Jump to content
Sign in to follow this  
Red

La M.o.v.m. 1°t.v.andrea Bafile-la Sua Tomba-

Recommended Posts

Cari Comandanti,

ho trovato questa fotografia della tomba della M.O.V.M.1°T.V.Andrea Bafile e

ricorrendo ques'anno il 90°Anniversario della sua eroica morte la posto perchè

tutti possiate ammirarla ed onorarlo.

La foto è tratta (al solito) da"L'ITALIA MARINARA" del 1931.

Mi rincresce molto di non possedere una foto dell'Eroe !!!

Se qualcuno l'avesse potrebbe postarla quì completando meglio questo

questo post.

Grazie.

Red

 

Al raduno marinaresco di Francavilla al Mare:gli equipaggi delle rr.nn.alla

tomba dell'eroe abbruzzese,comandante Bafile,medaglia d'oro della grande guerra.

 

bafileqi6.jpg

 

Motivazione della Medaglia d'Oro al V.M.

 

BAFILE ANDREA,n.1878 a Bagno(Aquila),ten.vascello

Regia Marina.

 

Comandante di un battaglione marinai,mentre preparava una operazione

sull'estrema bassura del Piave,volle personalmente osare un'arrischiata

ricognizione tra i canneti e i pantani della sponda sinistra,perchè,dallo strap-

pato segreto delle difese nemiche traesse maggior sicurezza la sua gente.

Tutto vide e frugò,e,sventato l'allarme ,già trovava riparo,quando notò la

mancanza di uno dei suoi arditi.Rifece allora da solo la via perigliosa per

ricercarlo e,scoperto poi dal nemico mentre ripassava il fiume,e fatto segno

a vivo fuoco,veniva mortalmente ferito.

Guadagnata la sponda destra in gravissime condizioni,conscio della fine im-

minente,con mirabile forza d'animo e completa lucidità di mente,riferiva

anzitutto quanto aveva osservato nella sua ricognizione,e,dirigendo ai suoi

infiammate parole,atteggiato il volto al lieve sorriso che gli era abituale,si

diceva lieto che il suo sacrificio non sarebbe stato vano.E passò sereno

qual visse,fulgido esempio delle più elette virtù militari,coronando con la

gloriosa morte una vita intessuta di luminoso,di fredda,consapevole e frut-

tuosa audacia,del più puro eroismo.-Basso Piave,12 marzo 1918.

 

Altre decorazioni:M.A.(1913);M.B.(Cattaro,1917).

 

Uscito d'Acc.Nav.di Livorno guardiamarina nel 1899,divenne poi sottoten. e

ten.di vascello.Nel 1913 essendo imbarcato sulla R.N."Quarto",durante un

incendio scoppiato nei depositi di nafta,col suo caraggio salvò la nave.Iniziò

la guerra contro l'Austria al comando del R.Torpediniere "Ardea" nel basso

Adriatico.Il 4 ottobre 1917 diresse la spedizione aerea di Cattaro acquistandosi

l'amicizia di Gabriele d'Annunzio (M.O.1918) e poco dopo ebbe il comando del

battagl.marinai "Monfalcone" del Regg.Marina"San Marco",battagl.che dopo la

sua eroica morte venne chiamato"Bafile"-

 

da" Le Medaglie d'Oro" (1833-1925)

A Cura del Comitato di Torino

del "Gruppo M.O.V.M."-1925-

 

 

Oggi,19 Gennaio 2009.

 

Essendo venuto anche a conoscenza delle motivazioni della M.A.V.M e della M.B.V.M.

concesse al nostro Eroe,credo sia giusto quì riportarle a maggiore completamento di

questa già ricca scheda (grazie a Voi) ed a maggiore suo Onore !

 

Motiv.M.A.V.M. :

 

BAFILE ANDREA-

Tenente di Vascello,nato a Bagno (L'Aquila) il 7-10-1878.

 

" Per aver raggiunto,in condizioni particolarmente pericolose i maneggi degli allagamenti

della Santabarbara prodieri della R.N.QUARTO durante un gravissimo incendio sviluppatosi

sulla quella Nave il 23 aprile 1913 e per aver dato prove ininterrotte di abnegazione ,di corag-

gio,di resistenza e di serenità nel non breve periodo di tempo in cui la nave si è trovata in cri-

tiche condizioni ".

 

(R.D. 27 luglio 1913)

 

Motiv.M.B.V.M.

Tenete di Vascello,nato a Bagno (L'Aquila) il 7-10-1878.

 

" Partecipava ad una spedizione aerea in cui gli apparecch terrestri,percorrendo un lungo tratto

di mare aperto,in condizioni avverse,riuscivano a raggiungere le Bocche di Cattaro ed a colpire

con grande esattezza ed efficacia gli obbiettivi navali,rientrando tutti alla base,malgrado le devia-

zioni inevitabili della crescente foschia "

 

( Bocche di Cattaro,4 ottobre 1917 )

 

(R.L. 8 novembre 1917 )

 

Le motivazioni sono tratte da :" Le Med.d'Arg.e di Bronzo V.M." U.S.M.M.

 

RED

Edited by Red

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravissimo Odisseo !!!

Vedo così il post completato!

Grazie.

Gianni

Edited by Red

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente un grande Uomo, grazie per averlo ricordato caro Red!

Francesco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest luciano pietri

Grazie, sono questi gli uomini che hanno fatto grande la Marina.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Bube.

Grazie Luciano.

I grandi uomini NON VANNO DIMENTICATI!!!

 

Ciao

 

Red

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Marcuzzo

Aggiungo che Andrea Bafile fu la prima medaglia d'oro del San Marco :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Odisseo,

si tratta forse della nave per trasporto truppe e materiali?(1943-1981)

 

Bella foto Odisseo

Grazie

Red

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Marcuzzo.

credo che nella II^G.M non si trattasse del Battaglione originale.

Diventò Reggimento San Marco.

Credo anch'io che sia sta la prima M.O. del S.Marco.

Non so se ve ne siano state altre nel periodo della I^G.M.

Ciao Marcuzzo

Grazie

Red

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gran bella nave Odisseo, sai anche la sua storia?

(in breve perchè non vorrei andare fuoritema)

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
si tratta forse della nave per trasporto truppe e materiali?(1943-1981)

 

Sapreste fornirmi i dati tecnici di questa nave?

 

Grazie.

 

Mino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sapevo di una cannoniera eponima della classe; si tratta di una nave americana cedutaci nel 1965?

 

Grazie.

 

Mino

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io sapevo di una cannoniera eponima della classe; si tratta di una nave americana cedutaci nel 1965?

La foto precedente si riferisce proprio alla nave ceduta dalla U.S. Navy.

 

Questa è la cannoniera.

 

bafile1olg5.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo Red. Sapresti darci anche l'ubicazione precisa della tomba dell'Eroe?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Marcuzzo
Ciao Marcuzzo.

credo che nella II^G.M non si trattasse del Battaglione originale.

Diventò Reggimento San Marco.

Credo anch'io che sia sta la prima M.O. del S.Marco.

Non so se ve ne siano state altre nel periodo della I^G.M.

Ciao Marcuzzo

Grazie

Red

 

Devo correggerti Red. Il Reggimento di Fanteria "La Marina" divenne Reggimento San Marco nel 1918 quando, dopo intense battaglie a Caorle e Grado nel 1917, librò Venezia dalla dominazione austriaca; la città riconoscente donò la bandiera ed il nome del suos anto protettore al Reggimento :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest bollazero

scusate l'intrusione

 

ma a JESOLO mare c'è una via intitolata ad ANDRE BAFILE con tanto di busto che lo ricorda

dovrei avere anche una foto,appena la trovo ve la posto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con il C.te hdosbe,..

Il BAFILE e' una nave ex americana...

Ci ho vissuto a mangiare e dormire per anni 1 e 1/2 ,..durante i grandi lavori dell'IMPAVIDO

nel 1976...

 

BERILLO

Share this post


Link to post
Share on other sites

tornando a parlare del 1°TV Bafile,

il 3 Agosto a Guardiegrele (CH) dovrebbe tenersi la commemorazione di questo eroe

Share this post


Link to post
Share on other sites
si tratta di una nave americana cedutaci nel 1965?

 

Concordo con il C.te hdosbe,..

Il BAFILE e' una nave ex americana...

Ci ho vissuto a mangiare e dormire per anni 1 e 1/2 ,..durante i grandi lavori dell'IMPAVIDO

nel 1976...

 

Dati tratti da Almanacco Storico delle navi italiane di Giorgerini e Nani.

 

L’Andrea Bafile, precedentemente impiegata dalla US Navy col nome di St. George, entrò in servizio colla nostra Marina nel 1969, affiancando l’Etna, entrata in servizio l’anno precedente, nei compiti di trasporto dei reparti del Battaglione “San Marco”. L’unità fu radiata nel luglio 1985, dopo aver prestato servizio per un quindicennio circa.

 

Impostata come nave appoggio aerei nel cantiere Todd di Tacoma nel 1943, fu varata e completata nel 1944. Unità da 8510 tonnellate di dislocamento (13.380 a pieno carico), era caratterizzata da una lunghezza di 163.0 metri, da una larghezza di 23,0 e da una immersione di 8,5 metri. L’apparato motore era costituito da due turbo riduttori, che sviluppavano una potenza di 8.500 hp ed una velocità di 17 nodi; l’autonomia era di 13.400 miglia a 13 nodi. L’equipaggio era costituito da 118 uomini, e l’armamento da due pezzi da 127/47 millimetri.

 

A bordo di questa unità fu anche sperimentato l’impiego di elicotteri in missioni di assalto verticale, e proprio per questo motivo la nave fu dotata di una piattaforma provvisoria a poppa per consentire operazioni di appontaggio e decollo di elicotteri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao caro Marcuzzo,

grazie per avermi corretto !

Grazie alle tue osservazioni desidero apportare delle correzioni

al mio post precedente:

Per "battaglione originale"non so se nella 2^G.vi fosse ancora il

battaglione " Bafile"

"Diventò Regg.S.Marco" :ho omesso la data (1918).

"Non so se ve ne siano state altre nel periodo della 1^G.":sottointeso per il

battaglione "S.Marco".

 

Ho trovato un fascicolo de "La Domenica del Corriere" del 7 ottobre 1923;la copertina,

disegnata dal famoso Achille Beltrame,raffigura la sepoltura di Andrea Bafile.

Purtroppo all'interno del fascicolo non vi è nessun articolo riguardante la cerimonia.

 

La didascalia :

 

"A un eroe d'Abruzzo.Con caratteristica,solennissima cerimonia,è stata sepolta nella roccia della

Maiella la salma di Andrea Bafile,medaglia d'oro,caduto eroicamente tra i canneti del Piave.

All'immensa folla convenuta d'ogni parte d'Abruzzo parlò il Duca d'Aosta"

All'entrata della grotta il Duca d'Aosta.

 

Un caro saluto e grazie ancora.

Red.

 

 

bafiledomenicakz2.jpg

Edited by Red

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bentornato Gianni :s55: . Grazie della bella copertina della Domenica del Corriere. In giornata inserirò anche io del materiale, gentilmente inviatomi da un gentile Signore che ha seguito la nostra discussione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quanto inserirò, come dicevo stamattina, sono informazioni e materiali ricevuti tramite mail da un gentilissimo Signore che segue il nostro Forum come lettore.

 

Il Signor Raffaele, che è un grande appassionato delle vicende riguardanti la Brigata Marina, nella sua mail precisa che:

 

1) Venezia non è mai caduta in mano austriaca come dice mercuzzo, per fortuna. anzi è stata gloriosamente difesa dal Reggimento Marina di cui faceva parte Bafile.

2)Il Reggimento Marina ed il Raggruppamento Artiglierie di Marina costituivano la Brigata Marina.

3) La bandiera di guerra al Rgt. Marina fu consegnata il 19 maggio 1918 a Venezia e solo nel 1919 (R.D. n°444 del 17 marzo )al Rgt. Marina venne dato per speciali benemerenze il nome di S.Marco.

Bene mi sembra aver detto tutto, se ti nteressano altre notizie sulla Brigata Marina (Rgt. Marina+ Raggr. Art. Marina) te le posso fornire perchè sono alcuni anni che lo studio.

 

Riguardo alle domande circa la concessione di altre MOVM, oltre a quella di Bafile, il Signor Raffaele dice che ne fu assegnata un'altra al S.Ten M.T. del Genio MAZZUCCHELLI BALDASSARE, con la seguente motivazione:

 

"Entusiasta della nostra guerra, ne sostenne le giuste ragioni, prima con la parola e poi con le opere. Arruolatosi volontario, nonostante la sua non giovane età, passò dai servizi del Genio Militare a quelli della Fanteria di Marina. Dopo aver preparato e diretto, sotto violento fuoco, la messa in opera di passerelle per il passaggio del fiume, cooperò volontariamente ed efficacemente con un reparto di Arditi a fermare la marcia di una Divisione nemica, agevolando la presa di numerosi prigionieri. Si misurò con l'avversario con accaniti corpo a corpo e da ultimo, scontratosi con un ufficiale nemico ed avendogli imposto a mano armata di indicargli dove si trovava il comandante di quellla Divisione, che egli intendeva catturare, mentre stava mettendo in atto tale impresa, venne gravemente colpito da una bomba a mano. Malmenato dagli avversari, recisamente rifiutò poi le cure di un loro sanitario, finchè. raccolto dai nostri, consrvando sempre alto il morale. li incitò ancora alla lotta. Morì dopo alcuni giorni, tenendo, fino all'ultimo, stoico contegno ed inneggiando alla patria. Fu fulgido esempio di tenacia e di valore."

Basso Piave-Muzzana, 30 ottobre-3 novembre 1918

 

Mi ha inoltre inviato queste ulteriori immagini:

 

Una bella foto della MOVM Andrea Bafile

 

scansione0001em8.jpg

La bara di Bafile portata al cimitero.

 

scansione0002pp5.jpg

 

L'estremo saluto all'Eroe.

 

scansione0003ot2.jpg

 

Dimenticavo: un grosso grazie al Signor Raffaele.

Edited by brin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Signor Raffaele mi ha inviato stamattina queste altre informazioni. Ancora grazie.

 

1) cambio di nome da Monfalcone a Bafile

In data 9 aprile il Comando in Capo del dpartimento e della Piazza marittima di Venezia emanava il seguente ordine del giorno:

" A ricordare l'eroica fine del Comandante Andrea Bafile, S.E. il Capo di stato Maggiore ha disposto che il Battaglione "Monfalcone" assuma la denominazione di Battaglione "Bafile".

Il V. Ammiraglio Comandante in Capo

F.to P.MARZOLO

 

2)comunicazione del C.S.M. della Marina

 

Roma 24 marzo 1918

 

a tutte le Autorità

La notte tra il 10 e l'11 marzo il Comandante Bafile Andrea, nell'eseguire importante ed ardita ricognizione nelle linee nemiche, cadeva mortalmente ferito, sacrificando la sua esistenza per la patria.

nel portare a conoscenza di tutte le Autorità l'eroica fine del Comandante Bafile sono orgoglioso di additare a tutti il suo nobile e valoroso contegno, perchè sia a bordo di regia nave che si trovavain critiche condizioni per incendio, sia in comando di silurante nel Mar Adriatico, sia quale osservatore volontario nella spedizione aerea su Cattaro ed infine quale Comandante di Battaglione al Fronte, Egli fu, sempre ed ovunque, atutti magnifico e luminoso esempio di patriottismo e virtù militari.

IL CAPO DI STATO MAGGIORE

F.TO REVEL

3)La sua tragica fine

 

Nella notte tra il 10 e l'11 assieme a quattro arditi passò il Piave per andare a verificare di persona il teatro di una prossima operazione,udita una pattuglia nemica si fermarono ma cessato il pericolo continuarono a esesplorare. Questa però aveva dato l'allarme ed allora decisero di imbarcarsi per ritornare nelle proprie linee. Durante il passaggio del fiume furono sparate raffiche di mitragliatrice e Bafile fu colpito assieme ad un altro marinaio.

Al posto di medificazione volle che il marinaio fosse medicato prima di lui, mentre egli riferiva al Comandante di Rgt. sull'operazione compiuta. aggravatesi le sue condizioni fu posto su un motoscafo veloce per essere trasportato all'ospedaletto di Cà Pazienti, ma prima di uscire dal canale Cavetta sentendosi morire si tolse dal collo una piccola medaglia. la baciò e chiese che venisse rimandata a sua madre. Subitò dopo spirò. Erano le 4 di mattina.

le sue ultime parole furono:

"Ho ancora sulle labbra il sapore della mia terra"

 

Oltre a questa foto della tomba dell'Eroe - la tomba di Bafile è quella vicina all'albero

 

scansione0001da4.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao caro Luca,

grazie per il bentornato.

Vedo con piacere che la discussione riguardo alla M.O.Bafile

continua,grazie anche alle preziose informazioni che molto

gentilmente il Sig. Raffaele ti ha inviate e che gentilmente

hai postate.BETASOM ha bisogno di persone come il

Sig.Raffaele e spero di cuore che si registri in questo sito.

Per me sono di grande interesse le sue preziose foto,tramite la quali

possiamo vedere i tristi momenti degli Onori resi alla M.O.Bafile.

Un caro saluto Luca.

Gianni.

 

 

Ho però,in generale, un'osservazione da fare:

Considerando che, tempo addietro,fui pregato giustamente da Sonar

a fornire le fonti delle mie informazioni e delle mie foto postate,

trovo che spesso,ancor giustamente,vengo corretto nelle informazioni

da me postate benchè fornite delle fonti dalle quali le ho tratte.

Pregherei pertanto che a Vostra volta facciate altrettanto,sia per il fatto

che chi anche si diletta nelle ricerche o negli studi veri e propri di carattere

storico ha bisogno di conoscere le fonti dalle quali sono tratte le informazioni

per poter avere maggiori ragguagli con le informazioni ed i libri in proprio

possesso.

Ben sapendo,come del resto i più,che la Storia spesso è scritta o raccontata

aggiungendo od omettendo informazioni e spesso ancora con date errate ed

ancora a seconda del "campanilismo di pensiero" da chi viene scritta od insegnata.

Certo non sono ne sarò io a dare lezioni di "metodo sulla ricerca storica"ma un buon

aiuto sarebbe,per tutti,quello di citare le fonti giacchè per lo più ognuno di noi da esse

ricava le informazioni stesse.I libri di storia che vengono scritti non sono altro che considerazioni personali

fatte sulle fonti trovate ed eccezionalmente su nuovi documenti che vengono alla luce.

Ma a riguardo una lezione potrebbe darmela,considerando i dati forniti, il gentile

Sig.Raffaele !!!

Ottimo sarebbe se anch'Egli fornisse le fonti delle sue informazioni.

 

Grazie .

Red.

Edited by Red

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lieto che ti siano state utili, Gianni.

 

BETASOM ha bisogno di persone come il

Sig.Raffaele e spero di cuore che si registri in questo sito.

 

Ho rivolto la tua stessa preghiera al Signor Raffaele; mi ha detto che preferisce non registrarsi, ma che non farà mancare il suo apporto se dovesse essere in possesso di informazioni utili.

 

Ho però,in generale, un'osservazione da fare:

Considerando che, tempo addietro,fui pregato giustamente da Sonar

a fornire le fonti delle mie informazioni e delle mie foto postate,

trovo che spesso,ancor giustamente,vengo corretto nelle informazioni

da me postate benchè fornite delle fonti dalle quali le ho tratte.

Pregherei pertanto che a Vostra volta faceste altrettanto,sia per il fatto

che chi anche si diletta nelle ricerche o negli studi veri e propri di carattere

storico ha bisogno di conoscere le fonti dalle quali sono tratte le informazioni

per poter avere maggiori ragguagli con le informazioni ed i libri in proprio

possesso.

Ben sapendo,come del resto i più,che la Storia spesso è scritta o raccontata

aggiungendo od omettendo informazioni e spesso ancora con date errate ed

ancora a secondo del "campanilismo di pensiero" da chi viene scritta od insegnata.

Certo non sono ne sarò io a dare lezioni di "metodo sulla ricerca storica"ma un buon

aiuto sarebbe,per tutti,quello di citare la fonti giacchè per lo più ognuno di noi da esse

le ricava.I libri di storia che vengono scritti non sono altro che considerazioni personali

fatte sulle fonti trovate ed eccezionalmente su nuovi documenti che vengono alla luce.

Ma a riguardo una lezione potrebbe darmela,considerando i dati forniti, il gentile

Sig.Raffaele !!!

Ottimo sarebbe se anch'Egli fornisse le fonti delle sue informazioni.

 

Grazie .

Red.

 

Credo che il Signor Raffaele non abbia problema alcuno a fornire le fonti da cui ha tratto le sue informazioni, comunque provvederò ad inoltragli la tua richiesta, Gianni. E' comunque anche lui un grande appassionato delle vicende della Brigata Marina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ottimo sarebbe se anch'Egli fornisse le fonti delle sue informazioni.

 

Ecco; ricevute per mail ieri sera:

 

la foto di Bafile è ricavata da:

 

G.SCARABELLO, Il Martirio di Venezia durante la grande guerra e l'opera di difesa della marina italiana, 2 vol., Venezia, 1933

 

le foto del funerale e della prima tompa sono ricavate da:

A.GIORDANI, Il Reggimento S.Marco, Memorie, Milano, 1920

 

Giordani era il Cappellano Capo del Reggimento Marina

 

Per il decreto costituzione Reggimento S.Marco naturalmente raccolta delle leggi del Regno per l'anno interessato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Luca,

e molte grazie al Sig.Raffaele.

Quei libri sono interessanti oltre che certamente rari.

Grazie ancora.

 

Gianni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di niente, Gianni. Davvero grazzie al Signor Raffaele.

Edited by brin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella basilica (restaurata) di Collemaggio all'Aquila c'è questa lapide dedicata ad Andea Bafile.

16j4lty.jpg

 

Devo dire che mi ha un po' sorpreso una lapide -neanche pietra tombale- dedicata, in tempi recenti, a un laico, in una basilica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,453
    • Total Posts
      514,004
×