Jump to content
Sign in to follow this  
Odisseo

Navi E Terremoti

Recommended Posts

All’alba del 28 dicembre 1908, ore 05.21, 99 anni fa, Messina, Reggio Calabria e tutte le località sulle rive dello Stretto furono rase al suolo dal “famoso†terremoto.

 

La distruzione fu completa.

 

Gli aiuti potevano arrivare solo dal mare e dal mare arrivarono: in porto, a Messina, c’erano le torpediniere Saffo, Serpente, Scorpione e Spica, insieme all’incrociatore Piemonte.

Dalle torpediniere, che raggiunsero la costa calabra (… 12 ore dopo il terremoto), partì il primo allarme telegrafico.

Nessuna nave della Regia Marina era pronta alla partenza, ad eccezione della “Divisione Volanteâ€, composta dalle corazzate Regina Margherita, Regina Elena, Vittorio Emanuele e dall’incrociatore Napoli, che si trovavano al largo della Sardegna, dirette verso l’Atlantico. Fu disposto l’immediato cambio di rotta verso Messina.

Nella mattinata del 29, però, erano già comparse, in soccorso, le prime navi militari: la squadra russa del Baltico, composta dalle corazzate Cesarevitc e Slava, dagli incrociatori Makaroff e Bogadir, dalle cannoniere Korietz e Giljak.

Subito dopo arrivò la sempre efficiente Royal Navy: Sutley, Minerva, Exmouth, Lancaster, Euryalus e Duncan.

In terza fila riuscirono ad ormeggiarsi le navi della Regia, meno la Vittorio Emanuele, attardata di 24 ore per poter imbarcare le loro altezze reali, Vittorio Emanuele III ed Elena, e vari generi di soccorso.

 

Questi i fatti, che la maggior parte dei Comandanti probabilmente già conosce.

 

Dalla discussione “I Russi a Messina†mi è nata l’idea di raccogliere tutte le immagini possibili (foto, disegni) sulle navi che hanno portato aiuto alla mia città nel 1908, ovunque ritratte. È un regalo che vorrei farmi e farvi per il 100° anniversario.

Con la speranza che i miei nipoti, un giorno, non debbano fare la stessa cosa con le foto di qualche portaelicotteri americana.

 

POTETE AIUTARMI ?

 

Grazie anticipate.

 

Odisseo

Share this post


Link to post
Share on other sites

hai già scaricato le foto dal sito della MMI?

 

probabilmente anche la Marina Russa commemora in qualche modo l'evento, puoi provare anche da loro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Modesto contributo alla tua richiesta. Sono foto facilmente reperibili, ma è difficile trovare qualcosa di più inconsueto.

Non appena possibile posterò quella del Vittorio Emanuele ormeggiato davanti alla Palazzata, altrettanto nota ma sempre interessante.

Se ne hai la possibilità posta anche qualche fotografia della città prima del terremoto. Messina è una città a me molto cara, e quasi nessuno la conosce com'era.

 

Thzarevich o, se vuoi, Cesarevich (lo scrivono in tremila modi)

tzarevichwp4.jpg

 

Slava

ruslavapp7.jpg

 

Bogatyr

bogatyr21gs5.jpg

 

Admiral Makarov

admiralmakarov71od3.jpg

 

Vittorio Emanuele

vittoriort7.jpg

 

Napoli

napoliuv3.jpg

 

Il porto

terremoto2ha0.jpg

Edited by marat

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gentilissimo Marat,

 

grazie per le foto, aspetto il Vittorio Emanuele davanti alla Palazzata (che non ricordo di aver mai visto) ed allego una vecchia foto di Messina prima del terremoto.

Saluti.

 

142qd2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
allego una vecchia foto di Messina prima del terremoto.

 

.......reprimendo a malapena un furioso attacco di orgoglio, a ricordare quello che sono state certe nostre città........

 

 

Piuttosto, la fotografia del porto che ho postato io non sembra essere dei primi giorni dopo il disastro.

E non tanto perché ingrandendo sembra di vedere un albero fiorito (è ipotetico l'albero e inaffidabile la primavera siciliana) ma perché davanti all'attuale base della Marina c'è quello che, mi ci scommetto la cucuzza, sembra proprio essere il Dandolo. Ora, il Dandolo non faceva parte della squadra italiana inviata per i primi soccorsi. O mi sbaglio ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti per la vista ! sia per il mandorlo che per il Dandolo.

Hai perfettamente ragione: nemmeno in Sicilia il 28 dicembre ci sono queli alberi in fiore e il Dandolo in quel momento non era in condizioni di muovere.

Devo fare qualche ricerca per vedere quando è potuto arrivare, così stabiliamo la data della foto (o almeno il periodo).

Hai prestato servizio a Marisicilia ?

 

dragaggiois7.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

In quei giorni a cavallo tra il 1908 ed il 1909 il futuro stava navigando nel Mediterraneo.

La "Grande Flotta Bianca" statunitense stava, infatti, compiendo il giro del mondo e il 28 dicembre si trovava a Porto Said, all'uscita del Canale di Suez.

Lì l'ammiraglio Sperry, comandante della squadra, ricevette notizia del terremoto.

Subito ordinò alle navi Connecticut ed Illinois di carbonare e partire verso Messina, dove giunsero il 9 gennaio, unendosi agli altri soccorritori.

Alla partenza, le due corazzate furono sostituite da due navi ausiliarie: il Culgoa ed il Yankton.

Possiamo quindi aggiungere queste 4 navi (anche se per le prime due sarà facile recuperare le immagini).

Saluti.

 

mesinasailorsqh5.gif

 

messina01sf5.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hai prestato servizio a Marisicilia ?

 

Vedo che concordi sul Dandolo, e quindi sono contento di averci visto bene (o di sbagliare in buona compagnia),

 

No, non ho prestato servizio a Marisicilia. E' che, per quanto viva da quasi quarant'anni a Roma, sono nato a Catania, e a Catania ho avuto una attività di lavoro per una dozzina d'anni abbondanti, pendolando con Roma praticamente due volte a settimana. E siccome utilizzavo rigorosamente il treno, il porto di Messina è la cosa che ho visto per più tempo in vita mia, dopo casa e il tavolo su cui lavoro.

E' anche il motivo per cui sono fra i dieci italiani che più di ogni altro avevano titolo a decidere se il ponte si dovesse fare o no (e che mi fa mandare al diavolo quella parte di messinesi e tutti i sedicenti padani che lo ritengono inutile).

Edited by marat

Share this post


Link to post
Share on other sites

... io sono fra i messinesi a cui il ponte non va bene.

 

E' un discorso lungo, che non possiamo certo affrontare qui, magari instauriamo un'altra discussione.

 

Però per farmi perdonare "posto" una vista del porto di Messina scattata nel 1981; c'è qualcosa di interessante in mezzo allo stretto ed una nave più piccola occupa il posto del Dandolo.

Ciao.

 

19810925aicx7.jpg

 

P.S.: ne approfitto per un consiglio tecnico: immagini così grandi danno fastidio sul forum ? è meglio ridimensionarle ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho trovato un'immagine di treni e "ferribotti" su cui il buon Marat non dovrebbe essere mai salito

 

ferryboat01xy4.jpg

 

Digitalizzata da un calendario ...

 

Buona Domenica a tutta la base.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo le immagini dei marinai americani al lavoro tra le rovine della città, mi sembra giusto postare anche quelli delle altre marine (che ho recuperato sul web in queste giornate)

 

I russi

 

russi1ol9.jpg

 

russia2cv5.jpg

 

russi3au0.jpg

 

Gli inglesi

 

uk1ks3.jpg

 

ukyi0.jpg

 

I "nostri"

 

genioqb6.jpg

 

rcys7.jpg

 

I francesi

 

francesidj2.jpg

 

... stavo dimenticando il re !

 

reqk5.jpg

 

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Odisseo, complimenti per le immagini sono veramente meravigliose pur nella loro immensa tragicità, specialmente il Tricolore recuperato dalle macerie.

 

Da un giornale dell'epoca (L'Italia Reale, Corriere Nazionale) del 30 dicembre 1908, apprendo che partecipò alle operazioni di soccorso anche il Regio Incrociatore incrociatore Piemonte. Me lo puoi confermare?

 

Ancora una volta grazie

Ciao Luca

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, confermo.

A poco a poco tutta la Regia venne a portare aiuto alle città ed ai villaggi distrutti dal terremoto (non c'era solo Messina).

 

Ma nel cuore e nella memoria collettiva dei messinesi restano i russi che, con la terra ancora tremante, arrivarono per primi.

Ciao.

 

 

P.S.: l'anno scorso una strada di Messina è stata ribattezzata "Viale della Marina Russa".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto riconoscimento per chi tanto si è prodigato per portare i soccorsi ad una popolazione colpita da un evento così catastrofico. Le navi russe erano inquadrate nella Divisione del Mediterraneo, che mi sembra fosse basata a Tangeri o erano unità impegnate in altre missioni?

 

Leggo anche che morì il comandante Passino della Regia Torpediniere Spica, ancorata a Marina di Nicotera, . Ti cito un brano che mi è poco chiaro "Venne ordinato ai semafori della Sardegna di formare una divisione volante formata dalle navi..."

 

Grazie ancora

saluti Luca

Edited by brin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel terremoto morì il comandante dell'incrociatore Piemonte, Francesco Passino, morto nel sonno insieme a tutta la sua famiglia, per il crollo dell'abitazione.

 

Per quanto riguarda i Russi, all'epoca la marina zarista usciva dalla sconfitta nella guerra russo-giapponese e non aveva una flotta stabile nel Mediterraneo (bisognerà aspettare gli anni '70).

Le navi giunte in soccorso appartenevano alla squadra navale del Baltico, comandata dall'ammiraglio Litvinov. Il 28 dicembre 1908 si trovavano ad Augusta.

 

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah grazie. Si trattava del comandante del Piemonte e non della Spica.

 

Grazie ancora Luca

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carissimi Comandanti,

 

inizio a postare le immagini delle navi che hanno partecipato ai soccorsi (fermo restando che ogni vostro aiuto è graditissimo).

 

Comincio con la corazzata russa Slava, di cui passo 6 immagini (2 disegni al tratto, 2 disegni a colori e 2 foto); noterete l'origine russa delle immagini, appena lo recupero vi passo anche il link.

 

slava01as9.jpg

 

slava02zc5.jpg

 

slava03zu2.jpg

 

slava04gb5.jpg

 

slava05ym8.jpg

 

slava06de5.jpg

 

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con una settimanella di ritardo.

Ma il 2007 aveva la coda avvelenata, e a quello nuovo gli è sembrato disdicevole essere da meno.

Allora, la qualità è al limite del pianto, ma meglio non sono riuscito a fare. O interviene il nume tutelare Alagi, o prima o dopo ci riuscirò (tanto, se a te servono per collezione, il tempo c'é).

La prima è quella del Vittorio, spacciato dall'ignaro stampatore della cartolina per una nave di Sua Maestà, come si legge (si dovrebbe leggere) dalla didascalia.

La seconda (e ci vuole un poco di buona volontà per crederci) è del Dandolo, teoricamente molto meglio visibile che in quella scattata dalle colline.

Le altre tre sono del porto e delle banchine (quest'ultima, a proposito del bombardamento nucleare di cui diceva Malaspina)

 

vittorioenb3.jpg

 

dandolohz9.jpg

 

messinaag7.jpg

 

messina2zo4.jpg

 

messina3iy9.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gentilissimo Comandante Marat,

 

mi dispiace che il periodo a cavallo del Capodanno non sia dei migliori, ma posso dirti che, dopo una giornata di lavoro, con un tempo freddo e piovoso, tornare a casa e vedere l'immagine della Palazzata ancora in fiamme con il Vittorio in rada ha rappresentato un sorpresa gradita, da raddrizzare la giornata.

GRAZIE, Grazie, Grazie :s20: :s20: :s20:

 

Nell'attesa del ritorno di Alagi, mi sembra però giusto allegare un paio di "ferribotti" ed una cartolina distrasosa.

 

01xx0.jpg

 

02zy9.jpg

 

03vs6.jpg

 

Ciao e ancora grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nell'attesa del ritorno di Alagi, mi sembra però giusto allegare un paio di "ferribotti"

 

Ma se hai questa passione per i ferry, non puoi non aver letto quel capitolo di Orcynus Orca dedicato a loro !

 

E a proposito: c'è modo di avere una documentazione sistematica e completa delle navi delle FF SS (quelle vere) ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto Orcynus Orca, ma non ho una passione smodata per i ferry boat ... fanno parte del paesaggio dello Stretto di Messina e quindi sono un po' come i palazzi o le chiese, solo che si muovono.

Li ho allegati in quanto in una altra risposta dicevi di aver passato 10 anni su e giù per l'Italia, traversando continuamente lo Stretto.

 

La mia passione (nel campo navale) sarebbero le Navi da Battaglia (post Dreadnought) ... cosa ci faccio in un sito di sommergibilisti ? :s01: :s01: :s01:

 

Per la documentazione cui alludi, posso vedere di informarmi dopo la fine delle feste.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites
La mia passione (nel campo navale) sarebbero le Navi da Battaglia (post Dreadnought) ... cosa ci faccio in un sito di sommergibilisti ? :s01: :s01: :s01:

 

Una stampa e una figura con te (anche se io sono di bocca più buona della tua, e mi va bene praticamente tutto).

Quanto ai sommergibili, ho già avuto modo dirlo: sono fermo a Ventimila leghe sotto i mari. Ma se stiamo qui un perchè ci sarà. E non può essere né il caso né l'abitudine.

 

Dei ferry mi piacerebbe studiare l'evoluzione, visto che sono più di cento anni che fanno avanti e indietro. E poi mi piace la tua storia dei palazzi che si muovono (alla gente normale i palazzi che si muovono possono fare impressione, noi ci siamo abituati... in tuti i sensi).

Edited by marat

Share this post


Link to post
Share on other sites

... l'ambiente è buono, la compagnia spesso è ottima, la conversazione è gradevole.

 

Prima di tornare alle navi del terremoto, un traghetto pre-terremoto

 

image1ku3.jpg

 

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Odisseo prova ad andare qui....

 

Messina e Marina Militare

Non aggiunge molto ma c'è qualche foto....

 

Ciao Luca

 

P.S. Spero di essermi sdebitato almeno in parte!

Edited by brin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stanotte, dopo la nave russa, è il turno di una nave inglese: HMS SUtlej, un incrociatore corazzato della classe Cressy.

 

Imageshack sta facendo le bizze ma cerco di postare 2 disegni della classe Cressy e tre foto del nostro incrociatore.

 

cressy1zi4.jpg

 

cressy2sc8.jpg

 

sutlej1zv6.jpg

 

sutlej2jd5.jpg

 

sutlej3vd9.jpg

 

Fatto.

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Odisseo, manda anche qualche foto della Regia Nave Piemonte, per favore.

 

Grazie ciao Luca

 

P.S. Dimenticavo eccoti lo Spalletti! Ogni promessa è debito.... :s28: :s28: :s28: :s28: :s28: :s28: :s28: :s28: :s28:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Piemonte è in lista, stai tranquillo, tanto era già in porto ed ha pagato un notevole tributo di sangue.

 

piemonte02od6.jpg

 

La foto non è gran che, vorrei trovare di meglio.

 

Intanto posto anche un'immagine del porto di Messina pre-terremoto, vi piace ?

 

messinalk5.jpg

 

Domani (spero) una nave americana.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gentilissimo Brin,

 

visto che ti interessa così tanto l'incrociatore Piemonte, ti allego un brano da un articolo di Luigi Barzini sul Corriere della Sera del 23 gennaio 1909 (se lo vuoi leggere tutto vai a http://www.revestito.it/?id1=21&id2=114)

 

"Uno di questi fortunati nella morte è stato il compianto comandante Passino, il dotto marinaio che comandava l'incrociatore Piemonte. Egli viveva a terra con la famiglia: le macerie hanno sepolto lui e i suoi. L'equipaggio della sua nave ha cercato lungamente queste salme, le ha rinvenute, le ha composte piamente nei feretri, che sono stati trasportati a bordo, ed oggi la nave è salpata. Prima di prendere il largo è andata ad ancorarsi nel centro del porto con bandiera di poppa a mezz'asta. I comandanti di tutte le navi da guerra sono saliti e si sono adunati intorno alle bare coperte di bandiere; l'equipaggio si è schierato; tutte le teste si sono scoperte: Il nuovo comandante del Piemonte, il capitano di corvetta Ciano, ha rivolto con voce commossa parole di saluto alla salma. Un gran raccoglimento, un silenzio assoluto, una commozione profonda in quel momento a bordo. Dopo, l'incrociatore usciva solenne dal porto, filava verso lo Stretto e spariva lontano nella immensità del mare. Funerale glorioso."

 

Buonanotte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si la rada e il porto di Messina sono molto belli. Scusami Odisseo, dove sarebbero le fortezze che resistettero all'assedio del 1860-1861? Mandane qualche altra del Piemonte, per favore.

 

Buonanotte Luca

 

P.S. Lo leggo subito.

Edited by brin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il tuo "Cerasuolo di Vittoria" dipende dalle foto dell'ariete torpediniere Piemonte che posterai.....Pertanto impegnati....

 

Ciao Luca

 

P.S. Leggere Barzini è sempre un piacere! Grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

salve a tutti,

 

questo gradevole modello del Piemonte, si poteva ammirare presso il museo della Scienza di Milano, prima che decidessero di rinchiuderlo nelle segrete......assieme ad altri.

 

piemonte2rf9.jpg

 

chi lo dice che i ferribotti non sono interessanti?? (certo dipende dai gusti)

ferry southampton 1/87 MRB luglio 2006

 

ferri1hi1.jpg

 

Sarebbe bello ammirare delle foto dei ferry delle ferrovie di Messina, spece dei piu' vecchi.

 

saluti anteo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per ora mi sto occupando del terremoto (comprenderai siamo a 99 anni).

Appena ho tempo, prometto che comincio la caccia al Ferry Boat d'annata.

Qualcuno inizio '900 l'avrai già visto nelle pagine di questa discussione.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sensibile all'urgente richiesta di Brin, rimando la nave americana, per postare le immagini dell'ariete torpediniere (poi incrociatore protetto) Piemonte che, il giorno del disastro, era a Messina in porto.

 

Poche immagini e disegni e, purtroppo, di scarsa qualità, provengono in parte dal sito della MMI e dell'Agenzia Bozzo.

 

piemonte01vk2.jpg

 

piemonte02yx7.jpg

 

piemonte03dt9.jpg

 

piemonte04ci5.jpg

 

piemonte05mu6.jpg

 

piemonte06fn8.jpg

 

piemonte07vy9.jpg

 

piemonte08yp9.jpg

 

Concludo con un disegno tratto dal sito web della Lega Navale, in cui si vede una proposta di trasformazione della nostra nave in portaerei.

Cosa ne dici Brin ? :s41:

 

piemonteleganavalefp9.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Odisseo, ti siano rimessi i tuoi peccati di questa mattina. Sei perdonato, purtroppo le foto del sito della Marina e dell'altro sito lo avevo già. Non sapevo nulla della ipotesi di trasformarlo in portaidrovolanti, come è stato fatto con l'Elba. Molto interessante, grazie ancora Odisseo.

 

Ciao Luca

Share this post


Link to post
Share on other sites

:s01: Suvvia Luca,

 

l'idea di una squadra navale britannica di quattro Vanguard con tre fumaioli e XVI pezzi da 381 era bellina ... :s01: :s01: :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi hai fatto venire la bile verde stamane. Ma poi posti immagini e notizie e foto così interessanti, che non ti si proprio tenere il broncio, anche volendolo!

 

Odisseo, ti chiedo una cosa. Sul sito della Lega navale, non è vi una sezione Storia? No perchè mi vorrei iscrivere, ma non riesco a trovare la sezione storica.

 

Grazie ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Darò un'occhiata al sito della Lega Navale e ti saprò dire.

 

Intanto, passo un'altra immegine del Piemonte, digitalizzata da un Jane's

 

piemontett8.jpg

 

Saluti da Itaca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa è ottima Odisseo, degna della tua fama.

 

Grazie Ciao Luca

Edited by brin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo Odisseo, grazie per le foto del Piemonte! Ricordati di mandare anche le foto delle nostre belle corazzate della classe Vittorio Emanuele!

 

Ciao Luca

Share this post


Link to post
Share on other sites

:s01: Incontentabile ! :s01:

 

Stai tranquillo arriveranno anche quelle.

Però non avrei ancora finito con il Piemonte: ne ho trovato un disegno molto bello, ma devo ancora digitalizzarlo.

 

Prossima puntata però nave russa: indovina quale ... :s02:

 

Saluti,

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stasera è il turno cella corazzata russa Csarevitch (o Tsarevitch o Zarevic o come vi pare, con le traslitterazioni mi sono perduto).

 

Vengono in gran parte dal sito russo, cui accennavo nei giorni scorsi e che non riesco più a rintracciare, ma che conteneva centinaia di foto e disegni in formato 1024x768. Lo ritroverò.

Unica eccezione il primo disegno che è invece tratto da "Storia della Marina" di Fabbri.

 

tsarevich00eb6.jpg

 

tsarevich01dd4.jpg

 

tsarevich02pk5.jpg

 

tsarevich03ma2.jpg

 

tsarevich04ji7.jpg

 

tsarevich06zu7.jpg

 

Continuerò a pubblicare le immagini che trovo, ma à gradito l'aiuto di tutti i Comandanti. :s01:

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come promesso :s02: , posto il disegno del Piemonte che ho digitalizzato da "Storia della Marina" di Fabbri.

Il problema è stato che, essendo il classico paginone centrale (no, non quello di Playboy), era impossibile fare una sola passata con il mio scanner fomato A4.

Ho quindi fatto due scansioni e tentato di unire i risultati, ma non mi sembra che sia venuto la fine del mondo.

Comunque li posto tutti e tre e se qualche altro Comandante riesce a farne un'unica immagine siamo a posto.

 

01wa3.jpg

 

02hy1.jpg

 

03av8.jpg

 

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissimo disegno, davvero Odisseo. Purtroppo non sono in grado di affiancare bene le due immagini! Speriamo che qualcuno riesca ad unirle!

 

Ciao Luca

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carissimi Comandanti,

 

come scrivevo in un'altro punto della discussione, in questi giorni tragici la "Grande Flotta Bianca" statunitense stava compiendo il giro del mondo e il 28 dicembre si trovava a Porto Said, all'uscita del Canale di Suez. Lì l'ammiraglio Sperry, comandante della squadra, ricevette notizia del terremoto.

Subito ordinò alle navi Connecticut ed Illinois di carbonare e partire verso Messina, dove giunsero il 9 gennaio, unendosi agli altri soccorritori.

 

Fra oggi e domani allegherò le immagini delle due navi americane.

Le immagini sono in gran parte da siti ufficiali americani (soprattutto http://www.history.navy.mil/index.html ed uno dedicato alla crociera della flotta bianca), oltre a quel benedetto sito russo che non riesco più a recuperare.

 

Comincio con l'Illinois

 

bb0701jz3.jpg

 

bb0702ge6.jpg

 

bb0703rq2.jpg

 

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa Odisseo ma il Piemonte è il mio incrociatore preferito, dopo il Duca degli Abruzzi. Grazie per il meraviglioso disegno e dello straordinario link....

 

Grazie per l'infinita pazienza Luca

Edited by brin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,149
    • Total Posts
      508,165
×