Jump to content
Sign in to follow this  
walter leotta

Serie "le Navi D'italia"

Recommended Posts

1 ESPLORATORI ITALIANI

 

Prezzo intero:  29,00 €

 

(F. BARGONI) - 2a ed. - 1996 - 435 p. - 406 ill. e dis. - 24 tav.

La storia e l’evoluzione di questo particolare tipo di unità, a metà fra l’incrociatore e il cacciatorpediniere moderni, che servì nella Regia Marina fino al 1938. Un ampio quadro sullo sviluppo di queste belle navi ormai scomparse, e una descrizione dettagliata sulla loro intensa attività in pace e in guerra.

------------------------------------------------------------------------

2 M.A.S. E MEZZI D’ASSALTO DI SUPERFICIE ITALIANI 

 

Prezzo intero:  34,00 €

 

(E. BAGNASCO) - 3a ed. - ristampa 1996 - 442 p. - 299 ill. e dis. - 7 tav.

L’appassionante storia dei Motoscafi Anti Sommergibili, le minuscole unità dalle caratteristiche tanto congeniali al marinaio italiano; i loro straordinari successi, in particolare durante il primo conflitto mondiale. I barchini esplosivi e i motoscafi siluranti della X Flottiglia M.A.S.; il successo di Suda, la tragedia di Malta.

------------------------------------------------------------------------

3 UNITA' VELOCI COSTIERE ITALIANE

 

Prezzo intero:  32,00 €

 

(E. BAGNASCO) 3a ed. 1998 - 387 pag. -344 ill. e dis. - 10 tav.

Genesi e sviluppo delle motosiluranti e dei tipi da esse derivate; la storia di queste veloci unità nella Marina italiana, dai primi prototipi a quelle che combatterono nella seconda guerra mondiale, dalle unità cedute nel dopoguerra dalle Marine britanniche e statunitensi a quelle realizzate dai cantieri italiani, per giungere infine ai moderni aliscafi lanciamissili.

------------------------------------------------------------------------

4 SOMMERGIBILI ITALIANI

 

Prezzo intero:  66,00 €

 

(A. TURRINI - O.O. MIOZZI) - ed. 1999 - 2 tomi - 880 pag. - 745 ill. e dis. - 14 tav.

Le varie tappe dell’evoluzione del mezzo subacqueo italiano raffrontato con quelli delle diverse Marine. I vari tipi di sommergibili, costieri e oceanici, che hanno fatto parte della Marina italiana. Per ogni singola unità o classe di unità vengono analizzate le caratteristiche tecniche e l’attività operativa. Sono inoltre forniti disegni in scala, generali e particolari, dello scafo e degli organi più importanti.

 

L'elenco della serie "LE NAVI D'ITALIA" è preso direttamente dal sito dell'UFFICIO STORICO MARINA MILITARE

 

 

 

RECENSIONE (se così si può chiamare, forse è meglio dire commento)

 

Oltre a quelli indicati possiedo anche il volume relativo alle CORVETTE: l'unico mancante della serie è quello sulle NAVI A VELA. Si tratta di libri indubbiamente molto belli e interessanti che non possono mancare nella libreria di un appassionato di storia navale. Migliaia di fotografie, disegni al tratto che assomigliano a dei piccoli capolavori, tabelle, dati tecnici di ogni tipo, insomma il TUTTO ad un prezzo concorrenziale, ancor più se messo a confronto con analoghe opere straniere.

 

Quello che invece, a mio modestissimo parere, non è all'altezza sono i capitoli relativi alle attività delle singole unità prese in esame, una scelta "strategica-editoriale" visto che gli autori avevano a disposizione tutto il materiale possibile e immaginale. Mi soffermo ad esempio sui sommergibili. Al contrario di quanto accade sui più recenti volumi sugli Uboat [uboat operations of WWII, vol. I e II, Uboat-Fact File] alcune semplici informazioni, vale a dire durata singole missioni e nome dei comandanti, non vengono fornite, così come la circostanza della perdita è riassunta in maniera molto stringata. «Il sommergibile - si può leggere - è stato affondato il giorno 13.2.41 da un velivolo avversario». Perchè non citare anche il tipo di velivolo e il reparto di appartenza, dati peraltro facilmente reperibili?

 

Ecco questo è il mio unico appunto. In ogni caso resta il giudizio altamente positivissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

li hai tutti walter? io ho solo il turrini miozzi (che è già recensito) però gli altri, forse meriterebbero ognuno una recensione ad hoc, come abbiamo fatto per gli altri volumi, che ne pensi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,532
    • Total Posts
      516,329
×