Vai al contenuto
Deltaricci

Ms Inglese Catturata

Messaggi raccomandati

Questa foto ritrae una motosilurante inglese catturata dagli Italiani il 14 settembre 1942 durante il fallito tentativo inglese di attaccare la piazzaforte di Tobruk dove grazie anche all’eroismo del San Marco furono respinti. La foto è stata casualmente trovata nella sede Anmi di Savona.

msinglesetobruksett42pw9.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La si potrebbe spostare in STORIA............ :s02:

 

giusto Sandro, provvedo! ci vorrebbe anche un po di storia per condire la foto: qualcuno è a conoscenza dell'episodio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tratto da wikipedia:

 

05:30:

 

* all'alba lo sbarco ad ovest è fallito. Alle imbarcazioni in rada (torpediniere Castore, Montanari e Cascino) è impartito l'ordine di contrattaccare la flotta nemica in ritirata. Ma gli inglesi sono già in ritirata e troppo lontani, così si limitano a raccogliere i naufraghi inglesi ed i mezzi derelitti. Le navi Italiane scoprirono la Motosilurante MTB-314, constretta a incagliare sotto il fuoco della Motozattera Mz. 756 ed abbandonata dall suo equipaggio a Marsa Umm el Sciausc. Il dragamine tedesco R-10 cattura un plotone di soldati britanici nascosti a bordo e la prende a rimorchio. Due mezzi da sbarco, che tentavano di ragiungere Alessandria a marcia lenta sono anche catturati dalle navi dell'Asse.

 

 

LINK a WIKIPEDIA

 

Sandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi sembrava di averla vista... ecco qua!

Elco 70-Foot, motosilurante di costruzione americana, ceduta con la legge affitti e prestiti alle forze costiere della Royal Navy, nella quantità di 20 esemplari.

ho una foto dell'esemplare con matricola 315, mentre questo è il 314...

http://www.answers.com/topic/pt-boat

:s03:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

qua c'è il rapporto sulla perdita della MTB 314:

 

http://www.unithistories.com/units_british/RN_MTBs2.html

 

Lost by grounding, and abandoned during raid on Tobruk (Operation Agreement), 14.09.1942. Salvaged and became German RA 10, finally sunk by British aircraft off La Goulette in the Mediterranean, 30.04.1943.

 

il nome del comandante e del 1° ufficiale non sono registrati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sembrerebbe una elco 70 piedi ma non sono certo forse anche la versione più piccola sempre elco

Modificato da asteria

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il VII volume dell'USMM sulla Difesa del traffico con l'A.I. dedica al fatto 3 pagine e 2 foto che allego sperando che siano di interesse.

 

v050pc9.jpg

 

v051sm4.jpg

 

v052vp6.jpg

 

v053cc2.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vediamo la storia completa del battello: viene fuori qualcosa di curioso.

 

Ordinato il 10.4.1941 alla ELCO di Bayonne, N.J. come PT 56, poi il 3.7.1941 diviene BPT (British PT) 8. Impostato il 15.7.1941 e varato il 25.9.1941, viene completato come PT 56 il 28.2.1942 (Fonte: Norman Friedman, "U.S. Small Combatants", Arms and Armour Press, 1987).

Passa alla Royal Navy in base al programma Lend-Lease il 2.3.1942. Un battello del tipo ELCO da 77ft, con motori Packard Otto (Detroit), derivato da un modello British Power Boat su progetto di Scott Paine.

Secondo H.T. Lenton ("British and Empire Warships of the Second World War", Greenhill Books, 1998) il 14.9.1942 viene bombardato da aerei tedeschi a Tobruk e portato ad arenarsi. Invece secondo il Groener, "Die deutschen Kriegsschiffe 1815-1945", vol. 2, Bernard & Graefe Verlag, 1999, viene catturato dal motodragamine tedesco R 10. In servizio sin dal 20.9.1942 con la Kriegsmarine, 6. Raumbootflottille, come cacciasommergibili veloce RA 10 (Raumboot Ausland, motodragamine straniero).

Nel marzo 1943 (ed ecco qui la curiosità) se ne prevede l'impiego per l'operazione "Reisernte", un progettato attacco alla costa dell'Africa occidentale con il reparto speciale "Brandenburg" trasportato da navi mercantili. Si doveva trasformare il battello scambiando i motori Packard con motori di MAS e con l'aggiunta di due motori fuoribordo da 50 hp ciascuno; una jole a motore imbarcata su davit o con un picco di carico; una canoa africana; alberatura munita di vele; elettronica FuMB e FuMG al posto del radar inglese e dell'ecogoniometro.

Non se fece di nulla e RA 10 venne affondato da aerei della RAF il 30.4.1943 davanti a La Goulette (Tunisi) con due bombe a segno e sei morti tra l'equipaggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

interessante questo episodio che conoscevo ma per sommi capi ora vedo di spulciarmelo

grazie mille

Modificato da asteria

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come promesso, ecco i dettagli tratti da una fonte assai particolareggiata: L.C. Reynolds e H.F. Cooper, "Mediterranean MTBs At War", Sutton, 2001.

 

Gli ex PT americani andarono a costituire inizialmente due squadriglie di base ad Alessandria, a partire da metà aprile 1942: prima la 10th e poi la 15th Flottilla. Le PT venivano portate direttamente dall'America come "deck cargo" a bordo di navi mercantili per la rotta del Capo (di Buona Speranza) fino a Port Tewfik, all'estremità sud del canale di Suez, e lì messe in acqua. La MTB 314 in particolare entrò in servizio il 14 giugno 1942 con la 15th Fl. sotto il comando del Lt. H.W. Sheldrick, RNVR.

 

Veniamo ora all'operazione AGREEMENT contro Tobruk del 14 settembre 1942. La Forza C era composta da 16 MTB della 10th (7) e 15th Fl. (9), ciascuna con a bordo dieci soldati dei Northumberland Fusiliers da sbarcare a mezzo di un canotto d'assalto; nonché da 3 ML, con a bordo gruppi di demolizione e in funzione di riserva rispetto alle MTB (dovevano prenderne a bordo i soldati in caso di guasti: un MTB in effetti dovette tornare indietro per noie ai motori).

L'operazione andò male sin dall'inizio: i gruppi operanti via terra (Long Range Desert Group e altri) si scontrarono subito con le forze italo-tedesche, il loro comandante col.Haselden fu ucciso, con il risultato che il compito di segnalare alle MTB i luoghi di sbarco (l' insenatura di Mersa es Sciausc, subito ad est delle difese del porto di Tobruk) fu eseguito tardi e male.

Per parte loro, le MTB causa alcune errate manovre notturne avevano perso il contatto tra di loro come gruppo d'assalto, suddividendosi in gruppetti di tre-quattro unità ciascuno.

 

Il risultato fu che solo due battelli su quindici, il 314 della 15th Fl. sotto il comando di Sheldrick ma con a bordo anche il capo divisione (cioè di una mezza squadriglia) Lt. C.P. Evensen RNVR, e il 261 della 10th Fl. (Lt. M.Yeatman) raggiunsero l'obiettivo e sbarcarono le loro truppe. MTB 314 però andò a finire sugli scogli e non fu possibile liberarla. A questo punto l'equipaggio fu recuperato dalla MTB 261 dopo aver preparato una carica esplosiva che tuttavia non si attivò, e di qui la cattura da parte tedesca.

 

Sulla via del ritorno del clamoroso fallimento, come è noto, andarono perduti l'incrociatore antiaerei COVENTRY della Forza D di supporto, i caccia SIKH e ZULU della Forza A (con 350 royal marines a bordo), due ML su tre (352 e 353), nonché altre tre MTB: la 308 (Lt. Roy Yates RNVR), danneggiata dai Macchi MC 200 del 13° Stormo C.B. e poi distrutta con l'intero equipaggio da un Ju.88 del I./Lg.1 precipitato a bordo; la 310 (Lt. Stewart Lane, RCNVR), affondato da un Ju.87 del III./StG.3 (con solo tre sopravvissuti tra l'equipaggio, catturati dai tedeschi dopo qualche giorno); e infine la 312 (Lt. I.A. Quarry RNVR), incendiata dagli MC 200 italiani (le MTB erano in questo caso particolarmente vulnerabili ai mitragliamenti perché portavano fusti di carburante sul ponte di coperta), con i superstiti dell'equipaggio raccolti dal MTB 266.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×