Jump to content
Sign in to follow this  
R.Hunter

Debriefing/commenti Sulla Missione 8 Aprile 2008

Recommended Posts

Mezzi impiegati:

 

O.H. Perry: Goldorak, Simonov, Maximilian

688i: Rovik, Arloc

Akula: Drakken

Kilo: Djmitri, R.Hunter

 

Missione tipo arena, che vedeva la componente USA impegnata contro l'alleanza Russo-Cinese :s03:

Gli Yankee le hanno, ahimè, prese sonoramente, complice anche qualche problemino nella gestione degli elicotteri da parte della fregata

 

Postate pure qui i vostri commenti/racconti/impressioni.

Sono particolarmente interessato alle manovre del 688i...:s10:

A più tardi anche un mio debriefing dettagliato

 

ps: Stefano devi scusarci :s06: ma c'è stato un grosso fraintendimento: Fede era convinto di averti visto ready e invece il via libera l'ha avuto nello stesso istante in cui ti sei disconnesso...per un po' abbiamo creduto che tu fossi effettivamente a bordo dell'MH-60r! :s68: :s68: :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Incomincerei per fare un piccolo appunto prima di passare al debriefing vero e proprio.

E cioe' l'impossibilita di usare il link ed il quick launch benche' Federico avesse impostato correttamente le opzione nel gioco.

La causa di questo problema secondo me e' da ricercare nella mod barracuda, lo dico perche' nelle prime lezioni che davo a massimiliano la mod interferiva con i menu e con il link, di fatti quando abbiamo smesso di usare barracuda tutto e' tornato a posto. Nelle mie missioni di addestramento come Max o Simone potranno confermare il link funziona ed anche il quick launch sulla fregata. Non saprei se barracuda interferisca con lwami o con il gioco direttamente ma sta difatto che quando lo si usa certe opzioni vengono disabilitate anche se sono state abilitate. Pertanto bisognera valutare se continuare ad usare la mod barracuda in future missioni, lo so che e' scocciante per chi preferisce avere tutto tradotto in italiano e lo capisco ma se il prezzo da pagare e' avere alcune funzionalita' fondamentali del gioco che vengono disabilitate beh forse e' il caso di ripensarci.

 

 

La missione di ieri sera vedeva la fregata con equipaggio triplo dare la caccia insieme al 688i a due sottomarini russi nasconti nelle profondita' degli abissi. Partiamo e ci ritroviamo all'estreminta' meridionale dell'area di gioco mentre il nostro sottomarino si trova quasi all'estremita' nord lontano una 15 di miglia.

Prepariamo le difese della nave, tiriamo fuori il towed array e prepariamo l'elicottero per il decollo (ci vorra' quasi 1 ora mortacci loro :s05: ) ed impostiamo una rotta a zig zag che ci portera' in mezzo all'area di gioco. Dopo poco tempo il sonarista (Comandante Simonov) rileva un contatto ad ovest, poiche' siamo impossibilitati dall'usare l'elicottero decidiamo di usare il sonar attivo e troviamo che il contatto si trova a cira 8 nm da noi. Imposto quindi una soluzione manuale sul link e la promuovo, la comunico al 688i ma non la ricevono, quindi passo le coordinate direttamente. Fatto questo viriamo ad est poiche' eravamo troppo lontani per un attacco con i siluri sarebbero stati sprecati. L'unica mia speranza e' di ritornare ad attacarli successivamente con l'elicottero oppure che il 688i decida di lanciare un attacco sul akula. Nel frattempo dicevo ci spostiamo verso est, facciamo entrare in acqua delle sonoboe passive ed ascoltiamo.

Da li a poco rileviamo quello che possibilmente e' un sottomarino nemico, quasi sicuramente il kilo. A questo punto miracolosamente abbiamo il controllo dell'elicottero e si parte, eli in volo e si dirige verso il contatto. Mentre sta andando in zona vedo una serie di attacchi missilistici, erano i sam del sottomarino pero' che in un primo momento non colpivano l'eli perche' troppo lontano (3 nm :s03: ). Erroneamente ho pensato che fosse un attacco missilistico verso altre unita' e questo non mi ha fatto capire quanto vicino era in realita' il kilo. Mentre l'elicottero cambia rotta e ritorna verso nord si avvicina troppo al kilo e viene abbatuto. A quel punto in piena confusione sulle fregata, lanciamo un attacco con i siluro, lancio sul rilevamento esatto del kilo, sfortunatamente la distanza di attivazione era troppo lunga. I cinesi si salvano per il rotto della cuffia. La nostra sorte ahime' e' meno fortunata, il kilo lancia a sua volta due siluri che ci colpisono. Danni oltre l'80%, perdita del towed array e velocita' ridotta. Ordine generale abbandonare per quanto possibile l'area, quindi velocita' massima a 13 nodi e direzione a sud. Senza il towed array lanciamo una serie di sonoboe attive/passive per cercare di mantenere la situation awareness. Sono momenti molto tesi sulla fregata, nessun attimo di tregue ed ecco che spuntano altri due siluri diretti verso di noi, sono quelli lanciati dall'akula. I siluri si avvicinano e dopo avere sentito le nostre preghiere ci passano letteralmente accanto senza colpirci. Un po' di fortuna anche a noi non guasta. Per il momento quindi siamo salvi, siamo sempre a 13 nodi e andiamo a sud. Ad un certo punto mi rendo conto che la velocita' e' stata riparata e quindi si ritorna a 29 nodi e cambiamo direzione verso est. Sentiamo un secondo lancio di siluri ma pensiamo che siano diretti verso il 688i (che a suo volta aveva lanciato dei siluri poco prima). Diminuiamo la velocita' e riprendiamo il controllo del secondo elicottero. Oh finalmente mi dico la fortuna ci sorride. Mandiamo l'eli verso l'ultima posizione nota del kilo con l'intenzione di affondarlo una volta per tutte ma ci siamo dimenticati di quei 2 siluri che invece di essere diretti verso il 688i erano diretti verso di noi. Mentre l'eli e' in posizione stazionaria intento a scovare tramite il dipping sonar i cinesi veniamo colpiti da 1 siluro mentre l'altro prende il nixie. Con i danni gia' all'80% non abbiamo scampo e andiamo sotto. La nostra partita finisce li'.

E stata una partita bella bella bella avvincente e frenetica, certo se il link ed il quick launch avessero funzionato chissa' come sarebbe andata a finire. Un ultima cosa, il 688i deve entrare in partita, io comunicavo tutti i contatti sul link ed anche verbalmente pensando che il 688i almeno avrebbe tentato un attacco nei confronti dell'akula, tanto con i siluri non hanno problemi di distanza (visto che hanno un range enorme), invece niente. Una migliore integrazione/coordinazione tra le diverse unita' e' auspicabile in futuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco il punto di vista del 688... o almeno di una parte di esso :s01:

 

Io e Arloc (entrambi cadetti con poca esperienza), troviamo difficoltà già nella divisione delle stazioni (era la nostra prima volta in multistation). Alla fine decidiamo che uno avrebbe tenuto sonar e manovra e l'altro armi e stazioni minori.

 

Dopo poco dall'inizio questa scelta ci appare poco funzionale in quanto il grosso del lavoro (e forse del divertimento) è concentrato su una sola persona (sonar e manovra), mentre l'altra fa soprattutto da spettatore (armi, ecc). In realtà nello svolgimento della partita l'addetto alle armi ha avuto il suo bel da fare! Comunque si accettano consigli sulla migliore divisione delle stazioni.

 

Situational Awarness:

Immediatamente rileviamo due contatti civili e poco dopo la fregata che comunque ci comunica la sua posizione confermando il ns rilevamento. Confermo che il link dati non ha funzionato e questo credo ci abbia notevolmente svantaggiati.

Dei sub nemici nessuna traccia! Accidenti a loro!

 

Manteniamo una velocità bassa per evitare controrilevamenti, ma Goldorak ci consiglia di aumentarla un po'. Cerchiamo sopra e sotto lo strato con esito negativo, finchè....

 

Siluri in acqua rilevamento sud! Ci mettiamo in ascolto e, forse a causa di un aumento di velocità dovuto a manovre evasive, crediamo di rilevare un sub nemico e ci prepariamo a lanciare. Intanto ci dirigiamo verso la superficie per comunicare con la fregata (e sperare in un link dati funzionante) proprio quando dalla fregata stessa, che era stata colpita, ci arriva la comunicazione di andare a quota periscopio ed estendere l'antenna (lettura del pensiero :s10: )

 

...link dati negativo, ci comunicano a voce il loro rilevamento del kilo che corrisponte al ns del sub nemico... lanciamo i siluri, due coppie distanziate con ricerca sopra e sotto lo strato. Eravamo comunque lontani 19 miglia mi pare.

 

sentiamo altri siluri in acqua e lo schermo sonar comincia a diventare di difficile lettura. La stazione armi è sotto pressione con la guida dei siluri a tratti in manuale. Dal nostro punto di vista sfioriamo il kilo, ma non lo sapremo mai visto che alla fine non siamo riusciti a vedere il replay per problemi sconosciuti.

 

Nel frattempo facciamo qualche manovra evasiva e lanciamo delle contromisure... Esposioni a distanza.. la fregata è finita... restiamo soli.

 

Inseguiamo il kilo che sembra allontanarsi verso sud (sarà stato vero), poi rileviamo l'akula verso nord, ma sparisce quasi subito dal sonar! (anche qui non sappiamo se il rilevamento è stato corretto).

 

Intanto altri siluri vengono lanciati contro di noi che rispondiamo al fuoco e dopo un tempo piu' o meno lungo (si è fatta l'una senza che quasi me ne accorgessi!), veniamo colpiti.... fine del gioco :s06:

 

P.S. ho trovato Arloc molto competente, sa il fatto suo e ha gestito le armi in modo encomiabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessune scuse Francesco.........la colpa,se cosi si pò dire,è della mia connessione.......

Spero solo che siano problemi di "giovinezza",fino a quando nn avrà un buon segnale ,giocare in multy sarà difficile.

 

X Rovik,spero che la prima esperienza in multyplayer ed in multistation sia stata divertente,sennò mi assumo le mie piene responsabilità x il la tua scarsa istruzione in merito e sono pronto a rimediare.

Fammmi sapere.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un unico appunto sulle manovvre di evasione e le distanze messe in gioco.

Come hai potuto constatare il lancio dei siluri e l'arrivo di quest'ultimi sul bersaglio non e' immediato (come lo sarebbe un lancio di missili in un simulatore di volo militare). L'unico caso pericoloso e' il lancio degli stallion, quelli si vi possono arrivare direttamente sulla testa senza darvi il tempo di reagire. Ma questo tipo di attacco presuppone una tma fatta a regola d'arte quindi e' abbastanza difficile in pratica. Adesso per un lancio di siluri convenzionali, la velocita' massima e' intorno ai 50-60 nodi, il che vuol dire che per fare cira 15 nm ci mette piu' o meno 15 minuti. Se sapete che il vostro bersaglio e' lontano (oltre le 10 miglia) non ha senso fare le manovvre evasive (accelerare o lanciare contromisure) appena sentite i siluri in acqua. Come detto non vi arrivano immediatamente, ed in quei 10 minuti potete allontanarvi dalla zona tranquillamente senza fare molto rumore. Quando lanciate delle contromisure in acqua dall'altra parte si sentono, e se avete a che fare con giocatori esperti loro possono disattivare il ping attivo dei siluri finche' non oltrepassano la contromisura per poi riattivare di nuovo il siluro. :s02:

Un altra cosa da considerare e' che il range dei siluri dipende dalla velocita', ecco quindi che maggiore e' la velocita' minore e' la distanza massima percorriribile e maggiore e' quindi il tempo che avete per allontanarvi tranquillamente dal pericolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

x Stefano: nessuna responsabilità da assumersi, stai tranquillo :s01:

 

dopo i primi momenti di confusione mi sono divertito molto ed è stato anche altamente istruttivo. Del resto è per questo che sono previste 3 missioni in multy prima del brevetto no?

 

Speriamo che la tua connessione diventi piu' stabile... a presto :s51:

 

 

x Goldorak:

in effetti non abbiamo agito in modo difensivo appena sentiti i siluri in acqua, abbiamo aspettato un po', consapevoli del tempo necessario prima che diventassero una minaccia. Dopo un po' pero' siamo stati "bersagliati" da numerosi ping a breve distanza, con molta probabilità le sonoboe, e nella concitazione dello stato d'allerta "siluri in acqua" abbiamo pensato si trattasse di quelli senza pensare, a caldo, a rilevare la frequenza dei ping per stabilirne la tipologia (cosa che in seguito abbiamo fatto). L'esperienza naturalmente ci manca, la costruiremo un po' alla volta. Grazie comunque dei tuoi consigli che sono sempre precisi e molto utili. :s03:

Edited by Rovik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao

Dunque dunque ... ho recuperato il replay quindi ho capito come sono andate le cose.

Il resoconto di Rovik è corretto, mi limito a correggere le inesattezze dovute al fatto che lui non ha visto il replay.

 

Effettivamente siamo partiti molto a nord rispetto agli altri. Non ci siamo diretti a razzo verso la fregata perché la missione richiedeva di scovare i sub, più che difendere la fregata, quindi abbiamo impostato una rotta a zig-zag verso sud a velocità moderata.

 

I primi siluri sono stati lanciati in snapshot in risposta dei lanci di Drakken, da distanza elevata.

 

E qui arriva il mio errore (ringrazio Rovik per i complimenti ma devo dire che sono un po' immeritati :s06: ) : ho dimenticato di settare la prodondità massima oltre i 1000 e ho lanciato i primi due sopra lo strato termico. Dal replay ho visto che un siluro è passato "sopra" l'Akula senza esplodere, mi piacerebbe sapere (e quindi rigiro la domanda a Drakken) se è successo perché l'akula stava sotto lo strato o grazie alle manovre evasive.

 

Dopo il lancio abbiamo rilevato l'Akula che filava verso sud-ovest, molto lontano. La posizione coincideva con quella comunicata dalla fregata.

 

Dopo un altro lancio infruttuoso e un po' di evasione dei siluri, abbiamo rallentato per vedere se beccavamo l'altro sub (a questo punto la fregata era affondata)

 

Come ha detto Rovik, abbiamo rilevato un contatto a nord-est, ma era uno dei siluri di Drakken che ci aveva superati.

 

Siamo rimasti un po' indecisi se andare a sud verso l'Akula o inseguire il nuovo contatto. Mentre cercavamo un po' di chiarimenti sul sonar, iniziamo a piovere siluri, sempre dall'akula.

Tre lanci in snapshot, un po' di giri di evasione e poi il botto :s06:

 

In conclusione mi sono divertito molto, anche se alla prima esperienza di multiplayer e in più in multistation.

L'intesa con Rovik è stata molto buona e concordo con lui sull'assegnazione delle stazioni, effettivamente con tutti quei siluri in giro ha avuto il suo bel da fare nel gestire sonar e navigazione. Il rilevamento dei contati è stato molto preciso, nonostante le distanze in gioco :s20:

 

Peccato per il mancato data link, effettivamente non avevamo la più pallida idea di dove fosse il secondo sub, quindi abbiamo temporeggiato un po' in zona sperando di beccarlo. Forse ho capito male io (ero l'addetto alle comunicazioni), ma la fregata ci ha comunicato solo la posizione dell'akula.

In ogni caso l'idea delle comunicazioni mi sembra buona e molto efficiente, un po' di esercizio e sicuramente porterà i suoi frutti.

Ovviamente le mie sono opinioni da profano ... ops ... da cadetto :s02: , quindi ben vengano le opinioni dei più esperti.

A presto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Effettivamente siamo partiti molto a nord rispetto agli altri. Non ci siamo diretti a razzo verso la fregata perché la missione richiedeva di scovare i sub, più che difendere la fregata, quindi abbiamo impostato una rotta a zig-zag verso sud a velocità moderata.

 

Prima di tutto nessuno vi ha chiesto di difendere la fregata. Seconda cosa giocavamo in squadra quindi se uno di noi rilevava il nemico lo comunicava all'altro ed e' quello che ho fatto io. Vi ho comunicato la soluzione di tiro sul akula e non ho capito perche' non l'avete attaccato. Se voi per ipotesi voi aveste trovato un contatto nemico ce l'avreste comunicato, e' l'essenza della coordinazione e del gioco di squadra.

Altrimenti ogniungo gioca per se ma non vedo l'interesse allora.

 

Poi sulle velocita', ve l'avevo detto che il rumore non e' proporzionale alla velocita' ma procede per per soglie discrete.

Quindi che andiate a 6 nodi o a 9-10 nodi non cambia il vostro rumore. Non dovete sempre procedere a 3 nodi o 6 nodi, dovete impostare la vostra velocita' in funzione anche dell'area di gioco. Rendetevi conto che a 5 nodi fate solo 5 miglia in un ora. Non e' una cosa accettabile quando avete grandi campi da gioco. Molti cadetti pensano che i sottomarini debbano andare per forza lentamente non e' cosi'. Potete sfruttare il layer per accelerare, potete alternare fasi di sprint a fasi di ascolto insomma ci sono molti modi per non restare inchiodati sulla stessa posizione per tutta la durata della partita.

Share this post


Link to post
Share on other sites
... Vi ho comunicato la soluzione di tiro sul akula e non ho capito perche' non l'avete attaccato...

 

Come non labbiamo attaccato? Appena avuta la vostra segnalazione che ha confermato il nostro rilevamento, abbiamo fatto fuoco con ben 4 siluri! Uno dei quali (a replay visto) ha sfiorato l'akula.

 

Sono d'accordo con te che siamo rimasti "inchiodati" troppo tempo nella stessa posizione.

Edited by Rovik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non posso che trovarmi d'accordo con Ugo sugli appunti fatti al 688i, anch'io ho avuto la sensazione che sia entrato poco in azione e quando lo ha fatto, è stato in maniera un po' imprecisa. Comunque va detto che erano alla prima esperienza in multiplayer/multistation e molte cose si sistemano poi con l'esperienza...

 

Concordo col fatto che le stazioni erano assegnate in modo non molto equilibrato, suggerisco per il futuro questo assetto:

 

1: Manovra-Armi-Vela

2: Sonar-Radio/ESM - Radar -Periscopio

 

Vale a dire uno si occupa dei sensori e uno del resto.

 

Aggiungerei una cosa ragazzi: troppi, davvero troppi siluri in acqua. Come avete visto, molti siluri non sono sinonimo di vittoria nè di sicurezza per sè stessi, anzi. Creano solo confusione e nella confusione aumenta il grado di casualità di quello che accade. Molto meglio pochi colpi ben assestati, da distanze ragionevoli, a botta sicura :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come non labbiamo attaccato? Appena avuta la vostra segnalazione che ha confermato il nostro rilevamento, abbiamo fatto fuoco con ben 4 siluri! Uno dei quali (a replay visto) ha sfiorato l'akula.

 

Sono d'accordo con te che siamo rimasti "inchiodati" troppo tempo nella stessa posizione.

 

 

Scusatemi, e' che il mio replay si e' fermato al nostro affondamento quindi forse non ho visto il vostro attacco sul akula.

Beh si, e' giusto quello che avete fatto, cercare una conferma e non fidarvi ciecamente del link.

Anche se in alcune circostanze puo' essere piu' utile lanciare l'attacco immediatamente ma ripeto questo dipende fortemente dalle circostanze. :s01:

Ad ogni modo il contatto che abbiamo messo sul link, non era messo a caso avevamo una idea piu' o meno corretta di dove si trovasse ecco perche' ve l'abbiamo comunicato. Certo non e' il caso di promuovere sul link qualsiasi contatto, questo e' vero ma quando siete almeno al 85-90% sicuri di quello che avete rilevato passate l'informazione sul link.

Edited by goldorak

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posterò il mio debriefing stasera, perchè adesso devo scappare a lavoro e da lavoro mi hanno segato Betasom... :s68:

 

 

Volevo fare solo 2 appunti:

1)Ho scoperto come mai non funzionava il Link Data. :s68: Mea culpa purtroppo...Inizialmente la missione era nata come un tutti contro tutti, quindi avevo settato tutte le varie piattaforme in side diversi, quindi ecco perchè non funzionava il Link Data...

Mannaggia a me :s03: :s03: :s03:

Ho sistemato, mettendo ffg e 688-I insieme e Akula e Kilo insieme, ho fatto un rapido test adesso e il LD funzionava perfettamente... :s10:

 

2)Per l'Aircraft Quick Launch, è davvero molto strano. Nel test che ho fatto poco fa, ho lanciato una partita in multiplayer (ho 2 pc in lan) ed ho messo show link data che è andato da dio e l'Aircraft Quick Launch, stessa cosa...In pochi minuti mi è decollato l'elicottero ed ho passato (ero la FFG su un pc) tutti i contatti di superficie marcati con il radar al 688-I (altro pc)... :s07:

Premetto che su entrambi i pc c'è Barracuda installato e attivato con il JSGME, quindi non credo dipenda da questo... :s12:

 

Cmq magari Ugo, una sera si riprova e vediamo un po come va... :s46:

 

PS.

Scusami Stefano, ma ti giuro, era straconvinto che avevi messo ready, ed appena mi si è illuminato il tasto ho premuto per lanciare la partita...se sapevo che eri caduto non lanciavo.

Scusa davvero!!!

Me lo hanno riferito gli altri che eri caduto prima di entrare e sono rimasto così... :s23:

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve;

 

La successione degli avvenimenti è già stata ben delineata nei posts.

Voglio solo confermare la bellezza dell'esercitazione, la sua carica continua di tensione! Mi sono molto divertito!

Mi sono trovato molto bene con Ugo e con Massimiliano; il continuo e concitato scambio di richieste, informazioni, decisioni è stato davvero intrigante :s20:

Sin qui gli aspetti emotivi, per me importantissimi.

Vi sono poi considerazioni personali tecniche e tattiche del tutto generali che ogni uscita in mare solleva e che mi interessano molto. In quella di ieri sera ho avuto modo di verificare( provando un certo senso di frustrazione :s05: ) come la Perry, senza la possibilità dell'uso tempestivo dell'eli, perda molte delle sue potenzialità. La virata verso est, alla quale fa riferimento Ugo, avvenuta dopo l'individuazione piuttosto precisa della posizione dell'Akula, ne è la metaforica (mica tanto...) esemplificazione. Abbiamo dovuto "rinunciare" all'attacco perchè sprovvisti di un vettore capace di veicolare in maniera immediata uno o più siluri sull'obbiettivo. Se fossimo stati su una fregata diversa, con capacità diverse, avremmo potuto lanciare razzi antisom... In sostanza, sulla Perry, per circa un'ora ( faccio riferimento a settaggi standard ) siamo piuttosto indifesi contro attacchi provenienti da sub anche nel caso che riusciamo tempestivamente a rilevarli.

Questo fatto mi induce a due considerazioni che ovviamente sono del tutto personali e generali che non riguardano comportamenti attuati o meno ieri sera.

La prima di tipo tattico: credo che nella prima ora la fregata Perry non debba cercare lo scontro ma temporeggiare, scovare i bersagli e promuoverli in contesto di squadra. Deve fare assist per altre piattaforme capaci di risposta e/o attacco rapidi.

Secondo, tendo a considerare la Perry ( di cui mi sto innamorando... :s14: ) fondamentalmente una piattaforma da difesa aerea di punto e da attività contro costa, "con" capacità antisom, più che una vera e propria piattaforma antisom. Non ha siluri a lunga gittata, non ha razzi antisom.Se per un qualsiasi caso, non può disporre dell'ely, una percentuale troppo alta del suo potenziale di attacco (ma anche difensivo) va perduto. Sarà interessante scovare tattiche in grado di compensare queste lacune in modo da renderla più sicura e più letale.

 

Ringrazio davvero chi si fa un gran c... per mandare avanti Accademia, partite e tutto ciò che ci consente di passare serate speciali come quella di ieri sera.

 

 

Simonov

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco il mio resoconto dopo esser giunto alla base di Murmask sano e salvo e aver compiuto con successo la missione...... Drakken 2 Yankee 0 :s02:

 

Inizio la missione con rotta direzione Ovest... dopo circa 8-10 minuti sento con il trainato la perry rilevamento 120. Mi posiziono a bassa velocità a quota 50 metri e direzione verso la perry,

identifico meglio la posizione e vado a quota periscopio e tento di linkarmi con i miei cugini cinesi... problemi di software ... impossibile linkare la posizione ... alzo il periscopio e confermo visivamente il contatto perry... ordino di inizializzare il lancio di 4 SS-N-25 ASM dai tubi esterni di lancio ma dopo aver apertO i portelli ricevo dal comando l'ordine di non usare i missili antinave... solo siluri (la perry in pratica erà già affondata), i miei uomini mi guardano increduli... ok allora mi posiziono sotto lo strato termico a velocità "flank" per ridurre al massimo la distanza... intanto il kilo ingaggia il nemico ... la perry è colpita ma non in maniera definitiva.. sperando di non essere sentito troppo dal 688 mi fermo per sentire la posizione della perry ormai in agonia... quota 50 metri ... pronti i siluri da 65cm ... lancio..

ma sapevo che il tiro era rischioso in quanto il 688 avrebbe sicuramente risposto, difatti mi sento lanciare siluri da nord est, vado velocemente a quota poco sopra il layer, faccio due lanci verso il 688 e dopo un pò sto ad ascoltare per capire la situazione, capisco che ci sono 4 siluri che mi danno la caccia, ma il mio obiettivo era la perry, calcolando la velocità della perry in circa 9 nodi: mi rendo conto che i 65 non avrebbero colpito il bersaglio allora ordino il lancio di due 53 "guidati" ma il lancio è rischioso potrebbe intercettare il kilo... che fare... setto il lancio per un bersaglio di superfice... e capendo che il kilo era in posizione "deep" lancio contro la perry...

nel frattempo sento i siluri nemici in arrivo, mi posiziono un pò su lo strato termico e lancio la contromisura. Poco dopo ordino una rapida immersione sotto lo strato e vedo che i siluri nemici non si avvicinano tranne uno che andava dritto verso la mia contromisura, superato il pericolo risalgo a bassa velocità sopra lo strato termico, il contatto con la perry ora è evidente perciò decido di guidare a tratti un siluro verso il contatto... da lì a poco la perry era colpita a morte. Decido di far esplodere l'altro siluro in acqua. Ora il mio obiettivo era il 688. Mi dirigo a bassa velocità verso nord rotta 000 verso il 688 stando appena sotto e a tratti appena sopra lo strato termico... il kilo non mi dava nessun contatto... non sentivo nulla... l'unica soluzione era di posizionarmi in modo tale da far lavorare meglio il trainato... ordino rotta 330 e proseguo a bassa velocità ... di lì a apoco individuo su banda 60 il 688... preparo tre siluri a profondità diverse.. due li lancio subito e con un intervallo di 1 minuto lancio il terzo ... li guido a tratti per formare una possibile triangolazione ... e sperando di avere una migliore ricezione dal sonar, guido il secondo siluro dritto verso il mio contatto... il 688 è colpito.

 

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! MEMENTO AUDERE SEMPER !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

P.S.: Un ringraziamento a tutti è stata una stupenda partita multiplayer !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :s20: :s20: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco qua il mio resoconto, un po in ritardo ed è infatti già stato detto tutto...Ma purtroppo il tempo è quello che è...Tiranno!!! :s68:

 

Premetto che non ho mai amato missioni di tipo "arena" perchè di solito c'è sempre un gran casino in acqua e nn si capisce mai una mazza...Ma questa volta è andata abbastanza bene :s20:

 

Partiamo in posizione centrale, rispetto al quadrato di gioco, e subito Hunter mi segnala un possibile contatto usa verso sud, è la perry, poi rileviamo altri contatti neutrali di superficie...Ma niente di interessante.

Usiamo tutti i sensori per avere una soluzione di tiro il più accurata possibile e ci avviciniamo lentamente per non farci sentire (eravamo già molto vicini). Nel frattempo risaliamo a quota periscopio, per alzare su un po di antenne,e vista la bella giornata stendere i panni dell'equipaggio. Una di queste è la radio e proviamo a scambiare i contatti con il nostro "alleato" russo ( che in realtà non era alleato per un mio errore nella creazione della missione, ma era un nemico) questo è il motivo per il quale non funzionavano i Link, e questo per tutte le piattaforme...Mea culpa...Sorry!

Ce ne stiamo a quota periscopio a fissare la perry, quando vediamo decollare l'elicottero... :s10: Lancio qualche sam, ma l'elicottero evade magistralmente (si vedeva, dal binocolo e dal periscopio, l'eli che chaffava. Perchè se vedete al momento dei lanci, a volte è stato sotto le 3 nm ). Siamo rimasti con un solo SAM, non possiamo sbagliare...Aspettiamo un po...ecco l'eli che torna verso di noi, nel frattempo la perry ci lancia 2 siluri, la tensione inizia a farsi sentire...

Non ci agitiamo, aspettiamo ancora un po che l'eli si avvicini di più e boom!!!

Controlanciamo 2 siluri filoguidati verso la Perry (ahimè il kilo più di due non ne ha :s68: ) e tentiamo una manovra un po ardita, che cmq ci salverà...

Intanto i due nostri siluri colpiscono e danneggiano la FFG.

Noi abbiamo avuto un grosso limite per tutta la durata della missione: il Layer era oltre i 300 metri e come ben saprete la profondità max operativa del kilo sono 300 mt, quindi non abbiamo mai usato il Layer, per paura di implodere (cosa che mi è successo una volta, proprio con il kilo )

Dopo che Drakken ha eliminato la FFG, abbiamo passato il resto del tempo a cercare di scovare il 688-I, e per un attimo ci siamo riusciti, ma i sensori del kilo sono quelli che sono e il layer troppo in profondità per noi, ha fatto il resto.

Abbiamo provato un lancio di 2 subrock su una presunta posizione, ma senza esito positivo...Meno male Drakken è stato più fortunato di noi ed è riuscito ad affondarli...

 

Cmq è stata una missione molto divertente e spero istruttiva per i cadetti (peccato che dei miei non ce ne era nemmeno uno :s06: ), volevo fare qualche critica, ovviamente costruttiva, se mi è permessa:

1) Troppi siluri in acqua...Ragazzi c'era un bel casino di ping, che sembrava di essere alla fiera del siluro. :s03: Vi do un consiglio, come ha già detto Hunter, pochi siluri ma buoni...Ovvero 2-3 siluri (non di più) su un contatto certo. Se poi si vede che non trovano niente anche filoguidandoli altrovi si spengono e non si lasciano mai girare in eterno fino alla loro morte e non si recide nemmeno la filoguida per caricare altri. Prima si spengono e poi si chiude il tubo. Poi altra cosa e mi riferisco a Drakken, si lanciano quasi sempre (se si hanno ovviamente) siluri filoguidati. I siluri non filoguidati si possono lanciare su un contatto con rotta e velocità fisse: la TMA calcola la soluzione di tiro e il siluro colpisce, attivandosi ovviamente alla giusta distanza, il bersaglio. Ma lanciarli contro un bersaglio "umano" che quindi tenterà di evadere, è davvero dura da colpire.

Gli snapshot sono un po così e così...vanno saputi lanciare e andrebbe stimata una distanza del contatto...sennò è come lanciare una bomba e non sapere dove cadrà...

2) Il 688-I è stato un po poco presente, si è tenuto un po troppo "fuori" dalla zona calda, senza entrare mai in partita, a parte nel finale, ma era sempre bello distante. Come hanno già suggerito gli altri, non si può pensare di stare tutta la sera a velocità basse e tentare di avvinarsi in quel modo, servirebbero ore e noi non abbiamo tutto questo tempo...Di solito le nostre missioni durano 2.00/2.30 h...Non di più.

Quindi chi è fuori dai giochi e spesso accade, dato che le nascite sono random, si deve avvicinare, andando anche a velocità sostenuta. Ovviamente non si va a manetta per tutto il tempo: si alternano fasi veloci a fasi lente, di ascolto, dove si cerca di scovare il nemico...Sennò si viene affondati senza nemmeno rendersene conto...

 

Ovviamente non prendetele come rimproveri, sono comunque le vostre prime missioni. Sono errori che facciamo tutti in gioventù ed è normalissimo farli, ma siamo qui a posta per aiutarvi no? :s41:

 

In conclusione, devo dire che i cadetti si sono comportati davvero bene, e i frutti dell'Accademia si iniziano a vedere...Come vedete, quando tutti sanno cosa fare e quello che succede intorno, c'è più competizione e le missioni sono più divertenti per tutti...

Molto bravi anche gli altri, che vabbè non sono cadetti, sennò poi ci restano male... :s03:

 

Un'ultima cosa e poi chiudo, ho provato a disabilitare Barracuda su uno dei miei due computer, una volta sull'host, una volta sul client,ma l'aircraft quick launch ha sempre funzionato a dovere... :s12:

Sta cosa è davvero strana...ma non credo dipenda da Barracuda...

 

La prossima settimana o quella dopo ancora, vediamo di farne un'altra...Magari sempre la stessa missione, che mi sembra un buon banco di prova, magari si cambia qualche piattaforma, magari anche qualche sub neutrale, e se siamo in tanti si potrebbero fare più squadre, ad esempio A B C D e fare un tutti contro tutti... :s20:

 

Alla prossima

Djmitri

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites
Prima di tutto nessuno vi ha chiesto di difendere la fregata. Seconda cosa giocavamo in squadra quindi se uno di noi rilevava il nemico lo comunicava all'altro ed e' quello che ho fatto io. Vi ho comunicato la soluzione di tiro sul akula e non ho capito perche' non l'avete attaccato. Se voi per ipotesi voi aveste trovato un contatto nemico ce l'avreste comunicato, e' l'essenza della coordinazione e del gioco di squadra.

Altrimenti ogniungo gioca per se ma non vedo l'interesse allora.

 

Evidentemente mi sono espresso male, per cui un chiarimento mi sembra doveroso.

 

Non intendevo dire che ognuna giocava per se, ma semplicemente che, proprio per aumentare le possibilità di trovare i sub nemici, abbiamo deciso inizialmente di stazionare a nord, con una rotta a zig-zag che comunque puntava al centro dell'area, mentre la fregata batteva la parte sud.

Dopo il primo scambio di siluri con l'Akula di Drakken, abbiamo rilevato un contatto sommerso a nord-est abbastanza vicino (era uno dei siluri di Drakken), pensando che fosse il secondo sub abbiamo deciso seguirlo anziché puntare verso sud (visto che sapevamo che l'akula era piuttosto lontano).

Prima di accorgerci della cosa, è iniziato il secondo scambio di siluri e poi il botto.

 

Se avessimo saputo che tutti e due i sub erano a sud ci saremmo comportati diversamente ... e sicuramente saremmo stati affondati prima :s02:

Per la velocità sono d'accordo, qualche nodo in più avrebbe aumentato l'area di ricerca, ma in questo caso non avrebbe cambiato le nostre scelte (a meno che non fossimo riusciti a rilevare il kilo).

 

Per quanto riguarda i siluri, effettivamente abbiamo esagerato :s10:

In ogni caso ci tengo a precisare che abbiamo lanciato sempre a coppie (tranne uno singolo alla fine).

La prima coppia è stata lanciata in seguito all'attacco dell'Akula, la seconda dopo pochi minuti quando abbiamo rilevato la posizione esatta dell'Akula e a questo punto c'erano 4 nostri siluri in acqua.

Due di questi (e non uno come avevo detto ieri) sono passati sull'Akula (nel replay, al massimo dello zoom e show truth attivo, siluri e sub sono perfettamente sovrapposti) senza esplodere, forse per l'errore che ho commesso nei settaggi o per la percentuale di probabilità introdotta dal gioco.

Gli altri due effettivamente potevano essere disattivati.

Il successivo lancio è stato fatto sempre verso l'akula, prima una coppia e poi uno singolo.

Al momento dell'esplosione, uno dei siluri aveva deviato, ingannato dalle contromisure, gli altri due puntavano sull'Akula, ma erano a circa 2 miglia di distanza.

 

Scusatemi se sono stato logorroico, ma mi sembrava corretto spiegare gli avvenimenti.

Per il resto ... siamo qui per imparare, quindi ben vengano le vostre osservazioni.

Alla prossima

 

P.S. Mi sono preso la libertà di riepilogare i fatti anche per Rovik. Se ho sbagliato qualcosa, me ne scuso e lo invito a correggermi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto perfetto Arloc :s02:

 

Del resto tu hai potuto vedere il replay e hai informazioni piu' precise.

 

Effettivamente abbiamo fatto un po' di errori di "gioventù", ma è tutta esperienza :s10:

 

Infine devo dire che tramite questi debriefing è come se la missione stesse continuando! Si chiariscono dettagli oscuri e si ha il quadro generale degli avvenimenti visti dalla prospettiva delle varie piattaforme... utilissimo e motivante!! :s20:

 

 

P.S. certo che se quei due maledetti siluri avessero colpito l'akula ora saremmo qui a festeggiare tra donne e champagne! :s29:

Edited by Rovik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domando una cosa visto che l'altra sera DW mi è crashato mentre stavo guardando il replay.....ma il siluro che ci stava per beccare (grande manovra evasiva Fede, avevo già chiuso gli occhi per il botto :s03: ) era quell sparati dalla Perry o l'aveva mollato l'elicottero?

 

Vorrei spendere una parola su quello che diceva Simone a prorposito del ruolo della Perry. A mio avviso (ma non la so usare quindi posso sbagliarmi), la Perry dovrebbe effettivamente essere il "cervello" di una squadra antisom, viste le sue grandi potenzialità di esplorazione, ascolto e raccolta dati. Poi il lavoro "sporco lo fanno gli elicotteri, i sub ecc...( il P3c invece è un caso un po' a parte, infatti svolge sia compiti esplorativi su aree vaste, sia può essere micidiale in fase di attacco, è per questo che lo adoro :s10: ). Comunque sia, concordo sul fatto che, date queste considerazioni, in una missione di tipo "arena" la fregata parte quantomeno svantaggiata, e in definitiva il suo ruolo viene snaturato.

 

Al di là di tutto, comunque, mi sembra che il lavoro fatto in Accademia stia dando ottimi frutti, per due principali motivi:

 

1) Nonostante molti non potessero esserci o abbiano avuto problemi tecnici, alla fine siamo partiti in otto, vale a dire quanti siamo riusciti ad essere molto raramente in passato.

 

2) Nonostante la metà di noi fossero cadetti alla prima vera Missione Multiplayer (Drakken, Arloc, Rovik, Maximilian), siamo subito riusciti ad avere una buona qualità di gioco, che si pò migliorare certo, ma che ci ha consentito di divertirci nelllo spirito di quella che deve essere la simlazione di DW, e le analisi di questo topic lo stanno a dimostrare.

 

BRAVI TUTTI RAGAZZI!!! :s20: :s20: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei spendere una parola su quello che diceva Simone a prorposito del ruolo della Perry. A mio avviso (ma non la so usare quindi posso sbagliarmi), la Perry dovrebbe effettivamente essere il "cervello" di una squadra antisom, viste le sue grandi potenzialità di esplorazione, ascolto e raccolta dati. Poi il lavoro "sporco lo fanno gli elicotteri, i sub ecc...( il P3c invece è un caso un po' a parte, infatti svolge sia compiti esplorativi su aree vaste, sia può essere micidiale in fase di attacco, è per questo che lo adoro :s10: ). Comunque sia, concordo sul fatto che, date queste considerazioni, in una missione di tipo "arena" la fregata parte quantomeno svantaggiata, e in definitiva il suo ruolo viene snaturato.

 

 

Concordo con quanto dici Francesco. Hai espresso meglio di me quello che intendevo dire. Vorrei comunque ribadire che le mie sono considerazioni personali su aspetti riguardanti la Perry come piattaforma. Non intendo assolutamente criticare la scelta di inserire la Perry nel contesto arena di ieri sera. Siamo qui per imparare ed anzi, se operiamo in situazioni difficili, tutto di guadagnato dal punto di vista dell'esperienza.

Se invece facciamo discussioni generali tecnico/tattiche sulle varie piattaforme, allora sì, la Perry si colloca bene al centro di una squadra antisom composta da mezzi subacquei e/o aerei.

Caso mai, se è possibile, potremmo fare una cosa a mò di esperimento. Se giochiamo a squadre, potremmo definire in precedenza la loro composizione. Ad esempio, la Perry con un sub. Però potremmo far partire entrambi dalla stessa posizione, come se uscissero dallo stesso porto diciamo così. In questo modo daremo la possibilità ad ogni squadra di determinare in proprio la tattica da adottare, le aree da pattugliare , i tempi in cui fare tutto ciò ed , al contempo, di coprirsi le spalle a vicenda soprattutto nelle fasi iniziali della partita, quando ancora dobbiamo acquisire una piena consapevolezza della situazione tattica.

 

Forse dico una stupidata ...

 

Simone

Share this post


Link to post
Share on other sites

O.K.....manco solo io.scusatemi ma ho avuto qualche problema nella gestione familiare e non mi sono più collegato al forum.

(anche se in realtà mi sono sentito con i capi,Francesco e Federico su MSN).Ormai avete sviscerato profondamente la missione dell'altra sera con tutti i suoi annessi e connessi,voglio solo sottolineare la grande collaborazione che si è instaurata fra l'equipaggio della fregata, (anche se per i motivi già esaminati i risultati sono stati scarsini),abbiamo compiuto degli errori e ora dobbiamo capire come migliorarci...tutto qui.Meno male che formiamo un ambiente fantastico e che siamo tutti decisi a crescere insieme.Spero che ci sentiremo ( e di affondare qualche made in Russia)il prima possibile!!!

P.S:per hunter i siluri che avete evitato erano stati lanciati(da me :s05: ) direttamente dalla fregata.

per dimitrj da profano potrei pensare che forse il problema relativo al quick lunch sia stato causato dalla procedura errata per l'assegnazine dell'elicottero a stefano,perchè quando abbiamo iniziato un eli era già in volo ma non era controllabile,quando sono riuscito a far decollare il secondo sono riuscito a controllare anche il primo

Concludendo :s20: :s20: :s20: :s20: ATUTTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Edited by maximilian

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,287
    • Total Posts
      509,911
×