Jump to content
Sign in to follow this  
Guest Marcuzzo

Leggere Attentamente Le Avvertenze Prima Dell'uso

Recommended Posts

Guest Marcuzzo

Tratto da MEOB

 

Con questo breve scritto voglio colmare una notevole mancanza che ho notato nella, pur imponente, documentazione sulla navigazione. Infatti non si trovano manuali, non ci sono libri, non si trovano documenti su Internet, ... Insomma nulla sul WC marino!

Eppure e' un argomento importante. Nelle peggiori taverne dei porti o durante le lunghe navigazioni notturne o nei mitici incontri tra marinai reduci da tante avventure di mare... di che si parla sempre? Direte di spaventose burrasche o di meravigliose spiagge o di bellissime sirene o di pesche miracolose o di bevute incredibili... Certo, certo, qualche volta. Ma sicuramente si parlera' anche del piccolo ed infernale aggeggio!

 

Ci sono racconti di skipper sadici che non consentono a nessuno l'utilizzo del WC: l'equipaggio femminile scende dalla barca dopo una settimana di crociera in altura quando ormai ha raggiunto un colore giallo paglierino. Ed il colore non e' dovuto all'abbronzatura!

Oppure si racconta dell'uso non corretto dello strumento da parte di qualche sciagurato membro dell'equipaggio con conseguenti inenarrabili esplosioni. Al confronto gli attentati terroristici con ordigni nucleari "sporchi" non sono nulla!

Non ci credete? Provate a fare una domanda sull'argomento! E' come chiedere ad una neo mamma dei bisognini del suo piccolo. Basta lanciare l'amo ed abbocchera': vi raccontera' per ore del colore, dimensione, consistenza, frequenza, ... il massimo! Lo stesso con un marinaio: provate!

 

Ma, sebbene l'argomento sia certamente interessante, non voglio dilungarmi oltre. E' ora importante colmare questa grave lacuna sulla documentazione della tecnica marinaresca.

 

Il WC marino

 

Il WC marino non e' molto diverso da quello che usiamo tutti abitualmente. Ma ci sono alcune piccole ed importanti differenze, infatti e' adattato per funzionare in navigazione. La prima cosa che si nota e' che piu' piccolo. Come i bagni degli asili: si torna tutti bambini!

Ma un occhio piu' attento nota subito altre differenze. Infatti c'e' un groviglio di tubi in plastica, uno strano bottone (che e' la levetta di carico/scarico), una maniglia come quella delle pompe di bicicletta verticali. Infine, nascoste da qualche parte (le nascondono perche' cosi' ogni tanto qualcuno si dimentica), ci sono anche le due saracinesche delle prese a mare.

 

Come funziona?

Beh, la parte iniziale e' identica... quindi conclusa tale parte, dopo aver aperto le prese a mare iniziate a pompare! La pompa carica acqua di mare e scarica acqua sporca. Oppure scarica soltanto a secondo di come e' disposta la levetta di carico/scarico.

 

Tutto qui! Il funzionamento e' quindi semplice, ma per un corretto utilizzo e' necessaria qualche ulteriore indicazione.

 

Istruzioni per l'uso del WC in barca

 

Ecco le principali indicazioni sull'uso del WC marino:

 

* Non usare il WC in barca! :s68:

Non usate il WC marino se non e' strettamente necessario. Non usatelo in porto (dove per altro e' vietato), non usatelo in rada (soprattutto se non c'e' corrente), non usatelo comunque! Ovviamente il WC scarica nell'acqua e non e' piacevole avere la barca circondata da tali scarichi. E' vero che sono biodegradabili... ma non e' il caso, vero?

E' del tutto normale (anche per le signorine) fare la pipi a poppa. Il fatto di non essere nascosti subito produce qualche imbarazzo ma ci si abitua. Non preoccupatevi, anche quando siete nel piccolo bagno della barca si sente tutto! (ndr. e' ovvio che in porto non si fanno i propri bisogni sul molo ma nei sempre meravigliosi bagni del porto)

 

* Leggere attentamente le istruzioni prima dell'uso!

Beh se non se ne puo' fare a meno allora il WC puo' essere usato ma va usato correttamente. E' opportuno che ogni membro dell'equipaggio lo sappia utilizzare nel modo giusto. I pasticci che si possono combinare non sono piacevoli da mettere a posto...

 

* Aprire le prese a mare!

Per consentire lo scarico/carico dell'acqua e' necessario che le prese a mare vengano aperte. E' molto importante! Se le prese a mare non vengono aperte la pompa puo' andare in blocco o, peggio, si puo' sfilare un manicotto o scoppiare un tubo... Quindi aprite le prese a mare! Per essere certi che una presa a mare sia aperta controllate la leva della saracinesca. Se la leva e' ortogonale al tubo la presa a mare e' chiusa, se e' disposta longitudinalmente la presa a mare e' aperta. Fate attenzione a non confondervi: magari nel bagno ci sono altre prese a mare (eg. quella del lavandino). Se non siete certi chiedete o, se avete fretta aprite tutto. Gia' che ci siete aprite anche l'oblo' del bagno, la privacy non e' fondamentale in barca e voi respirerete sicuramente meglio!

 

* Solo materiale organico!

Non bisogna scaricare nulla che non sia organico nel WC. Neanche la carta igenica. Semplicemente rischia di bloccare la tubatura. Quindi la carta igenica si buttera' dopo nel sacchetto della spazzatura. Evitate di lanciarla dal finestrino. Sicuramente uno scherzo del vento la farebbe finire in faccia al timoniere!

Sull'espletamento della funzione organica non entro in dettagli... ma c'e' un avvertenza: si fa da seduti!

 

* Pompare!

Per pulire per bene bisogna pompare: bisogna scaricare il WC e le tubature. La sequenza corretta e':

o Controllare che la levetta di carico/scarico sia su scarico

o Pompare 5 volte

o Mettere la levetta su carico

o Pompare almeno 10 volte (non spaventatevi: il livello dell'acqua sale velocemente, sembra non fermarsi, sta per uscire, si fermera'?, aiuto!!, fiuuu e' andata bene)

o Mettere la levetta su scarico

o Pompare 5 volte

 

* Chiudere tutto!

Avete soddisfatto i vostri bisogni, avete fatto un po' di esercizio fisico con la pompa, siete finalmente soddisfatti: ora potete tornare a navigare. Ma non dimenticatevi di chiudere tutto! Dovete chiudere le prese a mare, l'oblo', la tazza e la porta del bagno. Ricorderete tutto? Chiudete sempre tutto cio' che avete aperto: un'ondata fa entrare una quantita' enorme di acqua da un'oblo chiuso male...

 

Facile vero? Provare per credere!

Va beh, non insisto... non e' necessario provare subito. :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest seicolpi

Beh, se non volete affondare con la vostra barca perché non avete utilizzato al meglio lo scarico del vostro wc... :s01:

Quando andavo in barca con nonno mi diceva sempre: i bisogni si fanno a poppa, fuori bordo. Il bagno non si usa perché se il bagno della barca è diverso da quello di casa e non funziona allo stesso modo. Se ti sbagli ci allaghiamo e affondiamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest UPS2
Quando andavo in barca con nonno mi diceva sempre: i bisogni si fanno a poppa, fuori bordo.

 

... Ho una foto che mi "immortala" in detta operazione, assicurato ad una scotta fuori bordo... ma vi risparmio lo "spettacolo" :s03: :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Marcuzzo
. ma vi risparmio lo "spettacolo" :s03: :s03: :s03:

 

Chissà perchè!!! :s03: :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Marcuzzo

Si, era a prora, tra l'altro sistemato anche molto bene, sia come spazio che per comodità :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si, era a prora, tra l'altro sistemato anche molto bene, sia come spazio che per comodità :s02:

... mi sono perso quest'esperienza :s03:

Edited by Odisseo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Avete fatto una riunione in barca?

Se guardi la discussione sulla Franchigia Palinuro ... ti divertirai ! :s03:

Ho visto cose che voi umani ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest ERICH TOPP U-552

....BELLA GENTE (di mare !)....

 

....Marco diciamo che ha dato un quadro generale sull'uso del wc a bordo delle imbarcazioni da diporto,però forse non è riuscito fino in fondo a dare certe spiegazioni.... :s19:

 

....Nel wc è sempre caldamente sconsigliato gettare la carta igenica,non tanto per l'eventuale intasamento del tubo di scarico,quanto principalmente per evitare che danneggi le varie valvole e membrane di tenuta (solitamente di gomma) poste alla base della "tazza",con conseguente inutilità del wc stesso,sommato al rischio di "ritorno" dell'acqua attraverso i passascafi di aspirazione (dell'acqua) e scarico (dei "bisogni")....

 

....Inoltre bisogna anche precisare che ormai è in vigore una legge CEE che prevede nelle imbarcazioni di nuova costruzione,l'istallazione di un serbatoio delle "acque nere" affinchè sia in porto che in navigazione e/o rada,i "bisogni" finiscano appunto in questi serbatoi,i quali poi dovrebbero essere svuotati attraverso delle apposite "idrovore" che gli aspirano dall'interno,una volta tornati in porto....unico "problema"....in Italia putroppo,nonostante la legge sia europea....mancano ancora quasi da tutte le parti,le stazioni di "aspirazione" dei liquami nelle varie "marine",considerando che alla fin dei conti,la legge c'è,ma....c'è ancora tempo per adeguarvisi !!.... :s68:

 

....esistono da molto tempo anche i wc "chimici" derivati da quelli installati sui camper,ma....ogni volta in porto,dover "svuotare" il contenitore....senza saper bene dove....ha portato a non utilizzarli più !!....

 

....e ora per teminare in "bellezza"....eccovi quanto successomi qualche anno fa a bordo di un'imbarcazione di un mio cliente....

 

....mi telefona e mi chiede con molto dispiacere se potevo ripararli il "maceratore" (lo dice la parola stessa...."macera" bisogni ed eventuale carta igenica,pompando il tutto nel serbatoio delle "acque nere" di bordo) che all'improvviso si era bloccato....avvisandomi però che putroppo il serbatoio non era "vuoto"....!!

....che faccio....gli dico di no,considerando che è un cliente da più di 20 anni ??....beh....vado e m'infilo nel vano motori e più precisamente dietro ad uno di questi,considerando che serbatoio e maceratore,sono colà posizionati....cerco con tutte le cautele del caso di riuscire a sfilare il tubo di raccordo tra maceratore e serbatoio,ma questo....manco per l'anima che viene....porca paletta,sono sdraiato e incastrato tra il motore che mi ha piantato staffe e bulloni nel costato e le gambe allungate....una in aria per puntellarmi contro la coperta e l'altra racchiusa in posizione semifetale....ma il tubo ormai "cotto" dal calore del vano motore e gli anni che è lì,non accenna a sfilarsi....inizia il "ramadan" di rito in questi casi....il sudore che cola da tutte le parti....l'aria che inizia a diventare pesante....

 

....SPLOPPPPP....

 

....PORC....!!!!

 

....il tubo si è sfilato di colpo e potete immaginare cosa non è uscito dal serbatoio....!! :s06: :s05:

 

....il "ramadan" si ripete in modo oserei dire "fantozziano",che penso abbiano udito nel raggio di almeno una decina di miglia....meglio che dalla cima di un minaretto !!....

 

....tra urla e ingiurie inizio a cercare di uscire da quella letterale "cloaca",con i vestiti bagnati,il motore "insmerd....o" e il lezzo che ti toglie il respiro....!!

 

....dopo alcuni minuti di "manovre contorsionistiche" tra una scivolata contro il motore perchè ormai la sentina è allagata....una sbucciatura alle gambe e un altra alle braccia....il "ramadan" che continua a ripetersi ad oltranza....finalmente riesco a "riemergere" da quella fogna....e non vi dico in che condizioni !!....

....doccia immediata in banchina (con vestiti rigorosamente indossati !!)....lavaggio della sentina e del motore con la manichetta della banchina e "tassativo" scarico a mare in porto tramite pompa di sentina....e avrei tanto che qualcuno fosse venuto a dirmi qualcosa in contrario !!.... :s05:

 

....arrivato a casa a mezzogiorno,ovviamente "disinfestazione" in vasca da bagno con oli essenziali,sali e profumi di vario genere !!.... :s68:

 

....lo so che starete ridendo "grassamente"....lo farei anchio....anzi al pensiero di questa storiella lo faccio pure io oggi raccontandola,ma vi garantisco che all'epoca....più che ridere avrei voluto avere un lanciafiamme per bruciare tutto....maceratore,motore,barca....e magari con l'armatore a bordo !!.... :s06:

 

 

 

:s67: Mau

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest bollazero

FANTASTICO ............MAU :s03: :s03: :s03:

 

dalle mie parti dicono che quella cosa li non ........SPINA(PUNGE).......... :s03: :s68:

Edited by bollazero

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest seicolpi

Dai Mauro, fa bene alla pelle :s42:

Considera che a bordo delle navi sono i macchinisti che fanno questo lavoro. A mio padre è successo molte volte che si tappavano le tubature per il pozzo nero ed è toccato al direttore e ai suoi macchinisti trovare la parte tappata per poi sturarla. Quante docce come la tua si sono fatte e tutte le volte per girare il coltello nella piaga, il Comandante (che poi era mio padre) ordinava ai commensali di vestirsi in giacca e cravatta

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest UPS2
....lo so che starete ridendo "grassamente"....lo farei anchio....anzi al pensiero di questa storiella lo faccio pure io oggi raccontandola,ma vi garantisco che all'epoca....più che ridere avrei voluto avere un lanciafiamme per bruciare tutto....maceratore,motore,barca....e magari con l'armatore a bordo !!.... :s06:

:s67: Mau

 

Sorrido, Mauro, ovviamente, ma non grassamente, perchè il lavoro nobilita l'Uomo, ma costui fa una gran fatica...

A parte un primo moto di ilarità, a ben pensare, non c'è molto da ridere... Anche se conviene non prendersela più di tanto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo argomento, per farci due risate ero in navigazione di trasferimento di un 15 metri da Cervia a Corfù, erano trascorsi alcuni giorni senza usare il bagno per cui l'evacuazione fu "dura" e di "misura", pur avendo eseguito correttamente le manovre sopra riportate, se non avessi avuto il coltello a portata di mano per ridurre le dimensioni del "corpo" sarei ancora là a pompare ed a scaricare.

 

:s43: :s06: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites
... Ho una foto che mi "immortala" in detta operazione, assicurato ad una scotta fuori bordo... ma vi risparmio lo "spettacolo" :s03: :s03: :s03:

 

Se trovo la copia in mio possesso (ad uso degli altri utenti dirò che eravamo insieme nella nota vacanza in Costa Azzurra...), avrò modo di ricattare Michele per un bel po' di tempo... :s03: :s03: :s03:

 

Quanto all' "evento" segnalato da Erich Topp, ricordo che un'altra volta eravamo in navigazione al largo di Imperia, e - come da copione - si bloccò il WC.

In pratica, la valvola a farfalla che chiude verso l'alto il foro di scarico non si chiudeva del tutto e restava semiaperta: in navigazione, si trattò di smontare il WC - con tutte le esondazioni del caso - per scoprire che la mancata chiusura era dovuta a... una moneta da 50 lire!

Evidentemente, un utente del WC si era trovato così bene da gettarvi dentro una monetina, come fanno i turisti alla Fontana di Trevi, sperando così di poter ritornare... :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest UPS2
Se trovo la copia in mio possesso (ad uso degli altri utenti dirò che eravamo insieme nella nota vacanza in Costa Azzurra...), avrò modo di ricattare Michele per un bel po' di tempo... :s03:

 

Guai a te! Non ti ci provare, potresti giocarti ciò che hai di più caro... :s03: : :s03:

Inoltre ti rammento che, a mia volta, posseggo tue foto altrettanto imbarazzanti! :s03: :s02:

 

E non dimenticare che tra noi ci sono delle Signore... :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites
E non dimenticare che tra noi ci sono delle Signore... :s01:

 

Che per pudore si guardano bene dal leggere questo topic...quindi continuate pure....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Inoltre ti rammento che, a mia volta, posseggo tue foto altrettanto imbarazzanti! :s03: :s02:

 

Quella dei profiteroles, per esempio... :s20: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che per pudore si guardano bene dal leggere questo topic...quindi continuate pure....

Sono d'accordo sul "continuate pure" ... il discorso è comunque interessante! :s03:

C'è sempre da imparare, non sapevo ci fossero delle cose così "difficili", tutte quelle avvertenze prima dell'uso e ... soprattutto dopo l'uso :s03: :s03:

Per fortuna, nelle mie poche esperienze, ho navigato solo su grandi navi ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest seicolpi
[...]Per fortuna, nelle mie poche esperienze, ho navigato solo su grandi navi ...

...che purtroppo anche loro possono soffrire di scarichi otturati.

 

Una volta mio padre mi raccontò che a bordo si tapparono gli scarichi dei wc di tutta la nave e il povero direttore (che voleva farlo per forza lui) si mise a smontare tutte le condotte fino a quando... non successe la stessa cosa accaduta a Mau.

Intanto si era fatta ora di cena.

Per girare il coltello nella piaga mio padre ordinò a tutto l'equipaggio di vestirsi in giacca e cravatta per andare a mangiare. Il dir si affacciò in saletta per dire che era tutto a posto e vedendo quello spettacolo, con mio padre che gli faceva il gesto "hai visto come sono elegante?" gli si mise a urlare: disgraziatu! Tu sei di coperta! Basta che ti fai la manicure!.................... :s03:

 

Ogni volta che andiamo a mangiare insieme per punzecchiarlo me la racconta sempre e lui per tutta risposta mi fa: certo che tuo padre è proprio un disgraziato :s03:

Edited by seicolpi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Marcuzzo
Ogni volta che andiamo a mangiare insieme per punzecchiarlo me la racconta sempre e lui per tutta risposta mi fa: certo che tuo padre è proprio un disgraziato :s03:

 

Io dico che tuo padre è un genio!!! :s20: :s20: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest seicolpi
Io dico che tuo padre è un genio!!! :s20: :s20: :s20:

 

Grazie tessssssssssssoro.

Mio padre è riuscito a conoscere il nostro Totiano e sai cosa mi ha detto?

"Se avessi bisogno di un Direttore prenderei Marco, perché mi è sembrato una persona in gamba... peccato che è di macchina" :s03: :s03: :s03: :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Marcuzzo
... peccato che è di macchina" :s03: :s03: :s03: :s03: :s03:

 

Lo dicevo io!!! :s03: :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest seicolpi
Lo dicevo io!!! :s03: :s03: :s03:

 

E quando saprai quello che sto per dirti lo adorerai e diventerà il tuo idolo:

quando era al Varignano faceva l'istruttore e sotto di sé ha avuto

  • Nuotatori paracadutisti
  • Vigili del fuoco
  • Lagunari
  • Battaglione San Marco
  • varie ed eventuali

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Marcuzzo
E quando saprai quello che sto per dirti lo adorerai e diventerà il tuo idolo:

quando era al Varignano faceva l'istruttore e sotto di sé ha avuto

  • Nuotatori paracadutisti
  • Vigili del fuoco
  • Lagunari
  • Battaglione San Marco
  • varie ed eventuali

 

Devo conoscere tuo padre!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie tessssssssssssoro.

Mio padre è riuscito a conoscere il nostro Totiano e sai cosa mi ha detto?

"Se avessi bisogno di un Direttore prenderei Marco, perché mi è sembrato una persona in gamba... peccato che è di macchina" :s03: :s03: :s03: :s03: :s03:

 

l'incontro è avvenuto per uno di quei casi fortuiti e incredibili!

in capitaneria ad ancona, non ricordo neanche come, trovo in ufficio un amico e assieme c'è un signore. al sentire il cognome il signore si presente ma non faccio caso al cognome e mi dice che è stato anche lui in Marina. parlando del più e del meno (aspettavo gli esaminandi motoristi) mi dice che suo figlio è iscritto a un forum di sommergibili su internet e si accende la lampadina: "è mica il papà di carlo?"

 

e giu risate! in quel momento ho pensato: che persona in gamba, come fara ad essere di coperta.... :s03: :s03: :s03: :s68:

 

salutami papà Carlo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito di signore,

devo ricordare che spesso sono proprio loro le più grandi responsabili.

 

Tanti anni fa da ragazzo, al posto di passarmi le vacanze estive in spiaggia, mi imbarcavo su yacht privati, a fare il marinaio in giro per il Mediterraneo. Ne ho viste di tutti i colori. Le più belle con i WC?

 

1 puntata) Porto Rotondo. Benetti di trenta mt. Banchina Yacht Club. Ore 23 circa. Agosto. Festa a bordo. Età media 25 anni. Percentuale modelle: alto. Vip: 4 o 5. Una di queste meraviglie della natura (non si usavano ancora i ritocchi del bisturi!) mi chiede gentilmente un bagno. Le indico quello della cabina doppia di sinistra. Passano dieci minuti. Torna con aria imbarazzata. Mi si avvicina a bruciapelo e sussurrandomi in un orecchio: "Ho combinato un casino!. La seguo di sotto e che vedo? L'acqua al livello della tazza! Cesso intasato!!! Cosa aveva fatto madame? Un bell'assorbente incartato nel nylon e ben avvolto dentro un magollo di fazzoletti di carta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Morale: il motorista ed il sottoscritto a smontare il tubo che porta alla bonza, stapparlo e risciacquarlo in banchina (piena di pubblico bramoso per ciò che vedeva a bordo) e rimontare tutto. Banchina evacuata per il tanfo, tutti a ridere e....meglio che non continui!

Se volete che prosegua- sempre con i danni delle donne - vi scriverò in altre puntate!

 

Ciao, andyfire

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se volete che prosegua- sempre con i danni delle donne - vi scriverò in altre puntate!

 

Ovviamente SI! :s03: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

2)puntata.

 

Ponza. Fine anni '90. Tarda mattinata (luiglio?agosto?). Barca a motore di 25 mt. Andyfire al timone del tender che deve portare gli armatori a fare il bagno in una cala dell'isola. Madame (una bella signora del jet set, allora sui 45 anni, onnipresente in riviste tipo Novella 2000) al momento di scendere dal barcarizzo mi dice: "Tesovo, aspettami un momento. Avvivo!" . Va bene. Torna dentro, vestita di un bianco pareo in lino.

 

Passano dieci silenziosi minuti...

 

Improvvisamente un urlo alla Nightmare ghiaccia il sangue a tutti, facendo sobbalzare noi e tutti i tranquilli croceristi in rada! Sentiamo altri urli di terrore su a bordo e pochi istanti dopo vediamo la bella signora scavalcare la battagliola e tuffarsi a conchetta da poppa, con il pareo leopardato di strane macchie scure. Mi tuffo dal tender vestito - non so perchè ma la prima impressione fu quella che la signora si fosse ustionata, visti gli urli e le strane macchie sul vestito e sul viso - due bracciate per arrivarle addosso e...sopresa: non era ferita nè ustionata. Era semplicemente piena di m....a!

Tutti a ridere, ma lei iniziò a gracchiare contro una ragazza a bordo, amica del figlio, che aveva usato il suo wc per...gettarci dentro un bel tampax incartato. L'acqua dello sciacquone con la sua farcitura organica ha prodotto niente meno che un "colpo d'ariete" nello scarico del Wc, facendo schizzare il tutto addosso a madame che stava tirando la catena!

 

La signora in questione, per aggirare l'inevitabile "menaggio" della sua cerchia di aristocratiche amicizie, fu molto astuta e utilizzò l'episodio per riderci su e per far passare da idiota chi non sa utilizzare il wc in mare.

 

Quanto abbiamo riso, anche con lei!!!

 

 

se ne volete un'altra alzate la mano!

Share this post


Link to post
Share on other sites

La faccenda può creare situazioni ben serie.

Leggo su "U-Boot" di Sergio Valzania che il 14 aprile 1945 l' U-1206 andò perduto per errata manovra...in latrina. Per errato uso, o forse per guasto, entrò un abbondante flusso di acqua marina, che entrò in contatto con le batterie, provocando il fatidico acido cloridrico. Il smg dovette emergere per cambio aria, ma, essendo al largo della Scozia, fu avvistato, attaccato e affondato da aerei. Quattro vittime, 46 salvati.

Qui http://www.uboat.net/boats/u1206.htm si dettaglia che l'utilizzatore fu proprio il comandante. La toilette era di nuovo tipo (permetteva l'utilizzo a profondità maggiori di prima) e richiedeva per l'uso ....un tecnico specializzato :s14: Ma il comandante a quanto pare non attese, qualcosa andò storto e quando lo "specialista" arrivò sbagliò qualcosa, fatto sta che entrò acqua.

Lo stesso sito spiega che talvolta, erroneamente, tale incidente viene attribuito al U-120

Share this post


Link to post
Share on other sites

sotto la scaletta che chi era a genova ha disceso per andare verso i locali iginici c'è una "bombola", denominata "pozzo nero". essa ha una valvola superiore (in effetti piu di una) e 2 valvole nella "parte inferiore" (in effetti sono un po oltre) che funzionano da valvole a scafo. Ha inoltre una valvola piu piccola che permette all'aria nel pozzo nero di uscire quando arrivano i liquami, al termine di essa c'è un filtro a carboni attivi.

normalmente la valvola superiore è aperta e gli scarichi dei wc e delle docce sono convogliate nel pozzo nero. quando è pieno suona un allarme ottico/acustico e chi è di guardia a prora chiude la valvola superiore e quella piccolina, apre le valvole inferiori e dà aria al pozzo nero, esaurendolo.

La persona deve essere particolarmente addestrata perchè deve evitare di fare bolle che possono rivelare la posizione del battello.

A termine operazione richiude la valvole inferiori, apre la valvolina piccola per togliere pressione e quindi apre la valvola superiore del pozzo nero.

 

semplice, no?

Edited by Totiano

Share this post


Link to post
Share on other sites
....

La persona deve essere particolarmente addestrata perchè deve evitare di fare bolle che possono rivelare la posizione del battello.

....

semplice, no?

 

Semplice a parte il particolare evidenziato....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,289
    • Total Posts
      510,072
×