Jump to content
Sign in to follow this  
Guest luciano pietri

Una Pagina Di Storia Sconosiuta

Recommended Posts

Guest luciano pietri

Ieri ero sulla banchina del porto a parlare con gente che di mare ne mastica parecchio, i pescatori.

Non so come ad un certo punto, uno dei più esperti capobarca mi ha fatto un accenno di cui non ho mai sentito parlare prima.

Tutto è iniziato perchè parlavamo di relitti presenti nei nostri mari e lui ha detto che davanti il tratto di mare tra l'Argentario e l'Isola d'Elba ci sono tantissimi relitti che sono stati incocciati spesso con le reti.

Lui parlava di un convoglio di motozattere italiane che nei gioni immediatamene successivi all'8 Settembre 1943, andò a caricare al pontile di Talamone ( usato fino a pochissimi anni fa per caricare gli esplosivi del vicino stabilimento Montecatini dove veniva impastata la dinamite) e che si diresse verso nord.Fin qui da pensare che quegli equipaggi avessero fatto una scelta di parte e si stessero dirigendo verso i loro alleati ma, quì stà la cosa strana, furono ripetutamente attaccati, bombardati e decimati da aerei tedeschi!!!! Perchè attaccati dai tedeschi se andavano a nord?

Comunque parlava che ne partirono una quarantina e prima due poi 5 poi altre tre sono affondate lasciando una scia di relitti.

Nessuno ne sa nulla? Il capobarca dice, ma non so quanta fantasia ci sia in questo, che questa battaglia non è rportata da alcun documento perchè in quei giorni molta era la confusione e anche perchè non è chiaro dove portassero quegli esplosivi e a chi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La vicenda, se realmente avvenuta, è interessante ed ........intrigante.........Certo pure che se non è riportata su documentazione ufficiale risulta difficile se non arduo riuscire a ricavare informazioni attendibili.

 

Il nostro Alagi ne sa qualcosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il nostro Alagi ne sa qualcosa?

 

Mi giunge nuova.

Però il numero di motozattere iniziale (una quarantina) mi sembra davvero esagerato. Il volume dell'USMM sulle attività navali dall'8 settembre in avanti non riporta dati di questo genere. Temo che - considerato il periodo e in mancanza di riscontri ufficiali - sia davvero difficile, se non impossibile, fare luce su questa vicenda.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho tolto il post che avevo scritto sulle MZ di Viareggio perchè inesatto.. anche se confermo che le MZ perse nel periodo armistiziale furono "solo" 22... E' probabile che il convoglio, certamente più piccolo, fosse formato anche da VAS e rimorchiatori, non solo militari, visto quanto accadde in quel periodo nelle acque toscane (in effetti nell'arcipelago si verificarono numerosi affondamenti).. Sarebbe utile se Luciano indicasse qual è il porto oggetto della discussione

Share this post


Link to post
Share on other sites

La vicenda è realmente accaduta, tant'è che nel tratto Piombino / San Vincenzo ci sono almeno una quindicina di motozattere affondate facenti parti di quel convoglio a cui fa riferimento Luciano. Una di queste è la famosa MZ di San Vincenzo, che giace a 8 metri non distante dalla battigia.

Però per quel che ne so io furono attaccate da aerei americani.

Ora non posso documentarmi, ma se ritrovo alcuni articoli in merito li posto.

Edited by malaspina

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest luciano pietri

vedi che qualcosa comincia venire a galla?

Grazie Moreno, le mtz dovrebbero esserepartite daTalamone e hanno iniziato subito a subire attachi.

Comunque presto posterò, spero, delle novità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

9 settembre 1943

 

Al largo di Livorno le motosiluranti tedesche catturarono diverse unità che navigavano in convoglio:

 

VAS-238, VAS-239, VAS-305

MZ-703, MZ-709, MZ-749

VAS-208, VAS-214, VAS-219, VAS-220

 

Inoltre affondarono nelle acque di Gorgono la VAS-234 che insieme alla VAS-235 era salpata da Spezia.

 

E' probabile che il racconto sia riferito a queste 2-3 azioni che si svolsero nell'arco della giornata. Le unità affondate nelle acque toscane o all'isola d'Elba in seguito furono ancora più numerose.

 

VAS-238, VAS-239, VAS-235: dirette da Spezia a Portoferraio e dirottate a Livorno.

 

VAS-208, VAS-214, VAS-219, VAS-220: dirette da Imperia a Portoferraio e dirottate a Piombino dove vennero distrutte

 

MZ-703 II, MZ-709, MZ-749: dirette da Spezia a Portoferraio e dirottate a Livorno

 

Queste sono le unità militari perse in zona, senza contare quelle distrutte o abbandonate in porto, ma soprattutto mancano le unità mercantili che sicuramente saranno state più numerose: rimorchiatori, dragamine ausiliari, pescherecci, motovelieri, traghetti ecc.

 

DA NAVI MILITARE PERDUTE 1975

Edited by walter leotta

Share this post


Link to post
Share on other sites
Inoltre affondarono nelle acque di Gorgono la VAS-234 che insieme alla VAS-235 era salpata da Spezia.

 

Nell'affondamento della 234 rimase coinvolto anche il contrammiraglio Federico Martinengo, decorato di Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il comandante navale di Piombino, se non sbaglio era il C.F.Capuano, si oppose strenuamente alla consegna del porto e dei materiali ai tedeschi. I marinai delle batterie costiere a difesa del porto combatterono efficaciemente e respinsero i tedeschi.Il generale dell'esercito responsabile di zona era già venuto a patti con gli ex alleati e decise di sostituire il Capitano di fregata quale responsabile del porto e della difesa di Piombino. Ma il comandante Capuano rispose che lui era in tale posizione per ordine della Marina e solo ai suoi vertici avrebbe reso conto. E' possibile, quindi, che abbia utilizzato le motozattere per evacuare beni e materiali. Proprio i tedeschi potrebbero averle attaccate, visto che reagirono contro i marinai di Piombino soprattutto con l'aviazione. Ma questa è una mia deduzione!I fatti di Piombino li ho desunti da una recente lettura degli atti di un convegno tenutosi nel 1994 a Venezia, presso il Museo Navale, che aveva come tema "La Marina e la resistenza", che comprai tempo fa da un catalogo di "Tuttostoria" dell'ed. Albertelli di Parma, ma non sono riportati gli affondamenti delle MZ.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il comandante navale di Piombino, se non sbaglio era il C.F.Capuano, si oppose strenuamente alla consegna del porto e dei materiali ai tedeschi. I marinai delle batterie costiere a difesa del porto combatterono efficaciemente e respinsero i tedeschi.Il generale dell'esercito responsabile di zona era già venuto a patti con gli ex alleati e decise di sostituire il Capitano di fregata quale responsabile del porto e della difesa di Piombino. Ma il comandante Capuano rispose che lui era in tale posizione per ordine della Marina e solo ai suoi vertici avrebbe reso conto. E' possibile, quindi, che abbia utilizzato le motozattere per evacuare beni e materiali. Proprio i tedeschi potrebbero averle attaccate, visto che reagirono contro i marinai di Piombino soprattutto con l'aviazione. Ma questa è una mia deduzione!

 

Ulteriore deduzione mia, sulla questione rotta nord: Premesso che non so la cronologia degli eventi armistiziali a Piombino, presumo che, in analogia a quanto detto in proposito dell contemporaneo fatto d' arme sull' Aspromonte, il CF Capuano non avesse una precisa idea della situazione strategica, e ritenesse La Spezia il posto più sicuro dove mandare le Unita' ed i materiali strategici imbarcati sulle MZ.

 

Io resto convinto che il "tutti a casa" più che causato da un collasso del morale, sia stato causato dal collasso della catena di comando, controllo e comunicazioni.

 

Saluti,

Dott. Piergiorgio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,177
    • Total Posts
      508,635
×