Vai al contenuto
Ursus Atlanticus

Classe W (1913)

Messaggi raccomandati

Fiamma.RM.trasp.png

Sommergibili classe " W "

 

 

1913%20classe%20W%20(Pollina-1024).jpg
da "I sommergibili italiani" di Paolo M. Pollina - USMM - 1963, per g.c. Sergio Mariotti

 

Caratteristiche generali della classe "W":

Tipo: sommergibile di piccola crociera

Dislocamento:
- Dislocamento in superficie: 330 t (W 1 e 2) - 322 t (W 3 e 4)
- Dislocamento in immersione: 500 t (W 1 e 2) - 480 t (W 3 e 4)
Dimensioni:
- Lunghezza: 52,45 m (W 1 e 2) - 45,7 m (W 3 e 4))
- Larghezza: 4,70 m (W 1 e 2) - 5,18 m (W 3 e 4)
- Immersione: 2,76 (W 1 e 2) - m 2,88 m (W 3 e 4)
Apparato motore superficie:due motori Diesel Schneider, due eliche
- Potenza: 760 cv
- Velocità max. in superficie: 13,0 nodi
- Autonomia in superficie: 880 miglia a 11,5 nodi (W 1 e 2) - 1000 miglia a 11,5 nodi (W 3 e 4)
Apparato motore in immersione: due motori elettrici di propulsione CGE
- Potenza: 480 cv
- Velocità : 8 nodi
- Autonomia in immersione: ? - ?
Armamento:
- 2 tls AV da 450 mm - 2 siluri
- 1 cannone da 76/30 mm a.a. tipo Armstrong
Equipaggio: 2 ufficiali, 34 sottufficiali e marinai
Profondità di collaudo: 30 m

Unità della classe "W":

Regio sommergibile W 1
Cantiere: Armstong Whitworth (Gran Bretagna)
Impostazione: 19/10/1913, Varo: 19/11/1914, In servizio (nella marina britannica): 06/01/1915, Consegnato alla R.M. : 23/08/1916, Radiazione: 14/09/1919

Regio sommergibile W 2
Cantiere: Armstong Whitworth (Gran Bretagna)
Impostazione: 04/12/1913, Varo: 15/02/1915, In servizio (nella marina britannica): 09/05/1915, Consegnato alla R.M. : 23/08/1916, Radiazione: 14/09/1919

Regio sommergibile W 3
Cantiere: Armstong Whitworth (Gran Bretagna)
Impostazione: 07/03/1914, Varo: 29/07/1915, In servizio (nella marina britannica): ??/02/1916, Consegnato alla R.M. : 23/08/1916, Radiazione: 14/09/1919

Regio sommergibile W 4
Cantiere: Armstong Whitworth (Gran Bretagna)
Impostazione: 20/03/1914, Varo: 11/09/1915, In servizio (nella marina britannica): ??/06/1916, Consegnato alla R.M. : 07/08/1916, Affondato: 04 agosto 1917, Radiazione: 05/01/1919

1913%20classe%20W%20(Turrini-1024).jpg

Generalità di classe
I sommergibili W 1 ÷ W 4 furono ceduti a pagamento alla R. Marina dall’Ammiragliato britannico nel 1916 per potenziare l’arma subacquea italiana in attesa che venissero immessi in servizio numerose unita tipo “F “ allora in costruzione.
Sommergibili a doppio scafo con involucro interno resistente di sezione circolare leggermente schiacciata ed involucro esterno leggero con forme avviate meglio atte alla navigazione in superficie.
I quattro sommergibili formavano due coppie di dimensioni sensibilmente diverse pur conservando nell’insieme delle varie sistemazioni di bordo un’equivalenza praticamente completa.
All’atto della presa di possesso da parte della R. Marina il solo W 4 era di nuova costruzione avendo i rimanenti tre già svolto diversi mesi di servizio nella Marina britannica.
Dopo il loro trasferimento in Italia, la R. Marina completo l'armamento dei classe " W " con un cannone antiaereo.
Queste unita non dettero buoni risultati; difficoltose a manovrarsi e spesso soggette ad avarie ai motori termici; non ebbero in definitiva grande valore bellico.

 

b7dpa1.jpg

Modificato da magico_8°/88

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dist.smg.RM.(trasp).png

Regio sommergibile W 1

 

 

Cantiere: Armstong Whitworth (Gran Bretagna)
Impostazione: 19 ottobre 1913
Varo: 19 novembre 1914
In servizio (nella marina britannica): 6 gennaio 1915
Consegnato alla R.M. : 23 agosto 1916
Radiazione: 14 settembre 1919

Attività operativa
Al comando del T.V. Giovanni Ferretti, che aveva condotto l'unità da Portsmouth a Brindisi nell'agosto del 1916, il W 1, aggregato alla 3^ Squadriglia di Brindisi, venne inviato a Taranto per grandi lavori al termine dei quali, nel gennaio 1918, operò dalla base di Valona in agguati protettivi.
Nel maggio l'unità passò nuovamente ai lavori a Taranto e non partecipò più ad alcuna missione di guerra.
Fu radiata il 14 settembre 1919.

 

W1collTurrini800.jpg
Il sommergibile W 1 al rientro nel porto dopo una navigazione di prova in Gran Bretagna. Collezione Turrini.

 

2d9ei4m.jpg

Modificato da magico_8°/88

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dist.smg.RM.(trasp).png

Regio sommergibile W 2

 

 

Cantiere: Armstong Whitworth (Gran Bretagna)
Impostazione: 4 dicembre 1913
Varo: 15 febbraio 1915
In servizio (nella marina britannica): 9 maggio 1915
Consegnato alla R.M. : 23 agosto 1916
Radiazione: 14 settembre 1919

Attività operativa
Nel settembre 1916, subito dopo il suo arrivo in Italia, l'unità fu sottoposta ai grandi lavori al termine dei quali, nel settembre 1917, venne aggregata alla 3^ Squadriglia di Brindisi.
Svolse, in quell'anno, una missione offensiva lungo la rotta di entrata al porto di Cattaro ed una di agguato difensivo nelle acque prospicienti il porto di Brindisi.
Nel dicembre l'unita venne dislocata a Valona per la difesa ravvicinata di quella base e nell'aprile del 1918 fu distaccata a Gallipoli, a disposizione della Scuola per gli Idrofonisti.
Al termine del conflitto venne posta in disarmo e radiata in data 14 marzo 1919.

 

W2collTurrini800.jpg
Il sommergibile W 2 in uscita dal porto per una missione di guerra. Coll. Turrini

Modificato da magico_8°/88

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dist.smg.RM.(trasp).png

Regio sommergibile W 3

 

 

Cantiere: Armstong Whitworth (Gran Bretagna)
Impostazione: 7 marzo 1914
Varo: 29 luglio 1915
In servizio (nella marina britannica): ?? febbraio 1916
Consegnato alla R.M. : 23 agosto 1916
Radiazione: 14 settembre 1919

Attività operativa
Al comando del T.V. Ugo Cosentini, che l'aveva condotta da Portsmouth a Brindisi, l'unita venne aggregata alla 3^ Squadriglia e, dal dicembre 1916, svolse attività operativa compiendo tre missioni offensive lungo le rotte commerciali e presso le acque prospicienti i porti austriaci del Basso Adriatico, senza peraltro entrare in contatto con l'avversario.
Dal gennaio 1918 l'unità, passata al comando del T.V. Silvio Arata, compì 9 missioni. Al termine del conflitto fu posta in disarmo ed il 14 settembre 1919 venne radiata.

 

 

 

W3collTurrini800.jpg
Il sommergibile W 3 manovra per andare all'ormeggio. Coll. Turrini

Modificato da magico_8°/88

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dist.smg.RM.(trasp).png

Regio sommergibile W 4

 

 

Cantiere: Armstong Whitworth (Gran Bretagna)

Impostazione: 20 marzo 1914

Varo: 11 settembre 1915

In servizio (nella marina britannica): ?? giugno 1916

Consegnato alla R.M. : 7 agosto 1916

Affondato: 4 agosto 1917

Radiazione: 5 gennaio 1919

 

Attività operativa

Entrato in servizio a Brindisi nel dicembre 1916, assegnato alla 3^ Squadriglia, come unità Capo Squadriglia, il W 4, al comando del T.V. Alessandro Giaccone, espletò, unico della classe, una intensa attività operativa con frequenti missioni di agguato offensivo lungo la costa dalmata e da Cattaro a Durazzo.

Nell'espletamento della sua diciannovesima missione l'unità, salpata da Brindisi il 3 agosto 1917 per portarsi in agguato alla foce del fiume Drina, non fece più ritorno alla base, probabilmente affondata a seguito di urto contro mina nelle acque fra Cattaro e Durazzo il giorno 4 agosto 1917. Nel sinistro si perse l'intero equipaggio, composto da 3 ufficiali, 5 sottufficiali e 14 sottocapi e comuni.

A seguito del mancato rientro, previsto per il 16 agosto, il vice ammiraglio Camillo Corsi svolse una inchiesta, che ebbe termine con una relazione nella quale si ipotizzò la perdita dell'unità per urto contro una mina austriaca.

Nonostante le minuziose ricerche effettuate nel dopoguerra presso gli archivi della Marina austriaca, nulla si poté conoscere sulla tragica fine di questa unità.

 

33cu6hk.jpg

 

oaxflw.jpg

 

6jhoqc.jpg

Modificato da magico_8°/88

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×