Jump to content
Sign in to follow this  
marat

Quizz Foto: Unità Militari

Recommended Posts

Certo che, se per riconoscere una nave partiamo da un cappello, per gli spigoli di casa la vedo messa male.

Se neanche il cappello regge, poi ......

Non studiate, orsù, il cappello

ma l'aspetto del vascello! :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una notazione estemporanea, per poi tornare nella mia botola, a proposito di giapponeserie.

 

Un bel dì vedremo / levarsi un fil di fumo...

 

Mi immagino la scena dell'ipotetico ritorno di Pinkerton.

 

Madame B.: "Finalmente! Il fil di fumo!"

Sig. Marat, dappresso e armato di potente binocolo: "Si direbbe un monitor"

Sig. Alagi, similiter: "No, uno dei due fumaiuoli è posticcio"

 

etc. etc.

 

Poi dice che una fa harakiri :s01:

Edited by GM Andrea

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiunga, leggermente spostato sulla destra della scena, sotto i rami di uno shidare sakura in fiore, il Sig. Edozio che legge i suoi haiku.

Share this post


Link to post
Share on other sites

.帷を帆にして走る小舟かな

小林一茶

:s01:

Edited by edozio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come diceva un mio buon collega di italianistica, i vostri codici sono "stranianti" (per gli altri, i non addetti).

Tuttavia, non demordo: il vecchio AFFONDATORE dopo il recupero e durante il raddobbo del 1867-70?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho fatto qualche altra ricerca, ma non sono riuscito nemmeno io ad identificare il cappello. quindi non vi posso aiutare. vi posso dire che dai pochi documenti che ho trovato in rete non dovrebbe essere un cappello tipico dei marinai o degli ufficiali della nave in questione.

la quale non è l'affondatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ho fatto qualche altra ricerca, ma non sono riuscito nemmeno io ad identificare il cappello.

Sembrerebbe un cappello inglese o statunitense.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come diceva un mio buon collega di italianistica, i vostri codici sono "stranianti" (per gli altri, i non addetti).

Caro de domenico, il "codice" altro non è che uno degli haiku di Issa Kobayashi che ho inserito per il diletto del Signor Marat.

Per i non nippologi si legge katabira wo ho ni shite hashiru kobune kana

 

Una traduzione molto "libera" potrebbe essere:

un kimono per vela

corre veloce ...

piccola barca

 

PS .... era tanto per fare un po' lo sbruffone. Non so una parola di giapponese. Ma tutto quello che ho scritto è vero e abbastanza esatto. :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Secondo me la chiave sta nei bagli ondivaghi decisamente poco comuni :s12:

Detto questo, non ho la minima idea di cosa sia :s03:

Non vorrei che i bagli siano divenuti "ondivaghi" in conseguenza di qualcosa che è successo alla nave ... :s02:

 

Sembrerebbe un cappello inglese o statunitense.

Signor Alagi, non vorrei ripetermi ma il cappello, se ci porta nel nuovo continente, lo lascerei proprio perdere.

Ciò non esclude che il signore ripreso nella foto non potesse possedere un cappello made in USA, così come io sono in possesso di un autentico berretto australiano dei Royal Australian Flying Doctors, pur non essendo australiano e non avendo mai messo piede laggiù :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites

(apro la botola)

 

PS .... era tanto per fare un po' lo sbruffone. Non so una parola di giapponese. Ma tutto quello che ho scritto è vero e abbastanza esatto.[/size] :s02:

 

Un po' come quel personaggio del racconto La dieta di W. Allen, il quale fu assunto da una ditta "dove si riteneva che il suo ottimo francese facesse di lui l'uomo ideale per tenere i rapporti con Parigi. In capo a cinque anni si scoprì che, di francese, non ne parlava una parola: si limitava a emettere sillabe prive di senso, imitando l'accento".

 

(richiudo la botola)

Share this post


Link to post
Share on other sites
(apro la botola)

 

 

 

Un po' come quel personaggio del racconto La dieta di W. Allen, il quale fu assunto da una ditta "dove si riteneva che il suo ottimo francese facesse di lui l'uomo ideale per tenere i rapporti con Parigi. In capo a cinque anni si scoprì che, di francese, non ne parlava una parola: si limitava a emettere sillabe prive di senso, imitando l'accento".

 

(richiudo la botola)

Conosco diverse persone, italiane, che parlano italiano nello stesso modo. Alcune di esse ricoprono anche incarichi di grande responsabilità. :s06:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Caro de domenico, il "codice" altro non è che uno degli haiku di Issa Kobayashi che ho inserito per il diletto del Signor Marat.

Per i non nippologi si legge katabira wo ho ni shite hashiru kobune kana

 

Una traduzione molto "libera" potrebbe essere:

un kimono per vela

corre veloce ...

piccola barca

 

PS .... era tanto per fare un po' lo sbruffone. Non so una parola di giapponese. Ma tutto quello che ho scritto è vero e abbastanza esatto. :s02:

 

Grazie per il codice ENIGMA. Anche io sono pignolo (eccome!), e non so una parola di giapponese. Ma sono disposto ad accettare lezioni da chi si chiama E-dozio (da docet).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunicazione di servizio

 

- a tutti gli abituali frequentatori del quiz

 

Se potete, date un'occhiata a questo topic in "Storia":

http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=30491

Un parere illuminante da parte di tutti sarebbe gradito! :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Alagi,

 

Odisseo ha identificato subito il sommergibile della foto

 

Si è un classe Marcello e in particolare ,la foto è del sommergibile Cappellini, in navigazione nelle acque della Garonne al rientro a Bordeaux

La foto sta sul libro "BETASOM I Sommergibili Italiani negli Oceani" di Elio Andò, a pag.24

 

La stessa foto compare sul libro Sommergibili in guerra di Bagnasco - Rastelli a pag.63 - foto 79

Edited by giampyg

Share this post


Link to post
Share on other sites
i vostri codici sono "stranianti"

 

Se intende riferirsi ai nostri codici comportamentali e relazionali, assolutamente sì.

 

 

Conosco diverse persone, italiane, che parlano italiano nello stesso modo. Alcune di esse ricoprono anche incarichi di grande responsabilità. :s06:

 

Una all'anno meriterebbe l'eternità del bronzo. Questa é quella del 2009

 

L'incrociatore corazzato NISSHIN dopo i danni riportati a Tsushima oppure il relitto del CRISTOBAL COLON a Santiago de Cuba.

 

Il Colon non credo sia stato mai recuperato dal bagnomaria.

Del Nisshin non so. Il fumaiolo non sarebbe imcompatibile, ma il secondo dovrebbe stare dall'altra parte dell'albero. E l'ipotesi postulerebbe pure che il cappello sia nipponico.

A me pare che la chiave debba stare nella dislocazione della timoneria.

 

 

Comunicazione di servizio

 

- a tutti gli abituali frequentatori del quiz

 

Se potete, date un'occhiata a questo topic in "Storia":

http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=30491

Un parere illuminante da parte di tutti sarebbe gradito! :s02:

 

Mi pare che Giampyg abbia detto quel che c'é da dire

Edited by marat

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'unica cosa corretta è che trattasi di incrociatore corazzato.

 

Come giustamente rilevato, sia il Nisshin che il Colon avevano l'albero tra i due fumaioli, mentre sulla nostra nave l'albero era a poppavia dei fumaioli.

 

Posso aggiungere che quando il Colon fu varato la nostra nave aveva già concluso la sua vita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno dei due incrociatori corazzati cinesi, di produzione tedesca del 1887, KING YUAN (o YUEN) e LAI YUAN (o YUEN), affondati durante la guerra cino-giapponese del 1894-95.

 

EDIT: è il ponte barche del LAI YUEN dopo la battaglia dello Yalu (17 settembre 1894; affondato a Wei-Hai-Wei il 5 febbraio 1895). Ho trovato la foto su Richard N.J. Wright, "The Chinese Steam Navy 1862-1945", Chatham, 2000. Ma che fatica ....

Edited by de domenico

Share this post


Link to post
Share on other sites

E allora bisognerà andare a cercare, fra gli armored cruisers di Sua Maestà britannica, quelli che abbiano un albero a poppavia di due fumaioli. Non mi pare che di questa fatta ce ne fossero nelle altre Marine (già ce n'erano pochi in generale).

Ma per stasera il mio turno finisce adesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho trovato la foto su Richard N.J. Wright, "The Chinese Steam Navy 1862-1945". Ma che fatica ....

 

Io non l'ho trovata. Ma ne ho trovata una a nave intera in cui torna tutto. Bel colpo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo de domenico !!! :s20: :s20: :s20:

 

Sono contento che sia stata una fatica :s03:

 

Posso chiederti se hai seguito una logica o solo sfogliato tutti i libri che hai? :s02:

 

Comunque la foto è a pagina 92 del libro in questione. Questo è l'aspetto intero (in tutti i sensi!) prima dell'incendio che semidistrusse la nave durante la battaglia dello Yalu.

 

laiyuen.jpg

 

 

Insieme al gemello King Yuen furono costruiti dai cantieri Vulcan di Stettino. Queste le caratteristiche.

 

laiyuenkingyuen.jpg

 

Signor de domenico, a Lei il timone! :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mio know-how sulle navi ante '900 non è illimitato (il mio punto debole). Quindi ricorro al Conway 1860-1905: la prima volta partendo dall'inizio (no joy) e la seconda volta partendo dalla fine (la Cina è a pagina 395). Poi mi sono andato a cercare il libro sulla marina cinese (che sapevo di avere da qualche parte) per ottenere la conferma. Complimenti a te per la scelta. Domattina cercherò di essere all'altezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il mio know-how sulle navi ante '900 non è illimitato (il mio punto debole). Quindi ricorro al Conway 1860-1905: la prima volta partendo dall'inizio (no joy) e la seconda volta partendo dalla fine (la Cina è a pagina 395). Poi mi sono andato a cercare il libro sulla marina cinese.

... come ti invidio il tempo a disposizione.

 

Complimenti a te per la scelta. Domattina cercherò di essere all'altezza.

... nel frattempo me ne vo su FB.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avendo subito molteplici angherie dai "domini" del Quizz (false torpediniere spagnole, incrociatori resi irriconoscibili da incendi, sommergibili uguali ad altri 15, per non dir di peggio) ho deciso di unirmi al clima dominante. Identify this one, please.

 

scansione0068.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cappelli neanche a pagarli a peso d'oro.

E se stavolta partissimo dalle finestre del casamento a sinistra ?

Mediterranee certo non sono. E nemmeno asiatiche, direi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nave USA o inglese?

Edited by Bubbe

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nave USA o inglese?

In effetti, lo sfondo con la costa e le case sembra quello di certe fotografie del Mare Island Navy Yard di San Francisco scattate durante la seconda guerra mondiale.

Tuttavia, la nave è sicuramente precedente a quell'epoca e la costa sullo sfondo mi sembra un po' ravvicinata. L'ambiente potrebbe comunque essere anglosassone.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nave USA o inglese?

 

Né l'una né l'altra.

 

In effetti, lo sfondo con la costa e le case sembra quello di certe fotografie del Mare Island Navy Yard di San Francisco scattate durante la seconda guerra mondiale.

Tuttavia, la nave è sicuramente precedente a quell'epoca e la costa sullo sfondo mi sembra un po' ravvicinata. L'ambiente potrebbe comunque essere anglosassone.

 

Fuochino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello che mi pare certo é che la coalizione dei Sigg. Gichiano, Edozio e De Domenico ha assunto in pianta stabile il governo qualitativo del presente trituranavi.

E che bisognerà indire un referendum perché non si vadano a beccare pure il premio di maggioranza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
... la coalizione dei Sigg. Gichiano, Edozio e De Domenico ha assunto in pianta stabile il governo qualitativo del presente trituranavi...

 

Un vero e proprio triumvirato....

 

Ma allora:

1) Cesare-Crasso-Pompeo

2) Napoleone-Séyes-Ducos

3) Mazzini-Saffi-Armellini

 

Quale dei tre si avvicina di più alle caratteristiche dei nostri Gichiano-Edozio-De Domenico??? :s03:

 

Se poi aggiungiamo un quarto a piacere possiamo anche pensare a Bianchi-De Bono-De Vecchi- Balbo... :s07:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho una confessione da fare: sono nato in via Aurelio Saffi, a Firenze (parrocchia dei santi Gervasio e Protasio).

Quindi, la scelta è stata già fatta per me: la repubblica romana (abitando a Roma ...).

Avvertitemi, se potete, quando arrivano le truppe papaline (o francesi).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un vero e proprio triumvirato....

 

Ma allora:

1) Cesare-Crasso-Pompeo

2) Napoleone-Séyes-Ducos

3) Mazzini-Saffi-Armellini

 

Quale dei tre si avvicina di più alle caratteristiche dei nostri Gichiano-Edozio-De Domenico??? :s03:

 

Se poi aggiungiamo un quarto a piacere possiamo anche pensare a Bianchi-De Bono-De Vecchi- Balbo... :s07:

Aldo-Giovanni-Giacomo? (magari travestiti da condor) :s01:

Share this post


Link to post
Share on other sites
la scelta è stata già fatta per me: la repubblica romana

 

Avrei scommesso qualunque cifra su questa risposta.

 

 

Aldo-Giovanni-Giacomo? (magari travestiti da condor) :s01:

 

Anche su questa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aldo-Giovanni-Giacomo? (magari travestiti da condor) :s01:
Anche su questa.

 

Lo prenderò come un complimento, Signor Marat. :s17:

Edited by edozio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Avrei scommesso qualunque cifra su questa risposta.

 

 

 

 

Anche su questa.

 

Be' grazie. Gli altri triumvirati/quadrumvirati o non sono palatabili o hanno litigato subito. Noi intendiamo durare.

Edited by de domenico

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se poi il Signore di Itaca torna tra i mortali visibili, potremmo anche edificare un quadrum ...

 

Concordo, ma qui bisogna studiare qualcosa di più: il triumvirato non basta, il quadrumvirato neppure... Pensavo ad un "Senato", visto che il "senatore" Marat lo abbiamo già.

Domani presenterò su queste pagine un Disegno di Legge.

 

F.to Alagi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Concordo, ma qui bisogna studiare qualcosa di più: il triumvirato non basta, il quadrumvirato neppure... Pensavo ad un "Senato", visto che il "senatore" Marat lo abbiamo già.

Domani presenterò su queste pagine un Disegno di Legge.

 

F.to Alagi

Eccomi qua.

Concordo per il Senato.

Ma propongo Marat come Console.

 

P.S.: se la nave di qualche pagina fa non è inglese e nemmeno americana, ma anglosassone ... potrebbe essere australiana o canadese (neozelandese non penso).

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ehm ... tornando alla nostra ... nave, mi permetto di azzardare alcune considerazioni.

1) Cantiere nordeuropeo (sarei tentato di spingermi fino in Norvegia).

2) Nave piuttosto piccola, anche se la prospettiva potrebbe ingannare (ma gli uomini sul ponte danno una certa "misura" al tutto). Diciamo sulle 1800 t?

3) Ponte tipo "flush deck".

4) Albero a tripode massiccio. Verrebbe da dire un po' eccessivo per le dimensioni della nave.

5) Poco spazio a prora per un armamento consistente. Escluderebbe Ct e Tp.

6) Aspetto generale, per quanto si può capire, un po' retrò, diciamo metà-fine anni Venti?

Share this post


Link to post
Share on other sites
P.S.: se la nave di qualche pagina fa non è inglese e nemmeno americana, ma anglosassone ... potrebbe essere australiana o canadese (neozelandese non penso).

Ciao.

 

 

Ehm ... tornando alla nostra ... nave, mi permetto di azzardare alcune considerazioni.

1) Cantiere nordeuropeo (sarei tentato di spingermi fino in Norvegia).

2) Nave piuttosto piccola, anche se la prospettiva potrebbe ingannare (ma gli uomini sul ponte danno una certa "misura" al tutto). Diciamo sulle 1800 t?

3) Ponte tipo "flush deck".

4) Albero a tripode massiccio. Verrebbe da dire un po' eccessivo per le dimensioni della nave.

5) Poco spazio a prora per un armamento consistente. Escluderebbe Ct e Tp.

6) Aspetto generale, per quanto si può capire, un po' retrò, diciamo metà-fine anni Venti?

 

Concordo con il Signor Odisseo.

E concordo con l'ultima che ha detto il Signor Edozio (e solo con essa).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto che ho sbagliato (quasi) tutto, cambio direzione e seguo la strada di Odisseo.

E mi viene da dire HMAS Adelaide.

Share this post


Link to post
Share on other sites

HMAS ADELAIDE it is! :s20: :s20: :s20:

 

Come co-triumviro (personalmente avrei preferito Antonio e il suo monologo, ma non si può avere tutto nella vita ...) mi congratulo con Lei. :s03: :s03: :s03:

 

Posto una piantina che illustra l'assetto iniziale (antiquato) dell'armamento principale - lì stava il trucco - e dei 4 (quattro) fumaioli dell'incrociatore, epigono della vecchia (ma efficiente) classe TOWN.

 

Mein lieber Herr Edotius, a Lei il gioco!

 

 

y73.jpg

 

y74.jpg

 

Fonte: Ross Gillett, "Australian & New Zealand Warships 1914-1945", Golden Press Pty, 1987

Edited by de domenico

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il suggerimento di Odisseo è stato cruciale, io mi ero orientato da tutt'altra parte.

 

Per accelerare un po' il ritmo ne proviamo una facile.

 

quinzn.jpg

 

Forse identificare l'unità può essere difficile se non impossibiile. Quindi diciamo che basta la classe.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sissignore!

 

PS pensavo di accelerare, ma non così tanto! :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,231
    • Total Posts
      509,319
×