Jump to content
Sign in to follow this  
il grigio fox

Caccia Alla Bismarck

Recommended Posts

Titolo: Caccia alla bismarck.

Autore: Ludovic Kennedy

Anno: 1997

editore: Mondadori, penso appartenga alla collana "oscar storia" (n.135)

pagine: 300

 

032a1li3.jpg

 

Alle 21:30 del 18 maggio del 1941, la Bismarck (la più moderna corazzata ddell'epoca,orgoglio della marina hitleriana) e l'incrociatore Prinz eugen prendono il mare. L'obiettivo è di sferrare nu colpo mortale ai convogli che assicurano alla Gran Bretagna i rifornimenti indispensabili per sopravvivere all'assedio della Germania nazista. La manovra non sfugge all'attenzione di Londra e dalla base di Scapa flow parte una divisione per intercettare e distruggere le navi nemiche. Ludovic Kennedy,testimone diretto dell'episodio,ci fa rivivere la più grande battaglia di superficie combattuta nell'atlantico durante l'ultimo conflitto:la caccia e l'affondamento della Bismarck,un evento che segnò il tramonto delle granid navi da guerra ,ormai incapaci di opporsi validamente all'assalto dell'aviazione.

 

E' un libro che non ho ancora finito di leggere, di 278 pagine,scritto come se fosse un romanzo e molto immersivo,consigliato!

Edited by Totiano
adeguato al frame

Share this post


Link to post
Share on other sites

ricostruzione di taglio "giornalistico", ma storicamente molto esatta e rigorosa, della sortita in atlantico della Bismarck e del Prinz Eugen, della fine dell'Hood e della caccia e successivo affondamento della nave tedesca. Personalmente lo ritengo una delle migliori opere di storia navale mai scritta. Il padre dell'autore era al comando dell'incrociatore ausiliario "Rawalpindi" della Royal Navy, affondato dalla Bismarck al largo dell'Islanda, e perito con la sua unità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo pienamente con Samurai. L'opera di Kennedy è forse una delle migliori opere di parte inglese sulla caccia e l'affondamento della Bismarck.

 

Uno dei passaggi che mi è rimasto maggiormente impresso è quello in cui l'autore, che aveva partecipato alla caccia alla corazzata tedesca a bordo del C.T. Tartar, rimpiange di non aver potuto essere testimone dello scontro finale tra le navi da battaglia inglesi e la Bismarck, in quanto la sua unità dovette rientrare in porto a causa della penuria di nafta!

 

Kennedy era in possesso di una macchina da presa a colori (una rarità per l'epoca), e sarebbe stato in grado di filmare l'epilogo di questo memorabile evento. Avremmo avuto a disposizione un documento storico di primissimo ordine che avrebbe fatto il paio con i filmati dell'affondamento della Barham e della Szent Istvan!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero molto bello e ben scritto.

Mi ha colpito molto il fatto che non ci sono nel libro parole di condanna, ma molta comprensione e compassione per chi ha perso la vita nello scontro, nonostante il padre di L. Kennedy fosse rimasto ucciso in combattimento proprio con le navi comandate dall'ammiraglio Lutjens.

Lo raccomando caldamente anch'io.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero molto bello e ben scritto.

Mi ha colpito molto il fatto che non ci sono nel libro parole di condanna, ma molta comprensione e compassione per chi ha perso la vita nello scontro, nonostante il padre di L. Kennedy fosse rimasto ucciso in combattimento proprio con le navi comandate dall'ammiraglio Lutjens.

Lo raccomando caldamente anch'io.

In realtà alla'epoca del Rawalpindi,Scharnhorst e Gneisenau erano al comando dell'ammiraglio Marshall

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,562
    • Total Posts
      516,773
×