Jump to content
Sign in to follow this  
Tuco

Inno Austro-ungarico Versione Italiana

Recommended Posts

LA versione italiana dell inno dell impero Asburgico

L' avevate mai sentito ? :s03:

 

125px-Flag_of_Austria-Hungary_1869-1918.svg.png

 

Inno asburgico - you tube

 

Ecco l' italico testo

 

Serbi Dio l'austriaco regno

Guardi il nostro imperator!

Nella fé che gli è sostegno

Regga noi con saggio amor!

Difendiamo il serto avito

Che gli adorna il regio crin

Sempre d'Austria il soglio unito

Sia d'Asburgo col destin.

 

Siam concordi, In forze unite

Del potere il nerbo sta;

Alte imprese fian compite,

Se concordia in noi sarà.

Siam fratelli, E un sol pensiero

Ne congiunga e un solo cor;

Duri eterno questo Impero,

Salvi Iddio l'Imperator!

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Inno_popolare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha la stessa musica di quello tedesco uber alles

Share this post


Link to post
Share on other sites
LA versione italiana dell inno dell impero Asburgico

L' avevate mai sentito ? :s03:

 

E come no!

Sulla musica di Haydn, è il vecchio Serbidiòla. Così a Trieste il popolino chiamava (e a volte memore chiama) l'inno, il cui incipit per ragioni di metrica così intendeva:

 

Serbidiòla / striacoregno

 

 

Se ne era parlato in questa vecchia discussione

 

 

Curiosità: a quanto pare sotto l'Austria, i primi giorni di scuola alle elementari, maestre e maestri (unici, per il che l'Impero cadde) insegnavano ai pargoli le 5 vocali:

A.E.I.O.U.

Ovvero, Austria Erit In Orbe Ultima (l'Austria sarà l'ultima a sparire prima della fine del mondo) oppure Austriae Est Imperare Orbi Universo (è destino dell'Austria governare il resto del mondo). Modesti.

Edited by GM Andrea

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma è uguale a quello tedesco!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma è uguale a quello tedesco!

 

E' quello che dissero a Vienna quando aprirono il plico.

Ma il venditore era già scappato coi soldi. :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, mi stupisco poco; non è che la Regina Vittoria non fosse imparentata con gli alemanni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo plagiarsi anche gli inni...??!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Curiosità: a quanto pare sotto l'Austria, i primi giorni di scuola alle elementari, maestre e maestri (unici, per il che l'Impero cadde) insegnavano ai pargoli le 5 vocali:

A.E.I.O.U.

Ovvero, Austria Erit In Orbe Ultima (l'Austria sarà l'ultima a sparire prima della fine del mondo) oppure Austriae Est Imperare Orbi Universo (è destino dell'Austria governare il resto del mondo). Modesti.

 

Specie se si considera la fine che fecero...

 

fww0878cos5.jpg

 

Interessante comunque l'argomento...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciò non toglie che l'Austria era un paese ordinato.

 

E lo dice uno che ogni mattino guarda con devozione Grappa, Altopiano e Pasubio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciò non toglie che l'Austria era un paese ordinato.

 

Su questo sono perfettamente d'accordo. Esemplare apparato amministrativo. Mi si scusi per lo sfogo.... :s03: :s04: :s68:

Edited by brin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guardate che questo è l'inno Imperiale Austro - Ungarico per le popolazioni Tirolesi di lingua Italiana. Ecco perchè è tradotto in italiano. Dire che è il testo italico mi sembra un pò troppo.

Questo inno era tradotto in 9 lingue (quelle che si parlavano nell'Impero).

Per i Tirolesi di lingua italiana gli Inni era due.

Uno era l'Inno al Tirolo che venne "epurato" a fine guerra e cambiato dalla vedova di Battisti. Così dopo il 1918 divenne inno al Trentino.

L'altro era, appunto, l'Inno dell'Impero. Più antico di quello Germanico e suonato in modo più lento.

Tutti li sapevano alla perfezione.

Pensate che mio bisnonno (questi sono racconti di mio padre) che combattè con i Kaiserjager in Galizia e sul Pasubio negli anni 60 sentendo alla radio l'Inno Austro - Ungarico si inginocchiò e lo cantò.

 

Ciao e tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ed ecco riemergere l'inno di cui sopra in versione Ducato di Modena e Reggio post Restaurazione (si parla di Francesco, ovvero Francesco IV Asburgo Este) trovato per un caso, assai frequente quando si gironzola sul web, di serendipity

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,533
    • Total Posts
      516,332
×