IMMORTALE a rimanere tale ed entriamo in gioco'... l'impostazione dei missili è precisa, la quota è quella giusta, velocità 4 nodi, apro i portelli e fuori i missili!

 

1, 2, 3, 4, 5 e 6... tutti i missili lanciati dai tubi esterni ed in volo regolare: chiudo i portelli, imposto una rotta di allontanamento dal punto di fuoco e giù in profondità... il P3 non si sa dov'è e può essere una minaccia.

 

Intanto i missili procedono verso la fregata: lancio millimetrico... il primo arriva, CWIS della fregata in azione, abbattuto... è il momento del secondo: buca la protezione e colpisce, e poi il terzo, il quarto e tutti gli altri fino al sesto... per la Perry non c'è scampo.

 

Che spettacolo, mi dice il Drakken che sta osservando il tutto dal periscopio, mentre faccio i salti sulla sedia per l'orgoglio di aver affondato il nemico; ora bisogna cercare il P3, ed eventualmente il 688i se ancora operativo.

 

Intanto si sente la disconnessione di Eliosurf e quella di Goldorak... QUELLA DI GOLDORAK?????????? NOOOOOOOOO!!!!!!!!!!

 

'Host disconneted', tutti fuori... che sia Goldorak che si è vendicato perchè l'abbiamo affondato?

 

La vendetta non c'entra niente, ma la disconnessione di Goldorak invece c'è tutta: nella foga di rivedere il replay si è dimenticato che stava hostando... e va beh, la missione era comunque agli sgoccioli per cui ci ritroviamo tutti su TS2 per analizzare quanto successo.

 

Si scopre così che le esplosioni di inizio missione riportate dal Drakken altro non erano che un attacco missilistico contro la Perry, che aveva così perso la capacità AAW, da parte di alcune unità AI che non avrebbero dovuto lanciare così presto... piccolo difetto della missione, di cui il Drakken prende atto promettendo di sistemarla.

 

Dal canto mio scopro che ero veramente nel deserto, distante quasi 22 miglia dalla zona operazioni... ecco perchè non sentivo nulla: in termini di distanze relative ero praticamente dall'altra parte del mondo!

 

Comunque iniziamo, o meglio, gli istruttori iniziano a scambiarsi un sacco di dettagli sulla missione, commentando gli attacchi, i bachi di DW e della missione, le tattiche... che spettacolo, è un piacere ascoltarli: le chiacchere continuano fino a quando, avendo consumato tutta la mia banda internet giornaliera, vengo brutalmente disconnesso dalla rete.

 

Ma come, senza neanche un saluto?

 

Va beh, chiedo scusa a Djmitri, Drakken, R.Hunter, Goldorak e Steeljackal e a chi altro fosse stato presente per l'abbandono della discussione dovuto a cause tecniche non dipendenti dalla mia volontà... la prossima volta mi organizzerò meglio con i consumi!

 

Che dire... ho aggiunto al tonnellaggio una Perry, il MITO è rimasto IMMORTALE e non vedo l'ora di avere un'altra occasione di gioco per divertirmi ancora come in questa occasione: grazie a Drakken per la missione e l'organizzazione e a tutti gli altri per la compagnia e l'impegno!

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo quanto detto sopra da Sertore, la missione per me era quella di tracciare la Perry e per quanto possibile mettermi in una posizione tale da intercettare con i miei SAM i SeaHawk nemici lanciati dalla Perry x il recupero presso l'ambasciata.

 

Mi trovo in posizione favorevole, ma mi accorgo che se devo andare in posizione ottimale il rischio è il basso fondale ... 15/20 metri vicino al porto.

 

Perciò dalla cartina devo capire esattamente dove andare per non rimanere incagliato... ma mentre stavo facendo tutti questi bei ragionamenti ecco che sento delle esplosioni... le due PCFG "Combatente" si sono speronate... (si vede che erano pilotate da ribelli inesperti o per meglio dire l'AI idiota) comunque prima di immolarsi oltretutto fanno fuoco sulla Perry e la danneggiano, purtroppo però sullo "storyboard" della missione questo doveva accadere molto più in là con i tempi... (30 minuti) perciò l'equipaggio della Perry ovviamente è stato preso alla sprovvista. :s07: Peccato (prendo nota x le prossime missioni :s41: ). Da lì la scelta tattica (giusta) della Perry di andarsene e impostare un' altra rotta... peccato che questa mossa li abbia portati direttamente su di me... in bocca al dragone !!!! :s07:

Sento a questo punto qualche ping del sonar attivo della Perry.... decido subito di posizionarmi con la mia prua su quella della Perry per ridurre la mia esposizione al sonar nemico. La distanza si riduce sempre più... 2000 metri... 1000 metri... caspita mi sembra di essere su Silent Hunter III, con l'u-boat pronto

a colpire... preso dall'euforia setto velocemente i siluri lancio, ma la distanza era diminuita ulteriormente, perciò i miei siluri non riescono a beccare la Perry... che ormai mi è passata davanti... tento un altro lancio con i 53-65 wake-homing ma anche loro non riescono ad agganciare la fregata.... allora chiedo aiuto al mio "compagno" Sertore che attraverso il mio link via "radio" riesce a lanciare con successo i propri missili SS-N-27 ASM. Fregata colpita e affondata.

 

Peccato davvero per l'attacco della AI nei confronti della Perry a inizio missione... e per l'uscita prematura di ALEX24. :s06:

 

Comunque la prossima volta mi studierò una situazione in cui l'AI faccia esattamente la cosa giusta al momento giusto... :s10: ho già qualche idea... al lavoro !!!! :s02:

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, io intanto mi scuso ancora per avere interrotto la partita :s68: mi ero totalemente dimenticato che la stavo hostando.

Purtroppo la nostra partecipazione e' stata molto limitata visto che nel giro di 5-6 minuti, il tempo di ricevere il messaggio radio sulla presenza di unita' nemiche di superficie ed eravamo gia' sotto attacco missilistico. Danneggiamento al 66%, radar di superficie fuori uso, sonar ad alta frequenza fuori uso, sistema missilistico fuori uso. Insomma siamo rimasti azzoppati e ovviamente non abbiamo potuto offrire la protezione aa all'ambasciata.

 

 

Vorrei pero' fare presente due punti, senza nulla togliere alla bravura del Drakken per avere progettato una missione cosi' bella.

La prima cosa secondo me e questo dovrebbe valere sia per le unita' ai nemiche per quelle pilotate da giocatori, ci dev'essere a inizio partita un lasso di tempo minimo sotto il quale e' vietato sparare. In modo da dare a tutti i partecipanti almeno il tempo di fare una ricapitolazione della situazione tattica. Avere il tempo di guardare sul sonar etc...

 

L'altro punto dolente sul quale mi tocca ritornare e ne abbiamo parlato anche ieri nel debrefing riguarda la capacita' antimissile della fregata. Io sono andato a riguardare le vecchie partite che abbiamo fatto, e nella maggioranza dei casi la fregata e' stata sempre distrutta non dai siluri ma dagli attacchi missilistici. Il cwis+sm-2 non sono sufficienti a parare un attacco di 6-7-8 missili. Adirittura e' indifesa contro un attacco coordinato come quello di ieri sera, dove un sub rileva il contatto e poi manda l'info all'akula che puo' trovarsi 10-20-30 miglia piu' il la'. Lo stesso problema si presentera' per chi vorra' usare l'unita' udaloy in AT3 o RA, in questo caso la situazione sara' ancora peggiore perche' l'unita' non ha niente di paragonabile agli sm-2. Gli unici missili AA che ha hanno una portata di 10 nm, e contro un attacco di 6-8 missili non ce' niente da fare.

Quindi si deve decidere una volta per tutte come affrontare questa situazione : o si decide che NON si possono usare missili contro la fregata (com'e' stato fatto nella prima campagna betasom) oppure se si ritiene che l'uso dei missili sia necessario dobbiamo dare alla fregata almeno un unita' di copertura AA come l'arleigh burke. Il Ticonderoga mi sembra esagerato. E la stessa considerazione andra' fatta dalla parte russa quando si vorra' giocare sul udaloy.

Con la presenza di un AB si obbliga che vuole lanciare un attacco missilistico sulla fregata a affondare prima la scorta AA e poi andare sulla fregata. In alternativa puo' sempre utilizzare i siluri contro le fregata.

Ma ora come ora, la fregata e' solo un bersaglio che non ha nessuna e dico nessuna possibilita' di sopravvivere ad un attacco missilistico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo Simonov che non riusciva nemmeno a selezionare una piattaforma, inizio io le danze non riuscendo ad entrare in missione, e poi a seguire altri con crash di DW/pc e problemi di connessione.

 

Finalmente la missione può avere inizio, manteniamo un basso profilo e attendiamo che arrivi il P3 e ci passi le coordinate per l'attacco a terra quando... la connessione di Alex salta per un istante, sufficiente a farlo uscire. E la sfortuna non finisce qui, il caso vuole che io non abbia il controllo delle controllo delle armi, quindi con solo manovra e sonar non posso completare l'obiettivo. :s06:

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'altro punto dolente sul quale mi tocca ritornare e ne abbiamo parlato anche ieri nel debrefing riguarda la capacita' antimissile della fregata. Io sono andato a riguardare le vecchie partite che abbiamo fatto, e nella maggioranza dei casi la fregata e' stata sempre distrutta non dai siluri ma dagli attacchi missilistici. Il cwis+sm-2 non sono sufficienti a parare un attacco di 6-7-8 missili. Adirittura e' indifesa contro un attacco coordinato come quello di ieri sera, dove un sub rileva il contatto e poi manda l'info all'akula che puo' trovarsi 10-20-30 miglia piu' il la'. Lo stesso problema si presentera' per chi vorra' usare l'unita' udaloy in AT3 o RA, in questo caso la situazione sara' ancora peggiore perche' l'unita' non ha niente di paragonabile agli sm-2. Gli unici missili AA che ha hanno una portata di 10 nm, e contro un attacco di 6-8 missili non ce' niente da fare.

Quindi si deve decidere una volta per tutte come affrontare questa situazione : o si decide che NON si possono usare missili contro la fregata (com'e' stato fatto nella prima campagna betasom) oppure se si ritiene che l'uso dei missili sia necessario dobbiamo dare alla fregata almeno un unita' di copertura AA come l'arleigh burke. Il Ticonderoga mi sembra esagerato. E la stessa considerazione andra' fatta dalla parte russa quando si vorra' giocare sul udaloy.

Con la presenza di un AB si obbliga che vuole lanciare un attacco missilistico sulla fregata a affondare prima la scorta AA e poi andare sulla fregata. In alternativa puo' sempre utilizzare i siluri contro le fregata.

Ma ora come ora, la fregata e' solo un bersaglio che non ha nessuna e dico nessuna possibilita' di sopravvivere ad un attacco missilistico.

 

Concordo pienamente con te Gold... la fregata da sola non può affrontare un attacco missilistico in piena regola (diciamo da 4 missili in sù)... perciò per quanto riguarderà le mie prossime future missioni inserirò un "Burke" a difesa AAW della fregata in operazioni dove ci sia la possibilità di un attacco ASUW da parte di sub ostili. L'unica controindicazione che alle volte il Burke in modalità AI va all'attacco con i propri missili TLAM e TASM senza averlo preimpostato... comunque vedrò di ovviare al problema.

Invece non concordo sul fatto di non poter utilizzare i missili ASUW dai sub ... in quanto nella realtà sono funzionanti ed è una caratteristica dei sub moderni e delle dottrine di guerra moderna.

 

:s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

quoto pienamente drakken perchè non si è mai visto che una nazione dice a un altra non usate i missili asuw se no non vale :s03: :s03: ma mi sembra ragionevole di mettere una nave che difenda la fregata anche se nel caso della burke combinerebbe un macello ai

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che dire missione molto interessante e sicuramente da rifare, peccato per il finale, ma abbiamo già steso un velo pietoso :s03: :s03: :s03:

 

Sono a bordo del P3 con il mio compare Hunter, durante l'avvicinamento parliamo un po di tattiche, rispolveriamo l'uso dei SLAM-ER e cerchiamo di capire dove potrebbe trovarsi un SAM Site...Non ci crederete ma Francesco, senza sapere minimamente dove si trovasse ha mancato la sua reale posizione di pochissime yards!!! :s20:

Io invece di un migliaio di yard, ma cmq ci sono andato vicino anchio.

 

Ci avviciniamo e decidiamo subito di sbarazzarci del SAM site, abbiamo il link della FFG ma decidiamo di avvicinarci per avere anke il contatto visivo con la telecamera. Lanciamo ed il SAM è polvere.

Adesso ci mettiamo alla ricerca di possibili sub da eliminare, seminando una fila di boe ma prima che tutte diventino attive, la partita finisce anticipatamente :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,691
    • Total Posts
      518,805
×