Jump to content
Sign in to follow this  
DVostrikov

Debriefing ~ Star Trek Iv : Rotta Verso La Terra

Recommended Posts

Inizio io...

Prima di tutto scusate per l'accrocchio che è uscito fuori ma diciamo che modificando l'idea iniziale non avevo calcolato bene tutto...

 

L'idea all'inizio era una FFG che raggiungeva il canotto (circa 1 oretta e mezza), poi decollava un elicottero, portava mr.spock dalle megattere (circa mezzoretta) e poi un grande teletrasporto collettivo...

 

Mancando la FFG ho provato a lasciare solo il teletrasporto ma in effetti, non aveva senso poi dover aspettare mezzoretta per le megattere... :s06:

 

Scusate ancora, missione editata in modo pessimo...

 

La nota positiva è stata vedere R.Hunter all'opera con il P3... :s20:

 

p.s.

Vedrò di far meglio la prossima volta...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto mi riguarda, ho fatto un gran pasticcio all'inizio...Chissà perchè ero convinto che i messaggi mi arrivassero...con il teletrasporto! :s03: Ho letto il brief, ho smanettato sulla chat ma non mi è venuto in mente (roba da matti!) di andare a quota periscopio per riceverne. Solo dopo pressanti inviti via chat( si perchè nono sono riuscito a settare ts per comunicare con i compagni...) da parte di Alex, sono salito aPD ed ho ottenuto le coordinate del nostro uomo da proteggere.

Intanto però la distanza tra me ed il suddetto aumentava e così ho dovuto correre per avvicinarmi. Avevo l'Akula del Mito a sud/ovest e quello di Umbero a nord che convegevano verso mister Spock. Poi ho visto sparire questo signore nel nulla dopo una forte esplosione ma non vi erano siluri in quella zona per cui mi sono un pò attapirato...

Ho individuato l'Akula di Umberto ed ho deciso di lanciare anche se a quel punto la partita poteve dirsi conclusa. Tra l'altro, il lancio contro Umberto è avvenuto esattamente (almeno dal mio reply) alle 13.31.01, quindi fuori gara se non sbaglio.

Comunque a parte i miei pacchiani errori iniziali, mi sono divertito molto ed ho avuto modo di ritrovare una dimensione di gioco (quella in single) che non sperimentavo più da molto. Ogni tanto ci vuole anche quella per costringerti a dedidere tutto da solo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trama

L'equipaggio dell'Enterprise deve portare le due megattere nel futuro e Mr.Spock è l'unico in grado di "parlare" con loro per spiegar il motivo della loro missione.

Si stà recando sul punto dove son state avvistate per poi teletrasportarsi tutti e tre a bordo della nave spaziale ma l'elicottero sul quale viaggiava è stato abbattuto in quanto un gruppetto di klingon li ha seguiti nel passato per far fallire la loro missione.

Al momento Mr.Spock si trova su un gommone di salvataggio in un non ben precisato punto X...

 

Lato Blu (Equipaggio Enterprise)

Scenario 1

688i 1 deve proteggere il punto X

688i 2 deve proteggere il punto X

una volta issato a bordo Mr.Spock, un elicottero lo trasporterà nei pressi delle megattere

 

Scenario 2

P3 deve proteggere le megattere fino all'arrivo dell'elicottero

 

 

Lato Rosso (Impero Klingon)

Scenario 1

Akula 1 deve impedire alla FFG di raggiungere Mr.Spock (non può affondare il canotto)

Akula 2 deve impedire alla FFG di raggiungere Mr.Spock (non può affondare il canotto)

 

Scenario 2

Kilo deve raggiungere le megattere per catturarle e impedire all'equipaggio dell'Enterprise di teletrasportarle a bordo

 

 

Equipaggio Enterprise

688-01 (alex,steeljackal)

688-02 (elio,simonov)

P3(hunter - DVostrikov)

 

Impero Klingon

Akula-01 (drakken,sertore)

Akula-02 (Truffa)

Kilo (bube;maxmin)

 

 

 

Parto a nord dello scenario, sembra ci siano già dei 688i in giro, quelli dell'altro Akula confermano, decidiamo subito per una risalita a quota periscopio in modo da scambiarci i relativi link, le nostre posizioni e per ricevere il messaggio radio con gli obiettivi...

Avute le coordinate decidiamo che la mia tattica sarà quella di fare la lepre, mentre i miei soci staranno più sulla difensiva, apparte una breve sosta per sentire cosa c'è in giro, per il resto della missione c'è poco da raccontare, fino alla fine dove succede il finimondo: Sono a 2nm dal punto presunto di Mr Spock, mancano ancora 15 minuti allo scadere, riduco la velocità a 7 nodi in modo da avere almeno i sonar funzionanti e, dopo aver scoperto che ci sono tre navi civili in giro più un 688i in rotta di collisione con me, decido di portarmi a qp per cercare visivamente il Vulcaniano, resto su per almeno 5 minuti ma non vedo nulla, al sonar un gran rumore ma tutti sono ben identificabili, niente che possa essere un canotto.

Boh... allora decido di tornare in profondità e di raggiungere la zona presunta, secondo le mie stime la supero anche, ma l'unica cosa che trovo è un siluro lanciato dal 688i che mi stava inseguendo, tento una manovra evasiva ma data la vicinanza è quasi impossibile sfuggire, ordino allora di alzare gli scudi ma Scott mi manda a quel paese ed affondiamo :s03: .

 

Scopriremo dopo, dal replay, che la missione era già stata compiuta, molto prima, da un nostro agente infiltrato (Bill :s03: ) a bordo di uno yacht, dopo aver dirottato l'imbarcazione ha speronato il gommone, purtroppo però nemmeno lui c'è l'ha fatta ed è affondato, si vede che i gommoni del futuro sono molto più resistenti :s68:

 

 

 

ps: Piccola critica all editor, la missione tutto sommato andava bene, apparte l'inconveniente yacht vs gommone, secondo me però ci sono o le distanze da rivedere o il tempo, almeno quelle dell'akula che usavo io, un ora e mezza per fare circa 18nm sono un po' poche, se si considera che un quarto d'ora subito si perde per sentre cosa c'è in giro, per andare a qp e ricevere gli ordini, la velocità media da sostenere per arrivare in tempo è talmente alta che non è mai possibile usare il sonar a meno che non si facciano 35 nodi per un buon tratto come ho fatto io, che con 2 688i li che aspettano è ardua come impresa :s10:

Edited by Truffa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al di là degli inconvenienti tecnici (giovani editor crescono... :s03: ) che hanno effettivamente penalizzato un po' la missione, penso si possano tarre comunque degli spunti utili a beneficio soprattutto dei nostri cadetti:

 

1) Non sto neanche a dire che i 688 avevano vita dura contro due calibri come Truffa e Drakken, infatti se SPOCK non avesse fatto SPACK contro lo YATCH :s03: :s03: :s03: gli akula sarebbero arrivati in tempo e tanti saluti. Però mi sembra che i comandanti dei 688i non abbiano fatto grossi errori (dimenticarsi di ricevere i messaggi può capitare, l'importante è ricordarselo la prossima volta :s02: ). Però, se avevate già gli akula sul sonar, dovevate agire con maggior tempismo...si tratta di meccanismi da collaudare per rendere l'esecuzione delle fasi di posizionamento/identificazione/elaborazione soluzione di tiro/lancio più veloci, e per riuscire a stare nei tempi.

 

2) Maluccio invece l'equipaggio del kilo. La paura di essere scoperti vi ha inchiodati a velocità bassissime, senza pensare al fatto che così facendo non sareste mai riusciti a portare a termine l'obiettivo assegnato. Non preoccupatevi ci siamo passati tutti!!! :s03: :s03: Poi avete sì accelerato ma solo a 15 minuti circa dalla fine, quando eravate ancora a 10 nm e oramai l'appuntamento era perso.I 5 nodi non sono un muro invalicabile, ma solo una modalità di navigazione silenziosa che non potete usare se ci sono avvicinamenti rapidi da fare. Se serve correre, si approfitta dei momenti iniziali quando tutti devono ancora posizionarsi, si usano gli strati termici, ci si fa coprire da imbarcazioni...insomma di soluzioni ce ne sono, e vedrete che con l'esperienza imparerete a sfruttarle. Poi vi siete impanicati quando avete sentito i siluri in acqua (lanciati dal Drakken poi, bell'amico...). Anche lì una fredda analisi avrebbe dovuto portarvi nel giro di 30 secondi a capire che non erano una minaccia per voi visto che a) se li avessimo lanciati noi dal P3 dopo 30 secondi eravate morti e b) eravate troppo silenziosi perchè chiunque altro vi potesse sentire...non c'erano sub nel raggio di 50 nm!!!!

 

Comunque dai, in qualche modo bisogna pure incominciare, e analizzare gli errori vi sarà sicuramente utilissimo.

 

Per quanto riguarda noi...abbiamo fatto un po' di geometria, uno splendido cerchio di boe perfettamente inutile, visto che da replay abbiamo praticamente centrato il kilo ( meno di 500yds) con l'unica boa lanciata a caso...e nonostante questo il sub era così lento che Daniel non l'ha sentito (VERO Daniel che non l'hai sentito? :s41: ), e inoltre la boa non era una DICASS e quindi non si riusciva a verificare con l'attivo.

 

Grazie a tutti della partita, alla prossima!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AleX24

Be su questa missione c'è da dire poco perchè siamo stati tutto il tempo ad ascoltare il sonar..dopo un po omar aveva beccato truffa col sonar ma ts era disturbato e non lo ho sentito quando lo ha detto poi ho sentito un paio di esplosioni e un paio di siluri in acqua mi ero stuffato e ne ho lanciato uno anche io :s03: :s03:

comunque bravo daniel la missione è stata bella

 

però non ho capito chi ha vinto :s17:

Share this post


Link to post
Share on other sites

AKULA 'Kaban'

Cadetto sertore: navigazione, armi, vela

Drakken il MITO IMMORTALE: sonar, EMS, radio

 

Carissimi,

confortato dai racconti già postati provo a inserire anche la mia visione dell'incontro, partendo dal presupposto che la prima multiplayer è, e sempre sarà, mitica! (...anche se al posto di un sub ci fosse da navigare su di una ciabatta con uno stuzzicandenti al posto del remo) :s03:

 

Appuntamento alle 21... mi aggancio ad MSN e nel giro di 1/4 d'ora mi mangio quasi 10Mb dei 50Mb messi a disposizione dal mio gestore ADSM: il MITO contribuisce a questa prestazione con un paio di mostriciattoli che invadono lo strumento di comunicazione... proprio belli, aggressivi e famelici, sopratutto di banda!

 

A malincuore faccio l'asociale e mi disconetto da MSN per arrestare il massacro di bits, rimanendo in contatto solo con il Drakken: dopo dieci minuti vengo richiamato all'ordine perchè tutti sono in mia attesa su TS... mi incasino con i tasti ma poi riesco a rientrare nel giro.

 

In breve entriamo in partita ed anche se non capiamo bene cosa dobbiamo fare, partiamo alla grande: red alert, su gli scudi ed in una prestazione straordinaria nel giro di qualche secondo siamo con le armi pronte e predisposti alla caccia.

 

Il Drakken nei primi 16 secondi di gioco becca 2 688i a SE dalla nostra posizione, a 70 Km... mica per niente è il MITO mi dico: io ho difficolta a beccare un 688i che mi sperona, lui li becca al'infinito.

 

Truffa conferma il rilevamento, e la mia ammirazione raggiunge livelli inimmaginabili fino a pochi minuti prima: anche se con qualche perplessità decidiamo comunque di lasciare perdere i due cattivi per concentrarci sul nostro obiettivo.

 

Iniziamo il solito jo-jo, su e giù rispetto al layer per capire se dallo spazio è arrivato qualcos'altro oltre all'annunciato, zizzaggando per triangolare la moltitudine di contatti che abbiamo intorno... alla fine di una precisa e puntuale ricerca concludiamo che non ci si capisce niente: segnali sovrapposti di yachts e pescherecci si confondono, transitori misteriosi, black-out inattesi sul sonar, insomma di tutto tranne che qualche segno del canotto.

 

Ad un tratto riceviamo l'urlo di Bubbe e maxmin che sono inseguiti da un siluro: saranno i cattivi a 70 Km, che ora sono diventati 78 Km...

 

Non sia mai: approntamento veloce e scarico di 4 stallion verso i 688i... tiro preciso, sul sonar sembra che gli stallion siano caduti in braccio ai comandanti dei 688i stile 'Hot Shot', e proprio dopo qualche secondo sentiamo qualcosa come lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale nei pressi del punto di arrivo degli stallion.

 

MITICI! Abbiamo preso qualcosa da quasi 80 Km di distanza... roba da guinness dei primati! :s20:

 

Peccato che dopo qualche secondo Hunter dichiari il sacrificio dell'oiler in nome della federazione galattica: ah, allora i nostri stallion stanno ancora facendo giro-giro-tondo dove sono ammarati... il lato chiaro della forza si rivela però ben più tremendo e implacabile della parte oscura.

 

Il criminale si giustifica dicendo che ne aveva proprio le scatole piene del povero oiler, colpevole di fare troppo rumore: Drakken propone -100 punti per crimini contro la popolazione civile, Hunter declina... mah, questi Jedi!

 

Riprendiamo la corsa verso il punto dove il canotto era stato segnalato per accorgerci che non potremmo mai arrivarci senza teletrasporto: Truffa si immola alla causa sparandosi una corsetta a 35 nodi, intanto noi lo copriamo... ma da cosa?

 

Non si sente nulla a parte una Ticonderoga che l'IMMORTALE nomina ogni 3 secondi... deve essere proprio pericolosa penso io: stiamoci alla larga.

 

Epilogo: Truffa raggiunge il punto previsto, emerge e cerca il canotto... niente, dopo qualche minuto di appollaiamento a mo' di uccello di legno si becca un siluro lanciato da Simonov dritto sui denti: era inevitable, anzi, ad esser sinceri mancava solo il bersaglio dipinto sullo scafo per rendere più agevole il lavoro dei due 688i.

 

Noi lanciamo sul TIW del siluro di Simonov a N-NO ed evadiamo, ma ormai la partita è finita e con un po' di rammarico, ma sicuri della vittoria virtuale, usciamo dal gioco per goderci le nostre imprese nel replay... e qui comincia il vero divertimento!

 

I due 688i a 70 KM si rivelano 2 contatti di superficie, mentre i due 688i sono sempre stati con noi, nascosti nel casino universale, in particolare quello di Simonov che ci è passato sotto il naso senza colpo ferire... ahhh, ma allora è vero che stare al sonar è davvero difficile!

 

Questo non diminuisce la mia ammirazione per il Drakken e Truffa, ma perlomeno mi rincuora sulle mie prestazioni... all'inizio della missione avevo pensato di essere veramente una schiappa!

 

Scopriamo poi che purtroppo sia Mr.Spock che il suo canotto avevano avuto un incontro ravvicinato con uno yacht che li aveva affondati molto prima dell'arrivo di Truffa nel punto di prelievo, ma se quanto non fosse avvenuto avremmo sicuramente vinto almeno questa parte della missione!

 

I nostri soci, per contro, sono stati inchiodati da Hunter e forse anche un po' disorientati dal nostro maldestro tentativo di aiutarli con gli stallion ma, nonostante la natura oscura, vi assicuro il tutto è avvenuto in buona fede!

 

Per quanto mi riguarda sono comunque contento sia della missione sia della prestazione: dopo tutto non siamo stati rilevati, in quasi tutte le occasioni sono riuscito a rispondere alle indicazioni del MITO con dei laconici '... già fatto!', incassando dei graditissimi '... bene, bene... siamo proprio sulla stessa lunghezza d'onda' (ed i complimenti dell'IMMORTALE valgono doppio)!

 

Unica nota storta è che al termine della partita, dopo alcuni istanti dalla disconnessione, anche il mio PC ha deciso di disconnettersi definitivamente, esalando l'ultimo respiro e rifiutandosi di ripartire: oggi nonostante la neve lo porterò in clinica, ma prevedo qualche tempo di convalescenza!.

 

Ringrazio comunque tutti sia per la compagnia sia per il mio primo incontro, che rimarrà comunque sempre scolpito nella mia mente! :s03:

 

Un grazie anche a Daniel per l'idea: non era male ed è stata in ogni caso una bella partita, nonostante qualche inconveniente che non ha comunque tolto nulla al confronto con gli avversari.

 

Alla prossima e... che la forza oscura si sempre contro di voi!

Edited by sertore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infine il contributo del :s07: MITO :s07: .... ma che MITO .... :s68: ....

 

purtroppo la mia non è stata una grande partita.... ovvero:

generalmente la postazione del SONAR mi esalta, questa volta sono rimasto un pò incartato sulle "false" comunicazioni ed indicazioni del sonar.

 

A dire il vero, dopo che avevo sentito sul trainato i due presunti 688 a 70km di distanza ho manifestato il dubbio sia a Sertore sia a Truffa, in quanto mi sembravava troppo "bello" sentire a così grande distanza dei sub, poi incrociando i dati con Truffa, sembravano invece coincidere, pensavo... magari qualche 688 era in zona a pattugliare le balene.

Decido con il mio socio comunque di andare verso il ns obiettivo e visto che noi eravamo più distanti rispetto Truffa di coprire quest'ultimo. Poi da lì una serie di cattive e sbagliate intuzioni insieme ad un mix di circostanze hanno fatto il resto.

 

Ad un certo punto il Bubbe dichiara che è inseguito da un Sub, bè allora penso che magari quella traccia di 688 magari era vera... per stare tranquilli ed eventualmente far spavantare il presunto 688, decidiamo di lanciare gli Stallion... ma abbiamo lanciato a falsi bersagli... poi Bubbe diceva che gli avevano sparato, in realtà erano i ns stallion ma ben distanti. (consiglio a Bubbe controlla sempre la banda del ping attivo "22050" sono gli Mk48...)

 

Poi succedono altri fattori non ben collegati tra loro ad alimentare ulteriore confusione.... si sentivano varie esplosioni, (mr spock al creatore ) , lo yacth affondato dopo una collisione con il cannotto :s68: , una Olier fatta saltare in aria da un Jedi (ma voi non eravate i buoni ???? :s03: ) . Sinceramente il mio

quadro tattico è entrato in un labirinto di "Escher"... comunque poco prima del lancio del siluro di Simonov avevo intercettato il suo sub, poi abbiamo sentito il lancio e abbiamo lanciato di conseguenza, ma si è rotto anche il cavo x la guida... insomma un casino.

 

L'unica nota positiva la FORZA OSCURA di SERTORE e l'intesa perfetta.... mi precedeva nella parola... pensavo a una determinata manovra e lui già l'aveva messa in pratica.

 

Altra costante in tutto questo CAOS .... :s07: L'IMMORTALE :s07: è rimasto tale.... nonostante varie congetture e sogni di gloria :s41:

 

 

P.S.: @ Daniel... ti capisco soprattutto quando crei una missione e poi la devi modificare in corso.... è difficile trovare poi un nuovo bilanciamento ottimale.

Ma il :s07: MITO :s07: ricordati veglia sempre su di te

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

ps: Piccola critica all editor, la missione tutto sommato andava bene, apparte l'inconveniente yacht vs gommone, secondo me però ci sono o le distanze da rivedere o il tempo, almeno quelle dell'akula che usavo io, un ora e mezza per fare circa 18nm sono un po' poche, se si considera che un quarto d'ora subito si perde per sentre cosa c'è in giro, per andare a qp e ricevere gli ordini, la velocità media da sostenere per arrivare in tempo è talmente alta che non è mai possibile usare il sonar a meno che non si facciano 35 nodi per un buon tratto come ho fatto io, che con 2 688i li che aspettano è ardua come impresa :s10:

 

 

Prendo spunto da questa giusta riflessione di Umberto per fare alcune considerazioni che, sia chiaro, non vanno a critica di Daniel eh, ma sono rivolte in generale ad un certo modo di intendere e sviluppare le partite.

Io credo che, a prescindere dal tipo di modalità di gioco adottata, noi attuiamo un pò compulsivamente uno stesso schema sia in fase ideativa, di editor, sia in fase attuativa, di gioco. Questo schema ci porta necessariamente alle difficoltà esposte da Umberto in particolare quando usiami i sub. Le impostazioni della partita conducono ad una situazione paradossale: per arrivare in zona operativa i sub devono viaggiare per quasi un'ora a velocità elevate con le conseguenze evidenti. Inoltre, ci perdiamo spesso tutta la fase di localizzazione, identificazione e tracciamento del bersaglio che, onestamente, è molto bella. In questo modo, depotenziamo i sub della loro più intima caratteristica, che rimane l'azione furtiva e perentoria e, quasi sempre, di supporto.

Spesso facciamo partite di 3vs3 sub in un raggio di 40nm. Sei sub, in una zona così delimitata, francamente, oltre ad essere una situazione poco realistica(i sub non sono divisioni corazzate) comportano la necessità, per l'editor, di distanziarli di molte miglia per non far sì che si ascoltino da subito. Da qui, la necessità di correre visti i ridotti tempi di gioco.

Io trovo che questa situazione, se può essere attuata qualche volta, non può tuttavia essere presa come canovaccio fisso.

Riflettendoci su però mi son fatto l'idea che la faccenda non c'entri molto con chi edita ( anzi, da un pò di tempo a questa parte gli editor stanno facendo lavori bellissimi) bensì con il fatto che , di solito, prediligiamo scontri tra sub con la variante di qualche P-3, inserendo altre piattaforme solo con AI per cornice.

Se vogliamo uscire da questi schemi dobbiamo essere disposti a cambiare scenari, e ad allargare la gamma di mezzi controllati da umani. A quel punto anche chi edita avrà più possibiltà di creare missioni diversificate per mezzi e situazioni tattiche. Questo discorsi implica la volontà di abilitarsi, tramite Accademia, su più piattaforme.

Aggiungerei anche una proposta. Cercare di portare a 3 ore il tempo di gioco, tagliando tempi morti in qualche maniera.

Edited by Simonov

Share this post


Link to post
Share on other sites

intervengo anche se non ho preso parte alla missione perchè Simonov ha dato uno spunto interessante.

 

ebbene...............

 

nella realtà sono accadute ed accadono cose che purtroppo non si possono inserire nelle missioni di gioco per il semplice motivo che i tempi non lo consentono.

 

penso di non essere smentito nell'affermare che un sub, rilevato un contatto, lo tracci e lo tenga sotto controllo (prevalentemente a distanza) cercando di trovare compatibilmente alla silenziosità un punto di convergenza di rotta.

 

Tutto ciò nella realtà accade con tempistiche impossibili in una situazione di gioco come la nostra ridotta a 2 / 3 ore poichè il tracciamento, inseguimento e avvicinamento (con relativo incrocio di rotte) avviene in tempistiche che a volte superano le 24 ore.

 

In conclusione, riprendendo anche il discorso di Simonov, sarebbe più realistico creare delle situazioni di gioco con "un'idea completamente nuova"!

 

La missione troppo spesso è condizionata dall'individua e spara gli Stallion o viceversa, lasciando perdere tutto il bello del tracciamento, avvicinamento e convergenza rotte.

 

L'argomento iniziato da Simonov penso possa essere uno spunto di riflessione per lo studio di missioni innovative!

 

forse non era il 3D adatto per postare ma visto che l'argomento è stato qui trattato, qui l'ho inserito! :s04:

 

elio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ahimè di questo discorso ne abbiamo parlato decine di volte...purtroppo è come una coperta corta, se la tiri da una parte scopri dall'altra e viceversa. Al di là dell'auspicabile utilizzo sempre più massiccio di tutte le unità pilotabili, resta il fatto che i tempi di gioco sono quelli che sono: molti poù limitati di quelli a disposizione in scenari reali, come diceva bene Eliosurf. E quindi se si mettono posizionamenti più distanti guadagni la fase di avvicinamento e ascolto ma spesso sei costretto ad accelerare per stare in tempi di game decenti, viceversa posizionamenti troppo vicini ti portano a scenari "sparatutto" che mi sembra siamo tutti concordi nel voler evitare. :s02:

 

A mio parere su questo, oltre ad una grande perizia degli editor nel calibrare al millimetro spazi e di conseguenza tempi, non restano grandi soluzioni, se non accettare comunque dei compromessi. Io ques'idea completamente nuova non la vedo :s06: , ma se qualcuno ha proposte in tal senso...ben vengano!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si Francesco, ne abbiamo parlato già molte volte e quello che è stato detto è tutto giusto. Non abbiamo i tempi della vita reale ecc. Tuttavia, da quello che vedo, questo schema sembra non convincere e crea delle difficoltà oggettive. Grandi rivoluzioni sarà difficile farne, concordo con te. Però possiamo e, direi, dobbiamo cercare di fare qualche riforma.

Come ho già detto, non sono dell'idea che tale schema debba essere eliminato in toto. Esso , in sostanza, simula una particolare situazione reale: quella del recepimento di una comunicazione che comporta un riposizionamento veloce verso una zona di operazioni. E' una situazione che si verifica nella realtà, ma è una possibile situazione, non certo l'unica.

Dobbiamo cercare di affrontare il problema e trovare delle soluzioni di compromesso.

Potremmo , per prima cosa, aumentare a 3 ore la durata delle partite serali infrasettimanali. Ritrovo alle 21.00, partenza alle 21.15, termine alle 00.15. Organizzandoci un pò, è possibile. Quando abbiamo fatto partite DW Extreme ci siamo riusciti quindi vuol dire che è possibile.

Altro possibile cambiamento: a quanto so (correggetemi se sbaglio) nella mod LWAMI le portate sonar sono state diminuite e anche la rumorosità delle piattaforme è stata rivista. In base a questi cambiamenti, potremmo forse settare distanze più brevi tra le varie piattaforme. Anche perchè, siamo sinceri, attualmente ci troviamo di fronte ad una contraddizione evidente: da una parte settiamo distanze grandi per far si che non ci sia un ascolto immediato; dall'altro però, dobbiamo far correre le piattaforme per arrivare in zona operazioni, con la conseguenza di renderle rilevabili...Qualcosa non va... Allora direi che è meglio ridurre le distanze e settare obbiettivi in modo da poter ridurre le velocità e sfruttare tutte le potenzialità e le apparecchiature di ciascuna piattaforma in particolare i sub che, mi sembra, sono le unità maggiormente investite da questa contraddizione.

Altro possibile cambiamento. Proporrei di non effettuare tutte partite combat. Potremmo organizzare uscite che comportino " solo "la ricerca e la localizzazione di bersagli per esempio. In una esercitazione del Corso per l'abilitazione sul P-3, Francesco ci aveva impegnati in un bellissima situazione tattica: dovevamo trovare un sub a partire da un datum. Dovevamo cercarlo calcolando il raggio a360 gradi dove si sarebbe potuto trovare. Lì conoscevamo l'ora del suo ultimo avvistamento e la sua probabile velocità. Ma se, ad esempio, togliamo la conoscenza della velocità il tutto diventa ancora iù interessante. Questo del Datum credo potrebbe benissimo costituire un altro canovaccio da seguire (non sempre ovviamente ). E se proprio è necessario che esca un vincitore, possiamo stabilire che vince chi riesce a localizzare quei bersagli. Un tale scenario può essere giocato sia con obbiettivi di pura ricerca e tracciamento, sia cin finalità kill. E, sia in maniera cooperativa contro AI, sia in opposte fazioni mettendo umani sul sub ( o altra piattaforma ) che origina dal Datum.

 

Queste riflessioni sono ovviamente un lavoro in fieri, ma credo che in 3 ore si possa fare anche qualcosa di diverso da una corsa di 40 minuti stando ciechi e sordi :s02:

 

 

Edit: Per chiarezza, quando auspico partite con più piattaforme, mi riferisco ovviamente ad una situazione nella quale si sia formato un gruppo di C.ti con molteplici abilitazioni. E' chiaro che in una fase precedente (quella attuale), ogni Cadetto è portato, comprensibilmente, a scegliere quelle piattaforme per le quali necessita delle 3 uscite per l'abilitazione.

Edited by Simonov

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,653
    • Total Posts
      518,038
×