Jump to content
Sign in to follow this  
vespucci

Cantiere Di Costruzione Corazzata "bismarck" Scala 1:200 Hachette

Recommended Posts

Come da titolo, questo che apro è il cantiere passo passo della Corazzata Bismarck della Hachette in scala 1:200.

Questo Natale ho avuto la fortuna di trovare sotto l'albero di Natale oltre l'aerografo, l'abbonamento (con i primi due pacchi) alla Bismarck.

Essendo che oltre a questo ho trovato anche la scarlattina, sperando che questa finisca presto, entro qualche giorno aprirò il passo passo (come la Trinidad) e mi sto attrezzando per migliorare anche le foto.

A presto... :s03: :s03:

Vespucci.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giusto l'aerografo, sono curioso di avere notizie.

 

Come e' andato l'acquisto ???

 

anteo.

Carissimo, tutto perfetto, appena mi sono ristabilito (sto scrivendo dal letto con 38.5 di febbre e ora sto mooolto meglio) posto sia le foto del set che i commenti delle prove. Agli inizi sicuramente catastrofici, ma sbagliando si impara e non si dimentica più. :s10: :s10:

E poi non vedo l'ora di tornare ai miei cantieri :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come promesso (anche se sono a pezzi :s68: :s68: ) ho spacchettato il mio regalo ancora sotto l'albero (la BIsmarck per ora ci resta).

Posto le foto del set completo per l'aerografia.

Un particolare occhio ho riservato al filtro dell'area, molto ben fatto a mio avviso.

Caro Anteo che ne pensi???

 

dscf5996ii2.jpg

 

dscf5997cp8.jpg

 

dscf5998us0.jpg

 

dscf5999sq6.jpg

 

dscf6001er7.jpg

 

dscf6002vg1.jpg

 

Una domanda....Qualcuno mi sa dire a cosa serve questo raccordo???

 

Grazie e alla prossima.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao Vespucci,

 

Vedo che ci sono molti accessori, cosi' ad occhio, mi sembra una attrezzatura valida.

 

Ti auguro buon lavoro.

 

anteo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si comincia.....

Innanzi tutto volevo dire due parole sull'opera.

Dalla presentazione, mi sembra un progetto ben fatto.

Sono rimasto colpito, dalla qualità dei materiali (delle prime uscite naturalmente) che sono stati inseriti per le ordinate le quali non si scheggiano o danneggiano quando con il cutter si va ad incidere la basetta per separarli dal supporto. Inoltre le istruzioni passo passo con foto sono ben realizzate.

Detto questo partiamo....

 

1° Fascicolo:

 

Inizio realizzazione dello scafo,

Materiale nel primo fascicolo:

 

1fascicolony9.jpg

 

Il lavoro come si presenta alla fine del 1° Fascicolo:

 

1fascicolofinevb1.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

2° Fascicolo:

 

Si continua lo scafo:

Materiale nel secondo fascicolo:

 

2fascicoloii1.jpg

 

 

Il lavoro come si presenta alla fine del 2° Fascicolo:

 

2fascicolofinehk3.jpg

 

2fascicolofine2ov6.jpg

 

Da notare i rinforzi delle ordinate 7 e 5 posizionate verso l'esterno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comandanti scusate la mia domanda che sembrerà blasfema...ma l'aerografo lo usate per pitturare i modelli?

Le mie poche esperienze giovanili di montaggio di scatole di navi della Heller, se non ricordo male, al momento della pittura con i pennellini classici la vernice rimaneva tutto un pò abbioccolata non rendendo un bel lavoro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso proprio di si, mi è appena arrivato ed appena lo utilizzo ti faccio sapere. :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi,

sono novo qui del forum,

anche io sto costruendo la Bismarck, sono alla terza spedizione speriamo arrivi presto così inizio.

Io la farò rc voi ????

Edited by KIAKIO

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io..... in genere preferisco fare modelli statici per paura che mi si rovinino (o di perderli), ma questa volta voglio provare.

Speriamo bene :s03: :s03:

A proposito benvenuto.

Edited by vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao VESPUCCI,quel raccordo è una riduzione per collegare l,aerografo al filtro del compressore -

buon anno et buon lavoro-

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Vespucci,

ma dai che non perdi nulla !!! :s02:

se posso essere utile io ci sono.

Per rassicurarti faccio anche modelli a vela (rigorosamente senza motore quelli),

e non ho mai perso nulla e tanto meno affondato nulla.

Ps: per la Bismarck io farò lo scafo come da "scatola" e da quello farò poi uno

stampo femmina per tirare fuori un maschio in vtr. Se vuoi una volta in cantiere ne faccio due,

naturalmente l' invito è esteso a tutti coloro fossero interessati.

Grazie per il benvenuto e buon modellismo a tutti. K.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,

 

facendo tutti gli scongiuri possibili e immaginabili, corni rossi ecc....

 

Molti anni fa, un vecchio modellista mi confido' il metodo che lui usava nel malaugurato caso che........

 

Molto semplice, certo ci vuole una barca vera per poterlo usare.

 

Bisogna costruire un particolare del modello tutto in sughero, magari prolungarlo come dimensioni verso l'interno. Un particolare che abbia una bella riserva di galleggiabilita'. Per esempio una torretta se una nave da guerra, oppure un boccaporto se mercantile o rimorchiatore. Questo pezzo va poi legato saldamente alla chiglia con uno spago robusto di diversi metri, e posizionato sul ponte con un leggerissimo incastro. Molto leggero,altrimenti in caso di bisogno non viene a galla. Certo, recuperare un modello che e' stato immerso anche per breve tempo qualche danno lo ha subito, ma meglio che perderlo......

 

Ad ogni modo tranquilli ragazzi, l'affondamento di un modello e' una cosa estremamente rara.

E' piu' facile che si fermi nel mezzo del lago, per bloccaggio di qualche marchingegno. In quel caso bisognerebbe avere a portata di mano, una canna con molinello e dai dai si recupera.

 

Buona navigazione. anteo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per evitare l'affondamento si può riempire tutti gli spazi vuoti con schiuma poliuretanica così da renderlo inaffondabile (attenti a lasciargli qualche sfogo visto che durante l'indurimento aumenta notevolmente di volume). se la paura è quella di perdere il segnale radio ci sono i fail-safe da mettere tra rx e servo, ma visto che costano sui dieci eurini cadauno direi di spendere subito qualcosa in più per una rx a doppia conversione con fail-safe incorporato. per evitare il blocco di marchingegni vari..... l'unica è un'attenta manutenzione del modello ed un paio di santini :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
per evitare l'affondamento si può riempire tutti gli spazi vuoti con schiuma poliuretanica così da renderlo inaffondabile (attenti a lasciargli qualche sfogo visto che durante l'indurimento aumenta notevolmente di volume). se la paura è quella di perdere il segnale radio ci sono i fail-safe da mettere tra rx e servo, ma visto che costano sui dieci eurini cadauno direi di spendere subito qualcosa in più per una rx a doppia conversione con fail-safe incorporato. per evitare il blocco di marchingegni vari..... l'unica è un'attenta manutenzione del modello ed un paio di santini :s02:

 

Con l'elettronica ci prendo poco.

 

Quando sono andato in pensione, i miei colleghi di lavoro mi hanno fatto questo bellissimo regalo.

 

Chiedo a Andreavcc, questa radio li ha quei "fail save" che dici tu. Ho dato una scorsa al libretto, ma non ho capito un gran che.

 

Gia' che ci siamo, chiedo a tutti i comandanti: quale modello consigliereste per un radio comando cosi ??

 

saluti.

 

radioyd9.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao VESPUCCI,quel raccordo è una riduzione per collegare l,aerografo al filtro del compressore -

buon anno et buon lavoro-

Ti ringrazio per la risposta e buon anno anche a te :s10: :s10:

 

Vi ringrazio per le rassicurazioni e speriamo vada tutto bene :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Con l'elettronica ci prendo poco.

 

Quando sono andato in pensione, i miei colleghi di lavoro mi hanno fatto questo bellissimo regalo.

 

Chiedo a Andreavcc, questa radio li ha quei "fail save" che dici tu. Ho dato una scorsa al libretto, ma non ho capito un gran che.

 

Gia' che ci siamo, chiedo a tutti i comandanti: quale modello consigliereste per un radio comando cosi ??

 

saluti.

 

radioyd9.jpg

 

:s68: non parlare a me di elettronica che sono pressappoco una capra! :s03:

che radiocomando è?

Share this post


Link to post
Share on other sites
:s68: non parlare a me di elettronica che sono pressappoco una capra! :s03:

che radiocomando è?

 

Allora siamo pari,

 

il radiocomando e' un Graupner 8,14 canali modello MC-10 sembra che abbia la possibilita' di memorizzare dei percorsi.

Tutti quei comandi che si vedono in alto ai lati dell'antenna, in realta' non ci sono. Si tratta di accessori da montare appunto, per raggiungere il massimo delle prestazioni.

 

Ci sono molte istruzioni ben dettagliate anche con figure, purtroppo in tedesco, il libretto in italiano e' molto stringato.

 

Certo 14 canali per una imbarcazione sono troppi, si riuscirebbe a far salutare anche il comandante.

Se ne puo' anche usare di meno, prima o poi mi cimentero' in qualcosa di navigante.

 

saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

3° Fascicolo:

 

Si continua lo scafo:

 

Materiale nel Terzo fascicolo:

 

3fascicolodt2.jpg

 

Il lavoro come si presenta alla fine del 3° Fascicolo:

 

3fascicolofinelv2.jpg

 

 

Alla prossima.

 

Vespucci.

Share this post


Link to post
Share on other sites

4° Fascicolo:

 

Si continua lo scafo:

 

Materiale nel Quarto fascicolo:

 

4fascicoloif7.jpg

 

 

Il lavoro come si presenta alla fine del 4° Fascicolo:

 

4fascicolofinepk3.jpg

 

I bagli 13/b 12/b 11/b 7/c 4/b con le longarine, sono appoggiati alle ordinate e non incollati (nella foto sono leggermente spostate dalla posizione originale per facilitarne l'identificazione.

Alla Prossima

 

Vespucci

Edited by vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites
il radiocomando e' un Graupner 8,14 canali modello MC-10 sembra che abbia la possibilita' di memorizzare dei percorsi.

 

ho provato a cercare il manuale in italiano ma pare che abbiano iniziato a farlo dalla mc12 :s06:

dovrebbe avere la possibilità di programmare la corsa del servo, o per meglio dire la curva, ovvero potresti avere una rotazione del servo di 45° con lo stick al 25%, 90° con stick al 50%, 10° con stick al 75%, 100° con stick al 100%. in pratica impostando la curva assegni ad una posizione dello stick una determinata rotazione del servo, in un senso o nell'altro, penso con totale libertà (penso perchè non conosco la radio). temo però che, se il regalo è recente, il negoziante abbia voluto disfarsi di una radio anche buona per carità, ma un tantinello obsoleta. comunque se vuoi vieni a trovarci nella sezione modellismo dinamico e ne parleremo, lasciamo lo spazio al servizio della bismarck :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites

5° Fascicolo:

 

Si continua lo scafo:

 

Materiale nel Quinto fascicolo:

 

5fascicolozr4.jpg

 

Il lavoro come si presenta alla fine del 5° Fascicolo:

 

5fascicolofinedo3.jpg

 

 

Alla prossima

 

Vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Capitano Nemo,

mi permetto dirisponderti, la costruzione con il legno è abbastanza "facile",

penso ci voglia un pò più di esperienza in seguito con le fotoincisioni.

ciao K.

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche io nutro una simpatia maggiore per la plastica, e a dire il vero con il nobile materiale ci ho lavorato solo una volta annoni fà. è vero che non è poi così ostico da lavorare. forse la mia preferenza per la plastica stà nella facilità nel rimediare il materiale, e nella facilità nel darle una forma usando solo il calore.... ma forse dopo tutto si tratta solo di "sensazioni personali". :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io personalmente penso che il miglior materiale per il modellismo sia il legno, ci puoi fare tutto, lo puoi modellare come vuoi. Francamente non saprei come fare a costruirmi in Scratchbuilt (parola a mio avviso bruttissima) una Galea Pisana in plastica senza kit esistente. Inoltre la bellezza (sempre a mio parere) del legno a vista non ha eguali....... :s02:

A proposito appena completata posto le foto della Galea (per ora sto montando i listelli del ponte).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, io preferisco il legno alla plastica, ti dà più soddisfazione vedere il fasciame della tua nave che viene montato così come si sarebbe visto un tempo sulla nave vera...

 

Però il mio è anche un punto di vista di un radiomodellista, per cui costruire una nave r/c di oltre un metro in plastica suonerebbe strano!

 

S.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dico la mia, secondo me il giusto sta nel mezzo.

Per capitano Nemo, il legno sembra difficile ma in realtà con qualche piccolo "segreto" è molto semplice da lavorare, naturalmente se hai bisogno posso darti tutte le dritte che sò. Prova a fare anche pezzi un pò più grandi vedrai che la passione/utilità ti prenderà.

Per Andreavcc, anche il legno si lavora con il calore prova a scaldare un listello con un fono da carrozziere, acqua calda, vapore o con un semplice saldatore a stagno e vedrai che dopo puoi farci anche i nodi, :s02: .

Per Vespucci, sono d'accordo con te, ma secondo me per le navi antiche e gli scafi il legno è ottimo, ma per le strutture dei ponti delle navi moderne, penso che la plastica e il mettallo siano imbattibili.

Per Sag75, sono anche io radio/statico modellista e ripeto gli scafi secondo me vengono bene in legno, ma prova a fare uno stampo e tira fuori uno scafo in vtr e vedrai che avrai molte soddisfazioni anche dai materiali "plastici" :s02: .

Naturalmente non voglio insegnare nulla a nessuno, ho dato semplicemente un mio parere, naturalmente se posso essere utile a qualcuno sono ben lieto di poter aiutare.

Buon modellismo a tutti K.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dico la mia, secondo me il giusto sta nel mezzo.

Per capitano Nemo, il legno sembra difficile ma in realtà con qualche piccolo "segreto" è molto semplice da lavorare, naturalmente se hai bisogno posso darti tutte le dritte che sò. Prova a fare anche pezzi un pò più grandi vedrai che la passione/utilità ti prenderà.

Per Andreavcc, anche il legno si lavora con il calore prova a scaldare un listello con un fono da carrozziere, acqua calda, vapore o con un semplice saldatore a stagno e vedrai che dopo puoi farci anche i nodi, :s02: .

Per Vespucci, sono d'accordo con te, ma secondo me per le navi antiche e gli scafi il legno è ottimo, ma per le strutture dei ponti delle navi moderne, penso che la plastica e il mettallo siano imbattibili.

Per Sag75, sono anche io radio/statico modellista e ripeto gli scafi secondo me vengono bene in legno, ma prova a fare uno stampo e tira fuori uno scafo in vtr e vedrai che avrai molte soddisfazioni anche dai materiali "plastici" :s02: .

Naturalmente non voglio insegnare nulla a nessuno, ho dato semplicemente un mio parere, naturalmente se posso essere utile a qualcuno sono ben lieto di poter aiutare.

Buon modellismo a tutti K.

Nella vita ho imparato una sola cosa bene, che non finisco mai di imparare..

Quindi i tuoi consigli come quelli di tutti per me sono bene accetti, anzi siamo qui per questo, ognuno mette a disposizione degli altri la propria esperienza, solo così possiamo crescere e migliorare :s01:

Edited by vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites

6° Fascicolo:

 

Si continua lo scafo:

 

Materiale nel Sesto fascicolo:

 

6fascicolocf7.jpg

 

Il lavoro come si presenta alla fine del 6° Fascicolo:

 

6fascicolofinedx7.jpg

 

Alla prossima

 

Vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites

giustissimo vespucci,

la penso esattamente come te, quindi posta posta foto che da ogni foto posso imparare qualcosa. :s20:

ps: ottimo lavoro,

ps2: appena posso posterò anche io qualche fotina magari può essere utile.

boun modellismo a tutti K.

Share this post


Link to post
Share on other sites

7° Fascicolo:

 

Si continua lo scafo:

Materiale nel Settimo fascicolo:

 

7fascicolobt4.jpg

 

Il lavoro come si presenta alla fine del 7° Fascicolo:

 

7fascicolofinehu8.jpg

 

Alla prossima

 

Vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma ogni quanto escono i fascicoli???

I fascicoli hanno cadenza settimanale, ma io ho ricevuto in regalo i primi 4 pacchi, per Natale (quindi sono al fascicolo 17 perchè il primo pacco conteneva anche il primo fascicolo).

 

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui trovi tutte le informazioni:

http://www.hachette-fascicoli.it/index.cfm...&idopera=54

 

secondo il piano dell'opera, in edicola sono arrivati all'uscita 22

Comunque allego il Piano dell'opera sina ad ora:

 

La Corazzata Bismarck

 

PIANO DELL'OPERA

Uscita Data Allegati

1 11/08/2007 Tavoletta legno laser (2552) + colla + pennello

2 24/08/2007 Tavoletta legno laser (2553)

3 31/08/2007 Tavoletta legno laser (2554)

4 07/09/2007 Tavoletta legno laser (2555) + 2 listelli

5 14/09/2007 Tavoletta legno laser (2556) + 4 listelli

6 21/09/2007 Tavoletta legno (2558)

7 28/09/2007 Tavoletta legno laser (2559) + 1 listello

8 05/10/2007 Tavoletta legno (2560)

9 12/10/2007 Tavoletta legno (2561)

10 19/10/2007 Tavoletta legno (2563)

11 26/10/2007 Listelli 1,5x6x248

12 02/11/2007 Tavoletta legno laser (2564) + listelli 1,5x6x248

13 09/11/2007 Listelli 1,5x6x248

14 16/11/2007 Resina supporto elica D, Listelli 1,5x6x248

15 23/11/2007 40 listelli in legno di tiglio

16 30/11/2007 25 listelli in legno di tiglio

17 07/12/2007 12 listelli in legno di tiglio

18 14/12/2007 2 ponti laterali

19 21/12/2007 2 ponti laterali + 2 blocchetti di legno

20 28/12/2007 2 ponti laterali + chiusura del ponte

21 04/01/2008 2 ponti laterali + chiusura del ponte + distanziale poppa

22 11/01/2008 Prua di resina + listelli 1,5x3

Share this post


Link to post
Share on other sites

8° Fascicolo:

 

Si continua lo scafo:

 

Materiale nell'Ottavo fascicolo:

 

8fascicolotv5.jpg

 

 

Il lavoro come si presenta alla fine dell'ottavo Fascicolo:

 

8fascicolofineba4.jpg

 

I bagli 39/b e 40/b, sono appoggiati alle ordinate e non incollati (nella foto sono leggermente spostate dalla posizione originale per facilitarne l'identificazione.

 

Alla prossima

 

Vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites

9° Fascicolo:

 

Si continua lo scafo:

Materiale nel nono fascicolo:

 

9fascicoloxc3.jpg

 

 

Il lavoro come si presenta alla fine del 9° Fascicolo:

 

9fascicolofinexc9.jpg

 

9fascicolofine2ct5.jpg

 

I bagli 39/b e 40/b, 43/b, 44/b, 45/b, sono appoggiati alle ordinate e non incollati.

 

Devo dire che lo scafo comincia a diventare veramente imponente :s68: :s68: :s03: :s03:

 

Alla prossima

 

Vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites

quello che si poteva fare erano delle fotocopie delle ordinate della barchetta....

 

 

a me interesserebbero molto riuscire a riprodurre solo uno scafo cosi' per imparare qualcosa, visto che mi intreressa farmi uno scafetto in metallo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,562
    • Total Posts
      516,773
×